Schick: “Se mi trovo meglio al Lipsia rispetto alla Roma? Lo dicono i numeri”

20
1465

AS ROMA NEWS – Sei gol in dodici partite per Patrik Schick, che ha già superato il numero di reti realizzate alla Roma in due anni.

L’attaccante ceco punta a farsi riscattare dal Lipsia, club tedesco che guida la Bundesliga e col quale punta a giocare la prossima Champions League, cosa che difficilmente farebbe nella Roma.

“Se mi piace di più lo stile di gioco del Lipsia rispetto a quello della Roma? Beh, lo dicono i numeri – afferma Schick al quotidiano ceco “iDNES” –Giochiamo a calcio a un tocco solo, siamo veloci e la gente quando ci vede si diverte. Vogliamo sempre mostrare a tutti un gioco spettacolare”.

Il giocatore nel finale di partita di ieri è tornato a sedersi in panchina, spaventando i suoi tifosi. Schick però chiarisce: “Ho sentito un po’ di dolore sui tendini, ma non è niente. Sto bene”. 

Fonte: iDNES

20 Commenti

  1. Domanda imbecille con una risposta ovvia. Schick sta giocando nel ruolo in cui ha sempre dato il meglio di sé, ovvero quello di seconda punta. Che avesse qualità e alla Roma non fossero sfruttate (per demeriti suoi, della società e degli allenatori che lo impiegavano) credo sia chiaro a tutti. Chiedergli di fare Dzeko è stato troppo? Sì, assolutamente, e il fatto che ora con il Lipsia stia tornando ad alti livelli lo dimostra

    • per quale motivo dovremmo trovare una giustificazione per lo scarso rendimento di schick nella Roma? Giocava, 3-5 metri spostato, mentre florenzi 180 metri dietro.

      Alla Roma non esiste un progetto tecnico e questo mi sembra piuttosto evidente. Si naviga a vista.

      Non si pensa a dare una squadra che rispecchi le esigenze dell’allenatore, ma semplicemente di muovere calciatori come cespiti.

  2. È vero che in Germania è diventato ancora più facile segnare ,però questo ha segnato anche in Italia.

    A Roma è più difficile giocare devi avere una grande corazza perche alle prime 3 partite fatte male i Tifosi ti buttano giù ,i giornali ti buttano me… addosso e le Radio ti Affossano dandoti il colpo del k.o ,tutto questo insieme è una Bomba se non hai la corazza da guerriero.

    Poi se ti trovi davanti un grande attaccante come Dzeko che gioca sempre titolare giustamente aggiungo e tu non giochi quasi mai è davvero difficke fare bene ,anche perché poi ti senti ddoaao tanta pressione appena giochi perche sai che se fai male non giochi più titolare .

    Diciamo che è stato un totale dico insieme che ha fatti si che non avesse giocato tanto e poi fatto bene quelle poche volte che ha giocato.

  3. ma questo sta sempre a parlare, vattene che già ci sono troppi problemi, vai a fare ste dichiarazione in cecoslovacchia, in Italia hai floppato punto ! La juve t ha scartato la Roma non ti vuole…taci !

  4. roma brucia tutti ha bruciato pure sto ragazzo…e ancora difendono mister fonseca che ieri la roma non ha fatto un tiro in porta ha tolto kluivert il migliore in campo….a 10 minuti alla fine stai sotto levi perotti e metti un centrocampista? di solito in questo caso di mette una punta e si gioca sulle spizzate degli attacanti …..incompetenti

    • Roma non brucia nessuno. Si accetta per anni la presenza di pippe gigantesche che diventano anche idoli. Le piazze che bruciano la gente sono altre.

  5. Cacciateli Tutti, spratutto i vecchi.
    Ci sono alcuni che guadagnano
    3 ml netti l’anno e sono anni che non giocano.
    Fateli fuori, mi vergogno di tifare una squadra che spende tanti soldi e vederla perdere costantemente.
    Bastaaaaaaaass !!!!!!!!!!

  6. Bravo, restace. Qua ce vole gente che ‘nsieme ai piedi ce metta pure ‘n po’ de carattere. C’avessi avuto a metà de quello de un Delvecchio potevi sta’ qua ‘nvece che a Lipsia.

  7. “Alla Roma ho dato un grande campione, un talento naturale. È veramente un ragazzo pazzesco, solo il tempo mi darà ragione. Lui non si è mai allenato e lo hanno buttato subito nella mischia. La pressione a Roma è enorme ma dategli tempo, varrà 100 milioni di euro“.
    Massimo Ferrero.
    Credo non servano ulteriori commenti.

  8. D’accordo con cattivik,cerca di restare, stai tranquillo, i tifosi giallorossi non ti rimpiangeranno.

  9. La Roma c’ha 4 giocatori forti e basta: Dzeko, Smailing, Diawara e Zaniolo. Gli ultimi due so rotti e quindi ti rimangono solo i primi 2 + 9 mediocri a cui non puoi chiedergli né di cambiarti la partita, né di trascinare la squadra. Fino a che giocavano quei 4 e bene, gli altri 7 andavano fortissimo.

    Shick sarebbe finito risucchiato nel vortice insieme a tutti gli altri, perché non è il giocatore che si carica la squadra sulle spalle.

    Quello che non si vuole capire, da anni, è che se vuoi fare una politica puntando sui giovani, o smantellando la squadra per poi ricostruirla a giugno, ti serve un allenatore veramente forte. Uno che camuffa una squadra di mezze pippe con la tattica. Perché se stai in crisi e un allenatore dovrebbe avere la percezione della sua squadra e della sua fragilità, certe partite contro Juve e Atalanta, le affronti giocando in maniera zozza, non facendo la squadra sciolta che vuole comandare la partita e poi al primo affondo te sonano. Altra cosa, non puoi cambiare 11 titolari ogni gara perché hai perso. non a Gennaio.

    Ma soprattutto, perché tenere un tetto ingaggi bassissimo, quando poi spendi 100 mln all’anno in cartellini + stipendi di tanti giocatori che valgono una ceppa? A sto punto alza il tetto ingaggi a 6-7 mln all’anno e compri meno giocatori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome