Trigoria, il giallo della email della Roma a tutti i dipendenti: nuovi scossoni in vista. E si riparla di cessione del club

71
1868

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Un fatto nuovo e inaspettato ha suscitato curiosità, ma anche un pizzico di apprensione, dentro Trigoria. Tutti i dipendenti, a prescindere dalla propria mansione all’interno del club, si sono visti arrivare nelle ultime ore una email che le invitava a rispondere a un questionario e ad allegare il proprio curriculum vitae.

La email, inviata dalla Roma tramite una società terza, ha preso alla sprovvista i dipendenti del club: mai era successa prima d’ora una cosa del genere. A molti è suonato strano dover rispondere a un questionario sulle mansioni svolte all’interno della società, ma a sorprendere è stata soprattutto il fatto di dover presentare il proprio curriculum all’azienda per la quale si lavora.

La notizia dell’accaduto è stata svelata oggi dall’emittente Tele Radio Stereo, nel corso della trasmissione radiofonica Te la do io Tokyo. Quanto accaduto potrebbe avere una duplice chiave di lettura: la prima è legata alla rivoluzione che si sta operando dentro Trigoria da qualche settimana a questa parte (l’ultimo a farne le spese è stato Pietrafesa, ex capo della comunicazione della Roma). Lina Souloukou vorrebbe dunque conoscere con più precisione compiti e competenze di ciascun impiegato in vista di un possibile riassestamento dei ruoli dentro il club.

L’altra possibile lettura è legata al tanto chiacchierato cambio di proprietà di cui si vocifera con insistenza ormai da settimane: l’interesse degli arabi verso la Roma è noto, ma i Friedkin hanno più volte smentito l’intenzione di cedere il club. Ma lo strano caso dell’email di Trigoria ha riacceso le luci su un possibile e imminente passaggio di mano da parte dei texani.

Fonte: Tele Radio Stereo

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteJuventus, squalifica di 4 anni a Pogba per doping
Articolo successivoRoma, col Monza settore ospiti sold out. Per la Fiorentina biglietti in vendita da oggi a 38 euro (COMUNICATO)

71 Commenti

  1. Ancora una volta, questo non quadra con l’idea di una prossima vendita.
    Quadra invece con il fatto che da anni gira la voce del carrozzone che vivacchia a trigoria e che se vuoi abbassare i costi lo fai *anche* tagliando ruoli e funzioni inutili o ridondanti.

    Ovvio che il taglio delle spese veda in primo piano gli ingaggi dei giocatori, in quanto voce più rilevante in assoluto. Ma anche sulle altre voci di bilancio si deve intervenire.

    • Credo che sia ancora nella strategia della Souloukou avere ben preciso il quadro di tutti i dipendenti/collaboratori per una gestione delle risorse e dei ruoli più mirata.
      Penso quindi che non è propedeutica a una vendita.

    • Io nella mia vita professionale ho fatto questi questionati più di una mezza dozzina di volte.
      Non ci vedo nulla di strano.
      Forse è strano che sia arrivato solo ora, ma alla fine magari prima c’erano altre urgenze.

      Come possa essere collegato a un cambio di proprietà rientra davvero nel misticismo.

    • Mi domando però perché debba fornire questa informazione ad un’azienda terza. La Roma credo che non abbia più di 400 dipendenti e sicuramente una gestione del personale possa comunque essere gestita internamente.
      Poi, teoricamente, ci sono i contratti da cui dovrebbero risultare i mansionari dei dipendenti.
      Mah!

    • Me preoccuperei di presentare il progetto stadio visto che stamane si e concluso l iter da parte del comune ,questi me sembrano Gianni e Pinotto più che padre e figlio

    • allora: gli americani fanno così.I famosi film dove c’è quello con la scatola di cartone che esce dal palazzo dove lavorava non è finzione è la realtà.In Italia è diverso spesso si fanno favori con assunzioni inutili…..si tengono persone per compiti a volte inesistenti….si promuove per non rimuovere….si accettano ” zavorre” per non avere scocciature…..Gli americani non sono così….se i rami sono secchi ( col questionario lo rilevano)si tagliano.E questo può essere anche un modo per presentare una societa’ sana e ” sfrondata ” ad un eventuale compratore…non sembrerebbe da altri segnali …ma vi assicuro che potrebbe essere.

    • Qualche spunto di riflessione:
      – “io ho fatto questi questionari varie volte”. Una cosa é richiedere l’aggiornamento di un’informazione, un’altra é che te lo chiedano ex-novo.
      – la proprietá penso abbia chiarissimo il proprio modello organizzativo. Magari richiedono il CV per raccogliere informazione in modo strutturato e organizzato.
      – una volta raccolta e organizzata, questa informazione che prima non c’era, a cosa puó servire, se la proprietá sa giá chi e che cosa fa?

      Altri spunti di riflessione in base a quello che é successo in passato:
      – l’attivitá principale di una squadra di calcio (dal lato proprietá) é l’entertainment.
      – questo fine viene perseguito attraverso (non solo, ma soprattutto) la performance sportiva della squadra.
      – come viene costruita questa perfromance é l’attivitá piú critica nella gestione dell’azienda, il punto che piú interessa alla sua proprietá.
      – I rinnovi chiave nella rosa sono in sospeso. Sono stati effettuati acquisti solo in prestito o in ottica molto lungimirante (Baldanzi). Non é stato annunciato nessun DS. La politica sportiva, e quindi il punto anteriore, appare in sospesa.
      – la societá da alcune settimane a realizzato vari licenziamenti che sembrano essere indirizzati ad “alleggerire” la struttura aziendale.

      Unite i puntini con delle righe…

    • Mah, Wtf ti invito a riflettere sul contrario, in alcune aziende questo è accaduto e da 300 mila sono diventati 150 mila. Oh poi speriamo di no per chi deve uscire. Ciao

    • @prohaska in non sto dando giudizi di merito, non so se fanno bene o male, se colpiscono il nullafacente o l’onesto padre di famiglia… non posso saperlo e non ho quindi una visione etica della cosa.

      ho solo detto che una simile iniziativa non necessariamente deve preludere alla preparazione a una vendita, ma può essere semplicemente una ristrutturazione dell’organigramma e dei cambiamenti nei ruoli e funzioni, cioè una scelta interna alla continuità aziendale.

      Che poi questo sia giusto, o utile, o adeguato… o il contrario, o un mix di tutto questo, non lo so, non ho elementi per dir nulla.

      Per quanto mi riguarda io vorrei che i Friedkin vendessero. Ma non mi convince l’ipotesi che stiano ristrutturando per poter vendere meglio. Per me è una logica che non ha senso e infatti non è consuetudine.

      L’acquirente può avere linee gestionali diverse e in genere la ristrutturazione se la fa per conto proprio.

      Ripeto: se devi vendere casa magari metti qualche toppa per rendere più appetibile l’acquisto, ma non fai interventi strutturali: sono soldi buttati.

    • immagini chissà quanti nullafacenti si aggirano dentro Trigotia.
      bene fa la Soulokou a sbolognare un po di gente

  2. Tante, troppe volte s’è detto che ci stanno inutilmente troppe persone a libro paga in Trigoria.
    Ora, che stanno prendendo in mano la situazione, non và più bene..??

    • Personale essenziale, basta “rubapagnotte” raccomandati, andassero a fare manovalanza al comune o in provincia
      Ci vuole persone all’altezza collegate al posto giusto chi non è all’altezza lascia il posto, mi sembra ovvio, l’as Roma(non solo)ha l’obbligo di essere efficiente al 110%

    • Beh speriamo che con i RISPARMI che faranno da questa sfoltitura si possano acquistare i giocatori “GIUSTI” per arrivare almeno quarti in campionato.
      Ma ho l’impressione che non sarà così…
      Avremo una SOCIETA’ ( dei SORDOMUTI) sana e ancora più pinpante dal punto di vista economico. Conti a posto e…si continuerà a non VINCERE!
      Ma a Voi interessa vincere?
      La mia speranza è invece che venga un ARABO pieno di soldi e ci faccia conquistare, come al PSG, una decina di scudetti di fila…

  3. Sembra una notizia sul paranormale per come è stato scritto il titolo, invece non è altro che una email interna che servirà a chiarire le posizioni ambizioni e qualificazioni di tutti i dipendenti.
    Non c’è nulla di male e nessun alieno arabo, soltanto normale amministrazione, che d’altronde mette paura a chi dentro trigoria non fa un ca…o da na vita. Tana per il topo! Scacco matto ali nullafacenti altro che, brava Lina.
    Forza Roma

    • @Semoromani, bisogna fare attenzione perché il tuo “nullafacente” spesso è tale non per sua volontà e colpa ma per cattiva gestione delle risorse.
      Potrebbe succedere che il tuo “topo” è un onesto padre di famiglia che vive di quello stipendio.

  4. Certo che un datore di lavoro che non sa che mansioni svolgono i propri dipendenti ,mi da molto da pensare sulle reali capacità di gestire un club.
    E’ il preludio ad altri licenziamenti e questa mail è una specie di preavviso.
    D’altro canto gli amaracani sono abituati così, a scaricare i lavoratori con una mail,così non devono metterci la faccia.

    • Nn c’entra nulla Zenò. Nella mia azienda ogni anno siamo obbligati ad aggiornare il curriculum. Siamo più di 1000 dipendenti…pensi che al mondo esista un Proprietario di un’Azienda che sa nel dettaglio cosa fa ogni singolo dipendente??? Il problema semmai è la mancanza di una struttura societaria con Manager e responsabili seri che sappiano gestire i rispettivi “sottoposti”.

    • e no Zeno
      te deve fa pensà sulle capacità di chi lo gestiva prima

      chi é subentrato non vede il valore aggiunto (alias supporto operativo) dal personale e probabilmente non riesce.a.distribuire gli incarichi perché magari scatta il classico scaricabarile : “non me ne occupo io e non si sa a chi compete “….

      per anni abbiano parlato del carrozzone stile ministero e forse ora si stanno facendo le cose bene

    • Nell’azienda per cui lavoro il curriculum dobbiamo aggiornarlo ogni sei mesi e se non lo fai per più di un anno arrivano i cortesi reminder a provvedere al più presto.
      Lavoro per un’azienda ammerregana? No, italianissima, seppure una multinazionale.
      E non è mai stato il preludio per una cessione, non ci pensano proprio.

    • Per il mio datore di lavoro sono solo una matricola meccanografica, figurati se sia a conoscenza del lavoro che svolgo quotidianamente. Questo non significa che non sia un bravo dirigente

    • Nella mia personale azienda so tutto di tutti e non scendo in particolari per non scatenare le solite tediose invettive dei nullafacenti.
      Voglio sottolineare che la mia non è invadenza o violazione della privacy, ma partecipazione attiva ai problemi dei lavoratori. Per me loro hanno nomi e cognomi, storie, vicende e non sono numeri sul libro matricola.

    • Zenone 🙂 guarda caso l uniche 2 volte che abbiamo vinto un campionato i PADRONI erano due che la sera chiudevano i cancelli di trigoria , vallo a spiega 🙂

    • e no Zeno’.. scendi in particolari..so proprio curioso..fai l appello tt le mattine..!😆..?..come hai finito quelli se tirano gli aeroplanini..😆😆😆👀👀👀🤫🎬🎬🎥🤣

  5. Descritta così pare l’ATAC, possibile che un privato possa diventare un carrozzone in cui imbucare gente dalle competenze ignote?

    • Sicuramente un privato è in grado di tenere a bada i costi più del pubblico, sull’efficienza (che si valuta in base agli obiettivi da perseguire) ne possiamo discutere. Certo, di fronte alla necessità di risanare una società, mi stupisce che soltanto ora la proprietà si sia svegliata su chi lavora alle sue dipendenze, quando già da quotata in Borsa avrebbe dovuto occuparsene.

  6. era ora… una decina di anni fa, ai tempi di Pallotta, ho lavorato come ditta esterna nel campo dei media a Trigoria, li dentro ho dovuto avere rapporti con gente “impresentabile”, spesso dovevo aspettare settimane per un appuntamento di un ora, e questo perché 4 giorni su 7 il tipo era o in barca o a cazzeggiare per Roma o in trasferta, e parliamo di uno che aveva l’ufficio a 30 mt dallo spogliatoio e che non ci capiva nulla dell’argomento…. adesso sono andato a controllare, ed è stato uno dei primi “tagliati” dai Friedkin appena arrivati, quindi bene questa continua pulizia!!!

  7. Beh se dovessi vendere una societa’ non certo mi preoccuperei di licenziare quello lo lascerei fare ai nuovi padroni. Mi pare che dall’articolo e’ solo per riempire il curriculum vitae serve per rivedere le mansioni all’ interno della societa’. Se trovi uno che e’ laureato e magari pulisce per terra si e’ da rivedere chiaramente un esempio, oppure uno con la terza media e magari e impiegato o responsabile dell’ufficio acquisti…Ormai c’e’ la Soulouko quello oltre che bella e’ tosta e guarda tutto….

  8. Che le risorse umane della società AS Roma non abbia già I curriculum dei loro dipendenti in effetti è molto strano, ma ci sta tutto.

  9. La verità è abbastanza lampante a mio avviso e nulla ha a che vedere con una possibile cessione del club. Il fatto sta nella trasmissione in questione. Chi la conosce ,infatti, sa benissimo che la linea editoriale è da sempre ben chiara … e non non lo è certo a caso. Il titolare della trasmissione , avendo capito da qualche decennio che una grande parte del tifo non è mai contenta di nessuna proprietà,fonda la sua politica comunicativa sfondando chiunque possieda la Roma. Questo gli garantisce un seguito consistente. Il seguito di tutti quei tifosi che ,per proprio DNA ,contesta e sempre contesterà chiunque sia a capo della società. Lo ha fatto con tutti, tranne nel breve periodo di Rosella.. la quale dopo che per anni in questa trasmissione avevano distrutto il padre,per farli star buoni, visto il grande seguito che avevano, li scelse come trasmissione di riferimento della società. Quello che si dice e si sente in questa trasmissione è semplicemente grottesco e palesemente strumentale.

    • no mio fratello è figlio unico…il genio sei tu che non hai capito una parola di quello che ho scritto.Eppure non era difficile…la mail è una cosa normalissima nelle aziende… il fatto di spacciarla per notizia propedeutica a chissà cosa è tipico della trasmissione e del taglio che gli viene dato. Sfondare ogni giorno la proprietà.. sostenendo anche che non tirino fuori soldi e tutta una serie di altre bugie strumentali per i tifosi tipo te. Cari saluti e forza ROMA

  10. Via gli sprechi a tutti i livelli dai giocatori ai giardinieri, deve essere applicata la meritocrazia, senza guardare in faccia a nessuno.

  11. E’ che in Italia nessuno è abituato alle cose fatte bene, lavora chi ha i calci in coolo anche se è un incapace, mentre dovrebbero guardare la bravura di una persona a svolgere quella determinata mansione. In Italia se conosci ma sei un coolione lavori, se sei istruito e bravo nel tuo lavoro ma non conosci èèèè campa cavallo che l’erba cresce… p.s. ecco perchè tutto questo stupore!!!

  12. E sempre gli Arabi di mezzo ahahah piuttosto e semplicemente capire che la as Roma è una società italiana paese in cui molta gente lavora e viene assunta perché nipote o cugino di?sembra finito il tempo dell’assistenzialismo a Trigoria,mi dispiace si va avanti

    • e certo, tutti preoccupati a mette bocca sui dipendenti de trigoria, assunti da amici, da zio e da nonno…n’ alzata de scudi così magari se vedesse pe tutti i veri magnaccia de ‘sto paese, a parti’ dar comune de Roma pe arriva’ alla camera e ar parlamento… pori noi…

  13. Nell’azienda per cui lavoro è obbligatorio l’aggiornamento cv ogni anno, così per tutte le aziende che lavorano nell’ambito del sistema di qualità.

    Può essere tutto ma è anche una prassi normale.

  14. Agenda settimanale a uso dei giornalisti che desiderino scrivere dell’AS Roma

    Lunedì:
    Titolo: Roma in vendita!
    Occhiello: processo stadio bloccato, tensioni nello spogliatoio e dipendenti in subbuglio: giallorossi nel caos.

    Martedì:
    Titolo: Indagini sulla Roma!
    Occhiello: l’AIA prepara un ricorso contro la Roma per gli insulti di Carver durante il campionato 1954-1955. Penalità in vista per i capitolini?

    Mercoledì [in caso di partita di coppa]:
    Titolo: Roma in subbuglio!
    Occhiello: Caso Azmoun: avrebbe detto a Dybala qualcosa che Paulo non ha compreso. Il nostro interprete iraniano: «gli ha detto: “sei una pippa”; io e Orecchio abbiamo letto il labiale».

    Mercoledì [in caso di nessuna partita di coppa]:
    Titolo: Roma in subbuglio!
    Occhiello: Caso Lukaku: avrebbe detto a De Rossi “eri una pippa”, ma il nostro interprete francese smentisce e sottolinea: «gli ha detto: “sei un laziale”. Io e Orecchio abbiamo letto il labiale».

    Giovedì [in caso di partita andata male]
    Titolo: Roma nel caos!
    Occhiello: Pesantissima la sconfitta per 2 a 1 incassata dal modesto Atletico Tonnara. De Rossi si sfoga: «I miei sono una mandria di pippe! Me ne vado!» I Friedkin: «Vendiamo al primo che passa dalle parti di Trigoria (va bene anche se passa da Casal Palocco). Il prezzo? Un affarone!»

    Giovedì [in caso di partita andata bene]
    Titolo: Roma: sospiro di sollievo!
    Occhiello: Vittoria di misura dei giallorossi, ma attenzione: il 4 a 0 potrebbe non essere sufficiente al ritorno con l’Atletico Tonnara. De Rossi: «Oggi ci ha detto bene, ma non possiamo contare sempre su una giornata storta degli avversari…» I Friedkin: «Comunque noi vendiamo! Il prezzo? Un affarone!»

    Giovedì [in caso non ci fosse partita]
    Titolo: La Roma vede le altre volare
    Occhiello: Fantastiche performance delle squadre italiane in coppa: sconfitta per Inter, Milan e Juventus e pareggio per l’Atalanta. De Rossi: «Ho tifato Lazio». I Friedkin: «Anche noi». I tifosi: «Ma quelli manco giocavano…»

    Venerdì
    Titolo: La Roma pensa a quotarsi nuovamente in borsa
    Occhiello: I Friedkin non hanno più un centesimo, anzi: c’è chi dice non l’abbiano mai avuto. Acquirenti non ce ne sono e la società ricorre all’indebitamento.

    Sabato
    Titolo: Ultima spiaggia per la Roma!
    Occhiello: Società assente e giocatori che si prendono a sputi negli spogliatoi (e pure a casa di Pellegrini dove si radunano per insultarsi al riparo da occhi indiscreti. Ma la moglie di Pellegrini ci fa la spia, quindi lo veniamo a sapere lo stesso.) Domani col Sampierdarena sarà durissima. De Rossi: «penso che forse dovremmo darla vinta per abbandono, almeno risparmiamo sul viaggio». La società ringrazia Daniele per l’evitare costi inutili.

    Domenica [la Roma vince]
    Titolo: Ok, Roma, ma che fatica!
    Occhiello: Buon passo avanti dei giallorossi nella rincorsa al 7° posto, dopo la vittoria con la modesta Pozzolese. Ma siamo lontani dalla tranquillità. I Friedkin: «Grazie a questa vittoria gli arabi ci hanno mandato un email per trattare la cessione della società!» Il nostro interprete d’arabo: «Ho letto l’email grazie a uno spyware che mi ha regalato Orecchio: non sono arabi, ma yemeniti. E offrono 20 capre per l’acquisto della Roma». I Friedkin: «Comunque ci stiamo pensando».

    Domenica [la Roma perde]
    Titolo: È tutto finito!
    Occhiello: Ennesima sconfitta degli ex-testaccini, pure impegnati su un campo facile come quello dell’Inter. De Rossi negli spogliatoi si prende a schiaffi e i giocatori ridono ubriachi. Avvistate un branco di capre a Trigoria: si attende tra pochi minuti la conferma ufficiale della cessione della Roma al gruppo “Scappati uniti da Soqotra srmmml”

  15. Possibile che qualsiasi evento riguardante la Roma debba essere visto da alcuni come il segnale di un possibile passaggio di proprietà? A me sembra tutto un po’ esagerato…

  16. In parte questo argomento è in tema con quello che mi sta accadendo ora. XD
    Scusate la lunga assenza (e lo sarò ancora da Marzo fino alla fine di Aprile), ma sono stato in Germania in origine per completare alcune cose in preparazione per il mio viaggio in Asia (Corea del Sud, Giappone, Australia). Il Capo Scout mi ha presentato ad un capo dirigente del club con cui ho avuto un colloquio con diverse domande e la presentazione anche a questa persona del mio progetto scouting, e dopo una breve discussione tra Capo Scout e questo dirigente, mi hanno detto di restare per qualche giorno che sono diventate poi più giorni, perché hanno voluto mettermi in affiancamento con la loro seconda squadra, poi uno scout che mi spiegava nel dettaglio il loro sistema di analisi e databasing, e con una dirigente anche lei molto capace per altre cose. Anche prima di partire per l’Asia hanno deciso di offrirmi un contratto triennale con varie opzioni a loro favore ed altre cose positive di cui non posso parlare, il Capo Scout dicendo che si era esposto e se lavoravo bene ed ottenevo risultati, potevo fare una buona carriera nel settore. Sono ancora abbastanza incredulo di tutto quello che mi sta accadendo, sognavo la cosa da tempo e quindi parto come un tesserato ufficiale del club. Purtroppo questa situazione mi porra evidenti limiti e non potrò esserci spesso su questo sito a leggervi ed intervenire per vari motivi, ma continuerò a tifare e leggere tutti voi con gran piacere e qualche volta commentare senza però potervi indicare alcun calciatore soprattutto asiatico (per la felicità di qualche utente qui). XD

    • @Tigerman
      Si per quell’area geografica per i loro due club e mi hanno detto che se fossi interessato anche ad altri paesi asiatici oltre a quelli in cui andrò ora, mi fornirebbero anche un buon budget perché vorrebbero monitorare giovani talenti anche in questi paesi. Dovrò passare quindi anche lunghi tempi in Germania perché sono molto interessati che lavori anche per il loro secondo club e con il loro staff tecnico.
      Grazie a te @Tigerman, @siakolisi, @Napolista, e tutti gli altri utenti con cui ho interagito qui. 🙂

  17. Qualsiasi avvenimento, ipotesi, illazione, spiffero, o chi più ne ha più ne metta, che portino alla cessione della AsRoma agli arabi è molto ben accolta. Dopo il progetto definitivo ne vedremo delle belle.

  18. Bho, a me che lavoro per un azienda italiana (anche romanista visto che fino a qualche anno fa eravamo sponsor) il CV lo fanno aggiornare almeno una volta l’anno e di questionari anche anonimi annualmente alcuni, certo bisognerebbe vedere cosa chiedono nel questionario visto che in quelli che hanno fatto fare a me le domande vanno da come ti rechi al lavoro alle molestie passando a opinioni sulla qualità del lavoro in azienda etc etc. Almeno negli ultimi 13 anni non abbiamo cambiato proprietà. Sembra il solito pretesto di spalmen…

  19. sta cosa che siamo senza DG e DS mi manda al manicomio…..
    tutti zitti, tutto apposto…
    intanto l’Ag. Di Gregorio: “Non ho parlato con la Roma, i giallorossi non hanno un direttore sportivo ufficiale”

  20. mi domando come fanno a trapelare sempre queste notizie che riguardano l’organizzazione interna della società?? ….quante spiennfami c’è so su quer carrozzone. RIPULIREEE!!

  21. Proprio ora che la squadra sta risalendo la china bisogna fare un articolo destabilizzante?
    La stampa romana, sublime come sempre

  22. Io credo che un un’ azienda che ha circa 400 dipendenti debba sapere come questa “rosa” sia composta, quali sono le aspettative dei singoli che la compongono e le loro eventuali attitudini o disponibilità al cambiamento e ritengo che tutto ciò non è correlato ad una futura vendita, poi se la proprietà, non il CEO o il Responsabile del Personale un giorno dovesse decidere di vendere, si potrebbe fare anche della dietrologia, ma ad oggi una correlazione è soltanto una forzatura. Ormai tutte le aziende si avvalgono di queste indagini, le chiamano di “clima”, si può discutere sulla loro utilità ed efficacia ma non vanno messe in relazione ad una vendita. Poi se venderanno, pazienza, “cambiano i giocatori ed anche i presidenti…….” Forza Roma.

  23. Si ringrazia questa Proprietà per quello che anno fatto e che fanno, ma con tutto rispetto se arrivassero gli Arabi fosse un altra storia , purtroppo a Roma e non solo molte persone importanti non vogliono il cambio di proprietà.

  24. Nella gestione precedente avevo definito Trigoria un ufficio collocamento, sembrava venissero inventati ruoli e mansioni pur di fare entrare l’amico dell’amico del cugino del… Forse, prima di fare tagli ,la Lina vuole appurare che competenze specifiche abbia un dipendente per uno specifico ruolo e che sia un ruolo che serva!

  25. è un classico, che serve per ottimizzare le spese. molte aziende si affidano a società terze che si spacciano per esperte di queste cose. fanno poi una relazione finale esprimendo il loro giudizio utile alla razionalizzazione della società. per esperienza dico solo che a fine lavori propongono quasi sempre un taglio del 20% del personale. con la.vendita della società non c’entra nulla, quella viaggia su altri binari.

  26. tra qualche mese anche i dipendenti saranno stranieri, con il casting per fare il magazziniere, non solo per i DG, DS, AD, non vogliono nulla di Romano e Romanista nella Roma.
    Sti maledetti americani e maledetto il giorno che sono arrivati prima pallotta poi questi sordomuti. Poi ci sorprendiamo perche nessuna dalla Roma e andato ai funerali di Losi, se nella Roma, della storia, della Romanita non frega a nessuno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome