Sorpresa Brasile: ora vuole Mourinho come prossimo ct

41
1125

AS ROMA NEWS – Perso Carlo Ancelotti, che ha deciso di rinnovare il suo contratto con il Real Madrid snobbando la proposta prestigiosa di guidare la nazionale più titolata del mondo, ora il Brasile sta corteggiando Josè Mourinho.

A scriverlo è l’edizione odierna de Il Messaggero (S. Carina), che racconta come, un po’ a sorpresa, sia proprio lo Special One, un allenatore che non punta al bel gioco ma al risultato, il prescelto da parte della federazione carioca.

Già in passato Mou era stato oggetto del desiderio di una nazionale, a lui ancora più cara, quella portoghese. Ma il tecnico non se l’era sentita di lasciare la Roma. Adesso il tecnico di Setubal ha manifestato apertamente la sua volontà di continuare in giallorosso, e la palla passa ai Friedkin.

L’intenzione, scrive Il Messaggero, è quella di aspettare ancora e vedere quali risultati otterrà Mourinho nelle prossime partite. La strada per restare a Roma è tracciata: serve la qualificazione alla prossima Champions.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteSerie A: l’Inter frena col Genoa (1-1), Lazio ok in rimonta sul Frosinone (3-1). La Fiorentina batte il Torino (1-0), solo 0 a 0 del Napoli col Monza
Articolo successivoVerdone: “Mourinho un attore nato. Meglio il mio 2023 di quello della Roma. Senza Dybala la situazione è drammatica”

41 Commenti

    • Sì e stiamo aspettando la bomba del Corriere Zazzaroso dello spocchio, ad strisciare la sua dolce lingua tra le natiche della vecchia signora.
      Ma a noi che ce frega basta che vince a Roma.
      SFMROMA

    • se per caso dovessimo essere troppo vicini al Bilan a metà gennaio lo cercheranno su Marte e si porterà via alla firma Lukaku, Dybala, Mancini, Bove e Zaleswki. Pennivendoli senza vergogna !!!😡🤬

    • mi sembra giusto tentare di destabilizzare una squadra ottava che arriva settima da 5 anni. facciamo paura e vogliono frenarci.

  1. Mi sembrerebbe una scelta perfetta per il Brasile, sa gestire e mettere in riga i grandi campioni, fortissimo nelle partite secche, e inoltre farebbe sempre interviste… in portoghese. 😉

    • Pensa sti fessi del Brasile che amano il gioco samba preferiscono Mourinho a Thiago Motta o italiano so proprio dei fessi

  2. Come tutti i tifosi giallorossi, io non so come andrà a finire con Mourinho, se resterà anche nei prossimi anni oppure andrà via da Roma. Ma al di là del parere personale di ognuno di noi sul mister portoghese, so solo che la decisione definitiva va presa in tempi rapidi, senza ridursi all’ultimo istante, perché non è affatto semplice trovare un allenatore veramente valido.

    • I love, secondo me di allenatori validi ce ne sono eccome (Thiago Motta , De Zerbi ecc..) , solo che noi tifosi non abbiamo pazienza e vogliamo il gran nome . Con Mou abbiamo e abbiamo avuto una pazienza infinita , oltre ai risultati , vogliamo vedere un po’ di calcio , cosa sconosciuta in questi tre anni. Hanno ragione i Friedkin ad aspettare fino alla fine per vedere se entreremo in Champion Ligue.

    • Mario in tre anni con Mourinho abbiamo ottenuto due Finali Europee di cui una VINTA ed una rubata. Se per voi non vale nulla lasciate perdere il calcio e dedicatevi ad altro

    • @mario: non hai assolutamente torto. Io temo però che se ci si mette in moto negli ultimi giorni di trattative si corre il rischio di non arrivare neanche a un allenatore di fascia media. Il discorso vale naturalmente per qualsiasi squadra, ma a noi interessa la Roma, come è logico.
      Magari sbaglio, ma questa è semplicemente la mia opinione.

  3. Gli stessi che ieri davano sicuro Ancelotti in Brasile,
    oggi sanno che stanno cercando Mou.
    Gli agenti brasilegni di Oronzo Canà erano più credibili….
    Fratelo di leche, mira Canà, mira….

  4. NON SI CONSIDERA UN PUNTO FONDAMENTALE…

    IL DECRETO CRESCITA.

    Senza il così detto “decreto crescita” la Roma, anche se in Champions, non potrà permettersi ne Lukaku né Mourinho, ne tanti giocatori che ha comprato usufruendo di questo beneficio.

    Mou è alla Roma non perché lui ama Roma, ma perché i 15mln lordi che prendeva al Tottenham erano stati “riempiti” con il decreto crescita e con la buona uscita dal Tottenham.

    Oggi Mou è a bilancio per 10mln circa lordi, grazie al decreto crescita, ma senza la Roma dovrà tirare fuori 15 lordi, cosa impossibile per la società a meno che il benefattore Mourinho che ama tanto Roma non si decurti lo stipendio a 5mln netti l’anno.

    La Champions servirà a poco in sede contratto e di bilancio.

    Per questo penso che lui non rimarrà, per questo.

    La Roma vede davanti a sé un grande ridimensionamento, dovuto proprio ad un discorso fiscale che colpirà molte società in Italia.

    Ndicka, aouar, Lukaku, lo stesso Mourinho, e potrei continuare, sono tutti professionisti che ti sei potuto permettere grazie al decreto crescita.

    Magari ci saranno sorprese ma io penso da giugno inizierà un nuovo progetto, molto simile al terzo anno di Pallotta, cioè facendo trading di giocatori puntando sulla valorizzazione come accaduto col Napoli, Inter o Milan.

    • Il decreto crescita cesserà dal 1 di gennaio per i nuovi contratti, ma rimarrà in vigore per quelli in essere (Aouar, N’Dicka).
      Ipotizzo che se Mou rinnovasse entro il 31/12/23 rientrerebbe ancora nel beneficio.
      Detto questo comunque stiamo parlando complessivamente in serie A di qualche decina di milioni, quindi non capisco il catastrofismo che aleggia ora in serie A.
      Ecco magari invece di andare a buttar soldi su presunti campioni con ingaggi impossibili e che nemmeno fanno la differenza sarà la volta buona che si punterà sui giovani.
      E magari si punterà più sul mercato italiano.
      E magari anche noi metteremo su un’Under 23 come i gobbi che ora stanno raccogliendo i frutti di questa scelta lungimirante.
      Di qui l’importanza di avere sia dirigenti che conoscano bene i nostri campionati, sia dirigenti che conoscano bene i talenti emergenti in tutto il mondo.
      Diciamo che i dirigenti che sanno fare acquisti solo scorrendo i parametri zero su Transfermarkt potrebbero avere molte difficoltà in più.

    • Vedo che hai poche idee e confuse.
      L’abolizione del decreto crescita (se confermato – ma non era stato abolito anche il superbonus? Ah, no Fratelli (d’Italia), stavamo scherzando), spiegherà i suoi effetti solo su i nuovi contratti che le società (di calcio e non) italiana concluderanno per acquisire le prestazioni di calciatori e professionisti che lavoravano all’estero.
      I contratti stipulati in precedenza che avevano usufruito del decreto crescita (Mourinho, Lukaku… per fare dei casi che ci interessano) continueranno a godere dei benefici fiscali previsti.

  5. Io Mourniho che guida una nazionale non ce lo vedo proprio.
    Voglio dire, lui è uno che vive di calcio h24, che lavora giorno x giorno sulla mentalità, sugli atteggiamenti, che ama lo scontro verbale, la polemica studiata, la pressione degli incontri su piu fronti.
    Col Brasile come farebbe? Riunisci un gruppo si e no una volta al mese, fai qualche stage e provi una 30ina giocatori improbabili in un anno, prima di trovare un undici che funzioni discretamente.
    Poi, come ci lavori se gli spazi per le nazionali sono sempre piu ridotti?
    Soprattutto col Brasile che parte sempre con aspettative altissime, ma sono 20 anni che non vince un mondiale e infilando delusioni cocenti anche con decine di top players.

  6. pennivendoli scatenati
    prima la telenovela bonucci mai confermata dalla società, poi il divorzio da sanchez come se il psg avesse l’anello al naso per riprendersi e pagare un calciatore per loro inutile quando esiste un contratto fino a giugno, poi due club arabi e anche il galatasaray pronti a coprirci d’oro per spinazzola, ora mourinho dt del Brasile …
    ma anche basta. rilassatevi e godetevi il capodanno.

    • La telenovela Bonucci? Confermata da Pinto e Mourinho stessi. O non negata, che è la stessa cosa.
      Pinto: “Bonucci? Un nome su cento prima o poi magari lo prendono”.
      Mourinho: “Non si può andare contro la passione dei tifosi”.
      Che devono di’, c’aveva già l’armadietto a Trigoria?
      Su Spinazzola nessuno ha detto che ci coprono d’oro, magari fosse ma non sarà il caso.
      Sanches, verosimilissimo che c’abbiano provato, almeno sondato.
      Mourinho DT del Brasile? E perché no? Le offerte del Portogallo e degli arabi è stato lui il primo a sbandierarle.
      O pretendi che il calciomercato diventi la Gazzetta Ufficiale? Overmars e Davids alla Roma non ci sono mai arrivati ma nessuno dubita che ci abbiamo provato.
      Rilassarsi significa prendere le notizie di calciomercato per quello che sono sempre state, per ogni calciatore o allenatore che arriva ce ne sono stati altri tre che sono stati almeno trattati.
      E’ un mercato, appunto, non è che quando vai a quello ortofrutticolo non ti giri almeno tre o quattro bancarelle.

    • A grande richiesta, è tornato Fasullik…
      Nell’ultima versione (siamo alla centesima?) c’ha un calzino sulla capoccia, che ficata…

    • Sock Hatsee La telenovela Bonucci? Confermata da Pinto e Mourinho stessi…
      Trovami un qualunque articolo dove vi sia stata una conferma di un interessamento da parte di GM e Mourinho e ti dò ragione. Se vuoi “MISTIFICARE” alcune dichiarazioni a tuo piacimento liberissimo di farlo ma non innalzarti a portavce altrui. Overmars non è mai stato contattato dalla Roma (lo ha dichiarato lui stesso) Devids (se non ricordo male) venne proposto dalla Juventus in cambio di De Rossi ma venne rifiutato da Capello Mi sa tanto che sei te quello che va in cerca di asparagi, cetrioli e melanzane per poi spacciarle per zucchine!

    • Dai su, qualcuno pensa veramente che Bonucci non sia stato realmente ad un passo dal vestire la nostra maglia?
      Capisco la poca considerazione verso stampa e giornali, ma le dichiarazioni di Mou, quelle mi sembrano piuttosto chiare da comprendere.

  7. A prescindere dalla fondatezza della notizia non sono queste le proposte alle quali Mou è interessato. Lo ha già dimostrato rifiutando la nazionale portoghese e l’Arabia.
    Penso che solo la proposta di un top club europeo potrebbe farlo vacillare e allontanarlo dal proposito di rinnovare con la Roma. A lui interessa ancora vincere nel calcio che conta, conquistare “tituli” e accrescere il suo palmares.

  8. A Mourinho interessa allenare una Nazionale ma non è quella Brasiliana, il suo sogno è allenare un giorno quella del Portogallo per cui l’ingaggio decurtato non sarebbe un problema. Lui ha dichiarato che avrebbe potuto fare una eccezione solo per la Nazionale lusitana.
    Il Brasile è negli ultimi anni poi una patata bollente. Come è uscita la replica di Felipe Melo (40) del Fluminense, criticata la squadra per come scritto da un’altra parte essere stata definita una squadra di arzilli per via anche di Fabio Maciel (43) e Marcelo (36), Melo a dire che lui e Marcelo possono tranquillamente giocare ancora per tanti stagioni tanto il livello dei calciatori in Brasile oggi è molto scarso, fa capire come di talenti di altissimo livello, forse oggi in Brasile sono veramente pochi, sopravalutati e non dal potenziale alto come una volta. È questo lo diceva anche prima calciatori come Ronaldinho e prima ancora Romario. L’industrializzazione dei fondi di investimento sportivo in Brasile (e da alcuni anni stanno operando anche in Argentina), hanno cancellato parte della cultura calcistica brasiliana, fatta da una filosofia e quella metodologia “zinga” che aveva formato tanti passati campioni, da anni oramai è morta (i pochi maestri di “zinga” per via di un sistema che cerca una produzione di massa di calciatori abbassando la qualità per ottenere più quantità, sono dovuti immigrare all’estero). I fondi hanno ruolo anche molto dominante e potere economico, cioè devi anche convocare diversi calciatori che vogliono loro per aumentarne il valore del cartellino e visibilità, e quindi qualsiasi ragazzo di 14 anni in su, anche di discreto talento oggi ha quasi per forza firmato con un fondo (o un investitore), non deve preoccuparsi più per il futuro e fa tutto quello che vuole il fondo che ovviamente l’unico obiettivo del fondo è monetizzare e guadagnarci il più possibile. Per farvi capire che oggi gestire una Nazionale Brasiliana, devi affrontare anche questa realtà in Brasile, non puoi pestare i piedi a questa gente che hanno anche percentuali di proprietà dei maggiori club brasiliani pure, oltre ad aspettative mostruose con calciatori sempre meno talentuosi rispetto al passato.

    • Saverio, Mourinho l’opportunità di poter allenare il Portogallo ce l’ha avuta lo scorso anno ma l’ha rifiutata ed è rimasto alla Roma rispettando il contratto.
      Casomai il sogno di allenare la sua nazionale è per quando si sarà stufato di allenare squadre di club tra un pò di anni quindi.

  9. Dopo aver rifiutato il Portogallo (la sua nazione, non una qualsiasi), secondo quale logica dovrebbe accettare di fare il CT di una delle nazionali brasiliane più scarse di sempre? Ne scrivono di ca**ate

  10. quando i giornalai finiranno di scrivere minch@@@e ???? fatalità oggi alla vigilia di un match importantissimo visto le vittorie dei gigli e pigiamati di ieri. Basta a questa informazione schifosa che mina a destabilizzare… Ca@@o!!! vergognatevi, pur di vendere na manciata di copie in più dei vostri giornaletti pagati anche dalle tasche del popolo italiano!

  11. e ti pareva, alla.vogilia di un match cruciale per noi…mah…questi giornali sononprmai buoni quando hai finito la carta igienica.. testa a stasera e basta..

  12. visto come è crollato oggi il Bologna a Udine io se devo cambiare corteggio sempre de zerbi, anche se dopo la bocciatura del decreto crescita è una chimera pure lui….. ci aspettano anni buii…..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome