Sabatini: “Roma amore mio, quando ascolto Venditti cado in una voragine di nostalgia. Dybala colpo magistrale”

70
2082

AS ROMA NEWS – Walter Sabatini torna a parlare di Roma e della nostalgia che prova per la piazza capitolina. L’ex direttore sportivo giallorosso ha anche commentato le operazioni realizzate da Tiago Pinto ospite della Gazzetta dello Sport (S. Vernazza). Questo un estratto delle sue parole al quotidiano oggi in edicola:

Sabatini, ritorna il campionato e domenica sera c’è subito Salernitana-Roma, la “sua” partita. Si può dire che per lei la Roma sia il grande amore della vita e la Salernitana l’infatuazione di una sera?
Approvo la prima metafora, non la seconda. La Salernitana è stato un regalo inaspettato, culminato nella salvezza fantastica di tre mesi fa. Una gioia immensa, un amore imprevedibile e mi dispiace non averlo ripagato fino in fondo, avrei voluto fare qualcosa di più duraturo. Ci sono stati degli “incidenti”, ma non accuso nessuno, è andata e basta.

La Roma?
Rimango fedelissimo allo stato d’animo dell’essere romanisti. Oltre a leggere, io scrivo, butto giù dei pro-memoria e l’altro giorno ho annotato questa frase: “Ogni volta che sento una canzone di Venditti cado dentro una voragine di nostalgia”. Poi ho acceso la tv, c’era uno speciale proprio su Venditti e quattro-cinque di quelle canzoni mi hanno rimandato subito all’inno della Roma, composto da Antonello. In quel momento mi sarei suicidato per amore.

No, per carità, la vogliamo vivo e operativo. La Roma può correre per lo scudetto?
Se fossi alla Roma, nei panni del bravissimo Tiago Pinto, direi che la squadra deve competere per entrare nelle prime quattro. Ed è implicito che chi lotta per i primi quattro posti può trovarsi a gareggiare per lo scudetto.

Pellegrini, Matic, Wijnaldum, Dybala, Zaniolo, Abraham: Mourinho dovrà essere bravo a tenere insieme tanta qualità.
E ci riuscirà. All’Inter ha vinto la Champions perché convinse Eto’o a spendersi come terzino nella notte di Barcellona. Nessuno come Mou è capace di costruire una mentalità vincente, giorno dopo giorno, dettaglio dopo dettaglio. Forse ci sarà qualche scompenso, ma vedo giocatori bravi e disposti a correre, e Matic è un metronomo equilibratore.

Pogba colpo di mercato. E poi?
Dybala è stata un’operazione magistrale della Roma. L’Inter con il ritorno di Lukaku ha ricostituito l’attacco dello scudetto e si è messa a posto.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteCalciomercato Roma, rinforzo in difesa per la Primavera: preso Foubert-Jacquemin dal Villarreal
Articolo successivoCelik scala posizioni a ogni allenamento e convince Mou: ballottaggio aperto con Karsdorp

70 Commenti

  1. Ma stai zitto che fai ridere i polli! Piuttosto… Se passi per Roma, vai a scuola da Pinto… Così ti insegna a fare il DS!

    • Vero di salah che comunque è costato un po’ di più, vero anche che sabatini ha pagato doumbia, con ingaggio più elevato, quanto shomu. In generale non penso possa farsi nessun paragone su questo o quel singolo acquisto. Resta l’intervista del post ROMA salernitana fatta da sabatini dove parla di fenomeni poco chiari ogni volta che gioca a ROMA, intendendo “strani” favori arbitrali, e attacca duramente lo special ed il suo staff per il comportamento in panchina. Dispiace però se fai quello poi non puoi parlare di amore per la ROMA, te volevi salva’, volevi ingraziarti il palazzo e te sei venduto la ROMA. Te sei salvato, sei stato cacciato e mo’ rivieni a fa’ l’innamorato?

    • Ingeneroso per te che sei un ex fuffarolo forse.
      Coi soldi dati al procuratore di gerson Tiago ha fatto tutto il mercato.
      E che mercato.
      Oggi:
      Vedove di sabatini=laziali infiltrati
      Te festeggia doumbia, io festeggio Dybala.
      E direi che è l’esatta misura della distanza, SIDERALE, tra le due dirigenze.
      Un saluto a tutti i cuori pallottesi costretti a vivere sta superdirigenza senza mai poterla paragonare coi pori baldy e baldy. Ah si giusto…. E al fruttarolo bostoniano.

    • @Primo Steno: e noi siamo contenti, perché ci interessa la Roma e non chi fa il DS. Ma perché insutare gratuitamente Sabatini?
      Non si tratta di essere Laziali o Pallottiani, ma solo gente civile.

  2. Ao.
    Basta.
    Sei il simbolo del pallottarismo sabatì.
    Ottomila acquisti per beccarne 8, puntualmente rivenduti entro il 30/06.
    Se fossi stato così attaccato probabilmente almeno una coppetta italia se la potevamo giocare.
    Invece nulla.
    La semifinale c’era il naccheraro.
    L’85% della squadra era formata da prestiti e/o da giocatori che non sarebbero rimasti.
    A me tifoso della Roma quando sento le chiacchere tue mi si zenoccolano tutte le ginocchia.
    Senti l’inno e ti vengono i brividi? Ma davero? Calcola sei il primo che lo dice.
    Basta Sabatì, hai fallito come tutti quelli che stavano in societá ai tuoi tempi, non sarai stato il peggio ma sicuro il tuo valore aggiunto non ha portato nè vittorie ne trofei.
    Ergo fuffa, sabatì.
    Il periodo Totti/pelato piagnone hai dato il peggio del peggio.
    Mo sparisci come marcoilpollo,su.
    Cone se dovessi pagare na cena all’hilton con Ric Viola.
    😂🐔😂🐔
    Mo spolliciate pallottari aripuliti male.
    Io sto coi Friedkin, voi col fuffarolo.
    E dall’alba, no mo come alcuni nuovi nicche aripuliti che spariranno in un amen.

    • Serve un poco di cultura pop.
      Art/tattoo from cali 1956.
      Cerca l’avatara tramite gugle e ti trovi l’autore, che mo sto al mare e non mi ricuerdo.
      Comunque è roba cicciotta per amanti dei tats.
      Un saluto, sfr

  3. Caro Sabatini,
    Io t’ho sempre stimato,
    Ma nun stamo a fa i bambini,
    Ormai…stai nel passato,

    Eppure da tanti anni,
    Che a Roma Nun ce stai tanto,
    Ricordando tuoi pregi e danni,
    Insisti a farti di noi un vanto.

    Io ti dico in tutta franchezza,
    Dopo lo spettacolo di Salerno,
    Hai fatto na schifezza,
    Mo vattene all’inferno!

    È giusto ricordare,
    C’hai pure aiutato a levacce Fazio,
    Mo vattelo ad abbracciare,
    E tutti e due levateve dal ca…zio!

  4. Mo’ pure basta co ste dichiarazioni di romanismo esasperate. Senti Venditti e te voi suicida’ no per amore ma per idiozia. E basta pure ste interviste del piffero.

  5. se vi ricordate un intervista con lui e il pelato che lo pregava a rimanere e lui che diceva andiamo via assieme è adesso sentirgli dire queste cose è una bella siddisfazione.
    chissa se si rende conto che sta cominciando a rendersi ridicolo.

  6. Arieccolo, il Bukowski dei DS !

    Ottimo talent scout, ma prolisso, eccessivo, chiacchierone, prima donna, l’esatto contrario dei Friedkin e della loro stile.

    Adatto a piazze minori dove uno così può fare e dire quello che vuole.

    La Roma, ora, fortunatamente è un’altra cosa.

    ❤🧡💛👊

  7. Ho sempre pensato che la nostalgia nei confronti di Sabatini fosse un freno per una nuova visione societaria ma non nutro dubbi sul fatto che i sentimenti espressi dall’ex direttore siano sinceri

  8. Mi è calato non poco dopo le isteriche dichiarazioni del post Roma-Salernitana dove faceva riferimento a fenomeni poco chiari che avvenivano ogni qual volta si giocasse all’Olimpico. Dovrebbe rilasciare un’intervista in cui spiega meglio a cosa si stesse riferendo in modo da farci capire chi è Sabatini: un tifoso ipocrita o un gran bugiardo…

  9. 10 aprile 2022:
    “Con tutto il rispetto per la Roma e per il risultato devo dire che io assisto a delle cose ignobili dal punto di vista calcistico e sportivo……….
    Quello che sta succedendo in campo quando si viene a giocare a Roma è una cosa veramente inaccettabile…………..
    Invertono le punizioni, si inventano le punizioni: il calcio di rigore su Djuric non l’hanno neanche voluto vedere. E quindi io perdo, sono la Salernitana, ho 16 punti, so che devo perdere a Roma, ma vorrei perdere in un’altra maniera”.

    10 agosto 2022:
    “Rimango fedelissimo allo stato d’animo dell’essere romanisti……..
    …c’era uno speciale proprio su Venditti e quattro-cinque di quelle canzoni mi hanno rimandato subito all’inno della Roma, composto da Antonello.
    In quel momento mi sarei suicidato per amore”

    Falso, ipocrita, pomposo, finto colto, finto innamorato, falso modesto, pablo neruda de noantri, iperbolista da supermercato, buonista un tanto al kg, laziale se conviene, prezzolato sempre e comunque!!!!

    • Steve. Ti abbraccio.
      Ma non è una novità.
      Qua storici siamo pochi.
      Per distinguermi dalla massa e visto il valore che hanno i pollicini per chi sta qua da tempi immemori ti ho pollicinato giù fratello.
      Daje Roma, il meta lupo gigante è sveglio e affamato.

  10. Abbasta! Avendo una “fede incrollabile nella Lazio”, come dice lui, mi sa piuttosto cade in una voragine di rosicamento…cmq non capisco perché in un momento come questo si vanno a intervistare personaggi che rappresentano il momento più vergognoso della storia della roma…ste interviste sono come rutti marci a una cena di gala e Sabatini è l’imbucato rompipalle, ma perchè non parla della Lazio ogni tanto?

    • Beh perchè prima la Lazio era la piazza più grande dove aveva lavorato,ora la Roma il club più grande ed importante,all’Inter c’era sempre Ausilio e aveva un compito poco chiaro con Zhang che voleva fa gli impicci col suo club Cinese,poi il governo Cinese ha chiuso i rubinetti

  11. Sabastecca è l’unico ex formellese che parla sempre e solo di Roma, ora aspettiamoci l’intervista al coatto salentino di solito i co****ni vanno sempre in coppia

  12. Sabatini ci ha comprato dei difensori centrali da sballo, dei centrocampisti forti (ma alla fine meno utili, per un motivo o per un altro, di quanto ci si aspettasse), un attaccante e un portiere fantastici e dei terzini da dimenticare. Tralascio i flop.. che fanno parte dei rischi del mestiere.

    E’ un uomo che si parla (si sbrodola) addosso in modo insopportabile, almeno per me, ma ciò nonostante non riesce ad essermi antipatico. Anche quando scopre l’acqua calda (Hemingway, Saul Bellow… entrambi premi Nobel per la Letteratura ma di cui parla come se li avesse scoperti lui, per caso, su un qualche campetto…🙄).

    Riguardo al suo amore per la Roma, francamente ho i miei dubbi… ma non perché penso che menta, è che mi sembra il tipo d’uomo che ci metta nulla a innamorarsi e ancora meno a cambiare idea…

    Ciao a tutti 😊.

  13. ZOZZONE !!!!!!!

    Spiegaci Salih Uçan : dove sono finiti i 4.5milioni del prestito, eh ?

    Ma chi e’ che PAGA 4.5M per farsi prestare i giovani da crescere ???

    Te lo dico IO chi : chi usa la ROMA per gli affari PROPRI !!!!!!

    ZOZZONEEEEEEE e INFAMONEEEEEEEEE !!!!!!!!!!!!!

  14. Questa persona ha indossato la maglia della Roma pochi anni prima dell’avvento del Presidentissimo Viola, ricordo Chinellato Maggiora Amenta De Nadai Brono Conti e appunto Sabatini. Quindi l’inno di Venditti lo ha vissuto anche come giocatore, solo per questo merita rispetto.

  15. Si può criticare la logorrea sul suo passato alla Roma e un’eccesso di interviste.
    Anche per me farebbe miglior figura a evitare di rispondere alle domande sulla Roma.
    Ognuno inoltre è libero di farsi un’opinione personale sulla genuinità dell’amore sbandierato verso i nostri colori.
    Ma non si confonda questo con quelle che sono le sue capacità e soprattutto non si faccia l’errore di confondere l’operato di Sabatini con quello di Pallotta.
    Sabatini vendeva chi voleva lui e non su dictat di Pallotta come poi ha fatto chi lo ha sostituito.
    Ed infatti con Sabatini la squadra si è rinforzata anno dopo anno.

    Pinto ha fatto sinora un mercato straordinario su elementi indicati da Mou strappando condizioni vantaggiose, ma prima o poi dovremo acquistare anche noi al di fuori dell’usato sicuro giovani semi-sconosciuti o quasi e solo allora potremo giudicarne appieno le capacità.
    I “suoi” acquisti sinora sono stati probabilmente Vina e Shomurodov quindi direi che su questa tipologia di giocatori il giudizio è quantomeno sospeso.
    Prima di fare confronti aspetterei.

    Se andiamo a vedere le 8 operazioni più remunerative fatte in questa sessione di mercato in serie A su giocatori presi in precedenza da DS italiani (escluse le operazioni pianificate lo scorso anno o gli anni precedenti), ben 3 sono state concluse su giocatori acquistati da Sabatini.
    De Ligt (Paratici) 67 ml (costato 85.5)
    Bremer (Petrachi) 41 ml (costato 5.8)
    Koulibaly (Giuntoli) 38 ml (costato 7.7)
    Scamacca (Carnevali) 36 ml (cos. 4.1)
    Ederson (Sabatini) 21 ml (costato 6.5)
    Molina (Marino) 20 ml (svincolato)
    Theate (Sabatini) 19 ml ( costato 6)
    Hickey (Sabatini) 16.5 ml (costato 1.7)

    Niente male per un DS dato per bollito.
    Questo è uno dei motivi per i quali il sottoscritto ha una grandissima stima professionale per il fumante.

    • Però acquistare un campione di 29 anni, Paulo Dybala, per te significa andare su un “usato sicuro”? Che strano vocabolario che hai, davvero. E Abraham è più giovane, mi pare, e poco “usato” fino all’anno scorso, e Celik e Svilar mi sembrano giovani; e abbiamo cercato Frattesi e, forse, prendiamo Zagadou. E i giovani, peraltro, già li avevamo in rosa (Zaniolo, Pellegrini, Ibanez, Mancini, Cristante, ecc.) e Mourinho ha deciso di valorizzare la nostra Primavera (Zalewski, Bove, Felix). Ecco perché stiamo andando su profili più maturi e consolidati (Rui, Matic, Wjnaldum) considerate anche le perdite progressive di giocatori come Dzeko, Pedro, adesso Mkytharian: c’è quindi solo un ricambio in quella fascia di età ed anzi con Pinto e Mou l’età media della rosa è addirittura ringiovanita. Ma poi continui a paragonare figure e situazioni che non possono essere paragonate: la Roma non deve attuare, con Mourinho, alcun “progetto giovani” o comprare giocatori a poco per rivenderli ogni anno a dieci volte tanto. Tu dici che Sabatini non seguiva le direttive di Pallotta: lasciami sorridere, davvero… Le seguiva eccome, ed è stato anche, dentro quelle logiche, il più bravo di tutti i DS che la Roma di Pallotta ha avuto, grazie alla quale abbiamo potuto galleggiare in alto. Dopo Sabatini, e con le medesime logiche, siamo non a caso andati a fondo. Ma bacatissima (per una società e una piazza come Roma, e non come Sassuolo o Bergamo o Firenze) era proprio la logica di fondo, che portava la Roma a fare trading puro e semplice, anno per anno, e a montare e smontare continuamente una squadra per non vincere nulla, in attesa dello… stadio di proprietà (che non è arrivato, infatti). Sabatini è l’emblema di questa Roma e di un modello di gestione di una grande squadra che ha FALLITO, e che oggi appare improponibile. Tu per molto tempo hai rimpianto questo modello (che peraltro oggi con la crisi di liquidità che attraversa tutti i club, sarebbe di difficile attuazione, e basta vedere come si sono ingolfate sia Atalanta sia Sassuolo in questo calciomercato, e la favoletta odiosa delle provinciali virtuose e col bel gioco si avvia alla fine, fidati, e proprio per ragioni economiche…) pensando sia l’unico possibile, e continui a credere che la Roma debba fare quel che fa l’Atalanta o il Salisburgo. E giudichi un DS o GM solo in base a questo (illusorio e ormai datato) parametro. Ma chi ragiona così sbaglia e soprattutto ancora non ha capito, a mio avviso, cosa è Roma e la Roma: fortunatamente i Friedkin, Mourinho e Pinto lo hanno capito.

    • @Vegemite perdonami, quindi se Pinto vendesse Abraham a 70/80 milioni andrebbe al primo posto della tua speciale classifica e potremmo dire che è bravo???
      Io mi auguro che la Roma possa avere la forza di trattenere i suoi giocatori migliori…

    • Vegemite insisti nel paragonare Sabatini e Pinto, ancora non sei entrato nell’ordine di idee che hanno ruoli ben diversi.
      Pinto non è un talent scout, è un operativo, non è lui che va ad osservare i giocatori e poi li sceglie e li acquista per il suo allenatore, ma figurati se Mourinho si fa imporre i giocatori da qualcun’altro!
      Vuoi per forza attribuire gli acquisti non andati a buon fine solo a Pinto come se tutto ciò che avviene in campo dipende dal DS (o dal DG…)
      La tua stima per Sabatini è legittima, per carità, ma anche lui ha preso delle belle toppe e se tu le ometti
      stai solo mitizzando la figura del Direttore Sportivo

    • Vege, ci sono cose condivisibile in ciò che dici, altre meno. Io inizio però a chiedermi perché questo fuoriclasse dei DS, giunto ormai alle soglie della pensione, abbia avuto il più proficuo e duraturo rapporto di lavoro proprio con Pallotta.
      Poi quattro alla corte di Lotito e due a quella di Zamparini. E anche un soggiorno alla corte di Gaucci. Una bella compagnia, non c’è che dire. Per il resto, solo toccata e fuga tra Inter, Bologna e Salernitana.
      Io mi sarei aspettato che un tale Re Mida del mercato fosse conteso tra i migliori club italiani ed europei. Invece nulla.
      Visto lo spessore morale di quelli con cui è rimasto più a lungo, qualche sospetto sul personaggio è forse lecito averlo a questo punto.
      Senza dimenticare che sulla sua fedina penale pesa sempre quella lontana vicenda in cui prese una squalifica per cinque anni con proposta di radiazione.

    • Vedi Dandalo non devi spiegare a me il mercato che Pinto sta facendo questa estate.
      Mi fa piacere che ci sei arrivato finalmente anche tu a capirlo.
      Perché vedi come ti spiegavo un’anno fa, a botte di 90 ml per prendere solo 4 giocatori non saremo andati troppo lontani!
      Quello che sta facendo ora Pinto è esattamente un mercato di OCCASIONI che avrei voluto che il nostro GM facesse già la scorsa estate.
      Non pretendo le tue scuse ma almeno risparmiami questa ridicola filippica.
      Quando rimproveravo a Pinto di aver preso Vina quando sarebbe bastato il nazionale olandese e parametro zero Van Aanholt in attesa del rientro di Spina tu non avevi capito e mi avevi contestato.
      Quando avevamo già in rosa Dzeko e Mayoral io non capivo la necessità di spendere 20 ml per Shomurodov quando sarebbe bastato prendere come terzo attaccante un prestito o un parametro zero a fine mercato.
      Mi avevi contestato anche quando ipotizzavo altre soluzioni come prendere un portiere forte in prestito come Areola o prendere giocatori che sarebbero andati in scadenza dopo 1 anno e quindi prendibili a buon prezzo (Zakaria, Grillitsch, Kamara) oppure ancora quando ipotizzavo di prendere giocatori a costi contenuti (Anguissa, Koopmeiners).
      Detto questo a prescindere dai nomi che suggerivo che potevano essere giusti o meno, piacere o meno (non conoscendo i desiderata di Mou potevano anche essere impraticabili), era la strategia generale che non avevo condiviso del mercato estivo di 1 anno fa dove purtroppo abbiamo buttato via tanti soldi mentre tu al 1 di settembre stappavi le bottiglie, erigevi statue e davi i 10 a Pinto.
      Quindi figurati se non sono felice ora degli acquisti fatti! 😄 Finalmente direi!

      Quanto a Sabatini credo sia chiaro che se ne sia andato quando Pallotta ha voluto mettere becco nelle compravendite o direttamente o tramite suoi collaboratori (Zecca).
      Fino a quel momento al fumante era richiesto solo il risultato, ovvero il saldo finale del mercato, chi vendere o acquistare lo decideva Sabatini e non era vero che la squadra veniva smontata e rimontata, quello è successo dopo caro mio!
      Anzi con quella modalità operativa (che è poi quella di tutti i top team europei, ovvero investire su giocatori forti e giovani) pur dovendo concludere i mercati nei paletti del FPF la Roma era diventata una squadra fortissima e tutta patrimonializzata.
      Tant’è che poi Monchi con quella rosa fece cessioni per 300 ml.
      Un saluto.

  16. Non riesco a non voler bene a quest’uomo che pur con tutti i suoi sbagli e i suoi errori ha dentro l’anima un lato romantico che purtroppo nel calcio ( e non solo nel calcio) si è perso, ma questo suo amore purtroppo è stato il suo “limite” spesso ha voluto strafare altro suo limite è quello di voler far tutto di testa sua senza ascoltare le esigenze degli allenatori consegnando spesso giocatori di cui lui era innamorato ma avulsi dalle reali esigenze della squadra, questi limiti non hanno permesso a Sabatini di ottenere significative vittorie e ci ha rimesso anche la Roma che ha avuto squadre fenomenali sotto la sua gestione ma che non sono state in grado di raggiungere il trofeo per i limiti sopra esposti, nel calcio il troppo amore è un limite e Pinto e i Fredkin stanno dimostrando che nel calcio di oggi ci vogliono meno sentimenti (pubblicamente espressi) e più lavoro di squadra con pochi personalismi e senza troppe chiacchere

  17. ero un suo estimatore e credevo che fosse veramente romanista….. poi li sfogo nella partita con la salernitana quest’anno in cui ho percepito odio profondo per la nostra squadra…. non mi incanti più, sei come di Canio!!!

  18. ..gli piace parlare quanto fumare, ma gli vorrò sempre bene. Ci ha fatto sognare ogni mercato, in un periodo soprattutto societario non facile da tanti punti di vista.
    FRS 💛 ❤️ 🇮🇹

  19. Difficile che il tifoso della ROMA provi nostalgia per quei tempi…l’anello di dibenedetto, le corse in bicicletta di baldini in sud africa, la polo da venditore ambulante di pallotta, stamo mejo adesso che ne pensi Walter, e poi la tua uscita dopo la Partita della ROMA con la salernitana, volta pagina Walter, il tifoso romanista sta meglio adesso fidate.

  20. Ti risparmio gli insulti per pura pietà umana, che sei vecchio e malato.
    Quelli che meriteresti, li giro volentieri ai bermudini COMPLICI di quello che tu e chi ti pagava ha fatto alla Roma.
    Che vedo che, purtroppo, ancora campano…

  21. Adesso Pinto è bravo eh? Con tutte le stecche che si è intascato ancora se ne esce con queste buffonate per rimediare due spicci. Risparmiatele ste figure da saltimbanco tanto a roma hai finito

  22. Ho la sensazione che Sabatini soffra del mito di se stesso. Partecipa emotivamente al suo personaggio. E’ molto teatrale nelle sue manifestazioni. Se la sponda è romanista lui ha il cuore che pulsa giallorosso… mi taccio sulle altre sponde.
    Entra nel personaggio con metodo Stanislavskij. Soffre realmente.

    E’ un bravo talentscout, un abile diesse, un amante del calcio, ma anche un po’ guitto. Va preso così com’è.

  23. Mentre pubblicavo il post precedente mi è venuto in mente che in fondo non c’è molta differenza fra lui e Petrachi. Entrambi molto concentrati su se stessi, quello che provano, quello che hanno fatto.
    Petrachi è più ruspante, sanguigno, Sabatini più letterario, crepuscolare.

    Entrambi nella Roma di Friedkin, dove contano i fatti e poco o nulla le parole, non potrebbero starci. Ma nemmeno a sfioro.

  24. Chiedo scusa a tutti se per una volta mi inserisco qui, ma desidero collegarmi al post di IO AMO ROMA. Se qualcuno si facesse cogliere dalla nostalgia per le periodiche profferte sentimentali di questo grande paraculo andasse a rivedere (non sono invenzioni mediatiche, son proprio video e frasi precise) le dichiarazioni, pure no a caldo ma 1/2 giorni dopo quella partita.
    Pure in una stagione dove ci hanno trattato a pesci in faccia, tipo salmoni Bodo-Roma no 6 a 2 ma 12/15 a 0 (punti rubati vs nessuno dato per errori umani, pure il Var umano alla D2R2 e C3BO o come caspita si chiamano i robottini con sentimenti di Guerre Stellari, tipo persino contro Spezia e Genoa, alla faccia di quell’altra invenzione che giustifica tutto il marcio che è la “sudditanza psicologica”, non solo contro le intoccabili strisciate del nord, questo pezzo di m… viene a dire che “OGNI VOLTA che vengo a Roma…” e pure pretender delle scuse?!
    Avevo il dubbio (come con ZEMAN, che il boemo mi ha tolto, da uomo onesto che è nonostante i suoi difetti) che Sabatini fosse laziale dentro e romanista all’occorrenza…
    Grande DS? Estic… quando prendi 25 pischelli, non fosse altro per il calcolo delle probabilità, più di qualcuno buono lo trovi, no? Scommetto che pure… VEGEMITE (si scherza eh? Mi vieni in mente poiché sei tra i più “affezionati” nel forum nel commentare il lavoro degli operatori di mercato…😉) se ha denaro per acquisire una cinquina di prospetti fuori dalle pagine di giornale un crack minimo lo porta a casa…
    Glissa e non poco, se glielo chiedono, sulle vicende a Salerno che hanno portato alla sua inopinata cacciata dalla Real Salelazio o Laziotana se vi va, e nessuno mi toglie dalla testa che accumuli, oltre lo stipendio di chi lo paga, abbondanti stecche e creste varie pro domu sua, inoltre.
    Liberi (CI MANCHEREBBE!) tutti quelli che glorificano questo tizio, che peraltro, per me, ha certamente un modo di lavorare “antico” che con l’attuale organizzazione a Roma non farebbe 5 minuti. E che, sempre per me, ha una carta d’identità inversamente proporzionale a quella del nostro DG, e conoscenze in generale che manco campasse 10 vite potrebbero avvicinarsi a quelle dello stesso PINTO.
    Complimenti per EDERSON (buono davvero, vediamo se si conferma a BERGAMO) ma in fondo la SALERNITANA l’ha salvata fondamentalmente NICOLA. Come salvò quell’altra squadra già retrocessa tutto sommato, chi era il DS? E chi era il DS con MAZZARRI e la REGGINA dei -20? Andrò a vedere, fosse SABATINI, è la conferma che ci sa fare… ma resta un ipocrita e forse non limpidissimo nel suo lavoro. Chiedere al presidente che lo ha cacciato da Salerno e a quelli che, tutto sommato, non hanno ancora pensato di assumerlo.

  25. Qua non si tratta di valutare il lavoro che ha fatto come DS da noi e in altre squadre ma le dichiarazioni di uno che la maglia giallorossa l’ha pure indossata e che sta dicendo di emozionarsi come tutti noi (troll esclusi e permalosi) per il giallo ocra e il rosso pompeiano.
    E io questo lo rispetto.
    Sono altri che dovrebbero stare zitti (nei social, nei giornaletti e nelle stanze chiuse dei palazzi del calcio).
    Ha difeso le sue squadre anche contro di noi, CHAPEAU
    Ha vestito la maglia giallorossa, CHAPEAU
    E’ stato il miglior ds della storia, NO
    Ha preso grandi giocatori, CHAPEAU
    e anche mezze seghe, SI
    Quando era DS da noi ha mai tradito, NO
    Parere mio personale, sbaglierò? AMEN!
    Per me è la qualità, raffinatezza, Ventola

  26. mah io voglio bene a sabatini ha anche sbagliato qualcosa ma dire tutto direi di no….se penso a Marcos preso a 4.5 mln a Salah…ma ce ne sono altri ci ha fatto fare anche grandi plusvalenze
    e per me Pinto fino a oggi era na cellula dormiente ma attenzione ha lavorato sui parametri zero e fidatevi il grosso di queste operazioni lo si deve al fascino di Mou…..non sono affatto convinto che senza Mou…certi giocatori sarebbero venuti.

    • Sicuramente Mou è stato importante, ma non cade dal cielo è frutto di un’idea della proprietà, pertanto della Roma che come avrai notato sta lavorando bene a 360.

  27. Vorrei che la smettesse di parlare della Roma, anche soltanto per non sentire più delirare le vedove antiPallotta. Basta! Pallotta se n’è andato, avete rotto il caxxo co sti sproloqui! Fateve na vita e gioite per la nostra Roma.

  28. Io Sabatini lo amo . Grande persona e grande conoscitore di calcio .. come tutti noi in passato ha commesso degli errori , ma esclusivamente tecnici . Ama la AS Roma profondamente e chi lo conosce bene lo sa . Voi dite pure quel che vi passa per la testolina . Io non cambio idea .

  29. ROSICA purciaro laziese ROSICA …

    er magna magna v’e’ finito per sempre a te e a quell’artri zozzoni ….

    A voi e ai pallottiani non ve se caca più nessuno ….

    Siete vinti dalla storia … e da Mourinho e i Friedkin

  30. Devo dire una cosa, io attacco Capello Sabatini ma ormai e’ come sparare sull’ ambulanza. Ha esternato un amore sull’unica societa’ che non lo ha cacciato o costretto a dimettersi se ne e’ andato da solo. La sua storia e’ datata a Roma dal calcio giovanile e’ passato a quello professionista a modo suo ha sempre guadagnato e tanto su acquisti e vendite per questo lo cacciano come dissi tempo fa’ e’ un grosso paraculo ma sta finendo l’ eta’ gli acciacchi be’ questa volta ha parlato con il cuore a me va bene cosi. Adesso salgono tutti sul cavallo Roma chi sa perche’ ? Naturalmente parlo degli addetti ai lavori quelli che di calcio ci campano e bene. Pero’ vedere e sentire cantare 65.000 cuori giallorossi fa impressione pure a quelli che della Roma non sono o come lui che di questa societa’ ce stato tanti anni . Abboniamo l’altr’anno le cazzate che ha detto visto come e’ andata a Salerno non credo che se domenica la Roma vincesse si incacchierebbe come l’altra volta

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome