Tienitelo stretto

122
5864

AS ROMA NEWS – Amato, odiato, criticato, osannato. Josè Mourinho è un allenatore che divide. Adorato come una divinità dai propri tifosi, ma spesso detestato da chi lo ha di fronte come rivale.

A Roma è stato accolto come il salvatore della patria. I romanisti erano ai suoi piedi, convinti che uno Special come lui avrebbe finalmente portato a Trigoria quei tituli che erano mancati per anni. E non si sono sbagliati.

Al primo anno, con una squadra ancora da formare, Mou ha messo in bacheca una Conference League, facendo esplodere di gioia la città. E alla seconda stagione è a una sola partita dal bis. Comunque vada a Budapest, il portoghese ha raggiunto il grande obiettivo di quando si affronta una competizione europea, quello di arrivare a giocarsi la finale. 

Josè Mourinho può non piacere a tutti per il suo carattere, o per il suo gioco che mira alla concretezza prima ancora dell’estetica, ma nessuno può mettere in dubbio un aspetto: i risultati. La finale di Europa League certifica come la Roma sia diventata una squadra ambiziosa, che ha nel suo dna quello di voler vincere a tutti i costi. La fame di trofei arriva prima di un piazzamento in campionato, che per quanto importante per i conti non ti fa di certo alzare una coppa al cielo.

Qui a Roma non servono allenatori “bravi”, ma tecnici dalla personalità smisurata. Gente di carisma, che sappia tenere in pugno lo spogliatoio, che sia in grado di gestire una piazza difficile e umorale, pronta a fagocitarti alle prime difficoltà. E chi meglio di Mou incarna questo profilo di trainer. Sarebbe limitante poi giudicarlo solo come leader carismatico. Mou è anche uno stratega eccezionale, un allenatore col pelo sullo stomaco, un tecnico che conosce il calcio come pochi. D’altronde, non si diventa uno degli allenatori più vincenti della storia solo per la personalità.

La Roma con lui ha fatto bingo. I Friedkin, dopo aver preso confidenza con Trigoria, hanno individuato in Mourinho l’allenatore giusto a cui affidarsi per costruire una squadra che potesse primeggiare non solo in Italia, ma anche in Europa. Il contratto di tre anni doveva servire ad allestire passo passo un gruppo sempre più forte e competitivo. Ora però, alla soglia del terzo anno, è arrivato il momento di provare a blindare Josè con un nuovo contratto.

I Friedkin sono gente che non lasciano spazio a voci, sussurri, spifferi. Nessuno sa quello che vorranno fare con la Roma e soprattutto con il loro allenatore. Tanti giornali, anche oggi, scrivono di un probabile addio di Mourinho a fine stagione. L’impressione è che si brancoli nel buio. I texani già una volta hanno stravolto ogni certezza con un annuncio che prese in contropiede tutti. E non si può escludere che anche stavolta sarà così.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteEuropa League, accolto il ricorso per ridurre la squalifica di Foti: sarà in panchina per Siviglia-Roma
Articolo successivoJuventus sempre più nei guai: ora rischia una doppia penalizzazione

122 Commenti

    • Il problema è che va convinto confermando i migliori e comprando dei rinforzi. Servono i soldi, altrimenti, amore o non amore, va dove pensa di poter vincere. Non rimane qui a toglierti le castagne dal fuoco con quattro fusaglie. Quindi dipende tutto da cosa vuole fare la società.

    • La cosa migliore che uno nella posizione di Dan Friedkin possa fare, secondo me, è circondarsi di gente capace.

      E lui (sempre secondo me) finora dimostrato di essere di un’abilità fuori dal comune nel fare questo: la rapidità con cui ha concluso con Mourinho (il giorno stesso in cui si era diffusa la notizia che fosse libero) la dice lunga su quanto ci tenesse ad avere proprio lui alla guida tecnica della Roma.

      E anche la sostituzione (per motivi ancora sconosciuti) del CEO della Roma è avvenuta con la stessa rapidità, il che sembra delineare il profilo un uomo dalle idee super chiare che non ha il minimo timore di prendere decisioni.

      I risultati della gestione Mourinho penso che siano in linea con le aspettative della famiglia Friedkin per cui mi immagino che il buon Dan aspetti solo di sapere come andrà a finire la stagione per decidere cosa e quanto potrà offrire all’uomo di Setubal per convincerlo a restare.

      Bisognerà però vedere cosa frulla nella testa dell’Imperatore di Setubal… il passato dice che la sua permanenza più lunga su una panchina è stata di 4 stagioni (al Chelsea, quasi 20 anni fa) e che da allora ha sempre cambiato squadra entro il terzo anno di contratto…

      Il che mi fa venire i brividi… spero che la vecchiaia gli abbia fatto venire il desiderio di fermarsi più a lungo, che stare qui gli piaccia più di ogni altro posto al Mondo e che firmi un secondo triennale con l’intesa che appena saremo fuori dalle restrizioni del FFP gli compreranno tutto quello che vuole (che gli serve…) per vincere la Champions.

      Ciao a tutti 😊.

  1. Come sempre detto non sono mai stato un grosso ammiratore di Mourinho ma facendo la tara al suo carattere e modo di fare che trovo un tantino spocchioso, all’estetica del gioco che non è nel suo DNA e che non rende piacevole vedere le squadre allenate da lui e il suo essere istrione sempre non posso non confermarne il carisma.
    Sicuramente è un forgiatore di squadre vincenti, sicuramente conosce il calcio anche se a volte è difficile capire le sue scelte, sicuramente ha attenuato la sua tendenza a fare lo “scarica barili” e i dati dicono che è un vincente.
    A oggi devo ammettere che deve restare anche se seguito a sognare un calcio che mi faccia anche divertire.

    • Vai al Luna Park, la te diverti.
      Si parla di calcio e l’importante è vincere, quindi chi aveva dubbi su di lui sarebbe meglio si defilasse in silenzio e rosso in faccia.

      Mamma quanto ce godo se fa il “doppiete”….

      Forza Roma, forza Jose nostro generale, Re e Dio

    • URlo, proprio non ti riesce di evitare battute banali.
      Il calcio è un gioco e il City ti ha dimostrato che l’accoppiata divertimento e vittorie è possibile.
      Però bisogna esserne capaci.

    • Romano – Battute? Non so a cosa ti riferisci di preciso.
      Se parliamo di battute anche il concetto “vittorie-bel gioco” non scherza!
      È una delle affermazioni più inutili, infantili e bugiarde mai sentite.
      Se sei tra chi aveva ancora dubbi dopo un trionfo al primo anno, non sei tra quelli che fa il bene della Roma. Spero lo capiate prima i poi
      Però se ti rende felice non vincere mai e avere l’umore alto perché hanno espresso un calcio bello e moderno, buon per te.
      Io preferisco vincere: è questo che mi mette di buon umore e mi rende felice, l’estetica la lascio agli scattatori di selfie.

      Io sono dell’idea che è una grande fortuna aver agganciato un allenatore come lui, spero non se lo lascino sfuggire. Lo dicono anche le statistiche, sia del Mister che della AS Roma.

      Riguardo alcuni tifosi che lo hanno criticato, se sono Romanisti farebbero una grande figura ad astenersi dal parlare di lui. Almeno finché ti porta in finale un minimo di dignità ed onore delle armi sarebbe apprezzabile.

      Sempre FORZA ROMA💛❤️

    • Romano.. Se metti in mezzo il City vinci facile.. Così non vale..

      Il City ha il “giochista” più capace del pianeta.. Perché Pep crea un gioco bello da vedere, ha superato il Tiki taka che per me era noioso.. Ora è diventato uno dei migliori allenatori al mondo..

      Però.. Non ha dimostrato nulla.. E arrivato in finale di Champions dopo aver speso 2 miliardi.. Non 100 mln.. Ma due miliardi..

      Hanno calciatori così tanto tecnici che un loro panchinaro da noi sarebbe un titolare fisso…

      La domanda dovrebbe essere.. Sicuro che con Mou questo City non avrebbe vinto già un paio di anni fa la Champions?

      È chiaramente una domanda senza risposta.. Ma può essere una riflessione..

      Anche io preferisco quello stile di gioco.. Anzi, secondo me tutti lo preferiscono.. Ma per fare quel gioco servono giocatori tecnici.. Veloci.. Intelligenti..

      Se Pep venisse alla Roma.. Gli dovresti cambiare tutta la squadra.. Tutta.. L’unico adatto sarebbe Dybala.. Forse Matic.. Gli altri non hanno la tecnica necessaria..

      La notizia non è che il City potrebbe finalmente vincere.. La notizia dovrebbe essere.. Ma come ha fatto a non vincere la Champions fino ad oggi?..

      Ed è la stessa cosa che diciamo per il PSG.. Solo che i Francesi sono molto meno organizzati.. Ma il risultato è lo stesso.. Nessuna delle due dopo miliardi ha ancora vinto la Champions..

      Quindi il paragone con Pep.. Che stimo in modo particolare onestamente e un paragone che bisognerebbe evitare.. Perché il City così come il PSG sono squadre che non bisogna prendere come esempio.. Perché una società non può spendere così tanto..

      Forza Roma..

    • Romano non ha detto nulla di strano eh, va bene che l’oggetto è la vittoria ma si può anche vincere giocando bene. il City vabè, il Napoli ha giocato un ottimo calcio ed ha vinto, il vecchio Barca (anche se a me il Tiki taka annoia) uguale, il Dortmund di Klopp e avoglia ad esempi… la Roma ha un DNA diverso per mille motivi che sappiamo ma non è che uno non può ambire a vedere qualcosa di diverso rispetto a Giovedì. Ho visto la partita, ho sofferto, ho gioito ma non è che mi sia divertito… ed il calcio può essere anche questo.

    • Don, sicuramente di più. Il fatto è che anche se sono passati solo 22 anni per il calcio sono secoli, quindi un confronto non è proponibile.

    • H.P.l le squadre che hai nominato hanno vinto proprio perché hanno un ottima rosa, l’allenatore conta il 30% il resto è dipeso dai giocatori che hai in rosa.
      Tutti vorremmo vedere il bel gioco, ma per farlo ti puoi pure prendere un Guardiola o uno Spalletti nuovamente o De Zerbi o klopp ecc., ma la differenza te la fanno sempre i giocatori che hai in rosa.
      La Roma purtroppo ha una rosa da Europa League e non ancora da vertice, se gli prendi quei quattro giocatori titolari che gli mancano in determinati reparti più due riserve magari può competere pure lei per lo scudetto e Champions.

    • Romano, apprezzo la tua sincerità e rispetto il tuo pensiero.
      A me personalmente la cosa che mi importa di più, ancor prima del bel gioco o meno, sono le emozioni e Mourinho sa regalartele nonostante di faccia 1 tiro (nemmeno in porta) in 98 minuti di partita.
      Queste partite rimarranno nella storia.

      Forza Roma sempre.

      CHI TIFA ROMA NON PERDE MAI

    • Onore a te romano: se l’unico dei tanti che hanno denigrato mou su questo sito che ha avuto le 🏐🏐 di uscire allo scoperto… gli altri tutti nascosti come sorci, oppure fanno i vaghi e si associano alle lodi a mou.
      Sono contento per te, meglio tardi che mai. È sempre molto brutto però salire sul carro del vincitore per ultimo… non ti vergogni un po’??
      Anche perché continuare a scrivere minkiate anti mou ora significherebbe coprirsi di ridicolo!

  2. Condivido tutto, ma proprio tutto dell’articolo.
    La prosecuzione del lavoro di Mou deve essere la prima pietra del prossimo anno calcistico.
    Credo che dovrebbe essere anche per lui una bella sfida crescere ancora, pur con i paletti del FPF. C’è bisogno di gente in gamba.

  3. Redazione, è solo un caso aver pubblicato questo editoriale in contemporanea alla notizia del possibile divorzio di Spalletti dal Napoli?
    Una mera coincidenza? 😁

    • Zazza ha già pronto il titolo: Spalletti torna a Roma, Jose vola a Napoli😂😂😂😂😂😂😂

    • L’ho scritto anch’io commentando l’articolo sul probabile addio di Spalletti. Ho il timore che il pelato torni a Roma e che i giochi siano ormai fatti.

    • Zeno’ ti stai Zazzenorizzando…giusto il ballerino può fare queste congetture figlie del THC, buone solo per fare finta di lavorare.

  4. Spero tanto che la previsione di Andrea Fiorini risulti azzeccata e che i Friedkin prolunghino per altri 3 anni il contratto di Mourinho.Io sono sicuro che il feeling che si è creato con i tifosi della Roma sia un fattore determinante a farlo decidere per il sì.In nessun’altra città, dove magari ha vinto e guadagnato di più ,ha però avuto il consenso e l’appoggio della tifoseria, come la sta avendo qui a Roma.
    Tanti fanfaroni su questo Sito gli hanno rinfacciato nei momenti difficili i 7 milioni di stipendio che percepisce;ebbene Mourinho ne vale il doppio .Con una squadra di operai e di vecchie glorie ammaccate,lui è la vera star della Roma.,lui ha portato la Roma a 2 finali europee una appresso all’altra.
    Ne tenessero ben conto i Friedkin.
    Senza Mourinho ,la Roma torna al medioevo calcistico.

    • Premesso che 2 finali su 4 (5) nella storia della Roma significano che Mourinho non è un grande ma un grandissimo (anche se non mi piace il suo gioco), la Roma non è una squadra di operai e vecchie glorie ammaccate, perché Matic, Wijnaldum, Smalling, Pellegrini, Cristante Mancini, Spinazzola e Dybala, quando gioca, sono tutti giocatori che hanno frequentato per anni Nazionali e Champions League; se andiamo a confrontare il valore della nostra rosa con quella del Bayer non c’è paragone; non credo che gli accordi con i Friedkin erano di allestire una rosa per competere in Champions almeno i primi due anni.
      Ora aspetteranno l’eventuale qualificazione in Champions e poi decideranno di conseguenza.

    • ancora parli di fanfaroni, volevi arrivà secondo a quindici punti dal napoli piuttosto di vince la Coppa

    • Concordo al1000 per 1000 con Zenone e con Fiorini. Presidente Friedkin… TIENI MOU E ACCONTENTALO!!!

    • Franco65 sei veramente senza vergogna… non ho parole per te! Hai sputato veleno per tutto l’anno su mou, i giocatori, la proprietà …
      Ora scrivi che mou è un grandissimo.
      Se sei del 65 c’hai pure un’età… ma un po’ di coerenza no? Era meglio se ti nascondevi come i tuoi compagni di merende …. Tutti spariti dal sito… grazie a dio!

  5. Il presidentissimo produttore di Oscar non ha mica il banco cefali al mercato di Focene come quell’altro,Dan Friedkin se lo tiene eccome lo Special One

    • Compà,vacci piano con le tue certezze,perchè spesso diventano frecature .
      Non è che sei un’aquila nelle previsioni. Tu azzecchi solo quello che è già successo.
      Ciao Abboccò 😱

    • Zerbi🙀 come cito il Grande venditore di cefali e zucchine t’inviperisci mah

  6. Bisogna che si faccia di tutto per farlo rimanere, perché Mourinho punta al TripletONE, cioè l’anno scorso Conference, quest’anno Europa League, l’anno prossimo Champions League. Forza Roma sempre.

    • cerchiamo di non esagerare e di renderci conto che la squadra ha bisogno di una minuziosa e sostanziale opera di rafforzamento-completamento: se non fosse aria per questo allora sì che mou lo rivedi in cartolina….

    • intanto cerchiamo di vincere la finale… ce la sentiamo tutti calda, ma sarà battaglia vera

      cmq l’ho sognato anche io, e da Tirana, un percorso che resterebbe negli annali non della Roma, ma del calcio.
      vi ricordate quando dopo la finale disse a Tammy (che l’anno prima, anche se da riserva, aveva vinto la Champions) che gli mancava ancora l’Europa League? Tammy gli rispose “next year, mister!”

      ora siamo a un passo… anche se sembrava molto difficile, per non dire impossibile

      che ne sarà del prossimo anno? parlare di Champions sembra impossibile…. ma sognare è bello!!

  7. Tienitelo stretto.
    Se fosse solo una questione di scelta della proprietà potrei concordare col titolo.
    Ma qui non si tiene in considerazione la volontà del tecnico.
    Spalletti a Napoli ha fatto chiaramente capire a DeLa che lui non è un semplice impiegato al quale di può rinnovare un contratto inviando una PEC.
    A maggior ragione è impensabile che la permanenza di un tecnico del calibro di Mou sia legata solo alla sussistenza di un vincolo contrattuale.
    Se il tecnico rimarrà è perché in questi mesi si è già prodotta una comunione d’intenti tra lui e i Friedkin.
    Mi risulta difficile pensare che al 20 di maggio si debba ancora iniziare a discutere del futuro.
    Se così fosse ipotizzo l’esperienza di Mou a Roma già conclusa. Lui stesso disse: “giugno è tardi”.

    • certamente, una cosa è sicura: i giochi sono già fatti . anzi paradossalmente un trionfo a Budapest senza una sostanziale opera di cessioni e vendite sulla squadra non farebbe altro che aumentare le possibilità di addio.

  8. Purtroppo non si può escludere nulla, neanche il fatto che lo stesso Mourinho, conscio dei limiti imposti dal FFP decida di andarsene poiché cosciente che oltre un certo limite non si può andare. Parliamoci chiaro, a questo punto dopo due finali europee conquistate una vinta e l altra speriamo pure non resta che l assalto al campionato, e non credo sia possibile farlo nell’immediato. Mi piacerebbe prevalesse l amore per noi tifosi ma dubito che a quei livelli si scelga solo con il cuore.Vedremo. Forza Roma.

    • perché non è possibile l’assalto al campionato prossimo? hai preso Auoar, forse ‘Ndika, avrai ancora Matic, Dybala e Wijnaldum se non Frattesi, Bove ch’è cresciuto tanto, Mancini che, intelligentemente, ha capito che deve limitare le proteste ed i falli plateali, Cristante sempre più “romanista” ed indispensabile, Pellegrini sempre più capitano…..prendi un portiere (Vicario, Carnesecchi, Falcone, Cragno), ed un centravanti “cattivo” e vedi che con Mourinho il campionato lo puoi vincere: l’importante è avere tutti a disposizione, tutti.

    • seriamente parlando, perché sei già convinto che andare oltre non sia possibile?
      la squadra, al netto della sfiga, è o no migliore dello scorso anno? per me si, e non di poco.
      che ne sappiamo di quanto ancora si riesca a migliorarla già la prossima stagione, con un richiamo come Mou in panca?

      in fondo, questo Milan è arrivato in semifinale di Champions, ma non mi pare tanto migliore della Roma di quest’anno, tanto più se non avessimo perso Gini per tutto l’anno e Dybala per tanto tempo

      per cui, anche senza voli pindarici, con un mister che definire pragmatico è poco, anche senza fare voli pindarici io non mi sento sconfitto in partenza con nessuno

    • ciao Ginko 3, per lo stesso motivo per cui non arriverai IV quest’anno.A maggior ragione se rimane Mourinho. Vuoi vincere lo scudetto ? Devi avere la squadra di gran lunga più forte ( ricordi il 2001?) per riuscire a vincerlo ,forse, all’ ultima giornata. Serra Orsato Rocchi Aureliano Chiffi t aspettano al varco. Forza Roma.

    • Super d’accordo con ginko! Tolto il napoli che ha vinto al Superenalotto (se je se rompeva anche solo uno di quei due per un mese lo scudetto lo vinceva corca) le altre stanno tutte lì vicino a noi… quindi perché non dovremmo puntare allo scudo?? Magari l’anno prossimo invece che 100 pali/traverse ne pijamo 50 e vedi come le lasciamo tutte dietro

  9. Premesso che sono un estimatore di Mou anche se a livello di qualità di gioco mi fa vomitare, mi piacerebbe dire sommessamente anche basta questa caccia casa per casa a trovare gli infedeli che hanno criticato Mou, anche giustamente in alcuni frangenti delle 2 stagioni.

    Chissà se arriveremo mai a poter esprimere opinioni differenti sulla Roma, anche scomode, senza dover ogni volta partire e armarsi come se andassimo in Guerra Santa.

    Fatto il pippone di cui sopra, spero che i Friedkin mettano sul piatto proposte tali affinché Jose possa restare un altro paio d’anni.

    • Ciao Blouson, concordo.
      Ho scritto anch’io qualcosa di simile ieri.
      Anche basta questa contrapposizione, le liste di infedeli, i carri etc etc.

    • però a Blouson…
      c’era chi ce lo faceva a spicchi quando con l’exproprietario ci lamentavamo, te lo ricordi quando c’era chi diceva che quando la ASRoma avrebbe vinto con le giovani plusvalenze e allenatori dal gioco moderno non dovevamo sali sul carro 🙂 , oggi non ce la fate a spicchi (non è ovviamente il tuo caso) se noi puntiamo il dito verso chi diceva che Mou era un bollito solo per gli scemotti romanisti che abboccano che vojono 3 calciatori pronti e forti invece di 2 promesse…
      dopo Napoli Roma un amico riproponeva la Conferenze come specchietto per l’allodole e che non gl’interessa di Zaniolo perchè a giugno se ne andava… quante glien’ho scritte giovedi a sera 🙂 ma sempre amici e romanisti rimaniamo… il dito si punta verso quei personaggi che oggi hanno cambiato nick e il prox anno forse saranno costretti a cambiarlo ancora 🙂 ….
      saluti da uno che dopo trent’anni tornerà fisso a Tifare la Nostra ASRoma!!!

    • Sommessamente ih ih faccio presente a chi non crede ai miracoli che in quest’ultimo anno sono spariti tutti gli infami e tutti i cesaroni.
      Forza Roma

    • Ti fa vomitare ma speri che rimanga… valuta tu stesso il livello del tuo commento.
      Tifare roma per me è molto di più di una guerra santa e leggere i tuoi post da denigratore seriale… questo sì che mi fa vomitare! Se po’ di’ fiorini?

    • cioè… con un’investimento di soli 7 ml quest’anno hai fatto lo Stadio sempre solout e un’altra Finale d’Europa!!!

  10. L’esperienza negativa al Tottenham gli ha offerto motivi di riflessione sul versante professionale . Da noi è arrivato un Jose Mourinho nuovo più umile molto diverso da quello che pareva vivere nella torre di avorio delle proprie certezze e nella spocchiosa autocelebrazione.. C’è una paziente serenità oggi nel suo lavoro specie con i giovani calciatori che ne denota la maturità completa . Credo da tifoso che il matrimonio sia stato perfetto tra il mister e l’As Roma e spero possa proseguire…

  11. Esimio Andrea Fiorini,
    l’incipit di questo editoriale mi sa tanto di sanatoria, meglio, di condono, a beneficio di tutti quegli utentini che per mesi e mesi hanno sparato a zero nei confronti di José Mourinho, deridendolo e insultandolo come se fosse l’ultimo degli scemi.
    Mi riferisco ai vari Fasullik, Francomeno65, LucaReuma (missing), romano, Sop (sob) e a tutti i loro simili.
    Questa gente è già pronta a cambiare nickname e versione dei fatti. Non gli diamo sponda, facendoli sembrare uguali ai Romanisti. Grazie.

    • @Fasullik si è fatto chiamare per un pò “Dove sta Josè”,pensando di fare l’ironico e invece ha fatto il ridicolo.
      Adesso ha virato su Zio Dan,ennesima operazione di plastica virtuale per camuffare le sue epocali stronkate.

    • Pessimo discorso.

      Capisco che veniamo da un paio d’anni in cui c’erano cittadini di serie A e cittadini di serie B e che l’aria che tira in Italia e in Europa sia più o meno quella, ma applicare questa forma mentis che prevede il reato d’opinione e la lesa maestà pure al tifo credo sia un’idea malsana.

      Pure perché molti di quelli che oggi fanno i duri&puri negli anni passati sminuivano le semifinali di Champions e i secondi posti dietro la banda bassotti (e in questi giorni dovrebbe esser chiaro come vincevano), dunque fino a quanti anni addietro si può andare per conferire la patente di romanismo?

    • Buongiorno Kawa.
      Se posso avventurarmi in un’analisi sociologica direi che dopo l’addio di Totti noi romanisti ci siamo sentiti tutti un po’ orfani e persi e avevamo bisogno di coagularci e stringerci attorno ad un’altra guida, ad un’altra bandiera ad un altro condottiero.
      Questo spiega la grande unione spirituale che si è creata tra Mourinho e la tifoseria della Roma.
      Certo poi ci sono anche gli eccessi se poi questo sentimento diventa fanatismo e intolleranza verso chi la pensa diversamente e si permette di muovere critiche: d’altronde è successo anche con Totti.
      Perdonami ma non sono d’accordo con le tue conclusioni.
      Se uno scrive una boiata (tipo Mou è l’ultimo degli scemi) si qualifica per quello che è ovvero uno spara-caxxate non per essere un laziale o uno peggio dei laziali: cosa c’entra tutto questo con l’essere o meno romanisti?
      Piuttosto evidenzio che quando l’amore o l’odio verso un singolo diventano più importanti della stessa Roma ecco io lì invece vedo una grande contraddizione.

    • Kawa, sempre sommessamente ahaha ma perché è tifo solo quello che si fa prima? E quello che si fa dopo la vittoria no? Queste distinzioni di lana caprina, ahò pure te quanto sei puntiglioso.😂😂😂
      Ciao
      Forza Roma

    • @Anacronistico,
      mi spiace, ma la tua replica, stavolta, appare totalmente inappropriata.
      La difesa del diritto d’opinione o di critica, che dir si voglia, è un fuor d’opera, almeno con il sottoscritto.
      Tantomeno appartengo alla schiera di chi ha sminuito, in passato, i successi sportivi della nostra squadra. Forse mi confondi con qualcun altro…

      @Vegemite,
      anche tu sei caduto in un equivoco di base: se difendo Totti o Mourinho non è per idolatria, bensì per quello che rappresentano nella Storia della Roma, ovvero, i nostri Campioni. Farei (ho fatto) lo stesso anche per altri (Liedholm, Viola, Franco Sensi, Agostino, Francesco Rocca, la Curva Sud, ecc.ecc.). Alcuni sono inattaccabili e si difendono da soli, altri, evidentemente no, ed è lì che è dovere dei Romanisti intervenire. Mi è toccato farlo – contro la maggioranza di voi – anche per Lollo Pellegrini, il nostro Capitano. Le prestazioni o il “bel gioco”, evidentemente, non c’entrano nulla e non sono esenti da critiche, ci mancherebbe.

      Rese le dovute precisazioni, se c’è un concetto che mi disturba, intellettualmente parlando, è l’egualitarismo a tutti i costi.
      Questo contesto non fa eccezione; quindi, prenderò sempre le distanze da chi sento diverso da me nel modo di “tifare”.
      Vi posso garantire che quando i laziali leggono alcuni commenti di quelli che ho nominato sopra, godono come suini; è per questo che ho dovuto creare la categoria dei PEGGIO DEI LAZIALI.

    • Lo so Kawa che sei un po’ integralista 😄
      e comunque quando parlavo di idolatria non mi riferivo a te.
      Io invece che sono un sostenitore del pluralismo delle idee e delle posizioni, penso che tutti gli utenti da te citati siano dei veri tifosi della Roma, anche se tifano diversamente da te o chissà forse nemmeno così diversamente da te, poiché magari nel tuo giudizio su di loro pesano delle antipatie consolidate.
      Sono dell’opinione infatti che le nostre dinamiche relazionali “social “ non necessariamente corrispondano a quelle della vita reale e che tante accese contrapposizioni tra utenti su questo spazio siano solo virtuali e fondate sul nulla.
      Un caro saluto👋

    • Grande kawa!
      @zenone: almeno gli altri cambiano nick… tu dici tutto e il contrario di tutto sempre con lo stesso nick … e poi dici che TU lo avevi già detto… fai tenerezza!
      Almeno gli altri, cambiando nome, dimostrano di essersi resi conto delle minkiate che hanno detto… tu tiri dritto, per il nostro divertimento immenso!!!😂

    • @Vegemite, il pluralismo è sicuramente un ottimo indice di discussione sana, ma non è che tutte le opinioni sono valide e bisogna preservarle per forza. Io stesso non mi sono astenuto dal ritenere responsabile Mou di alcuni momenti critici della stagione; quando mi sembrava evidente un suo errore di valutazione, ma qui ci sono dei partiti presi, come dice Kawa, che hanno largamente stufato. Ci sono allenatori che fanno un gioco più bello di quello proposto da Mou? Sì, ma a che serve riproporlo di continuo, anche quando era ormai chiaro che la squadra marciava verso l’Europa, e con un allenatore ch’è avvezzo a giocarne le finali? Non è pluralismo, è piagnonismo misto a preconcetti; e gli unici due preconcetti che mi sento d’incoraggiare sono “C’È SOLO LA ROMA” e “LAZIO MEXDA”.

  12. La fiorentina era una vita che non faceva le coppe e nella conference è arrivata pure lei SUBITO IN FINALE a testimonianza che il valore delle squadre che la disputano è quello che è…(escluso le italiane ovviamente, nettamente più forti…) VINCERE l Europa league è senz altro un altra cosa, e a questo punto, per non sminuire la vittoria dello scorso anno, speriamo di farcela, SOPRATTUTTO se la viola dovesse “inflazionarla”…

    • è uno dei primi pensieri he ho avuto l’altra sera quando ho girato sui supplementari delle altre due squadre, la gioia per il gol di La🍎 è stato smorzato dalla vittoria della viola.

    • L’ho detto per mesi e mesi che era, seppur bella e gratificante, la Coppa dei settimi, prendendomi valanghe di spolliciate ed ho anche detto che quando la Fiorentina o il Basilea o il West Ham l’avessero vinta, in molti avrebbero ridimensionato le loro (giuste) esaltazioni per il Trofeo vinto.
      Noto con piacere che iniziano a farsi strada, quasi con vergogna, questi convincimenti.
      Altra cosa, ben più prestigiosa, sarebbe vincere la Europa League che infatti è la porta per la Champions, tra l’altro contro una squadra che ne ha vinti ben sei di trofei!

    • No, la Fiorentina è in finale perchè ha onorato la coppa senza snobbarla.
      Cosa che succedeva spesso con altre squadre.
      Ma siccome la Fiore è fuori dai giochi da settembre per il campionato hannopuntato tutto sulla Conference e Tim Cup come giusto che sia.
      Se ogni anno 1 italiana non snobbasse il torneo europeo pensando solo alla Gembio avremmo piu finali di questo tipo.

  13. In parole povere, se vincesse la fiorentina e nei prossimi anni tutte le squadre italiane che la disputeranno, si dirà “avete vinto na gobba che vincerebbe “TUTTI”…” poi, vai a vedere CHI LO DICE, e ti accorgi che LORO… NO!🤣

  14. Spazzatura! Adesso si fanno articoli (anche belli lunghi) su cose che forse, e sottolineo FORSE, possono accadere.
    Il tutto con il risultato di diffondere ansia, di rendere nervosa una platea che ha bisogno esattamente opposti e, ovviamente, senza raccontare nulla che non si sappia già

  15. prima di tutto c è da pensare a Budapest ed a battere un Siviglia che ha vinto 6 finali su 6 di questa Coppa! ma la Roma può farcela se avrà tutti i titolari e panchinari al loro posto e poi ha Mourinho che si sfama da sempre a pane e finali europee! detto ciò.. se dovesse poi lasciare sono sicuro che verrà sostituito degnamente! vedete forse molti qui non hanno capito una cosa.. Mourinho ce sta perché qualcuno lo ha ingaggiato e lo paga 7.5 milioni l anno. tradotto quasi 15 milioni lordi! e questo qualcuno è una famiglia a capo di un gruppo da 11 miliardi di fatturato e un patrimonio di 5 miliardi e mezzo. dovevamo essere molto più preoccupati se fossero stati i Friedkin ad andarsene lasciando magari ad un faccendiere o sor commenda qualunque! al primo posto x vincere e cercare di farlo nel tempo occorre prima di tutto una proprietà forte e ricca. il resto viene a cascata!cmq anche io mi auguro Mourinho resti più a lungo possibile.

  16. Premesso che , come ho sempre scritto, per me Mourinho è perfetto per la Roma e che vorrei rimanesse altri due o tre anni, non credo che le decisioni non siano state già prese; al limite non sono ancora state comunicate .
    Mourinho non farà una champions con una squadra così limitata ( per la champions )…il FPF ci blocca e quindi
    Io temo se ne andrà , ma se fosse, sempre nel cuore , ci ha fatti sentire un top team e ci ha fatto vincere , il che non è molto frequente nella nostra storia .

    Se rimarrà , sarà una forte conferma che cresceremo ancora …

    Mourinho non scommette, calcola…se resta , resta perché valuta di vincere , se va, non ci crede più.

    Speriamo la prima ipotesi!!!

  17. Ho una domanda per i tifosi della Roma più anziani. Perché i tifosi della Roma odiano Fabio Capello? Alla fine ha vinto lo scudetto.

    • “Mai alla juve” e poi scappo di notte da Trigoria per andare la…
      Io non lo odio, ci ha aiutati a vincere, quindi non lo posso odiare, anzi .. però non fu bello come se ne andò..al di là del dove

    • Perché ne ha vinto uno sì, ma n’ha persi due. In Europa ha fatto figure ridicole e se ne andò via come n’sorcio de notte, destinazione Torino, dopo che dichiarò “Mai alla juve”.
      Detto ciò, io nun lo odio e mai lo farò, perché nonostante tutto me regalò na gioia immensa…

    • Probabilmente perché dopo aver detto “io mai alla Juve” , appena l’hanno chiamato è scappato di corsa, di notte e c’ha fregato pure la Mazda.

    • Se ne e’ andato con la mazda alla juve scappando di notte e’ dice che a roma non si vince mai perche l’ambiente e’ il problema ma chi lo odia, io no .
      Il mio allenatore e’ il barone comunque ,altri tempi altri orgasmi!

    • perché è scappato di notte.perche avrebbe dovuto vincere di più.perche ha allenato la Juventus dopo aver detto che non l avrebbe mai fatto.perche odia Roma e i romani.basta?

  18. Mi chiedo perché se il contratto dura 3 anni, Mou non possa finire il lavoro per cui ha firmato e fare un ulteriore stagione, concludendo poi il lavoro, soprattutto raggiungendo la Champions il prossimo anno sarebbe il primo nell’europa più prestigiosa.

  19. In tutta onestà, non ho mai amato il gioco di Mourinho e il suo modo di scaricare le responsabilità quando le cose vanno male (sui giocatori, sulla proprietà, su Pinto). Però gli riconosco una capacità unica nel creare una mentalità vincente, nel tirare fuori il carattere nei giocatori, nel creare una coesione dell’ambiente come forse non c’è stata mai prima, nel saper trasformare la tensione negativa in quella positiva. La Roma è sempre stata una squadra “femmina”, con Mou sembra di avere un gruppo abituato alla vittoria.

  20. Il discorso sul tenere Mou oppure no è qualcosa che nessuno può controllare..

    Partendo dal presupposto che il mister ha un altro anno di contratto.. Ma.. Conoscendo il mister da anni il discorso è relativo..

    Mourinho è uno di quegli allenatori che cerca solo una cosa.. Vincere.. Non vuole un paio di belle figure.. Vuole trofei..

    Ora.. Se la Roma dovesse vincere l’Europa League…. Se mi metto nei suoi panni.. Conoscendo il suo passato.. Al posto suoi direi.. Cosa posso fare più di questo?

    Per vincere il campionato devi essere più forte di tutti.. Anche degli arbitri.. Quindi servirebbe un mercato incredibile.. E dubito che sia possibile.. La Champions non ne parliamo..

    Quindi.. Uno come Mou resta per cosa?
    Al posto suo me ne andrei da vincitore.. Dopo due trofei Europei..

    Tuttavia.. La stampa ci ha stancato per un anno su Mou.. Su dove va.. Portogallo, Brasile, Real, PSG..

    Ma mai una parola su Spalletti.. Li silenzio assoluto.. Ed ora Spalletti va via prima di Mou..

    Per non parlare del caso Juve.. Poche parole solo per parlare dei 15 punti si 15 punti no..

    Ma una società sana dovrebbe parlare di uno scandalo simile.. Invece si cerca di fare meno casino possibile..

    Ma su Mou.. Che magari ha ricevuto un offerta dal Portogallo e poi rifiutata.. Si alza un gran polverone..

    Questo modo di fare giornalismo.. Di manipolare le notizie.. Di dare importanza eccessiva a notizie senza importanza.. E non dare peso a scandali veri..

    Mi fa capire.. Anzi mi da la conferma che ci sono figli e figliastri.. E la Roma è veramente trattata male da questo sistema..

    Con Mou ancora di più.. Perché Mou ha il coraggio di parlare.. Al contrario di tante mezze figure italiane abituate a questo sistema..

    Fosse per me lo farei rimanere altri 10 anni..

    Forza Roma..

  21. Boh io penso che a stagione in corso, con un a coppa da giocarci e il tentativo di recupero di uomini chiave, sia poco utile fare speculazioni sul futuro di José… tra pochi giorni tanto si saprà tutto e nel frattempo dovremmo tutti concentrarci sulla cosa più importante ovvero la partita di Budapest.
    È innegabile che Mou abbia fatto raggiungere traguardi che non ci aspettavamo e se si dovesse ancora procedere insieme sarebbe anche giusto (lo dico da persona che non apprezza molto Mourinho) ma allo stesso tempo, in caso contrario, la Roma continuerà ad esistere. Insomma senza che ci scanniamo adesso tra fazioni sciocche di pro e contro… aspettiamo un paio di settimane e godiamoci questo momento.

    • Figurati io la pazienza c’è l’ho, mi sono imposto di aspettare la fine della stagione prima di parlare. Invece alcuni grandi esperti come di canio, cassano o tifosi incontentabilmente esigenti (più del più premiato allenatore della storia) avevano detto che Mou vince solo coi campioni, è vecchio, non ha un gioco….ecc Tutto ciò a pochi mesi dal trionfo di una coppa totalmente inaspettata. Forse ho tutta questa pazienza perché non sono un grande esperto di calcio, ma conosco il rispetto e la gratitudine. Soprattutto vedo impegno, determinazione e un vero spirito di squadra e a me questo basta.

      FORZA ROMA

  22. se sentite retesport non è detto che se ne vada solo mourinho a breve…. gli arabi ci sono, marco juric è sempre ben informato…. al’thani? magari!
    ci ho sempre sperato, me lo auguro ardentemente!!!

  23. Se Mou fosse stato (per assurdo) l’allenatore della magica negli ultimi 40 anni, penso che la bacheca della Roma sarebbe stata molto ma molto più ricca.

  24. Ho estrema fiducia in questo BINOMIO.
    Che si è cercato e si è trovato.
    Ed ora che si è scoperto vincente, considerata l’intelligenza di entrambi, non potrà che avere un esito…..
    FORZA ROMA

  25. Facciamo i cinici, cioè, volevo dire, i pragmatici.
    Ciascuna parte avrà già certamente avanzato una propria richiesta: Mourinho per restare, Spalletti per arrivare (ammesso che non abbia idee differenti, tipo il Bbilan o la Rubentus, o chissà chi altro), i Friedkins per gestire il prossimo anno.
    Sotto quest’ultimo profilo, se fossero vere le indiscrezioni sui primi acquisti a parametro zero già realizzati (Ndicka, Aouar), ciò potrebbe confermare che li voleva Mou, il quale dunque resterebbe… oppure che vanno bene al Tosco Pelato.
    O magari tutto si risolverà un attimo dopo la finale di EL, nel senso che c’è un accordo Mou-Friedkins nei termini che se vince gli si rinnova il contratto a una certa cifra; altrimenti è libero di accasarsi altrove.
    Non so quanto i giuornali sappiano al riguardo; secondo me poco e nulla, e si aggrappano a dettagli tipo che i lenzuolati del PSG sono stati avvistati in tale posto dov’è passato anche Mou. Non c’è da sorprendersi, comunque, se Mou giustamente vuol sentire tutte le opzioni. Mica ci sorprendiamo se ha mercato un tecnico che 2 anni su 2 centra la finale di Coppa internazionale, con una squadra che non è mai quella dei suoi sogni.
    O può anche essere che si renda conto che la dimensione giusta sia quella della Roma, però appunto con gli opportuni aggiustamenti. Voglio dire, un fallimento al Tottenham può far emergere voglia di rivalsa su certi palcoscenici, oppure può convincere che certi ambienti mettono troppa “ansia da prestazione”, ed allora vuoi mettere vincere dove si è vinto assai poco? Però non sono tanto persuaso che sia così.

    Ultimamente ho diradato molto le mie apparizioni. Ma il 7 di Coppe (come lo chiamava Zenone), c’è ancora? 🙂

  26. Come evidenziato da qualcuno una cosa è certa: tutto dipende da JM perche ritengo che i texani avendolo voluto alla guida tecnica della nostra amata Roma, di sicuro avevano ed hanno in mente un progetto ben preciso, soprattutto ora che c’è l’ok per la realizzazione dello stadio. Sempre Forza Roma

  27. Non sono mai stato un estimatore del gioco di Mourinho, ma ne ho sempre riconosciuto la spietata concretezza.
    Ora, seguendolo ogni giorno, ho imparato ad apprezzarne l’acume tattico, la lettura delle partite, l’enorme capacità di gestire i giocatori.

    E soprattutto il carisma che gli permette di tenere quasi soggiogato un ambiente micidiale con le sue contraddizioni, come quello di Roma. Perso fra antichi (e perlopiù immaginari) fasti e presenti quasi sempre non all’altezza delle aspettative

    Lui in un gruppo sceglie quelli che saranno disposti a seguirlo anima e cuore. E a quelli rende la vita piacevole. Li coccola, li protegge, li cura, li fa crescere.
    E’ un perfetto “capo redistributivo” per chi sa un minimo di antropologia.

    Lui “crea” i nemici, laddove non ci sono, ma a Roma e in Italia, non ne ha avuto bisogno. La Roma ha nemici ovunque, anche fra i sedicenti romanisti. E lui si è alzato come uno scudo, e una testa d’ariete, contro questi. Schiacciandoli e riducendoli al silenzio. Per ora, ma abbastanza da cambiare il dna del rapporto fra squadra e fuori.

    Ovviamente ha amor proprio, ma gli credo quando dice che oggi più che a fare grande se stesso, pensa alla grandezza della propria opera. E nel caso di un allenatore di calcio, la grandezza dell’opera è vincere e vincendo far felice le persone.
    Come un artista che fa una cosa bella perché gli altri la godano.

    Oggi dicono, Mourinho se vince la finale se ne va da vincente, come ha sempre fatto. Se perde se ne va dicendo che comunque quello è stato il massimo e di più non si poteva.

    Quando dicono che Mourinho se ne è sempre andato da vincente, è vero, ma Mourinho non è lo stesso di dieci anni fa.
    Il Mourinho di oggi sarebbe capace di restare se pensasse di avere la possibilità di fare ancora più bella la propria opera, puntando allo scudetto.

    Ma per questo devi dargli altri mezzi. Metterlo nelle condizioni di fare un ulteriore salto di qualità.

    Mourinho sa che il suo assoluto capolavoro, anche se vincesse l’EL, sarebbe comunque portare la Roma allo scudetto.
    E allora veramente il popolo di Roma lo renderebbe immortale.
    Gli faremmo la statua in campidoglio, al posto del Marcoaurelio.

  28. Ottimo articolo…
    Mou con la Roma, insegue il triplete “verticale..”
    Per passare alla storia..!!
    🏆🏆🏆
    💪🧡❤️

  29. Se a Budapest va come ci si augura, magari arrivano alcuni giocatori all’altezza. Se vanno bene a Mou, magari può essere tentata a provare a battere un suo record e quindi resta e ci prova
    Se invece in Ungheria va male se ne va.
    P.S. sono l’intelligenza artificiale del CdS: mi sono stancata di revisionare le cag@te scritte da altri, quindi rivendico anche ilo il diritto de caxxeggià

  30. chiedo a chi gestisce il sito il perchè il 90% dei miei post non sono pubblicati, è una vergogna.
    sto qui a scrivere per niente e questo solo perchè dico cose che non piacciono sulla proprietà?
    e allora evviva gli americani, sono i migliori contenti?
    imparate da https://www.siamolaroma.it/ che pubblica tutto senza problema, vergognatevi.

    • perfetto questo lo mettete come post per far si che vi lavate la coscienza?
      il mercatino estivo fatto dai pezzenti americani lo pubblicate?

    • Regolamento:
      art. 1) Non sono permessi messaggi violenti o offensivi all’indirizzo di qualsiasi soggetto.
      art. 6) Non sono permessi link che rimandano ad altri siti web, o commenti “pubblicitari” di ogni altro genere.
      art. 7) Non sono assolutamente consentiti insulti e commenti diffamatori

    • Alberto.. I pezzenti Americani hanno messo 800 mln nella Roma e per la Roma.. Tu cosa hai messo?

      I pezzenti americani hanno un industria che fattura 11miliardi l’anno.. Tu quanto fatturi?

      Prima di chiamare pezzente qualcuno che potrebbe fare la carità a a me a te e a mezza Roma.. Pensaci non una ma 11 miliardi di volte..

      Per finire.. Seriamente.. Ma avete 5 anni che ancora non avete capito che il presidente non può mettere soldi di tasca sua???.. Un bambino di 8 anni questo già lo sa..

      Te lo ha detto anche Mourinho non una volta ma 10.. E Mou è uno che le cose le dice chiaramente.. La Roma non può spendere se non vende..

      Ma tu ancora vivi nell’illusione che i soldi escono dai presidenti.. Se fosse così Commisso avrebbe speso senza problemi 500 mln per rendere la Fiorentina la squadra più forte d’Italia..

      E guarda un po’.. Non lo ha fatto.. Come non lo fa nessuno specialmente in Italia.. E chi lo fa rischia la B..

      Forza Roma..

  31. Io credo che vincere o no la finale non farà la differenza e Mourinho resterà, ma non solo per onorare il contratto che prevede un altro anno.
    Ma anche perché non ha mai avuto a che fare con un ambiente complicato e umorale come quello romano, per lui questa è una sfida e lui ama le sfide
    Perché se vince la EL, ha trasformato una stagione brutta e anonima in ottima e il suo prossimo obiettivo sarà la Champions, io ne sono più che sicuro.
    Se invece non dovesse farcela, la stagione sarà un flop e a lui i fallimenti non piacciono, perciò l’anno prossimo punterebbe dritto allo scudetto, perché non è scemo e sa quanto Roma e la Roma vogliono un altro Circo Massimo

  32. Noto una gara sulla pertica per rifarsi una credibilità persa con sgradevoli ed incompetenti valutazioni sulla bravura di JM.
    Non credere che la Roma potesse arrivarci a questa finale, non è esattamente come essere tifosi eh eh. Dire questo non è un attentato alla libertà di opinione ma semplicemente una fotografia di chi ha voluto sventolare la bandiera giallorossa e chi no.
    Forza Roma

  33. Troppo estremista l’articolo, murinho ha cambiato la mentalità e questo non si discute. Ma si può vincere anche giocando bene se hai i campionissimo come guardiola e klopp e ricordiamo gli anni con Zeman e Garcia che con il var ed un poco meno di corruzione avremmo vinto scudetti a valanga

  34. I Friedkin non sono straccioni morti di fame come Pallotta, sono sicuro che Mou rimarrà ancora a Roma per altri anni diventando il nostro Ferguson

  35. Un genero umano così patetico come i nostri poco amati laziesi non l’ho mai incontrato, condannati a vita a pochi e inutili gesti che esalano rabbia e rancore ingiustificato che mai sarà ribaltato da nessun risultato positivo I poveri e poco amati laziesi riusciranno mai a conferire.
    Parole D’amore.
    ASR sempre.

  36. scorrevo i post poi sono sobbalzato leggendo il nickname: ROBBO1!!! Finalmente sei tornato!!! Per me, scusa se Ti dò del TU, sei autore dei migliori post che abbia letto nel sito, sia come forma, lessico (uno stile asciutto eccezzionale!) e contenuto, in cui si riconosce un vero e autentico Tifoso della Nostra Amata Roma. Entrando nel merito del Tuo post sono completamente d’accordo! La conferma delle Tue deduzioni l’ho colta vedengo su internet l’intera conferenza stampa post partita di Mou dopo le dichiarazioni fatte a DAZN e SKY: alla domanda di Daniele Lo Monaco (un giornalista vicino alla Roma che stimo, a differenza di tanti viscidoni stile Austini…) che lo chiama Special One, Mou commenta visibilmente infastidito “…macchè Special One!!!” proprio a volersi distaccare da tutta la retorica che lo accompagna e volersi distaccare dal suo EGO passato e volersi riconoscere in un uomo diverso, più umile, autentico ed empatico con il prossimo, più consapevole dell’importanza di essere amato ed essere capace di amare, di lavorare in un contesto in cui i sentimenti autentici di amicizia e stima sono più importanti dei soldi e della fama. Insomma, mentre in passato dava l’impressione di essere un uomo vincente ma fondamentalmente SOLO, oggi è un uomo dentro una rete di relazioni importanti, dentro e fuori dal campo, che lo fanno sentire FELICE! E, alla soglia dei 60 anni ditemi voi perchè dovrebbe rinunciarci per tornare al freddo ed al gelo che si respira in un Top Club, immerso in una rete di relazioni superficiali, false ed ipocrite, dove è impossibile creare relazioni sincere. Quando vedo quei fintacchioni arricchiti dei giocatori del PSG che si abbracciano dopo un gol facendo finta che si vogliono bene provo una sincera nausea…e in quest’ambiente falso e ipocrita dovrebbe andare Mou?
    Sono sicuro che queste riflessioni le sta facendo…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome