Santon, addio al calcio a 31 anni: “Il mio corpo non ce la fa più. A Roma mi dicevano che rubavo i soldi, ma…”

66
2479

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Davide Santon  dice addio al calcio giocato a soli 31 anni. L’ex terzino giallorosso, il cui contratto con la Roma è terminato a giugno di quest’anno, spiega la sua decisione in un’intervista a Tuttomercatoweb.com:

Sono costretto a smettere di giocare. Non per non aver avuto offerte, non per altro, ma perché il mio corpo, con tanti infortuni avuti in passato, non ce la fa più. Sono costretto a farlo. Non voglio, ma devo”.

A trentuno anni dice basta. Consapevolmente.
“Nel primo anno in cui sono stato messo fuori rosa, ho vissuto un controllo dopo l’altro ma non c’è niente da fare: l’unica cosa sarebbe rischiare di avere delle protesi. Ancora riesco a camminare sulle mie gambe ma per fare il giocatore professionista serve altro”

Coscienza e lucidità. Anche di quelle che sono le sue fragili ginocchia.
“Ho il ginocchio sinistro dove non mi sono operato che però è andato. Mi impedisce tante cose… E poi c’è il famoso ginocchio destro: mi sono operato tre volte. Cartilagine, tolto tutto il menisco esterno ma appena faccio un minimo sforzo, si gonfia e non si piega più. In automatico tutti i miei infortuni al flessore partono da lì. In Serie A devi spingere, il ginocchio destro non si piega, sforzavo la gamba sinistra e il flessore è…andato. Ogni minimo sforzo c’è sempre da stirarsi, da star fermi. Giochi una gara, ne stai fuori cinque”

E’ una scelta matura, la sua.
“Se devo giocare con la paura, non lo faccio. E gioco da anni con paura, però mi sono adeguato, lavorando, tenendo botta. Però non giochi mai sereno, hai sempre paura: fai il compitino…Ho iniziato a giocare perché mi divertivo e negli ultimi anni era una sofferenza. Ho detto che se devo andare avanti, non è quello che voglio fare. C’erano alcune offerte però…”

Ha ricevuto profonde critiche a Roma, da chi non conosceva la sua situazione.
“Mi dicevano ‘stai a rubare i soldi a Roma’. Figuriamoci: col club eravamo a posto sul salutarci, il punto è che non riuscivo a passare le visite mediche altrove”.

Così ha deciso. Come si sente?
“Ho sofferto i primi mesi. Ho avuto tempo di pensarci, di riflettere. Quando ero fuori rosa a Roma, ho avuto un primo periodo dove ho sofferto: non mi aspettavo questo finale di carriera. Volevo giocare, divertirmi, purtroppo ho avuto tutto subito ed è andato a scalare. Però bisogna accettare: ho pensato tanto, ho la famiglia, due bambine, ora mi dedico a quello e poi vedrò se restare nel calcio o in un altro ambito”

[…]

Qual è stato il periodo più bello?
“Il primo periodo all’Inter, quando vincemmo tutto. Ho avuto stop, infortuni, ma è stato bellissimo: ero così giovane e non mi rendevo conto che stavamo scrivendo la storia. Abbiamo perso solo la Supercoppa Europea, è stato il momento più bello. Ero con dei campioni straordinari nello spogliatoio”

[…]

Ha una lista infinita di grandi tecnici che l’hanno guidata. Se li ricorda quasi tutti?
“Mourinho, Benitez, Leonardo, Gasperini, Mancini, Conte che mi ha convocato in Nazionale, Pioli, Spalletti, Pardew, De Boer, Fonseca, Di Francesco, Ranieri… Senza scordare quelli dei primi anni al settore giovanile all’Inter, chiaro”

Anche qui: tecnico dei momenti più belli e quello dei più spensierati?
“Con Mourinho ho vissuto il periodo più glorioso ma non lo metto tra i più sereni: ero giovane, c’era tanta pressione nell’ambiente. Quando devi vincere è giusto che sia così. L’anno della Champions sono stato fuori sei mesi a causa di problemi fisici, non è stato un periodo di grande serenità a differenza di quanto accade con Pardew prima e Carver poi. Ci siamo giocati la Champions all’ultima, il Tottenham ci passò, ma non c’erano grandi pressioni, l’ambiente era straordinario”

[…]

Ora dovrà farlo in un altro abito. Prima ha detto che ancora non ha le idee chiare.
“Non lo so. Il calcio è diventato un mondo dove non c’è l’amore con cui sono cresciuto. Avevo Moratti come Presidente, era come un papà, dimostrava affetto ai giocatori. Ora è business, ti usano, ti scaricano e ne prendono un altro. Non so se mi appartenga ancora o no…La cosa che mi piacerebbe fare è allenare in un settore giovanile oppure…ci devo pensare. Ma non so se continuare in questo mondo oppure no, magari anche il commentatore. Devi avere lo stimolo dentro, ti deve partire la scintilla giusta in quello che fai e lì deciderò bene cosa fare, con amore e voglia”.

Fonte: Tmw.com

Articolo precedente“ON AIR!” – ROSSI: “Abbiamo perso contro il Don Guanella”, PIACENTINI: “Viste cose incommentabili”, FERRETTI: “Mou che parla di sfortuna mi preoccupa”, FOCOLARI: “Come al solito la butta in caciara”
Articolo successivoCalciomercato Roma, contatti continui con Maksimovic: possibile svolta nei prossimi giorni

66 Commenti

  1. “In questi ultimi due anni l’unica cosa che funzionava del mio corpo era la mano destra per prendere i soldi dal tavolo e metterli in tasca”

    • Fonti certe dicono neanche quella: parlano addirittura di accredito diretto su conto bancario.

    • Stramo, al 100% tu,io e milioni di altri avremmo fatto come lui e quindi nessun dolore a nessuna mano

    • La domanda vera da porsi è: Ma quando fu inserito nella trattativa Naingollan non gli fecero le visite mediche? I 24 mln in contanti sparirono per Pastore…Monchi, Monchi…che volpino…fortuna che Di Francesco insistì per Zaniolo.

  2. Appunto! Hai rubato con coscienza! Sapevi di non poter più giocare ed hai continuato a percepire lo stipendio da mille e una notte! Se fossi stato onesto, avresti trattato per una buona uscita già dal primo anno che lo sapevi! Non penso che ti sarebbero mancati i soldi no? Continuo a non avere parole…

    • Ciao Alba in tutta onestà tu al suo posto che avresti fatto? Io sapendo che a 30 smetto di lavorare e che a parte dare pedate a un pallone non ho mai fatto nulla nella vita mi sarei preso i soldi. Considerando pure che la salute l’ho persa lavorando. Poi come si dice so tutti f…ci col c..o degli altri. Forza Roma ciaooo

    • d’accordo co Andrea Tolosa ma me domando: questo so anni che sta no straccio. la Roma je fa un contratto che me pare che stava sui 2 pali netti all’anno. Ma possibile che n’azienda, prima de tirà fori sta spataffiata de sordi, nun fa un briciolo de verifica? Roma è stata na roba da inchiesta, ma nessuno la tocca la gente der pallone.
      Poi certo, santon c ha ragione. Er contratto era dalla sua.

    • Ne vorrei trovare 1 al mondo che faccia quello che tu auspichi.
      Tommasi? Era un’altra cosa. Lui voleva giocare e sentiva di farcela ed era disposto a giocare gratis pur di giocare. Sono due cose diverse.
      La caxxata la fece la roma quando lo prese non controllando bene il suo stato fisico

    • Infatti ho comunque scritto una buonuscita… Cmq… Visto che avete citato Tommasi… Dovreste seguire chi è onesto… Io cosa avrei fatto? La palla di vetro non ce l’ho! Ma posso basarmi sulla mia vita… Con poco si può fare tanto! Ovvio che non ci si arriva subito… E comunque, mi ritengo fortunato a non fare parte di un “mondo” dove il 99% delle persone và avanti con i paraocchi!

  3. Il punto è come ha passato le visite mediche alla Roma.
    Solo l’anno prima al Napoli non l’aveva superate.
    Bisogna stare più attenti quando si prendono i calciatori, perché come dice lui un giocatore che fa una partita si e cinque no, poi alla fine si attacca al contratto e si prende fino all’ultimo penny.
    Per cui Zagadu NO grazie

    • In realtà, la soluzione ci sarebbe: “Santon scaldati che tra poco entri”, “no mister, ho il ginocchio a pezzi”. Prima multa, prima lettera di richiamo. Così tocca fa. Non sei più idoneo, allora tanti saluti e ciao. Questo è stato l’errore.

  4. Vabbé ma gli acquisti di PALLOTTO so questi :

    turisti e invalidi cronici, in questo caso entrambe le cose.

    Ed e’ per questo e mille altri motivi ancora che sarà ricordato come

    IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA DEL CALCIO.

  5. Visto che era consapevole del suo stato fisico e che si sarebbe ritirato alla scadenza di contratto, perché non ha fatto la scelta da Uomo e ha rescisso ritirandosi già lo scorso anno. Evidentemente un altro anno di contratto gli facevano comodo.
    Quanta ipocrisia.
    Non mi piace parlare male delle persone, ma alcune dichiarazioni lasciano il tempo che trovano.

    • Dai su patata non parlare di ipocrisia… sono sicuro che tu avresti rinunciato a 3 milioni per fare l’uomo lol

    • non è questione di ipocrisia……ma almeno evitace il pianto
      e comunque da uomo lo capisco ma da tifoso posso solo insultarlo

  6. “Mi dicevano ‘stai a rubare i soldi a Roma’. Figuriamoci: col club eravamo a posto sul salutarci, il punto è che non riuscivo a passare le visite mediche altrove”…

    Un certo Omari Tetradze, con un conto in banca sicuramente meno nutrito del tuo, dopo nemmeno due anni di vani tentativi per tornare in campo, chiese alla Roma la rescissione del contratto.
    Tu ti sei preso tutto fino all’ultimo giorno, pur sapendo che non eri più un atleta.
    Non te ne faccio una colpa, quella è di chi ti ha portato qui (per fortuna e per caso assieme a Zaniolo). Però manco a starce a fa’ la supercaxxola…

    • la colpa e dei medici della Roma che avrebbero dovuto fare gli interessi della società e non dargli l’ok ale visite mediche

  7. io no capisco hanno rivoltato come m pedalino Milik , che è bono, per poi scartarlo e questo che è arrivato fracico ( lo dichiarò lui stesso in fase di presentazione) l hanno lasciato a pascola centinaia di migliaia di euro..mah

    • @JulianB…Santon è il pacco che ci hanno obbligato a prendere in cambio del super-pacco che gli abbiamo rifilato noi (er Ninja)

  8. Ma un’inchiesta sulle visite mediche superate da parte di “relitti atletici” tipo Santon, Pastore, tanto per citarne due , no? Non dico per forza la Procura, magari anche solo a livello interno da parte del Club. Come dici? Ah i friedkin ora li mandano tutti dal loro medico all’estero? Ah ecco…

  9. Capisco ragazzo mio come scusa non sta, se non hai recisso il contratto come la societa’ ti chiedeva, perche’ hai aspettato tutto questo tempo per dire che le ginocchia non vanno bene per giocare ? Capisco anche la fame di certi procuratori che ti dicono di rimanere anche fuori rosa sarebbe dire “rispetto il contratto” ma non e’ cosi’ e lo sai bene alla societa’ sei costato qualcosa come 4 mil. lordi all’anno senza giocare professionalita’ zero. Io non ti offendo pero’ cosi non si fa’ specie in tempi come questi non ti puoi lamentare come sei stato trattato a Roma come te altri…..

  10. ma le visite mediche le devi anche passare tutti gli anni per avere l’idoneità sportiva, e lasciare il contratto in vigoe. a fa quelle je la faceva…

  11. se fosse vero mi dispiace della sua situazione…………….ma se fosse onesto e coerente avrebbe dovuto rescindere il contratto visto che non ce la vfaceva piu’ ad essere un professionista per manifesta incapacita’ fisuca
    Ibnvece ha aspettato che si esaurissa il contratto felice e contento………e ora fa pure il pinato

    Vabbe’ stai bene cosi’

  12. Il punto è che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio, dichiari che avresti potuto anche lasciare la Roma a patto di trovare un’altra squadra da “fregare”, visto che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio, ma siccome con le altre sapevi di non poter mai e poi mai passare indenne le visite mediche, visto che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio, hai preferito rimanere a contratto stipendiato dalla Roma, per fare ciò che non potevi pià fare, ovvero il calciatore professionista, visto che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio. Avresti dovuto avere l’onestà intellettuale di contrattare con la Roma per una buona uscita e rescindere il contratto che ti legava ai nostri colori, visto che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio! Invece, visto che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio, hai preferito mungere la mucca fino all’ultima goccia di latte, tanto visto che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio, rimanere fuori squadra 2 anni, non ti avrebbe peggiorato la carriera, che tu stesso sapevi essere finita per problemi fisici. Anzi, paradossalmente ti ha fatto comodo essere messo fuori squadra, così potevi far finta di allenarti e contemporaneamente non faticare durante gli spezzoni di partita che ti avrebbero fatto entrare altrimenti, visto che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio. E però ti lamenti se qualcuno ti “offendeva” dicendo che rubavi lo stipendio da calciatore professionista che non eri più in gradi, però, di svolgere, visto che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio. Chiudo questo mio prolifico sfogo e a mai più rivederci o risentirci… ah, ho, un ultima cosa… percaso ho detto che tu eri consapevole di non poter più giocare a calcio? Non ricordo!!!

  13. Certi commenti fanno sorridere per non dire altro,quindi voi invece di mettervi in malattia se no riuscite a camminare o al presentarsi di una invalidità ,andate dal vostro datore di lavoro e vi licenziate ,o cercate di ottenere i vostri diritti e agevolazioni?
    Tutti bravi con le chiappe degli altri!

    • Anche il tuo commento, potrebbe far sorridere… Spesso quando si è in malattia, non si riceve il 100% dello stipendio, ma una parte di esso sotto forma di indennità di malattia. Daltronde, se si firma un contratto di lavoro, ma il lavoratore non lavora (discorso che sembra cinico, ma va fatto in termini “legali” e di diritto), il datore di lavoro deve prevedere un sostituto e quindi ha una doppia spesa. Per malattie croniche, sono previste delle situazioni in cui si ha un limite di tempo oltre il quale intervengono casistiche specifiche che prevedono forme di “licenziamento” o di “periodi non pagati”, indipendentemente da se sia giusto o sbagliato un tal comportamento. Dipende molto da caso a caso. Percui non diamo per scontato, che Santon, abbia fatto ciò che andava fatto o che tutti noi nei suoi panni avremmo fatto, anche perchè, a volerla dire tutta, Santon ha evitato di mettersi in malattia dichiarandosi malato, ma ha taciuto fino ad oggi la verità sulla sua situazione, sfruttando forse uno scarso controllo da parte del suo datore di lavoro. La cosa più onesta che avrebbe dovuto fare, sapendo di non poter più esercitare la professione per cui veniva pagato, era forse trattare una buona uscita e rescindere (contemporaneamente) il suo contratto.

    • Di sicuro, se so già di non poter svolgere un certo lavoro, non lo accetto nemmeno. A voler essere buoni, chi lo ha portato alla Roma era in malafede. A voler essere cattivi, era in malafede anche lui e sapeva già che a Roma avrebbe fatto le vacanze di lusso
      Poi guarda tu il caso, non riusciva a passare le visite mediche…tranne quelle fatte a Roma, pure su questo si potrebbe aprire un dibattito
      Siano maledetti Pallotta e monchi per l’eternità, non potrò mai perdonarli finché campo

    • Lui se si licenzia il dilemma più grande che ha è se comprarsi un Patek o un AP. Posso “capire” la sua scelta, ma le paternali in cui si paragonano questi soggetti alle persone comuni anche no, grazie

    • La malattia viene riconosciuta anche per i comuni mortali che non guadagnano un milione e mezzo di euro l’anno, solo per 180 giorni l’anno. Informatevi prima di scrivere

    • @Rr

      E ce credo non ha mai giocato co la Roma
      Quindi qui l’onestà de di non gioco non vinco

      Hahahahahahahah

  14. un altro finto che parla di calcio d altri tempi
    tu di quel calcio non sai niente soprattutto non rubavano stipendi ma se li guadagnavano

  15. Io mo chiedo se questi pensano quando parlano. Di certo i calciatori non brillano per lucidità e cultura però… Questi vivono in un altro mondo, al di sopra di tutto e tutti, nelle parole dimostrano la mancanza di rispetto per chiunque. A volte è meglio stare zitti! Facciamo sue conti, il suo ingaggio da quando è tornato in Italia (2015) all’inter era di 1.3 netti annui (dati da calcio e finanza) fino al 2018 dove ce lo siamo accollato noi, con un esborso di 1.5 netti annui. Per cui, premi e sponsorizzazioni ESCLUSE (parlo di sponsor tecnico e premi squadra che percepisce anche un fuori rosa), negli ultimi 7 anni il sig. SANTON ha guadagnato circa 10 mln netti o giù di li. Ripeto dal 2015, giocando, tra campionato e coppe, 110 partite (neanche tutte da titolare), la media è di circa 16 partite a stagione. Oltretutto ha “onorato” il suo contratto fino all’ultimo giorno pur essendo un fuori rosa. Questo quadro che ho descritto è fuori luogo come la compatimento che vorrebbe suscitare.

  16. Sappiamo tutti chi sono i giusti destinatari degli insulti che ha ricevuto lui.
    Questa è gente pagata e portata a Roma senza nessuna motivazione tecnica, con la consapevolezza che fosse per tutto tranne che per una ragione tecnica. Come diawara e tutta l’altra monnezza.
    Quindi è inutile che santon parla di problemi fisici: erano stranoti a lui e a loro, semplicemente non è venuto a Roma per giocare a pallone.
    E’ solo una squallida pedina ben felice di prestarsi e, dal suo punto di vista, come biasimarlo.
    Dal nostro, invece, ci risparmiasse ste parole patetiche e se levasse che monnezza e monnezzari non li vogliamo neanche più vedere, figuriamoci ascoltarne (ex post, peraltro) le miserabili scuse.

  17. Secondo me la roma è stata costretta a prenderlo nell’affare Zaniolo , conoscevano benissimo le condizioni fisiche di Santon, non c’è altra spiegazione

    • Bravissimo!

      Gli hai dato Nainggolan x 38 mln …. TRENTOTTO MILIONI

      Ti danno Zaniolo per 4.5 mln…

      Magari un Santon non te lo volevi prendere ?????

      E dai non facciamo gli ingordi ….

      ❤️🧡💛👊

    • Comprato per vendere Naingollan all’inter: o te prendi sto piombo o addio plusvalenza al 30/6.
      Come Manolas e diawara, paro.
      Ricatti.
      Di fronte ai quali bermudino e i suoi si pronavano felici per nascondere la cacca sotto al tappeto fino all’anno dopo.
      Finchè non è rimasta solo la cacca perchè si so venduti pure il tappeto…

  18. Nel nostro Paese, è venuta fuori la notizia che all’INPS davano provvigioni a coloro che stando all’interno delle commissioni tagliavano le invalidità sociali, anche a danno di persone che stavano realmente male. Quindi, uno che legge che questo scarparo ha continuato a prendere milioni di euro nonostante non fosse in grado giocare, secondo voi dovrebbe avere pietà? Ma ci siete o ci fate? Ma ci credo che chi ha i soldi ve la fa in testa, tanto pensate che stia piovendo…

  19. O.T. tolto qualcuno, molti commenti in@@mi.

    Se al suo posto ci fosse stato il vostro “grande capitano”
    che non struscia una palla, non vince un contrasto,
    sta sempre per terra, differenza in campo “0”
    un passaggio indovinato su 10, egoista con il compagno,

    il tutto a 4,5 ml di € l’anno,
    “lacrime e vedove”.

    FORZA ROMA SEMPRE!💛💖🐺🏆

  20. Quella di Nainggolan all’Inter e Santoni più Zaniolo alla Roma, qui c’è lo zampino in questa trattativa di Claudio Vigorelli, agente e uomo mercato storico dell’Inter fin dai tempi di Moratti che ha congeniato lui il tutto, quindi non sorprendente che sia diventato il procuratore anche di Nicolò dopo. Di sicuro chi avrà detto a Davide di restare fino a fine contratto è stato Claudio, come anche gli abboccamenti anche di Nicolò dai gobbi, e la spinta per allontanare Nico, ed ora con un rinnovo con notevole rialzo, sempre Claudio. Guardate che il calcio è molto più concatenato di quanto si pensi.

  21. il tuo corpo non ce la faceva più da almeno tre anni, pero’ sei sempre passato alla cassa. il calcio non sentirà la mancanza di santon

  22. “gioco da anni con paura, però mi sono adeguato”. Pietà de uno che dichiara sta cosa? Manco un po’ e si, lo stipendio te lo sei proprio rubato dal momento che hai firmato un contratto sapendo che non lo avresti potuto onorare. Non si tratta neanche di essere uomo d’onore, no sei stato proprio un truffatore bello e buono. Ma purtroppo il reato lo hai consumato con la complicità dei manager che fortunatamente sono stati cacciati prima di te.

  23. Ma facendo così Santon ha ottenuto le critiche che non voleva ricevere, se fosse stato più che onesto avrebbe chiesto la rescissione del contratto dal momento che non aveva possibilità di superare le visite mediche ma ha invece deciso di aspettare la fine del contratto prendendo così fino all’ultimo stipendio senza essere utile alla Roma.
    La cosa peggiore è che lo ha pure raccontato nell’intervista aumentando un’immagine ancor più negativa di se stesso.

  24. Manco i tifosi romanisti ce la facevano più oltre al tuo corpo!!! Credimi sulla parola. Ti ricordo insieme a Fazio, diawara, coric, bianda e tanti altri acquistoni che se penso ai soldi buttati in mezze tacche oggi avremmo comprato mbappe e Neymar insieme!!!

  25. Che parakulen!
    E a quelli che affermano “noi avremmo fatto lo stesso” dico: se siamo tutti parakulen allora nessuno è parakulen? Parakulen lui, voi, noi… ma parakulen!

  26. Sempre grazie infinite a Supermago, sonatore de nacchere, GOSTBINS del secolo Ramon Verdejo Monchi a lui e a chi lo ha preso e a chi lo ha sostenuto. Santon? altra perla 9 milioni di valutazione a bilancio, 2,2 milioni netti all’anno per cinque anni! Monchi buffone.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome