SMALLING: “Insinuazioni false su di me, prendo antidolorifici in abbondanza. La mia lealtà nei confronti del club non ha mai vacillato”

100
1898

AS ROMA NEWS – Chris Smalling torna a farsi sentire con un lungo post su Instagram nel quale fa chiarezza sulle sue condizioni fisiche, sulla riabilitazione che sta affrontando e sul ritorno in campo. Tutto questo proprio all’indomani dell’esonero di Mourinho. Ecco le sue parole:

“Dal mio arrivo alla Roma nel 2019, il mio impegno e la mia lealtà nei confronti del club non ha mai vacillato. Dall’istante in cui ho messo piede a Trigoria, mi sono sentito a casa. Il rapporto con i tifosi della Roma è qualcosa a cui tengo molto. Per questa ragione, vorrei affrontare alcune delle voci che circolano da qualche tempo.

Vorrei mettere in chiaro che non ho mai chiesto né contemplato di lasciare questo grande club. Questi ultimi mesi sono stati i più frustanti della mia carriera. Questo infortunio sfugge al mi controllo. A nessun calciatore piace trascorrere le proprie giornate su un lettino fisioterapico. Questo periodo mi ha messo a dura prova. I miei compagni vengono e verranno sempre davanti a tutto, ma la priorità assoluta dello staff medico è di garantire che io possa dare un contributo significativo nella seconda parte di questa stagione e di quelle a venire.

Mi sono mostrato aperto a qualsiasi soluzione tanto a breve quanto a lungo termine, le insinuazioni secondo cui avrei dettato io il piano di recupero sono false. Tutti hanno escluso l’intervento chirurgico e non mi resta che confidare nelle competenze di chi segue la mia riabilitazione, la quale, al contrario di quello che si crede, comprende, eccome, antidolorifici. E in abbondanza.

La priorità è che io possa giocare con la Roma al massimo delle mie potenzialità. Non vedo l’ora di rivedervi tutti presto. Colgo l’occasione per ringraziare José ed il suo staff per il sostegno nelle ultime tre stagioni e per dare il benvenuto a Daniele nel club. Forza Roma”.

Fonte: Instagram

Articolo precedenteComportamenti sgraditi ed esclusioni eccellenti: calciatori da Ryan Friedkin. Così Mourinho è stato abbandonato dalla sua “famiglia”
Articolo successivoFriedkin ammaliati da Conte, ma prima serve un ds: la Roma incassa il “no” di Modesto

100 Commenti

    • era Mourinho che gli impediva di fare le dichiarazioni che fa adesso ? Buffone tu e il tuo procuratore.

    • No ma più che altro “Tutti hanno escluso l’intervento chirurgico”.
      Allora vorrei capire che caxxo c’ha che si imbottisce di antidolorifici e s’ho mesi che non lo vediamo!
      O so i medici che non ce capiscono na beneamata, ma dubito, o è lui che ha qualcosa di cronico che mette un punto interrogativo sul suo rientro.
      Però pure qui non è possibile che sta società debba esse na casa de riposo pe chi non ce la fa.
      Ce deve esse pure un termine per il rientro, ci manca un giocatore importante, altrimenti risoluzione del contratto!

    • ma non siete tifosi, ma comari…
      vedete il marcio ovunque.
      Mourunho ha sempre solo detto che non si sapeva quando poteva rientrare Smalling. Ed è lo stesso che dice lui.
      Siccome girano le voci che non prende farmaci perché è vegano, ha fatto bene a smentire le chiacchiere per proteggere la sua immagine.
      Da qui a montare tutte le beghe solite si una tifoseria talvolta maligna…

    • adesso hanno tutti la voce ,2 so le cose,o se la stanno facendo sotto o remavano contro il mister

    • sognare è gratis, un killer da tastiera.
      si evince la serietà della persona, che viene sempre in primis. il giocatore,come lui stesso afferma, sta passando un periodo difficile ed io gli credo. proprio qui ha bisogno di sostegno e no di mazzate.
      siete pronti a sputare ma mai a dare una mano per rialzarsi a chi sta a terra

    • caro sick…..non capisco che significa killer.Ho sempre difeso Smalling anche spiegando a chi non è del ” mestiere” come sia difficile e imponderabile la convalescenza da un problema tendineo del quadricipite/rotuleo.. sia per averne sofferto con rottura totale a causa di continue infiltrazioni per poter giocare che per averne trattati molti vista la mia professione.Nonostante tutto mi dai del killer da tastiera ….va bene ,evidentemente sei un ” boy” troppo boy….e anche un po’ “sick”…. ma ti perdono perché almeno sembri romanista….e qui spesso ne trovi finti .

  1. dai regà è palese che erano contro Mou, se stanno tutti a riabilità. A torto o a ragione se je giocavano contro è stato meglio mandarlo via.

    • “A torto o a ragione je giocavano contro”?!
      Spero tu stia scherzando… quale sarebbe la “ragione” per giocare contro la tua stessa squadra? Siete davvero vergognosi, cercate di difendere l’indifendibile.

    • Ciao Batigol, io penso che il giocatore è pagato per dare il massimo per la squadra.
      Indipendentemente dall’allenatore.
      Smalling è pagato MILIONI di euro. Se l’allenatore gli dice che deve pulire i cessi di Trigoria, lui li deve pulire col massimo impegno possibile.
      Se gli dice di fare panchina, fa panchina.
      Se non gli piace l’allenatore, sono affari suoi, deve giocare con la stessa dedizione. Sennò può sempre rescindere il contratto e cercarsi un’altra squadra.
      Smalling è uno dei Lazzari che impriovvisamente ricacciano la testa fuori dal sacco, ovviamente DOPO che il suo allenatore è andato via, non prima.
      Se metà della squadra è composta da uomini che hanno questi valori, come possiamo pretendere che mettano in campo sacrificio, abnegazione, che gettino il cuore oltre l’ostacolo? Non hanno lo spessore umano per farlo, sangue da una rapa non lo cavi.
      Purtroppo a Roma questa malattia si è radicata ed è diventata endemica. Lo “sforzetto” sei mesi prima della scadenza contrattuale è un’espressione che abbiamo coniato qui, all’ombra del Colosseo, vorrà dire qualcosa.

    • È pure peggio se così fosse, ad essere linciati dovrebbero essere i giocatori ammutinati a questo punto gran parte mercenari e non dediti alla Roma.
      Grosso errore della proprietà mandare via un allenatore come Mourinho a metà stagione e rimpiazzarlo con un ex bandiera con soli due mesi di esperienza sulle spalle da allenatore allo Spal almeno fallo con un esperto, se si doveva fare il cambio poi andava fatto o appena dopo Budapest o a inizio campionato o a fine campionato, così facendo ti sei rovinato la stagione, perché basta poco per ritrovarsi peggio di prima in campionato e in Europa League.

    • non intendeva ipotizzare che ci possa essere una ragione valida per giocare contro ma che a prescindere da chi avesse le colpe per il cattivo rapporto tecnico-giocatori devi esonerare l’allenatore, dato che non puoi cacciare a metà stagione tutti i giocatori. Il giocare contro poi è tutto da verificare, anzi lo escludo dato che lo escludeva li stesso Mourinho… semplicemente se hai dubbi, remore, insicurezze, tensioni rendi meno.

    • @Idi, anche io sono stipendiato per dare il massimo in ufficio, ma ti assicuro che se domani mi cambiano di reparto, levandomi dalle mansioni dove performo bene e mi mettono a fare qualcosa che non è nelle mie corde e in mondovisione vanno a dire che sono scarso nel farlo, fra un anno me ne vado. Ora la differenza che io posso mandà curriculum poichè sono uno strumento inutile in una catena di lavoro (pur con competenze di nicchia che portano profitto all’azienda – nel mio settore), mentre i calciatori sono un bene.

      Capisci qual è il problema?

      Penso di si perchè scrivi sempre cose che condivido quindi siamo abbastanza allineati.

      Poi… e se il massimo di questi giocatori fosse questo? Se sono veramente scarsi allora che je damo a fa 7 mln a uno solo per ribadirlo e non migliorarli? A 20.000 euro al mese ce vado io co un megafono eh…

    • Idi, la tua è teoria pura.
      Il mobbing esiste in qualsiasi posto di lavoro. Ed il calcio non fa differenza.
      Non sarebbe la prima volta che una squadra scarica l’allenatore. E lo sai bene.

    • La riprova più lampante è quella di rivedere alcuni filmati dell’allenamento svolto da De Rossi che ritraeva Smalling in campo ad allenarsi col gruppo e ora con questo si possono spiegare anche gli addii di Dzeko, Mkhitaryan, Veretout, Zaniolo e Matic

    • Ma davvero vi stupite se una squadra gioca contro il proprio mister, o quantomeno giochi controvoglia?
      È successo centinaia di volte in tutte le squadre.
      Ma il reiterare da parte di Mourinho “siamo un gruppo fantastico”, “siamo una famiglia”, la protezione continua dei giocatori ad ogni debacle, salvo poi accusarli a turno di inadeguatezza e di tradimento, ma non vi sapevano tanto di paradosso o fuffa?
      Visto che non puoi cacciare via 10/15 giocatori, la soluzione è sempre cacciare il mister, c’è poco da fare.
      Adesso ricicciano soprattutto i “non abili” come Smalling e Sanchez e (spero) anche altri si aggiungeranno alla lista dei resuscitati.
      Due piu due fa sempre quattro.

    • Fabio1974 con questo ragionamento che fai a vincerla saranno sempre i giocatori che si credono tanto sto ca..o ma in realtà molti di loro sono pure da metà classifica ben pagati e per di più non costruirai mai niente o non vincerai praticamente niente con questo atteggiamento.
      Ad aprire bocca e a pretendere fior di ingaggi anche quando fai prestazioni al di sotto del tuo stipendio che dovrebbe essere allora lì sono tutti bravi pretendono e va bene, ma quando c’è bisogno di metterci dedizione in campo costantemente proprio perché sei ben pagato per farlo allora in quel caso se la rigirano come gli pare, ma come funziona qui e il problema è l’ allenatore in questo caso? Dai su per favore, che questa solfa va avanti da anni con i cambi di allenatori per mancanza di programmazione societaria e per diversi giocatori che continuano a fare i loro comodi, tutto questo perché la proprietà è assente e glielo permette di farlo, pure quando prendono le batoste in campo.
      Continuiamo così andremo lontano

    • @Idi: pure l’allenatore è uno stipendiato professionista, non solo i giocatori. Come stipendiato è tenuto a non dare contro alla propria società in pubblico, a non svilire e puntare il dito sui suoi sottoposti, a prendersi le responsabilità dei fallimenti in quanto responsabile del team.

    • @Batigol e Rod, potrei capirlo per Karsdorp (del quale continuiamo a non sapere cosa sia successo, ma comunque poi sembra che il rapporto si sia recuperato) ma Smalling? Sempre portato in palmo di mano ed elogiato pubblicamente da Mou, sempre. Tranne quando l’infortunio inizia a prolungarsi sine die, Chris non rientra. Mou dice quello che ha detto, che in realtà non si capisce se si riferisca al fatto che sono tutti frustrati per questa situazione oppure se insinui qualcosa (è la stampa che ci ha ricamato sopra), ma anche fosse, se alla fine Mou, dopo mesi di indisponibilità del calciatore, inizia a dire che è lui che non vuole rientrare, lo fa per autolesionismo (considerando che è il più forte lì in mezzo)?
      Sanches, in campo lo abbiamo visto tutti. Lo mandi in campo dicendogli, guarda, ti giochi le tue chanches, lo toglie dopo 18 minuti perché vede che non si mangia il pallone. Ha fatto bene! Magari questa sberla gli serve per non tirare indietro la gamba e tornare ad essere un calciatore.
      Comunque, è vero, è inutile parlare ora. Vediamo come va la stagione, come giocano, cosa accade, e magarui possiamo farci un’idea più chiara.

    • Sop la proprietà però deve fare pure il suo dovere quando avvengono episodi arbitrali sconcertanti o torti generali che ti compromettono a te il campionato, come anche prendere provvedimenti verso quei giocatori che non stanno rispettando i contratti firmati o se la rigirano come vogliono. E quando si perde di brutto sempre la proprietà in questo caso deve intervenire per rimetterli subito in riga e non che non fiatano e lo fa solo quando che gli convenga.
      Come anche è dovere della proprietà mettere l’allenatore nelle migliori condizioni per poter lavorare bene.
      Infine altro appunto una società seria dopo quello che è successo a Budapest nella finale di Europa League, doveva reagire e prendere posizione oltre che a difendere il proprio tecnico, cosa che non ha fatto ne in quella occasione e ne per tutto l’ anno in campionato, quindi non ci vedo molta serietà da parte loro.

    • “A torto o a ragione se je giocavano contro è stato meglio mandarlo via.”
      Quindi, un mucchio selvaggio di mocciosi strapagati possono remare contro il Mister, che equivale a remare contro la Società che ti paga e i tifosi che fanno i sold-out, ma se io dico, a torto o a ragione, non me la sento di supportare un mister anti-romanista e un gruppo di frondisti, mi linciate, vero?

    • Batigol, quello che dici e’ talmente campato in aria che e’ più credibile l’atterraggio degli UFO a Villa Borghese. Se…se…se… Allora io ti dico che SE io mi fossi comportato a lavoro cosi’ avrei perso il posto. Una mia preside, nel 2009, mi convoco’ nel suo ufficio e mi disse che avrebbe indagato sui miei molti giorni di malattia, soprattutto considerando che una discreta maggioranza cadeva di lunedì o di venerdì (cioè, secondo lei, io me li prendevo per fare il long week-end). All’epoca mi era stato diagnosticato il diabete di tipo 2 e ho dovuto fare molte analisi. Vuoi la Bosman, ti devi adeguare.

  2. Ergo, Mou ha sempre detto robe false nei suoi confronti, ma lui ha aspettato solo ora per chiarire. Strano, non c’è che dire…

    • Non c’è niente di strano. Anzi, dimostra come Chris si sia preso m*rda per mesi dall’allenatore e sia rimasto in silenzio per non destabilizzare l’ambiente ulteriormente con polemiche inutili.

    • Ma quale me**a ha spalato Mou sul vegano? Explain, please.
      Allora giustifichi pure Karsdorp che non si e’ allenato e ha fatto il macello che sappiamo. Avevano ragione anche ‘Nzonzi, Coric e tutti gli altri mangiapaneatradimento, giusto? Dove tiri la linea di confine tra quello che e’ accettabile e quello che non lo e’?

  3. ma perchè se ne esce così solo dopo che hanno cacciato Mou? bah non si hanno elementi per dire che sia vero o no quello che dice ma poteva chiarire prima

    • per evitare politiche nocive alla squadra e al club? Sai le persone di un certo livello lo fanno. Ricordo come levò il disturbo Spalletti senza dire una parola su nulla, nemmeno sui rapporti con Totti.

    • Siamo alla follia, questo grazie a Mourinho ha rinnovato a 3,3 netti più bonus, e lo giustifichiamo dicendo pure che è un signore perché s’è stato zitto. Magna a sbafo co la Roma!

    • la risposta la sai Gia non devo dirtela io o altri.
      Aspetto con trepidazione Sabato da li inizierò a capire meglio ….

  4. Tutto bello ma le tempistiche di queste dichiarazioni dopo mesi di silenzio assoluto un po’ di sospetti li destano, mettiamola così…

  5. una dichiarazione arrivata in leggerissimo ritardo, però con i tempi per lui ( e non solo) giusti..
    grazie professionista esemplare e romanista vero…per quanto mi riguarda sei libero di andare ovunque…e così vedrete che sarà

  6. Io non so quando lui potrà (vorrà?) rientrare. Certo è che con lui o senza di lui è una Roma diversa, molto diversa. Però vorrei sapere cosa abbia avuto o abbia in realtà. Neanche io credo che lui ce l’avesse con Mou ma li lascerebbe qualche dubbio al riguardo l’eventualità di un suo immediato ritorno in campo, che comunque spero in ogni caso avvenga, perché l’unico imperativo categorico per me è l’interesse della Roma.

    • indovina perche è semplice ,
      Perche adesso non c’è il PARAFULMINE e quindi mo so caxxi e per me iniziano ad accorgersene sabato, vorrei ricordare ai piu giovani che qua se non sbaglio nel 2009 hanno tirato indietro la maglia di Totti non de pizza e fichi .

  7. come uomo fai ridere, per me puoi continuare a farti i cannoni con gli alieni….chi va contro alla maglia, per questo avete fatto, può andare a taglia l erba e fumarserla fino a giugno..

  8. Speriamo torni presto perché ci serve come il pane, ma il tempismo del suo post è quantomeno sostetto. Il suo infortunio risale a più di 4 mesi e mai ha provato a spegnere le critiche e le insinuazioni, lascia pensare che il suo rapporto con Mou non fosse proprio dei migliori, e volesse metterlo in difficoltà

    • Nelle prossime immediate partite capiremo con chi avesse buoni rapporti Mou.
      Alla luce della sua dichiarazione di addio, parrebbe solo con 3; e di questi, per la verità, lungo le 3 stagioni in cui ha allenato, non sarei neppure sicuro di tutti e 3.

      Es; Bove fu a lungo ingiustamente umiliato, non facendolo entrare mai, neppure quando il centrocampo si avvaleva di improbabili figure senza tecnica, senza corsa e senza grinta, e qualunque allenatore, di fronte a risultati deprimenti, – in campionato una costante (piaccia o meno) -, tenta qualcosa per ridare dinamismo e vivacità
      …fateci mente locale su tutto quel che è successo.
      A lungo Mou ha privato Bove della fiducia indispensabile per un giovane esordiente. La storia dell’inserimento graduale è andata avanti fino all’inizio di questa stagione (nonostante il gol di Bove in semifinale). Veniva inizialmente messo in campo per dimostrare che la rosa era scarsa e la panchina inconsistente (e su Bove è difficile negare che abbia avuto, a lungo, torto).

      Sarà questione di sensibilità soggettive, opinabili, ma è difficile che Mou abbia, tra i giocatori, degli “amici”. Alla Roma, poi, la continua e implacabile deresponsabilizzazione dell’allenatore e il mettere, in molti modi abilmente comunicativi, i giocatori alla gogna, non ha praticamente risparmiato nessuno, lungo le tre stagioni.

      Poi, certamente, le pippe non mancano e neppure i giocatori fisicamente ormai tramontati; ma questo problema lo affronta ogni allenatore. Mou è un “penalizzatore”, un martello psicologico: ma il sistema aveva cominciato a fare acqua già al Manchester e al Tottenham. E quello che sta emergendo ora mi pare perciò un tantinello scontato…

  9. Non ci si rende conto molto spesso dei ritmi del calcio di oggi e le sollecitazioni muscolari. poi la stampa sputa sulla Roma a catinelle. Torna Cris. dobbiamo vincere la Coppa Uefa

    • Che vinci??? Credici mi raccomando , col kaiser che rivediamo una finale in Europa .

  10. degna risposta a quelli che gli urlavano dietro, che peraltro rappresentano una buona a fascia del tifo romanista.

  11. Se Smalling avesse avuto un sostituto decente non avrebbe fatto ste tarantelle, ma vista la situazione ha potuto ritenersi offeso da Mourinho e impiccargli la stagione. Ora capisco perchè le società con pochi mezzi è bene che ingaggino giocatori mediocri, perchè i mediocri sono facilmente sostituibili, ma un allenatore affermato ovviamente si tiene alla larga da società del genere. L’ambiente di Roma, così particolare, aveva sedotto Mourinho, tanto che abbiamo vissuto un’anomalia per due anni e mezzo, il futuro è il ritorno alla normalità pallottiana. Il mio sogno è che un giorno non troppo lontano arrivi uno sceicco bianco e salvarci da questa Roma da fast food e riporti su un cammello Mourinho con una squadra alla sua altezza. Poi mi sveglio e vedo De Rossi che loda la ristrutturazione di Trigoria.

  12. Spero che torni presto in campo. È troppo importante per la Roma.
    Certo che se avesse spiegato tutto questo prima, sarebbe stato meglio.
    Ero molto meravigliata che un giocatore
    come lui, pensasse solo a fare l”asceta”, e non curarsi con il meglio che c’è, visto che è un atleta e che è voluto rimanere a Roma pensando che forse sarebbe potuto rimanere anche Mourinho.
    Speriamo che rientri presto!

  13. perché parli solo ora caro Chris? dubito mou facesse pretattica su di te… ti ha sempre tenuto in grossa considerazione! a me fa girare le palle la tempistica dell’ uscita… allora è vero che mou aveva una parte dello spogliatoio contro. per me i friedkin sono una copia un po’ più riuscita di Pallotta… nient’altro

    • mourinho secondo me aveva una parte di spogliatoio contro.
      guardiamo a chi ha deciso di andare via in questi tre anni e traiamo le conclusioni.

    • Mourinho l’ha accusato più volte indirettamente di poca professionalità e di non volere tornare disponibile al contrario di altri come Mancini. Se tu stessi male e il tuo superiore ti accusasse di battere la fiacca come la prenderesti ?

    • @Sop Smalling è dipendente della società Roma (datore di lavoro). Queste ripicche/litigate tra superiore (Mourinho) e dipendente (Smalling) non fanno altro che far male alla società (datore di lavoro). Anche se non vai d’accordo con il tuo superiore non puoi nuocere alla Società. Nel 90% dei casi il datore di lavoro manda via tutti e due. Mourinho è andato via ora tocca a…..

  14. Visto che glorificare chi siedeva sulla panchina romanista, guardate il perché e il come è stato esonerato gli scorsi anni.

    Forse così capirete di tante cose.

    Non mi stupiscono queste parole.

    Bene fisicamente, smalling è il più forte centrale in A e solo a Roma, per innalzare la figura dell’allenatore, si distrugge quella del tuo difensore migliore.

    Ne usciranno,.eccome se ne usciranno.

    Altro che famigliola della mulino bianco, tutti felice e uniti.

    I dissapori che si percepiscono contro Mourinho sono tanti, anzi, tantissimi.

    Vedremo quello che accadrà.

    Per.il.resto, sbrigati a ritornare che ci servi!

    • e certo il manchester so 7 anno che non vince neanche la coppa del nonno il tottenham l unica possibilità ce l aveva il giorno prima della finale dove ha licenziato mourinho e da li un sfilza di vittorie sul subbuteo, certo speriamo che non tocchi a noi la stessa sorte perche rimanere 7 anni senza vince na mazza è da ….. nel frattempo tu avrai cambiato 10 nick io invece staro incaxxato come un picchio,.

    • Nando i fatti sono chiari, mou è stato esonerato invece cinque è andato, soprattutto dopo l’esperienza di Milano con l’Inter.

      Nella vita esistono i percorsi, così come nel calcio: alla vittoria ci arrivi facendo un percorso di crescita, sennò poi ti ritrovi con il sedere a terra.

      Per una societa, esempio, arrivare in Champions equivale ad una vittoria, perché puoi investire, sponsor e giocatori più felici.

      Sarà assurdo, ma se andavi a chiedere ai friedkin se avessero preferito vincere la conference che arrivare in Champions, ti avrebbero detto la seconda, i giocatori forse idem perché prendono più soldi, un palco scenico nobile e così via.

      Per noi è l’opposto invece.

      Il problema è che a voi e non è un accusa ma un dato di fatto, interessava molto di più vedere e sentire mou perché vi identificavate in lui, io mi identificavo più in Spalletti per esempio.

      Ma ripeto, i dati sono chiari di mou, il resto sono chiacchiere da bar.

    • Lorysan non faccio il commercialista io VOGLIO VINCERE ANCHE UN BONSAI il resto non è roba che mi compete .

  15. la chiave del successo di una squadra è quella di creare un gruppo coeso per affrontare le sfide comuni. E creare il gruppo è il primo obiettvo di un mister. Vi sembra che Mou ci sia riuscito?

  16. mourinho l’unica cosa in cui è riuscito, è stata vincere una Conference.
    per me troppo poco.
    per il resto? una rosa svalutata e un gioco che ci ha fatto prendere per il ciulo da mezza italia

    • Solo la conference? ti ha portato al secondo anno in finale di Europa League con la rosa rimaneggiata nel finale di campionato, ma cosa dici, svalutazione della rosa che era già svalutati di loro da tempo perché sono stati acquisti sbagliati fin dall’inizio.
      Il gioco lo fai se hai i giocatori validi in campo su cui poterci lavorare bene e non invece con gli scarti del dimenticatoio o con quelli rotti.
      Già prima di Mourinho si giocava male quindi nulla è cambiato sul miglioramento della rosa e costruzione della squadra, quindi chi sbaglia maggiormente è la proprietà con i suoi dirigenti che si è circondata.

    • e certo 100 anni hai vinto 3 campionati e 1 supercoppa italiana, dimenticavo la coppa delle fiere del 1960 piu o meno come la conference ,quindi un trofeo europeo dopo……. 62 anni , bella media se continua cosi io non ce sarò piu ma mesa manco te a meno che non ciai 20 anni

    • Scusate ma il successo è da addebitare anche alla società, che poi è quella che ha portato e pagato il vicario di cristo.

    • h.p.l te l’ hanno pure portato ma alla fine non l’ hanno messo nelle condizioni per poter lavorare bene in questi tre anni e nonostante tutto ti ha portato in due finali europee in due anni, una vinta e l’ altra rubata, senza contare che non hanno mai preso una dannata posizione la proprietà ne in campionato e ne quando ci hanno fatto il torto nella finale di Europa League.

    • Alessandro io sono d’accordo, ma io dal primo giorno dissi che a mio modestissimo parere non avrebbero proprio dovuto ingaggiarlo. Non avrebbero dovuto per via delle sue ultime esperienze, tutte finite abbastanza maluccio, e per il profilo che è.
      Però rimane il fatto che l’hanno portato loro e questo non si può negare. Qua sembra che Mourinho, da Londra, un giorno s’è svegliato, s’è innamorato della Roma, s’è pagato ed è venuto qua… Non è così. La proprietà, sbagliando, ci ha provato.
      E’ vero che Mourinho ci ha portato due finali europee, per carità non avevo gioie di questo tipo dalle Coppe Italia di Spalletti, ma sempre frutto della volontà della proprietà è.
      Peraltro, ribadisco il mio pensiero, Taylor a parte, la finale l’hai persa perchè hai cannato le sostituzioni e ti sei chiuso per tre quarti di partita togliendo tutti i rigoristi.
      Ma poi lo sapevano pure i sassi come stava messa la Roma a livello economico.

      Io non dico la proprietà non sbagli niente, figuriamoci, però cerchiamo di non ribaltare il piano della realtà.

  17. Non mi sembra che il rendimento di Smalling, fino a che ha giocato, sia paragonabile a quando era in tandem con Ibanez, non per fare la vedova del brasiliano, lo sono già di mio. Vedremo quando torna come giocherà, quello che dice ora, oltre che tardivo non ha nessun riscontro. Come per tutti tolleranza zero, a prescindere da quello che deciderà la Curva, perché mi sono stufata di reggere il gioco a chiunque.
    #FRIEDKINOUT

    • Come Barzagli e Chiellini facevano giocare bene Bonucci, così Smalling faceva giocare bene Ibanez e Mancini

  18. Maledetto il giorno del tuo rinnovo ci hai impiccato la stagione e abbiamo perso José per colpa tua con i soldi che prendi potevano ingaggiare un calciatore meglio di te spero che te vai prima di subito testa di caxxo

  19. Eccoli qui i topini !come per magia escono dalle tante. Smolling scrive, Sanchez rimette la foto a che bella gente . Pensano che il Romano è rinco si dimentica tutto, forse qualcuno dentro lo spogliatoio non gli ha detto che chi tocca Roma muore. Questo è opportunismo per sgamare a fine anno un altro ingaggio da un altra parte . Oggi sono usciti i sorci karsdrop, Spinazzola, zalesky,Er magnifico che non ha neanche avuto il coraggio di fermarsi per parlare con i tifosi e questo sarebbe Romano si è fermato Svilar vergognati ecco mi auguro che da sabato questi giocatori vengono fischiati dall’ inizio alla fine non devono più indossare la maglia sono andati contro il popolo . Ecco perché ci vuole sta sacrosanta figura forte dentro Trigoria che li sbatte al muro, un Nela un Cervone gente che mette paura. Invece si continua con questa linea del non progetto ,aspettando il nuovo DS . Ma mi auguro che queste figure non ci saranno il prossimo anno.

    • vero e’ che chi tocca la Roma muore (non fisicamente) in un certo senso cadono nell’oblio totale
      présidenti,dirigenti, allenatori,giocatori ,arbitri ,dirigenti lega calcio, giornalisti ,ecc. Roma non si tocca

    • assolutamente d’accordo con Fra, in tutto e per tutto. i “fab six” (smalling, sanches, spinazzola, pellegrino, karsdorp e zalewski) via da Roma a furor di popolo, e fischiati sonoramente alla lettura delle formazioni. Traditori.

  20. Che tempismo! Fare questo chiarimento social il giorno dopo l’esonero di Mourinho. Stimo Smalling che, quando ha giocato, è stato un buonissimo difensore. Però non gli basterà per ricevere il rinnovo contrattuale.

  21. E’ resuscitato pure Chris Tofu. Sta resurrezione desta un sacco di sospetti. Su di lui dovrebbe fare un comunicato la società, a livello medico per capire. Praticamente con questa dichiarazione ha sbugiardato Mou che diceva il contrario e lodava Mancini. Io credo a Mou, sarebbe una follia totale che per mesi è impazzito e diceva certe cose su Smalling.

    • Ragazzi vi prego. Non è follia si chiama populismo. Altrimenti dovremmo credere che Karsdorp ha tradito intenzionalmente la Roma e ci ha fatto fare goal.

    • matteo la face se veramente ha portato avanti questa cavolata per mesi, allora dovrebbe arrivare la querela da parte di Smalling, significa screditare una persona e personalmente sarebbe folle Mou

  22. Sono sempre stato orgoglioso della parte calda del tifo, ma da quando è venuto mourinho provo vergogna. Karsdorp è stato minacciato ed insultato perchè mourinho, invece di dire che è una pippa, ha detto che è un traditore (tipica strategia populista per cui bisogna trovare un malintenzionato da qualche parte per scaricare la frustrazione, altrimenti la frustrazione rimarrebbe sul groppone). Oggi Smalling parla e gli accusatori deducono che il fatto che non abbia parlato prima dimostra una mancanza di disponibilità a guarire oppure la volontà di entrare in conflitto con l’allenatore: ancora una volta, si dà per vera la versione dei fatti di mourinho e ci si rifiuta di pensare la cosa piu semplice, ovverosia che dopo che mourinho ha detto che smalling potrebbe giocare stringendo i denti, qualsiasi cosa avrebbe detto smalling a suo discapito sarebbe stata bersaglio di critiche. Il povero Smalling non ha pensato che la ghigliottina populista sarebbe durata anche dopo l’esonero di mourinho e durerà ancora. Rimane solo da sperare che De Rossi, che è un signore, eradichi dal tifo romanista la tendenza mourinhiana a creare un capro espiatorio e scagliarcisi contro. Forza magica Roma dall’Appio latino

  23. Aho ma questo è sempre stato na persona seria sia in campo che fuori perché adesso e improvvisamente sarebbe diventato un pagliaccio? Fino a prova contraria merita credito e bere a fatto a puntualizzare la situazione. Forza Chris e Forza Roma

    • personalmente io un contraddittorio via social con Mourinho, maestro della comunicazione, non l’avrei manco preso in considerazione. ne sarebbe uscito con le ossa rotte, a torto o a ragione.

      riguardo alla questione delle cure rifiutate, ben precedenti ai riferimenti manco tanto velati di Mourinho a voce, sono uscite dalla stampa, che qui viene stigmatizzata 99% delle volte, non si sa bene da quali fonti forse i topini di Trigoria… che tutti noi chiediamo dove è da 6 mesi è ininfluente, una domanda retorica che non prevede risposta se non “sta male”. l’unico modo che ha di rispondere è tornare in campo pronto e forte. chissà se ci riesce.

  24. Un giocatore o e’ forte o non e’ forte, io guardo solo questo oltre all’attaccamento alla maglia cosa che ha dimostrato al 100% in occasione del suo acquisto precedente all’ultimo rinnovo, rischiando fino all’ultimo minuto di rimanere fuori rosa al Manchester pur di non accettre altre offerte anche a cifre piu alte (Inter). Pero’ giarava voce che non prendeva gli antidolorifici, adesso che ha spiegato che gli antidolorifici li prende possiamo finire sta polemica inutile su uno dei pochissimi giocatori degni che abbiamo? L’ha detto tardi, l’ha detto dopo che Mourinho se ne e’ andato…. ma basta

  25. Mou accentrava la comunicazione è proteggeva il gruppo a modo suo, cosa che ha sempre fatto in Italia.
    Smalling non può fingere davanti a referti stampati da macchinari sanitari e a relazioni mediche, non auguro ad alcuno di passare le pene dell’inferno per protusioni, ernie, cisti, altri problemi all’apparato muscolo-scheletrico.
    Lo dico sia da medico che da persona acciaccata dopo anni di trascuratezza perché mettevo il lavoro prima della mia salute.
    Se oggi Smalling parla e ringrazia Mou e staff medico non è paraculata, perché se sgarri oggi sventoli certificati redatti da psicologi, non da ortopedici e tecnici radiologici. È impossibile dire che non puoi lavorare nel calcio se una risonanza dice che puoi anche fare un triplo carpiato nel fuoco.
    Lasciate stare i rumor per guadagnare click facili che vi attirano come falene.

  26. Adoravo questo giocatore e , sono convintissimo che , se lo avessimo avuto a disposizione tutto il campionato ora saremmo li, a lottare per le primissime posizioni ma , ora , la sta facendo fuori dal vaso .Quasi 5 mesi di silenzio e ora , improvvisamente ,sente il dovere di dare spiegazioni. Mou non è stato esonerato dai Friedkin ma dai giocatori ,mi sembra che ci voglia così poco a capirlo .Significativo anche quello che la proprietà ha detto ai giocatori : ora non ci sono più alibi , più chiaro di così non si può. Speriamo di essere ancora in tempo a salvare la stagione.

  27. Più che antidolorifici dovrebbe prendere antinfiammatori e se sta seguendo le indicazioni dei medici della società, questo fa il furbo…..

  28. E parla pure lui: il muto! Risoluzione del contratto per non vederlo più in giro per Roma. Senza pudore! Senza un minimo di vergogna. Sanguisughe!

  29. Allora, ho 34 anni e sono strapagato per fare un lavoro fichissimo, giocare a pallone, in una squadra in cui sono uno dei migliori e i cui tifosi mi adorano.

    Perché dovrei trovare scuse per non continuare a farlo?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome