Scout, area media e reparto medico: Souloukou opera altri tagli dentro Trigoria

59
1290

NOTIZIE AS ROMA – Il lavoro da tagliatrice di teste di Lina Souloukou prosegue senza sosta dentro Trigoria. Il Ceo giallorosso sta operando una vera e propria ristrutturazione della società in questi mesi, e il suo compito procede senza tentennamenti.

Negli ultimi due giorni, riferisce l’edizione odierna de Il Tempo, è stato comunicato a scout, medici del settore giovanile, responsabile dei raccattapalle e area media che i contratti non saranno rinnovati. Altri tagli dunque all’interno del club e nei settori più disparati.

Tra gli scout, per il momento è stato confermato José Fontes, e con lui rimarranno lan Capasso (head of football data analytics) e Martino Tenconi (sport data analyst). Andranno via invece diversi collaboratori di Tiago Pinto: salutano Mauro Leo, Javier Wainer, Alessio Scarchilli ed Enrico Paresce.

Fonte: Il Tempo

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRoma, filo diretto col Rennes: Ghisolfi e Massara trattano tre giocatori
Articolo successivoCalciomercato Roma, i giallorossi valutano il riscatto di Azmoun: possibile un nuovo accordo col Bayer

59 Commenti

  1. Fratelli e amici Romanisti. Buona giornata, ovunque voi siate, qualunque cosa voi facciate. Vi abbraccio e
    SEMPRE FORZA ROMA SEMPRE

    • Grazie Mille ed un abbraccio a te Napolista, Fratello Giallorosso !!!
      Il tuo è uno dei post più belli che mi sia capitato di leggere finora. 💖💛

    • se una società calcistica ha nel proprio organico 6 (e oltre) giornalisti, il problema non è che vengano tagliati ora, ma il perché erano sotto contratto 6 (e oltre) giornalisti…
      …è una società di calcio o il corriere della sera ?

  2. Per quanto e’ bella deve essere proprio cattiva!! Mamma mia non la vorrei vedere incacchiata. Ma se i Friedkin usano i tagliatori di teste, beh sta cosa non mi piace proprio le spese dove sono se poi ci sono tante entrate che le coprono ? Perche’ mandare via il personale dopo tanti anni che ci lavora ? Questi sono Dittatori, mandare via le persone con un email vi sembra normale ? Ci sono persone famiglie rispetto valori che a Roma ancora sono importati….Mi sa che hanno intenzione di portare tutti gli uffici a Liverpool, e’ una mia idea ma se fosse vero altro che manifestazione contro Lotito questi sarebbero molto peggio.

    • Alessio scarchilli chi l ex calciatore? cosa fa nella Roma? secondo me troppe figure inutili all interno delle società di calcio, magari poi ci si lamenta se notizie interne escono fuori.

    • @Dwalter tu stai invocando la caritas

      Premesso che non sappiamo bene cosa è come stiano operando e forse mai lo sapremo mai, quando una società privata intraprende un percorso del genere in genere ci sono dei motivi

      CASO A) l’organizzazione interna e le esigenze sono cambiate quindi inevitabilmente cambiano le risorse …Non credo sia questo il caso

      CASO B) le spese per il personale non giustificano il carico di lavoro ( alias si stanno buttando i soldi ) Mi sembra che a trigoria ci si trovi in questa situazione

      CASO C) le spese non sono più sostenibili e continuando così si va verso la banca rotta… ma in questo caso i licenziamenti spostano solo piè la la crisi… E questo caso lo escluderei totalmente

    • DWalter probabilmente tu esageri un po’, ma dalle spolliciate che ti sei preso molte persone non la pensano come te. Loro vedono una grande società proiettata verso un futuro radioso diretta magistralmente da due americani(…. oh scusate un americano, l’altro è emigrato a Liverpool) e che presto ci darà grosse soddisfazioni. Ora a parte l’ironia, anche io penso che sia meglio tenersi stretti gli americani , anziché rischiare di finire nelle mani di viperette o palazzinari vari. Ma da qui a dire, che condivido ogni loro mossa ce ne passa. Non sono assolutamente la dirigenza che sogno per vedere la Roma lottare per uno scudetto. Negli ultimi anni ,almeno fino ad un certo punto della stagione tutti hanno, almeno in parte, lottato per il titolo, Juve, Milan, Inter, Napoli, Lazio, meno che noi. Si potrà dire su questo forum o devo per forza fare finta che sono entusiasta degli americani? Io spero di cambiare in meglio ma non dirò mai “chi viene viene basta che se ne vanno” perché credetemi c’è di molto peggio……. ma anche di molto meglio. In conclusione la mia avversione deriva dal fatto che, secondo me pur avendo tutte le carte in regola per portare la Roma in alto, si limitano a fare il compitino sperando che questo possa bastare, ma non è così.

    • Credo che se dei tifosi in genere non amano i Friedkin quello che dovevano fare é di non abbonarsi. Una maniera per protestare; quando si ritroveranno lo stadio vuoto , forse cominceranno a capire di aoperare in un’altra maniera o di vendere la societá!

    • Romamor

      guarda che il peggio da questi deve ancora venire, meglio viperette o palazzinari vari opps guarda che Sensi era un palazzinaro.

    • Buon giorno Dwalter, grazie molte.
      Per me, tifoso da una vita in un’altra città (e che città dal punto di vista calcistico, con il loro tifo “fondamentalista” e ottuso) è un’emozione ricevere un attestato del genere. Io ho pianto per la Roma quando, vicini al traguardo, vedevamo sfumarlo (juventus e il gol annullato, lecce, liverpool, inter finale coppa uefa, torino finale coppa italia, samp e siviglia l’anno scorso) ma ho pianto altrettanto quando ho potuto gioire. E tutte le volte sono stato sempre ripagato delle delusioni precedenti.
      Sempre orgoglioso del tifo UNICO della nostra curva.
      Oggi, a distanza di un bel pò di tempo, il mio cuore continua a piangere nel vedere come è trattata la nostra Roma: scelte scellerate, acquisti ingiustificati, cessioni dei migliori. Questo soltanto per citare a livello societario quello che è successo negli ultimi anni. Inoltre dobbiamo fare i conti con una stampa MAI imparziale (non mi permetto neache di sperarla amica…) nei nostri confronti, vittime di una narrazione errata che ci dipinge sempre come quelli brutti, sporchi e cattivi.
      Anche quando non lo siamo.
      Premesso ciò, vorrei che questo forum fosse il luogo dove confrontarci e sostenerci, con spirito critico ma senza mai cadere nell’offesa (iniziando dai calciatori: il loro nome storpiato è, secondo me, sinonimo di mancanza di educazione e di amore nei confronti dei nostri colori).
      Dove la continua e “”infantile lamentela di Gaetano (a proposito, ormai quasi guarito dalle fratture alle costole, come promesso verrò a trovarti Gaeta’ per parlare un pò della nostra Roma: se possibile dammi qualche indizio per trovarti) nei confronti del sistema non fosse perculata ma discussa serenamente. Dove la tua ironia (post precedente) fosse capita.
      Poi mi ricordo che gli interventi sono aperti a tutti e l’unico modo per contestare chi entra solo per provare a provocarci o prenderci in giro è soltanto uno: scrivere e fargli leggere la cosa più bella possibile… SEMPRE FORZA ROMA SEMPRE!
      Le mie scusa a chi troverà insulso e inutile ciò che avrò scritto, grazie a chi avrà condiviso il mio pensiero.
      P.S.
      Redazione, non so come funziona, ma se per caso Geatano (ex) da Sarno volesse il mio indirizzo mail potreste giraglielo? Nel caso avete il mio consenso. Grazie

    • grande Napolista
      vi leggo sempre con piacere Tu e Gaetano e anche il sardo Niru ( credo sia sardo )
      invece il tuo post è importante perché offre una bella testimonianza di amore per la maglia e una opportunità di valutazioni deii principi che dovrebbero appartenere a questa comunità di cui tutti facciamo parte

      Come giustamente scrivi, qui dovremmo confrontarci senza offenderci e purtroppo non succede sempre … ma si potrebbero confrontare in maniera costruttiva fatti interessi motivazioni per poi magari scoprire ( analisi ) che c’è sempre uno di verità in ogni commento ma non sappiamo approfittarne perché viene subito bollato e quindi reso inaccettabile; questo è il presupposto per non crescere

      Provo a fare un esempio con il caro @Asterix di cui personalmente non condivido il suo astio verso questa proprietà ( non è il solo) , ma è innegabile che più di qualcosa non sia andato bene in questi anni (è quindi non ha tutti i torti), però non credo che il problema si risolva dicendo non vogliono vincere a qualsiasi notizia ( spesso infondata ) o a qualsiasi iniziativa spesso senza riscontri.. La questione dello Everton non mi riempie ii bicchiere anzi è qualche dubbio me lo fa venire

      ecco se quindi tutti ci sforzassimo di ragionare per il bene della Roma e non per partito preso magari ( dico magari ) si potrebbe anche sviluppare qualcosa di positivo e costruttivo per la nostra Roma

  3. naturalmente ci sarà chi commenterà la positività di queste azioni … magari sono anche dovute e proprie non sappiamo con certezza. certo che in altre aziende, prima di vendere, ho visto le proprietà fare questi repulisti proprio perché gli acquirenti volevano una la agnia pulita su cui scrivere. mi auguro che sia così. unica cosa non capisco la storia di fontes o come si chiama: a lui vogliamo far prendere una buonuscita dai cammellari?

    • in effetti non che c’è di meglio che acquistare una azienda senza dipendenti? sai quando deve essere divertente mettersi alla ricerca del personale competente nel giro di pochi mesi anche solo per garantire la continuità dell’attività operativa?

    • Scusami non si commenta la positività o meno di talune azioni ma il fatto di commentare comunque anche senza sapere nulla della vicenda. Questo onestamente non lo comprendo ne lo condivido.

  4. Questo ridimensionameo o snellimento di tutti i comparti, sportivo, medico organizzativo, amministrativo, chiamatelo come vi pare, puo’ significare tre cose:

    La societa’ sta per essere venduta ?

    Sono in eccesso di personale ?

    Sono troppi gli emolumenti da pagare ?

    Quindi:

    Non rinnovo a calciatori in scadenza, in modo particolare agli over 30.

    Eventuale revisione o spalmatura su contratti in esistenza.

    Uscita di tutti i calciatori in prestito.

    Taglio dei dirigenti.

    Taglio di qualsiasi attivita’, sportiva, medica, per fine contratto

    Smobilitazione di reparti non necessari ad attivita’ collaterali (comunicazione, marketing)

    Taglio di fornitori e collaboratori esterni.

    Se ho dimenticato qualcuno aggiungetelo Voi.

    Dopodiche’ non e’ come ripartire da zero ma poco ci manca, quindi personalmente dal prossimo anno non c’e’ da aspettarsi piu’ di quanto non e’ stato fatto negli ultimi 3 anni, a meno che la societa’ non venga venduta domani.

    • Dopo le ultime stagioni non vedo cosa ci sia da aspettarsi oltre il quinto-settimo posto nella stagione che sta per iniziare. Non so se c’è qualcuno che si illude, ma era palese da mesi che saremmo ripartiti da zero. E DOBBIAMO ripartire da zero. Risultati sportivi: estremamente scarsi; Stipendi: estremamente alti. Quando due cose che dovrebbero andare di pari passo o quasi non coincidono per niente, bisogna fare qualcosa. Abbiamo provato per 2-3 anni a cambiare rotta coi grossi investimenti (Abraham, Lukaku, Dybala, Mourinho) ed è stato un fallimento dietro l’altro. La linea verde è l’unica via, che piaccia o no. Questo o vendi agli arabi. Ma prima devi trovarne uno che ti voglia seriamente comprare… E poi vendendo il FFP rimarrebbe comunque, magari avresti i classici 6 mesi di “transizione” dove ti tengono un po’ meno sotto torchio, ma non è che se arriva un altro proprietario, questo può buttare i miliardi sul mercato. Non funziona così. A meno che non vuoi essere squalificato per chissà quanto dalle coppe europee, a quel punto fai quel che ti pare…
      Insomma, per riassumere: la situazione è grigia. E sono convinto che se non ci fossero i Friedkin a pompare regolarmente le casse del club a suon di centinaia di milioni con ricapitalizzazioni varie, ora staremmo già in D a giocare col Civita Castellana, quindi ci andrei cauti con le ingiurie nei loro confronti. Io sono ancora scioccato dal fatto che ci abbiamo presi ai tempi di Pallotta…

    • E si, mi rendo conto che non hai fatto ingiurie, JOHAN CRUJIFF, con quello mi riferivo a buona parte degli altri commenti che leggo su questo articolo.

    • Ah ah ah, sono rimasto di sasso pure io. In Italia abbiamo veramente una fantasia inesauribile nell’inventarci mansioni improbabili. Soprattutto immagino il carico di lavoro che questo signore doveva quotidianamente sopportare!
      Intendiamoci, nessuno deve essere felice di vedere qualcuno che perde il proprio lavoro però mi chiedo quanta gente mangiasse con la Roma per svolgere mansioni quanto meno di dubbia utilità per la stessa.
      E non regge il discorso del “peso” di certe voci all’interno di un bilancio di 277 milioni perché quello che conta è il principio, mettere dei paletti. Perché se nel personale sono incluse poche o tante figure professionali più o meno inutili, a quel punto non si vede perché un altro non potrebbe vantare lo stesso “diritto” e così via.
      Ripeto poi per l’ennesima volta che se qualcuno è stato messo alla porta utilizzando metodi meno che leciti, per questo ci sono le sedi competenti cui rivolgersi.

  5. Taja Sulù, taaja!
    Ma perché non ci hanno penZato subito?
    Un asset va valorizzato senza indugio tagliando i costi del personale in eccesso.
    Si mette il tutto nel mirino fin dalla due diligence…
    Solo che il know how indispensabile per una gestione efficiente ed efficace, va comunque reimmesso.
    Ci sarà sicuramente un piano industriale: finalizzato a cosa, oggettivamente, non saprei…

    • tajano uno stipendiato a 1400 euro.per poi spendere 3,6 milioni per l’ingaggio di un fracico come Sanchez, complimentimper la lungimiranza.

    • Ecco qui…ma che significa? La AS Roma è un’azienda a scopo di lucro, non è la Caritas!
      Nella mia ci sono regolari tagli di persone, soprattutto in là con l’età ma non solo, che non si riesce ad allocare con profitto per la medesima. Dopo un po’ che stanno più o meno a braccia conserte, li chiamano, gli offrono uno “scivolo” e tanti saluti. E assumono uno giovane e spendibile sul mercato.
      Io riesco a stare ancora dentro perché non mi sono mai fermato alle competenze che avevo 30 o 20 anni fa, mi aggiorno regolarmente, prendo certificazioni al passo coi tempi richieste dai clienti (pagate comunque dall’azienda), per questo sacrificando anche il mio tempo libero. O così o pomì.
      In quanto alle comunicazioni, ci sono dei precisi tempi e modi da rispettare dettati dalla legge. Per cui immagino siano stati rispettati, altrimenti c’è il tribunale del lavoro.

    • Cosa ne sai di quali siano i termini di fine contratto?
      Tutto quello che leggete su questi giornali sono “non-notizie”. Nessun contesto, nessuna conoscenza dei piani industriali, nessuna conoscenza dei piani sportivi.
      Sia chiaro: non ce l’ho con te, ma – ripeto – i giornalisti che scrivono ‘sta roba lo fanno solo per tentare di vendere 4 copie (o 4 click) senza in realtà dare alcuna informazione.

  6. Ancora annate appresso a ste ca@@ate…..il giornalismo non esiste più. Ora chiunque può dire e scrivere la qualunque…..é la società dei giornalai. Lessate sta e non perdete tempo.

    • Da quel dì non esiste più.
      «Sbatti il mostro in prima pagina» di Bellocchio è del 1972. Basta ascoltare il meraviglioso monologo di Volontè che spiega al giornalista cosa sono i giornali e come si fa giornalismo per capire che il marcio arriva da lontanissimo.

  7. “Tra gli scout, per il momento è stato confermato José Fontes, e con lui rimarranno lan Capasso (head of football data analytics) e Martino Tenconi (sport data analyst). Andranno via invece diversi collaboratori di Tiago Pinto”.
    Non capisco perché attribuire un’accezione negativa a questa notizia.
    Se Tiago Pinto è voluto andare via perché dovremmo tenere sotto contratto i suoi collaboratori?
    Poi se dobbiamo vedere nero dappertutto allora va bene così, quest’anno arriveremo decimi in campionato, stiamo smobilitando, la società è in vendita e non lo sappiamo, non compreremo giocatori, ecc ecc ecc.

  8. Scrivo per l’ennesima volta: dopo l’approvazione del progetto definitivo dello stadio intavoleranno trattative serie per la cessione della società potendo ottenere una cifra vicina a quella desiderata (circa 1.2 mld). Dobbiamo solo sperare che l’acquirente sia danaroso e più lungimirante con programmi seri e realizzabili. Almeno che si porti dei collaboratori competenti. La combinata fondo PIF + Direttore Generale italiano di navigata esperienza mi sembrerebbe l’abbinamento migliore.

    • Premesso che tutto può essere la tua è l’opzione di un progetto plausibile ma che non sta in piedi

      faccio solo du conti facili facili
      lo stadio alla fine della fiera costerà non meno di 500mln
      i Friedkin hanno già immesso quasi un miliardo

      Se questo è il progetto devono trovare uno che paghi almeno 1,5 e dove non c’è guadagno c è rimissionie. dov’è la furbata?

    • Caro Paolo, in base alla mia tesi lo stadio lo costruirebbero i nuovi acquirenti. I Muti monetizzerebbero l’approvazione del progetto definitivo. Oltre ovviamente a ripagarsi quanto hanno immesso. Di conseguenza, i 500 mln devi toglierli dai “du conti facili facili” che hai fatto. Ne deriva che 1,2 mld è un prezzo che ci può stare.

  9. Quando si parla infatti di rifondazione o fare tabula rasa, si tratta di fare questo quindi niente di sorprendente. Mi pare sia chiaro che fin dal suo insediamento, Lina era già conosciuta per essere una persona che stava anche nel comitato esecutivo dell’ECA fin dal 2019, prima donna ad essere ammessa, che si è specializzata negli anni in una gestione più sostenibile dei club di calcio. Dalla sua nomina come CEO ma anche come General Manager, quest’ultimo duolo che ufficialmente ricopriva Tiago Pinto, si capiva che era in atto una fase di ridimensionamento. Poi che la Lina stesse esaminando fascicoli e tutto il personale, con poi spuntati fuori vari buffi, qualche episodio scabroso e di alcuni articoli chiaramente contro di lei per via di qualche licenziamento, è una cosa che trovo sia normale perché queste cose dovevano ad un certo punto accadere, sia che i Friedkin vogliano cambiare le cose drasticamente perché hanno denotato nei primi anni, lasciando anche una possibilità ad alcune persone di precedenti gestione, che certe cose non funzionavano affatto o non si allineavano e si lavorava agli standard lavorativi dettati dalla proprietà attuale, ma anche in caso di cessione, e se fossero degli arabi pure, questa è gente molto esigente che vorrebbe una società calcistica più semplice da gestire e priva di pesi morti. La Soulokou è molto vicina e persona di fiducia di Nasser Al-Khelaifi, il presidente del PSG che l’ha introdotta lui nella commissione dell’ECA e di cui Dan Friedkin ha installato rapporti per introdursi con maggiore peso anche in ambito ECA. Dietro l’arrivo di Lina potrebbe anche esserci questa fase di pulizia voluta anche da un nuovo acquirente con cui c’è una trattativa forse da diverso tempo pure. In ogni caso mi è sempre stato detto da tanta gente che in diversi modi hanno avuto a che fare dentro Trigoria, che li da troppi anni c’era del mar*Io dentro e che tante figure andavano cacciate via ma nessuno aveva mai avuto il coraggio di cambiare le cose dall’interno. La Roma non può essere il vitalizio a vita di figure non capaci o che non sappiano rendere per il ruolo che ricoprono. Quella che sta facendo Lina quindi a me pare abbastanza normale.

  10. Napolista sei un signore io questo lo capito dalle prime volte, che vieni da Napoli citta’ che amo anche…Ho fatto il militare nel 1978 come vedi penso che siamo coetanei. Il problema delle offese nei social e’ solo personale per chi ci attacca per quella notizia ove noi esprimiamo una nostra opinione che non e’ una verita’ assoluta ma solo opinione poi c’e’ che qualcuno che la prende male si offende e attacca offendendo. Io rispetto le opinioni altrue ma le offese personali specie a persone o cose no. Mi danno fastidio perche’ chi siamo noi per giudicare e poi senza sapere come stanno le cose. Lascia stare chi ti attacca non rispondere ti aiuta a superare l’ ostracismo che c’e’ in questa societa’ attuale noi veniamo da altri contesti di vita, abbiamo una testa e un cuore e questo certo non c’e’ lo cambiano gli altri. Continua a scrivere e parlare ti serve e ci serve per comprendere. Noi amiamo la Roma fino all’ ultimo respiro sempre e comunque Daje Frate’

  11. mo arriveranno pure le vedove del responsabile dei raccattapalle? mi devo aspettare di tutto qui su sto sito. Forza Roma

  12. Se non vendono, quello che sta avvenendo configura un ridimensionamento che in alcuni casi viene mascherato come una sana politica di spending review, tutta questa normalità che alcuni riscontrano in quello che fanno sapere è molto opinabile.
    Un sospetto non è pellegrino.
    Forza Roma

  13. Nel mondo del lavoro esistono diverse tipologie di accordi:

    1) Contratti indeterminati.
    2) Lavoro a giornata o chiamata.
    3) Partita. i.v.a.
    4) Contratti a termine.
    5) Appalti.
    6) Subappalti.

    Questo e’ il mare dove tutti navighiamo.

    Perche’ stupirsi se poi qualcuno si batte per avere una paga dignitosa o la stabilita’ di un lavoro.
    Non faccio il sindacalista ma vedo personalmente che il livello di remunerazione emolumenti con il resto d’europa e’ scandalosamente troppo basso e le competenze che vengono detratte alla fonte non corrispondono ai servizi che ci spettano di diritto, questa e’ l’azienda che noi chiamiamo Stato o Repubblica Italiana, questo vale per tutte quelle categorie che ho scrtto sopra.

    L’A.S. Roma e’ una azienda di questo Stato o Repubblica.
    Questa azienda offre Intrattenimento nel settore Sport e come tutte le aziende sono fatte di persone (LAVORATORI) che devono produrre reddito e se il fatturato e’ inferiore alla spesa, qualsiasi sia il proprietario e’ attento ai conti cosi come ognuno di noi e’ attento alle proprie risorse.

    Certo che una azienda sa che puo’ prendersi dei rischi d’impresa, anzi spesso questo avviene anche per ampliare le prorie ambizioni.

    Poi pero’ accade che se dopo un determinato temine (3 anni) gli equilibri sono solo in perdita qualsiasi imprenditore e’ costrietto a rivedere le aspettative e ripianificare, non dico che deve esserci un guadagno NO, ma almeno un pareggio e sopratutto che il valore dell’intero non sia eroso dai debiti.

    Non sono un revisore di conti, ma inizio a pensare che il debito sta troppo vicino al valore complessivo dell’azienda, pertanto alla Roma si e’ deciso di tirare la cinta, quindi invece di mangiare la ciccia tutti i giorni si cambia dieta e si riparte dalla sempre sana dieta mediterranea che a prova di quella proteica rimane sempre sana e ricca di ingredienti.
    LA ROMA E’ UNA AZIENDA E COME TALE VIENE GESTITA, SONO FINITI I TEMPI DEI PRESIDENTI CHE CI METTONO I SOLDI LORO SENZA FONDO.

  14. Che abbia cacciato i collaboratori di quel fenomeno di Pinto mi sembra proprio cosa buona e giusta!

  15. A Roma si fa polemica su tutto.
    Si tratta non di tagli di contratti in essere, ma semplicemente del mancato rinnovo di contratti per ruoli ritenuti non utili.
    Meno soldi escono per cose inutili più ce ne restano per quelle utili.
    Permettetemi di dubitare dell’utilità del responsabile dei raccattapalle.
    La dott.sa Souloukou viene pagata anche x razionalizzare le spese, cosa che stando all’ultimo bilancio sta portando risultati positivi.
    È evidente che non parliamo di contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato.
    Se sei una partita iva che collabora/lavora per qualcuno dovresti essere abituato ad affrontare l’incertezza del futuro.
    Se da professionista faccio male il mio lavoro o comunque divento non più utile per un cliente so già che questo non ribusserà alla porta del mio studio.
    Forse fino ad oggi per questi a Roma non era così, ma è questa l’anomalia, non la razionalizzazione delle spese inutili da parte del CEO a ciò deputato.

    • ddr..,ti è mai capitato di voler interloquire con qualcuno della ASROMA? È diventato un bunker tutti terrorizzati a fare qualsiasi cosa, tutti ostaggi, bada bene dovesse essere un metodo per vincere in campo ahò 😂 il fine giustifica i mezzi ma siccome ncentra niente, difendere una che fa la marchesa non mi intriga😂 i dipendenti per me sono tutti uguali.
      Forza Roma

    • X Prohaska

      Sinceramente no. Mai avuto rapporti con chi lavora a Trigoria. Penso succeda ciò che accade in ogni azienda quando arriva un nuovo CEO col mandato di razionalizzare i costi. Gli scalda-poltrone cominciano a tremare ed anche quelli che comunque lavorano ma senza grossi risultati qualche sudata a freddo se la fanno.
      Forse questo ci aiuterà a vincere, sicuramente ci aiuterà a risparmiare spese inutili.
      Ad esempio leggo che non verranno rinnovati alcuni contratti del settore scouting. Chiedo, in questi anni lo scouting della Roma cosa ha prodotto?
      Ci sta che il nuovo DS porti con se i suoi metodi e voglia avere voce in capitolo x la scelta dei suoi collaboratori.
      Davvero tutto normale, non capisco le polemiche, se non quelle di amici e parenti degli esodati, ovviamente.

  16. Finalmente si inizia a fare sul serio DAJE Dan DAJE Lina andate avanti così e non abbiate pietà per nessuno. Fuori i rami secchi da Trigoria. Voi fate i fatti, le parole lasciatele agli altri. FRIEDKIN FOREVER.

  17. Sono anni che sento dire su questo forum che a trigoria ci sono troppe persone….
    In un articolo di un pò di tempo fa la società Roma aveva quasi il doppio dei dipendenti di tutte le squadre del nord più importanti…. Perchè secondo voi? Quando si parla di “ambiente” a Roma potrebbe in qualche modo centrare con questo? Fosse anche che la società voglia tagliare solo per risparmiare vi sembra sensato che promuova una causa contro Pietrafesa così dal nulla? Quando si parlava di topini dentro trigoria era per errore? Quando nell’organico ci sono i figli, e gli amici di altri dipendenti o dirigenti che sia sempre e solo un caso? Siamo sicuri che la maggior parte delle persone che lavorano in società lo faccia per meriti?
    Ovviamente non posso conoscere la verità ma non trovo così improbabile che i Friedkin, che al contrario di Pallotta, hanno passato diverso tempo dentro trigoria abbiano visto cose che non gli sono piaciute….Probabilmente hanno avuto bisogno di tempo per capire e adesso iniziano ad agire…. Spero di non sbagliarmi….!

  18. La scienziata Greca, ci ha appena spiegato che, anche un organigramma da serie C, è congruo x competere ad altissimi livelli.
    Siamo in piena implosione, con 38mila abbonati e più di un anno e mezzo di SolOut.

    • Vorresti dirmi che l’organico della Roma è passato da serie A a serie C perché non si avvarrà più del responsabile dei raccattapalle, ovvero dell’efficiente servizio scouting di questi anni? Ma sarà libero Ghisolfi di scegliersi i collaboratori?
      Più leggo commenti come il tuo più aumenta la mia convinzione circa la bontà dell’opera della nostra CEO.

  19. Pensate voi in mano a chi hanno lasciato la squadra , non aggiungo altro. Oggi voglio solo guardare la nazionale, ci sarà tempo per guardare come riusciranno a ridurre anche peggio di quello che già è, la nostra Roma. Forza Italia romanisti

  20. Buongiorno e forza Roma a tutti!
    La speranza è che si stia cercando di razionalizzare le spese snellendo la struttura sanitaria. Purtroppo noi ci dobbiamo limitare ad apprendere le notizie dalla stampa (e su questo argomento ci sarebbe da scrivere un poema…). I Friedkin sono imprenditori, sicuramente non tifosi della prima ora, fino a quando cercheranno di migliorare la mia squadra del cuore (e credetemi, non è semplice tifare Roma in una marea di striscati) io li sosterrò, sperando che non facciano come Pallotta che ha avviato il disimpegno totale alle prime difficoltà La mia grande garanzia si chiama Daniele De Rossi, sono molto curioso di vederlo alla guida della squadra per una stagione intera, speriamo bene!

  21. Si brava taglia tutto , solo la lingua a Mourinho non sei riuscita a tagliare, se ci riuscivi e i Fredkins non sentivano le sue interviste forse non lo avrebbero cacciato via e facevamo una terza finale in Europa anche se vincerla non so e probabilmente arrivavamo sempre sesti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome