Strootman: “La Roma mi manca tanto, qui ho passato gli anni più belli. Futuro? Forse smetto, devo ancora decidere”

23
624

AS ROMA NOTIZIE – Kevin Strootman, ex giocatore della Roma oggi in campo contro i giallorossi con la maglia del Genoa, ha parlato a fine partita.

Queste le parole del centrocampista olandese ai microfoni di DAZN:

Hai ancora la Roma nel cuore?
“Ma certo, non devo neanche dirlo. Ho vissuto 5 anni fantastici, non ho potuto dare tutto per gli infortuni ma i tifosi mi hanno sempre sostenuto e ancora mi mandano messaggi. Qui mi vogliono bene, mi manca tanto la Roma. Sono stati i 5 anni più belli della mia carriera”.

Non hai sbagliato nessun passaggio stasera, sei ancora una lavatrice:
“Negli ultimi anni ero un po’ una lavatrice rotta, ma provo a dare tutto e oggi è stato speciale contro una squadra forte. Giocare qua è stato emozionante. Io sono uno tranquillo, ma anche per me queste cose sono difficili”.

Il tuo futuro?
“Non lo so ancora. Durante l’estate deciderò. Devo dare sempre di più per stare al top, in estate deciderò. Se non riesco ad arrivare a un certo livello, forse smetto. Ma deciderò bene in estate”.

Ti sei arrabbiato per alcune panchine?
“Gilardino è un grande allenatore, ha sempre ragione, ma quando vado in panchina non sono l’uomo più felice del mondo. Lo so che con la mia età e gli altri hanno fatto molto bene. Questo Genoa anche oggi ha dimostrato di essere una grande squadra e di essere forte. Gli altri hanno fatto meglio di me. Però se un giocatore è felice di andare in panchina, è il momento di smettere. E io ancora non sono felice di andare in panchina. Però il mister ha avuto ragione”.

Farai l’allenatore?
“Non credo, non credo, ma non si sa mai”.

Cosa ti ha detto De Rossi?
“Mi ha detto di andare sotto la Curva. Mi ha chiesto di fare il giro con la squadra, questo era un po’ esagerato.. ma sotto la Curva sono andato. I tifosi mi hanno sostenuto anche oggi, è stato emozionante, bellissimo. Mio fratello è venuto dall’Olanda solo per vedere questa partita. È stata una serata speciale. Daniele è Daniele… non devo aggiungere niente”.

Sei un giocatore di spessore, anche umanamente:
“Grazie, grazie. Mi ricordo bene le partite contro la Juve, non abbiamo vinto tanto perché la Juve era troppo forte purtroppo. Ci sono giocatori importanti dentro gli spogliatoi, ma quando giochi meno e il tuo livello si abbassa… le tue parole diventano meno forti. Io questo lo sento. Gli altri dicono che non è così, ma io lo sento”.

Dei talenti di questo Genoa, chi diventa un top?
“Io penso che tutti hanno visto Gudmundsson… spero per il Genoa che rimanga, ma è normale che tanti top club lo vogliano. Può diventare un fuoriclasse, ma per farlo deve giocare in una grande squadra. Vediamo che fa quest’estate. Ma penso che tutti sono d’accordo con questo”.

Vieni a lavorare in televisione?
“Grazie, grazie… buona serata”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

 

Articolo precedenteEL SHAARAWY: “Vincere oggi era doveroso. Tifare Atalanta? Il nostro lo abbiamo fatto, ora vediamo…”
Articolo successivoROMA-GENOA 1-0: le pagelle

23 Commenti

  1. Il destino tuo e nostro è stato davvero INFAME in quegli anni; 12 crociati in 3 anni!!!
    Il totale del resto d’Europa!!!
    Nu ce se crede!!!
    Grazie per quello che gi hai fatto vedere, per quello che ci hai dato e per quello che ci hai lasciato.
    Strootman, UNO DI NOI.
    FORZA ROMA

  2. vedendo oggi Strootman, avrebbe fatto il titolare alla Roma senza se e senza ma…io un pensierino per 30/40 minuti a partita lo farei eccome

  3. Il più grande rimpianto secondo mia memoria, Kevin STROOTMAN al pieno con la nostra maglia.
    Se solo non fosse andato in Olanda ad operarsi dove gli hanno fatto un crociato stile allegro chirurgo……

  4. UNICO…. Se non ti fossi infortunato avresti vinto (e ci avresti fatto vincere) sicuramente qualcosa di grande! GRAZIE KEVIN sei stato un grandissimo professionista.

  5. Ecco quello fu un acquisto che mi elettrizzò,lui e Benatia mi fecero sperare in un futuro da grande squadra,ma l’infortunio evitò la sua cessione e anticipò quella del difensore. Magari un centrocampista come lui oggi. Grande Kevin,in bocca al lupo!

  6. Grandissimo Kevin!
    Se non fosse stato per quel drammatico infortunio contro i pulcinella compari di merende di Lotrito, saresti ancora un centrocampista strepitoso. Esattamente quello che serve alla Roma lì in mezzo in linea con Paredes a pulire e smistare il pallone… e, naturalmente, al posto di quel bradipo fisico e mentale di Cristante che si perde i palloni tra i piedi, non sa mai che farci e quindi non verticalizza neanche alla guida di una Ferrari su un rettilineo di 10 km!
    Dio quanto mi mancate tu e il Ninja là in mezzo…

  7. Sarebbe stato il più degno erede della fascia di Totti e De Rossi…con una postilla, non sarebbe rimasto alla Roma abbastanza a lungo per farlo, purtroppo.

  8. non sarebbe per niente male come dirigente!!! se non avesse scelto il medico sbagliato ci saremmo goduti più a lungo il vero Kevin!!!è stato qualcosa di clamoroso, peccato davvero!!! era a livello dei grandi Orange del Milan

  9. Grande Kevin, calciatore fenomenale e Uomo di un altra pasta, di quelli che si amano e si rimpiangeranno per tutta la vita, il destino infame ci ha inferto un colpo ferale…
    il mio nick testimonia la stima che ho per questo guerriero indomito!

    GRAZIE DI TUTTO KEVIN STROOTMAN!!!

  10. C’è solo una parola per il “nostro” Kevin…ed è GRANDE!!!
    Grazie di avere la nostra maglia nel tuo cuore, in bocca al lupo.
    ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

  11. E quanto manca alla Roma un giocatore come te siamo ridotti a cristante e paredes ieri il nonnetto ha fatto il cento per cento di passaggi azzeccati .

  12. Comunque a 34 anni visto come ha giocato ieri fossi in lui non smetterei. Che emozione la standing ovation e lui con la mano sul cuore, Roma e l’olimpico saranno sempre casa tua grande uomo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome