Stadio della Roma, i tecnici della Populus nella Capitale: arriva l’accelerata sul progetto definitivo

25
638

NOTIZIE AS ROMA – Sta arrivando l’attesa accelerata sul progetto Stadio della Roma a Pietralata che i tifosi giallorossi attendono con ansia ormai da mesi.

Nella Capitale sono infatti piombati i tecnici di Populous, lo studio di progettazione che si occuperà di disegnare il futuro catino che i giallorossi vogliono calare sull’area pubblica di Pietralata. Un nuovo incontro faccia a faccia con Lina Souloukou dopo quello avvenuto circa sei mesi fa a Londra.

A coordinare i lavori, oltre alla ceo giallorossa, è stato e sarà anche nelle prossime ore Eric Wiliamson, vicepresidente del Friedkin Group e braccio destro del presidente del club romanista. L’obiettivo, secondo quanto filtra da Trigoria, è dare l’accelerata definitiva su Pietralata. Dove, però, continuano a farsi sentire i residenti.

Dagli espropri ai vincoli, va trovata una quadra assieme al Comune. Ma l’impressione stavolta è di un’accelerazione, forse quella decisiva, sul dossier stadio.

Fonte: La Repubblica

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteGasperini: “Atalanta-Fiorentina rinviata per un fatto drammatico, non per un codice giallo”
Articolo successivoRoma, voglia di Chiesa: DDR spinge, Friedkin ci prova. Juve in pressing per farlo rinnovare

25 Commenti

    • Pure a Valmontone. Vi volete mettere in testa che siamo la AS Roma? Eh dajeeeeeee
      Sempre Forza Roma!!

    • Fiumicino è comune di Roma. Ha l’Autostrada, la ferrovia e l’aeroporto. Tra il meglio e il niente, meglio de niente. Stiamo da 20 anni a aspettà la prima pietra de uno stadio che a quest’ora ci saremmo già ripagati per metà, senza contare sponsor, merchandising etc… poi se vi sta bene così chi sono io per minare queste certezze… aspettiamo lo stadio a Pietralata.

    • Bati.. Magari hai anche ragione..

      Ma anche io la vedo in modo opposto.. Siamo la Roma, la squadra che rappresenta la capitale d’Italia..

      La casa della Roma deve essere Roma..

      E una questione che va oltre il semplice fatto di avere lo stadio..

      Fama, orgoglio, dignità, valore.. Tante componenti tutte importanti.. Non si può fare finta che non esistano.. Solo per avere lo stadio..

      Che comunque si..porterebbe comunque dei vantaggi.. Ma io credo che sia stato esaminata anche questa idea.. E proprio per motivi come questi sia stata bocciata..

      Ricordiamo sempre che dietro ci sono imprenditori.. Che valutano in primis cose come queste.. Lo stadio della Roma avrebbe più valore a Roma oppure a Fiumicino?

      Anche se Fiumicino per tanti versi e perfetta, come dici tu, non c’è comunque paragone..

      Ecco perché nonostante la disponibilità di Fiumicino, la Roma, non la prende comunque in considerazione..

      Forza Roma

  1. “Dove, però, continuano a farsi sentire i residenti”…quali “residenti”? I circa 15 che si sono presentati mentre venivano effettuati i carotaggi?
    I sedicenti membri del “Comitato Archeologico” che hanno scoperto la latrina di Augusto?
    I quattro disgraziati che hanno adibito la zona ad accampamento di fortuna?
    La ricchissima e variegata fauna selvatica della zona?
    Magari organizziamo un serio sondaggio tra le centinaia di migliaia di reali “residenti” di Pietralata (zona di solida fede romanista) e contiamoli questi contrari allo stadio…

  2. Quanta ridicola enfasi:
    …i tifosi giallorossi attendono con ANSIA…
    …Nella Capitale sono infatti PIOMBATI i tecnici di Populous…
    …Un nuovo incontro FACCIA A FACCIA con Lina Souloukou…
    …continuano a FARSI SENTIRE i residenti…

    Da questo scenario così teso, scaturisce la seguente timida conclusione:
    …l’IMPRESSIONE stavolta è di un’accelerazione, FORSE quella decisiva, sul dossier stadio.

    Becchime per polli è dire poco.

    • Il problema è proprio questo genere di pensiero..

      Vuoi i campioni.. Ma nel calcio moderno la campagna acquisti si fa con i soldi del fatturato.. I presidenti non possono mettere soldi..

      Tralasciando quei 3/4 Arabi che mettono soldi nel fatturato grazie a sponsor fasulli.. Nessun altro presidente in Europa mette soldi per la campagna acquisti..

      Quindi nel calcio moderno con quali soldi si acquistano i calciatori?… Con il fatturato.. Quindi se vuoi comprare campioni il fatturato deve diventare più alto..

      Uno stadio di proprietà porta investitori e sponsor per lo stadio, quindi il fatturato inizia a salire..

      Certo, solo lo stadio non basta e un passo.. Un aumento.. Magari grazie allo stadio ti entrano ogni anno quei 50 mln in più.. Pochi?

      Purtroppo non vi rendete conto che se in Italia tutte le squadre avessero lo stadio anche il campionato acquisterebbe valore.. E sarebbero altri soldi..

      Tutta Europa sta seguendo questa linea.. Inghilterra, Spagna, Germania, Addirittura la Francia.. Tutti scemi insomma..

      Siete rimasti ad un calcio vecchio.. Magari migliore, più bello.. Dove bastava un presidente come Sensi, Moratti, Berlusconi, etc etc etc.. Che mettevano i soldi per tutto..

      Il problema purtroppo è che non funziona più così.. Ed in Inghilterra anche una squadra di serie B fattura più della Roma.. Proprio perché hanno rivoluzionato il campionato.. E guardacaso sono partiti dagli stadi..

      Forza Roma

  3. Qui purtroppo è sempre stata una SUBURRA… Nelle piccole e grandi opere… Pallotta è stato “intortato” adesso cercano di “intortare” i Friedkin… Non capisco tanta voglia di combattere su aree fatiscenti non curate da istituzioni e cittadini… Poi se si vuole far sviluppare l’ area con un progetto serio e concreto si fa la rivoluzione… Roma è la prima città d’ Europa per aree verdi, cosa può cambiare uno stadio con una aggiunta di case, aree verdi e un parco a tema? Addirittura si vocifera che diverse cubature verranno sviluppate per un nuovo Campus Biomedico…Invece di ringraziare, i cittadini osteggiano…

  4. Noi se la pijamo co’ Cartagirone, ma mesà che er nemico nostro è uno de li più grandi tifosi Romanisti su piazza. Giovannino Malagò, dar circolo Aniene, sposta l’equlibri politici e non, de tutta Roma. Se la Magica se fa lo stadio, a ròta pure quell’artre m€rde sbiadite, magari a Varmontone, l’Olimpico che fine fa? Er CONI che accetta e abbozza de tenesse sta cattedrale ner deserto nun ce lo vedo. Ma pure li mijoni che entrano ne le casse de l’ente sportivo, fa troppa gola. Senza l’affitto che paga l’As Roma e la latzie, rischiano er botto Co tutte ‘e portrone che zompano, le cariche istituzionali olimpiche che vanno a zampe all’aria, l’impiegati, li dipendenti; tutto questo pe la politica de l’urbe è inaccetabile. Malagò, secondo me, davanti fa na faccia, dove ce dice che er progetto va avanti e dall’altra lavora pe rallentà se nun bloccà er tutto…
    Se uno ce riflette, a’ cosa, c’ha senso…

  5. Pure sul Soratte potevamo fa’ lo stadio. C’era tutto il tempo de spiana’ tutto il monte così usciva fori un’area magnifica ed enorme con l’autostrada a due passi. A Pietralata i residenti potevano continua’ tranquilli a battaglia’ co le pantegane

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome