Trigoria, super gol in rovesciata di Pellegrini: Mourinho se la ride (VIDEO)

26
1595

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Ultimo allenamento a Trigoria per la Roma prima della partenza per il Portogallo, dove la squadra resterà fino al 22 dicembre.

Questa mattina al “Fulvio Bernardini” la squadra è scesa in campo per la consueta seduta e Lorenzo Pellegrini si è reso protagonista di una magia durante la partitella: gol in rovesciata per il capitano che fa esultarei  compagni e fa gongolare José Mourinho.

Il video della prodezza del capitano giallorosso è stato ripreso e pubblicato sui canali social della Roma.

Articolo precedente“ON AIR!” – AGRESTI: “Doppio incarico per Mou? Inaccettabile per la Roma”, FOCOLARI: “Roba da scherzi a parte”, FERRETTI: “Belotti sta diventando un problema”, MAGNI: “Scambio Lukic-Kumbulla una buona soluzione”
Articolo successivoRoma in partenza per il Portogallo: con la squadra anche Wijnaldum, Karsdorp e Belotti

26 Commenti

    • Zenone, dopo una certa cifra di post di sostanza qua e la’, come al solito oggi torna al suo passatempo preferito: la caccia al record di spolliciate.

      L’altro giorno me so’ buttato sul divano e ho fatto una “bicicletta” perfetta mettendo la palletta di spugna all’incrocio della finestra del soggiorno. Che conta pure quella?

      IN PARTITA le devono fa ste cose!
      E sullo zero a zero. Giocate coraggiose, provare il colpo di classe, se e’ vero che ce l’ hanno nelle corde. E non solo Pellegrini. TUTTI.
      Ma mi accontento anche di giocate “normali”, passaggi fatti bene al compagno che si libera, cambi di gioco da fascia a fascia, stop con la palla che rimane incollata al piede. Giocate cosi’ cambiano le partite, non i colpetti di tacco vanesi e fini a se stessi o 200 passaggi all’indietro o scomparire dal campo per un’ora.
      Allora si che sarei felice e riderei entusiasta di avere campioni.

    • Wow, dicevano che Schick facesse cose molto pregevoli in allenamento, eppure in campo sembrava ubriaco al punto di accartocciarsi su se stesso.
      Pellegrini per tre anni abbondanti qui ci ha fatto vedere punizioni e corner battuti come avrebbe potuto farlo anche Bonacina, ma immagino che in allenamento gli riuscisse già abbastanza bene, altrimenti non glieli avrebbero fatti battere.
      La differenza tra un campione e un buon giocatore risiede in questi piccoli particolari…

    • a zinno ma questi gol non se devono fà nelle partite che contano,come hai detto ieri?ahahahah

    • Certo… Ora è diventato Maradona e Pelé insieme dopo questo gol… Rinnoviamo il contratto con un paio di milioni in più dopo questa “magia”… Al “Santiago Bernardini”… Nella grande partita di allenamento! ahahahahahaahahaha! Po’ po’ pooooò! Il 🐔 è cotto!

    • Le rovesciate così (o sforbiciate) a volte riuscivano anche a me 50 anni fa, non fanno testo. La continuità, la foga e 30 partite consecutive ad alto livello, fanno testo.

    • Un falco pellegrino non fa primavera. Pure Florenzi segno un bellissimo gol in rovesciata contro il Genoa. Lo rivuoi in squadra?

  1. Fallo in una partita ufficiale un gol così e si apriranno le porte del paradiso e pure per noi ..vorrei vederli giocare con questa spensieratezza, sempre troppo tesi e insicuri ,il calcio è ancora fondamentalme un gioco ,provate a divertirvi e a farci divertire che qua ogni partita sembra de anda in guerra

  2. Giocatore splendido mai criticato e mai lo farò, sogno un centrocampo a 3 con grande acquisto davanti alla difesa più Pellegrini e Wijnaldum mezze ali.

    • E sì che mi piacerebbe un grande mediano affiancato da Pellegrini e Wijnaldum mezz’ali! Ma prevederebbe un sistema di gioco diverso tipo quattro-quattro-due con il rombo di centrocampo oppure un quattro-tre-tre. Con la difesa a cinque, il centrocampo a tre e due attaccanti pure, ma con dinamiche piuttosto diverse. Comunque insomma un grande mediano ci manca davvero. In qualsiasi modo la vuoi mettere… Pinto ti prego… FR

  3. Si ma queste cose ce l’ha nel bagaglio tecnico.

    Il problema di Pellegrini è la consistenza durante la partita, rimane un giocatore che vive ancora di estemporaneità e che non riesce a dare quella sostanza con continuità nella gestione del pallone sia a livello fisico che tecnico, tende a vivere di lampi e spesso risulta impalpabile per larghi tratti della gara.

    Una squadra di alto livello si fonda su giocatori che prima di tutto sono delle costanti nella capacità di dare una impronta alla partita a centrocampo. Senza bisogno di fare giocate spettacolari ma nella qualità tecnica delle piccole cose e nelle scelte. Una parte delle difficoltà della Roma a centrocampo degli ultimi anni deriva anche dal fatto che Pellegrini non riesce a fare la differenza nel ruolo di mezzala in tutti quelle che sono le dinamiche di gestione della palla e copertura degli spazi, le sue qualità migliori sono altre, più in fase di costruzione di ultimo passaggio nella trequarti.

    Quindi di conseguenza al momento è un giocatore a metà tra il centrocampista e centrocampista offensivo … Non dovesse crescere come centrocampista a tutto tondo, è necessario che la Roma preveda giocatori di livello a centrocampo e utilizzare Pellegrini come soluzione offensiva … Ruolo ideale al momento trequartista di un 4-2-3-1.

  4. Senza avversari sarebbe capace anche un bambino …tra poco si riprenderà da dove eravamo rimasti: gioco zero e sofferenza continua

  5. Perché devo ancora leggere Pellegrini centrocampista….Non è roba per lui. Non copre, è inutile insistere…. E trequartista e basta.. Bisogna rassegnarsi.

  6. Secondo me alla Roma mancano due/tre giocatori di livello, mi ha fatto effetto vedere la Roma trasformata quando é entrato 15 Min finali Dybala… Non hanno personalità é una buona squadra ma ha bisogno di chi si carica le responsabilità…servono leader siamo pieni di comprimari….

  7. il problema è che in partita esistono le marcature e i giocatori ti pressano e lui sparisce . in allenamento invece sono tutti fermi e viene lasciato libero di tirare

  8. Quei gol in rovesciata se fatti in allenamento oppure a tedesca, sul prato di un parco, con tutto il rispetto per Pellegrini, li sanno fare anche i giocatori dilettanti, qualcuno di parrocchia e magari pure qualcuno di noi che ha giocato solo “in mezzo alla strada”.
    Tali prodezze contano solo quando vengono fatte in partite che contano come la semifinale del mondiale in cui contro la Francia il giocatore del Marocco ha preso sfortunatamente il palo su rovesciata, se avesse segnato in tal modo in quel match, lì sarebbe stata la vera prodezza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome