Serie A, la Juventus stecca ancora: solo 1-1 col Verona. La Fiorentina supera l’Udinese (3-2). Il Napoli passa a Benevento (1-2), pareggio tra Parma e Spezia (2-2)

14
3367

ALTRE NOTIZIE – Nei match delle 15 di questo pomeriggio, vince il Napoli sul Benevento mentre pareggiano Parma e Spezia.

Nel derby campano, vantaggio iniziale dei padroni di casa con Roberto Insigne (30′). Poi, dopo un lungo assedio con gol sfiorati a ripetizione, arriva il meritato pari del fratello Lorenzo (60′) con un gran sinistro dal limite. Completa il sorpasso Petagna (67′).

Nel match del Tardini, doppio vantaggio dello Spezia con Chabot (21′) e Agudelo (31′), poi segna Gagliolo (34′) e nella ripresa un rigore di Kucka in pieno recupero (93′) evita la sconfitta ai ducali. Vittoria del Cagliari sul Crotone (4-2) nel match delle 12:30.

Nella gara delle 18, la Fiorentina supera 3-2 l’Udinese e torna alla vittoria, che mancava dal primo turno. Castrovilli sblocca la gara e porta in vantaggio la Viola all’11’, Milenkovic firma il raddoppio al 21′, sul finire del primo tempo Okaka accorcia le distanze.

Nella ripresa si ripete Castrovilli per il 3-1 dei padroni di casa e per la doppietta personale, all’86’ Okaka segna ancora ma non basta all’Udinese. Con questo successo la Fiorentina sale a 7 punti in classifica, la squadra di Gotti resta a 3.

Stecca ancora la Juventus di Pirlo, che non va oltre il pareggio interno col Verona: ospiti in vantaggio a sorpesa con Favilli (60′), pareggio dei bianconeri con Kulusevski (77′). Juve che sale a 9 punti in classifica, fermandosi al momentaneo quinto posto, veneti che seguono a quota 8.

Redazione Giallorossi.net

14 Commenti

  1. Inzaghi che al 50′, con un gol di vantaggio, toglie Caprari per mettere un difensore, è la dimostrazione che il lupo (l’allenatore medio italiano) perde il pelo ma non il vizio (credere che più ti chiudi, e necessariamente meno gol subisci). Il Napoli se attacca è impressionante, ma al contrario di quello che un italiano mediamente è portato a pensare, contro squadre del genere devi provare a difenderti il meno possibile, non chiuderti a riccio.

    • Il Benevento non poteva reggere quei ritmi.
      Inoltre se fai il cambio ti chiudi e prendi gol sei un pirla..non lo fai continui ad attaccare e prendi gol ,sei un pirla integralista (intanto Di Francesco,unico dopo liedolm a portarti a certi livelli in Europa col cagliari ripeto il cagliari vola)..
      Insomma fate pace col cervello

    • Per una partita? Ma dai!!! Semmai che giocatore Kulusevski! Quello sì che invece è un giocatore che fa TANTA differenza e con continuità e ha 20 anni, tra parentesi ha continuato a farla nel Parma anche quando era già venduto alla juve anche CONTRO la juve, segno di grande serietà. Incredibile come l’Atalanta abbia venduto un giocatore così senza MAI fargli fare manco un minuto in prima squadra. Penso che con i 35M pagati la juventus purtroppo abbia fatto un grande affare, pensare che invece Chiesa lo pagano 10M di prestito + 40M di riscatto +10 di bonus.

    • Alcune considerazioni.
      Di Francesco aspettiamo perchè se vedete la carriera è sempre stato cacciato (samp, lecce etc), peraltro ha un buon cagliari. Comunque l’anno che ci ha portato in semifinale sbagliando clamorosamente la partita a liverpool aveva uno squadrone con Dzeko giovane il miglior portiere del mondo e un grande centrocampo poi distrutto da pallotta. Per me un allenatore di livello medio basso , come si fa a difendere alti ad anfield con quei tre davanti solo dio lo sa.
      Castrovilli top, chi lo discute non capisce di calcio.
      Pirlo è la dimostrazione che nella vita senza esperienza non vai da nessuna parte, anche se hai giocato.
      forza roma

  2. Avrà anche pareggiato ma se questa è la juve vincerà il campionato a mani basse….da tifoso romanista ma prima di tutto uno sportivo, è stato un piacere vederli giocare in quel modo.

    • Da romanista prima e da antijuventino pure, anch’io ho provato un gradevole piacere al fischio finale, guardando la faccia di bonucci

  3. Ci trovo una certa presunzione nello scegliersi un allenatore privo di alcuna gavetta e forse anche un po di mancanza di rispetto verso gli avversari, quindi sono contento del pareggio del Verona. Baci.

    • Più che altro visto che Guardiola è off limits avranno voluto risparmiare piuttosto che prendere un altro à la Sarri che se non trova un’altra sistemazione dopo un eventuale esonero ti resta appiccicato alle casse del club

  4. Terzo pareggio in 5 partite per i gobbi. Campionato che sembra apertissimo. Spero che la società, i giocatori e il Mister capiscano che c’è una opportunità enorme questo anno.

  5. Questo è un torneo, sempre che lo lascino terminare, che potrebbe riservare molte sorprese. C’è la variabile Covid, che può colpire chiunque, in qualsiasi momento, e in numero imprecisato.
    C’è l’annullamento quasi totale del fattore campo (probabile che tra poco non vedremo neanche più i mille di adesso). Sono convinto che nel solito Allianz Stadium, stasera i gobbi avrebbero portato la partita a casa.
    Gli manca soprattutto la pressione sui giudici di gara, che stasera avrebbe spinto Pasqua ad un arbitraggio meno britannico di quanto non abbia fatto. E ovviamente quella sugli avversari, soprattutto quelli sprovvisti di giocatori di personalità e livello: pressione che si sente eccome in uno stadio di quel tipo.
    Sono condizioni che livellano certamente i valori, e delle quali è possibile approfittare, con la fortuna e la perizia dalla tua parte.
    Insomma, sempre che arrivi in fondo, potrebbe essere il torneo più aperto e interessante degli ultimi dieci anni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome