Totti: “De Rossi grandissimo allenatore, spero resti a lungo alla Roma. Io dt con lui in panchina? Il club ha altre idee”

24
756

NOTIZIE AS ROMAFrancesco Totti, ospite a Melbourne per un evento insieme all’ex calciatore del Parma Mark Bresciano, ha parlato dell’avventura di Daniele De Rossi sulla panchina della Roma: “Spero che Daniele resti davvero a lungo alla Roma, primo perché se lo merita e secondo perché vorrà dire che starà facendo bene. Spero in un futuro roseo, mi auguro che la Roma torni a disputare competizioni importanti perché lo meritano la città e i tifosi”.

Sul futuro ha aggiunto: “Quando ho smesso di giocare mi sono sentito morto come se mi avessero levato la terra sotto i piedi, la quotidianità, i ritiri, la possibilità di giocare: mi sono sentito sprofondare anche perché non è stata una mia scelta. Per carità, avevo 40 anni, ma un conto è che smetti tu un altro che le cose vanno in un altro modo.

Io direttore tecnico della Roma con De Rossi allenatore? Daniele è un grande allenatore e lo stiamo vedendo, se dovessi diventare direttore non lo so, in questo momento hanno altre idee alla Roma, fanno altre scelte e non dipende da me. Altrimenti non stavo qui“.

Infine sulla figura dell’allenatore e un pensiero sul figlio Christian:Fare l’allenatore? No. Neanche alla Roma? Beh mi mettete in difficoltà, ma per ora non ci penso, poi vedremo. Sicuramente più no che sì. Il mio allenatore preferito? Mazzone mi ha cresciuto, Zeman mi ha insegnato tanto e con Spalletti (ride, ndr) abbiamo fatto tante partite. Spalletti è il numero uno. Mio figlio Cristian nella Roma? Lo spero, ma alla fine l’importante è che sia felice e si diverta a giocare a calcio”.

Fonte: Corrieredellosport.it

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteSERIE A: l’Udinese strappa un punto al Dall’Ara, il Bologna rallenta (1-1)
Articolo successivoNAPOLI-ROMA: 2-2 (59′ Dybala, 64′ Olivera, 84′ Osimhen, 89′ Abraham). I giallorossi strappano a fatica un punto importante

24 Commenti

    • Ma perche mettete i pollici in giu? Ma non ve vergognate? Il simbolo piu grande che abbia mai avuto la roma ed e questo il ringraziamento? Non cio parole ve giuro

    • 60 pollici versi, ma stiamo scherzando? Ma che è sto schifo senza nemmeno argomentare? Pare quasi che se vergognino di Francesco, ma come se fa?! Io boh

  1. La cosa simpatica è che ancora gli domandino di LAVORARE nel mondo del calcio in ruoli tecnici dove devi avere un minimo di preparazione e voglia di lavorare in tal senso.

    Totti oggi sta facendo la vita che ognuno vorrebbe fare: è milionario, amato, i suoi soldi li sta facendo gestire a professionisti e via discorrendo.

    Si è capito che lui questo può e vuole fare.

    Lo poteva dimostrare quando era alla roma facendo corsi e preparandosi come ha fatto de sanctis prima e de rossi poi, ma non lo ha fatto.

    Grandissimo calciatore, ma omo semplice della porta accanto con i suoi limiti e pregi.

    • Dopo essere stato calciatore, alla Roma lo avevano messo a fare la mascotte. Lui ha sempre voluto (e mai concesso) il ruolo di DT. Se lo chiede espressamente sentirà di avere le competenze o secondo voi Totti va a fa il cojone in giro a spaccarsi DT senza capirne nulla? Bah

    • 100: ..dai su..se vede che non c’ha tutta sta fantasia de mettese a studia’..Totti è stato un calciatore unico, talento immenso come pochissimi ma come persona vogliosa di impegnarsi a studiare per imparare qualcosa che non sa fare proprio bene perché ,giustamente, non l’ha mai fatto beh siamo onesti..è evidente che non è tutto sto granché.

    • Si Sai corsi ha fatto Galliani, non parla manco l’inglese ed e considerato uno dei piu grandi dirigenti del calcio italiano.
      Per fare il DT, serve solo capire di calcio, E stato Totti come dirigente ad implorare monchi di non prendere Pastore, ma Monchi che ha studiato ha fatto di testa sua, abbiamo visto i risultati non solo su Pastore.
      Brutta bestia l’invidia sei ridicolo, parli come un laziale, perche queste stron*** di sapere l’inglese e di studiare sono caz***** che dicono loro.

  2. France’ per carità lascia stà. Co tutto er bene che te vojo nun fa pe te. Nun ció gnente contro de te, anzi, ma alla Roma servono personaggi più preparati ed efficienti e tu per il momento(co tutto er rispetto) nun me sembri proprio la figura giusta. So sette anni che hai smesso e nun me sembra che tu abbia dimostrato tutta sta voja de lavorà ner monno der carcio. Sembra quasi che tutto ti è dovuto perché sei stato ,calcisticamente parlando, il PIÙ GRANDE Di TUTTI. Nella Roma e di tutto il calcio italiano.

  3. Prendere un’intervista di De Rossi e una di Totti e metterle a confronto. Questo è sufficiente a spiegare perché i Friedkin si siano fiondati sul primo come allenatore e non abbiano mai preso in considerazione il secondo come dirigente. Lo dico con tutto l’amore possibile per il Totti calciatore, ma non è sufficiente essere un fenomeno per fare il dirigente, altrimenti Baggio sarebbe un novello Marotta.

  4. Totti sta bene ndo sta,e comunque il dirigente non è per lui e non lo sa fare ,e non si è mai impegnato per migliorare.Giocatore immenso ,il più grande giocatore della Roma e d’Italia degli ultimi 35 anni insieme forse a Baggio ma Totti era e la Roma per sempre E’

  5. anche io.
    Kawa pensa il contrario. Secondo lui se sei stato un grande giocatore sei anche un grande dirigente.
    Mazzola e tanti altri dimostrano il contrario.

  6. A leggere questi post uno direbbe che i dirigenti delle squadre di serie A siano tutti laureati al MIT. Ce ne sono due o tre bravi, Sabatini tra questi, il resto ha un profilo da scommettitori alle corse dei cavalli.
    Totti potrebbe fare il lavoro tranquillamente, con un adeguato staff di supporto. Non farebbe peggio di ciò che è stato fatto finora. Il fatto è che non ha senso per un investitore mettere la società nelle mani di una persona con il potere simbolico che Totti nonostante tutto ancora conserva.

    • un “adeguato staff di supporto” equivale a gente che lavora e tu non fai un c@77o..prendendo soldi e gloria…..affangala

  7. Caro lupo ma è tanto difficile arrivarci?Se ti fa male un dente e devi fare un intervento per curarlo, tu vai da un dentista o ti rivolgi al tuo migliore amico? (che è una persona che ti ha sempre aiutato in mille occasioni, tirandoti fuori da situazioni delicatissime ,insomma una persona che nella tua vita ha rappresentato un faro e un punto di riferimento insostituibile) e che non vivrai mai abbastanza per ringraziarlo di tutto quello che ha fatto per te? E come reagiresti se io ti dicessi “ma non ti vergogni con tutto quello che ha fatto per te tu non ti fai curare il dente da lui? È questo il ringraziamento? Capito?

  8. Kawa lo spasso dei laziali sei tu e quelli come te. I laziali poi hanno poco da spassarsela visto che ,pensandola come te, 40 anni fa hanno voluto a gran voce come presidente Giorgio Chinaglia,con i risultati che ben conosciamo.Loro, spesso e volentieri spasso di noi ROMAnisti in quell occasione hanno raggiunto il massimo del ridicolo.

  9. se il presidente in questi anni era Sensi credo avrebbe avuto lo stadio contro , sono tre anni che fanno campagna acquisti prendendo malati cronici e con una societa’ che non mette la faccia e adesso non ha nemmeno il direttore sportivo e per finire a giugno devono mettere plusvalenze per piu’ di 40 milioni di euro, ma quale è il futuro se non saldano i debiti?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome