Tiago Pinto e la Roma, aria di divorzio: stanchezza e scommesse sbagliate, i motivi del possibile addio

53
982

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – E’ ancora presto per parlare di addio. Ma l’aria che tira intorno a Tiago Pinto non profuma di rinnovo. Anzi, il general manager non è mai sembrato così lontano da Trigoria come in queste settimane.

Stando a quanto racconta l’edizione odierna de Il Tempo (L. Pes / F. Biafora), da parte della proprietà americana non c’è stata al momento alcuna apertura al rinnovo del suo contratto, in scadenza 2024. E sul quale anche lo stesso Pinto sta riflettendo attentamente.

Il gm infatti sta manifestando, anche alle persone che gli sono attorno oltre che agli operatori di mercato, una certa stanchezza per il lavoro svolto in questi anni alla Roma. Pinto non ha mai voluto altri dirigenti al suo fianco ad occuparsi dell’area sportiva, una decisione, condivisa con i Friedkin, che lo ha impegnato forse più dei suoi colleghi, e che dopo tre stagioni lo ha portato a riflettere sul suo futuro.

Se è vero infatti che al momento la proprietà ha sospeso ogni discorso sui contratti in attesa di un miglioramento sensibile dei risultati, lo stesso Pinto non smania per una permanenza nella Capitale. E la fatica del lavoro fatto in questi anni per mantenere sani i conti e portare a Roma profili come quelli di Abraham, Matic, Dybala e Lukaku ora comincia a farsi sentire.

Ma se è vero che i conti della Roma sono migliorati anche grazie alle sue scelte oculate, dall’altra parte alcuni investimenti pesano ancora sulle casse e sui numeri del club. L’ultimo colpo a far discutere è stato certamente Renato Sanches. Pinto ci ha tenuto a prendersi apertamente la responsabilità dell’arrivo del portoghese, quasi mettendo in gioco la reputazione. Una mossa in controtendenza col basso profilo sempre tenuto nei mesi in giallorosso.

I giorni passano e, in ogni caso, il gm continua a lavorare sul mercato di gennaio nel quale vuole prendere un difensore, ma nessuna decisione definitiva sul futuro. Né da parte dei proprietari né del portoghese. Ma ad oggi le strade della Roma e di Tiago Pinto sembrano molto più lontane rispetto ai mesi scorsi.

Fonte: Il Tempo

Articolo precedenteZeman torna ad allenare il Pescara: “Non fatemi passare per la favola di Natale. Sigarette? Non fumo più ma ho sempre fame”
Articolo successivoSvilar pronto a diventare titolare da gennaio. Di Gregorio o Skorupski per fargli da secondo

53 Commenti

    • Inizia lo scaricabarile..
      “Pinto non ha mai voluto altri dirigenti al suo fianco ad occuparsi dell’area sportiva”…
      “una decisione, condivisa con i Friedkin” (certo).. “che lo ha impegnato forse più dei suoi colleghi, e che dopo tre stagioni lo ha portato a riflettere sul suo futuro”.
      Cioè Pinto appena arrivato a fare il DG in una società importante come la Roma ha chiesto di non avere un Direttore Sportivo ??? ed i Friedkin, giovani inesperti di calcio, hanno acconsentito alla cosa (infatti quante altre società in A hanno il DS ??).
      Si è la solita panzana come Pallotta disse che Monchi aveva scelto lui di fare tutte quelle cessioni e lui non ne sapeva nulla.
      Comincio a sentire le unghie sui vetri..

  1. Hanno trovato il capro espiatorio 🤣

    Purtroppo però sappiamo tutti che Pinto ha dovuto fare il calciomercato col portafoglio vuoto senza avere un euro a a disposizione, per acquistare doveva vendere e lo ha fatto egregiamente, malgrado ciò quei pochi acquisti venivano sempre avallati dal mister e dalla società….Pinto ha fatto miracoli.

    Calciomercato Roma 2023/2024: Svincolati, giocatori rotti, parametri zero e prestiti 👏👏👏👏 tutta colpa di Pinto!

    • il primo anno i soldi li ha avuti. vinha e shomurodov…30 milioni …vabbe’ inutile infierire

    • Dan errore il primo anno ha avuto i soldi a disposizione circa 100 milioni, se li ha investiti male o fatto scelte sbagliate sia in termini di entrata che uscita oltre ad aver gestito male delle situazioni tipo Dzeko Miky zaniolo Matic mi dispiace ma chi sbaglia paga e va mandato via.
      L’unica attenuante che si può trovare in Pinto è il fatto che ha ricoperto un ruolo societario che non è il suo e la proprietà anche qui ha sbagliato, ma è altrettanto vero e grave che Pinto si è rifiutato di avere dei collaboratori che lo aiutassero nel mercato, cosa non da poco.
      Inoltre non è vero che Mourinho ha appoggiato di tutto nel mercato fatto da Pinto, per esempio i vari sanches Kristensen vina camara shomurodov aoaur celik solbakken mica li ha richiesti lui sono state idee di Pinto dichiarate presi tra gli scarti e prestiti disponibili in base alle disponibilità e vincoli FFP, così non costruisci niente.
      Infine altro appunto che tra quelli che ha portato ce ne fosse uno dico uno dove siamo riusciti a realizzarci una grossa plusvalenza, tant’è che sei stato costretto a venderti alcuni del vivaio per fare cassa e metterti a posto i bilanci e dove l’ unico che hai venduto veramente bene è stato Ibanez, guarda caso portato da un vero DS.

    • Posso essere d’accordo sul fatto che ha commesso errori. Posso essere d’accordo che debba essere affiancato da un DS che possa trovare calciatori migliori. Ma denigrare tutto il lavoro no. A livello di bilancio, ha fatto miracoli, il primo anno è riuscito a vendere zavorre invendibili(svalutate anche da Mou) e ha fatto mercati comunque degni con mezza lira.. poi si, ha toppato acquisti, soprattutto il primo anno. Però attribuire Dzeko Miky zaniolo Matic a lui, mi sembra un po troppo.. A Dzeko era stata offerta anche la fascia ma ha voluto andare lui, Zaniolo era impevedibile (e ora non è che stia brillando) e più di 20 milioni se li è comunque fatti(l’avesse venduto prima sarebbe stato linciato dai tifosi poi). Miky era fragile.. avrebbe potuto offrire il rinnovo piu lungo, ma avrebbe rischiato la fine di smalling di quest’anno, idem Matic nonostante fosse sicuramente piu integro.

    • d’accordissimo con asroma1995. il primo anno de pinto in 4 mesi de mercato c’è so state 37 transazioni de mercato complessive tra entrata e uscita. media 1 transazione de mercato ogni 3,7 giorni.

    • AsRoma1995 io non ho denigrato tutto il lavoro fatto da Pinto, che per carità ha ereditato una situazione non semplice da gestire, ma va anche detto che certe scelte assurde e uscite pubbliche poteva benissimo risparmiarsele.
      Io semmai me la prendo più con chi l’ ha messo lì a fare il DS che non è quello il suo ruolo ma è tutt’altro ed aggiungo come minimo visto che si è preso lui la responsabilità dell’operazione sanches che era una sua scommessa persa oltre ad aver fatto una dichiarazione pubblica che in tre anni secondo lui ci siamo migliorati se permetti io rassegnavo le dimissioni, se aveva un briciolo di umiltà e correttezza.

    • mica solo lui, pure io , Krug millesimato.
      pinto verra’ assunto da “i maghi del garage” o “affari a quattro ruote” per scovare rottami, che resteranno…rottami.

    • E perchè io???? appena so ufficialmente che hanno cacciato questa sciagura di Pinto, pure presuntuoso, stappo la terza,costosa,bottiglia di Champagne che ho riservato dalla sua prima sessione di mercato. La prima l’ho stappata per Monchi il sonatore,la seconda per Sballotta il broccolaro e la terza è per Lui e non sto scherzando. Shomu, Vina, Reynolds,lo stesso Abraham a 40 milioni, Maitland Nillsen, Camara, Aouar, Sanches, Solbakken, Celik e in ultimo il fenomeno N.Dicka (4,2 milioni d’ingaggio annui e circa 4 di commissione) insieme al povero Llorente(dovrebbero sostituire Smalling e il vituperato Ibanez) con il 90& dei goals incassati tutti sviluppati sul nostro out di sinistra e al centro; si dà la colpa a Spinazzola??? certo ma peccato che c’era pure lo scorso anno e avevamo una delle migliori difese del Campionato con la peculiarità dell’insuperabilità nel gioco aereo e conseguente pericolosità in fase offensiva con diversi goals segnati e procurati. VIA PINTO prima di subito.

  2. La conferma che sordomuti si ma non ciechi! E’ un anno che lo dico che Pinto ha alti meriti su altre questioni societarie ma assoluti demeriti su scelte tecniche, che il piu’ delle volte non hanno coinciso con i desideri del Tecnico.
    E’ giunto il momento di affidarsi ad un Direttore Sportivo di livello affiancato da un Direttore Tecnico competente e collaboratori affidabili e perchè no, anche del rientro nei Quadri Dirigenziali di ex calciatori legati in modo indissolubile a questa maglia, ne abbiamo bisogno!

  3. A me non interessa difendere Pinto. I risultati delle sue scommesse si vedono.

    Dico però che se devi stare nelle regole del fpf hai ben poco da giostrare.
    Perché i “giovani” se non sono da primavera, comunque costano.
    Sono sempre scommesse, ma i 5/10 milioni per il giocatore che si è messo in luce in serie minori ce li devi mettere.
    Se hanno già fatto vedere qualcosa in campionati principali diventano inavvicinabili.

    E non è che se sei bravo ogni colpo si trasforma in oro. Ci sono migliaia di squadre e di agenti con le loro terminazioni che setacciano tutti i campionati del mondo dagli allievi in su.

    Magari ne becchi uno ogni tanto ma comunque devi farlo giocare e aspettarlo.

    Però se capita l’occasione ti presenti con i soldi in bocca e poi si vedrà. Se non hai il becco di un quattrino da spendere sei comunque il vorrei ma non posso dei diesse.

    Allora, si dice, non è che i Friedkin non vogliono spendere, è che non possono. Per il FPF, per gli accordi.

    Ma siamo sicuri che abbia senso?

    Non di tratta di spendere centinaia di milioni, magari ne bastano 30/40 per prendere qualche giocatore sano, integro, potenzialmente forte, su cui investire.

    Il Fpf che cosa ci ha portato?
    limitazione numerica della rosa
    limitazioni sui soldi che puoi spendere
    schiaffi dall’ Uefa (arbitro killer in finale e squalifica di 4 giornate a Mourinho per non aver detto praticamente nulla)
    schiaffi dalla Fifa sul discorso del ranking,l uefa, che non conta una cippa, visto che al campionato mondiale Club hanno scelto il ranking Champions, creato dal nulla, con una logica che sfavorisce due squadre al mondo e una è la Roma
    mentre squadre che hanno evaso il fof per centinaia di milioni sono beatamente li, e nessuno le tocca

    allora effettivamente, ha senso obbedire a queste regole?

    il Milan è stato fatto fuori per un anno dalle coppe e ha vinto lo scudetto
    la Juve un anno fuori dalle coppe e è lì, magari non lo vincerà, ma il prossimo anno farà la Champions e parteciperà al mondiale per club

    ha senso voler concorrere su tutti i fronti, rispettare le regole, prendere schiaffi anziché agevolazioni per questo?

    si vuole mandare via Pinto?
    e sia.

    ma mettete chi viene in condizioni di operare.
    altrimenti senza una breccola da spendere, trovate un mago, di quelli veri però.

    • Wtf non è proprio così il primo anno Pinto dei soldi in mano ce li ha avuti se li ha investiti male o fatto scelte sbagliate sia in termini di entrata che uscita è un altro discorso, se ci siamo ritrovati con degli altri esuberi sul groppone e vincoli del FFP lo dobbiamo anche a Pinto non DS.

    • Inappuntabile su tutto. Pinto ha però la responsabilità di avere cannato praticamente tutti gli acquisti di cartellini. E dove non si può dire siano stati completamente soldi buttati, Abraham e Rui Patricio, quasi certamente si poteva fare meglio con le stesse cifre.
      Un centinaio di milioni sono stati investiti e lo si è fatto tra il male e il molto male.
      Pinto è a capo della struttura tecnica e ne deve rispondere, perché è un fatto che degli acquisti onerosi nessuno vale più di quanto sia stato speso.

    • Wtf aggiungerei che il milan ha cambiato o fatto sembrare cosi , 3 volte proprietario proprio per sovvertire le limitazioni dell fpf , aggiungerei le sponsorizzazioni farlocche , bella sponsorizzazione di 100 milioni e non dico tutti ma buona parte li puoi iusare fai una squadra piu forte e arrivi in champion dove ti riprendi i soldi con l altra mano , io però ho la sensazione che come con pallotta pensino solo allo stadio e che siano stati bravi a buttare fumo negli occhi ogni anno il 1° con mourinho il 2° con dibala il 3° con lukaku , qualcuno prima che arrivasse non ricordo chi diceva che ” vedrete che uscira fuori un altra americanata” infatti lukaku , io cio sperato e creduto e penso seriamente che mourinho abbia fatto miracoli vincendo una competizione e arrivando in finale nella seconda , ma sono convinto che siamo ad un Pallotta 2.0 , mi viene il mal di stomaco a pensarci ma credo che sia cosi , una società che vuole emergere non si fa mettere un cappio cosi al collo da costringere a prendere giocatori rotti in prestito o a scadenza quando sai che l unico modo per aumentare i ricavi è entrare in champion , anzi dovrebbero ringraziare mourinho perche solo di sold out incassano tra i 20/30 milioni all anno .
      Spero vivemante di sbagliarmi e fare mea culpa

    • Albert Gudmundsson, al Genoa per 1,2 milioni. L’anno prossimo quanto lo dovremmo pagare volendolo prendere dai grifoni? basta accampare la scusa dei soldi, perchè se sai scegliere, trovi anche a poco

    • Non solo caro Actarus ma l’unica cessione di un giocatore preso da Pinto è Reynolds peccato che ha generato , nonostante l’ammortamento e i 3,5 milioni incassati, ha generato una minusvalenza di circa 2 milioni poichè pagato 7 ,5.
      Quialcuno poi favoleggiava di una plusvalenza con Solbakken……..si in Grecia dove è in prestito gratuito non gli fanno vedere neanche la tribuna e intantom nè costato un anno di ingaggio e 2 milioni di commissione.

    • Sono d’accordo su chi sottolinea gli errori di Pinto. E’ vero, il primo anno soldi da spendere ne ha avuti.
      Vina
      Shomurodov
      e sono più di 30 milioni.

      Ma il problema è che se prendi lo sconosciuto (a noi, non agli addetti ai lavori) tipo Gudmundsson lo paghi 1-2-3-4 milioni… ma quanti ne emergono?
      certo, con 30 milioni ne prendi 10, ma poi se non li fai giocare sono soldi buttati perché certo non si valorizzano.

      Allora, di base, ci sono certi investimenti da fare su questo tipo di giocatori, ma anche una politica di prestiti con una rete di società amiche, in italia o all’estero.

      Se invece vuoi andare sul giocatore emergente/pronto vai sul Gudmundsson di adesso ma lo paghi 20-25 milioni.
      Come Shomurodov in pratica.
      Poi, se la promessa non tiene la pressione e fallisce il salto in una squadra con ambizioni diverse, ti ritrovi la promessa mancata da mantenere per 4-5 anni e non lo ammortizzerai mai.

      Perché ogni anno in serie A vengono presi da squadre di seconda fascia decine di Gudmundsson, ma restano quello che erano prima, più o meno. Cioè mezze seghe. Di gente forte che può ambire a un salto di qualità e giocare in squadre di fascia superiore, ne escono pochi.

      D’altro canto, ditemi se lo ricordate una squadra con un “Progetto giovani” che abbia vinto lo scudetto. O che sia arrivata in champions.

      Secondo me servono giocatori pronti, forti, una buona base di giovani da lanciare se lo meritano, un po’ di fortuna.
      Quest’ultima sicuramente non ci sorride.
      Basti pensare gli infortuni di Spinazzola, di Zaniolo, di Abraham e ci metto anche Pellegrini, che bene o male non è quello degli ultimi 18 mesi. Poi Smalling. Poi Wjinaldum.
      L’infame Taylor.

      Però è anche vero che se sei sempre costretto a fare le nozze coi fichi è difficile che ti trovi il caviale nel piatto.

      Comunque, @Nando Mericoni, pure io la penso così. E’ un Pallotta II, più furbi.
      Sempre molto attenti al colpo di teatro.
      Se va via Mourinho da loro mi aspetto Daniele De Rossi.
      Così quasi tutta la tifoseria entusiasta e tirano avanti.

    • Wtf dipende sempre che cosa gli porti all’ allenatore, se gli porti dei giocatori di prospettiva che possono migliorarsi nel tempo, l’ allenatore che scemo non è ci punta specie soprattutto se non ha giocatori utili in rosa a disposizione.
      Il problema di Pinto però sta nella costruzione della squadra dove lì ha commesso dei gravi errori, oltretutto non ne ha portato manco uno di giocatore di prospettiva a Roma a parte reynolds dove poi è stato rivenduto a 3,5 milioni nonostante sia stato comprato a 7,5 milioni, quindi è chiaro che per tre anni di gestione di Pinto è stato bravo a farsi i conti e stipulare dei contratti, ma a livello tecnico ha delle grosse carenze nel fare il DS, ecco perché è importante avere un vero DS e una rete di scouting valida, a prescindere della disponibilità o meno economica societaria.

  4. Se dovesse andare via per un’ altro personaggio simile continuando la saga dei nomi esotici è il segno che si continuerà la filosofia che dura da svariati anni da pallotta a friedkin, del fumo negli occhi.
    Se al contrario arriverà un personaggio lucido e orientato tipo Sartori, Marotta, Giuntoli ecc. ecc. è il segno di un cambio registro.

  5. ok ma se se ne va, non dovrebbe farlo a gennaio? si dovrebbe cominciare a programmare da febbraio no? lui stesso è arrivato a gennaio

  6. salutando pinto, saluto senza fare nomi di grandi operosi saputi, anche gli spolliciatori che mi prendevano a pernacchie.
    era ora che si mettesse in discussione l’operato del genio degli ospedali.

  7. naturale conseguenza di un bilancio fatto di 3 anni di acquisti onerosi sbagliati e alcuni giocatori svenduti da una parte, e di buone plusvalenze e ottimi parametri 0 dall’altra….. il grosso problema lo ha fatto la valorizzazione nulla della rosa. Il Milan per rimettere a posto il bilancio vende Tonali per 65, la lazio Savic a 40, l’Inter Onana e altri 3-4 per 100, l’Atalanta Højlund e altri 3-4 per più di 100, la Juve De Ligt….e noi? Ibanez per 30 milioni preso da Petrachi e i giovani portati in prima squadra da Mou, troppo poco calcolando che non siamo in Champions e abbiamo 2 tra i giocatori e uno degli allenatori più pagati in Italia e la terza rosa per monte ingaggi. A questo mettiamoci pure i rinnovi assurdi….. è un miracolo che lo hanno fatto arrivare a fine contratto

  8. via subito dentro sartori e non voglio sentire la cazzata del fpf, se li sai comprare i giocatori non hai bisogno di tutti questi soldi, ma li devi saper spendere.
    mds

  9. Era ora dio sia lodato se ne sono accorti dell’errore fatto anche se tardi, detto ciò l’ho sempre detto e ribadisco non puoi mettere uno che faceva pubbliche relazioni al Benfica a fargli fare il ruolo di DS e non affiancargli nessuno per il mercato o che gli scova i giocatori, questa purtroppo è incompetenza.

  10. Tralasciando i prestiti e i parametri zero: Reynolds, Shomurodov, Vina, Celik…quasi 50 milioni buttati nel cesso: ne vogliamo parlare?
    Cioè, dico, neanche ad azzeccarne uno su quattro?
    Poi, per carità, avrà altre qualità manageriale ma sull’aspetto sportivo ne deve fare ancora di strada…

  11. C è gente che ancora difende Pinto ! quando ha avuto i soldi ha fatto danni e ce li troveremo sul groppone . Gestito male tante situazioni da zaniolo che si doveva vendere a 30 e prendere con quei soldi il regista e il sostituto degno e non il salmonaro al caso smolling , karsdrop, pellegrini che sapevi che sono di porcellana e gli hai rinnovato il contratto.Senza soldi ha fatto anche peggio allargando la platea dei svarosky e dico a parametro zero c era Cuadrado, Grimaldo, Guerrero,zaha, Thurman , Ramos e non ha ascoltato l allenatore prendendo Sanchez e Auar che non li voleva e non kamada che chissà con Mourinho poteva fare meglio . Ma che aspettano che a Gennaio si prendono i parametri zero a mandarlo a casa subito.

  12. Si si, voglio proprio vedere il prossimo senza una lira…
    Leggendo i vari commenti si capisce che l’Italia è un paese che vive de buffi.
    Vediamo l’anno prossimo chi metterete in croce.

  13. Io però mi domando una cosa se le società come genoa lecce Bologna atalanta Monza vanno a scovare giocatori buonini sparsi per il mondo e pagarli due soldi quindi già da qui si capisce che non è un problema di risorse o liquidità, come mai la Roma non ci riesce? Non sarà forse che alla Roma gli manca un vero DS e buona rete di scouting.
    Per carità Pinto è vero che ha ereditato una situazione non semplice e sarà uno bravo a farsi i conti, però va anche detto che non è uno adatto a fare il DS e a scovare i giocatori e portarli nel momento opportuno e qui mi dispiace ma si vede che manca uno competente nella gestione dell’ area tecnica.

    • Forse dipende dalle strategie concordate tra società e allenatore. Io non penso (anzi lo so perchè è notizia certa, vera , verificabile) che non ci sia una squadra di osservatori. Ci sono, se ricordate bene un anno e mezzo fa/ due uscì la notizia della creazione della rete con tre aree scouting.
      Il problema è che se fai scouting devi cercare di far giocare i giocatori e lo devono fare con continuità (non i tre minuti finali a partita). L’allenatore, chiunque egli sia, sarebbe disposto? I tifosi sarebbero disposti? Perchè si chiede tanto l’aria scouting migliore del mondo ma non si tollera il fallimento. Quando fai scouting fai delle scommesse e poche sono quelle che riescono. Se poi i caproni da forum sparano letame sui ds perchè provano i vari Villar, Reynolds, Paredes (dei tempi) ecc… ec…., se poi i tifosi allo stadio fischiano….
      Siamo proprio sicuri sia quello che si vuole (per me si )?
      Non facciamo ingannare poi dallo “scouting” all’inglese…lì girano più soldi che sulla serie A.

    • h.p.l bisogna vedere che cosa gli porti all’ allenatore, se Mourinho aveva qualcuno di prospettiva buono allo stato attuale secondo te non lo avrebbe fatto giocare, viste le condizioni sia fisiche che tecniche degli altri giocatori? Per me si e a maggior ragione se sei limitato sul mercato non vai a tesserare giocatori spesso infortunati o giocatori completamente da ricostruire facendogli begli ingaggi.
      Se per giovani mi intendi Villar che aveva già 22 anni se non erro dove delle possibilità le ha avute e lui a parte i due mesi buonini è sparito e oltretutto ha rifiutato dei prestiti decidendo di non apprendere allora è giusto che l’ allenatore faccia una selezione e scelga quei 22 giocatori su cui poter contare.
      La stessa cosa riguarda reynolds che l’ hai strapagato 7 milioni, ora finché paghi uno di prospettiva giovane tra i 3-4 milioni ok ma a 7 milioni se il giocatore non è un minimo pronto non lo paghi quelle cifre, come non paghi shomurodov a 17,5 milioni che è un panchinaro e vina 13,5 con età già verso i 24 anni che non ha messo mai piede in Europa.
      Qui manca purtroppo il DS e serve una rete di scouting proprio perché sei limitato sul mercato e senza queste figure chiave non ne esci fuori.

  14. Si sa come Pinto è stato selezionato: diciamo non secondo modalità scelte usualmente dai maggiori club europei.
    È arrivato in un campionato a lui sconosciuto, a ricoprire un ruolo del quale aveva in parte competenze (parte organizzativa e stesura contratti) in parte no (la parte relativa alle conoscenze di DS).
    Ha dimostrato di migliorare sessione dopo sessione e francamente di essere anche una persona apprezzabile sotto molti punti di vista ma i limiti rimangono: non ci si può improvvisare DS.
    Ha fatto apprendistato alla Roma in un momento in cui serviva invece un DS navigato, esperto e capace di ricostruire una squadra cedendo le zavorre e prendendo elementi giovani di talento.
    Sulla dismissione dei pesi morti se l’è cavata senza infamia e senza lode, su tutto il resto ha lasciato molto a desiderare specie nel 1 mercato estivo pur riconoscendo che successivamente ha avuto grandi limitazioni sul mercato.
    Nonostante avessi da subito compreso che i Friedkin avevano fatto la scelta sbagliata ho comunque saputo apprezzare in questi anni l’intelligenza e la sua capacità di imparare in svelta e di saper stare al suo posto.
    Per questo ne caldeggiavo la permanenza, magari con altro ruolo. Ma dopo quanto ha affermato sull’Under 23 va salutato al più presto: chi non vuole scommettere sul nostro vivaio che è un nostro grandissimo punto di forza è solo dannoso per la nostra società.
    I Friedkin farebbero bene a dargli il benservito e a prendere un DS, possibilmente italiano visto che non siamo molto fortunati con gli stranieri.
    Non potendo mettere sotto contratto Sartori in questo momento la soluzione migliore è Massara.

    • Anch’io sono rimasto deluso per via di quello detto sull’U23 che serve come il pane. Si è un costo ma prediligo più la formazione di una U23 piuttosto che l’acquisto di 3 calciatori nuovi ma anche di un TOP giocatore perché con l’U23 perlomeno getti le basi per un progetto calcistico incentrato per davvero sullo sviluppo di giovani da lanciare poi in prima squadra.
      Il problema è la tipologia di progetto calcistico che si intende intraprendere. Massara mi piace come persona ma sarebbe adatto in quel caso se rimanesse Mou perché lui è sempre stata una figura che aveva bisogno sempre di appoggiarsi a qualcuno caratterialmente più forte. Come andrebbe bene pure Modesto in questo caso.
      Se invece si cerca un progetto da rifondare completamente tutto, ed abbiamo sempre il SA fino al 2026, io l’ho espresso oggi anche in un altro articolo, Sartori per me è il migliore DS italiano che lavora veramente sullo scouting a differenza di altri, non fa compromessi e se il calciatore non è buono non gliene importa nulla di fare favori, ma il problema che vedo è soprattutto l’ambiente e la situazione in cui si ritroverebbe qui a Roma. Qui non c’è pazienza, alla prima serie di risultati negativi qui verrebbe scannato (e come scritto prima Petrachi per quello fatto al Toro in quel periodo era considerato il migliore DS italiano salvo poi perdere la testa qui da noi), c’è una pressione mediatica che in altre città non esiste e Sartori non ha mai dovuto affrontare una situazione come la nostra in tutta la sua carriera, o con l’obiettivo di dover ottenere a tutti i costi dei risultati tipo tra i primi 3 posti in classifica, una situazione dove lui deve cedere per rispettare dei paletti di un SA fino al 2026, ecc. Non è un giovincello (compirà a Marzo 67 anni) e perché dovrebbe lasciare ora il Bologna che potrebbe disputare la Champions League la prossima stagione ed avere anche un buon budget per rafforzare la squadra la prossima estate? Sartori è anche stato molto cauto nelle decisioni prese in carriera. Di recente lui e Motta erano anche stati accostati al Napoli e lui ha seccamente smentito di voler lasciare il Bologna pure.

    • Infatti sono d’accordo ed il massimo sarebbe avere Zorc+Klopp. Klopp potrebbe lasciare il Liverpool a fine stagione nonostante il recente rinnovo. Klopp è il mio sogno personale ed il TOP in assoluto ed i calciatori spesso dicono che Klopp fuori dal centro sportivo e stadio diventi una persona amichevole e loquace ma quando allena e dirige la squadra, i calciatori sono terrorizzati perché Klopp è anche più duro del sergente di ferro più tosto e se un giocatore non gioca come vuole lui, lui ti sbatte al muro e ti sbraita come un lupo rabbioso.
      Però per poter convincere uno come Klopp serve allora uno come Zorc che hanno lavorato insieme molto bene in passato al Dortmund dove hanno vissuto un periodo d’oro e vincente assieme. Zorc è sempre stato uno dei migliori a fornire non solo a Klopp ma anche ad altri allenatori i giocatori con le caratteristiche richieste e necessarie, scovando calciatori scarsamente conosciuti a poco, prendendo alcuni molto giovani ed allevandoli con una cura maniacale nel settore giovanile per lanciarli nel momento giusto in prima squadra. Certo le nostre risorse per via del SA sono limitate ma Zorc ha saputo gestire il Dortmund anche in periodi neri con scarsa liquidità ma dovendo mantenere il Dortmund una squadra competitiva anche nel disputare una Champions League nonostante i problemi economici iniziali. Se Klopp lascia il Liverpool ed abbiamo Zorc, che per Klopp sarebbe una garanzia che arrivano talenti di alto livello, io penso che entrambi potrebbero essere stimolati dal presupposto di lavorare di nuovo assieme e di provare a fare della Roma una squadra vincente costruita da giovani talenti scovati e cresciuti da loro.

  15. Certo che Pinto non sa fare il Direttore Sportivo, ma tutti lo sapevano ed è anche un errore grossolano dei Friedkin averlo messo a quel posto.

  16. Pinto non è un DS ed alla Roma serve un DS, uno bravo tipo Sartori.
    La cosa deludente di Pinto è l’aver detto di non essere d’accordo nel fare una squadra B, un’Under23 che invece servirebbe come il pane.

  17. ma tra le cose non indovinate da Pinto ci sono gli acquisti di Celik, di Kristante, di Vina, di Shomurodov, di Aouar, di Sanches ma anche di Rui Patricio che non sono assolutamente giocatori ne’ sani, ne’ capaci di dare un valore aggiunto alla squadra ..
    poi tutti ‘sti feriti .. comprava un pronto soccorso era meglio ..
    e appare chiaro che i difensori non li conosce e quelli che prende non servono ..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome