Smalling, Roma rassegnata. Si torna su Vertonghen

25
2741

ULTIME NEWS AS ROMA – Aggiornamenti poco incoraggianti sulla situazione Smalling arrivano oggi dai principali quotidiani. Il difensore si allontana sempre di più dalla Roma, col Manchester United che è sempre più deciso a non fare sconti: la richiesta di 20 milioni per il centrale non scende.

A Trigoria, scrive oggi “Il Messaggero” (S. Carina), la speranza che la situazione possa sbloccarsi sta pian piano lasciando spazio alla rassegnazione di perdere l’inglese. Tanto che nelle ultime ore si è tornati a parlare dell’ipotesi Vertonghen, che ha salutato il Tottenham liberandosi a parametro zero.

Arrivare a dama con il 33enne belga però non sembra compito facile: l’Atletico Madrid gli ha offerto un contratto sul quale il difensore sta ragionando da tempo. La concorrenza dunque è forte.

Fonte: Il Messaggero 

25 Commenti

  1. Quelli del Messaggero hanno finalmente parlato con Petrachi, che ha svelato ogni problematica e strategia di mercato.
    Grandi…

  2. 20 milioni per Smalling sarebbero in teoria un prezzo accettabile. Il problema è che non si può sapere, se non a mercato finito, se e quanto, com’è probabile, il livello dei prezzi dei cartellini subirà la flessione dovuta alla crisi economica (contrazione della liquidità e forte calo dei consumi e perciò dei valore attuale dei diritti televisivi come conseguenza della probabile flessione dei prezzi dei passaggi pubblicitari e di ogni altro introito delle società: dagli incassi per i biglietti, al merchandising, agli sponsor).
    Il calcio stavolta può fare meno “caso a sé” (data la sua funzione implicita di “controllo sociale”) in una recessione epocale, in quanto questa colpisce in particolare il settore “spettacolo”, la mobilità, l’ospitalità.

    Questo aspetto viene messo in ombra dalla “rigidità” della domanda di chi ha preso giocatori in prestiti secchi. Non di meno il mercato calcistico risente di un’asset inflation che subirà un’inevitabile correzione nei prossimi 2-3 anni.
    Dunque, la Roma su Smalling avrebbe bisogno di tempo (semmai per rinnovare il prestito con obbligo di riscatto); che non ha perché l’Europa League (la Champions ovviamente ancor più) è una specie di festival del rilancio del business e c’è l’esigenza primaria di fare un buon risultato; anzi un risultato eclatante.

    • …senza contare che la supercazzola prematurata ha perso i contatti col tarapìa tapiòco

    • Robbo1, ma che c’hai nascosto che c’hai un fratello? 😉
      Cielito assolutamente d’accordo con la tua disamina…questo potrebbe essere un nuovo anno zero per il calciomercato come lo furono gli anni della sentenza Bosman e l’acquisto di Neymar, che in modi diversi hanno sfasciato il calcio per come lo conoscevamo e aperto la strada a dei furfanti di professione, determinando un sempre maggiore distacco tra chi ha i soldi e chi compete solo per partecipare. Vedremo se qualcosa cambierà, ma conoscendo un po’ certi personaggi è più facile che vedremo scambi di giocatori ipervalutati, piuttosto che un ridimensionamento significativo dei cartellini

  3. Davvero un peccato se perdiamo smalling, con Ibanez e Mancini avremmo potuto avere davvero una bella difesa.
    Detto ciò il belga a me piace molto e sarebbe un ottimo sostituto, però tocca movese.

    • una squadra seria avrebbe tenuto smalling e aggiunto verthonghen. poi kolarov, mancini, ibanez e cetin. 3 vecchi e 3 giovani. perfetto!

  4. Non ritengo corretto che nelle more dell’eccezionalità post covid l’allungamento dei contratti sia stato lasciato agli accordi fra le parti.

    L’accordo per il prestito di Smalling era per la stagione 2019-2020 e quella stagione non si è ancora conclusa.
    Ovvio che in condizioni normali i contratti terminano il 30 giugno. Altrettanto ovvio che quest’anno la situazione non è normale.
    Pensiamo ad esempio alle squadre finaliste di EL e CL che si troveranno a giocare le partite nell’ultima decade di agosto e venti giorni dopo iniziare la nuova stagione, con la nuova squadra.

    Il fatto che il ManUtd neghi l’impiego del giocatore nella fase finale dell’Europa League, considerato che Roma e Mancherster U potrebbero incontrarsi lede in qualche modo il principio di lealtà sportiva.

    In realtà sta usando la leva dell’Europa League (la lista va consegnata entro il 1 agosto) per forzare la mano alla Roma anche per la prossima stagione.

    Spero in una presa di posizione netta del giocatore, che a Roma ha trovato tranquillità e è al centro della difesa, mentre a Manchester era finito in panca maltrattato dalla tifoseria.

    • Smalling non forzerà la mano ché è un intelligente tranquillone: sta benissimo a Roma, ma sa anche che la sua carriera deve molto al Manchester Utd, dunque perché creare strappi non necessari?

      Sulla prima parte del tuo post invece lodo anche le virgole: se FIFA e UEFA fossero stati organismi sani, avrebbero dovuto tutelare la regolarità/sportività in certe situazioni impreviste. Essendo un branco di cialtroni corrotti, hanno invece nicchiato per non inimicarsi nessuno…

  5. 20 mln – i 3 già pagati dalla Roma per il prestito? A 17mln si trova qualcosa dello stesso livello? Non credo!E’ vero che non è giovanissimo,ma,alla stessa cifra,si dovrebbe andare su una scommessa,niente di paragonabile ad un giocatore dell’esperienza di Smalling già testato nel campionato Italiano con ottimi risultati!

  6. Ma secondo me non te lo danno neanche per 20 milioni, poi c’è anche la sfortuna che potrebbero essere nostri avversari in Europa league, quindi inutile farsi illusioni.
    Si potrebbe riaprire qualcosa solo nel malaugurato caso, fossimo eliminati dal Siviglia, comunque è chiaro che bisogna iniziare a guardare anche altrove, dopo il campionato strepitoso che ha fatto con noi il Manchester cercherà di metterlo all’asta, che poi è la stessa cosa che stiamo facendo noi con Scick, dove non ci siamo accontentati di quello che hanno offerto.
    Quindi c’è poco da arrabbiarsi e sbraitare contro la società, quando un calciatore è in prestito il pallino in mano ce l’ha chi detiene il cartellino.
    Abbiamo già fatto una prodezza con Miki, ma non tutte le ciambelle riescono con il buco

  7. Io credo che come al solito i giornali ci stanno prendendo per il kulo! Attendo, spalle al muro, SOLO COMUNICAZIONI UFFICIALI. Qualcosa mi dice che finirà come spesso accaduto: arriverà direttamente l’ufficialità del passaggio di Smalling alla Roma. Per l’ennesimo cetriolo a “certa stampa”! Forza Roma

  8. Il problema è che non è Smalling nel decidere, è il procuratore, lui di suo si abbassa l’ingaggio ma non si è mai puntato, insieme al procuratore contro il Manchester, quindi, mi ricordo di altri giocatori e altre trattative che tra procuratore e assistito si puntavano in nostro favore, qui non è così… È forte, ma 20 mln sono tanti, non ce li hanno dati per Dzeko e noi li dobbiamo dare per Smalling?

  9. Bah, ma l’abbiamo spesi 20 milioni per Kluivert, 23 per Cristante, un’altra ventina a testa, se non sbaglio, pure per Pastore e Nzonzi, 21 per Defrel… E invece per Smalling facciamo i preziosetti? Giuro che non lo capisco e che, comunque, a volte, la Roma prende delle topiche clamorose. Ricordo, fra le tante, il non aver comprato Mahrez per 45 milioni (eravamo arrivati a 42…) e aver poi ripiegato su Schik last minute. Ma anche Zyech non lo abbiamo preso per 35 milioni, ritenendo che erano troppi, e oggi Zyech è stato acquistato dal Chelsea credo a una cinquantina di milioni ed è un top player. Smalling avrà anche trent’anni, però mi sembra un giocatore integro, è un leader, altri due tre anni di ottimo livello te li garantisce, quindi perché non fare un “piccolo” sforzo? Se non ci sono altri motivi (accordi già presi dal Manchester con altre società, volontà del giocatore di stare in una squadra che fa la Champions, ecc.) perché non arrivare a questi benedetti 20 milioni?

  10. Secondo me con un minimo sforzo prendi sia Smalling che Vertonghen,anche se vorrei ancora capire chi sarà l’allenatore e il ds della Roma la prossima stagione.

  11. Le soluzioni sono due e lo ripeto all’infinito o prendi smalling accontentando il Manchester oppure viri subito su vertonghen non ci sono altre soluzioni. Il problema è che si è aspettato troppo, si sapeva che prima o poi il Manchester united resosi conto della baggianata fatta per averlo mandato in prestito sarebbe tornata per battere cassa. La trattativa andava chiusa a gennaio non ora e soprattutto ci si poteva accordare già con un obbligo di riscatto e non ora solo per acquisto a titolo definitivo bella cazzata societaria.

  12. Mi auguro che questa vicenda finisca in modo utile, che sia solo il gioco delle parti, l’acquisto di Smalling sara’ lo spartiacque per capire il futuro della Roma.

    Per il futuro tutto cio’ puo’ far capire che Pallotta non schioda fino a quando non otterra’ la cifra richiesta per cedere, a quel punto potra accadere di tutto anche la possibilita’ di veder partire anche Zaniolo a quel punto sara’ una vera Caporetto.

    • Ciao Peter, servono idee, cosa che alla Roma attuale sembrano mancare, primo perche’ i referenti tecnici.
      Il D.S. in primis (De Sanctis oltre a non essere all’altezza non ha poteri decisionali) e il (D.G. Fienga non ha competenze tecniche calcistiche ma solo amministrative).
      Poi metti che in questi ultimi giorni alla Roma sono stati lasciti liberi di andare a parametro zero giovani di sicuro futuro professionistico o perche’ non c’erano fondi per riscattarli.
      Ora come ora chi decide e’ Baldini che penso abbia come unico interocutore tecnico Fonseca.

      Come dicevo nel precedente post, la vicenda Smalling comunque vada forse ci fara’ comprendere meglio quali sono le reali intenzioni di Pallotta, il rischio e’ quello del vuoto cosmico, cioe’ vendere fin che si puo’ e quanto piu’ possibile, poi andare sul mercato degli svincolati sempre che si riescano ad ingaggiare calciatori di qualita’ “ad ingaggi umani” ammesso e non concesso che di umano c’e’ rimasto ben poco.

  13. @Peter: Raiola t’ha venduto Kluivert a 20 milioni, ed era (e lo e’ tuttora) il sodale di Monchi… E mi vorro’ fare quattro risate se e quando la Roma riuscira’ a disfarsi di Kluivert per almeno 12 milioni, e a quale squadra poi (altro che Barcellona, Arsenal e altre baggianate simili): minusvalenza assicurata, quindi. A cosa “servirebbe” Raiola, dunque, non lo capisco. Non ti bastano i procuratori ladri che già ammorbano il calcio italiano: tu vuoi pure il più ladro di tutti?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome