Stadio Roma allo sprint finale: Gualtieri incontra la maggioranza, da domani delibera in aula

31
1255

AS ROMA NOTIZIE – Ultimi passi prima dello sprint finale. Lo stadio della Roma a Pietralata entra in una fase decisiva: da domani la delibera sul pubblico interesse arriverà in aula Giulio Cesare. Per questo motivo il sindaco Gualtieri e la maggioranza si incontrano per definire gli ultimi dettagli.

Il testo è ai ritocchi finali: quello originario approvato in giunta è stato reso più corposo dal maxiemendamento su trasporti, mobilità, acustica. La riunione di oggi ha proprio lo scopo cercare di aumentare la quota di trasporto pubblico utile a raggiungere l’impianto a Pietralata: attualmente la società sportiva deve garantire che almeno il 50% degli utenti possano arrivare allo stadio con autobus, metro e treni, piste ciclabili e pedonali. Il tentativo è innalzare la quota arrivando al 60%, minimizzando ancora di più l’impatto dei mezzi privati sull’area.

I dettagli del progetto si vedranno con la versione definitiva che approderà nella conferenza dei servizi decisoria dopo il via libera dell’Aula. Con lettere e studi confluiti in un ricorso al Tar, i municipi contestano che il testo della delibera e le relative modifiche siano troppo blande in quanto all’insonorizzazione dell’ospedale Sandro Pertini e delle case nelle vicinanze.

La preoccupazione è che, in assenza di specifiche da parte del Comune sul modello da adottare per raggiungere questo risultato e senza una stima dei costi, alla fine dovrà essere la pubblica amministrazione e quindi i cittadini a farsene carico.

Fonte: La Repubblica

Articolo precedenteMonza-Roma, le probabili formazioni dei quotidiani: Mou conferma il 3-4-2-1 con Celik tra i centrali
Articolo successivoLe date di Follieri: gli incontri con i Friedkin e la sua voglia di Roma

31 Commenti

  1. Neanche regalando un biglietto dell’atac insieme a quello della partita raggiungerebbero il 60% di arrivi allo stadio con i mezzi pubblici.

  2. Il 60% con mezzi pubblici come infatti attualmente si arriva all’Olimpico. La viabilità, ottima come quella per l’olimpico quando giochiamo in casa. I parcheggi intorno allo stadio, come quelli di cui usufruiamo quando stiamo all’olimpico. Adesso seguendo le vicende dello stadio (Pietralata o TDV) qualcuno potrebbe pensare che lo stadio che ci ospita sia moderno ed accessabile…. mi chiedo cosa si è fatto per migliorarne la fruibilità? Tutti a parlare di viabilità, parcheggi etc… ma dovremmo pretendere che anche adesso si migliorino le cose. E non esiste il fatto ” eh ci sarebbero tante cose da migliorare prima”, noi paghiamo profumatamente come se le cose funzionassero perfettamente. il CONI nei settori più popolari dello stadio (non in monte mario) cisa ha migliorato?

    • Dan, non lo sai, ma io sono nato a via Masaccio 4 .. a qualche 100 metri dallo stadio .. e, prima con mio padre, poi da solo, ci andavo sempre quando giocava la Roma .. e li, fin da molto piccolo, mi sono innamorato perdutamente della Roma ..
      i mezzi pubblici, anche quelli straordinari per lo Stadio, potranno trasportare il 6% .. massimo il 10% del tifo .. poi c’e’ sempre stato il detto .. chi prima arriva cammina di meno e in molti arrivavano in mattinata per poi dover scappare almeno 5 minuti prima del fischio dell’arbitruccio di turno .. molti parcheggi erano da fotografare .. l’ingegno dei romani automobilisti si rivelava in tutta la sua grandiosita’ ed estensione in come e dove parcheggiavano le lora di allora macchinette (adesso sono tutti suv ..) sperando che le carrozzine coi neonati passassero cosi’ come qualche pedone che avesse voluto cercare di raggiungere casa .. io da via Masaccio me ne uscivo a piedi naturalmente un paio di ore prima e trovavo tutto bloccato da parcheggi fantasiosi e secondo me impossibili ..
      adesso il Comune chiede e pretende e la Roma soddisfera’ le richieste ma vedremo, o vedrete, a Stadio pieno, in quanti verranno in auto e in quanti con i mezzi pubblici .. e la funivia per Monte Mario ? la Raggi e Conte se la sono dimenticata ? magari faceva comodo per vedere la partita gratis ..

  3. “Con lettere e studi confluiti in un ricorso al Tar, i municipi contestano che il testo della delibera e le relative modifiche siano troppo blande in quanto all’insonorizzazione dell’ospedale Sandro Pertini e delle case nelle vicinanze.”

    In Pratica, si lamentano che 1 volta a settimana per circa 2 ore la domenica pomeriggio o sabato sera dalle 21:00 alle 23:00, lo stadio non sia insonorizzato a dovere. Se ci aggiungiamo anche le partite infrasettimanali, sono 4 ore la settimana… Effettivamente un problemone…

    La viabilità al 60%, per me potrebbe anche essere al 100%, tanto poi i tifosi ci arrivano come preferiscono allo stadio.. Comunque, che si voglia migliorare la città, sono sempre d’accordo. L’investimento prevede una grossa spesa di denaro privato. Il comune dovrà unicamente spendere qualche soldo nei dettagli ma ne beneficierà per l’indotto e l’occupazione.

    • Hai ragione, migliorare va benissimo ma che adesso qualcuno di questi si attacchi a qualche pretesto per congelare tutto….questo no. Aho parliamo di uno stadio mica di una centrale nucleare! Le cose devono essere datte regola d’arte ma anche con buon senso e senza sotterfugi o doppi fini. TDV adesso è rimasta nel degrado e nell’abbandono oppure no? I vari comitati del NO allo stadio, stanno provvedendo a pulizia e decoro??? Non mi sembra proprio?

    • 19 di serieA, 3 di coppa Italia, 6 di coppe europee, un paio di amichevoli estive: sono 30partite in 52 settimane se vai avanti in tutte le competizioni.. Distribuiti su una stagione di 9mesi sarebbero una partita ogni 10 giorni dall’autunno alla primavera, e qualche amichevole estiva.. è davvero un problema così enorme dal punto di vista dell’impatto acustico, io non credo visto la sporadicità dell’evento.. 3 ore di casino ogni 240 ore di nulla!! Non è come una ferrovia o un aeroporto in cui il rumore si ripete a cadenze strette.

    • dovete considerare ad eventi possibili tutto l’anno non solo partite di calcio, ma anche concerti e roba simile. il fatto che ci sia un ospedale vicino non può essere messo in secondo piano. li ci vai per motivi molto più seri ed importanti di una partita di calcio. naturalmente io sono il primo che vuole un nuovo stadio della Roma, ma che si faccia ironia sulla considerazione di questo aspetto, anche no.

    • minimizzare i bisogni/diritti delle persone che di fatto subiranno l’impatto della costruzione dello stadio non mi sembra corretto

  4. Giusto implementare l’accesso con mezzi pubblici, ma non ci inventiamo cose fantascientifiche…..Nessun stadio al mondo ha più di due stazioni metropolitane, e enormi parcheggi…forse solo negli USA, ma lì non hanno problemi di spazi.

    Semmai, liberare la zona di Tor di Quinto è già una grande risultato. L’Olimpico tutt’ora è PRIVO di Metro e parcheggi….andrebbe chiuso per mancanza di mezzi pubblici e trasporti adeguati.
    Famo sto stadio. Occhio a chi si mette di traverso….(l’acustica è un’altra fesseria….)

  5. RELAZIONE SU SOPRALLUOGO IN ZONA PIETRALATA STADIO DELLA ROMA.

    Come promesso pubblicamente,in data 25 aprile verso le 10.00 sono partito dalla mia residenza,che come noto a tutti è viale della Grande Muraglia al Torrino ed ho impostato il navigatore su via di Pietralata n.100.La distanza era di 38 km. Ho seguito alla lettera le indicazioni del GPS e quindi ho percorso il GRA per più di 20 km,sono uscito al raccordo autostradale della Roma-L’Aquila direzione centro,ho poi imboccato la Tangenziale Est fino a Circonvallazione Nomentana ,300 m a destra ho preso via di Pietralata ,più o meno dove sotto gli passa l’Aniene. Durata del percorso 45-50 minuti.Ebbene via di Pietralata è quella che noi Romani DOC chiamiamo “budello”,ossia una via lunga e stretta ,che fa passare a stento una macchina per i 2 sensi di marcia. Se ci si mette in mezzo un autobus s’intoppa.Procedendo in direzione centro, a sinistra c’è l’area verde dove dovrebbe sorgere lo stadio, a destra alla rinfusa capannoni ,casette basse,edifici vari ,senza ombra di piazze,spiazzi o slarghi da consentire il parcheggio di una sola macchina. Ho allora capito perchè l’Assessore all’Urbanistica del Comune ha preteso un parcheggio di 5000 macchine ,prima di dare il suo OK alla delibera di P.I.
    Procedendo verso sud per un paio di Km iniziano sia a destra che a sinistra palazzi più recenti ,con strade che si diramano senza essere viali,finchè più a sud s’incrocia via Filippo Fiorentini ,che è un viale bello largo a due carreggiate,ma corre abbastanza lontano da dove sorgerà lo stadio ,senza peraltro affondare nella sua area.La stazione di Pietralata della metro poi,è anch’essa distante di qualche km dall’area interessata.La stazione Tiburtina dei treni è fuori concorso,sta allo sprofondo.
    In pratica ,con la situazione attuale,allo stadio ci si arriva da ovest con una strada di campagna che è via di Pietralata e da sud con via dei Fiorentini dalla Tangenziale Est.
    Da nord e da est non ci sono arterie di accesso,come ci sono invece per l’Olimpico ,che ha 5 collettori (l’Olimpica, la galleria Papa Giovanni XXIII, corso Francia,la via Flaminia/via Tor di Quinto e i Lungotevere ).Senza contare che i quartieri Prati e Flaminio dove sta l’Olimpico, sono stati costruiti con i grandi viali di fine ottocento ,che consentono ampi spazi di transito e parcheggio.
    Volendo poi analizzare i macro-flussi di traffico del quadrante Est di Roma, laddove dovrebbe essere edificato lo stadio,è sufficiente dire che i quartieri Tiburtino,Prenestino e Nomentano sono tra i più affollati di Roma,ciascuno con una popolazione residente che è quasi pari a quella di Firenze.Appena più a sud di essi ,incontriamo l’Appio Latino ,l’Appio Tuscolano e Cinecittà che sono anche maggiori.
    Per quanto concerne poi i volumi di traffico del GRA ,che volenti o nolenti rimane l’unica grande arteria del movimento autoveicolare di Roma,posso testimoniare che nei giorni feriali dalle 14.30 alle 19.30 risulta essere un unico enorme ingorgo che parte dalla Roma-Fiumicino e arriva allo svincolo della Nomentana. Questo succede anche nei festivi, quando la gente che abita a Roma Est ,rientra da gite,scampagnate o dal mare.
    Tirando le somme e ricollegandomi all’articolo di cui sopra,questo stadio dovrebbe essere fruito con il trasporto pubblico e quindi con UNA SOLA linea metro che peraltro arriva a debita distanza da dove dovrebbe essere eretto,una linea che dovrebbe condurre almeno 20.000 persone nell’arco di 2 ore. Commento : follia pura,allo stato attuale dei fatti.
    Non posso dilungarmi oltre,per disponibilità di tempo ,ma penso di aver reso a grandi linee il contesto viario e più in generale della mobilità, che interessa la zona di Pietralata.
    A mio parere una soluzione potreebbe essere la costruzione di grandi assi stradali che convoglino una parte di traffico da nord e da est del parco di Pietralata e che quindi possano alleggerire la pressione che interesserà i quadranti est e sud del quartiere.
    Soltanto che ,come è stato opportunamente sottolineato nell’articolo,chi li costruisce e chi li paga? Noi Romani?
    Buona giornata a tutti.

    • mi sa che il tuo gps è l’acronimo di Gran Pacco di Sciocchezze e hai sbagliato zona… riguardo la metro, si è sempre parlato di quintiliani e la stazione tiburtina è lì accanto…

    • Aggiorna il navigatore….ci sono DUE grandi arterie che passano vicino lo stadio, via dei Monti tiburtini e la nuova circonvallazione interna a doppio senso di marcia, oltre la varie strade meno ampie tutt’attorno. A 400 mt in linea d’area, c’è la stazione tiburtina con treni e la FL1, e a 100 mt sempre in linea d’area c’è la stazione Quintiliani.
      Riepilogando,
      due grandi arterie
      altre strade secondarie
      una stazione FL1
      due stazioni metro
      una stazione treni.

      Come ci vorresti andare allo stadio, con il TELETRASPORTO?
      Altra soluzione è fare lo stadio a Palombara Sabina, con la corriera ci si arriva facile.

    • La stazione Tiburtina è distante ora, senza ponte pedonale, 20minuti a piedi, con il ponte saranno 10; a Tiburtina ci sono i capolinea di ben 15 autobus e ci passano anche la Fl1 e la Fl2 dei treni regionali. Non mi pare che ci sia solo la metro.

    • se vabbe’… come suggerisce Mark Twain, meglio non discutere con chi ha più esperienza

    • Immagino che lasciare la macchina a Magliana per prendere i nuovi treni a 2 piani che vengono da Fiumicino per 4 fermate e meno di mezzora costo 1 euro non rientri nelle tue opzioni…

    • Zenone non hai tutti i torti ma stadio a parte siamo sempre noi cittadini che paghiamo tutti i progetti x migliorare urbanisticamente sta città martoriata.se x costruire uno stadio si migliora la viabilità he dovrebbe essere migliorata anche se nn si costruisse lo stadio.Roma da decenni è stata in mano trasversalmente a politici incompetenti intrallazzatori e il loro unico scopo il loro tornaconto.chi vuol fare le cose x bene arrivano i bastoni tra le ruote.qui bisognerebbe riesumare gli ingegneri della antica Roma o i politici cinesi che con al max 22 GG ti costruiscono stadio parcheggi gallerie e mezzi di trasporto e ti raddoppiano pure la capienza dell’ospedale Pertini.

  6. Ah l’Olimpico… Così comodo, pieno di parcheggi (quei pochi che ci sono vengono chiusi) una bella pista di atletica per sgranchirsi le gambe in attesa della gara, una bella fermata metro sotto il cuore dello stadio (chiusa dal 90),una bella stazione treno a 2 passi (chiusa) ma poi soprattutto l’esperienza di ascoltare alla radio la partita quando si è dentro lo stadio perché purtroppo si vede a malapena mezzo campo…. E chi li vuole abbandonare tutti questi privilegi?

  7. Io mi domando ma tutti gli appunti e le cose che non gli quadrano al progetto perché non le chiedono anche al CONI per lo stadio Olimpico tutti quei signori Contrari allo stadio che cercano il pelo nel l’uovo come mai al CONI non chiedono nulla che PUPAZZI

  8. In effetti ci vedo una logica nel cercare di insonorizzare lo stadio e tutta la struttura del Pertini,unica cosa che mi manca però è,ma se al pertini non ci sono medici,liste di attesa di quasi un anno e se al pronto soccorso ti lasciano in barella anche per una settimana,quello non è un problema no?Il problema è l’insonorizzazione ahahahahahahha povera italia

  9. Ma se il problema principale è l’insonorizzazione per non causare problemi all’ospedale Pertini
    l’elicottero per le emergenze che piu volte a settimane fa avanti e indietro a portare i malati in codice rosso dove lo fanno atterrare a Ciampino?? eppure mi sembra ci sia una piazzola di atterraggio proprio li a 100 metri dall’ingresso del PS

    • Vabbè paragonare un servizio di emergenza con una partita di calcio… avete ragionissima voi, allora… guarda anche le autombulanze danno fastidio: pensa quando sei in mezzo al traffico e vorresti ascoltare la tua musica preferita dallo stereo dell’automobile oppure dal tuo telefonino e quella fastidiossissima sirena non ti fa apprezzare appieno il suono… speriamo che inventino al più presto possibile le sirene silenziose!!!

  10. si si… a passi spediti, una volta al mese grandi passi avanti e spediti, lo vedremo presto sto stadio! avoja! avanti a passi spediti!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome