Serie A: la Fiorentina passa al Maradona, Napoli battuto 3 a 1. Vincono anche Lazio, Frosinone e Monza

19
473

ALTRE NOTIZIE – La giornata di campionato si conclude con la vittoria della Fiorentina sul campo del Napoli per 3 a 1. La sblocca Brekalo dopo sette minuti, pareggio degli azzurri con Osimhen su rigore prima del fischio finale del primo tempo.

Nella ripresa decidono il match i gol di Bonaventura e Nico Gonzalez nel recupero. Grazie a questo risultato la viola sale al quarto posto a quota 17 punti, mentre la squadra di Rudi Garcia resta ferma a 14 punti e scende al quinto posto.

Nelle altre partite di oggi convincente vittoria del Monza, prossimo avversario della Roma, sulla Salernitana per 3 a 0: a segno Colpani, Vignato e Pessina su rigore.

Ok anche Lazio e Frosinone nei match delle 15. I ciociari superano il Verona per 2 a 1 con i gol di Reinier e Soulè, inutile il gol di Djuric nel recupero. La squadra di Sarri batte l’Atalanta all’Olimpico per 3 a 2: decide un gol di Vecino nel finale a vanificare la rimonta dei bergamaschi.

Giallorossi.net – F. Turacciolo

Articolo precedenteMOURINHO: “Orgoglioso dei miei ragazzi. Le voci sull’esonero? So perfettamente cosa voglio. Dybala non è ottimista e nemmeno io”
Articolo successivoAnsia per Dybala, oggi gli esami al ginocchio: tutte le ipotesi in ballo

19 Commenti

    • Ah ah…non lo so, se il Napoli va in rottura si apre uno scenario interessante per il quarto posto, perché credo che milanesi e Juve senza coppe prenderanno gli altri tre, pur tra alti e bassi.
      La Fiorentina, dopo un avvio balbettato da parte della nuova proprietà sembra avere trovato una sua dimensione, cresce anno dopo anno.
      Itagliano a parte, che credo avrà la sua occasione (magari proprio al Napoli, chissà) mi fa piacere qui complimentarmi con una nostra vecchia conoscenza, quel Daniele Pradè che ha sempre lavorato con serietà e abnegazione dietro le quinte, prima da noi e poi alla Viola.
      Un ragazzo serio, mai sopra le righe, che fa quasi sempre buone nozze coi fichi che passa il convento.

  1. Quest’anno il Napoli sembra decisamente la somma realistica dei suoi giocatori (molti dei quali mediocri) e non più’ l’alchimia inspiegabile della prima metà della scorsa stagione (nella seconda metà già molto più normale, ma campava di rendita).
    Kvaratschelia in particolare è diventato il cugino scemo di se stesso, Osimhen testa altrove, difesa imbarazzante.
    L’arroganza di DeLaurentiis, che crede che lo scudetto l’abbia vinto lui, costerà caro a Garcia, che probabilmente non mangia il torrone.
    Direi che l’unico che ne esce bene è Spalletti.

    • L’anno scorso si vedeva in campo una squadra che credeva ciecamente nei concetti dell’allenatore, e in quei casi la somma diventa maggiore del valore dei singoli.
      Quest’anno l’esatto contrario, e lo si capiva già dalle primissime uscite.
      Qualcuno penserà di cavarsela magari con la partenza di Kim spiegando tutto così e dimenticando che si trattava di un ragazzo di 26 anni proveniente dal Fenerbahce, che Spalletti ha fatto salire a livelli di rendimento altissimi. Lo stesso dicasi per i Lobotka, Anguissa e tanti altri.
      L’ingaggio di Garcia mi ha sorpreso tantissimo: sembrava quasi che il messaggio di DeLa fosse “vi faccio vedere che anche con uno qualsiasi non cambia nulla e che i meriti sono altrove”.
      Spalletti dal canto suo ha mangiato la foglia e si è defilato in tempo.
      Ieri la Fiorentina è stata ciò che era il Napoli l’anno scorso, una squadra che crede in ciò che propone.

  2. Dovevano in primis registrare la difesa,e purtroppo l’hanno fatto.
    Adesso giocano davvero un bel calcio.
    Ennesimo esempio di come il privarsi di pezzi pregiati non sempre significa indebolirsi.

  3. Di volta in volta si prende ad esempio , una squadra, in allenatore, a volte anche un singolo giocatore, tutto ciò che al momento porta acqua al proprio mulino.
    Ieri era il Napoli, oggi la Fiorentina, addirittura si parla della Fiorentina che ha fatti due finali, eh già, peccato che le abbia perse entrambe per colpa dell'”allenatore , per giocare alto a centrocampo. ,cosa che noi abbiamo già visti a Roma, negli anni passati, l’ultimo che si e’preso insulti a raffica, a prescindere dai giocatori che metteva in campo e da chi gli erano stati ceduti, e’stato DI FRANCESCO, questo per chiarire che pure quando teneva una squadra forte ( semifinale Champions) si prendeva insulti a raffica accompagnati dalla famosa frase ” basta con suo baricentro a centrocampo….”.
    Ieri giustamente mica ha fatto schifo il Napoli campione d’Italia, nooo , ma e’ stao grande itagliano e la fiorentina, mica il Napoli si e’indebolito perché ha perso il pilastri della difesa NOOOO. Uno che con chi giocava giocava a fianco faceva la differenza contro tutti…noooo.
    Mica la rima ha fatti due finali in due anni (, una ci e’ stata rapinata) cosa mai vista in precedenza in tutta la storia romanista, parli di due fini consecutive in Europa per i duri di comprendonio, noooo.
    Solo il campionato e’finito, si e’ finito il 08.10.2023…Le tre strisciate in Champions….insieme alla fiorentina…ecco il succo del discorso di chi si erge a saggio, bello così, bello ragionare così , io dico tutto il contrario di tutto, lascio aperto nello stesso discorso , nello stesso scenario , qualche finestrella di riserva che non si sa mai così posso sentire dure di avere ragione e allo stesso tempo mi segno tutto quello che scrivono gli altri in modo da poterglielo rinfacciare, ehh Statte zitto tu che una volta hai detto che:..
    Ehh ma la Fiorentina…ehh ma italiano…ehhh
    Poi vai a vedere, passano di culo lo spareggio per la Conference, in due partite due pareggi e uno in rimonta, in casa, contro udite udite il grandissimo Ferencvaros…
    poi trovano un Napoli ridicolo, che l’anno scorso ha avuto anche una abbondante dose di culo a cubo, ( khiavica 77 sembrava GARRINCHA, invece questo è) e allora la Fiorentina e’cresciuta…( segue)..

    • tanto alla prossima sconfitta della fiorentina torneranno a parlare male di italiano e dire che è un allenatore sopravvalutato e non vale una minchxa !!!
      normale amministrazione!!!! purtroppo!!!!
      FORZA ROMA SEMPRE E COMUNQUE!!!

  4. segue…
    Noi non cresciamo , Noi ROMA, e no…noi non facciamo mai niente di buono…non teniamo speranze, se vinciamo contro le pippe non dobbiamo festeggiare, se no siamo ridicoli (
    famoso e’il messaggio ” andiamo a festeggiare al Circo Massimo, scritto al fine di perculare chi e’ contento per aver vinto 4-1). non abbiamo margini di miglioramento, non abbiamo un futuro , non abbiamo meriti, non dobbiamo festeggiare, non dobbiamo rinfacciare agli altri le castronerie e/o le offese vergognose che rivolgono a tecnici e giocatori, non dobbiamo rinfacciare alla stampa lo schifo che scrivono, non dobbiamo lamentarci degli arbitri , non abbiamo il diritto di tacere di fronte alla delusione per una sconfitta, ma sapete che vi dico ma annatevene. a f…..

  5. A Gaetà Itagliano all’ottava de campionato è già er mejo che c’è su piazza, Mourinho co 26 titoli è uno che nun capisce de pallone. Roma è così, piena de professori apparentati(la canzone è de prima de la guerra, 1930, se stamo a capì?). Mo ce stanno lì forum che consentono a ste persone de di tutto e de più, quando invece se potrebbe di , ad esempio e con cautela, de la crescita tattica de Bove co Mourinho per esempio.

    • Ne consegue che i grandi estimatori di Italiano e detrattori di JM sono dei semianalfabeti incapaci pure di un elementare calcolo aritmetico.
      Eppure……ventisei tituli contro zeru tituli mi pare un confronto che non può essere messo in discussione con le due finali, che poi le ha fatte pure JM con l’AS Roma. Una ha portato un titulo, l’altra c’è stata rapinata.
      Forza JM e Forza Roma,

    • @h.p.l.
      Mi sa che chi non tiene conto dei tituli è un perdente cronico.
      Un pallottaro, insomma.
      Di quelli che confondono il calcio con la pesca al cefalo tiberino.
      Per costoro, un bel soggiorno stanziale a Focene.

  6. ciao un saluto e ti abbraccio , se posso, nonostante che tengo 51 anni, quando la Roma vince mi sento come un ragazzino, mi sento come nei anni 80, poi stranamente e’un periodo che quando gioca la ROMA, sento sempre i fuochi d’artificio , saranno le miriadi di feste e festicciole, o i fegati che scoppiano?.

  7. Gaetà era una battuta.
    Ma a prescindere dalla battuta, le due finali le han fatte, valgono solo quando le fa Mourinho ? Quando nella storia la Fiorentina si è fatta due finali in una stagione ? Risposta: mai. Le puoi sminuire quanto vuoi coi wall of text, ma rimane una bella impresa.

  8. a me e’ sembrato , e sembra, che le due finali che abbiamo fatto noi , non vengono prese in giusta considerazione .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome