Stadio della Roma, nuovo stop: accolto in via cautelare il ricorso presentato dal Comitato del No

56
1166

NOTIZIE AS ROMANuova grana per quanto riguarda il nuovo stadio della Roma a Pietralata. Il tribunale civile di Roma, infatti, ha accolto in via cautelare il ricorso presentato dal Comitato contro il nuovo stadio.

Come scrive su X il giornalista Alessio Di Francesco «il tribunale civile di Roma con un’ordinanza cautelare impone a Roma Capitale “di cessare la turbativa possessoria…in particolare di astenersi dall’accedere e/o dal far accedere alcuno negli immobili” di via degli Aromi 7 dove dovrebbe sorgere una parte dello Stadio della Roma».

La decisione rende dunque impossibile il completamento dei rilievi che la Roma e il Comune devono fare per poter arrivare al progetto definitivo.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteCalciomercato Roma, Ghisolfi al lavoro per Bellanova: si punta a un affare con dei Primavera
Articolo successivoCalciomercato Roma, chieste informazioni per Morata. Lo spagnolo: “Non posso restare all’Atletico e non giocare”

56 Commenti

    • Sarebbe ora che la società iniziasse a dichiarare guerra a tutti coloro che si mettono di traverso, iniziando ad intraprendere cause nei confronti dei comitati. Nel momento in cui il tribunale giudicasse che l’iter può proseguire, in quel caso verranno versati i danni per il tempo perso a suon di milioni. Vedi come la smettono subito di rompere le balle.

    • È basta !!ha Roma una costruzione del genere si farà fra 100 anni, accettate le proposte dei comuni esterni che vi danno pure il suolo gratis e farebbero carte false per un ritorno economico/occupazionale di un progetto del genere( vedi Fiumicino ) che alla fine è la stessa cosa è la finiamo con sta barzelletta!!!

    • Premessa : Non so’ se la Redazione di GR.net possa pubblicare questo mio post … ma io ci provo … non mi costa nulla.

      Mi “attacco” al primo post, solo per far notare che l’Assessorato all’Urbanistica ha spiegato che non c’è stato nessun “blocco” ( spiegando il significato della comunicazione del Tribunale arrivata oggi) e la Roma puo’ continuare tranquillamente a fare i “sondaggi” nei terreni dove dovrebbe nascere (SPERIAMO) lo stadio.

      Probabilmente tra qualche minuto verrà messo il comunicato (quello dell’Assessorato) anche qui su questo sito.

      Solo per la precisione.

      Sempre Forza ROMA !!!

    • nessuno stop . è uscito un comunicato del Comune di Roma
      Tutto procede come deve.
      Oltretutto si parla delle STESSE baracche abusive che non hanno presentato alcun atto di proprietà al TAR , in Via degli Aromi non ci sono edifici , solo uno sfasciacarrozze (abusivo) che oltretutto come da direttiva del 1998 , non potrebbe stare all’interno del G.R.A.

    • Articolo sbagliato completamente.
      1. Il ricorso è di un privato, non di un comitato
      2. E’ stata contestata l’esecuzione dei rilievi senza prima buttare fuori gli attuali possessori (non proprietari) con azione a cognizione sommaria (possessoria).
      3. Nulla vieta che il Comune li cacci e autorizzi nuovamente i rilievi, anche se ci vorrà tempo.
      4. Questi sono pulciari che cercano di rimediare qualche spiccio

  1. I giudici e i magistrati sono i più politicizzati esseri viventi in Italia, ancor di più dei politici stessi… che la “legge sia uguale per tutti” io ne ho fin tanti dubbi, non da adesso, ma da parecchi anni a questa parte… e comunque spesso e volentieri chi sta nel torto con abusi edilizi e/o occupazioni abusive è più protetto dei legittimi proprietari che sono gli unici ad avere le mani veramente legate e a non poter agire se non tramite forze dell’ordine e avvocati, mentre gli occupanti abusivi (entrati con la prepotenza e spesso la forza), non li si può toccare e li si deve lasciare dentro una proprietà non loro!!!

    • E secondo te questo dipende da magistrati politicizzati ?
      Secondo me dipende dal fatto che da decenni ormai le leggi in Italia le fanno corrotti e delinquenti per difendere i propri interessi.
      Io di ideologico qui dentro ci vedo ben poco.

  2. Non ho parole. A Fiumicino, a Fiumicino e vaffa al resto. Consiglierei inoltre ai Friedkin, una volta fatto lo stadio a Fiumicino di organizzare delle navette per trasporto tifosi da Roma a Fiumicino con costo compreso nel biglietto per la partita. Lasciamo le pantegane a Pietralata!

  3. Il Comitato del NO… che se ce levi gli infiltrati, un par de laziali e due o tre pensionati che danno da magnà ai piccioni, è composto da tre persone di cui una sarà il proprietario di rattilandia e gli altri non so nemmeno se vantano diritti reali sull’area. Incomprensibile. Chissà se ste cose succedono pure in America.

    • Un commento che da i brividi, come puoi pensare che siano davvero quelli da te descritti i poteri in gioco? Non pensi che siano le due facce di una stessa medaglia nel tentativo di sopraffare l’una l’altra? Esiste davvero secondo te la possibilità che l’interesse pubblico, peraltro in questo caso composto come come da te descritto, sopravanzi quello privato? Oppure in questa società non si è tutto secolarizzato seconda la triste norma che tutto si risolve a favore di chi ha più denaro ovvero più potere?

  4. Che schifo sti rompi cognomi ma andassero a lavorare solo in Italia e Roma succedono ste cose che schifo di paese non cambierà mai niente in questa Italia di melma sto dicendo hai miei figli di andarsene da questo paese di PAPPONI CHE PENSANO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE HA RIEMPIRSI LE LORO TASCHE

    • @Giucar367
      Guarda che anche a Fiumicino potresti trovare 4 c.o.g.l.i.o.n.i. pronti a gridare no a tutto, fare ricorso e bloccare tutto

  5. Possibile che in questa città, un tempo capitale del mondo conosciuto, chiunque, pure un comitato formato da una decina di burini e qualche fessacchiotto, riesca a bloccare o quantomeno a ritardare l’ esecuzione di un progetto di questa grandezza e vitale per il quadrante nord est? Domanda retorica, perché la stessa ‘verve’ non è stata messa a suo tempo per gli innumerevoli centri commerciali e quartieri dormitorio che hanno devastato la città? A quando una contro manifestazione per il SI allo stadio con decine di migliaia di persone? Credo sia ora di agire e spegnere il sorrisetto di quei 5 caciottari che ci stanno boicottando. È ora che l’ AS Roma e Roma con essa si rialzi in piedi per riprendersi tutto.

    • Ciao Vis Romae, tu dici manifestazione? mi dispiace ma non siamo un popolo che scende in piazza come la Francia o come la Spagna, a noi ci hanno sempre invaso e sottomesso, sia nella prima che nella seconda guerra mondiale. Viviamo di ricordi dell’Impero Romano che erano tosti e forti, ma a noi di quella stirpe non c’e rimasto altro che i monumenti. Siamo schiavi di politici e televisioni che ti fanno credere ciò che meglio per loro. Ritornando allo stadio, non sanno neanche quanti benefici porti avere una struttura di ultima generazione in quel quartiere. Spero solo di avere l’onore di poter entrare nello stadio della mia Roma prima o poi.

  6. Io continuo nel dire che il voler abbandonare il progetto di tor di valle, con il grosso dell’iter che finalmente era giunto al termine, è stata una mossa a dir poco folle.

    • Non c’erano più gli investitori nel frattempo. E poi col guazzabuglio che era stato combinato con “#lostadiofattobene” tra opere a carico del pubblico e del privato lo stadio lo avresti visto forse nel 3024 D.C.

    • Io direi che s’è capito che, tor di valle o pietralata che sia, a questi americani interessa soltanto lo stadio. Non certo la squadra che dovrà giocarci.
      Da ormai 13 anni costoro mortificano la AS Roma volendone fare soltanto una testa di ponte per il loro affare.
      Per questo motivo mi auguro che il loro affare salti, e che i friedkin se ne tornino a casa al più presto come pallotta. Vendano a chi oltre lo stadio sia interessato a costruire una squadra degna della Capitale.

    • Ilario, tutto bellissimo,
      manca solo un punto secondario: A CHI?

      Hai notato che Milan, Inter, Everton, la chiunque, ogni società che viene acquistata,
      al centro del progetto c’è lo stadio?
      Indovina un po’ perchè?

  7. arieccoci..ricominciano le.prese per il culo..ha ragione Aessandro qui sopra..conoscendo la proprieta i tempi biblici, i poteri forti e tutti i vizi della repubblica delle banane italiana, lasciare un progetto fatto e finito e stato in colossale errore…anni ed energie perse e svanite.. ed ora?..forza Roma

  8. Non conosco la situazione, né è mia intenzione approfondirla. Però va considerato che, da quanto si legge, qualcuno ha evidentemente provato di essere possessore di un qualcosa (terreno? baracca?), ed il Tribunale non può far altro che emettere quel provvedimento. L’errore sembra essere del Comune che, immagino proprietario dell’area, non ha fatto valere i propri diritti o, in alternativa, non ha risolto la situazione prima di dare il via … alle danze.
    Insomma sono d’accordo: Fiumicino!

    • E allora PAGASSE IL COMUNE!!!
      Caxxo c’entra il privato a cui ne hai dato concessione!!!
      Non c’è costruito nulla eppure se vede UN CIRCO…..
      FORZA ROMA

  9. Ragazzi.. non c’è da disperare! il ricorso è stato accolto in via cutelare. Il giudice non si è minimamente espresso sulla leggittimità di quanto sostengono Roma e ,soprattutto, Comune di Roma. Certo,questo ci fa perdere ulteriore tempo. Personalmente ritengo che sia prorprio questo il reale scopo di chi ha presentato questo ricorso, perché il tempo guadagnato può essere ” rivenduto ” alla Roma. In altre parole… se non si vuole andare troppo in la con i tempi, bisognerebbe riconoscere qualcosa in più rispetto ai semplici espropri. Ora vediamo,perché la Roma e il Comune potrebbero a loro volta fare ricorso rispetto a questa decisione. In questo caso , comunque, la responsabilità è tutta sul Comune di Roma, che ha sempre garantito di avere i diritti di possesso di tutti gli immobili all’interno dell’area inerente al progetto.

  10. Chissà quali pregevoli Aromi arrivano da quella via!
    Comunque è un’altra stronxata che verrà spazzata via dal TAR. Il tribunale civile non fa che accogliere in via “cautelare” il ricorso di questi quattro ratti spelacchiati.
    Il problema è che ci perdi mesi per ognuno di questi insulsi ricorsi, che poi è il fine di chi mette i bastoni tra le ruote, cioè prendere per sfinimento i committenti.
    Ma la legge sui nuovi impianti sportivi non prevedeva che questi mezzucci fossero stati depotenziati?

    • Tutto giusto cattì, però, tu che sei de memoria bbona illuminami… quando l ingegner Viola voleva costruire alla romanina, PERCHÉ fu osteggiato e dovette indietreggiare? Che poi, ç è n artra cosa che ricordo vagamente…. nel 1980 (ero regazzino) aveva avanzato pure na proposta in zona magliana ma anche lì nun se ne fece nulla…. nzomma, se so 40 anni che va avanti sto stornello e cce dice sempre male, sarà meglio che se rassegnamo perché c arimbarzeranno sempre…😡

  11. Lo stadio se lo fai fare a uno dei palazzinari romani, anche se come sede scegli il Colosseo, un mese dopo iniziano i lavori. Ancora non avete capito ???

    • Beh, non è proprio così; in passato (anni settanta ed ottanta) c’erano nugoli di pretesi pecorari (…in tutta evidenza laziesi) che sistematicamente cercavano di bloccare interventi costruttivi affermando di possedere le aree per far pascolare le pecore: il 99% (vabbé, il 95%) dei casi erano veri e propri tentativi di estorsione (mi paghi e porto altrove le mie pecorelle…). Ma, come ho detto, bisognerebbe conoscere la realtà, ferma restando la responsabilità del Comune che ha mal gestito la situazione (o non controllando, oppure non risolvendo eventuali problemi).

  12. Cmq lotirchio il panza per la sua squadra miserabile montanara fa ben poco ma per ostacolare in qualunque modo la squadra della capitale è molto capace…

  13. A dimostrazione che in itaglia, si va avanti a bustarelle e favoritismi Altro che terzo mondo, siamo ai livelli di una nazione sottosviluppata

  14. Nooo, ma non c’è verso! Ma quando fanno palazzi e complessi di edilizia privata speculando senza vergogna e intasando poi la viabilità li i giudici e i comitati n’do caxxo stanno? Tutti zitti eh?
    È certo n’appartamento aggratis fa comodo quì invece siccome un c’è stanno allora se deve bloccà tutto.
    Ma infatti so mejo la discarica a cielo aperto e il mega sfascio, voi mette.
    Se a Roma nun c’era l’Olimpico oggi sta città co sta gente nun c’aveva manco uno stadio.
    Che schifo! Ma mannateli tutti aff… a sti barboni, lasciateli nella monnezza e andatevene a Fiumicino.

  15. L unica metropoli europea a non avere stadi per il calcio ..le altre né hanno dai 5 agli 8 …siamo nel ridicolo è patetico …bastaaaa

  16. Cercando sul web tempo fa trovai il piano particolareggiato tiburtino. I terreni dei privati sono veramente pochissimi, su via degli Aromi nessuno. Forse chi ci ha costruito ha condonato ma credo che ci sia comunque l’esproprio. Ci provano e i tribunali se ne lavano le mani.

    • Ma, leggendo l’articolo, il problema non sembra essere la proprietà dei terreni o baracche che siano, bensì il possesso: cioè una situazione di fatto che può prestarsi a speculazioni di ogni tipo, e che certo non può emergere da alcun piano, ma solo da un controllo effettivo dei terreni.

  17. Purtroppo, perché va contro ogni mio principio, ritengo che l’ unico modo per sbloccare tutti in tempi rapidi sia di mettere PAURA. Manifestazione auto organizzata dai tifosi, dal basso, con 70/80.000 persone a protestare civilmente (ma rumorosamente) per questi continui ritardi. La paura che migliaia di potenziali elettori non li votino, la paura che tra centomila persone ci siano un par de matti che ti danno fuoco alla baracca abusiva sui terreni…è avvilente, ne convengo, ma ad oggi, in questa nazione, in questa città, non vedo altre soluzioni. Se non interveniamo noi siamo corresponsabili, perché nessun altro ci aiuterà. Se i gruppi della sud volessero organizzare sono sicuro che saremmo in decine di migliaia anche tra 2 giorni.

    • Preciso che parlo a titolo personale:
      il “dossier stadio” è un obiettivo (e un problema) della società. Se riusciranno a farlo saremo contenti, altrimenti continueremo ad andare all’Olimpico, come facciamo da da 55 anni, e saremo contenti lo stesso.
      Senza stadio non si è competitivi? Forse; ma se gestisci tipo l’Udinese non sei competitivo nemmeno con lo stadio di proprietà.
      Siamo ostaggi di questa scusa, come del FFP, da troppo tempo e ci saremmo anche un po’ scocciati…
      Comunque, se i Friedkins dovessero ravvisare la necessità del nostro sostegno in piazza, dovrebbero fare una cosa molto semplice (per una persona normale): chiederlo.
      A viva voce, non col volantino pubblicitario, eh…

    • Kawa62

      cioe secondo te dobbiamo continuare a fare come abbiamo fatto per 55anni, ma Veramente? il tuo tipico ragionamento da tifoso medio, che non vede oltre il naso. Il tifoso dello status quo.
      Detto questo i Friedkin mi stanno sugli zebedei, non vedo l’ora che se ne vanno. Ma uno stadio tutto della Roma, con Friedkin o senza ne abbiamo bisogno, anche perche sono 50/60mln in piu l’anno. Il potere a livello di soldi delle squadre inglesi tipo west ham, Fulham, Wolves e superiore a quasi tutte le squadre italiane, perche hanno tutti lo stadio di proprieta, cioe oltre a diritti TV etc hanno entrate dallo stadio che noi non abbiamo in Italia.

    • Marco,
      credo che tu non abbia letto con sufficiente attenzione ciò che ho scritto…
      Però ho dimenticato di scrivere una cosa molto importante: il Foro Italico è uno dei posti più belli del mondo.

  18. Kawa anche io ti posso dire, a mio parere, che lo stadio sarebbe una ‘svolta’ soprattutto per me tifoso, prima ancora che per la società (guadagni extra) e per la città (riqualificazione, indotto, modernizzazione). All’ olimpico, parliamoci chiaro, l’ atmosfera è spettacolare (merito di tutti noi) ma la partita si vede da schifo. Anche nei posti migliori. Immagino la stessa atmosfera, in uno stadio NOSTRO (si, perché a differenza della precedente gestione lo stadio apparterrebbe in tutto e per tutto alla società AS Roma) dove la visibilità sarebbe ottimale in quanto costruito appositamente per il calcio. Immagina vivere la partita non solo nell’ immediatezza della stessa, giusto il tempo di trovare parcheggio alla buona, lontano chilometri e una birra e panino dallo zozzone, ma magari per chi vuole, famiglie, ragazzi, anche vivendolo come ‘evento’ . Arrivo comodo in metro o treno o parcheggio interrato per auto e moto (senza rischio di trovarla distrutta o non trovarla proprio).Passeggiata al parco, pranzo al fast food o ristorante,, visita al museo della società, acquisto della sciarpetta nuova allo store, ingresso allo stadio con servizi moderni. Se da tutto questo la mia squadra ne beneficia anche con incassi extra, si spera poi trasformati in acquisti top ecc. va da se che lo stadio, per me semplice tifoso, è vitale, molto piu di quanto si pensi. Parere personale, ovviamente.

  19. Hanno rifiutato 1 miliardi dagli arabi per acquistare la squadra, alla fine lo fanno lo stadio, hanno i soldi che gli escono dalle orecchie

  20. Siete l’unica testata che non ha pubblicato il commento del comune di roma all’ennesima boutade del gruppo vacanze piemonte…come mai?

  21. A Roma lo Stadio non si farà mai. Abbiamo sempre chi rema contro. Non resta che Fiumicino dove forse non troverebbero grandi problemi.

  22. Uno si alza la mattina e riesce a bloccare tutto… anche se i laziali a Roma sono pochi bastano , uno alla volta , a non farci fare lo stadio…succede solo in Italia!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome