Stadio Roma, ass. Catarci: “Il club è molto interessato a Pietralata, ma la zona migliore sarebbe Tor Vergata. Ostiense l’area più difficile”

61
3798

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Andrea Catarci, assessore comunale al decentramento e alla città, è stato intervistato di New Sound Level in merito al nuovo progetto Stadio della Roma.

“Si sta discutendo da gennaio per evitare un nuovo drammatico nulla di fatto. Ci sono alcuni nodi da sciogliere di cui stanno parlando la Roma e il Sindaco in prima persona. L’interlocuzione è iniziata da qualche tempo, anche se il Sindaco solo ieri ha dichiarato che ci sia questo tentativo di dialogo tra le due parti.

Da gennaio si stanno cercando soluzioni e sono coinvolti in prima persona il Sindaco e personaggi di primo livello della società giallorossa. Si sta discutendo di quattro aspetti: di quale strumento giuridico si voglia usufruire per creare lo stadio, quale sia l’area più adatta Pietralata, Ostiense, Tor Vergata, discussione sugli investimenti e quali società dovrebbero intestarsi l’opera. È necessario chiarire prima queste cose perché c’è un po’ ‘la sindrome di Tor Di Valle’, si vorrebbe evitare di fare un buco nell’acqua e chiudere di nuovo con un drammatico nulla di fatto.

Roma è un unicum in tutto il mondo, ma oltre alla questione delle difficoltà urbanistiche che ostacolano il progresso, il vero problema è il meccanismo burocratico che non funziona“.

Sulla zona migliore in cui costruire lo stadio, l’assessore Cataci si sbilancia: “Mercati generali area più difficile. La Roma è molto interessata a Pietralata ma l’area in cui è più semplice realizzare un progetto urbanistico è Tor Vergata, anche se ai tifosi e alla società piace meno. Indubbiamente l’area dei Mercati Generali come quella dell’Italgas sono quelle che presentano le principali difficoltà, non è vero che non si possa fare uno stadio urbano a Roma ma quella zona mi sembra la più complessa su cui tentare di costruire.

L’area dell’Italgas sarebbe estremamente suggestiva ma è anche la più difficile in assoluto in termini di costruzione e in termini di realizzazione di parcheggi efficienti per accogliere i tifosi. Leggermente meno complicata ma con dei nodi da sciogliere è l’area di Pietralata, per cui la Roma ha approfondito di più le indagini, ma il problema è che fu oggetto qualche decennio fa di acquisizione pubblica per la costruzione dello SDO. Tor Vergata anche è possibile, ai tifosi piace meno e anche alla società, ma urbanisticamente ha un livello di realizzazione meno difficoltoso. Queste sono le tre ipotesi in campo”.

Fonte: New Sound Level

 

Articolo precedente“ON AIR!” – FALLICA: “Dopo Sozza e Fabbri, ora ci manca solo Irrati”, CATALANI: “L’errore di Pairetto può costarci 40 milioni”, FOCOLARI: “Arbitri scarsi per tutti”, PIACENTINI: “Ho l’ansia di ritrovarmi a fine anno senza niente”
Articolo successivoAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto

61 Commenti

    • più che ai casamonica, il favore lo faresti a caltagirone, visto che i terreni a Tor Vergata sono praticamente tutti suoi…

      Quindi già questo sarebbe un ottimo motivo per spingere per Pietralata o gazometro.
      Anche perchè, comunque, ricordo all’Assessore, la parola finale spetta alla Roma: sono i proponenti che decidono la zona di costruzione.

    • Tor Vergata, per quanto poco mi piaccia Caltagirone,
      è l’unica area già pronta.
      Non c’è la stazione e l’Anagnina non è proprio a due passi,
      ma almeno esci dal raccordo e sta lì, e ci sarebbe spazio per il parcheggio.

      A Pietralata c’è un vincolo di destinazione, possiamo parlarne quanto vogliamo,
      ma se parte un ricorso di qualche privato si rischi di bloccare tutto per anni.
      Non è un problema aggirabile.

      Lo stadio all’Ortense sarebbe uno stadio all’Inglese, cioè senza parcheggi e a cui
      si accede solo con mezzi pubblici. Credibile?
      I parcheggi sotterranei in quell’area non sono realizzabili, e non c’è lo spazio
      per una struttura esterna adibita.
      Inoltre il gazometro grande è inserito nella carta della qualità, e anche lì potrebbe
      partire una tarantella infinita.

      Io insisto che lo farei nell’area del Parco Leonardo a Fiumicino e tanti saluti….

    • Caro volf… Hai centrato il punto… La penso come te….

      Ora aricomincia la tiritera sullo stadio con questa legislazione, faranno de tutto per far guadagnare il tycoon de noartri…..

      Povera ROMA 💛❤️

    • In pratica, per fare lo stadio a Roma bisogna oliare un numero imprecisato di magnaccia diversi, che sottobanco si mettono d’accordo tra loro per avere ognuno un’idea diversa su dove si debba fare ecc, cosicché alla fine i soldi vanno in tasca ma non se ne fa niente, pronti per un altro giro di “distribuzioni”.

    • Ogni partito ha i suoi referenti nel settore edile.. Le parole dell’assessore su tor vergata fanno capire a chi vanno i favori della giunta Gualtieri..

    • L’unico vantaggio di farlo a Tor Vergata è che avresti “quello lì” dalla tua parte perchè i terreni sono suoi! Però non è un vantaggio da poco dato QUANTO ha lavorato sottotraccia e non, per far “saltare” il “vecchio” progetto. Tranquilli che in quel caso rane, paesaggistica, alluvioni, etc. non sarebbero più un problema, dirò di più, pure se progettassero una torre di 50Km non rovinerebbe più lo “skyline” di Roma e certamente non leggeremmo più di “ecomostri”…

    • Ma tu conosci la zona di tor vergata??non credo proprio .forse e dico forse le pecore ci stavano 40 anni fa .adesso c’è l università che è immensa . c’è la Metro “C” che ti porta in centro in 20 minuti ci sono almeno 4 centri commerciali oltre a negozi mercati .ci sono dei parchi per gli animali e corsie preferenziali per ciclisti e podisti .
      Questa e tor vergata oggi . non è il centro di Roma ma non è neanche una brutta zona .
      Questo te lo dice uno che c’è nato e ci abita da quasi 50 anni . nonostante questo però spero anche io che lo stadio non venga fatto qui ..
      FORZA ROMA SEMPRE!!!

  1. Perdonatemi il commento altamente egoistico, ma ho espresso il mio primo pensiero alla lettura dell’articolo.🫣

  2. Ieri ho sentito dire ma non conosco la fonte , Olimpico alla Roma , Flaminio a quell’ altri , non so come si potrebbe fare , ma l’ idea mi stuzzicava parecchio…

    • Olimpico ok, ma solo ed unicamente se abbattuto e rifatto daccapo, mica scherziamo!; così com’ è oggi poteva andare bene 40 anni fà quando ci andavo dalla mattina con la lasagna di mamma, era un week end fuori porta praticamente, ma nel 2022 con i televisori 65′ 4k vedi la partita e dici, va beh poi a casa me la rivedo bene…

    • A “quell’altri” nemmeno il Flaminio, hanno capito male. Intendevano sulla Flaminia, ma tipo un po’ prima di Terni. Mi sembra il posto giusto per loro.

    • L’Olimpico, come ben dice Franco, andrebbe abbattuto e ricostruito. Come dicevo ieri, zona piena zeppa di vincoli, difficile farci anche solo un superstore.
      Trasporto pubblico assolutamente insufficiente, così come i parcheggi. A mio modesto avviso è un’ipotesi assolutamente da scartare, seppure suggestiva.
      L’area migliore, per trasporti, location e disponibilità, resta secondo me quella di Pietralata, se si riuscissero a superare i problemi ricordati dall’assessore che non mi sembrano comunque insormontabili.

    • E mentre rifanno l’Olimpico la Roma dove gioca? Nel 90 c’era il Flaminio, oggi manco quello.

    • Che poi a pensarci bene la scelta dell’ Olimpico ristrutturato per il calcio, creerebbe anche il problema di costruire un nuovo stadio per le manifestazioni con l’atletica leggera necessario in una capitale quale Roma, quindi è doppiamente complessa quella soluzione.

  3. Me vie’ l’orticaria a senti’ parla’ n’artra vorta sti fenomeni!!!
    Stateve zitti e fateve vede’ solo a Stadio costruito.
    L’idea desse pijato n’artra vorta pe kulo nu me piace..
    FORZA ROMA

  4. Ecco, proprio ieri il sindaco parlava di grande riservatezza e serietà. Abbiamo capito cine piaccia lavorare al The Friedkin Group e , di conseguenza, non credo che siano contenti di questa intervista dell’assessore. È chiaro l’intento di non permettere a nessuno di fare campagna elettorale sfruttando lo stadio , almeno fino fino a quando non ci saranno impegni formali e vincolanti.

    • Bravo Diego.
      È per questo che “depenno” pure questo assessore dalla lista delle persone affidabili….
      Uno poco poco intelligente dovrebbe aver capito la modalità di lavorare dei FriedKING!!!
      Ripeto:
      “ASCOLTO SOLO….IL SILENZIO DEI FRIEDKING”..
      FORZA ROMA

    • Secondo me lo Stadio della Roma si farà al 90% a Pietralata e ora vi spiego il perché:-
      Zona strategica per il cuore del tifo romanista al centro di Roma.
      Stazione Tiburtina e Termini a due passi.
      Tutte le vie principali sono collegate da bus, treni e metro.
      Circonvallazione e Raccordo Anulare a 5 minuti.
      Flusso di giovani all’Università.
      Ospedale Pertini e a pochi metri tutto la città medica del Policlinico.
      La Caserma Forte all’entrata di Pietralata dell’esercito.
      Perfetto anche per i laziali che vengono giù con le carrozze dai paesi laziali attraverso la Tiburtina.
      Già visualizzo un esercito di 40-50 mila bandiere giallorosse camminare a piedi verso lo stadio.Poche chiacchere e avanti con lo Stadio Toyota di proprietà della sola AS Roma!!
      W i Friedkin e Sempre Forza Roma!!

    • Anche secondo me è la migliore zona, ma vuoi che a Roma (o meglio in Italia) si usi la logica. Mai a Tor Vergata per un semplice motivo, farà solo aumentare di valore il “mattone” di Caltagirone.
      Penso che sto essere abbia già gozzovigliato abbastanza sulla nostra amata città.

  5. Così parlò Caltagirone.
    Ma fatelo ad OSTIENSE…..ma quali difficoltà, ma ritroviamo il gusto del bello e del funzionale.

  6. Sarebbe bello se questi soggetti provassero un po’ di vergogna. Riservatezza e poi si spinge per una zona piuttosto che un’altra in base alle “convenienze” del comune. La ROMA è una società privata ed il comune deve prendere atto di un progetto e valutare la corrispondenza alle leggi per rilasciare il titolo edilizio, chiedendo i costi di urbanizzazione dello stesso. Questa ingerenza è semplicemente VERGOGNOSA. Sui terreni che vuoi tu, per aprire la famosa mangiatoia. A tor vergata scommettiamo non ci sarebbero più gli articoli di de cicco sul messaggero? Che schifo.

  7. ..e vai cacciato i “barbari” finalmente ricomincia il magna magna Stadio a Caltagirone e termovalorizzatore a Cerrioni 🤮🤮🤮🤮🤮

  8. Per evitare altri buchi nella acqua bisognerebbe scegliere il posto dove è più facile da fare e te lo fanno fare, se si va sulle ipotesi suggestive ma impraticabili si rischia un’altra tor di Valle

    • Secondo me hai proprio ragione, Luca Roma: se vogliamo che la Roma abbia finalmente uno stadio tutto suo dobbiamo essere pragmatici al 100%.

    • Ma difatti è così è inutile rincorrere sogni bisogna farlo dove politica e burocrazia ti indicheranno di farlo, altrimenti se ti metti contro questi lo stadio non si farà mai

  9. Una domanda anzi più de una
    1 c’è la volontà politica di realizzarlo ?
    2 quanti son passati dalla prima richiesta della società?
    3ogni volta che si sceglie un Area quante difficoltà ci sono per mettere il veto?
    È possibile uno stadio per 100.000 tifosi a Roma?
    Perché 100.000?Roma quanti abitanti ha ? Tolti gli innominabili ,quelli che tifano altri club ,so’sempre tant quelli che sostengono, tifano solo Roma

  10. Ma per logica Fiera di Roma no?
    Aeroporto, treno, autostrada, Gra, parcheggi quanti ne voi e lo fai della giusta dimensione minimo 65.000. Tempi di realizzazione rapidi, nei sogni, ma a Ostiense (per me sarebbe a due passi) il sogno diventerebbe un incubo per gli intoppi di ogni tipo che verrebbero fuori, oltre che, credo, non potrebbe essere più capiente di 45.000 posti. Così tanto pe fa du chiacchiere…

  11. Ostiense complicata perché?
    Secondo me è il sito migliore. È vicina a 2 stazioni ferroviarie più la metro B e il treno Roma Ostia. Basta decentrare i parcheggi e mandare i tifosi coi mezzi pubblici.
    Ricominciamo co Tor di Valle 2.
    ‘civostri….

  12. Nel 2022 questo è il paese più arretrato d’Europa con gli stadi e non solo.”quello è difficile quello non si può fare quell’altro è meglio “ma a pietralata lo stadio?a tor vergata?nooo ostiense è difficile .e sai che dopo l’area diventa appetibile x altro facciamo che ce lasciamo i mercati generali chiusi da decenni altrimenti diventa tutto pulito e ordinato..meglio quello che c’è adesso..a fenomeni!ma che ce vengono a fare gli investitori in questa città. Stanno ancora a italia 90.paese fallito

  13. ma voi volete lo stadio oppure fa la guerra a questo o a quello? perchè sinceramente non capisco….se pensate ai mondi “idilliaci di Roma” o di come la vorremmo o su chi da sempre se la canta e se la sona non si farà mai giorno.
    Io da tifoso vorrei uno stadio vero per la Roma poi chi come dove e quando non posso determinarlo io o voi…..non so se mi spiego…,.

  14. Francesco Gaetano ha detto che Tor Vergata c’ha un livello de realizzazione urbanistico meno difficoltoso

  15. Daccordo con UB49 per Pietralata, perché la zona ha tutti i requisiti necessari per la facilità di comunicazione (stazione Tiburtina , metro, autostazione pullman, servizio ottimale da Fiumicino aereoporto, varie strade e grande spazio per aree di parcheggio). Oltretutto gli Americani hanno come primo principio “Client Service”, fa parte della loro cultura .

  16. quasi sicuramente si farà a Pietralata nell’area di proprietà del comune dove doveva sorgere lo Sdo.
    vicino c’è la metro B, la stazione Tiburtina ecc e poi l’area è bella vasta, mi pare 120 ettari di terreno

  17. Tor Vergata è collegata malissimo, meglio Pietralata, ci si arriva con la metro, treno e autobus, non avrebbe bisogno di nulla.

  18. Alla faccia della riservatezza dichiarata dal sindaco… Mi aspetto che il Megadorettore Galattico presto convochi l’Assesssssore (cit. Gigi Proietti) e gli chieda conto di queste parole in libertà (ZZZANG-TUMB TUMB, cit. Filippo Tommaso Marinetti).
    Possibile risposta di Catorci 1: ebbene sì, a differenza della Iattura di Sindaca che tifava lanxzsie, tifo Roma. A Si’, non vedo l’ora.
    Possibile risposta di Catorci 2: ebbene sì, sono sul libro paga di Francesco Gaetano Caltagirone e quindi per arrotondare spingo verso Tor Vergata.

    Ed ora, l’opinione di Hic Sunt Leones che tutti aspettate con trepidazione.
    Uno stadio da 60.000 posti (anzi, facciamo 65.000) non è ovviamente una roba semplice. Mi piacerebbe dire, ok, però se rispetta tutti i parametri (urbanistici, paesaggistici, di sicurezza, di interferenza con la viabilità, etc.) Roma Capitale DEVE autorizzarlo. Poi però il pensiero è tornato alla Iattura di Sindaca, che fece carte false per ritardare l’assenso, ricordatevi del parere chiesto al Politecnico juventino, cioè, volevo dire, di Torino. Per sua completa incapacità, d’altro canto passare dall’esecuzione di fotocopie all’approvazione dei stadi non è uno scherzo, oppure per sua paura di prendersi qualsivoglia responsabilità firmando un provvedimento, ormai è acqua passata.
    Se il pregio maggiore di costruire l'”Agostino Di Bartolomei” a Tor Vergata è che il nostro Argento _Gelido ci arriva a piedi 🙂, Ostiense è indubbiamente lo scenario più suggestivo… Sogno il Gazometro illuminato di giallorosso. Pietralata non so dire, se non che forse finalmente troverebbe un suo perché la stazione Quintiliani 😝; quanto all’Olimpico, piacerebbe anche me che il rapporto di grandezza fra la Squadra della Capitale e quell’altra abusiva si riproponesse anche nelle dimensioni dello stadio, però il problema è che lì se sposti un mattone arriva subito la Soprintendenza. Non a caso per Italia ’90 fecero una legge.
    In ogni caso, mi viene da pensare (architetti romanisti, aiutatemi!) che se fai prima un bel buco per terra, al netto dei reperti antichi che affioreranno, avrai realizzato tanti bei parcheggi sotterranei. Primo problema risolto.

  19. Pietralata per me è il sito migliore tra quelli proposti, o meglio, il piu fattibile. Spazio in abbondanza per Stadio da 65k posti e parcheggi, attaccata alla metro B Quintiliani o Monti Tiburtini, facilmente raggiungibile con la tangenziale o dal raccordo con il tratto urbano dell’ A24, stazione tiburtina a due passi, soprattutto archeologicamente libera da intoppi e quartiere ad ampissima maggioranza giallorosso. Al gazometro sarebbe suggestivo e bellissimo ma francamente impraticabile, tor vergata mai e poi mai, caltagirone deve schiumà di rabbia dopo quello che ha fatto nell’ intera vicenda tor di valle. Mo testa a giovedì e basta co ste fregnacce, daje Romaaa!!

  20. non avendo interessi o conflitti di pensiero poco importa il sito, tanto chi vive a Roma sà che ogni punto della città avrebbe le sue criticità… l’importante è avere una casa per la ASRoma e i suoi tifosi, una casa che sarà uno dei fattori per avere una squadra da vertice ma che per fortuna non è minimamente usato come alibi per mantenere una ASRoma che lotta per arrivare al quarto posto….
    rimango del parere che Tor Vergata sarebbe la miglior posizione per infrastrutture mentre a Pietralata basterebbero pochi interventi…
    rimango anche fiducioso nei Friedkin che stanno dimostrando come per loro lo Stadio non sia un business per la loro famiglia ma per la ASRoma e non sceglieranno l’area in base alle necessità della banca, quindi prevedo tempi minimi dal momento della scelta dell’area, 3-5 anni, tempi cmq abnormi (considerando i 10 anni buttati da Pallotta) se confrontati con il resto d’Europa e del mondo… spero solo… che i Friedkin abbiamo capito che la ASRoma merita uno Stadio da almeno 60/65000 posti…

  21. L’area di Tor Vergata È DI PROPRIETÀ DELL’UNIVERSITÀ….L’AREA È STATA ESPROPRIATA PER QUESTO SCOPO!…Si aprirebbero delle problematiche di illegittimità di legge che lo stadio rimarrebbe bloccato per altri 50 anni!

    • No perchè secondo me la zona interessata è quella successiva, che rientrava nella cosidetta “città dello sport”, essendo stata già definita per campi sportivi, non incorre nei problemi delle altre 2 zone, cioè che hanno un uso “diverso” e quindi prima dovresti fare il cambio di destinazione col rischio dei soliti ricorsi. Il problema di Tor Vergata è che delle prevista diramazone della “C” che fermi lì non c’è ancora traccia, quindi i tempi per creare questi collegamenti sarebbero lunghi. L’accordo con l’università probabilmente andrebbe trovato per allargare l’area parcheggi, visto che l’area “città dello sport” basta per stadio e infrastrutture relative ma probabilmente non per tutta l’area parcheggi (anche se poi li non ci sarebbe problema a creare un parcheggio verticale, cosa impossibile ad esempio ad Ostiense)

    • @erik971, mi dispiace contraddirti ma TUTTA l’area (sono 500 ettari!) è stata espropriata per pubblica utilità per costruire l’Università…per intenderci: per lo stadio del nuoto (quello di Calatrava, (realizzato da Tor Vergata Consortile (Caltagirone) concessionaria per la costruzione dell’Università e che doveva entrare in funzione per i mondiali del nuoto 2009 (sic!) e costato oltre 300 milioni di euro) trovarono l’escamotage affermando che successivamente quella che tu (e non solo) chiami “Città dello Sport” sarebbe stata l’area sportiva del Campus Universitario. Credimi, al momento quell’area è solo per destinazione universitaria e non vedo proprio come potrebbe essere utilizzata per scopi diversi se non attraverso una modifica giuridico-urbanistica che aprirebbe una voragine di ricorsi (non ultimi, da parte degli espropriati o dei loro eredi o di chi ha acquisito i diritti (Caltagirone?)(sono passati più di quarantanni) che furono pagati una miseria e non come previsto dalla normativa successiva a prezzi di mercato…e questo, capirai, fa una differenza ENORME…Comunque speriamo bene e FORZA ROMA SEMPRE!!!

  22. Tor Vergata, no per principio, dopo quello che ha combinato l’ex assessore all’Urbanistica, nonchè professore a libro paga dell’editore del Messaggero, per principio, neanche un Vespasiano…

    Ostiense, con Testaccio vicino, resta il sito più suggestivo, ma temo il più difficile, anche se spero che nell’area ex Italgas ci siano meno cocci ad aspettarci alla prima buca.

    A questo punto meglio un’area verso l’aereoporto, con spazi larghi per fare svincoli e parcheggi come dopo la Fiera di Roma, c’è il treno (da potenziare), la Roma Fiumicino, l’autostrada per Civitavecchia.

    Comunque sia a Tor Vergata NO!!

  23. E come dissi 10 anni fa, tra gli sberleffi degli illusi di Tor di Valle, a un certo punto magicamente pronunceranno le due paroline magiche: 1) Tor 2) Vergata

  24. Speriamo bene esco da casa e entro direttamente dentro lo stadio
    Tor vergata tutta la vita!
    Magari ce cascano

  25. L’area la dovrebbero decidere i cittadini di Roma tramite referendum i politici si devono rimettere alla decisione e trovare poi il modo di risolvere eventuali problemi.
    Altrimenti un calcio nel sedere e via a casa.
    Il gazometro è il posto migliore praticamente a Testaccio destinazione naturale, ci sono le stazioni ferroviarie Piramide / Trastevere e Metro Garbatella, il raccordo non è distante e anche la Roma – Fiumicino. Il posto per i parcheggi si trova. I romani hanno realizzato nel 70 D.C. l’Anfiteatro Flavio in pieno centro questi maledetti non sono capaci di costruire uno stadio nel 2022

  26. Oltretutto Tor Vergata è pure il peggio posto come ubicazione, peggio anche di Tor di Valle perché almeno lì c’è la fermata della Roma-Lido, a Tor Vergata con il trasporto pubblico vicino al GRA è un’impresa senza la metro, tutti in macchina a fare il raccordo.
    La migliore soluzione è Pietralata seguita dall’Ostiense, in città e con le stazioni della linea B della metro vicine allo stadio come a Barcellona.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome