Totti e i Friedkin, il futuro è insieme. Ma non ora

22
477

NOTIZIE AS ROMA – Per ora le strade della Roma e di Francesco Totti resteranno separate, ma in futuro l’ex capitano dovrebbe ricongiungersi con il club che lo ha accolto da bambino, accompagnandolo in un percorso unico portandolo a diventare una leggenda.

Ieri Tiago Pinto, scrive l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport (M. Cecchini), è tornato a parlarne, imbeccato dai tifosi fuori da Trigoria: “La sua voglia non è la mia”, le parole del gm, il cui senso è assai più morbido di quello che sembra.

Il ruolo attuale di Totti è a metà tra il manager e il talent scout e gli piace. Questo gli ha già fatto riprendere i rapporti con la società giallorossa visto che Francesco ha alcuni baby tesserati della Roma. Per tornare a tutto tondo vuole entrare nella stanza dei bottoni, lì dove si decide e finora questa proposta non gli è stata fatta.

Siamo ancora agli scambi delle cortesie trasversali. A Trigoria però, scrive la Gazzetta, tutti giurano che arriverà il tempo in cui i Friedkin e Totti si siederanno a tavolino per pensare ad un futuro insieme.

Articolo precedenteUFFICIALE: Justin Kluivert è del Nizza: cifre e modalità dell’affare (COMUNICATO)
Articolo successivoKarsdorp-Viña e Zaniolo-Micki: Mourinho mette le ali alla Roma

22 Commenti

    • Infatti, rieccolo. Il nome Totti è sempre utile per riempire spazi vuoti sulle pagine dei giornali.

    • Basta, non ne posso più… Sempre sto ritornello! Lasciatece in pace co sto TTT! Pensiamo a costruire e vincere! LASCIAMO STO PASSATO! TTT, DDR ecc…. BASTAAAAAAA!!!!! ❤️💛

  1. E’ giusto.
    Se Totti dovesse rientrare non è per fare la statua nel giardino.
    E nemmeno deve ricoprire un ruolo dove lui si troverebbe in difficoltà per le competenze specifiche.
    Bisogna avere pazienza e sono sicuro che prima o poi “fiorira’ ” la giusta posizione per Totti, per la Roma, e per i tifosi.
    Mi fido di Friedkin.

  2. Ma anche no!
    Lui è stato quello che è stato e, se ce ne sarà l’opportunità, ben venga una qualche collaborazione, ma per quello che sarà e non per quello che è stato.

  3. Secondo me non è il momento, Totti ha trovato la sua sistemazione, una sistemazione tra l’altro che gli darà quell’esperienza e quelle connessione e conoscienze per fare un giorno anche un ruolo importante(DT magari?) in una società, ma al momento secondo me non ha maturato nessuna delle 2.
    Se Francesco vuole avere un ruolo decisionale importante allora deve avere le capacità di prenderle. Fategli camminare per la loro strada. quando saranno pronti per la Roma vedrete che sia Francesco che DDR torneranno a casa. Fino a quel momento meglio che gli errori (che sono fisiologici all’interno di un percorso) li facciano a discapito di altri.

  4. Totti nel cuore, ma mai all’interno della nuova società (secondo me)…
    Totti è stato un gran calciatore ma in qualsiasi altro ruolo, tra cui comunicativo e caratteriale lasciamo perdere (non gli va mai bene nessuno). Lo so che avrò tanti detrattori ma sono Romanista da sempre ho una certa età, di Rome ne ho viste, ed io la penso così.

  5. Te lo ha detto Tiago, Non lo vuole! E basta con sta storia di Totti è stato la bandiera di Roma ora è finita punto! Che cosa gli puoi far fare a Totti gusto il ragazzo immagine!

  6. Ammetto che questa volta ho sbagliato, complice il fatto che non se ne parlasse da un po’. Per oggi avevo ipotizzato un articolo sull’outfit della madre di Zaniolo mentre fa shopping con Chiara Nasti ed invece mi sorprendono tirando fuori dal cilindro “Totti che potrebbe tornare alla Roma ma non ora”, che ovviamente significa tutto e niente, soprattutto NIENTE considerato che è una notizia priva di fondamenta

  7. Da quanno ha smesso, ha detto e fatto cose, che s’è sfregiato er Totem suo da solo. E’ ito su le palle a parecchi romanisti. Tanti de questi se fanno prenne troppo a’ mano, che manco er peggior fagiano de l’irricucibili se permetterebbe. Se fossi in lui, continuerei cor lavoro imboccato un paio d’anni fa, anche pe nun pijà pe er ciulo l’assistiti sua….

  8. Totti ha fatto una scelta, è uscito dalla Roma di Pallotta dopo che il suo ruolo di manager era poco più di quello di un figurante.
    Dopo anni in questo club non gli serviva una poltrona da scaldare ma qualcosa che lo impegnasse e se lo è creato.
    Inutile dire cosa accadrà tra anni, adesso Francesco sta cercando di mettere a frutto quello che pensa essere il suo talento nello scovare promesse del calcio. Se ci riuscirà sono più che sicuro che un posto nella Roma dei Friedkin lo troverà.
    Per ora pensiamo alla Roma di Mou.

    • @Gladio
      Un applauso di 90 minuti non te lo leva nessuno.

      A Francesco auguro in futuro prossimo di trovare e tesserare i migliori talenti (e ne sono certo, per la sua facoltà di percepire e di apprendere il gioco del football)per l’unico suo AMORE sportivo: la as Roma

      Le quaglie formellesi con la tastiera tra le mani che se ne facciano una ragione eheheheh

    • Io rendo onore ad un grande uomo….
      José Mourinho…. che vuole il capitano vicino…

      José sa che la propria storia… la propria maglia…i propri colori…il proprio stemma…
      E le nostre bandiere si rispettano e si difendono…

      Onore a José Mourinho
      Amore infinito Al capitano….

      Forza grande Roma

  9. Per @gladio e per @Roma con…. E cerio, a scovare talenti è il number one. Conservo un ritaglio di giornale in cui disse che Bartlet era un fenomeno.

    • 1998-99 Roma – Fiorentina 2-1 la difesa viola in bambola con Bartlet che serve 2 assist al bacio
      a Alenitchev e Totti,un fenomeno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome