Smalling, ancora allenamento individuale: difficile il suo recupero per Roma-Parma

15
1995

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Si complica la possibilità di vedere Chris Smalling regolarmente in campo per Roma-Parma di domenica prossima, ore 15.

Il difensore inglese infatti sta svolgendo anche oggi lavoro individuale e sembra non aver ancora recuperato in pieno dall’intossicazione alimentare avuta nei giorni scorsi che pare averlo debilitato più del previsto.

A questo punto è difficile immaginare che Fonseca possa gettarlo nella mischia senza nemmeno un allenamento in gruppo sulle gambe. Per la partita contro il Parma dunque le soluzioni sono tre: schierare la difesa a quattro, con Ibanez e Mancini centrali, rilanciare Juan Jesus titolare, oppure riportare Cristante in difesa.

Redazione Giallorossi.net

15 Commenti

    • cristante comunque sia andrebbe a posizionarsi d’avanti alla difesa e non nella linea difensiva

  1. Mah … davvero strano essere fuori per cosi lungo per una intossicazione alimentari. Strano perche si e ripreso abbastanza per allenarsi ma non in gruppo. Molto strano.
    Preferisco JJ in difesa invece di arretrare Cristante. Il Parma giochera’ soppratutto in contropiede. Partita da non sottovalutare.

  2. Lo abbiamo atteso a lungo, preso poi all’ultimo istante utile con brivido finale, poi si infortuna al ginocchio , gioca così così perchè non al meglio e ora fermo per intossicazione alimentare . No comment … meglio non dire nulla

    • ancora con sta storia, se gioca cristante è per avere un giocatore in più a centrocampo in fase di impostazione, cristante seposiziona d’avanti alla difesa e non in linea come un centrale

  3. Per fortuna la difesa è l’unico fra tutti i nostri reparti che ha una panchina piuttosto lunga…
    Fonseca poi ha mostrato una certa capacità di adattamento nelle emergenze, sono tutto sommato fiducioso, ma non si dovrà fare alcuno sconto al Parma, impegno e attenzione ai massimi livelli.
    Se anche in questo caso, fra Parma Cluj e Napoli, squadra e tecnico sapranno affrontare la situazione, senza sbandamenti, allora si potrà guardare con maggiore fiducia al giro di boa di fine anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome