Serra torna ad arbitrare: designato per Venezia-Como. Ma il fischietto può essere ancora deferito

23
785

NOTIZIE ROMA CALCIO – A poco più di un mese dal caso-Mourinho torna in campo Marco Serra, l’arbitro finito nell’occhio del ciclone per quanto successo con l’allenatore della Roma durante Cremonese-Roma del 28 febbraio scorso.

Il deferimento per l’arbitro, e qui sta la curiosità, tecnicamente è ancora possibile. Dopo aver indagato e aver ascoltato Serra infatti il procuratore Chiné deve ancora decidere se procedere oppure archiviare. Si attendeva una decisione entro il termine prescritto dal codice, cioè 10 giorni dall’audizione dell’arbitro, eppure ancora tutto tace.

Serra era stato ascoltato il 15 marzo scorso e anche attraverso il suo legale – l’avvocato Gabriele Bordoni – aveva ammesso di aver avuto un atteggiamento imperfetto e che se se ne fosse accorto avrebbe chiesto scusa all’allenatore giallorosso, ribadendo però di non aver pronunciato le frasi “incriminate” ma bensì “ti stai mettendo lo stadio contro” e “vai nell’area”.

Atteggiamento che non era piaciuto nemmeno al designatore Gianluca Rocchi che infatti da quel Cremonese-Roma non aveva più designato Serra né in campo né come Var, vista anche la pendenza del giudizio. Ora però col prolungarsi dei tempi, Rocchi ha deciso di mandarlo in campo, seppur ripartendo com’era prevedibile dalla serie B e da una partita almeno sulla carta non “calda” come Venezia-Como, di fatto tornando a giudicare in attesa di conoscere se andrà giudicato anche lui.

Fonte: Sky Sport

Articolo precedenteIl Feye-nì. I club dialogano per le trasferte, ma dal Viminale arriva lo stop: “Niente olandesi”
Articolo successivoMou-Roma, futuro da scrivere: le richieste dello Special One ai Friedkin

23 Commenti

    • La comunicazione ha dato per scontato il suo deferimento in modo così compatto da farlo passare come già deferito ai più. Nel frattempo, come ogni volta che in italia sta per succedere lo schifo, chi deve decidere rimanda, cincischia, chiede nuove indagini. IL SISTEMA è anche la comunicazione che, di fronte ad un arbitro che ha palesato l’odio per la ROMA di una parte della sua categoria, parla dei sistemi di gioco e del presunto difensivismo di mourinho. Però il tifoso blatera dietro un computer ed allora forse è giusto così. La ROMA è cosa preziosa e se non riusciamo a difenderla come si deve, non la meritiamo.

  1. mafia pura! in un paese normale questo essere sottosviluppato sarebbe tornato a fare il mestieraccio suo invece di continuare a prendere il compenso annuale riservato a questa categoria di dilettanti corrotti e incompetenti!

  2. Che vergogna: credo che questo dimostri come tutto il sistema arbitrale sia marcio.
    Il comportamento avuto da Serra è stato gravissimo.
    E poi saremmo noi gli “inarbitrabili”?

  3. Da una associazione del genere a cui a capo c’era uno a loro insaputa uno studioso delle polveri mi pare tutto regolare no?
    Questo ufficializza se mai ce ne fosse stato bisogno lo schifo che fanno.

    Puntano tutto sull’oblio delle notizie per poi inguattare il tutto.

    • no anto, non so se lo dici per fare ironia, ma questo non può più arbitrare, questo è un arbitro che davanti a mille telecamere, in serie a, mani in tasca e dando le spalle ha offeso un tesserato di una società.

      atteggiamento indolente e arrogante di chi essendo di parte sa di essere impunito.

      questo non deve piu arbitrare.

      giuro che non lo dico da Romanista, lo dico da semplice spettatore.

      ❤️🧡💛

  4. agli amici degli amici una prescrizione o un cavillo non si nega mai. Le prove televisive e i labiali valgono solo se a un Cristante smoccola un imprecazione tra se e se mentre raccoglie un pallone nella propria rete

  5. Beh, la designazione dimostra (a mio modesto parere) che il sentimento corporativo (‘siamo una famiglia: laviamoci i panni sporchi tra di noi e difendiamoci dal mondo esterno’) ha prevalso sul desiderio di professionalità.

    Serra è chiaramente una pippa di arbitro e un uomo (molto) modesto. Ciò nonostante rimarrà a far parte della ‘famiglia’. Amen.

    E il deferimento (eventuale) non cambierà questo dato di fatto.

    Ma in una Nazione come la nostra, dove la Meritocrazia non viene sentita come un valore fondamentale a nessun livello, gli Arbitri sono l’ultimo dei problemi… e fino a che non cambieremo questo atteggiamento (secondo me) rimarremo un Paese modesto.

    Ciao a tutti 😊.

  6. A questo punto Messina Denaro può candidarsi alle politiche! Tutto vomitevole in questo paese di impuniti!

    • niente reato penale se paghi le cartelle in sospeso, il 98 % degli appalti che si potrà affidare senza gara, il Ponte sullo Stretto…direi che Messina Denaro siede già in parlamento…

  7. dobbiamo chiedere le dimissioni dello schifoso designatore, che non voglio nemmeno nominare. ci vuole un po’ di casino, e con questo non intendo violenza. scritte allo stadio, canzoncine perculando il cornuto di turno. e poi la stampa Romana che fa ? che dice ? dopo quello che ha fatto e detto serra lo fai arbitrare prima della sentenza ? che sarà una presa per il culo per noi, vedrete. è come se liberi l’assassino prima del processo. bastardi e infami ! forza Roma !!

  8. Serra, deferito torna ad arbitrare. Rubens e personaggi coinvolti nell’inchiesta Prisma, continuano il loro cammino come se nulla fosse… Impunità e favoritismi, questa è la classica schifezza tutta italiana che non si riesce proprio a digerire.

  9. Questo non sarebbe in grado di arbitrare nemmeno i pulcini, pure troppo arbitrare in serie B.
    Va radiato, gli va strappato il tesserino in faccia e mandato afare il cassamortaro a scavare la terra nei cimiteri.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome