Spalletti: “De Rossi ha mantenuto vivo il carisma del capitano che è stato. L’Italia? Basta Playstation, qua non si caz*eggia”

33
1005

AS ROMA NEWS – L’attuale ct della Nazionale, ed ex allenatore della Roma, Luciano Spalletti ha rilasciato una lunga intervista sull’edizione odierna della Gazzetta dello Sport. 

Il commissario tecnico ha parlato di Daniele De Rossi, che si è definito un suo figlio: “È stato molto carino e lo ringrazio. L’impressione che mi trasmette in panchina è che oltre ad essere l’allenatore, ha mantenuto vivo il carisma del capitano che è stato, del leader che si spende per la squadra.

Questo i suoi calciatori lo percepiscono e glielo stanno restituendo sul campo. In più ha portato alla Roma un cambio di mentalità e di gioco. Non era facile in così poco tempo”.

Spalletti ha poi parlato dell’Italia e di come i calciatori con lui debbano cambiare approccio anche alla preparazione delle partite: “Alcuni giocatori devono aver creduto che Spalletti abbaia e poi non ha i dentini. Invece, si sbagliano e ora ci sono delle cose che vanno messe in chiaro. Da qui in avanti le Playstation le lasciano a casa e non le portano più. Glielo invento io un giochino al quale pensare per distrarsi la notte. Vengono da me e gli do i compiti da fare la sera se non sono bastati quelli di giorno. Perché in Nazionale si sta sul pezzo, concentrati, non si cazzeggia. Ripeto lo slogan degli All Blacks “niente teste di ca… qui”.

Ho parlato di videogiochi perché ci sono state cose che non mi sono piaciute. Voglio far rivivere i raduni e i ritiri di un tempo: vecchie abitudini e atmosfere. Cose semplici e sane. E Buffon in questo mi aiuterà. Se la modernità è giocare alla Playstation fino alle 4 di mattina quando c’è la partita il giorno dopo, allora questa modernità non va bene.

Si viene in Nazionale con gli occhi che ridono e con il cuore che batte e ci si sta come un branco di lupi che vanno in fila indiana per spingere il compagno davanti e non lasciare nessuno indietro. Gli italiani chiedono una Nazionale caz*uta e responsabile, solida e spavalda. Si viene in Nazionale per vincere l’Europeo non per vincere a Call of Duty“, ha concluso il ct.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteDe Rossi rivaluta il mercato di Pinto
Articolo successivoULTIME DA TRIGORIA – Out Pellegrini, è in dubbio per il Torino. Diversi cambi contro i granata. Domani mattina De Rossi in conferenza

33 Commenti

  1. Ti amo. Ti bramo. Dopo la nazionale torna per il 3.0. Ti prego Mister. Non mi interessa se le scimmie ti odiano. Torna comunque.

    • ha ragione alla play ce giochi a casa tua al ritiro pensi a allenarti e a vincere, sennò te vai a fa WL su FIFA e non rompi il caz*o invece di stare in nazionale

    • penso che la playstation non fosse un problema se ci giocassero 2 ore durante il ritiro, ma tutta la notte prima della partita…dai su non hanno piu 10 anni

    • Ma dove vivete?..

      Se tu giochi alla Play fino a mattino ed il giorno dopo devi giocare una partita.. In nazionale non ci vai..

      Stiamo parlando di professionisti, pagati mln e mln di Euro, che giocano per la propria nazione.. Se c’è bisogno via anche i cellulari..

      Per loro questo è lavoro, che gli può portare gloria, interesse di grandi squadre ed ingaggi più alti…

      Quindi esattamente se serve via la play il cellulare è si dorme alle 21.. Non ti sta bene?.. Puoi rifiutare la convocazione..

      E mi chiedo come si fa a criticare le parole del mister.. Bisogna vivere proprio in un altro mondo..

      Forza Roma

    • La mia domanda, sarcastica se non si è capito, era su come fosse giusto passare insieme il tempo per fare gruppo, atteso che la giornata è di 24 ore, 8 sono per il sonno, 8 per l’allenamento e 8 per il resto. Si giocava a carte nel mundial 82. Giocava a carte il capitano e Spalletti spiava dietro la porta. Ora, non dico che avrà torto, ma questi modi da sergente di ferro da parte di un ipocrita come lui me lo fanno scadere ancora di più. Ma è un problema solo mio. Voi potete sperare uno Spalletti 3.0, 3.1 ecc. ecc. P. S.: io non dimentico.

    • Lupasas.. Tu lo puoi odiare, lo puoi considerare nel peggior modo possibile… Lo puoi considerare un ipocrita, tutto ciò che vuoi e una tua opinione.. Non la condivido ma la rispetto..

      Ma non si può sindacare su ciò che dice.. “giocare alla Play fino alle 4 di notte”… È chiaro.. Non sta dicendo che non bisogna fare gruppo.. Sta dicendo di mantenere un equilibrio..

      Stesso discorso quando si metteva dietro la porta di Totti che giocava a carte.. Sempre di notte si trattava..

      Ora se lo fa Totti.. Che non ha bisogno di correre, e quando tocca il pallone è poesia.. Va bene.. Ma se lo fa un compagno, che deve correre per 90 minuti, che deve recuperare palloni, che non ha la stessa capacità di Totti..

      Non va bene.. È davvero parliamo di sergente di ferro?.. Uno che chiede a calciatori pagati mln su mln di andare a dormire ad un orario decente.. Per non arrivare stanchi alla partita..

      Si fa gruppo la mattina, il pomeriggio, si sta insieme dopo cena.. Poi si va a dormire.. Le società spendono mln per avere dei professionisti Seri..

      Su Spalletti si può fare ironia in mille modi.. Dal suo modo di parlare al suo modo di rosicare abbastanza evidente.. Ma no.. Su queste parole ha ragione da morire.. Ed aveva ragione anche su Totti che faceva notte a giocare a carte con altri compagni..

      Vai a chiedere a gente come Capello, lo stesso Mourinho, ma anche Guardiola.. Se permettono atteggiamenti simili.. Loro fanno prima.. Non si mettono dietro la porta.. Ti mettono fuori squadra..

      Chiedere professionalità non significa essere un sergente di ferro.. Ed io non chiedo uno Spalletti 3.0.. Ma se uno ha ragione ha ragione.. Aldilà della simpatia..

      Forza Roma..

  2. Maestro di vita, non solo di calcio… Ad avercene di “padri” così, in tanti ambiti, comprese le famiglie, che stanno formando generazioni di idioti smidollati

  3. Attento però Lucià, perché se ti fai aiutare da Buffon stanno fino alle 4 di mattina a scommettere online, ed è una cosa che non si può fare, mentre la PS non mi risulta ancora tra le cose proibite…

    • Zio DinDonDan..Puoi cambiare nick come le mutande (una volta al mese) ma ti fai sempre riconoscere per le stupidità che spargi nel Sito.
      Buffon ha fatto outing da un pezzo sulla ludopatia,che è per lui un lontano ricordo.
      E’ una malattia,non un argomento di scherzo.

  4. sostiene il concetto che nel calcio ad alti livelli..livelli che se ben gestiti ti consentono poi di vivere di rendita per una vita..si debba mantenere una serietà e una condotta particolare sintomo di attaccamento alla propria professione e alla maglia, un’attivita che essendo unica e privilegiata deve comportare inflessibilita e rinunce.. tanti sport richiedono sacrifici maggiori e minori ritorni (il riferimento al rugby non è casuale)

  5. …principi giusti, l’unica pecca, a parer mio, è farsi aiutare da un personaggio come buffon che per i suoi trascorsi non mi pare possa essere additato ad esempio (scommesse, comportamenti sleali, antisportivi..) ma noi siamo un Paese dalla memoria corta….

  6. Buuuuuuuuahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahahaha!!! È un mito! E come tutti i miti… Viene considerato un pazzo ai tempi di oggi! Purtroppo non si possono cambiare i tempi e la tecnologia sta peggiorando sempre di più la vita in generale! Avoja a dire che siamo noi a doverne fare buon uso! Chi ha creato queste “macchine infernali” sapeva che non ci sarebbe stato un controllo e… Un limite! Vedo almeno il 50% dei bambini che a 5/6 anni portano già gli occhiali! Si vive perennemente davanti lo schermo… Piccolo, medio e grande! Onore a Luciano che salva un briciolo di vita e salute a questi “papponi” milionari!!!

  7. Invece della playstation si portassero un libro, acuisce l’intelletto e concilia il riposo. Ma come diceva Boskov: ” testa calciatore buona solo per cappello”
    Bravo Spalletti ad esigere serietà, professionalità e dedizione per la nazionale.

    • Ci sono i vari Kindle e Kobo oggi, quindi sì, è possibile cercare il tasto on/off anche nei libri e difatti io ormai preferisco quelli piuttosto che edizioni economiche stampate che inevitabilmente finiscono al macero dopo qualche anno per penuria di spazi.

  8. ma come ti amo, grande…gia’ ci siamo scordati che ci ha derubato della gioia di vedere il capitano giocare con continuità nell’ultima parte della sua immensa carriera?

    • Faceva bene , Totti gli ultimi tre anni era ingrassato di 10 kili e in campo camminava o corricchiava per 15 min , quando la palla gli passava a un metro , nemmeno allungava piu’ la gamba , ci sono i video a testimonianza di questo.

  9. niente tette di caxxo e non si cazzeggia…e dice che Buffon lo aiuterà in questo??? c’è qualcosa che proprio non mi torna…

  10. Bravo Lucian , sei un grande , ci vuole una scossa con questi viziati milionari , ricordiamoci che sono due mondiali che ne stiamo fuori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome