SPALLETTI: “Queste partite le vinci se sei determinato a farlo, a partire dai magazzinieri”

15
620

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, commenta a fine gara la prova dei suoi ragazzi nel match di campionato che si è appena giocato allo stadio Maradona contro la Roma. Ecco le dichiarazioni del tecnico dei partenopei ai microfoni dei giornalisti:

Chi parte dalla panchina è forte e può cambiare la partita.
“Queste partite le vinci solo se fai vedere di essere determinato a vincerle, a partire dai magazzinieri. Sono partite complicate, ma quelli che sono entrati hanno dimostrato che erano già dentro la partita anche se sedevano in panchina. Questa è una qualità fondamentale della nostra squadra. A questi livelli se non hai tutti i calciatori concentrati e vogliosi di giocare con i compagni diventa difficile portare a casa queste partite”.

Mi piace il gioco che fai con i terzini.
“Dipende un po’ dalle caratteristiche dei terzini che abbiamo. Loro arrivavano sempre sui terzini con l’uomo a tutta fascia, quindi il braccetto era costretto a prendere Lozano o Kvaratskhelia. Tenendo i terzini dentro il campo inizi a palleggiare a destra e poi se arrivi a sinistra non fanno in tempo gli avversari. Oggi abbiamo avuto poco coraggio di far girare la palla. Abbiamo avuto poca qualità rispetto al solito, abbiamo servito un po’ male Osimhen, non è riuscito a prendere gli spazi”.

Il gol di Osimhen è stato stupendo.
“In quel gol c’è qualità, personalità, c’è tutto. Ha una botta incredibile, è forte fisicamente ed è difficile da contenere. Sa fare tutto, è un calciatore importante”.

Il cambio di Osimhen?
“Non possiamo pensare che possano giocare sempre gli stessi, bisogna tener conto cosa fanno gli altri in allenamento, altrimenti non siamo allenatori completi. Quando è mancato Osimhen, Raspadori e Simeone ci hanno aiutato a passare il turno in Champions League, con cinque cambi tutti possono essere sostituiti”.

Cosa ha regalato a Mourinho?
“Un Pulcinella, personaggio caratteristico di Napoli. In Champions League li ho regalati a tutti”.

Articolo precedenteNAPOLI-ROMA 2-1: le pagelle
Articolo successivoL’emblematico scatto di Mou su Instagram: “Che squadra, che spirito, che prestazione…” (FOTO)

15 Commenti

  1. Peccato davvero per la sconfitta. Ma vanno fatti grossi complimenti a entrambe le squadre, è stata una gran bella partita. Il Napoli ormai è avviato verso il tricolore, noi se continuiamo a giocare così potremo toglierci tante soddisfazioni adesso e in futuro.

  2. Quest’anno il Napoli è in uno stato di grazia e nessuno ad oggi può infastidirla per lo scudo, tanto che ormai loro sono già avviati verso quel titolo da diverso tempo a sta parte. Molto bravi è molto fortunati. Poi brava anche la Roma a tenerle testa in questa partita, si sapeva che non era facile e da sconfitta è uscita a testa alta.

  3. A riecco il Filosofo, che regala perle di saggezza. Ma io dico, sei bravo “sul campo” (sempre bene precisarlo così non si offende nessuno), ma non ti inoltrare in terreni che a te saranno sempre e comunque sconosciuti come tutti quelli che si trovano al di fuori del rettangolo verde. Ma che frase è? Ma che vuol dire? I magazzinieri? Ma ‘ndo l’hai letta? Ma sii sincero e di piuttosto che ti gira tutto bene e che quando fate gli errori non li pagate a caro prezzo (noi 2 ne abbiamo fatti e 2 goals abbiamo preso). Io non capisco il modo da vecchio saggio che ha! Esprime concetti confusi, butta li parole senza senso e magari pensa di aver detto una frase storica….boh? vabbè!!! Forse gli piacerebbe essere quello che non è….. Mourinho

  4. Complimenti, bella squadra, mi piace vedere giocare il Napoli. Però oggi posso orgogliosamente dire che mi è piaciuto anche vedere giocare la Roma.
    E non vedevo l’ora di dirlo…

  5. A Lucià è si bravo, bella partita ma t’ha detto pure bene! Ma perché t’avventuri su ste dichiarazioni enigmatiche. Ma che hanno fatto i magazzinieri, t’hanno dato le mutande giuste pe nun fatte strigne le paxxe?

  6. Ogni anno viene imbenzinata una squadra, l’altro anno il bilan quest’anno voi e il prossimo campionato con lo scudetto vinto farete la fine del bilan che stranamente passeggia e non corre più, ve tolgono il carburante.

  7. Spalle non te sei accorto de na cosa che ciai un C….. enorme e sai il C… a volte termina e io me lo ricordo pure a Roma, ecco preoccupate de questo e magari quell autogoal ieri entra e non prende il palo e perde 3 partite de fila non ce vole molto , quindi fossi in te piu che pulcinella me comprerei un bel San Gennaro e me lo appenderei al collo.

  8. Se fosse entrato l’autogol…se, se, se… contano i fatti, il Napoli ha vinto e non ha rubato niente, punto. Caso strano quando siamo fortunati noi non leggo nessun “se” e ci è tutto dovuto; il calcio è questo, a volte ti dà e a volte ti toglie.
    La differenza l’ha fatta la qualità che mette in campo il Napoli rispetto alla Roma, senza contare che noi abbiamo giocato praticamente in dieci, ma non voglio infierire, visto che nonostante tutto è stata una buona Roma.
    Nell’articolo “la Roma fa sul serio” di qualche giorno fa dissi che lo avremmo visto a Napoli se faceva sul serio: ebbene ho visto una risposta positiva, convinta, a dispetto del risultato che contro una squadra così forte ci può stare. Temevo la solita rometta che abbassa la cresta contro le grandi, invece fin dal primo minuto si è capito che non sarebbe stato così, e aggiungerei era ora.
    Per il finale confuso, è inutile prendersela con Bove e Tahirovic, i giocatori quelli sono, è colpa di Mourinho se in panca non ha i Simeone o i Ndombele? Doveva mandare i magazzinieri appunto? Parliamo invece di Cristante che si è addormentato sul gol o è lesa maestà pure quella?
    Comunque ribadisco quanto già scritto, se la Roma è quella vista ieri sera da qui a fine stagione, credo che qualche sassolino dalla scarpa ce lo toglieremo. Anche perché tra poco avremo anche Wijnaldum che magari non sarà al top, ma un po’ di qualità in più sicuramente la porta

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome