Torino-Roma: trasferta vietata ai tifosi giallorossi residenti nel Lazio (COMUNICATO)

34
1544

AS ROMA NEWS – Ora è ufficiale: i tifosi della Roma residenti nel Lazio non potranno assistere dal vivo alla sfida contro il Torino, valida per la quinta giornata di Serie A e in programma domenica 24 settembre alle ore 20:45 allo Stadio Olimpico Grande Torino.

La decisione è stata presa dall’Autorità di Pubblica Sicurezza per evitare nuovi possibili scontri con i sostenitori del Napoli (alle ore 18 i partenopei affronteranno il Bologna al Dall’Ara, ma il settore ospiti dovrebbe restare chiuso) durante il viaggio per la trasferta.

Ecco la nota ufficiale del Torino: “In seguito alle decisioni delle Autorità di Pubblica Sicurezza, la vendita di biglietti è vietata a tutti i residenti nella Regione Lazio. I punti vendita vivaticket della Regione Lazio non saranno pertanto attivi“.

Articolo precedenteMourinho domani in conferenza stampa ore 14:30
Articolo successivoSmalling si ferma, Ndicka si scalda

34 Commenti

  1. A noi vietano le trasferte facendoci passare per violenti insanabili, le altre tifoserie son verginelli immacolati. Non dimentichiamoci che furono i napoletani ad aggredire per primi.

    • Chiediamo le dimissioni di questi personaggi per incapacità manifesta

      Prima di fare il calendario la lega deve chiedere o ricevere dalle autorità di pubblica sicurezza l’elenco delle tifoserie che si vuole tenere lontane solo dopo poi si fa il calendario evitando gli incroci non permessi

      Non è difficile

    • pensa se tutti quelli che volevano andare in trasferta ,decidessero di andarsi a prendere un caffè a Firenze…pe ripicca…

      come la mettiamo poi…

      creano i presupposti x farti odiare il tuo avversario, in ogni modo e maniera…

  2. film già visto …i napoletani si è noi no …ve lo avevo anticipato…poliziotti ..questurini ..prefetti ..80% sono campani e tifano Napoli ….più la camorra che comanda a bachetts i politici…e voilà

    • Nick, mi dispiace quello che dici perché non è così. Vero è che una decisione del genere è scandalosa (potevano anticipare o differire uno dei due incontri), perché penalizza una tifoseria sola, fermo restando che chi si dà appuntamento in autostrada per pigliarsi a botte o peggio non lo considero tifoso. Forza ROMA sempre e con il cuore e la mente saremo vicini alla nostra squadra anche in quel di Torino.

    • #fabrizio66 più o meno siamo coetanei… e dovresti saperlo che è così…hai ragione sui fatti dell autostrada … ma perché fermare uno tifoseria ? … se fossi come dici te avrebbe fermato tutte e due …. in realtà ho fatto troppo trasferte per sapere che questa cosa è vera … se vai a Napoli se la prendono con te le forze dell ordine …se vai a Perugia…se vai ad Ascoli…se vai Pisa…tanto per citarne alcune … invece a Roma sempre a te (tifoso della Roma) ti prendono di petto … poi sai io abito in u quartiere che ormai tutti gli esercizi commerciali che passano di mano sono di proprietari (?) di Campani… sarà un caso …a Napoli non hanno un euro tutti a lamentarsi per il reddito … e poi comprano da Formia sino ad ostia …è un discorso che ci.porta fuori dal calcio che è solo un riflesso di questa società

  3. Non ci credo!
    Dovevano fermare i napoletani, contro cui non ho nulla in genere, anzi, ma contro “quelli dell’autostrada” tutto….!!!
    FORZA ROMA

  4. semplicemente assurdo…. mettete 1000 agenti distribuiti in autostrada e negli autogrill…. se qualcuno fa casino lo buttate nel cellulare e daspo.

    • ne basterebbero anche di meno, lo scorso campionato gli hanno chiuso l’autostrada per fare una rissa in tranquillità e poi sono andati a vedersi la partita allo stadio bastava qualche decina di celerini ad aspettarli al casello per fargli passare la voglia

  5. Che vergogna! Se questa è la decisione perché non ci si è pensato prima? Perché i tifosi del Napoli si è noi no? Dai !!!!! Ma che schifo!

    Friedkin! Fate qualcosa!

  6. davvero siamo in un paese dove la giustizia ed il potere sono gestiti in modo insano ed incivile, provo davvero schifo e vergogna per questo provvedimento, si giustifica razzismo malafede in certi casi e non ho mai sentito un solo.buu o bevero razzismo nello.staduo giallorosso, peraltro poi si fanno provvedimenti ad hoc tesi a colpire chi secondo la lega deve allinearsi, in questo caso i tifosi romanisti, non ho parole…provo disgusto !!!!!!!

  7. Sono sconcertato come tutti voi, ma prima di esprimere un giudizio definitivo aspetto che il divieto sia esteso anche ai tifosi napoletani…trovo assurdo a prescindere che si debba ricorrere a questi provvedimenti, ma purtroppo a mali estremi….da una parte lo posso pure capire…ma che valga per tutti però, altrimenti qui a pagare siamo sempre noi, quando di tutti gli altri il più pulito c’ha la rogna, come se diceva na volta…se il divieto dovesse essere esteso solo a noi…beh, veramente famo qualcosa perché sarebbe l’ennesima presa per il culo…e sinceramente non ci sto più…

  8. Però ai camorristi è permesso di andare in giro ovunque, fermarsi e riprodurre le scene di Gomorra e non di una fiction, ma della realtà fatti specie su come si fa una sosta all’autogrill con armi al seguito.
    Italia=mafia.

  9. Non bastavano già FIGC e UEFA a danneggiarci sempre e comunque, adesso anche una giustizia parziale, noi fermi ed i napoletani liberi, tutto alla luce del sole, complimenti.

    • Per Torino-Roma: “divieto di vendita biglietti nel Lazio”,
      per Bologna-Napoli: settore ospiti chiuso, quindi se voglio me ne vado in un altro settore, non si parla di divieto di vendita, mi pare …
      Ho la sensazione che siano due situazioni leggermente differenti …

  10. A questo punto mi auguro che anche i tifosi del napoli stiano a casa perchè altrimenti ci sarebbero gli estremi per una denuncia per discriminazione territoriale che equivale a dire Razzismo per un paese un popolo un colore della pelle e quant altro, dovesse accadere mi aspetto una presa di posizioni della società .

  11. mi dispiace ,ma non ci si.puo sentirsi vittime,parliamoci chiaro,laleggenda degli ultra’ ,non c e’ piu,molti sono delinquenti, e tutto fanno meno che interessarsi alle squadre che tifano

    • I napoletani sono già dappertutto, non hanno bisogno di spostarsi.
      Solo la diaspora degli ebrei è paragonabile a quella dei napoletani.

  12. sto fatto e’ molto grave
    stiamo alle solite anzi peggio
    segnale stile malavitoso è criminale nei confronti della Roma invece di arginare i t”tifosi” meglio i violenti creano ste situazioni per spaccare il mondo degli ultra’ e spingerli a mettersi gli uni contro gli altri (oggi tocca a noi Poi ad uno ad uno tocchera:’
    anche alle altre tifoserie)
    invece di portare al rispetto reciproco li si spinge con queste forme a inneggiare all’odio e alla violenza( non riescono proprio a fermare i criminali )
    peccato stanno continuando a rovinare il calcio
    permettendo infiltrazioni di malavitosi sia nelle tifoserie che nei club

    tutto questo segno di un campionato che parte gia’ falsato indirizzato (basta guardare al juve club e alla posizione di pogba ora fara’ le controanalisi e non risultera’ positivo vedere atalanta con palomino )
    questo e’ un segnale

  13. se il Napoli gioca prima come orario ei suoi tifosi non possono andare a Bologna , non vedo il motivo di vietare la trasferta a noi romanisti .
    se poi lo fanno per par condicio ,si devono ricordare di applicarla per tutti e per tutto il campionato.
    FORZA ROMA SEMPRE!!!

    • Guarda se è così e anche peggio perché saremmo in un paese dove un governo non riesce a controllare el3000 persone ,mi chiedo cosa succederà quando se incazzeranno quelli che veramente muoiono di fame ,che fanno scendono con l esercito e i carri armati? Ma dove viviamo belle Zimbabwe

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome