TIAGO PINTO: “Le parole di Mou? Non è molto comodo commentarle. Difficile fare turnover ma fa parte del nostro lavoro”

4
1215

AS ROMA NEWS – Il GM giallorosso Tiago Pinto risponde alle domande di Sky Sport nei minuti che precedono l’inizio del match Betis-Roma.ù

Ecco le dichiarazioni del dirigente portoghese sulla partita di Europa League che si sta per giocare allo stadio Benito Villamarin:

Sulle parole di Mourinho tra poveri e ricchi di ieri in conferenza stampa.
“Non sarà molto comodo per me commentare le sue parole. Penso che nel calcio si vada oltre la dimensione economica, perché altrimenti ogni anno Manchester City e Psg andrebbero in finale di Champions, ma se la memoria non mi inganna non l’hanno vinta. Ho capito quello che voleva dire. È chiaro che per noi è molto difficile, ne abbiamo già parlato, è difficile giocare l’Europa e il campionato, giovedì e domenica. È difficile fare anche il turnover, sentivo che prima parlavate della Lazio e di mister Sarri. Sappiamo che è difficile, ma allo stesso modo sappiamo che questo fa parte del nostro lavoro”.

Che valore ha per la società questa serata?
“Avete capito magari meglio di me il profilo della società: lavora di più e parla di meno. Per noi l’Europa è sempre un obiettivo, lo abbiamo dimostrato la stagione scorsa. La competizione è diversa ed è molto più competitiva, ma siamo qui con tutta la nostra forza, energia e motivazione per fare una buona partita e andare avanti. La storia della Roma in Europa non è di oggi, ha avuto tante semifinali negli ultimi 10-15 anni, questo ci deve responsabilizzare e dare la consapevolezza del club che rappresentiamo”.

Lei ha detto che fa il mercato e il campo deve dare le risposte, sul campo dove deve migliorare?
“Ho detto questo, ma anche di più. Secondo me, il lavoro che facciamo sul mercato rappresenta il 20-30% del successo sportivo, poi il 70-80% è il lavoro che facciamo ogni giorno e non mi escludo perché cerco di essere un ds che tutela le altre parti. Dobbiamo migliorare tanto, per fare una squadra vincente non è solo portare allenatore e giocatori, ma creare una famiglia, sviluppare i i dipartimenti e curare ogni dettaglio”.

Si aspettava qualcosa di più a livello di gol davanti?
“Sì, penso che chiaramente il omento di costruire le occasioni è di squadra, poi i giocatori davanti hanno sempre più opportunità di segnare. gli attaccanti quando perdono fiducia diventa più complicato, ma la verità è che con gli attaccanti funziona così. Lautaro ieri ha fatto una partita bellissima ed erano 6-7 partite che non segnava. Ma penso che la squadra sta costruendo tante opportunità e penso che qualcuno dovrà pagare questo, spero possa accadere il più veloce possibile”.

Belotti?
“Per lui è una buona opportunità. Sappiamo che quando costruiamo la squadra dobbiamo prepararla quando ci sono infortuni, giocatori sospesi o abbassamento di forma. Andrea ha lavorato bene, non possiamo dimenticare la sua estate particolare e penso che stia meglio fisicamente. Oggi per lui è una buona opportunità per dimostrare la ragione per cui lo abbiamo preso, ma non è il momento di mettere troppa pressione sul singolo. Fare l’attaccante è sempre più particolare”

Articolo precedenteCalciomercato Roma, Tiago Pinto vuole Scalvini: l’Atalanta chiede 20 milioni
Articolo successivoBETIS-ROMA: 1-1 (34′ Canales, 54′ Belotti). I giallorossi si accontentano del pari, qualificazione che resta in bilico

4 Commenti

  1. in poche parole ha confermato quello che molto modestamente penso anche io e cioè che Mou (con tutta la stima chr ancore gode da parte mia) ha rotto il caxxho a buttarla sempre sui soldi.
    L’udinese è sopra di noi e il bodo guadagna come una squadra di lega pro.

    Finite le scuse, passate il girone e arrivate 4′ a giugno.

    ❤️🧡💛👊

    • L’udinese non gioca le coppe. E questo fa TUTTA la differenza del mondo.
      Dopodiché, è una buona squadra, messa bene in campo, con giocatori ben amalgamati.
      Ma ha tutto il tempo per provare schemi, assorbire botte, programmare il lavoro.

      Noi no.

  2. Altro che 3 Pellegrini, uno più confusionario e inconsistente non c è nella as Roma. Tiago…..vendilo che rifacciamo la squadra!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome