San Patricio fa miracoli e ora spera nel rinnovo

22
473

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Dopo un avvio di stagione non proprio esaltante, ora Rui Patricio è tornato a chiudere la porta. E i risultati si vedono: le sue ultime prestazioni sono state sopra la sufficienza, e contro la Fiorentina è stato decisivo per l’1 a 1 finale.

Le statistiche dicono che ha compiuto sette parate complessive, alcune determinanti, come quella su Nzola nel primo tempo, quando l’attaccante ex Spezia si era presentato solo davanti alla porta giallorossa, o quelle sui colpi di testa di Nico Gonzalez e Martinez Quarta nella ripresa.

Nel momento di massima difficoltà, quando la Roma si è ritrovata in nove per l’espulsione di Lukaku, il pensiero di Mourinho è finito a Rui Patricio, l’ultimo ostacolo da superare per gli avversari. Era troppo lontano per dargli delle indicazioni a voce, così l’allenatore ha rimediato un foglio in panchina e si è messo a scrivere sopra qualcosa prima di consegnarlo a un raccattapalle che l’ha portato fino ai guantoni del portiere della Roma.

Arrivato a 35 anni, il futuro calcistico di Rui Patricio è un rebus. In scadenza di contratto a giugno, il portiere sa che i prossimi mesi saranno decisivi per convincere la Roma a proporgli il rinnovo per una o forse addirittura due stagioni.

Tra i pali, se il fisico regge, si può arrivare e superare la soglia degli “anta” senza problemi. Ma quella firma passa senza dubbio da altre parate decisive, magari a Bologna, oppure a Torino, forse contro il Napoli. E pure oltre, da gennaio fino al termine della stagione.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteRoma, è la chance dei dimenticati
Articolo successivoGallo scontento: Belotti vuole la cessione a gennaio

22 Commenti

  1. sarebbe un errore.
    quando sei titolare, capita a chiunque di fare interventi importanti prima o poi.
    Rui non esce dalla riga di porta,MAI!
    Non scherziamo proprio.
    l’anno prossimo URGE un portiere titolare di calcio.
    non da calcio balilla. perché Rui ormai questo è.

    • Condivido in pieno. Rui ha parato tiri finiti a poche decine di cm dalla sua posizione. Ormai fisicamente è il peggior portiere della serie A. Impossibile pensare di continuare con lui. Sarebbe folle.

    • se sia il peggiore non lo so, sinceramente.
      Ma come hai detto te, i famosi miracoli sono stati tiri addosso a lui ma non è nemmeno quello il punto.
      Il limite vero e proprio è quello di stare sulla di porta anche se gli arrivano cross dentro l’area piccola. è un limite che ti impicca la squadra sul serio. non ti trasmette serenità, non ti garantisce niente.
      mettici che sui calci di rigore, su 100 subiti non ne para 101, sempre spiazzato. anzi, per completezza, uno l’avrebbe parato l’anno scorso, ma venne ripetuto e si sa perché…
      comunque va ringraziato per Tirana perché è stato lui il vero artefice della vittoria con due interventi, li si, super.
      ma dall’anno prossimo se non già da gennaio, va cambiato assolutamente.

    • PicchiaSebino… non so che sport segui, ma la tendenza di TUTTI i portieri, è proprio quella di non uscire.
      Come disse Mou, “Rui è Rui”. Un portiere serio e affidabile, alla faccia dei petomani da divano che dicono che non è mai decisivo. Per prendere chi, poi? Di Gregorio? Con la grande esperienza che ha? Un portiere a cui arrivano tantissimi tiri? Ma siate seri, per favore. La Roma ha necessità più rilevanti. Un centrale e un esterno sinistro che spinga, visto che a destra il buon kristensen sta facendo bene.

      I capri espiatori di quest’anno sono Pellegrini e Rui Patricio, la macchina della melma messa su da qualche radiolaro ha fatto breccia nei cuori di molti.

  2. Ammetto che ultimamente gli ho visto fare qualche parata, ma un portiere, e noi a Roma abbiamo una grandissima tradizione, non scherziamo, deve fare ben altro!
    Buono per la panca, non di più, una società seria ce lo avrebbe messo già questa estate, lo sostituirebbe a gennaio, questa spera nel rinnovo…
    Forza Roma, sempre!

  3. un anno in panca con stipendio più basso e svilar in prestito per capire di che pasta è .Il prossimo anno si punta su un portiere giovane e ce ne sono da Falcone a conam.

  4. Rui ha limiti seri per un portiere moderno, a prescindere dall’anagrafe: non esce mai, ma proprio mai mai, nemmeno se la palla passa nell’area piccola, e ha un calcio lungo ben poco lungo e preciso.
    Ci sono portieri come Alisson e Maignan che servono veri e propri assist agli attaccanti, lui sì e no arriva alla metà campo. Già Svilar ha dimostrato di essere indubbiamente superiore a lui in questo che ormai è diventato un fondamentale per un portiere.
    Tra i pali è ancora dignitoso anche se ha perso esplosività in appoggio sulle gambe.
    Per me è un no, potrebbe al massimo rimanere come secondo ovviamente se si accontenta di un ingaggio conforme al ruolo.

  5. Quando hanno i contratti in scadenza,improvvisamente si svegliano dal letargo e combinano qualcosa di buono. E’ già successo con Pellegrini, con Smalling,adesso si accoda Rui Patricio.
    E Pinto abbocca e sgancia…milioni.

  6. Il bilancio su un rinnovo che fa uscire mln su mln non si può fare dopo una buona partita.. Bisogna valutare un intero percorso…

    Si valuta età, crescita, importanza in campo, e tanti altri fattori.. Una partita buona non può bastare a nessuno..

    In questi anni Rui ha dimostrato di essere un portiere in fase calante.. Ha avuto un passato glorioso.. Con tanto di Europeo vinto anche grazie a lui..

    Ma ad oggi merita un rinnovo milionario per 2/3 partite?… Secondo me purtroppo no.. È dico purtroppo perché per prendere un portiere forte bisogna spendere soldi..

    In questo momento Di Gregorio resta uno tra i migliori nella lista dei portieri “possibili” per costi.. Sia di ingaggio che di cartellino..

    Svilar a mio modo di vedere e discontinuo durante i 90 minuti.. Alterna cose buone ad errori tecnici enormi.. Legge bene il gioco, esce dai pali.. Ma prende anche cantonate enormi..

    Per non sbagliare cercherei un prestito in una squadra che avrà bisogno di un portiere titolare.. Una squadra della massima serie ovviamente..

    Anche se poi chi lo allena conosce già più che bene il vero potenziale del ragazzo..

    Forza Roma..

  7. Eh cosa cosa non scherziamo per favore non facciamo la sciocchezza assurda di rinnovargli il contratto.
    Dritti su Falcone il prossimo anno e ti tieni Svilar.

  8. Anche no, la parabola discendente di Rui Patricio rimane, ormai trentacinquenne e comunque pur avendo fatto parate importanti contro la Fiorentina, nel 1° tempo è stato graziato da Nzola che aveva tirato per modo di dire, più piano di una mozzarella, per un pelo è riuscito a riprendere il pallone che gli era passato sotto perché Rui Patricio era uscito in ritardo e poi ha rischiato grosso in un’altra situazione dove come al solito era rimasto piantato sulla riga di porta quando il pallone era nell’area piccola.
    Bisogna prendere un altro portiere ed intanto far giocare Svilar titolare che è abbastanza reattivo in quelle situazioni, una volta ha tolto il pallone dalla testa dell’attaccante dello Sheriff e la volta scorsa dai piedi dell’attaccante del Servette.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome