Serie A: pareggio tra Milan e Atalanta a San Siro. L’Inter travolge il Lecce, il Napoli ripreso dal Cagliari al 96esimo

8
309

ALTRE NOTIZIE – Finisce in parità il posticipo serale tra Milan e Atalanta, con la sfida di San Siro che si conclude sull’1 a 1. Vantaggio immediato dei rossoneri con Leao, pareggio prima dell’intervallo di Koopmeiners su rigore.

Nella ripresa la squadra di Pioli spinge alla ricerca del gol partita, ma un attento Carnesecchi spegne le speranze dei padroni di casa. Grazie a questo pareggio l’Atalanta sale a quota 46 punti, a meno due dal Bologna attualmente quarto e a più cinque dalla Roma. 

Nel pomeriggio vittoria a stento della Juventus con il Frosinone per 3 a 2 grazie a un gol di Rugani all’ultimo minuto di recupero.

Stecca il Napoli di Calzona all’esordio in campionato: gli azzurri passano in vantaggio con Osimhen metà ripresa, la partita sembra avviata a concludersi con la vittoria degli ospiti ma una clamorosa dormita di Juan Jesus permette a Luvumbo di regalare un 1 a 1 prezioso per il Cagliari.

Non sbaglia invece l’Inter che travolge il Lecce in casa dei salentini: doppietta di Lautaro Martinez, in gol anche Frattesi e De Vrij per lo 0-4 finale.

Giallorossi.net – T. De Cortis

Articolo precedenteROMA-TORINO: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match
Articolo successivoTrigoria, collaboratore di Juric nascosto tra gli alberi a spiare gli allenamenti: allontanato dalla polizia

8 Commenti

    • Anche io speravo vincesse il milan…e aggiungo… che c@zzo di kulo i gobbi! Per tutto il campionato si sono retti sul gollonzo di uno scarparo qualsiasi (in questo caso Rugani…) all’ottocentesimo minuto… mah…

  1. Bel catenaccione di Gasperino nel secondo tempo che si porta a casa un prezioso punticino non troppo meritato grazie al rigorino da VAR.
    Di Francesco fa la solita fine di Calimero e perde un ottimo punto niente meno che per mano di Rugani. Quando si dice che sei un predestinato, ma al contrario.
    E nemmeno il carneade Calzona riesce a invertire il trend di un Napoli oramai mestamente fuori dalla zona coppe europee. Per fortuna almeno loro non sembrano più un avversario col quale fare i conti.

  2. I bergamotti dovevano giocare in 9, menavano come fabbri come contro di noi all’Olimpico e Scalvini non ha preso un cartellino in 4 falli d’ammonizione, anche Lookman doveva prendere 2 gialli ed essere espulso. Comunque dobbiamo vincere e recuperargli 2 punti per avvicinarci e non far scappare ulteriormente il Bologna.

  3. Purtroppo la rincorsa champions è molto difficile, ma considerando da dove siamo ripartiti con De Rossi dopo il rischio baratro, mi da delle motivazioni in più per sperare di raggiungere il traguardo “Europa che conta”.
    L’Atalanta è prendibile, il Bologna invece bisogna sperare che cali l’entusiasmo e che a Thiago Motta venga qualche amnesia di teoria del calcio.
    FORZA ROMA!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome