Stadio Roma, Veloccia (ass. Urbanistica): “È una corsa a ostacoli, ma ci sono elementi positivi che i precedenti progetti non avevano”

20
788

NOTIZIE AS ROMA – L’Assessore all’Urbanistica del Comune di Roma Maurizio Veloccia ha parlato ai microfoni de Il Sole 24ore in merito al nuovo Stadio della Roma:

“È una corsa a ostacoli, ci sono ancora tantissime variabili in gioco. Ma ci sono elementi positivi che i precedenti progetti non avevano. Sia il Comune che la As Roma hanno una forte volontà di concludere il progetto.

Progetto che si svolgerà su aree pubbliche e quindi non abbiamo un terzo soggetto privato con cui interfacciarci. Ci concentriamo solo sulla costruzione dello stadio e non ci saranno altre strutture urbanistiche che rischiano di rendere il progetto troppo complesso.

Non andiamo a consumare nuovo suolo agricolo e non aggiungeremo nuove cubature rispetto al progetto del centro direzionale che era stato previsto nella zona. La conferenza dei servizi decisoria dovrà solo cambiare la destinazione d’uso”.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Articolo precedenteCalciomercato Roma, Fiorentina e Sassuolo interessate a Bove
Articolo successivoWomen’s Champions League: finisce il sogno della Roma, il Barcellona vince 5 a 1

20 Commenti

  1. Quindi quali sarebbero gli ostacoli e le tantissime variabili? Naturalmente escluse le vostre capacità e voglia di lavorare…

    • sig.politico veloccia fa in maniera veloce prima che perdemo la boccia.de corse a ostacoli c’ avemo il record del mondo.cercate di fare qualcosa x sta città
      martoriata dalle vostre negligenze ,rendete sana e vivibile quella zona abbandonata e lugubre,un po’ di buon senso e di capacità da parte vostra dopo tanti anni di promesse disattese..la nuvola l’ acquario dell’EUR tor di Valle l’elenco è lungo .in questo caso il comune ci guadagna in infrastrutture trasporti decoro e crea posti di lavoro.e voi intascate i dollari solo x aver messo una firma su fogli di carta che se volete Ve li compriamo noi ,anche la penna eh.. s’intende.

  2. Mah, in ogni altro Paese è città di un certo livello progetti come questi si fanno senza problemi sia per l’interesse della città che è ovvio per il privato che ci mette i soldi. Portano comunque lavoro e soldi oltre a riqualificare quartieri. Noi invece non riusciamo mai a fare una ceppa perché alla fine saltono fuori 1000 interessi e 500 comitati, tutti che vogliono avere un ruolo e così tutto si blocca. Pensa se ai tempi di oggi dovevamo costruire il Colosseo, ciao core!

  3. Uno di questi fine settimana,compatibilmente con i miei molteplici impegni lavorativi e non, mi sono ripromesso di fare personalmente un sopralluogo in zona Pietralata .che fra le tante di Roma dove ho corso in lungo e in largo,devo dire non sono mai capitato e già questo non è un indizio positivo,perchè sta a significare che è un settore piuttosto fuori mano ,per così dire di frontiera.
    Fatto il sopralluogo, su questo Sito farò una relazione,che avrà ovviamente maggior valore di quelle degli assessori ,perchè come conosco io Roma e il suo traffico,non la conosce nessuno.

    • Se l’idea è quella che non ci deve essere traffico allora lo stadio lo devi fare ad Ostia in mezzo al mare. Alla fine per quanto lo vuoi collegare bene ci sarà sempre e comunque gente che verrà in macchina e se devi fare parcheggi di interscambio non è certo la Roma che deve farli. Lo stadio porta pro e contro ma se a fronte di un traffico che in quelle giornate sarà inevitabile al pari di quello che c’è oggi avrai una struttura futuristica e sfruttabile dalla città non credo sia il caso di sputarci sopra!

  4. purtroppo lo stadio a Roma non lo vedremo mai!!!! È una vergogna Che la capitale D Italia venga derisa in tutto il mondo a causa di una banda di burocrati ladri e incompetenti. Invitiamo la Dirigenza della Roma a non perdere tempo . puntate subito nell area di Fiumicino se volete fare presto. Il Sidaco Montino è una persona seria. x quanto ci riguarda prendiamoli a calci in cxxo.

    • se Pallotta dava retta Montino staremmo già giocando nel nuovo stadio… purtroppo sarebbe stato di proprietà di Pallotta e noi semplici affittuari a condizioni un po’ più vantaggiose dell’Olimpico, ma sempre ospiti. Meglio il nuovo progetto

  5. politici e chi si fida de loro so pagati per fare un servizio al popolo invece ..
    ……… piano soldi e fanno.gli interesse di altri
    chissà perche’ quando arrivano alle poltrone si dimenticano delle promesse fatte alle elezioni
    poi ci di domanda il perché,’ alle elezioni diminuisce sempre de piu[il numero di chi va a votare
    aumenta solo il numero deli scontenti e arrabbiati

    • Veramente non fanno gli interessi di altri ma fanno i caxxi loro. E sono tutti uguali. Il più pulito c’ha la rogna. E infatti sono 10 anni che non vado a votare

  6. Per un motivo o un altro, tra un’amministrazione ed un’altra i tempi sono sempre biblici, l’ideale per scoraggiare qualsiasi investitore e rimanere con pugno di mosche.
    Che pena.

  7. C’avete rotto. Sto stadio annamolo a fa’ fori Roma. Questi, di qualunque colore e di qualunque razza, non ce lo faranno mai fare. E quando i Friedkin se ne saranno resi conto saluteranno baracca e burattini e andranno ad investire da qualche altra parte.

  8. 20 minuti di raccordo e siamo nel nostro stadio. aeroporto a un passo ma ci pensate? ricordatevi che ogni municipio di Roma con lo stadio deve spendere mld x le opere pubbliche che gli competono . i mld stanno bene nelle loro tasche.. a buon intenditor poche parole. Grillo quando era al potere a Roma con la Sindaca diceva che le buche a Roma non ci sono. diceva ai giornalisti :” Sono una percezione”.
    Svegliatevi. ex dipendente pubblico.

  9. “e’ un percorso a ostacoli…

    letto questo, mi è venuta voglia di vomitare

    per uno stadio….un percorso a ostacoli…

    A tor di valle c’era la “volontà politica” di farlo

    nausea e vomito

  10. Ma ancora che si perde tempo con questi mezzi politici che nel tempo si sono avvicendati da Marino in poi.Qui a Roma lo stadio non lo faremo mai ancora non lo avete capito!! Perche non farlo a Fiumicino a due passi da Roma ci sta l’aereoporto e molte aree dove si potrebbe costruire senza troppa burocrazia!

  11. Condivido il senso di strisciante nausea Sartriana, noia antidiluviana e vomito, sono stato di recente a Londra ed ho preso la Elisabeth Line, fantascienza, poi penso alla nostra capitale in mano a questi fantasmi scianziati e mi viene da piangere. Ci dovrebbe essere entusiasmo e gioia, consapevolezza di amministrare una città amata in tutto il mondo che se fosse amministrata da svedesi o canadesi sarebbe la numero uno al mondo, consapevolezza del fatto che i servizi danno occupazione e producono reddito, invece abbiamo sti fantasmi con la lussuria del no che creano loro ostacoli su ostacoli con il loro atteggiamento (la burocrazia c’entra relativamente, il problema sono le persone, la mania di protagonismo alimentata dall’abominevole convinzione che non fare paghi più del fare, che creare criticità ad hoc ti renda più elevato).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome