Stadio a Tor di Valle, Raggi: “Eravamo tutti contro, ma la paura di richieste di risarcimento della Roma fu determinante”

117
6001

NOTIZIE AS ROMA – Nel corso del processo sullo Stadio della Roma, che coinvolge circa 20 indagati tra imprenditori, consiglieri e deputati, è stata ascoltata l’ex Sindaca di Roma, Virginia Raggi:

Il timore di richieste di risarcimento fu determinante nel cambiamento di posizione fra i consiglieri del M5S sullo stadio della Roma“, le parole dell’ex primo cittadino. “Di fatto nel movimento si erano creati due fronti.

Lo stesso Beppe Grillo mi chiamava per capire come mai non riuscivamo a fermare il progetto e gli spiegai che c’erano stati problemi interni alla maggioranza e al M5S. Inizialmente tutti nel M5S eravamo contro lo Stadio, ma i timori di richieste risarcitorie portarono a un cambiamento graduale di posizione”.

Continua l’ex sindaca: “De Vito, come me era contrario ma prendevamo atto che la maggioranza si stava sgretolando e chenon c’erano i numeri in aula per arrivare ad annullare la delibera dell’ex sindaco Marino. Io cercavo di tutelare la posizione iniziale del M5S e quindi pensammo di tagliare le cubature del progetto iniziale, mi sembrava una strada obbligata, riducendo l’impatto. Così arrivammo all’idea di ‘uno Stadio fatto bene’.

La consideravo una scelta del meno peggio. Certamente però io come sindaco non potevo prescindere dalla posizione dell’avvocatura capitolina che prospettava il rischio di richieste risarcitorie da parte della AS Roma”.

Articolo precedenteCapello: “Mourinho via a fine stagione? Mi preoccuperei più di non perdere i giocatori migliori…”
Articolo successivoFrattesi: “Io in Premier? Servirà prima un altro passaggio. Carnevali si divertirà questa estate…”

117 Commenti

    • Sei veramente gentile “Sgommarello”… A me prendono le bolle quando leggo che quest’obrobrio viene ancora nominato! Non sono un’omicida e non ho pensieri del genere ma quando leggo il nome Raggi gli “occhi” mi iniziano a girare come una slot machine! Voglio solo limitarmi a scrivere che questo è un paese dove I COMICI fondano un partito e GLI ORSI vengono processati per omicidio! NON AGGIUNGO ALTRO!!!

    • Infatti ora, come Sindaco, c’è un tizio che in piena crisi economica, ingrandisce la ZTL ed in un batter di ciglia fa fuori veicoli Euro 4 ed Euro 5, oltre ai vostri condizionatori e caldaie.

      Ovviamente, non ci sono più buche, cinghiali, i mezzi funzionano benissimo e gli ospedali sono più celeri che mai (anche se quest’ultima competenza è regionale)

    • Ma rendiamoci conto di chi ha governato roma per 5 anni! Lo schifo piu totale la politica a mio avviso e la mafia e il marciume per eccellenza,, facciamo i contratti nazionali del lavoro pure aloro a 1200 euro al mese e se rubano galera diretta adavede come cambia la misica!

    • @tifoso giallorosso. Er dire” eh ma quello che ce sta adesso sta facendo male” nun è che giustifica er pessimo operato della Raggi e compagnia, è pure un aggravante visto che lei se presentava come “ er nuovo che avanza”…

    • Ma non erano progressisti……a tor di valle rimarranno zoccole e accampamenti di extracomunitari ……

    • Infatti, Tifoso Giallorosso, siamo passati dalla padella alla brace in un batter di ciglia. Due pessimi sindaci

    • ricapitoliamo dopo 5 anni ,volevi dire no e perdere investimenti e posti di valore ,ma dopo altri 5 anni poi hai detto si ma proprio proprio contro voglia perché ti cagavi in mano che ti facevano causa(PS se pensi che ti fanno causa e vincono poi forse tanto torto non ci hanno) qui voti si ma lo affossi comunque e non dai neanche un alternativa così 10 anni in fumo !vergogna!!!

    • Lazio in B, mai detto che la Raggi abbia fatto male. Anzi. La Raggi ha fatto molto bene, per quello che poteva fare. Ha provato anche ad avviare una mobilità alternativa, tra l’ilarità generale. Intanto, oggi, si vedono molte più bici che in passato. Per non parlare delle buche, e del piano di rifacimento del manto stradale. Il riassestamento del bilancio.
      Oggi, abbiamo un Sindaco che sta rovinando il ceto medio e quello basso – i ricchi non hanno problemi a cambiare condizionatori, caldaie e auto.
      Abbiamo un nuovo governo, con un Primo Ministro che ha una grande carriera politica alle spalle, e soprattutto grandi successi: mutui alle stelle (la BCE decide sui tassi di interessi, ma è una decisione politica, figlia di un confronto tra paesi), energia elettrica aumentata, gas aumentato, speculazioni alle stelle – i carburani sono scesi, ma perché non sono scesi i prezzi? E, nonostante il botto degli anni della pandemia, già siamo in recessione…ça va sans dire.
      Di contro, il Governo Conte, ha amministrato il Paese durante il periodo più difficile della sua storia, proponendo un modello tanto criticato in Italia, per cui abbiamo ricevuto complimenti dall’estero – e si sa, noi, di solito, siamo un paese che è fanalino di coda in TUTTO.

      Il vero problema è che il movimento 5 stelle non fa parte di particolari lobbies, non ha grandi multinazionali alle spalle. E questo li ha lacerati.

      E ricordo che mentre Alemanno, il campione della legalità e del giustizialismo, faceva fare “funerali di stato” ai Casamonica, la Raggi, è stata il Sindaco che gli ha sottratto più beni.

      Imparate a leggere e documentarvi e non ascoltare quattro prezzolati che parlano nella TV di Berlusconi, che, casualmente, era all’opposizione – perché in un paese democratico, ovviamente, una forza politica può avere possesso diretto di TV, Radio e Giornali.

      Ribadisco una vecchia massima della Politica: ogni popolo ha il governo che merita.

  1. a parte lo slogan onestà, onestà, onestà il nulla assoluto sia come amministratori locali, sia come amministratori nazionali.

    • magari nulla assoluto.

      in realtà hanno fatto danni su danni, non avessero fatto nulla almeno avremmo solo perso tempo.

      Ma il problema è di chi li ha votati e difesi, compresi certi soggetti apparsi qui spesso e volentieri con la cantilena “senza lo stadio è meglio”, salvo poi lamentarsi che non ci sono soldi per i giocatori.

      Stiamo messi male con questa gente, purtroppo (basta vedere i messaggi precedenti per vedere come giustificano e mischiano le mele con le pere).

      La Raggi in un paese serio non sarebbe manco diventata avvocato, figuriamoci sindaco.

  2. Manca la parte in cui dice: “e poi abbiamo adottato la tattica di dire che lo volevamo fare ma in realtà abbiamo messo in atto tutti i mezzucci dilatori possibili e immaginabili per arrivare a fine legislatura senza aver deciso una mazza”

    • …che è la cosa più grave di tutta la vicenda. Esattamente. Hai centrato in pieno il punto.

    • mica fessi, altrimenti avrebbero dovuto trovare alternative per risanare un area come tor di valle e trovare un altra area per lo stadio.

    • Ma anche no, non solo in Italia.
      Si salvano pochissimi paesi su queste cose.
      Purtroppo non è SOLO un problema italiano e te lo dico da straniero ! ^^

    • Di che ti stupisci? I politici dicono una cosa mentre ne pensano un’altra e poi ne fanno una terza.

    • Ugo…di dove sei?
      Cmq sarà sicuramente una cosa globale e probabilmente qui nella culla della civiltà moderna si sta toccando l’apice.
      Uno dietro l’altro, di qualsiasi partito politico, si susseguono senza mai risolvere un beneamato cxxxo.
      Che lo schifo non lo si trovi solo qui sono d’accordo (quello lo si trova ovunque c’è l’essere umano), ma qui ormai lo fanno impunemente e sembrano bearsi del fatto che nessuno li fermi.
      Ormai è quasi un gioco a carte scoperte…guarda quello che combina l’aria.

    • bravo hai centrato il bersaglio .parlavano .. parlavano parlavano sapendo di prenderci per il cuxo a tutti quanti .
      la sindaca della legalità della trasparenza e del buon vivere!!!!!
      che partito di falxi e di merxa

  3. Il M5S non ha mai voluto realizzare lo stadio, ma dopo il rifiuto alle olimpiadi a Roma, non potevano suidisarsi politicamente e allora decisero di NON fare lo stadio, ma di NON dirlo apertamente e trovarono più conveniente boicottarlo di nascosto, cambiando l’iter, cambiando il progetto, cambiando le infrastrutture pubbliche…, insomma facendo trascorrere i 5 anni della consiliatura, senza mai venirne a capo. Fu una precisa scelta comportamentale, per preservare il proprio culetto su quelle poltrone, almeno per tutti gli anni che era possibile starci… insomma (come abbiam visto anche dopo, a livello politico nazionale), hanno detto e fatto tutto ciò che, a parole, rifiutavano dei partiti tradizionali, da cui loro volevano distinguersi.

    • E Pallotta, stanco di essere preso per il cubo, diede incarico al Monco di rientrare con i soldi.

    • Perdona Bolteni, ma mi sembra una gran caxxata, perché quei soldi rientrati da una parte sono poi usciti con gli interessi dall’altra per gli insensati “colpi” del Cialtrone di Siviglia.
      Altrimenti come ci saremmo finiti a oltre 300 mln di debiti e più di 200 mln di passivo di esercizio?
      A meno che tu non stia alludendo al fatto che parte di quei soldi possano essere rientrati…per vie traverse e non nelle tasche del club.
      Ma questo è reato, lo sai?

    • @Zio Dan Magari non ha detto proprio di rientrare, ma ha detto di non spendere DI PIU’ quindi per comprare ha venduto tanto e poi comprato male. Gli errori di Monchi sono evidenti, ma rimane il fatto che prima di allora la proprietà aveva speso e cercato di sistemare le cose, poi, se vi ricordate, dopo “l’inchiesta” in cui la Roma no c’entrava nulla però si usò per “fermare lo stadio” Pallotta disee “se non facciamo lo stadio vendo e a Roma non ci metto più piede”… Guarda caso a Roma non è più venuto e dopo ha venduto… Io continuo a ritenere che la maggior colpevole della situazione sia la politica e quello che ci gira attorno, più che Pallotta o altro. Questo purtroppo non è un paese normale ma assomiglia sempre di più ad una dittaturucola delle banane, dove il “furbo di turno” comanda, ma i “furbi” in realtà sono tutti incapaci che si fanno gli affari loro. C’è di peggio di un politico corrotto, uno corrotto e incapace mentalmente, i primi erano quelli della “prima repubblica”, oggi abbiamo solo i “secondi”…

    • erik mio…ha SEMPRE venduto per comprare, e i 20/25 mln annui di disavanzo (consentiti dal FFP) andavano a finire a debito.
      Per un po’ gli è riuscito anche discretamente e poi è andato tutto in malora nel giro di un paio d’anni.

  4. Niente di nuovo…il nulla cosmico…se non fai nulla e non ti assumi le responsabilità di nulla nessuno ti può dire nulla…. perché nulla hai fatto.

  5. Ma ad oggi 15/05/2023, quale e’ il lavoro di questa Signora dopo la carica di Sindaco? Chiedo per curiosita’. Grazie a chi mi rispondera’.

  6. Parole PESANTISSIME che minano la credibilità di un sindaco…

    Praticamente le modifiche al progetto sono state volte a pregiudicarne la praticabilità.

    Il progetto iniziale era perfetto e lo hanno, con malignità, potato ad essere infattibile.

    Vergognosa questa cosa…

  7. Mai avuto dubbi sul vostro spessore politico e morale. Sarete ricordati per il nulla assoluto, per i NO a tutti e tutto, per l’immobilismo statuario, per il pressapochismo, la superficialità, l’incompetenza ma soprattutto per la vostra certificata malafede che in questa deposizione si staglia sopra ogni cosa.

  8. la Raggi è la rovina dei 5 stelle .Per dare retta a lei per l’inceneritore ha fatto cadere il governo.Lo stadio non lo voleva e ha fatto di tutto per non farlo fare .Si liberassero di questa incompetente

    • Mi sa che non hai letto attentamente allora. Tutti i 5s erano contrari, a partire dal capocomico che si chiedeva come mai “non riuscissero a fermare il progetto”.
      D’altronde Berdini ce lo avevano messo loro all’Urbanistica, mica altri.
      Poi, ricevuto il parere dell’Avvocatura su una probabile causa risarcitoria da parte dei proponenti, hanno trovato l’escamotage “#stadiofattobene”.
      Non c’è una particolare rovina dei 5S, sono quasi tutti incompetenti, basti vedere cosa ci hanno messo per passare da tanto a poco…il PD ci ha messo molto di più!

    • già quel partito sa rovinarsi da solo, figuriamoci poi quando un comico (de che) ne prende il comando e s’affida alla raggi, campionessa di inettitudine e bugie dette!!!

  9. Ma magari Pallotta ve denunciasse ugualmente!!!
    80 milioni di progetto con interlocutori che te sabotavano…
    Mica lo so se è tutto lecito questo modus operandi della giunta Raggi!
    Che sembrasse una farsa lo si sospettava, ma questi so’ “reoconFESSI”!
    FORZA ROMA

  10. e c’è gente che ancora li vota…del resto, se ti pagano per stare a casa sul divano, altro che voto…te tappi il naso e ti fai andare bene pure sti improvvisati della politica

    • Beh, c’è gente che ancora vota Gasparri, Letta, Renzi, Berlusconi, Franceschini, La Russa, Salvini, ecc ecc… Ce n’è per tutti i gusti.

      Ah ma tu sei il trasformista di ieri! Che dici era rigore su Ibanez? O era gioco duro?

  11. Comunque l’errore più grande lo ha fatto Baldissoni.
    Doveva spingere per il tutto o nulla perché era chiaro che un cambio di progetto avrebbe di fatto affossato l’idea stessa di uno stadio a Tor di Valle.
    Peccato. A me il progetto piaceva.

  12. MASCALZONA, bugiarda, infingarda, incapace tu e i tuoi compari di merenda a 5 stelle. o meglio ganasce, hanno abolito la povertà……certo la loro a spese dei contribuenti. SE ancora sussistevano dubbi sulla tua integrità morale almeno da parte di chi in buona fede ti ha sostenuto, credo che queste vergognose dichiarazioni li abbiano completamente fugati.

  13. La ricordo in foto e dichiarazioni ufficiali..
    Che dire….
    Non c’è l’ho con lei Raggi ma, con tutti quelli come lei che pigliano in giro l’Italia e gli italiani con infamie (come conferma questa sua dichiarazione), varie e fantasiose…
    Come diceva la Thatcher, la politica serviva per sistemare il paese con le proprie capacità, oggi serve per sistemare se stessi..
    Ma sono ottimista, anche i dinosauri pensavano di essere invincibili…🤷

    • hai detto bene…ma per costei ed i suoi capi ci vorrebbe un intervento divino per farli sparire dalla faccia della terra!!!

  14. ricordo che si trattava di stadio Pallotta Unicredit a cui la Roma avrebbe pagato affitto…quindi non di sua proprietà…zona scelta da Unicredit per chiudere crediti con Roma e soprattutto il palazzinaro intrallazzato con Zingaretti vedi palazzo provincia di Roma..

    • Vedo che c’hai capito poco. Qualsiasi operazione di questo genere comporta la presenza di una BANCA. Parnasi aveva debiti con Unicredit, ma era un affare loro, l’importante era che si realizzava uno stadio, con cubature a contorno, ma con SERVIZI che avrebbero reso quel quadrante utile alla cittadinanza, con l’unificazione della via del mare, una nuova stazione, un ponte sul Tevere, un parco, e lo svincolo della Roma Fiumicino. Ne avrebbero usufruito i committenti e i cittadini, a ZERO SPESE del comune, o pochi investimenti urbanistici che generalmente il comune dovrebbe fare.
      Pensa solo a Parco Leonardo, tor Pagnotta o Ponte di Nona, qualche strada (neanche ben asfaltata…) in mezzo al nulla. Qual è la speculazione?

  15. Il peggior sindaco della storia di Roma…e sì che di “peggiori” ce ne sono stati tanti, quasi tutti direi. La politica del “per non sbagliare evito di fare alcunché così è sicuro che non sbaglio”.
    In quanto al fu progetto di TdV, la Roma avrebbe potuto procedere comunque con la richiesta risarcitoria e rispedire al mittente la proposta di “stadio fatto bene”, un guazzabuglio inestricabile di opere a carico del pubblico (quindi sine die) e del privato.
    Gli incapaci sarebbero stati messi spalle al muro e si sarebbero liquefatti nelle loro stesse contraddizioni.
    La Roma accettò quella schifezza di proposta perché alla fine, al vero “proponente” del progetto andava bene qualunque cosa che facesse recuperare almeno parte della somma dovuta dai ben noti debitori.
    Che quel progetto fosse una schifezza lo testimonia la successiva rinuncia della Roma, quando comunque ormai mancava un solo passaggio in Aula (quello del voto alla variante) per dare il via libera ai lavori.
    Per la AS Roma la Raggi è sta comunque una fortuna, perché le ha impedito di rimanere prigioniera di un contratto di “tenancy” senza scadenza, dal quale avrebbe lucrato poco più di quello che oggi tira fuori dall’Olimpico.
    TdV non fu concepito per l’interesse del club, non so se il concetto non è ancora chiaro a qualcuno.

    • @Zio DinDonDan.. l’unica cosa chiara è che tu di quel progetto non c’hai capito un’emerita ceppa.
      Fidate 👈

    • Non so se alla fine quanto la Roma avrebbe incassato dallo Stadio e dalle opere collegate del primo progetto di TdV (quello delle torri) sarebbe stato un’inezia rispetto a quanto ricaverà da quello di Pietralata, se mai vedrà la luce.
      Meglio aspettare prima di esprimere giudizi.
      Ma ogni romanista oggi si dovrebbe sentire preso in giro dalle parole della Raggi.
      Se era legittimo da parte dei 5 stelle contestare il progetto di TdV, quello che è stato intollerabile è aver illuso e preso per i fondelli non solo la società AsRoma ma un’intera tifoseria.

    • Cosa dici Vege? Scusami se mi permetto, ma sarebbe stato necessario leggersi le carte, come io fatto (malvolentieri ma l’ho fatto) per capire che dal punto di vista della Roma, e ripeto della Roma, non cambiava nulla, assolutamente nulla.
      Cambiava invece per gli eventuali finanziatori del progetto, che con quello approvato dalla giunta Marino avrebbero speso di più e incassato in proporzione.
      L’impianto non sarebbe in nessuno dei due casi entrato a far parte del patrimonio della Roma.
      Il club vi sarebbe stato legato da un contratto di “tenancy” senza termine per un affitto in cambio del quale avrebbe goduto degli incassi del botteghino, della pubblicità nel giorno della partita, e del 10% sui proventi degli eventi extrasportivi.
      Tutto il resto dell’indotto sarebbe entrato nelle tasche dei finanziatori (parcheggi, catering, ecc.).
      La proprietà non avrebbe ovviamente cacciato un dollaro, figuriamoci, tutto finanziato da soggetti esterni alla stessa.

    • Zio Dan, mi sembra logico che i privati nel progetto TdV volessero rientrare dell’investimento fatto e quindi lo Stadio non sarebbe potuto rientrare all’inizio tra gli asset della società (si ragionava all’epoca se non erro su un affitto di 30 anni).
      Ma se i Friedkin costruissero lo stadio sborsando la bellezza di 500 ml credo che lo stesso diventerebbe di loro proprietà non certo del club.
      Lo stadio diventerebbe un’asset dell’ARoma nel momento in cui il club venisse ceduto, ma questo sarebbe successo anche con lo stadio di TdV.

    • Vege, per l’impianto di Pietralata non si parla di investire oltre un miliardo di euro bensì una somma attorno ai 300/400 mln max.
      Da quello che si è intuito la Roma non incasserebbe nulla dei proventi del primo biennio, realisticamente una cifra attorno ai 100 mln. Negli anni successivi la quota da versare si ridurrà.
      Sicuramente, per una parte almeno, il club sarà da subito socio dell’impresa, come accaduto anche per il nuovo impianto del Bayern per esempio.
      Non sarà assolutamente la stessa cosa di TdV, dove nei documenti ufficiali non era indicata alcuna data per il passaggio dell’impianto, o anche parte di esso, nel patrimonio del club.

  16. Un giorno avremo un sindaco degno.
    Intanto rimpiango Vetere e Petroselli, dopo di loro il buio siderale. A partire da Carraro …

  17. …riassumendo: se fare o meno lo stadio (della Roma) è stato deciso dal “comico” che chiamava il sindaco per imporle il blocco del progetto!!!
    Che mi tocca leggere di lunedì mattina…
    Che vergogna!!!

  18. Io sono un romanista sfegatato che vive in Abruzzo. Ricordo che la Raggi ed il suo partito osceno, è stata votata con oltre il 60%. Un Plebiscito. E adesso vi lamentate?

  19. Bastava dì che sei laziale e, come tale, non ti sei smentita quanto a poveraccitudine!!!… Alla fine il tempo è galantuomo e noi avremo il nostro stadio e a voi non resterà la misera soddisfazione di aver fatto di tutto per metterci il bastone tra le ruote ma di non esserci riusciti…Ciao ciao rosiconi!!!

    • Ben detto Clem. Da una laziale, comandata a bacchetta da un sedicente comico ligure, con tanti scheletri nell’armadio, cosa dovevamo aspettarci? laziale, nome nomen…

    • L’unica opposizione, l’unica opposizione 😂😂😂poi fanno passare l’Amministratore delegato della RAI indicato dal governo, poi otterranno di fare che cosa? La scarpetta nel piatto? Solo chi è contento quando gli uomini muoiono li può difendere.
      Vero tifoso giallorosso? per te era giusto che Vialli facesse quella fine?
      Accidiosi odiatori seriali.
      Forza Roma

  20. mi ricordo come se fosse oggi la raggi dire in presenza di pallotta: io questo progetto lo amo proprio… ogni commento credo sia superfluo

    • Diego lo sai cosa contraddistingue una schifosa bugiarda e per di più laziale? La lunghezza del suo naso e la forma oscena delle sue orecchie: la raggi appunto.

  21. La Raggi è stata la peggior sindaca della storia di Roma per incapacità, inefficienza e bugie.
    Incaricò il suo braccio destro Lanzalone arrestato poi con Parnasi.

    E io uno di quei allocchi che ci credeva, (anche se mi sono pentito da subito….)
    In cinque anni non è riuscita neanche a districare la vicenda di campo TESTACCIO, per non parlare di cose più importanti, come metro, rifiuti, e servizi.
    Pallotta o no, a quest’ora avevamo uno stadio con la prima delibera Marino.
    Ora speriamo con DAN.

  22. Si sono fatti eleggere facendo del loro cavallo di battaglia l’essere outsider, gente non serva “deeaaaaghastaaa”, millantando di essere persone schiette, gente del popolo. Persone come noi insomma, che ci avrebbero rappresentato con onestà. Magari non nella maniera più efficace, come avrebbe potuto fare un politico navigato, ma quantomeno con onestà.

    E invece appena hanno avuto anche un briciolo di potere si sono fatti il classico giochino del più lercio dei politici, ovvero mentire col sorriso sulle labbra e accampare mille baggianate per far naufragare un progetto al quale erano contrari, invece di dire “oh, io ideologicamente a sta roba qua, per tutta questa serie di motivi, sono contro. Se non te sta bene non me rivotà, però intanto io governo come ritengo giusto io per il bene di tutti.” Il tutto per cercare di mantenere gli artigli piantati sulla poltrona, che poi s’è visto che botto j’hanno fatto fà gli elettori.

    Che rate.

    Mi dispiace solo per il tempo perso, e la gente che s’è fatta abbindolà da sti sòla.

  23. Quindi la diminuzione delle opere è stata una scelta esclusivamente politica perché era targato PD e avevano gridato allo scandalo per anni. Di fatto, come poi da relazione del politecnico del università di Torino, lo svincolo cassato era necessario e le cubature a scomputo erano consone con le opere necessarie, tra l’altro ricordo che tranne lo svicolo sul raccordo le altre opere sono sulla carta da decenni. Le cubature extra erano sicuramente tante ma non erano frutto di intrallazzi e avrebbero permesso di sistemare finalmente un quadrante delicato della città che come sanno tutti quelli che come il sottoscritto lo frequentano è sempre problematico. Ricordo pure che “il processo sullo Stadio della Roma” di fatto non è sul iter dello stadio dove come ha sempre puntualizzato il magistrato non ci sono irregolarità ma su chi lo ha seguito lato giunta compreso il super manager mandato dal comico, alla faccia di onestà onestà. I fatti dicono che i 5 stalle tra olimpiadi (le invernali tutto ok anche nelle loro città) e stadio hanno rifiutato circa 2 miliardi di investimenti extra casse capitoline e di questi circa la metà di privati.

    • Questo è il livello dirigenziale italiano. Ma la zona dò tor di valle chi la riqualifica grillo con la raggi e tutti i comitati io gli darei una pala una carriola è un decespugliatore e gli farei riqualificare la zona dire scemi è poco che schifo lo dice anche la faccia come il c…o

  24. Dai su, i 5stelle sono stati per molti una speranza di cambiamento. Mi ci metto anche io, nel 2012.
    Dopo pochi mesi si era capito che erano una mandria allo sbaraglio in cui c’era di tutto.

    La fine che hanno fatto è stata all’altezza dei livelli più bassi della politica nostrana, ovvero melma.

    Indubbiamente fra loro (come in altri schieramenti) qualcuno serio c’era, ma fra incompetenti e arrivisti, è riuscito a combinare ben poco.

    Penso che il sistema in cui viviamo sia così corrotto e subordinato a interessi esterni che chiunque arriva anche con le migliori intenzioni viene fagocitato e silenziato e a quel punto o si adegua e si attacca alla mangiatoia, o scompare.

    Non riesco a avercela con la Raggi più di quanto non ce l’abbia con tutti gli altri.

    E lo stadio… non ci credo fin che non ci entro.

    • Buone riflessioni, come al solito.
      Io non ci ho mai creduto perché 30 anni prima avevo visto nascere la Lega Nord sotto i miei occhi, in Veneto per lavoro.
      Quindi già sapevo come sarebbe andata a finire coi 5S fin dal primo giorno.
      Sono i grandi uomini a cambiare le cose, non i nuovi partiti. Oggi c’è assoluta carenza dei primi.

    • Esatto. Se vuoi cambiare il sistema da dentro, è quella la fine che fai.
      Io 2 centesimi glieli avevo dati, magari fosse stato che avrebbero messo in atto ciò che dicevano sulla democrazia diretta. Alla prima occasione (olimpiadi) non hanno chiesto nulla a nessuno, seguendo solo la loro agenda politica. E così hanno continuato con tutte le situazioni di governo.
      Con Conte che ha messo ai domiciliari 60mln di persone poi hanno raggiunto il top della monnezza.

  25. Almeno per cinque anni non si è rubato e non è poco .. non sono stati reclutati pregiudicati come fece Alemanno e come stanno facendo adesso in regione Lazio .. però c’è un pupazzo e i suoi accoliti che vogliono ghettizzare la città perché deve essere più green .. ma al verde per adesso sono le tasche di tanta gente che sta ricominciando con sacrificio ha riprendersi economicamente ma con tutti sti aumenti la vedo dura .. però per il futuro stadio all’interno della Ztl …. Ahh già.. che ci vuole compramose stà machina

    • Meglio uno che usa i soldi pubblici per favorire la sua cricca, gli amici degli amici, la rete di potere o uno che non riesce a far funzionare nulla e nel dubbio è contrario a tutto?

      Ai due estremi certo, sul piano soggettivo il secondo potrebbe dire di essere dignitosamente onesto mentre il primo potrebbe dire che comunque qualcosa ha fatto, ma dal nostro punto di vista, cittadini che vedono un paese, una città, andare in malora anno dopo anno, cosa cambia?

      La realtà è non contiamo più assolutamente niente.
      Se non votiamo per protesta se ne fregano, perché le loro percentuali le fanno sui votanti.
      Se votiamo questo o quello, quando arriva nella stanza dei bottoni cambia radicalmente quello che fanno rispetto a quello che avevano promesso.

      Negli ultimi anni lo abbiamo visto con la Lega, con i 5S, e ora con la Meloni.

      Quando arrivano al “potere” diventa chiaro che siamo un governatorato. Vanno lì per garantire interessi esterni.
      Possono decidere su cose di secondo piano, si “scannano” (a favore di telecamere, per poi andare a cena insieme) su argomenti fuffosi, ma per quelli che contano il paese va come sui binari, tracciati da tempo.

      Ci stanno allegramente portando in guerra con una propaganda asfissiante in cui, come nella precedente campagna covid, le opinioni diverse sono sospese.
      Di emergenza in emergenza, che sia siccità o alluvione, pandemie o guerre, dobbiamo stare zitti e buoni, beccarci sto 15% reale di inflazione e guai a avere un pensiero critico.

      Meno male che la maggior parte della vita l’ho fatta. Perché quello che sta arrivando fa veramente paura.

  26. i 5 stelle stanno scomparendo .. entro un paio di anni saranno estinti .. non e’ un danno per l’Italia e per l’Umanita’ .. tantomeno per la Politica alla quale erano completamente estranei ..

  27. Ok ok..continuate il carosello.. quando capirete che in Italy la politica è un Truman show totale..nn c’è stato nulla di originale dal45 in poi..e udite udite..ce li servono al momento giusto nuovi nuovi a seconda dei Loro interessi..ci conoscono meglio loro di quanto immaginiamo noi stessi..♉♉♉🌵🍊

  28. Sarebbe passibile di denuncia da parte di PALLOTTA e la Roma che lo anno ingannato è fatto cacciare soldi a uffa ma vi rendete conto in mano a chi stiamo

  29. lo scandalo vero è che è fierissima di quelle loro intenzioni di boicottaggio, se fosse stata riconfermata sindaco avrebbe votato contro anche il progetto di pietralata… abbiamo perso troppo tempo con dei pseudopolitici falliti…. falliti alla radice che si atteggiano a portavoce dell’antisistema…. abbiamo rischiato grosso, meno male che l’elettorato romano non è fesso!

  30. No allo Stadio ma si parlva di una seggiovia forse per le prossime olimpiadi invernali a Roma! peggiore amministrazione cittadina all time!

  31. Tanto per criticare senza un briciolo di onestà intellettuale. Come se i predecessori e chi c’è ora ha risolto i problemi della città. Si dovrebbe parlare senza essere di nessuna corrente politica (so che è difficile), analizzando cosa hanno fatto per la città.

  32. Io credo che se Pallotto fosse andato da questa Nacisistona, una volta eletta, e gli avesse che chiesto: “a Virgi, vojo fà lo stadio. dove voi che lo costruimo?” l’avrebbe messa all’angolo e costretta ad agire e dichiararsi, evitando una pantomima di 5 anni. E, come ho detto in un mio precedente post, sono convinto che Pallotto la prima cosa che ha consigliato ai Friedkyn una fatto il “closing” è stata: “Raia, aspetta l’elezione del nuovo sindaco, tanto quella “cazzara” che me ha preso per il Kulo per 5 anni non sarà rieletta sindaca, sia che sia di destra o sinistra, una volta insediato, chiedigli genuflesso “Sire, voglio fare uno Stadio, pago tutto io, dove vuole che lo costruisca?” Fateci caso, altri proprietari Ammaricani come Commisso a Firenze e Cardinale col Milan, non seguendo lo stesso consiglio der Salcicciaro sono ancora impantanati con le Autorità politiche locali per costruire il nuovo Stadio…

  33. Ma non si parla di calcio qua’ ?C’e’ la Roma che fa’ una semifinale e parlate di problemi di Roma
    citta’ ? Er Covid cja fatto male…..Ve la dico io na dritta…..ci vuole non uno ma 3 sindaci che si controllano e con il mandato del governo hanno pieni poteri ma devono poi essere controllati…Ecco l’unico cambiamento su Tor di Valle avrebbe guadagnato solo Pallotta e per farlo ci volevano 10 anni, hanno fatto bene non farglielo fare date retta a me!!! Poi la politica per noi tifosi e’ deleteria confonde la passione e se permettete noi di passione ne abbiamo tanta i politici solo i sordi !! Per loro…..

  34. Ormai questo morente movimento qualunquista, per cercare di sopravvivere il più a lungo possibile, cavalca la tigre del “NO”. No a tutto: alla TAV, allo stadio di Tor di Valle (che hanno fatto naufragare) alle Olimpiadi a Roma (che insieme allo stadio avrebbero dato nuovo slancio alla città), no all’impianto di termovalorizzazione (che si ostinano a chiamare inceneritore) che, come in moltissime metropoli europee, risolverebbe il problema dei rifiuti a Roma, no al sostegno all’Ucraina, in nome di un pacifismo ipocrita e impotente, quando mette sullo stesso piano aggressore ed aggredito. Certo non è che sparendo voi spariranno la stupidità e l’opportunismo, ma ogni tanto ci vuole una piccola soddisfazione……

    • “Fatte dì de no pure quanno sposi” le avrebbe detto la mi pora nonna.
      Solo un essere con il q.i. di un criceto può vantarsi pubblicamente di aver contribuito in maniera decisiva a sprecare ingenti risorse pubbliche e private per un progetto accolto con entusiasmo di facciata e poi, nella sostanza, sabotato.
      Certo Alemanno x motivi diversi era anche peggio, ma è un po’ come scegliere con quale arma spararsi sui piedi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome