Smalling torna al centro della difesa: contro Giroud tocca a lui

16
436

AS ROMA NEWS – Chris Smalling torna al centro della Roma e della difesa giallorossa. Contro il Milan giovedì sera a San Siro sarà l’inglese a fare coppia con Mancini e difendere la porta dagli assalti degli attaccanti rossoneri.

Con Ndicka squalificato e Huijsen fuori dalla lista Uefa, il ballottaggio riguarderà solo l’inglese e Diego Llorente, tra i migliori nel derby vinto contro la Lazio. Ma De Rossi stavolta è orientato a rilanciare Smalling dal primo minuto.

Una scelta che il tecnico ha anticipato nella conferenza stampa post derby e che nasconde anche motivazioni tattiche: la difesa romanista dovrà guardarsi bene sia dalle sgroppate di Leao e Pulisic (sarà compito dei terzini e delle ali occuparsene) ma anche dalla pericolosità del gioco aereo di Olivier Giroud. 

Da qui la scelta di De Rossi di puntare con forza su Smalling, che di testa è quasi sempre insuperabile. Tornerà titolare anche Spinazzola a sinistra, mentre a destra il ballottaggio tra Celik e Karsdorp è apertissimo.

Fonti: Gazzetta dello Sport / Il Tempo / Corriere dello Sport

Articolo precedenteMancini verso il patteggiamento: se la caverà con una multa
Articolo successivoTancredi e Konsel: “Svilar non ha punti deboli, ora non deve fermarsi. E’ un para-rigori, questo fa la differenza”

16 Commenti

    • Ma forse Kasdrop è più difensivo rispetto a Celik.
      Di certo se penso che abbiamo buttato 10 mln per Baldanzi e sulle fasce stiamo ancora a Celik o Kasdrop.. e qualcuno venera ancora Pinto !??

    • Karsdorp non deve giocare più titolare .Deve entrare a risultato acquisito per far rifiatare celik.

    • Ancora Karsdorp ? Ma quanto è raccomandato. Varrà molto di più a luglio se non gioca e evita figuracce.

    • non è possibile affrontare Leao con Celik o karsdorp, il primo non ha la fisicità per tenerlo quando viene lanciato, l’altro non ne parliamo neanche… bisogna fare una marcatura tutta per lui, io ci metterei proprio Llorente, visto che il terzino l’ha anche fatto, seppur tanto tempo fa. comunque uno fra Llorente e Mancini. Leao non deve toccare palla, e bisogna piazzarci un mastino che gli tolga tutto lo spazio possibile prima che parta in velocità, perché poi non li prende più nessuno..

    • Se metti Llorente terzino non hai cambi per i centrali, vista la squalifica di Ndicka e Huijsen che non è in lista.
      Regà, bisogna entrare nell’ordine di idee che se Leao ha la luna giusta, Celik, Karsdorp o Llorente cambia poco, nessuno gli sta dietro nell’uno contro uno.
      Chiunque sarà il terzino ti devi affidare all’organizzazione e ai raddoppi puntuali, e a volte neanche quello sarà sufficiente.
      Pensiamo piuttosto a sfruttare il loro di punto debole, perché dietro ballano parecchio e hanno pure qualche assenza.

  1. Pietà, karsdorp no.
    celik non sarà Cafu ma nelle ultime partite non mi fa bestemmiare come un demonio, cosa che invece riesce benissimo a karsdorp.

    ne va della salvezza della mia anima 👀

  2. questa potrebbe essere una partita da giocare col 4-4-2 o col più familiare 3-5-2…non ce lo vedo Dybala a contrastare Hernandez, e con Celik già impegnato con Leao, sarebbe troppo facile per loro farci male…si gioca su 180 minuti, quindi uscire da San Siro senza un passivo pesante è fondamentale

  3. Incrociamo le dita rega’!
    Certo che se ritrovassimo la versione migliore di Smalling sarebbe un upgrade forse decisivo per il finale di stagione….
    Daje Roma mia bbbella!
    FORZA ROMA

    • Il punto debole del Milan è la difesa, malgrado abbiano un gran portiere quello è il loro tallone d’Achille e dobbiamo sfruttarlo.
      Anche nella partita col Lecce hanno concesso e solo la scarsa mira dei salentini (come del resto già dimostrata contro di noi) ha impedito loro di prendere gol.
      Non dobbiamo commettere l’errore di pensare solo a limitare i danni in attesa del ritorno, perché se gli concedi di preoccuparsi esclusivamente della fase offensiva è il momento che ti fanno male, come è quasi sempre successo in questi ultimi anni quando li abbiamo affrontati col fortino.
      Da centrocampo in su hanno tante risorse, persino nelle seconde linee. Prima o poi il gol te lo fanno, anche più di uno, se ti presenti in atteggiamento passivo.

  4. Celik di solito si è comportato bene con Leao.
    Il giocatore che ha fatto meglio nelle partite contro Giroud, è stato Kumbulla.

  5. l’olandese .mai più. solo 5 minuti semmai a risultato acquisito.. mi accodo al commento sopra, ne va l’ della salvezza della nostra anima, celik e’un onesto terzino peraltro sempre impiegato male prima come quinto, quando e’ un terzino a 4…e non ebbero sia così scarso a difendere.. sempre meglio di coso. li….forza Roma.

  6. Karsdorp proprio no. Poi da quella parte i dirimpettai sono Theo Hernandez e Leao…………. Danielino ti prego, no a Karsdorp.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome