Sexgate, video hot fatto circolare due volte. Indagine lunga: calciatori e club a rischio squalifiche e penalizzazioni

67
1191

NOTIZIE AS ROMAProseguono in questi giorni gli interrogatori da parte del procuratore Chinè per chiarire l’intricata vicenda del video a luci rosse circolato tra le mura di Trigoria e che ha portato al licenziamento di due dipendenti da parte della Roma.

Ieri è stato il turno di Vito Scala, che ha chiarito il suo coinvolgimento nella vicenda: l’ex braccio destro di Totti ha spiegato di aver agito con l’obiettivo di una ricomposizione del fattaccio nell’ottica di un suo superamento e di non essere stato a conoscenza degli ulteriori sviluppi, ossia della decisione della società di licenziare i due dipendenti a novembre.

Chinè ha chiesto conferme sul fatto che il furto del video, sottratto da un giocatore della Primavera alla dipendente, fosse risalente a molto prima del provvedimento poi impugnato dalla coppia. Dalle varie ricostruzioni emergerebbe come il video sia stato inoltrato nelle chat in due diverse circostanze: la prima un anno e mezzo fa – qui Scala avrebbe avuto un ruolo determinante nel frenare la diffusione dei contenuto, spiegando ai ragazzi le conseguenze dell’atto – e la seconda più recentemente, quando il video cioè ha fatto il giro degli smartphone.

Nelle prossime ore verrà ascoltato il Primavera accusato di aver sottratto il video e di averlo fatto circolare per primo nelle chat romaniste. Gli interrogatori andranno avanti nelle prossime settimane e la vicenda sembra essere ancora ben lontana dalla conclusione.

Obiettivo della giustizia sportiva è capire se e quali tesserati abbiano violato il codice di comportamento etico che si basa sui principi di lealtà e correttezza. Se così fosse, scrive l’edizione odierna de Il Messaggero, dirigenti, atleti (anche i calciatori della prima squadra poiché il video ha avuto una diffusione virale) e lo stesso Club rischiano sanzioni pecuniarie, squalifiche e penalizzazioni.

Fonti: Il Messaggero / Gazzetta dello Sport / Corriere dello Sport

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteLukaku: “Volevo stupire a Wembley? Chiedetelo al Chelsea…”
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Su Modesto ho avuto pessime referenze”, PIACENTINI: “Per niente convinto che De Rossi abbia già in mano il rinnovo”, CASANO: “Conte sarebbe più difficile da gestire di Mourinho”

67 Commenti

  1. ce manca solo che ci azzannano per una storia come questa. mamma mia , noi paghiamo sempre tutto e di più ed il conto anche per gli altri. pazzesco.

    • la risposta è tutta nella vicenda Acerbi …. si colpisce chi si deve colpire …credo di iniziare ad essere stanco di seguire questo carrozzone …ormai ha veramente poco senso

    • Credo che se per questa storia brutta, vogliono penalizzare la ROMA 💛❤️in campionato, per far posto ad un’altra società amica loro in Champions…… Beh prevedo sommosse del popolo giallorosso 💛❤️…… Prevedo casini……

      Mi chiedo cosa c’entrano le penalizzazioni di punti in campionato…….

      Viva la rivoluzione giallorossa 💛❤️

    • La vicenda Acerbi non c’entra nulla. Cerco sempre di essere preciso e di non sparare a zero. Il giudice che doveva eventualmente comminare la sanzione al giocatore dell’Inter aveva, in sostanza, in mano solo la parola di JJ contro quella di Acerbi. Dalle registrazioni e testimonianze ha appurato con certezza che c’è stato un comportamento aggressivo di Acerbi con un insulto, ma la sua natura non era chiara. Ha fatto bene a non dargli la punizione. Purtroppo Acerbi ha avuto… ahm… fortuna, nessun video lo incastra anche se il dubbio che lo abbia detto è molto forte. Ma non è certo e il giudice non può darti 10 giornate di suqalifica perché “gli sembra che”.

      Diverso è il caso del video della Roma. Una condanna per violazione della lealtà sportiva con tanto di responsabilità oggettiva del club sarebbe ciaramente una sentenza politica per far fuori una squadra che potrebbe andare in Champions e non appartiene alla fazione della Sacra Lega Unita. La Juventus, per dire, ha schivato la responsabilità oggettiva per il caso plusvalenze, è evidente che esistono due pesi e due misure. I giornalisti, pagati apposta, stanno montando il caso scrivendo ogni giorno questa assurdità per sdoganarla e poi gabellarla come inevitabile.
      Prepariamoci perché sarà una telenovela che finirà, se va bene, al TNAS, ma anche al TAS o a tribunali civili.

    • ripeto cosa ho scritto ieri. secondo la legge del CCN ci sono 3 motivi per il licenziamento in tronco: se#*o, violenza, frode. la cosa Ke non capisco é , cosa comporta l’aver ricevuto questo video. mi spiego meglio: se io mando un video in un gruppo, a meno che non ho disattivato il download automatico, il video viene scaricato automaticamente e poi io non ho un anteprima dei video non scaricati. poi certo sia chiaro, lo dovrei cancellare . ma quante volte abbiamo messaggi/ video/ immagini buttati nel dimenticatoio del telefono, Ke poi cancelliamo dopo un’anno o due?

    • Idi di Marzo la situazione di acerbi è formalmente corretta, però per l’ennesima volta a cavarsela è un giocatore di certe squadre, oltretutto avevo letto (quindi da prendere con il beneficio del dubbio) che nelle serie minori la squalifica era arrivata anche in assenza di ulteriori prove.

    • @ErCaciara, sono d’accordissimo, ma preferisco di gran lunga un sistema che non ti condanna se non con una ragionevole certezza del fatto, ad uno che ti appioppa una sentenza di colpevolezza in base ad indizi discutibili.
      Purtroppo al difensore scuola Ladsie gli ha detto cubo, ecco la verità. Cristante ci stava il video, quindi condanna (discutibile su altri piani, se vogliamo, ma in punta di norma, se la regola è quella il giudice non può che applicarla).
      Lo so che è antipatico, ma appunto non possiamo ragionare su sistemi di simpatie e opportunità, altrimenti diventiamo uguali agli altri. E noi non siamo così, spero.

    • Idi di Marzo si anche io lo preferisco ovviamente, però in altre occasioni (vedi serra, e mediaticamente chivu in finale di coppa italia) la storia della inziale mancanza di prove messa anche a referto è poi stata smentita dai fatti e ripeto nelle serie minori ho letto che non è bastata quindi o quello che ho letto erano fake o siamo nel solito caso di figli e figliastri.

    • @Vale. Il comportamento scorretto non e’ ricevere/guardare il video, ma re-inviarlo ad altre utenze. In questo caso contravvieni alle regole di invio di video non autorizzati

    • Idi di marzo dimentichi che Acerbi si è scusato con JJ in campo per poi ritrattare tutto sui media. Quindi di cosa si è scusato con JJ se non aveva detto niente di offensivo?

    • Sono anni che la As Roma non ha dirigenti e addetti stampa, i pagliacci del Carrozzone ci si divertono, fanno quel che gli pare. Vedi se questo caso scoppiava da Lotito, come tutto finiva nel dimenticatoio in poche ore. La Roma, inoltre, fa parte di questo squallido mondo, non le conviene ribellarsi. Preferisce subire perché tanto i suoi tifosi non possono fare a meno di lei. È tutto uno squallido, tossico ambiente di delinquenti, da un lato, e disperati, dall’altro.

    • Lucio Becker i pagliacci del carrozzone ci hanno sempre trattato cosi almeno da i tempi di Viola, quelli prima non gli ho vissuti, Franco Sensi disse :”“Se avessi avuto, e non c’è, una grande stampa romana…”. Entrambi hanno fatto battaglie contro il palazzo e gli zozzoni di turno e non è cambiato nulla ci perculavano allora come ci perculano oggi.

  2. ah ecco mi sembrava strano che il fatto di non rischiare penalizzazioni….. sta a vedere che…. Acerbi galantuomo..

  3. “Dirigenti, atleti (anche i calciatori della prima squadra poiché il video ha avuto una diffusione virale) e lo stesso Club rischiano sanzioni pecuniarie, squalifiche e penalizzazioni”. Dopo la vergognosa assoluzione di Acerbi, non mi faccio illusioni. Una condanna sotto forma di multa o penalizzazioni di un qualunque tipo uscirà fuori.

  4. Calciatori a rischio squalifica e CLUB a rischio penalizzazione non si inventassero ste cose se no succede il finimondo sti SCHIXOSI MAFXOSI

    • Come romani ed italiani accettiamo tutto, ma se ci toccano la squadra siamo pronti alla rivolta e a rivivere i fasti della Repubblica Romana garibaldina. SPQR, come diceva Obelix.

  5. Sì ,certo rischiano 10 punti di penalizzazione come chi tarocca i bilanci….Non ci sperate,menagrami da quattro soldi!

  6. Obiettivo della giustizia sportiva è capire se e quali tesserati abbiano violato il codice di comportamento etico che si basa sui principi di lealtà e correttezza.
    E da quando? E soprattutto per chi?
    Acerbi, Lotito, gli Agnelli, Serra e la lista è lunga o vale solo per la AS Roma.
    Che non dico non debba pagare se colpevole, ma che valga per tutti indistintamente da colori di maglia o pelle.
    SFMROMA

  7. ma l’anima deli meglio mortacci vostri ma che dovrebbe rischiare la Roma società con giocatori dopati società inquisite per calcioscommesse e chi ne ha più ne metta e la Roma rischia lo ripeto l’anima deli meglio mortacci vostra

  8. Una persona decente e onesta proverebbe vergogna solamente nello scrivere una simile ipotesi…ma alla Gazzetta dello sport e al Messaggero persone decenti e oneste c’è ne sono veramente molto poche..

  9. Ca…z.. sto leggendo questo articolo e quindi, essendo romanista, anche io sarò penalizzato dalla ingiustizia sportiva. Ma quando partiamo con i forconi??

  10. De Rossi la scorsa settimana e’ passato col rosso in centro, aperta un’indagine dalla procura federale. La Roma rischia per responsabilità oggettiva, si preannunciano squalifiche esemplari. Io direi anche basta a tutte queste fandonie. Se c’è il penale se ne occuperà la magistratura, per il resto fuffa. FORZA ROMA SEMPRE

  11. Cosa c’entra tutto questo con il calcio ? E’ ora di darci un taglio con queste inutili notizie e parlare di calcio giocato. FORZA MAGICA.

  12. Sicuramente verremo condannati chi fa falso in bilancio o insulti razzisti o trucca partite non riceve condanne a noi per una cazzate del genere hanno già deciso perché la stampa ha deciso e solo una presa per il cul. Ricordo il caso Destro dove per la prima volta fu presa in considerazione la prova tv. Comunque del Milan e dell operazione red bird non se ne parla più chissà perché poi qualcuno sostiene che questa è democrazia mahhh

    • Il caso Destro fu uno dei peggiori del ingiustizia sportiva nei nostri confronti dove dopo una pressione mediatica indecente la prova tv fu applicata ad un episodio già giudicato sul campo e necessitò di ben due mail di rettifica del referto da parte del arbitro.

  13. non e che sta stampa stasobilla.do I tifosi? chi c’e” dietro sti giornalisti? gruppi di potere?
    giustizia sportiva? dopo gli scandali che ci sono dei bilanci taroccati e anche ben altro?
    C’e’ una lotta sotto mirano z prendersi la Roma o sfruttando ste situazioni o in maniera ancora più illecita

  14. non e che sta stampa sta’ a sobilla’ I tifosi? chi c’e” dietro sti giornalisti? quali gruppi di potere fanno capo ?
    giustizia sportiva? dopo gli scandali che ci sono dei bilanci taroccati e anche ben altro? ancora se parla de giustizia sportiva?
    C’e’ una lotta sotto mirano z prendersi la Roma o sfruttando ste situazioni o in maniera ancora più illecita

  15. Forse sarò limitato, ma c’è qualcosa che mi sfugge in questa faccenda. Un ragazzo ha rubato un video e l’ha fatto girare ad altri, i quali lo hanno fatto girare a loro volta. Certo che è un reato e spetterà alla magistratura stabilire chi sono i colpevoli e se lo sono quali pene irrogare. Due persone sono state licenziate. Se il licenziamento non è stato per giusta causa, sarà il giudice del lavoro a stabilirlo ed eventualmente a condannare il datore di lavoro secondo la legge. Insomma, ognuno risponda delle proprie azioni, come è giusto che sia. Codice etico? Anche qua se qualcuno ha sbagliato paghi in prima persona. Non capisco tutto questo casino intorno alla società e alla squadra. Per le scommesse di Fagioli e Tonali, sono state penalizzate le loro squadre di appartenenza? L’Inter è stata forse penalizzata per il dito medio ai tifosi avversari o gli insulti razzisti di acerbi a JJ?… ah no, scusate, mi sbaglio, questa è un’altra storia…

    • Ad oggi la giustizia sportiva sta facendo un processo alla Roma per un reato, che la giustizia ordinaria non può perseguire perché manca la denuncia da parte delle persone nel video come richiesto per il reato di revenge porn.

  16. e si bilancio falso
    società intestate a presta nome
    presidente dell’Inter che se fa un passo lo arrestano
    e noi per una fregata rischio i punti.
    se veramente finirà così scendiamo in piazza sotto la figc e smontiamo tutto il palazzo.
    adesso basta siamo visti come i faggiano di turno

  17. Dirigenti, atleti (anche i calciatori della prima squadra poiché il video ha avuto una diffusione virale) e lo stesso Club rischiano sanzioni pecuniarie, squalifiche e penalizzazioni. Fucilazioni, decapitazioni e amputazioni delle mani. In questo caso avremmo una giustizia sportiva più veloce, capace ed equa di quella penale. Pagliacci! Anzi, mafiosi! Non so a voi, ma a me sono tornate in mente le parole del panzone: la frase “mi rivolgerò a parti terze” ci fece ridere, invece questa notizia era lì pronta da tirare fuori da almeno due mesi…
    P.s. Leggete l’articolo del cds sulla rinuncia della Roma a regalare le uova ai dipendenti: anche un’iniziativa lodevole la rendono risibile…
    SEMPRE FORZA ROMA SEMPRE

  18. A questo punto mi chiedo anche se sia il caso di fare titoli come questo: Sexgate! Si tratta di un episodio, uno, grave quanto si vuole ma sul quale deve fare chiarezza la magistratura ordinaria e sportiva. Lasciamo lavorare gli inquirenti e smettiamola di gettare fango gratuitamente su totti. C’è una volontà (e una speranza da parte di chi pubblica certe notizie) di fare danni alla società e soprattutto alla squadra. Questo purtroppo è l’obiettivo. Basta con La Repubblica e con chi gli dà voce!

  19. A causa di uno st u pi do co gli one della primavera che ha voluto non farsi i fattacci suoi ,ora rischia la galera anche il mio vicino di casa??? Clowns alla riscozza!!!

  20. Squalifiche e penalizzazioni???? Beh io direi che sarebbe piu giusto direttamente la retrocessione in Serie C con i Friedkin condannati all’ergastolo col regime del 41Bis. Fate ciò che volete ma…state molto attenti, perchè poi la gente se ne fotte del daspo eh!?!?!?!
    Buffoni e mafiosi maledetti !!!! Giu le mani dalla ROMA !!!

  21. Siamo alle solite. I mezzi d’informazione hanno ingigantito una storia dove è veramente vittima la Roma per il comportamento poco etico e morale dei suoi dipendenti.

  22. Solito articolo tendenzioso, nulla di nuovo. Tra l’altro il testo unico dei doveri del giornalista (Titolo III, articolo 8, comma a) impone di rispettare sempre e comunque il diritto alla presunzione di non colpevolezza. Invece in questi articoli si presume già la colpevolezza della società e dei giocatori di prima squadra…assurdo!

  23. una società trucca i conti e la salvano, un’altra ha doppia proprietà e la salvano, Acerbi dito medio e insulto razzista e lo salvano. Dei pigiamati di Lotito lasciamo perdere. Due che fanno sesso penalizzazione alla Roma……..noi non abbiamo il brand strisciato.

  24. ahahahahahahhahahahahahahahahahaha si e come “provano” che il video non sia stato inviato dalla proprietaria del telefono come possono provare che sia stato il primavera ???ma quale penalizzazioni fate il favore .. pensate a lavorare seriamente

  25. Il tema, secondo me, su cui ruota tutto è che la Roma, una volta appreso che un suo calciatore aveva diffuso un video privato sottratto di nascosto dal telefono della ragazza, avrebbe dovuto (e qui c’è poco da fare) denunciare il ragazzo e risolvere il contratto. Quanto meno mandarlo via.
    Invece ha di fatto insabbiato tutta la storia, che, ammettiamolo, è molto grave. Se ci fosse stata nostra madre, sorella o figlia nel video, tutti noi pretenderemmo giustizia.
    Vorrei più che altro capire chi è stato il genio che ha deciso di licenziare i due senza aver prima preso provvedimenti nei confronti del ragazzo. Non entro nel merito del motivo del licenziamento, che sarà senz’altro valido, ma a quel punto devi chiudere il cerchio, mandando via anche il ragazzo della primavera (con annessa denuncia).
    Oggi ti ritrovi, ahimè, in una situazione imbarazzante perché sembra che il reato del giovane (molto grave) sia stato considerato meno grave delle presunte discussioni dei due amanti su altrettanto presunte corsie preferenziali per essere assunti in società. Il ragazzo resta e i due vengono allontanati? Qual’è la logica?
    Quanto sopra secondo me integra gli estremi della violazione del codice etico e morale previsto dalla FIGC perché la Roma aveva il dovere etico e morale di prendere posizione su un fatto che nella realtà di tutti i giorni ha portato al suicidio di ragazze/ragazzi: non è una cretinata goliardica.
    Che poi la FIGC adotti due pesi e due misure a seconda della squadra coinvolta, questo è senz’altro vero, ma questo non giustifica la Società, che nel caso ha quanto meno assunto un comportamento ambiguo su un tema molto delicato e grave.

    • Quanto sopra ovviamente a condizione che sia vera la ricostruzione dei fatti riportata dai giornali. In caso contrario la Roma ne esce diffamata così come il ragazzo della primavera.

    • no, non puoi rescindere un contratto solo basandosi sulle voci anche se sono ammissioni di colpa senza denunce e la società non può denunciare un reato che per legge prevede che ci sia una denuncia di parte delle persone riprese nel video per poter essere perseguito, che ancora non c’è, reato oltretutto compiuto da uno che era minorenne all’epoca cosa che prevede un certo livello di discrezione. Poteva solo forzare la cessione ma non credo che l’avrebbe messa al riparo dalla situazione odierna. Il reato poi non è stato commesso solo dal ragazzo della primavera ma da tutti quelli che lo hanno reinvitato a loro volta.

    • Ha ragione ErCaciara…la società lo ha detto chiaramente nel comunicato: fino ad ora non c’è stata nessuna denuncia da parte della presunta vittima (che poi non ci scordiamo che sono due. Si parla solo della ragazza ma una delle vittime di revenge porn dovrebbe essere anche il suo capo che non mi sembra stia intentando alcuna azione legale o abbia richiesto la riassunzione). Se la società allontanasse il giocatore senza alcuna denuncia a suo carico e poi si scoprisse che non ha commesso reati, allora la società si esporrebbe ad un enorme risarcimento. Per questo non è stato giustamente allontanato il ragazzo, bisogna prima aspettare che la situazione si chiarisca.

    • Resta sempre a mamma e tutte e creature, cioè il primo problema, che sul posto di lavoro si lavora e non si fa SESSO, ne video come ricordo della prestazione sessuale.

  26. Ma che pazzo c’entra la penalizzazione alla squadra. È un caso penale eventualmente e la squadra non c’entra nulla. Mica ci siamo avvantaggiati in campo di questa situazione. Al massimo pagheranno personalmente i responsabili. Ma come pazzo ragionano i giornalai laziali del Messaggero?

  27. Ora capisco perché la maglia del prossimo anno ha le strisce orizzontali. Comunque la testimonianza del sorcio arrecherà solo danni. Forza Roma.

    • perchè forse non c’è nessuna prova che sia stato un ragazzo a farlo girare. c’è solo la testimonianza di una persona che poi é anche protagonista del video. vi rivcordo che all’epoca i ragazzi presenti su quella chat erano minorenni. I primi ad essere tutelati devono essere loro, non credi? Se due adulti si rendono protagonisti di azioni che violano l’incolumità di un minore possono piangere quanto vogliono ma chi è dalla parte del torto sono sempre gli adulti, che avvrebbero dovuto vigliare in primis e di conseguenza evitare di avere video intimi su uno strumento al quale avrebbero potuto accedere dei minori. Ribadisco come fatto in altri post, che sono immensamente dispiaciuta per la donna coinvolta, ma qui non stiamo parlando di una ragazza che é stata prima drogata e poi stuprata ed il video pubblicato in rete, ma di una irresponsabile probabilmente oggi al soldo di manigoldi che stanno usando il suo licenziamento per danneggiare la Roma. Rifaccio la domanda, se la cosa fosse accaduta in un istituto scolastico e l’azione del bambino avesse portato a galla un reato che si perpretrava tra le aule, Voi avreste cobdannato il bambino per diffusione del video o avreste chiesto la testa degli adulti?

    • vogliono ma chi è dalla parte del torto sono sempre gli adulti, che avvrebbero dovuto vigliare in primis e di conseguenza evitare di avere video intimi su uno strumento al quale avrebbero potuto accedere dei minori. Ribadisco come fatto in altri post, che sono immensamente dispiaciuta per la donna coinvolta, ma qui non stiamo parlando di una ragazza che é stata prima drogata e poi stuprata ed il video pubblicato in rete, ma di una irresponsabile probabilmente oggi al soldo di manigoldi che stanno usando il suo licenziamento per danneggiare la Roma. Rifaccio la domanda, se la cosa fosse accaduta in un istituto scolastico e l’azione del bambino avesse portato a galla un reato che si perpretrava tra le aule, Voi avreste cobdannato il bambino per diffusione del video o avreste chiesto la testa degli adulti?

  28. Ma il codice etico (almeno a livello legale e non morale) di cui tanto sti quattro giornalai (s)parlano ogni giorno, non dovrebbe essere un codice etico SPORTIVO? Ovvero, mi spiego meglio, la violazione di principi di correttezza non dovrebbe (nella fattispecie) riguardare solo ed esclusivamente il campo, lo sport, gli avversari? Se un calciatore, nelle sue serate libere, andasse a rapinare banche, potrebbe essere penalizzata la sua società di appartenenza per la giustizia sportiva, sulla base di violazioni di codice etico MA solo quello sportivo? NO! Se si ruba, se si viola la privacy, si violerà anche un codice etico (morale), ma che poco ha a che vedere con lo sport. Per me l’indagine sportiva sulla faccenda NON dovrebbe esistere affatto, i tribunali adeguati dovrebbero essere solo quelli del lavoro (per derimere la vicenda licenziamento per giusta/non giusta causa) e quelli civili (per violazione della privacy, furto e diffusione di video privati). L’etica violata (se mai ci fosse) NON è mai e poi mai contraria a principi di lealtà sportiva!!!

    • Assolutamente….infatti mi risulta che le società non siano mai state penalizzate quando i propri calciatori si schiantavano con i loro bolidi a 200 all’ora contravvenendo al codice della strada o quando venivano addirittura condannati penalmente per stupro. E’ chiara la natura persecutoria di questi articoli così come l’intento di condizionare l’andamento della squadra. Ma più tentano di penalizzarci, più cercheremo di raggiungere i nostri obiettivi…scendendo in piazza se occorre.

  29. Incredibile quello che sta succedendo. Roma Inter partita falsata da un gol in fuorigioco (è sempre fuorigioco se il giocatore infastidisce il portiere), Inzaghi che squalificato entra nello spogliatoio a fine primo tempo, una lealtà sportiva incredibile e di fatto falsa la seconda volta la partita, Acerbi fa il dito medio dopo il gol senza nessuna sanzione mentre Huijsen mette il dito incide sulla bocca ammonito e ho descritto solo una partita su 38, a noi la penalizzazione la danno già ogni anno, come cantava il grande Albertone “ve c’hanno mai mandato a quel paese?” Io spero che la società si faccia sentire.

  30. Sta storia fornisce “pane fresco” pe’ li cazziali che tra na decina de giorni ce camperanno de rendita co li striscioni…. speramo solo de metterglielo ar c___ noi visto che solo a quello s attaccheranno…😏

  31. certo, la questione Acerbi / Juan jesus è finita a taralli e vino , adesso rischia tutta squadra che per una che si fa fotografare da un primavera… ma squalificare il ragazzo e finita qua … no?

  32. Da poco è apparso un articolo sulla pagina web del corriere della sera …..così ho appreso che il famoso cellulare non è stato prestato per fare una chiamata al proprio procuratore ma per ascoltare musica…..e va beh ….ogni giorno si sente tutto e il contrario di tutto. Meglio che non dico quello che penso perchè i miei genitori hanno passato anni a farmi capire che l’educazione è una cosa fondamentale e mi devo comportare di conseguenza per rispetto nei loro confronti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome