Stadio Roma: addio Tor di Valle, accordo Friedkin-Caltagirone per Tor Vergata

150
12825

ULTIME STADIO ROMA – Stadio Roma: addio Tor di Valle. Il nuovo stadio dell’As Roma si farà ma a Tor Vergata. E’ accordo fatto – mancherebbero sole le firme – tra il nuovo proprietario della Roma, il texano Dan Friedkin e il concessionario dei terreni del’Università di Tor Vergata, l’imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone.

Secondo i bene informati, dopo anni di attesa e di silenziosa opposizione a Tor di Valle, Caltagirone si sarebbe preso la rivincita su Ignazio Marino e la “strarivincita” su Virginia Raggi, suggellando l’accordo che dovrebbe far partire le ruspe addirittura entro fine anno con una clamorosa apparizione in tribuna autorità in occasione del derby di domenica scorsa Roma-Lazio.

Caltagirone in tribuna autorità al dervy Roma-Lazio
Avvolto in un cappotto nero e al fianco dell’inseparabile compagna Malvina, domenica il nemico pubblico numero 1 di Virginia Raggi e del Movimento 5 Stelle, sarebbe comparso all’improvviso è comparso in tribuna nel segno della liturgia imprenditoriale che prevede una gestione oculata delle apparizioni dettate o dal protocollo,oppure dalla firma simbolica di un “affare”. Ha salutato confidenzialmente il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e poi si è goduto l’incontro di calcio.

Il nuovo stadio chiavi in mano
E i rumors sono esplosi. Mai avvezzo a presenze casuali, Caltagirone avrebbe chiuso l’accordo con la nuova proprietà, fornendo la disponibilità chiavi in mano alla realizzazione in tempi strettissimi del nuovo stadio secondo o schema avviato nel 2011 tra l’allora sindaco Gianni Alemanno e il predecessore di James Pallotta, mr Di Benedetto. Grazie alla convenzione assegnata con gara europea nel 1987, i terreni dell’Università di Tor Vergata sono nella piena disponibilità del consorzio di imprese della Vianini Lavori e di altre 9 imprese e per realizzare lo stadio non c’è alcuna necessità di dover seguire l’iter della Legge sugli Stadi, la dichiarazione di pubblica utilità del Comune di Roma e il tremendo iter urbanistico della conferenza dei Servizi e della variante al Piano Regolatore. Nulla di nulla, terreno disponibile, collegamenti stradali pronti e trasporto pubblico garantito dalla Metro C e da un possibile prolungamento della Metro A da Anagnina, progetto tra l’altro che risale al Giubileo del 2000 e mai realizzato per la ristrettezza dei tempi.

Raggi e il Comune tra processi e carte impossibili
Così mentre Raggi e il Comune si dibattono tra processi, new diligence, delibera misteriose e annunci che hanno come unico obiettivo quello di non toccare nulla sino alla conclusione dell’iter processuale, Caltagirone si prende la sua rivincita e vede avverarsi la profezia contro lo stadio di Tor di Valle “non si farà mai” sussurrata quando Ignazio Marino portò in Consiglio Comunale la delibera di pubblica utilità. Poi venne Raggi e il gran tessitore delle cose romane riuscì a convincere l’assessore Berdini a sposare la causa di Tor Vergata.

La vendetta contro Parnasi
L’ultimo sassolino che Caltagirone si toglie dalla scarpa e la vendetta nei confronti dell’imprenditore Luca Parnasi al quale l’aveva giurata dopo la vicenda del palazzo della Provincia all’Eur. Da allora Parnasi e il suo gruppo da “piccoli concorrenti” erano diventati pubblici nemici.

(affaritaliani.it – F. Carosi)

150 Commenti

    • Per chi c’ha il “dislike compulsivo incorporato”, faccio presente che era ‘na battuta!!
      Per carità!!!

    • SE fosse “vero” tutto ciò che è trascritto, beh! unica cosa da dire “INCREDIBILE”. Caltagirone e famiglia,hanno il potere assoluto di Roma e si dovra annoverare l’ennesima figura di merda della Raggi e le 5stalle, che sicuramente cercheranno di accreditarsi il tutto! Per il bene della ROMA, cominciassero subito,non domani,ieri!

    • vai Calta… volevano fare le verginelle, si sono dimostrati incapaci e hanno saputo dire solo NO a tutto. Facendo uno scarica barile che ci ha fatto perdere tempo e soldi e che hanno portato pallotta a (già interessato solo al guadagno) a vendere i giocatori per pareggiare i conti ed avere il guadagno al quale mai ha rinunciato.

    • Io credo in Virginia Raggi, la cui unica colpa è quella di essersi schierata in prima linea contro i poteri forti. Molti pensano che Suburra sia solo un telefilm tratto da un romanzo, ma chi conosce bene la realtà di Roma, sa ché è veritiero.

      Non si può accusare un sindaco del suo operato, perché si schiera contro i poteri forti. Caltagirone ha speculato su Roma e lo farà anche con la Roma, perché Destra e Sinistra, nel corso delle loro amministrazioni, gli hanno consentito ciò.

      Sicuramente, per la Roma è la soluzione migliore perché sa come muoversi ed ottimizzare i tempi; una scelta migliore di quella di Parnasi. Ma da cittadino di Roma nutro dei seri dubbi.

      Deve prevalere il tifoso o il cittadino?

      Io sto con Virginia.

    • la notizia mi sembra una stronxata . friedkin dovrebbe conoscere la via crucis di tor di valle . ora è solo da aspttare la variane e poi si può fare la costruzione . non credo che friedkin possa investire altri 50 – 60 milioni per un nuovo progetto ( quello vecchio non è trasportabile a tor vergata ) ,stare in balia della burocrazia e di tutti i papponi . personalmente sarei contentissimo di tor vergata perché abito vicinissimo e ci andrei a piedi . il sito , situato tra la casilina e la tuscolana ,presenta dei problemi . la metro c costeggia la casilina , che è un BUDELLO sempre trafficato . dalla metro c dovresti mettere dei mezzi per arrivare allo stadio che dovrebbero transitare per stradine peggio della casilina . prolungare la metro dalla anagina fino allo stadio significherebbe prolungare linea lungo la corsia della anagnina fino a morena , poi interrare la linea per superare la tuscolana e poi ancora altri 7 – 8 km per arrivare allo stadio . ma chi le costruisce queste opere ? non riescono a partire a tor di valle con una linea di treno che passa a 1 km dallo stadio e che dovrebbe essere potenziata e la regione ha già i soldi stanziati . mi sembra veramente una stronxata . pensiamo che non hanno prolungato la metro anagnina per arrivare all’OSPEDALE di tor vergata e lo farebbero per lo stadio ? e poi vitek non avrebbe comprato i terreni di tor di valle , senza stadio che ci fa una speculazione edilizia ? ma allora tutti quelli che parlavano di ecomostro ?

    • Purtroppo è così amico mio. E la cosa per me insopportabile è che, alla fine, i risultati legittimano – ed anzi premiano! – come archetipo della politica a Roma questo squallido modus operandi.
      Insomma, trafficoni, maneggioni, mazzettari e concussori AVANTI TUTTA!
      Prima un miliardo di problemi burocratici, di comitati di tutela, di procedimenti penali incombenti. Ora tutto a posto, l’area è libera e disponibile, le normative sono tranquillamente evitabili quando addirittura non applicabili. Caltagirone disse che a Tordivalle lo stadio non si sarebbe mai fatto e così è stato.
      Che dire? Povera Roma mia (stavolta mi riferisco alla città ex Caput Mundi)

    • Pure fissasse su tor di valle non me pare sia stata strategicamente azzeccata come scelta. Me sembra più dettata da obblighi nei confronti di unicredit questa impuntatura, durata anni. Al netto dei potentissimi.

    • Giuseppe Infatti Galtagirone inaugura,personalizza la Via che conduce allo Stadio con: Via Pallotta

      Flaco, questa è una battuta! Meglio puntualizzare

  1. Sarei molto contento ma come al solito dopo mani pulite dopo il commissariamento di roma capitale e tutte le cialtronate che hanno fatto partiti intenti solo a speculare e far finta di fare qualcosa di buono ( vedi amministrazione raggi 5 STALLE) ecco che ci risiamo con i palazzinari messi li e tutelati dallo stato stesso,, FORZA GRANDE MAGICA ROMA.

  2. St’americano gia me piace! Pallotta e’ stato 10 anni fissato con tor di valle senza riuscire a fare nulla. Arriva questo e gia’ cambia la zona. Daje cosi’!

    • E certo che te piace, fa contento il capo 😂

      È fantastico che friedkin prima ancora di comprare la Roma fa accordi con il palazzinaro supremo, ricominciando di fatto l’iter, perché direttamente Caltagirone non incide, lo fa a modo suo e lo sappiamo tutti, ma alla luce del sole ci dev’essere una delibera comunale, la conferenza dei servizi ecc.
      Altri anni,

      E Vitek? Che ha comprato a fare Tor di valle? 😂

      Le comiche proprio. E tutti a fare glu glu su ste notizie.

      Servono solo a smascherare i caltagirones, la quasi totalità degli antisocietari che imperversano nel sito.

    • E sai che soddisfazione smascherare i caltagirones sul sito se poi neanche a Vitek oooSssadium no je lo fanno fa’, professo’ Ade’ sveglia! Che oltre alle scialuppe stanno a finiti pure i salvagenti, glu glu glu glu

    • Adelmo non è inverosimile che questi prima de investire vogliano capire che ce sta sotto la vicenda stadio. Indipendentemente da sta notizia che lascia, come tante, er tempo che trova.
      Anche io Non credo che Friedkin dica sissignore a nessuno.

  3. Cose assurde, non so se sia fantapolitica o realtà, fosse vero questo decreterebbe un’ancora più ignobile fine per questa patetica demagoga alla quale è stata affidata l’amministrazione di una delle città più importanti del mondo. Decrescita felice, si….dei 5 stelle.

    • lo probabilmente, non siamo su the sims, se spostano la location devo rifare da capo il progetto

  4. Eh sì staremo a vedere. Se mai dovesse essere così per l’ennesima volta avrebbe di nuovo il sopravvento tutto il male di questa città.

  5. La tribuna….
    Bernini
    De Cicco
    Rischio esondazioni…
    Due diligence
    3 carovane
    10 piccoli indiani
    Prosciutti prosciutti. ….

  6. Perfetto. Questa sarebbe la prova provata di chi a Roma mantiene, conserva ed esercita, inattaccabile, il proprio potere.
    Si faranno, a Tor Vergata, le famose Torri che tanto scandalo hanno suscitato? Il solerte Dott. De Cicco continuerà a scrivere di “eco mostro”? Soprattutto, Tor di Valle continuerà a restare una fogna a cielo aperto nei secoli a venire?

  7. ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah e adesso i sedicenti professori appatentati tifosi pallottiani che fanno? Prevedo siucidi di massa….altro che coronavirus! Forza Roma! James is Dead!

    • Vedrai tra un po’ quei pollici versi che fine faranno… Continueranno a scende ancora di più… Ma “sotto terra” però, insieme al ciarlatano e faccia da beota del loro Boston President!

  8. Non ci credo ma se fosse vero dimostrerebbe che la citta viene comandata non dalle istituzioni ma dalle maf…… e questo ne sarebbe l’ennesimo esempio

  9. Se così fosse, ben venga Caltagirone, a me interessa lo stadio e il bisinespark per aumentare i guadagni per la Roma e assicurarsi i migliori per tornare a vincere.
    Forza Roma e abbasso a lazio.

  10. “non c’è alcuna necessità di dover seguire l’iter della Legge sugli Stadi, la dichiarazione di pubblica utilità del Comune di Roma e il tremendo iter urbanistico della conferenza dei Servizi e della variante al Piano Regolatore. Nulla di nulla”

    Nella mia infinita ignoranza in materia (ne so qualcosa per aver letto in questi anni, ma lungi dal poter dare un parere approfondito), il quesito che mi pongo e che ai miei occhi mi fa sembrare quest’articolo l’ennesima immensa caxxata di certi pseudo-giornalisti è: Ma se per fare lo Stadio a Tor vergata, non c’è bisogno di “nulla” di quanto gentilmente a noi spiegato qui su… posso capire allora perché ai tempi che furono, di Gianni Alemanno, non andò in porto una beneamata minch*a??!!
    Vedo solo un’altra solito stro**ta buttata lì per scrivere un articolo! Bah… poi ripeto, sarà la mia ignoranza in materia, e ci sta!

    • Mi lascia perplesso anche il fatto che si mette alla voce collegamenti “fatti” anche una metro che stiamo aspettando dalle opere del giubileo e della quale ci sono solo i progetti

    • @salmacis perché ovviamente non sono contenti se, alle strunzet’, non ci aggiungono cose di cui non solo non sanno una ceppa – visto che è dal 2000 che sono bloccate -, ma che non stanno proprio né in cielo né in terra!
      Come se adesso, dato che dei Privati costruiscono (lo costruiscono??) uno Stadio, tutt’a un tratto saltano fuori soldi e nulla osta per una grande opera ferma da 19 fottuti anni!!
      Se solo si pensa che hanno iniziato prima la linea C, progetto molto più recente del prolungamento della A, già solo questo dovrebbe farci capire i terribili impicci, interessi ed ostacoli che ci sono per avviare quel mega cantiere.
      che dire… speriamo che ci stiamo sbagliando noi e ci smentiscano in tronco! Ma me sa tanto de caxxata😅

  11. Mi sembra un’assurdità.

    Ammettiamo sia questo lo scenario, sarebbe tutto chiaro come il sole e si comprenderebbero molte cose accadute negli ultimi anni intorno a questa controversa storia.

    Ok. Stadio a Tor Vergata ma che sia pronto subito. Non voglio più sentire studi di fattibilità, conferenze dei servizi che durano decenni, associazioni di consumatori, enti vari, antiche tribune da rispettare, vecchi arnesi alla Berdini da sopportare, rane cornute da salvaguardare e bla bla bla.
    Progetto pronto e ruspe subito.
    Perché francamente m’avete rotto er caxxo TUTTI QUANTI!!!!!

    • Ammetto il mio disaccordo con i buon @Amedeo su tante delle cose che scrive, ma nel caso specifico potrei sapere i dislike a cosa si riferiscono??
      Non volete lo Stadio in modo celere? Volete altri 10 anni di cagature di caxxo e affossamenti nell’assurda, opprimente burocrazia Italiana vista da tutti alla stregua di una barzelletta di cattivo gusto?
      Se ve piace a voi…

    • Stadio a Tor Vergata subito? E la dignità dove la metti? Io voglio lo stadio a Tor di Valle CONTRO Berdini, er Messaggero, laziali e Caltagirone. O Tor di Valle o niente!
      Se così non è, Pallotta ha perso e Friedkin si è già consegnato al nemico.
      Con la Roma sotto scopa

    • Ma infatti ho scritto che è “un’assurdità”. Volete lo Stadio a Tor Vergata perché a Tor di Valle non è possibile farlo per mille motivi?

      Bene.

      Che sia pronto per il 2020-2021, anzi – dirò di più – , per l’ultima in casa con la Fiorentina a maggio. Lo dovete fa’ de corsa, perché se semo rotti le [email protected] de ‘sta storia!!!

    • Lo devono fa’ de corsa a Tor di Valle! Ai mille motivi di Caltamafione Fridkin non deve piegarsi, manco se lo stadio glielo fanno domani mattina.
      PE DIGNITÀ, Amedè!

    • Vedo che continui a non capire….

      Ma che dico, io già domenica prossima voglio vedere la Roma al Tor Vergata Stadium.

  12. Così fosse, azzerato pure il proGGGetto stadio di ballotta.
    Come avevo preventivato, si farà uno stadio altrove e senza Speculation City attorno.
    Non resta che levarsi di torno la vera palla al piede che ha paralizzato l’AS Roma per un decennio confinandola nell’anonimato, nella sconfitta, nell’umiliazione e nella vergogna: ballotta.
    BALLOTTA GO HOME

    • ” si farà uno stadio altrove e senza Speculation City attorno.”

      Certo, lo fanno per beneficenza, per vederti sorridere caro Ilario….
      E non si chiama speculazione: se tu in una zona abbandonata come Tor di Valle o Tor Vergata metti su
      una costruzione fatta bene e che crea lavoro, si chiama sviluppo.
      La speculazione è il magnamagna che potrebbe starci attorno, in un posto o nell’altro,
      ma speriamo di no.

      Se poi tu pensi che a Tordivalle saranno più contenti di tenersi quella fogna a cielo aperto che
      è ora l’ex ippodromo, invece di avere stadio, uffici, negozi, parcheggi e parco….

    • Guarda Anto, lungi da me dal voler polemizzare ti faccio notare come siano molti sostenitori di ballotta ad esaltarne la purezza e la trasparenza rispetto a interessi sporchi e cattivi che gli si contrappongono.
      Io ti sto semplicemente dicendo che nessuno fa niente per beneficenza ma che ballotta e soci sono stati davvero gargarozzoni e autoreferenziali, da cui il fallimento del proGGGetto tordivalle (come tutti gli altri proGGGetti dell’era ballotta, puntualmente falliti).
      Allora speriamo che Friedkin riesca a breve a fare uno stadio funzionale con annesso indotto che ruoti attorno ad esso creando pure posti di lavoro, sviluppo etc., per i propri interessi imprenditoriali e per quelli dell’AS Roma.
      tordivalle non è l’unica fogna a cielo aperto a Roma purtroppo, ve ne sono ovunque e il recupero di ciascuna di queste spetta anzitutto alle Istituzioni e non a gente come ballotta e soci che costruisce stadi. La riqualificazione e l’occupazione non passano solo per il cemento, gli uffici, i negozi, i centri commerciali etc, tutte cose che mi pare a Roma già abbondino.

    • Guarda,
      per me lo stadio lo può fare chiunque e in qualsiasi posto, che di macerie abbandonate a Roma ce ne sono anche troppe.
      Solo che come tutti gli stadi sarà ANCHE un’operazione commerciale edilizia.
      E quindi o case (che davvero non mi sembra il caso a Roma…) o edilizia commerciale.
      Lo Juventus Stadium ha un mega centro commerciale attorno e hanno costruito centinaia di uffici.
      E ti assicuro che tutto il quartiere sembra molto più bello di prima.

    • Ho detto la stessa cosa.
      Stadio con relativo indotto, se vuoi chiamala pure edilizia commerciale.
      Ma che sia relativa, funzionale e circoscritta allo stadio.
      Del resto del proGGGetto di ballotta ne faremo volentieri a meno.

    • PS – a sostenere la teoria della beneficenza fu baldissoni dicendo che pensare che ballotta sia venuto qui per fare i suoi interessi e i soldi è assurdo. Ossia l’ha detto ballotta per interposta persona.
      Per cui gli ingenui e i sognatori sono quelli che hanno creduto a questa risibile scemenza.

  13. Esultare perchè Caltagirone entra nel progetto dello stadio è come il marito che si taglia l’uccello per far torto alla moglie.

    Spero Friedkin sia vigile, molto vigile.

    • Non esulta nessuno, non si esulta per questo.
      Però credere che ballotta&co. a tordivalle avessero in mente un progetto trasparente, immacolato e filantropico è davvero puerile. E infatti lo stadio sarebbe stato il grimaldello per edificare una cittadella: per quali interessi?
      Dopotutto tra i soggetti coinvolti taluni in gattabuia ci sono finiti.
      Sarebbe bene si facesse lo stadio dell’AS Roma e basta a giovamento dell’AS Roma.
      E vedrai che se il “problema” sarà solo uno stadio a breve lo stadio si farà.
      Altro che i tempi biblici e le baggianate di ballotta…..

    • Allora si vede che ancora non hai capito come gita il mondo.

      Qui non si tifa per nessuno non ci sono schieramenti, questa é la sconfitta di Roma e dei Romani tutti anche di qull’altri sbiaditi.
      Roma é in mano a personaggi discutibili per non dire altro… ma ci siamo capiti, questi pseudosignori in doppio petto si chiamano Parnasi, Caltagirone, Malago’, Baldissoni, Unicredit, Lotito, Diaconale. Pescante, Carraro ecc.. ecc..

    • Ho dimenticato di scrivere che la “testata” dove appare l’articolo non è molto affidabile.

  14. Da una parte sarebbe una vittoria per la Roma, dall’altra una sconfitta per Roma. Se un palazzinaro ha potuto tenere in scacco un progetto di queste dimensioni per 10 anni, mentre ora se si fa come vuole lui la cosa davvero può procedere spedita e senza intoppi, allora alle prossime elezioni sarebbe meglio votare direttamente per Caltagirone sindaco, visto che è lui che comanda, senza bisogno di faide o intermediari asserviti. Davvero le istituzioni sono in tutto e per tutto controllate da certi personaggi? la risposta purtroppo sembra essere “si”, ma sarebbe bello anche solo sperare che una città come Roma non sia solo serva del potere e di certi giochetti mafiosi, ma una città capace di crescere nel rispetto delle regole, capace di imparare dai propri errori e di affrancarsi da certe squallide logiche di potere. Ma mi sembra decisamente più facile che la Roma abbia il suo stadio in 2 anni, piuttosto che Roma città possa cambiare

    • Completamente d’accordo.
      Se lo stadio si farà a Tor Vergata,
      bene per la ASRoma e noi tifosi, ma è una SCONFITTA per la CITTÀ.

    • B-R-A-V-O!!!! Sono le persone che devono cambiare. Se così fosse sarei curioso di vedere quanti tifosi romanisti vanno a protestare contro la costruzione dello stadio

  15. Tor Vergata?.Non scherziamo uno stadio deve essere servito da almeno due linee metro,prossimo a gra ed autostrada,non essere vicino ad un grande,puzzolente depuratore,lontano da grandi corsi d’acqua ecc.ecc.meglio tordivalle

  16. Aspetto il commento del Signor Adelmo, il quale insulta tutti da 5 anni a questa parte.

    • Caro Blouson il nostro caro Adelmo è talmente impegnato a insultare tutti quelli che appena accennano a contestare o ancor meno osare mettere in discussione o dubitare dell’operato decennale di James Pallotta bond che,qualora anche lontanamente veritiera questa boutade (tale per ora la considero), inizierà a insultarsi violentemente da solo arrancando di qua e di là non volendosi rassegnare all’ormai prossimo addio dell’amato James.

    • …stamo a fine mese è finita la tariffa internet a casa Pallotta…manco i maggiordomi possono collegasse su la rete…ciao Blouson

    • Mi dicono che è stato avvistato da queste parti circa un’ora fa… Ha sghignazzato un po’… ha scoperto un paio di caltagirones… poi è scappato via ripetendo tra sé e sé “Io nun so’ romanista così… So’ romanista COSIIII’…”. Tecniche di autopersuasione.

  17. Io sono romanista e voglio lo Stadio della Roma.
    A Tor Di Valle, a Fiumicino, a Valmontone o a Tor Vergata. Non me ne frega niente di dove e di chi lo fa.

    Ho sempre pensato che Pallotta avesse sbagliato cavallo, con Parnasi contro Caltagirone.
    Purtroppo in Italia, a Roma, le cose vanno così.
    Non mi piacciono, ma non è che Parnasi fosse eticamente meglio di Caltagirone.

    Se la notizia è vera,
    Viva Friedkin, Viva Caltariccone, Viva lo Stadio della Roma.

    (ma se è vero toccherà pure sentire Berdini che se ne uscirà a dire che lui lo aveva detto… e questo no… non lo sopporto)

    • Caro Johnni,
      condivido tutto e in particolar modo il Viva Friedkin, Viva Caltagirone grandissimo riccone, Viva lo stadio della Roma !!!
      (Berdini non profferirà verbo…e sai bene perchè!!!)

      Sarebbe l’inizio di un epoca meravigliosamente intrigante per noi TUTTI tifosi della squadra che porta e rappresenta il nome della città eterna… AS ROMA 1927

    • Purtroppo a Roma e in Italia le cose vanno così perche’ c’e’ la gente come te che la pensa cosi’. Punto

  18. Sarebbe semplicemente pazzesco.

    Parliamo di rumors, chiaro, ma purtroppo è una storia che non ci dovrebbe suonare strana.

    Sarebbe l’ennesima conferma che le amministrazioni comunali, regionali, lo stato hanno terribilmente fallito. Passerebbe di nuovo il concetto per cui le cose si fanno se ci si allea con le persone giuste, i boss dei palazzi che sanno bene chi ungere e come districarsi. Mentre chi si affida al processo legale viene letteralmente schiacciato dall’inefficiente ingranaggio burocratico.

    Spero tanto che sto stadio si faccia, a Tor di Valle, a Tor Vergata, a Tor ndovepare, basta che la Roma abbia finalmente una casa tutta sua.

    Spero altresì che Friedkin stia molto in campana a lavorare con certi personaggi.

    Forza Roma

  19. Ragazzi, magari chi non vive a Roma, non sa che con Caltagirone dietro non ci saranno problemi, NESSUN PROBLEMA. Non voglio avvicinare la parola mafia a Caltagirone, ma sappiamo perfettamente che senza di lui, di grosso a Roma NON SI MUOVE NULLA. Hanno inventato tante cose sul progetto tor di Valle, dalla speculazione alle rane, alle tribune inagibili da preservare fino al rischio idrogeologico ( se cerchi su Google un avvenimento tale in quell’area non risulta nulla, perche infatti non c’è mai stato ). Con Caltagirone scommetto che in 2 anni è fatto lo stadio. Come fosse SENSI ” se vuoi sopravvivere a Roma devi farti amici i giornalisti “, ma io la metto in maniera più grande:”se vuoi sopravvivere a Roma, devi fare i patti con i potenti”, cosa che Pallotta non aveva mai fatto. Non è un male, ma questo è un segnale preoccupante per Roma, L’ENNESIMO.

  20. Per me era meglio farlo a Fiumicino però all’occorrenza anche Tor vergata va bene basta che si faccia e basta prese in giro

    • Il Comune di Fiumicino aveva dato la sua disponibilità.
      Ma per fare UNO STADIO.
      Uno stadio con il giusto contorno e basta.
      E ballotta è scappato.
      Se si vorrà fare solo lo stadio in tempi brevi si farà, le prese in giro sono state quelle di ballotta e soci.

  21. ahahahahahahahah chi vivrà vedrà ahahahahahahah

    – magari se schiera apertamente Caltagirone…ahahahahahahaahha
    – fine della guerra (Sensi ne ha subito le conseguenze con il duo Caltagirone/Geronzi) da parte del Messaggero
    – daje mr. Friedkin…sbrigate
    – se quanto sopra si avvera probabilmente molto presto e sicuramente prima de passà a miglior vita godrò
    come un matto con la maja con data della vittoria della Champions League che sbatterò in faccia tutti i
    giorni alla sparuta minoranza di fede podistica pedestre!!!
    – tifo la maja, sempre, ma ho raggiunto un età che me fa pensà che ogni tanto vedemme na partita a 3 mt
    dal campo e mette più de qualcosa in bacheca me farebbe tanto piacere !!!

  22. Questa notizia se è vera ed in seguito si realizzerà nel sito di Tor Vergata lo stadio della Roma, è la più grossa sconfitta politica di Roma e di Pallotta che ostinatamente ha insistito su un progetto che non avrebbe mai visto la luce, mi fa specie Mauro Baldissoni che ha prestato la sua faccia a Unicredit per realizzare questo obbrobrio. ( Avra avuto senza dubbio il suo tornaconto ).

    Questa è la politica di Roma che suburra !

    Questo è Pallotta che si inchina di fronte al business che non c’è più.

    Mi viene da dire ABBOCCOOOOO !!!!

  23. Caltagirone non e’ cattivo a prescindere. Le palazzine scadenti senza fogne le ha fatte a Roma perche’ come tutti gli imprenditori punta a guadagnare. Ora lavora principalmente in Nord Europa e li’ si comporta bene perche gli amministratori di quei posti obbligano tutti gli investori a certi standard. I politici non scarichino le loro colpe. Lavorino con Caltagirone costringendolo a fare un buon progetto come avevano fatto Marino e Caudo con tdv, prima che il progetto venisse sfregiato e reso speculativo dai pentafessi e da un rifondarolo ideologizzato come Berdini, secondo il quale le torri di Libeskind erano tre cosi e porta Nuova a Milano e’ colata di cemento.

    • Ce poi fa gioca la Lazio, ce poi fa il Golden Gala dell’atletica leggera, ce poi fa i concerti de Vasco, avoja le cose che ce poi fa. Ma non ci fai più gioca la Roma in affitto.

  24. Scusate,ma Vitek che fine ha fatto? ahahaahahahahahahahahah ihihihihihih ahahahahahaha che spettacolo!

    • sono tutte cassate, Friedkin non si è ancora mai visto, si è appena conslusa la due diligence e i giornali parlano di futuri accordi. Spostare lo stadio significa rifare completamente il progetto partendo da zero

    • @ OSU Hai poco da ridere,
      in quanto Vitek é un’immobiliarista che magari ha un portafoglio più grosso di Caltagirone é magari avrebbe anche rimesso in ordine un quadrante di Roma che è in decadimento come quello che é Tor di Valle e tutta l’area limitrofa.

    • A Spaccia con i “…magari…magari…” non si va da nessuna parte, non sembrano un po’ troppi?
      Posso essere padrone di non credere all’accoppiata in comune Vitek/Friedkin per il progetto Tor di Valle?
      Anch’io vorrei un nuovo stadio moderno a Roma, ne’ sponsorizzo Caltagirone, pero’ con un decennio di intortamenti…mi spiego?…
      Se poi vuoi credere che Vitek viene a Roma con la bacchetta magica e risolve tutto, sei padrone

    • @OSU
      allora non hai capito, a patto che questa storia di Caltagirone é vera, a Roma e per i Romani tutti ci sarà pure uno stadio in più forse pure due, ma la speranza che Roma città diventi una città libera e aperta cade ad ogni speranza, se questo accadrà a Roma sarà peggio dell’occupazione nazifascista, ma stavolta l’americano penserà solo ai suoi affari non te verrà a liberà.

      Poi sarai tu ad essere padrone… di cosa non lo so.

  25. Questa notizia viene “confezionata” a 2 giorni dalle elezioni in Emilia e Calabria e dopo il successone che stanno riscuotendo i simpatici 5stelle ?

    Coincidenze !?

    Mah!

  26. Ma perché vi stupite tanto, esiste la mafia esiste il favoritismo e siste tutto cio che sia contrario alla democrazia e alla giusta causa o alle giuste opere. Si fa quando,chi all oscuro muove i fili, e comanda, sarà contento, non esistono 5 star, destta sinistra centro destra centro sinista angolo retto, non esiste politica. Esiste la magnaccia, e finché l uomo non si libererà dalle catene,e rivendicherà la sovranità popolare sarà cosi, come è dal 1300 circa. Sveglia.

  27. Da un punto di vista burocratico-infrastrutturale-trasportistico ,sfido chiunque a negare che Tor Vergata sarebbe meglio di Tor di Valle .

    Due linee metro al servizio (A e C) aggiungo inoltre per chi lo sapesse che la ferrovia Roma Giardinetti sarà prolungata a Tor Vergata . Vicino deposito Cotral Anagnina .

    Tor Vergata è il Top

  28. Che Caltagirone abbia avversato, per tornaconto personale, la realizzazione dello Stadio a TdV, è molto probabile.
    Che abbia già in tasca degli accordi con Friedkin lo trovo, invece, poco credibile.
    Tuttavia, è possibile che con l’uscita di scena di pallotta, naufraghi definitivamente il progetto stadio a TdV. In tal caso si riaprirebbero i giochi, con un solo uomo al comando…
    In conclusione, direi che un bel “Baldissoni go home” ci sta bene.

    • @Kawa
      Che Caltagirone abbia già in tasca degli accordi con Friedkin lo trovo ora, anch’io poco credibile, però realizzabile…quindi vieni alla conclusione,come ho già commentato,per un no all’accoppiata Vitek/Friedkin nel progetto stadio in comune?
      Concludendo, ti sono solidale con un“Baldissoni go home” di 90 decibel, ci sta più che bene.

  29. Nun me pronuncio. Prima vedo ruspe e poi parto. L’unica cosa certa è che sta città è na gran fogna a cielo aperto. Artro che quella ndo vivo io.

  30. Benvenuti in itaglia!!! Questa è la morale. Lo Stadio a TDV avrebbe significato l’inizio di qualcosa di diverso, ora, al netto che da romanista sarò comunque contento di avere uno Stadio, rimango sconvolto e deluso da cittadino italiano. In Italia siamo tutti d’accordo a puntare il dito contro ciò che non va, ma chissà perché, mai lo si corregge…. Mi raccomando, ora “inneggiate” a Skartaminkione… Schifoso era e tale resterà. Se Friedkin si presenta così, scendendo a compromessi, ci porterà pure lo Stadio, ma non credo lui ci porterà la trasparenza di Pallotta. Che “il prezzo” dello Stadio non sia mai l’umiliazione di scoprirsi un domani truffaldini. La dignità del romanista non ha prezzo. Forza Roma

    • Roma=amor ho una grande stima nei tuoi confronti. Non solo come grande Tifoso Romanista ma anche come cittadino. Sempre impeccabile, mai una parola fuori posto. Avercene di tifosi come te. Sempre Forza Roma!

  31. Nun je la faccio a nun scrive oggi ahahahahahah
    Lotito e Mezzaroma se stanno già a preoccupà, pure fosse na notizia falsa, che Gaetano je toje pure er controllo da VAR e a Tor Vergata fa lo stadio co 7/8 grattacieli e sul più alto ce mette la bandiera di Roma città e della AS ROMA 1927 !!!

    Daje Friedkin Daje Caltagirone Dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    ahahahahahaah

    • E nun lo facessero innervosì a Gaetano che ce porta pure er Colosseo smontato e rimontato pezzo per pezzo a Tor Vergata !!!

      Roma grande e vittoriosa o dar ragione a tifosi moralizzatori, scandalizzati dal potere del personaggio Caltagirone, stile Lotito???…questo è l’atroce dilemma!!!

      p.s. io so per la prima, ovvio!!!

  32. Io dico che è tutta una mossa per mettere alle corde la giunta e i 5s e metterle pressione, che dopo le debacle in Emilia e Calabria non può permettersi un’altro fallimento

  33. ahaha me viè da ride e mò chi jo dice ai cesaroni 😀

    Il costruttore può essere anche Sbirulino l’importante è che l’impianto sia della ASRoma, basta magna magna a tradimento!

  34. Faccio una valutazione, se la notizia fosse vera, significherebbe due cose,
    che lo stadio probabilmente si farà, ma a Roma comanda sempre e solo lui.
    Il vero Re di Roma.
    Come disse qualcuno,
    “..a Roma non si muove figlia se non vuole Caltagirone..”

    Ora mi spiego l’endorsement del MESSAGGERO verso Friedkin negli ultimi 3 mesi…

    La Raggi con le sue rimostranze strampalate, ha solo fatto il gioco del Calta…

    Maledetti.
    La AS Roma ha vinto
    Roma ha perso.

    • Cosa ti importa di tutto ciò l’importante è che si faccia, senza ooooo sssstadio nun se vince 😀

      Cesarone docet!

  35. Se fosse vero. *SE* (grosso come una casa).

    Il pacchetto Roma-Stadio sarebbe già stato venduto con questa possibilità di accordo, da un Pallotta che si è reso conto della battaglia contro i mulini a vento di una politica amministrativa VERGOGNOSA, di una città e di un paese ridotti in macerie dalla burocrazia incompetente, da lobbies corrotte, da satrapie inamovibili.

    Non è che Fridkin arriva e nottetempo parla con Caltagirone.
    Dietro ci sono esperti di affari cittadini, consulenti ben radicati e garanti di altissimo livello.

    Quello che ci presentano è un foglio sul portone, ma dietro c’è un palazzo.

    Come dice il buon Amedeo, basta che si faccia. Questa presa in giro non si sopporta più.

    Ovunque si faccia, chiunque lo faccia.
    Lo Stadio della Roma lo vogliono un milione di romanisti.

    E che tutti coloro che lo hanno avversato e/o gli hanno messo i bastoni fra le ruote finiscano sotterrati da una montagna di m..elma.

    • Io de melma ce n’ho tanta ‘ntorno, ce vivo propio. Na vicenda così grottesca se poteva vede’ solo a Roma. Anche a me nun me frega gnente de dove sorgerà e quale palazzinaro o farà. Tanto er più pulito c’ha a rogna. E manco me frega unca de quello che ce cresce ‘ntorno, come se fosse a prima colata de cemento più o meno giustificata.
      So’ becero e qualunquista e vojo o stadio daa Roma, se fotta er resto.
      Ma se capisce ch’aa legge qui nun c’ha dimora e allora c’hanno ragione i più forti.
      Nessuno obbligava comune e regione a accetta’ a proposta de Tor di Valle, però hanno detto de sì e manco na vorta sola.
      Ma anche er comportamento der sor Pallotto e proponenti è stato strano e fin troppo accondiscendente davanti aa melina e inedia daa Gaggi e pentastallati. A ‘n certo punto me sarei atteso ‘n ingiunzione a convoca’ l’assemblea pe’r voto su a variante.
      ‘Nvece gnente. Sta storia, come a giri a giri, puzza veramente tanto.

  36. Capisco che l’idea che si arricchisca uno come Caltagirone non è gradita, ma sinceramente Unicredit e Parnasi – che si sarebbero arricchiti con Tor di Valle – non è che sono proprio San Francesco… i palazzi li fanno i palazzinari, c’è poco da fare… Non vedo per quale ragione a fare i duri e puri contro i palazzinari si debba cominciare proprio con il nostro stadio. Detto questo, Tor Vergata è un posto perfetto per lo stadio: spazi molto grandi, grandi reti stradali già presenti che si incrociano lì, necessità di sviluppare i servizi in quel quadrante della città, che trarrebbe giovamento dallo stadio, la fermata prolungamento di Anagnina è semplicissima, e si potrebbe finalmente restaurare la vela di Calatrava in abbandono. Per Roma e per la Roma sarebbe una soluzione win win

  37. Ammesso e non concesso che questo articolo possa avere qualcosa di reale e fondato e che non sia l’ennesima sparata nel mucchio, tanto per dar fiato alla bocca di questo o quel giornalista di turno e sparare il presunto “scoop” in prima pagina, se così fosse sarebbe contemporaneamente:
    1) Una (mezza) vittoria per i tifosi romanisti, che vedrebbero realizzata la propria casa sportiva
    2) Una (grossa) sconfitta per i cittadini romani onesti, che vedrebbero realizzato un progetto fatto non per creare sviluppo e modernità in un quartiere degradato della città, ma solo una realizzazione dell’ego del potente di turno, che nel corso degli anni ha messo in atto manovre di disturbo, facendo ricorso a tutti i mezzi in suo potere.
    Che poi la felicità e la soddisfazione per l’opportunità di realizzare qualcosa che inseguiamo da 8 anni, possa essere (talvolta) superiore alla “puzza di marcio” della politica del più forte, a cui basta “tapparsi il naso” per non sentirla più… è lasciata alla sensibilità e al modo di pensare di ognuno di noi.

    • Tutto giusto.
      Alla fine, l’escamotage per accettare la conclusione della vicenda – sempre che sia confermata – è considerare che, in ogni caso, Tor Vergata è stata ad un certo punto indicata come possibile luogo di realizzazione dello stadio.
      Daniel Friedkin troverebbe un illustrissimo antecedente in Alessandro Magno, che troncò il nodo di Gordio anziché impazzire nello scioglierlo.
      Al di là delle rivincite cui fa cenno l’articolo, obiettivamente la soluzione Tor Vergata potrebbe apparire infinitamente più semplice della soluzione Tor di Valle, e perciò preferibile.
      Il “potrebbe” deriva dal fatto che, a questo punto, quale progetto si realizzerebbe? A che punto arrivarono le trattative all’epoca di Alemanno? C’era già un progetto?
      Se Friedkin acquistanto la ASR acquista anche i progetti più recenti (quello con le torri e quello senza), potrebbe riutilizzarli adattandoli alla nuova collocazione?
      Fra l’altro, l’articolo rafforza l’idea che il passaggio di mano è questione di dettagli, il che – fino alla comunicazione ufficiale – male non fa saperlo…

    • Le cubature (grattacieli, palazzine ecc.) erano a compensazione delle opere pubbliche, se a tor vergata non necessitano di opere pubbliche allora tutto tranne lo stadio non dovrebbero essere costruito.
      Questo naturalmente è un ragionamento da ignorante in materia.

  38. I 60 milioni del progetto chi li ha versati in questi anni?? Pallotta personalmente? La as Roma? Di chi diavolo sono questi 60 milioni buttati nel wc??

    • Spaghetti, pollo, insalatina e una tazzina di caffè…rigorosamente a Detroit perchè a Boston se magna male he he he

      #Famostostadio

  39. Mi fate ridere tutti!! Fino a ieri parlavate di onesta’, adesso pur di avere lo stadio vendereste l’anima al diavolo!! E’ proprio vero che la rovina di ROMA sono i romani! Provo solo vergogna

    • mmmm me sa che sei tifoso o della rubentus o della [email protected]…te stai a preoccupà ehhhh

      qua si parla di calcio e non che la Roma calcio deve sistemà tutti i mali e la corruzione del paese Italia…ma se semo ‘mpazziti???

    • Onestà???

      Perché tu me la chiami “onestà” una politica fatta di prese in giro, proclami, stupide e strumentali opposizioni?

      Onestà io la chiamo una posizione coerente che dà risposte vere e conseguenti ai cittadini intesi anche come imprenditori che vogliono investire.

      Onestà io la intendo come onestà amministrativa, che è tutto il contrario, per inettitudine, di quello dimostrato dalla giunta al governo cittadino.
      Ci hanno “venduto” come “buono stadio” il taglio a carro di cane delle cubature che esistevano per compensare le opere pubbliche necessarie e che avrebbero dovuto fare i privati, per poi accorgersi che senza quelle opere pubbliche non si arrivava allo stadio.

      E questa me la chiami “onestà”?
      Questo è “fate pace col cervello” INCAPACI.

  40. La peggiore amministrazione di sempre, no ad Olimpiadi, stadio, cittadella Tim all’EUR (e ci teniamo le torri di Beirut), blocco della riqualificazione degli ex mercati generali e potrei andare avanti fino a domani. Qualcuno dovrà rispondere di tutto sto schifo che ha declassato Roma. Lungi da me voler giustificare qualsiasi forma di illecito ma se fare qualcosa a Roma significa superare montagne di meixa burocratica e muri di feccia allora si scelgono le strade meno trasparenti e limpide. Sono nauseato da questa amministrazione cittadina molto di più di tutto il resto.

  41. me sembra una bufala…
    però è anche vero che il nuovo presidente vuole tempi certi
    forse è un modo per dire alla sindaca…o te sbrighi o cambio zona…

    contento che non si parla più di Fiumicino, lo stadio della Roma non può stare fuori Roma

    lo stadio fuori è per i burini se mai avranno un nuovo stadio

    • I burini sono legati a triplo filo con la federazione, lo stadio non lo fanno. c?è l’olimpico che senza i noli di Roma e Lazio diventa un disastro in perdita. Lotito lo sa e sta coperto, tanto ha il suo ritorno. La Roma con la volontà di fare lo stadio va a togliere introiti sicuri al CONI e quindi……

  42. Mi affido alla logica, e questa mi sembra una delle piu’ grandi caxxate dell’ultimo anno. Come si può credere ad un sito/giornale che affermi che i lavori del nuovo stadio a tor vergata possano iniziare a fine anno bypassando qualsiasi iter? Non ci facciamo prendere per il cubo parlando di questi pseudo giornalisti

  43. Già che c’erano lo potevano fare a Frascati!!!
    Per tutti questi anni noi tifosi siamo stati in balia delle lotte di potere ed economiche di questi personaggi politici ed imprenditoriali, in nome di uno stadio che ci ha costretto a vivere otto anni senza neanche provare a vincere un titolo, puntando solo al posto in Champions e rinunciando di fatto alla competizione sportiva….tutto questo per avere uno stadio in CULONIA…..SENZA PAROLE!!!

  44. Credibile? Mmm….E Vitek? Se fosse vero,un grande passo avanti per lo stadio,uno sempre più dentro la palude per Roma e i Romani. Avete notato? Tutto già pronto e trasporti pubblici garantiti dalla metro C e dal possibile prolungamento della A,capirai,’na caccola e chi lo fa? Babbo Natale? Boh,a me pare una str…!

  45. ma dai dove le tirano fuori tutte queste [email protected]@ate questi giornalai non sanno veramente più che scrivere su sto stadio la prossima settimana scriveranno che la Raggi è pronta a dare l’ok a tutto pur di farlo a Tor di valle sono veramente ridicoli. Forza Roma

  46. Applausi per JonnyB. Roma e’ inguaiata per l’ideologia e l’incompetenza che ha fatto molto più d’anni della presunta disonestà che a Roma non e’ più diffusa che a Londra o New York. A Caltagirone fallo lavorare bene come ha fatto in Danimarca o a sesto san Giovanni portando ricchezza li’ invece che a Roma. Con la scusa dei disonesti non si possono aggiustare neanche le scale mobili della metro. Le Olimpiadi di Malago si fanno a Milano e porteranno tanti soldi e posti di lavoro come e’ stato per expo che ha favorito in percentuale soprattutto i poveri che ora a Rho hanno l’appartamento che vale il triplo. I no expo. No torri di Libeskind. No olimpiadi. No investimenti perché si ruba, ammazzano soprattutto i poveri che senza investimenti non hanno possibilità di emanciparsi dalla povertà. I ricchi i soldi già li hanno.

    • Lollo,
      fermo restando i benefici che deriverebbero dalla coppia, Friedkin e Caltagirone, alla nostra Roma intesa come AS ROMA 1927 non è che noi tifosi della Roma ci dobbiamo far carico della disonestà di tutti gli amministratori italiani a qualsiasi livello.

      Le Olimpiadi si faranno a Milano e porteranno in quella città molti soldini… solo che tanti dovrebbero capire, come è stato per l’EXPO, che i soldi se li magnano, e tanti, i Formigoni de turno e i loro compagni de merende…però noi pensamo a Suburra mentre a Milano so tutti onesti ehhh

      Ribadisco che noi TIFOSI della Roma in questo contesto dovremmo pensare solo e unicamente al bene della nostra squadra e sperare che finalmente assurga al prestigio che le spetta per il semplice fatto che il nome che porta, ROMA, rappresenta e rappresenterà per sempre in ogni luogo del mondo conosciuto la città eterna !!!

  47. Perché il primo pensiero è stato quello di pensare che il motivo per tutto questo ritardo è dovuto agli impicci di qualcuno?

  48. Mah, chissà se è vero…

    Se lo fosse e soprattutto se andasse in porto in tempi ragionevoli e ancora di più se venisse una cosa ben fatta (architettonicamente e logisticamente parlando: non mi riferisco ai parametri ignora – deliranti dettati dal Comune), perché non con Caltagirone?

    Negli affari non ci sono preconcetti: interessa a qualcuno come fosse Cheope (Erodoto ne parla malissimo…) quando compra il biglietto per andare in Egitto a vedere le piramidi di Giza?

  49. Ma cone si fa a credere ad un articolo che parte usando come fonte “i bene informati” e che avvalora il tutto con una foto della presenza di caltagirone allo stadio (con accanto la fidanzata, mica qualche dirigente).
    Affaritaliani, simpatici proprio….
    Ma se certe notizie escono è sempre e comunque perchè c’è gente che non distinguendo gli va appresso.
    Continuano poi a dare date infondate sulla firma fra Friedkin e Pallotta, prima o poi, più o meno, ci prenderanno e nella testa di qualcuno l’autorevolezza di chiunque abbia scritto rimane.
    Dio Santo.

  50. Io non lo credo possibile.
    – Primo: Friedkin non è ancora il proprietario della Roma quindi quali accordi avrebbe stipulato con Caltagirone.
    – Secondo: a TDV è prevista la costruzione non solo dello stadio ma anche del nuovo centro sportivo della Roma, del parco e delle palazzine, non credo sia possibile spostare di sana pianta l’intero progetto.
    Secondo questo articolo la nuova proprietà butterebbe nel tevere il progetto completo, ripeto non ci credo.

  51. Le stesse cose le avete già scritte e riscritte con cadenza quinquennale!!! AAA boccaloni cercasi!!! Che risate. E comunque se fosse, non ci sarebbe nulla da vantarsi. Emerge un sistema di mafia conclamata al quale è impossibile opporsi…e chi riesce è mafioso o asservito, per gli altri non c’è nulla. Io a Roma ci lavoro e lo provo tutti i giorni, mio malgrado. Non vedo perché se è per lo stadio, il sistema marcio allora va bene…poi non ci lamentiamo se c’abbiamo le strade bombardate o i sorci che banchettano sotto casa! Uno è figlio dell’altro…ma che ce frega. DAJE CALTA SEI TUTTI NOI

  52. Grazie Wind of chance: il mio obiettivo è sempre preservare la Roma, ma anche allontanare la minaccia di essere tacciati come “i cugini di Lolito” o “gli juvermini 2.0″!!! Io non voglio scendere a ” patti col Diavolo”, e temo si possa andare in quella direziine… Un “volpone” come Skartaminkione, ti terrà sempre per le pxlle se lo assecondò! Oggi ti accontenterà se gli darai soddisfazione, ma domani, quando ti avrà prosciugato ben bene, ti butterà a mare… Attento Friedkin a non entrare in gioco su “un campo minato”. Preferisco la lotta di Sensi e di Pallotta, che il volere di un certo gran fijo de na migxotta… Pe’ capicce, meglio una ” buona vita a testa arta”, che “una bellissima vita a guaddasse le spalle”….!!!!!! Forza Roma

  53. Mi sembra una fantacazzata, ma dovessi sbagliarmi lo capiremo presto grazie al cambiamento di atteggiamento verso la società della stampa romana, adepta del palazzinaro supremo.
    Se dovesse finire così sarebbe la prova provata che Roma è perduta.
    Una manifestazione del potere assoluto ed incontrastabile di Caltagirone.
    Di trofei in bacheca ne abbiamo pochi, ma dignità da vendere e non ci rinuncerei per lo stadio nuovo a tor puzzona.
    Mi tengo l’olimpico dal quale te ce manno oh Caltamafione.

  54. L’articolo conferma il no a Tor di Valle ma è una bufala totale su Tor Vergata e sull’interessamento diretto di Caltagirone:
    1. l’area di Tor Vergata ha una destinazione del PRG a servizi pubblici ed è destinata alla costruzione in parte realizzata dell’università di Roma di cui Caltagirone è concessionario unico per l’appalto delle opere (che nulla ha a che fare con la proprietà e la disponibilità delle aree; in pratica ha lo stesso incarico di Salini per la costruzione della metro C).
    2. La legge sugli stadi prevede, a suo tempo è stato molto criticato, che doveva essere il Comune a indicare un’area pubblica e in mancanza di aree idonee, valutare proposte private. Quindi la procedura autorizzativa della costruzione è identica a quella di Tor di Valle salvo il vantaggio di non avere vincoli idrogeologici.

    In conclusione se Friedkin compra le azioni di AS Roma, le compra senza nessuna prospettiva immediata di costruire lo stadio.
    Tutto lascia pensare data l’assurdità e l’inattendibilità di certi articoli, che sia la solita confusione in attesa della udienza fallimentare di Parsitalia / Capital Dev.
    Se fosse vera ci dovrebbe essere una reazione di Vitek che non avrebbe più nessun interesse a comprare Eurnova / tor di Valle, come è stato strombazzato fino ad ora.
    La telenovela continua.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome