Sanches e Smalling verso il rientro in gruppo: De Rossi ci conta per la corsa Champions

23
881

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Serviranno tutti, anche Renato Sanches e Chris Smalling, in questa corsa lunga e faticosa verso il quarto posto che la Roma di De Rossi dovrà affrontare da qui fino a fine maggio.

Il centrocampista portoghese sembra destinato a restare ancora a Trigoria: gli interessi timidi del Besiktas non hanno scaldato il suo cuore, con il calciatore che si dice determinato a tornare presto in campo e a mettersi una volta per tutte alle spalle i suoi continui guai fisici.

De Rossi sarebbe ben felice di riaverlo a pieno regime: nel suo 4-3-3 sarebbe un rinforzo di primo livello, ma le incognite sulle sue condizioni restano intatte. Renato Sanches rientrerà a breve in gruppo, già nel fine settimana, a pochi giorni dalla sfida di lunedì sera contro il Cagliari.

Più lontano il rientro di Chris Smalling, che però sta gradualmente superando i guai fisici che lo hanno tormentato in questa prima metà di stagione. L’inglese è tornato a lavorare in campo, seppur con sedute individuali, e già questo è positivo dopo i tanti mesi trascorsi tra la palestra e la fisioterapia.

Nei prossimi giorni è previsto un test per valutare la situazione del giocatore: se andrà bene già entro domenica potrà cominciare a svolgere un lavoro atletico insieme alla squadra, per poi tornare a lavorare individualmente quando gli uomini di De Rossi svolgeranno la parte tattica. L’obiettivo è riaverlo a disposizione entro la fine di febbraio.

Fonte: Corriere dello Sport

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteCalciomercato Roma, Kumbulla vicinissimo al Sassuolo in prestito secco
Articolo successivoRoma, colpo Baldanzi: trattativa a oltranza

23 Commenti

  1. Questo è uno dei problemi della Roma, non avere sostituti adeguati.
    Smalling era un tassello fondamentale della difesa ma uscito lui, che ha anche un’età, la Roma non ha avuto l’uomo pronto uso per sostituirlo.
    Peggio con Sanches, preso già in condizioni precarie gli si voleva affidare il centrocampo con il risultato che è stato più in infermeria che sul campo e la Roma è rimasta di nuovo sguarnita in quel ruolo.
    Il possibile rientro di Smalling può far piacere ma di fatto il giocatore è stato fuori un’eternità incidendo sullo schieramento della rosa e questo è un dato di fatto.

    • Sono notizie, o ipotesi d’energia, che riaffiorano puntualmente ogni x giorni. come se ci fosse un segnalatore automatico…
      Ma poi, Abraham, in effetti, dopo 8 mesi, quando sarà disponibile? Per dire, eh.
      La verità è che noi tifosi, forti delle esperienze precedenti, su questi lungodegenti ormai nutriamo un’aspettativa ridotta a quasi nulla. E ci pensiamo, distrattamente, come cause perse, abitudinarie, dentro lo scotto consueto di incredibile sfiga (e approssimazione)

    • Per nun parlà der fatto che uno dei due catorci è mejo che nun gioca perché scatta l’obbligo de riscatto. Anche no!

  2. pensare che questi due giocatori erano fondamentali per il destino della nostra squadra a inizio stagione fa ridere. Perlomeno dico così di Smalling, su tentato c’erano incognite ma si era presentato bene, che delusione….

  3. Sinceramente per me questi due possono tranquillamente prepararsi la valigia e togliersi dai piedi. Rientreranno prima Abraham e Kumbulla che avevano avuto un vero infortunio che non lui per un problema che doveva tenerlo fuori al massimo 4 settimane. Quando doveva rinnovare faceva la voce grossa,voglio questo,voglio quello,ma quando è stato il momento di aiutare la squadra se ne è fregato altamente e di gente così la Roma può fare tranquillamente meno. Prima di tutto rispetto e onore per la maglia giallorossa che loro proprio non hanno avuto!

  4. Con il nuovo assetto, se in difesa con il rientro di Ndika e l’arrivo di Huijsen diciamo che saremmo coperti, in mezzo al campo siamo un pò pochini (considerando che Aouar al massimo può fare l’esterno sx e non l’interno). Considerando che io non credo al rientro di Renato Sanches se escono Belotti e Kumbulla ci sarebbe stato posto per 2 innesti (Baldanzi escluso dato che è un Under 21). Il primo tassello è Angelino (fondamentale a sx), ma in mezzo al campo io avrei puntato su Traorè in uscita dal Bournemouth. Giocatore minuto ma molto dinamico e soprattutto giovane ed integro che si può prendere anche in prestito con diritto di riscatto.

  5. La butto là come formazione contro il Cagliari;
    Svilar,
    Kristensen, Mancini, Llorente, Marcellino
    Pellegrini, Paredes, Bove
    Dybala Lukaku ElSha

  6. Voleva dire per la corsa in pronto soccorso… A chi arriva prima ehehehe…. Scusatemi… Non ce la facevo a non scriverlo!

  7. Se i tempi per Smalling sono quelli vuol dire che salterà le sfide di Europa League col Feyenoord e questo non fa ben sperare. Almeno in Europa, nonostante il girone, con Mourinho ero fiducioso, ora molto meno. Spero che per i giocatori non sia lo stesso, ma mi sa che anche loro, nonostante tutti i problemi e le incomprensioni, col portoghese in panchina in coppa si sarebbero sentiti più sicuri.
    Va be’, ormai è fatta. Staremo a vedere.

  8. Io sarei dell’opinione di tirargli il collo fino a giugno senza lo scrupolo che si rompono del tutto.😇 Pietas Latina innanzitutto 😂😂😂
    Forza Roma

    • Sarebbe da comica, se gioca come deve senza “rotture” la seconda parte del campionato diventa una marcia trionfale..se gioca come deve, se… qui sta il punto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome