Troppa Inter, solita Roma

167
2014

AS ROMA NEWS – La Roma che ti aspetti esce battuta a San Siro per 1 a 0, un risultato bugardo per quanto visto in campo. Troppo ampio il divario con l’Inter, che ha messo alle corde i giallorossi fin dai primi minuti del match, sfiorando la rete a ripetizione.

Il primo tempo è un monologo nerazzurro: il palo in avvio di Calhanoglu fa capire che sarà una serata di sofferenza per la difesa guidata da un ottimo Llorente, il migliore fino alla dormita sul gol di Thuram che deciderà il match a favore dei padroni di casa. La Roma dal canto suo accenna a un pressing blando sui tre difensori avversari, con Cristante alto a cercare di togliere spazio in impostazione a Bastoni. Una mossa che non ha particolari effetti.

La manovra nerazzurra è più fluida: Inzaghi decide, come era lecito attendersi alla vigilia, di attaccare la Roma sulle fasce. Il mismatch è esagerato a favore dell’Inter: Dumfries e Dimarco non danno respiro a Zalewski e Kristensen, mettendo a nudo tutti i limiti di due esterni molto modesti. Le palle in area fioccano, e la difesa romanista deve fare gli straordinari per tenere in parità il risultato.

Nella ripresa il tema del match non cambia, così come Josè Mourinho che decide a sorpresa di non modificare nulla dell’undici iniziale. L’Inter sembra ricominciare da dove aveva lasciato, ma pian piano le occasioni da gol cominciano a farsi sempre più rare. Anzi, è la Roma, che fino a quel momento non aveva mai tirato in porta (record negativo), a spaventare San Siro: campanile di Zalewski a centroarea per Cristante che stacca benissimo e impegna severamente Sommer.

Nel momento migliore della Roma però arriva la rete dell’Inter a decidere il match: solito affondo di Dimarco contro un Kristensen mai in grado di arginarlo, cross basso in mezzo all’area per il taglio di Thuram. A differenza delle altre volte però Lllorente si dimentica di marcare il francese, e così l’ex Borussia può mandare la palla alle spalle di Rui Patricio.

L’Inter avrebbe anche l’occasione di raddoppiare prima del fischio finale, ma la traversa salva ancora i giallorossi, incapaci di reagire con efficacia al gol subito. La sconfitta è sacrosanta, la prestazione piuttosto deludente. Le attenuanti ci sono tutte: pesano troppo le assenze, così come i due giorni di riposo in meno che la squadra ha avuto rispetto all’Inter.

Conscio della situazione, Mourinho ha scelto di attuare la solita strategia vista già parecchie volte in passato contro le big del nostro campionato: cercare di non prenderle, portare il match ai minuti finali in bilico e provare a giocarsela tutta lì. Una strategia che stava per pagare, e che forse avrebbe pagato senza l’errore (evitabilissimo) sul gol di Thuram. La domanda che resta sospesa è la solita: la Roma, al netto dell’handicap, avrebbe potuto fare altro per provare a giocarsela?

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteLLORENTE: “Torniamo a casa molto frustrati. I due giorni di riposo in più dell’Inter hanno pesato”
Articolo successivo“ON AIR!” – AGRESTI: “Il calcio di Mourinho è vecchio di 30 anni”, PIACENTINI: “La Roma non è il Real, non sono scandalizzato”, CORSI: “Kristensen e Zalewski non possono vestire la nostra maglia”, PETRUZZI: “Guardo il calendario e mi preoccupo”

167 Commenti

  1. La partita, è inutile girarci attorno, è stata vergognosa. Atteggiamento da provincialissima che non vorrei MAI vedere da chi indossa i colori della mia squadra.
    Detto questo, non sono un massimalista e capisco il momento. Mi fido ciecamente delle parole di Cristante e immagino che a nessuno piaccia fare il punchball. L’Inter partiva con una squadra, due giorni di riposo e un budget di spesa di vantaggio. Questi sono dati oggettivi che credo abbiano già indirizzato la partita da prima che i calciatori scendessero in campo. La gara è andata come chiunque, credo, aveva previsto, tutti sapevano che la Roma a metà del secondo tempo avrebbe finito la benzina e infatti all’80esimo è successo il patatrac. Inzaghi avrà detto ai suoi di fare le cose con calma che tanto il goal sarebbe inevitabilmente arrivato.
    Il goal, a dire il vero, poteva arrivare pure molto prima e lì mi arrabbio, perché non si può dire che sia stato un match equilibrato fino a quando le gambe hanno retto, questo fa male. La parte di colpa della Roma, per me, risiede ad esempio nel fatto di non aver fatto una preparazione in montanga, a maggior ragione sapendo che tipo di calciatori hai. Non essere intervenuta meglio sulle fasce, al momento Kristensen è inguardabile, Zalewsky spero si riprenda, confido in lui.
    Per il resto, la partita ci dice che al momento la Roma non potrebbe mai permettersi di affrontare un girone di Champions: manca la qualità, soprattutto, il problema è che se non giochi la Champions non hai i soldi per giocare la Champions, perciò devi comprare Renato Sanches sperando di fare bingo – spoiler, non fai bingo.
    I tre punti non dovevamo farli con l’Inter, forse non possiamo farli con la Yuve, ma possiamo comunque giocarci il resto del calendario. La Roma deve prioritariamente vincere la gara a PRaga per poter poi non giocare le ultime due del girone di EL e concentrarsi sul campionato. Dispiace dirlo, ma in queste condizioni pure la Coppa Italia è un lusso. Alla fine penso che questo gruppo si titrerà fuori dai guai, sono fiducioso.

    • andiamo oltre la partita, andiamo oltre questo campionato, cerchiamo bene nel passato le cause dove stanno. colpa di Mou ? si, non ci convince per come gestisce le risorse, ma chi lo ha preso ? Colpa di Pinto ? si ci fa ormai sorridere la sua incapacità di fare il ds, ma chi ce lo ha messo lì ? Colpa di Friedkin ? si, perchè hanno preso una società senza capire cosa significa gestirla e si sono illusi di chiamare un santone che risolvesse tutto (Mou), peccato che il santone è un santone parziale , capace solo di suonare il piffero alle folle e non di competere con squadre del livello di Roma. Colpa di una presidenza incompetente ed arrogante di silenzio se siamo dove siamo. altro che 3-5-2 scombiccherato sugli esterni.

    • Ma tanto la Champions a quanto pare non interessa a nessuno perché noi comunque abbiamo fatto “due finali di seguito” e se invece ricordi i cinque anni di seguito in piazzamenti Champions ti dicono che in bacheca avevi il bonsai.
      Bene così siamo ottavi (noni forse), dai che un posto in Conference lo possiamo ancora raggiungere. La bacheca si riempirà, perché disperare.

    • @veritas e Franco 65, gestire una società così articolata è difficilissimo. Gestirla migliorandola, intendo. Sennò sarebbero capaci tutti. I Friedkin hanno preso in mano una società fortemente indebitata e quindi con un potenziale competitivo quasi azzerato. Al netto di chi ha barato (e anche questo va messo nel conto, dato che ci penalizza ulteriormente) quando l’Inter va a chiedere per lo sponsor ottiene a priori più soldi della Roma. Non possiamo ignorare il fatto che il meccanismo di ripartizione degli utili è iniquo e premia chi ha già, dando poco a chi ha poco. Operare in queste condizioni è quasi impossibile.
      Non significa, ovviamente, che la Roma e i suoi interpreti siano esenti da colpe, certo. Gli errori vanno analizzati, capìti e utilizzati a loro volta per migliorare.

      Aggiungiamo che dall’anno prossimo entra in vigore la riforma Champions che acuirà questa disparità: i soldi saranno solo lì, se perdiamo il treno siamo fritti. Ricordiamocelo, quando tra due anni staremo qui a dire che abbiamo una squadra che fa schifo.
      Pensando alla situazione attuale, se vogliamo arpionare il quarto posto è inutile pensare all’Inter, che evidentemente oggi è troppo superiore, o alla Delinquentus, alla quale hanno fatto il favore di evitare la Conference, così gioca una volta a settimana. La corsa possiamo provare a farla su Milan, Lazio e Napoli. Abbiamo fatto 5 vittorie di fila e adesso, a parte il Milan, abbiamo questi scontri diretti, forse recuperiamo qualcuno, bisogna vedere con che testa e ritmo partita. Vanno fatte scelte, cercare di giocare il minor numero di partite possibili. Altro che prendere in giro Sarri quando diceva che la Coppa non andava giocata, Sarri non è uno scemo, ovviamente ha commesso l’errore imperdonabile di dirlo davanti ad una telecamera, ma tu, come diceva il gobbo, “devi fare la guerra con i soldati che hai”. E il gobbo è uno che il suo (sporco) mestiere lo sapeva fare fin troppo bene…
      La situazione è complessa, nel senso che ha molte sfaccettature, cause ed effetti. Tutti se la prendono con Pinto, ma Pinto va al supermercato senza soldi e deve fare la minestra, mettetevi nei suoi panni. O in quelli di Mou jeri, vai a Milano senza mezza squadra, con due giorni in meno di riposo e affronti la capolista, ma che piano partita vuoi fare se non “provo a non prenderle”. Detto, come ho premsesso, che entrare in campo a quel modo è comunque inguardabile e su questo devi intervenire.

    • il danno lo abbiamo fatto rimediando un solo punto tra salernitana verona e genoa e ce lo porteremo dietro a lungo ci tocca soffrire come al solito ma dovremmo essere abituati a farlo non solo con questa Roma

    • Queste considerazioni che fate cozzano contro la realtà dei fatti.
      Che la Roma non potesse gareggiare a viso aperto contro l’Inter ne sono prova le folate in contropiede viste ieri sera quando noi cercavamo di allungarci per andare a portare un pressing più alto cercando di raggiungere la metà campo dell’Inter.
      I nerazzurri correvano il doppio, non a caso a Roma è uscita un pò meglio nel secondo tempo quando il ritmo è calato un pò.
      Come dice Fiorini la partita Inzaghi l’ha vinta sugli esterni dove noi presentiamo da tempo gente improponibile (almeno nei confronti di squadre superiori come l’Inter).
      Probabilmente con un altro allenatore più spregiudicato avremmo visto una partita migliore dei nostri ma avremmo portato a casa un passivo pesantissimo.
      Ora caliamoci di nuovo nel nostro campionato, perchè squadre come Inter, Milan e Napoli sono di un’altra categoria.
      Ma con le altre si può competere. Certo, qualche scontro diretto andrà vinto, altrimenti il quarto posto (che ricordo non 10 punti) resta una chimera.

    • regà la cosa é molto semplice. contro l’Inter non puoi giocare a pallone sennò te ne faceva 4 nella prima mezz’ora. so piú forti tecnicamente, so piú veloci hanno piú classe . e parlo dal portiere al centrocampo agli attaccanti.

    • Personalmente non credo che la Roma andrà mai in Champions con i Friedkin.
      Mi spiace ci avevo creduto ad un certo punto della loro gestione, comprando un costoso abbonamento, ma oggi ho compreso che non è tra le loro priorità portarci in Champions.
      Li stimo troppo come imprenditori per non ritenerli capaci di vedere che, al netto di arbitri, UEFA e co, la società AS Roma manchi di molte figure professionali di qualità presenti in altre nostre dirette concorrenti (es. Direttore sportivo) che alla lunga penalizzano le nostre stagioni.
      Non è la sconfitta contro l’Inter il campanello di allarme (sebbene è stato una disarmante denuncia di incapacità di competere) ma il fatto che in 3 anni avevamo un problema esterni e non è stato risolto, abbiamo un problema di prima punta risolto con prestiti vari e giocatori a fine carriera..
      Non si può parlare di assenze importanti quando tu hai preso quei giocatori BEN sapendo che non ti potevano giocare tutte le partite ed in alcuni casi sono state vere scommesse (ad oggi perdute) prendendo giocatori con molti acciacchi.. e tralascio che per una società che ha commesso l’errore enorme di prendere PASTORE sono sinceramente INACCETTABILE.
      Errare è umano, perseverare è diabolico!!
      Quindi ringrazio i Friedkin per averci salvato dal fallimento ma non mi aspetto da loro che il mero traghettamento verso un nuovo stadio e (speriamo) una nuova proprietà.
      Forza Roma

    • i gol vengono perché l’Inter ha effettuato 70 cross,se marchi a 15 metri di distanza è inevitabile prendere il gol e non si tratta di stanchezza

    • Io non trovo affatto vergognosa la sconfitta. Abbiamo combattuto cercando di arginare la supremazia neroazzurra (di una squadra che gioca in Champions League, è in salute ed è completa in ogni reparto). Più che altro è l’Inter che può recriminare un mancato 5-0 e pensare un po’, se Cristante faceva goal, gli poteva dire anche zella.

      Rispetto alla partita contro il Leverkusen ho visto da parte nostra un fortino meno marcato. Con Bove ed Elsha abbiamo provato a giocarla palla a terra ma era dannatamente complicato imporsi. Tra tutti i calciatori della Roma il meno utile alla causa è stato lo Zalewski del primo tempo bullizzato da Dumfries. Il resto ha svolto il proprio ruolo (anche Kristensen se in maniera mediocre). Sull’arbitraggio non ho nulla da dire, Maresca è un pezzo di fango ma ha arbitrato equamente (ha graziato Paredes e non ha inflitto un giallo a Kristensen ma ha anche graziato Chalanoglu con il suo intervento da arancione e ha risparmiato almeno un giallo a Barella e Bastoni). Me la prendo con Mancini che, conoscendo la posta in gioco e il carattere di Maresca, gli sbraita in faccia e si prende un giallo a inizio partita che lo condizionerà… Forse ricordo male, pure N’Dicka avrebbe potuto risparmiarsi il giallo bloccando Dumfries a centrocampo. L’azione non era pericolosissima e poteva essere arginata in altra maniera. Un altro giallo quello di N’Dicka nei primi minuti del secondo tempo che ha caricato di apprensione.

      Non posso rimproverare Mou. La partita l’ha preparata anche bene ma personalmente avrei inserito gradualmente prima della frittata, Celik e Karsdorp (per rinforzare le fasce) poi Belotti (per fare a sportellate) e Aouar (per legare meglio il gioco) e concluso con Azmoun (per mantenere palla e dialogare con Rom). Cambi tardivi che hanno portato la Roma a sfilacciarsi.

      Potete essere d’accordo con me o no, essere nervosi e intrattabili (vi capisco) ma il campionato della Roma ho sempre pensato che inizierà a gennaio. La nostra squadra quest’anno è a scoppio ritardato. Continuo ad essere fiducioso.

      Sulla partita che si sarebbe potuta giocare lunedì sono d’accordo con Mou. Un giorno di più di riposo avrebbe giovato. Invece hanno, come al solito, tutelato il pinguino 🐧 e la sua squadra burina.

      !!!FORZA ROMA!!! 💛❤️

    • La Roma è quella che è, assodato questo, e a parte l’errore di Llorente, miglior in campo fino a quel momento, non si può continuare a vedere un portiere che non lascia mai la linea della porta neanche se lo paghi, in area c’è solo un giocatore della squadra avversaria, il cros deve per forza arrivare la, è abbastanza telefonato, e tu portieri non esci per anticipare la giocata? le palle in area piccola sono tue. A questo punto, relegatelo in panchina, date spazio a chi ha voglia di mettersi in mostra.

    • Mio caro Rod a me sembrano un po’ troppi quelli che sembrano correre più di noi.
      E dico “sembrano” non a caso perché magari la differenza sta nel fatto che corrono “meglio” di noi.
      La Roma quando abbandona l’assetto Fort Apache non ha idea di come occupare gli spazi in campo. Questo ovviamente è più evidente quando incontri squadre tecnicamente forti come o più di te.
      Negli anni passati si è fatto tanto chiacchiericcio intorno all’Atalanta di Gasperini, salvo però poi accorgerti dalle statistiche che c’era più di una squadra che correva più di loro, e a volte addirittura la stessa Roma.
      Altrettanto importanti sono le caratteristiche dei giocatori: sono anni che diciamo che il centrocampo della Roma è monopasso, ma poi Miky lo sostituisci con Matic (per carità, grande giocatore ma non certo dinamico) e quest’anno commetti la follia di andarti a prendere Renato Sanches e una fotocopia di Pellegrini come Aouar.
      Detto ciò, il centrocampo del grande Barca di Guardiola era formato da Xavi, Iniesta e Busquets, tre fenomeni ma di certo non tre maratoneti o centometristi.
      Eppure il loro pressing era efficacissimo perché era una squadra che si muoveva in 30 mt di campo.
      Ieri tu hai visto una squadra in cui almeno cinque elementi non hanno mai passato la metà campo. Chiaro che quando vai avanti o almeno ci provi si crea un buco enorme in mezzo al campo in cui avversari tecnicamente dotati sguazzano allegramente.
      Dire che ieri sei stato bravo a tenere lo 0-0 fino all’80° è delirante perché il risultato era assolutamente casuale.
      Quello corretto per quanto visto in campo fin lì doveva essere 4-1 per l’Inter.
      E allora, perso per perso, perché mai la devo perdere in quel modo miserabile?

    • c’è una cosa che dovrebbe essere sempre tenuta a mente e poi fatte tutte le considerazioni su schemi, allenatore, sostituzioni etc.: della squadra scesa in campo ieri tolti 3/4 giocatori, ve li elenco così è più facile: Mancini,Cristante,Lukaku e il quarto trovatelo voi…gli altri sono una manica di scarponi che Mou non avrebbe voluto per una sua squadra manco “aggritese”.
      Quelli che sono fuori rientreranno, prima o poi, ma per età, un paio, cronici guai fisici gli altri due, sono dei jolly. Come sappiamo le squadre si fanno programmando un ciclo, al termine del ciclo di Mou questa proprietà, questi pseudo tifosi della ASRoma, che in tre anni e sei sessioni di mercato hanno combinato questo disastro, si ritroverà impossibilitata a finanziari attraverso la vendita di giocatori a causa degli enormi ingaggi in rapporto all’età ma una squadra da rifondare totalmente: portiere, difesa, centrocampo, attacco, allenatore, ds quest’ultimi a scadenza. Ma c’è ancora chi gli batte le mani, ai friedkin…e condanna l’allenatore..sapeste quanti rientri da Milano con il vento in faccia e la pia illusione di avergli fatto vedere però come si gioca a pallone…

  2. vista allo stadio,
    due squadre di livello diverso,
    come PSG-Milan.
    con 5 assenze ingiocabile.
    Il resto è filosofia.

    nota dolente, Zalewski sembra un debuttante.
    con tutto l’affetto, che involuzione.
    peccato.

    • zelaski va ceduto senza se e senza ma. punto partitva da 20 milioni hahahaha bella barzelletta. grasso che cola se ce ne fai 2

    • una prestazione del genere speriamo non si ripeta al derby.
      hai preso tutti infortunati lungodegentie quando hai avuto la possibilita’ di prendere, hai preso solo bidoni.
      a gennaio ho la sensazione questo intelligentissimo Ds , riandra’ in giro per cartelle cliniche e sconti.

  3. Bravo Pinoli, sono sufficienti confrontare jli esterni dell’Inter a quelli della Roma per capire che non è possibile giocarsela con un Inter concentrata, aspetto con ansia quelli che, è ma il Bologna , è ma il Sassuolo. Lasciate perde, tifate Di Francesco

    • se il paragone sono le squadre che hanno affrontato l’inter ci sarebbero anche pioli e italiano da prendere in considerazione

  4. alla fine, per quanto sia scarsa questa squadra e Mourinho sia avverso al gioco, ha organizzato la partita nel migliore e unico modo possibile, cercando di limitare i danni, in modo da rendere accettabile una sconfitta annunciata. Purtroppo lo sappiamo la società è povera e non può comprare ne migliorare, non a caso ricordo che tutti da mourinho a tiago pianto hanno detto apertamente e più volte, che questo è il massimo che la Roma può fare. Parole loro “i giocatori acquistati vengono qui proprio perché infortunati, o altro, altrimenti amdrebbero altrove. più chiaro di cosi …

    • I ‘Killers of the flowers Rome’ sono loro,i cinematografari dilettanti calcistici,ingabbiatori di sold-out,faccendieri di progetti-stadio irraggiungibili e piloti di voli pindarici con disastri annunciati.Ma tappetti rossi a costoro da parte di tifosi provinciali e gradassi.Piagnoni,è tardi!

    • ti vorrei ricordare che la società non è povera
      ma purtroppo non può spendere per gli accordi con l’uefa

  5. inutile aggiungere commenti: nelle coppe andiamo bene (a meno che non ci sia un arbitro contro) ma in campionato oltre il sesto posto non si va.
    abbiamo preso il pacchetto portoghese, e questo è quello che puo’ dare.
    se vuoi fare meglio in campionato, il motto è ” con mou e tiago pinto fino al 30 giugno”. poi stop.

    • Pollici sballati col vs. benestare.Società indifendibile; mettetevi gl’occhiali da sole anche voi.

  6. Come in tutte le cose della vita tutto è relativo e quindi la “Troppa” Inter è anche la conseguenza della pochissima o nulla Roma.
    Ieri sera forse per la prima volta in 70 anni ho provato una fortissima vergogna. Vedere quello che abbiamo visto è raccapricciante, umiliante con un tremendo senso di impotenza.
    Giocatori non eccelsi sono stati messi in mano a un allenatore che sembra non conoscere tutte le sfaccettature e le vie di fuga che il gioco consente.
    Gli riconosco solo l’intelligenza di aver capito la mentalità del tifoso e quindi la capacità di dirgli quello che il tifoso vuole sentirsi dire.

    • Hai detto bene è tutto relativo, questa stessa Inter a differenza nostra contro il Manchester City se l’è giocata alla pari, ha perso di misura ma ha fatto la partita. E non venitemi a dire che non c’è un abisso tra le due rose.
      Noi siamo partiti perdenti. È questo che non sopporto.

    • “per la prima volta in 70 anni ho provato una fortissima vergogna”
      Frasi di questo tipo fanno comprendere la falsità di certi utenti, sedicenti romanisti, in realtà solo PEGGIO DEI LAZIALI.
      Qualsiasi Romanista potrebbe elencare di getto almeno una decina di partite del passato, quelle sì, veramente vergognose…
      Sfido chiunque a dire, in tutta onestà intellettuale e calcistica, che ieri non avrebbe firmato per uno zero a zero brutto e sporco, ottenuto contro una squadra nettamente superiore…
      Ma siccome abbiamo perso (noi), allora arrivano i profeti der ber giogo…
      Non aggiungo altro perché sono tornato a casa da Milano alle 4 di notte e sono ancora un po’ provato…

    • Kawa ricordati di considerare l’età… se scrive un minorenne che segue l’ASRoma negli ultimi 3/4 anni difficilmente le troverà… anche se oltre al Bodo e i 6 cambi in una partita sono abbastanza vergognosi…
      guarda Franco, che avendo un pò più d’anni si ricorda i 5 della CL ma cmq non abbastanza da ricordarsi che con Rossella abbiamo vinto un par de coppette oltre a fare 5 anni di CL…

    • Ahò però da quando sei Senatore neppure saluti più 😂 sarò pure un umile tribuno… scherzo ciao Kawa, sono solo sciacalli senza più bandiera, neanche accostarli ai peggiori avversari, mercenari della merenda😂 ave Senatore.
      Forza Roma

    • A Romano quelli come te mi fanno venire il voltastomaco, io faccio parte dei soggiogati da Mou e sono fiero che il portoghese sieda sulla nostra panchina come il 99% dei tifosi che frequentano lo stadio che a differenza tua avrai visto 2 volte in vita tua. Continua a fare il laziale che ti riesce benissimo, manco te devi sforza’. A dimenticavo , come l’anno scorso, al pari dei pecorelcci, hai già indossato er pannolone e dovrai tenerlo fino al 22 maggio , me raccomando usa la cremina lenitiva.

  7. zalewsky e kristansen e qualche altro sono di categoria inferiore non possono fare i titolari in serie A si salvicchiano quando incontri le provinciali ma quando incontri le big il divario è impietoso vengono sovrastati in tutto

  8. Ieri “Mea culpa” inesistente, anche se hai avuto due giorni in meno di riposo, lo spettacolo era talmente mortificante che non esistono attenuanti.
    Tutto è vero gli arbitri, le federazioni, l’astio nei tuoi confronti da parte del sistema, il tempo brutto ma tu sei inguardabile.
    Ma i Friedrick hanno così tanti soldi che devono buttarli dalla finestra ?

    • Tutto vero Franco 65, con il Manchester city se la sono giocati alla pari, come è vero che contro il Real Sociedad ( già , proprio quelli che abbiamo eliminato lo scorso anno) sono stati presi a sassate per tutta la partita 10 volte peggio che noi ieri sera, con ripetute occasioni da rete e 2/3 legni colpiti (da dentro l’area, non con tiri da 30 metri come l’inda ieri sera) sculando il pareggio ad un paio di minuti dalla fine. Poi mi sembra di ricordare che loro fossero a pieno organico e sicuramente non hanno giocato dopo neanche 3 giorni dalla partita precedente.

  9. NO …LE ATTENUANTI NO!!!!!
    Vi prego, negli ultimi due anni, contro le prime 5c 14 sconfitte, 5 pareggi e 3 vittorie (di cui due abbondanti..)
    È sempre la solita storia: la rima entra in campo per non giocare, sperando di portare a casa lo 0-0, poi prende un goal e ovviamente non è in grado di tentare alcuna azione.
    Le statistiche dimostrano un “non gioco” che neanche il Verona mette in atto.
    E questo non è gioco difensivo, perché quello prevederebbe almeno il contropiede.
    È un non gioco che, oltre ad essere la morte del calcio, one dicevo in premessa porta pochissimi punti.
    Un’umiliazione a cui ci sottoponiamo almeno dieci volte l’anno.

  10. siamo una squadra senza gioco senza ritmo e soprattutto senza palle. troppi assurdi retro passaggi….esterni flaccidi e senza. iniziativa. Centrocampo mediocre e senza filtro. Unico che corre e lotta è Bove e ho detto tutto…..Cristante e Paredes lenti come Andrade. Squadra senza grinta e voglia di vincere, indegna del popolo che la ama.

    • Tutte balle! Unica verità:la ASRoma è inferiore almeno a 6 squadre di serie A.Alla fine la classifica dirà ancora questo.Giochi male o bene conta poco.Rassegnatevi o restate illusi.

    • Senza palle ? le sconfitte vi danno alla testa, se a questa squadra non puoi contestare un difetto è la mancanza di palle. aripiate.

    • Sì, ma secondo me il tipo di mercato che la Roma fa è legato a chi siede in panchina, oppure Pinto sarebbe un pazzo. La squadra è composta da giocatori di grande nome, però, siccome non puoi permetterteli grandi giocatori, quelli che c’hai sono grandi campioni che ad un certo punto della loro carriera hanno dovuto convivere con problemi che ne hanno inficiato la continuità. Prima molto raramente si puntava su profili di questo tipo. Ho l’idea che la società provi a dare a Mourinho una squadra qualitativamente di un certo livello, e già formati però poi quei giocatori sono infortunati spessissimo; per il resto si cerca nella primavera quei giocatori da lanciare che ti danno incremento di valore. FR

  11. La vera domanda è: per quanti anni ancora dovremo fare i conti con cerotti, giocatori a un quarto di servizio, pochi soldi da investire ,lega contro,classe arbitrale a sfavore? …continuiamo con riempire lo stadio o cominciamo a farci sentire davvero??? Ma tutta questa buona educazione ,questo servilismo nei confronti dei più prepotenti è perchè …? Non si hanno gli attributi? Ma che romanità è questa? Il benessere ha messo fine alla fame? Uno scudetto ogni trent’anni e ancora piangiamo??? La storia parla per noi signori. Smettere di piangere e cominciare a farsi sentire e ad acquisire un po’ di potere nooo? Che strategia della mutua è quella di non parlare mai? Mi verrebbe da dire per fare i fatti ma…dove sono? La conference ? Naaaa…non basta…Roma Liverpool reclama una seria rivincita non ci si può accontentare di così poco. Ma che capitale d’italia è questa? Ma davvero si può riuscire ad andare avanti ancora con sogni e barzellette ?…A già aspettando lo stadio …ma va va!

    • andrea non riesco a capire ..scusami. se friedkin parlasse la roma di mou giocherebbe alla guardiola? ti barrichi per 100 minuti e la colpa è del “palazzo”? boo!! non sarà forse per questo che non vinciamo mai? attribuire mai a noi stessi la non capacità ma a alieni fantasmi asini volanti ecc ecc?

    • i conti con i cerotti li faremo fino a quando i gli altri conti saranno sistemati e potremmo spendere, solo per aver speso in totale 20ml per Lukaku ci hanno tolto due giocatori dalla lista uefa se sfori un po’ di + si arrivano 30 mln di multa e estromissioni dal europa.

    • Saresti stato più contento ieri a subire un 7 a 0 affrontandoli a viso aperto? Se questi non hanno più benzina il mister lo saprà oppure non riesce nemmeno a fare i conti con questo? Forse la roma vince pochissimo perchè gli altri sono più forti? si ma perchè sono più forti? Perchè hanno rose di giocatori più performanti? …la domanda è : perchè il destino ci riserva sempre pochi soldi? …perchè abbiamo il terzo monte ingaggi e non funziona una cippa? Ci sono o ci fanno?..anche a Nairobi vorrebbero qualche soldo in più: si ma perchè sono poveri??? Perchè qualcuno magna più di loro??? Perchè la Juve è la signora del calcio italiano??? Stiamo assistendo forse alla costruzione di una Roam più forte nel tempo? Hai questa impressione? Se ingaggi un allenatore “incapace e ipertitolato allo stesso tempo la colpa è sua se gli dai giocatori disgraziati in salute? …e la proprietà cosa dice? cosa pensa? tu lo sai? Ah già ,sono andati a prendere Lukaku col loro Jet privato…( considerazioni generali)

  12. Manco il Cagliari avrebbe attuato una strategia simile , giochiamo con la paura addosso e proviamo a limitare i danni , e’ la mentalità dei perdenti, altro che scudetto al terzo anno….

  13. Primo tempo 14 tiri a zero per l Inter ma di cosa stiamo parlando. Ha avuto il coraggio di parlare di stanchezza e infortunati. Il giorno che questo cialtrone scomparirà sarà sempre troppo tardi. Una vergogna quello che si è visto

    • i mln che ogni anno escono per coprire i buffi ed evitare il fallimento visto che spendiamo + di quanto entra ed è il motivo per cui l uefa ci penalizza con l ffp? i 100 mln per uscire dalla borsa che ci costava 15/20mln l’anno chi ce li ha messi? il debito da 250 mln chi lo ha fatto? Preferivi il delamentis che ha aspettato il fallimento? Non avete capito che non si posso + mettere i soldi per fare mercato ma devi aumentare gli introiti e/o abbassare i costi della società iniziando dalla squadra e loro a differenza da chi è venuto prima almeno stanno cercando di fare una ristrutturazione societaria che richiede tempo + lacrime e sangue. Ovviamente possono anche fare manovre poco lecite ma non essendo ‘brand’ dovresti sapere da solo che a non ci fanno gli sconticini anzi è + probabile che ci fanno gli aumentoni

    • Che poveraccio che sei, hai aspettato la prima sconfitta contro la squadra più forte del campionato a paletti per vomitare tutto il tuo astio su mou, a Ciccio andò stavi er 41 maggio? pure te cor pannolone , a laziale !!!

  14. E’ impossibile rispondere alla domanda alla fine dell’articolo, non lo sapremo mai se non ci si prova. Questo qui era arrivato per portare la mentalità vincente, invece nella maggior parte degli scontri diretti ha portato la mentalità di una provinciale che non deve prenderle. Oramai ha talmente assuefatto gran parte dei tifosi che come parla e fa qualcosa ha ragione lui. Se ad un tifoso della Roma va bene che la sua squadra nei big match passi per una neopromossa allora non è della Roma. Nella mia vita ho visto squadre della Roma mediocri, non si arrivava oltre il piazzamento della coppa Uefa, ma almeno a fine partita eri si dispiaciuto ma contento di essere della Roma. Ieri ero avvilito, arrabbiato, mi tocca sentire tifosi che dicono: “vabbe ne abbiamo preso solo uno”. Una bella mentalità da Champions, da grande squadra veramente…

  15. un po tutte le squadre hanno giocatori ai box ma solo per noi ogni volta è motivo di scusare il nulla calcistico (gioco) che persevera da tre anni. alla domanda che il buon forini pone alla fine dell’articolo rispondo ponendone un’altra che penso sia lecita fare: Sassuolo e Bologna hanno un organico così superiore alla Roma di poter giustificare la nostra scelta, ormai sistematica, di non giocare le partite se non quello di difendere ad oltranza? se si allora il mr si dimetta subito perché per lottare per un decimo posto ci vuole altro

  16. Non è possibile avere 5 esterni/terzini del genere. Se il tuo gioco si sviluppa sulle fasce, è inutile inseguire Sanches, Paredes, Aouar e compagnia cantando, perché tanto ti bucano sulle fasce. Lukaku a me piace, ma il problema non sono i vari Lukaku/Abraham/Belotti… il problema è che non gli arriva mai una palla rasoterra da buttare dentro.

  17. a parte ieri è possibile che tutti non menzionano la vergogna di Genova?….. quattro gol? ve li ricordate o fate finta di dimenticarvene? cesaroni se si perde anche il derby che direte????
    #mourinhoout
    #pintoout

    • Ci sono persone che la menzionano quella partita, anche quella con la Salernitana in cui Candreva sembrava Garrincha e quella di Genova dove l’islandese sembrava Alberto Tomba per come faceva slalom tra i nostri birilli, mettiamoci anche quella di Verona. Solo che è inutile perché oramai cioè che dice l’oracolo è legge, per ogni cosa trova la scusa e tanti tifosi gli vanno appresso.

    • oramai la maggior parte dei tifosi ha la sindrome di Stoccolma con il portoghese e se malauguratamente dovessero andare male anche le prossime partite staranno lì a credere qualsiasi palla racconterà lo strapagato portoghese. Siamo in mano al Wanna marchi degli allenatori

    • Oscar io c’ho la sindrome di 2 finali in 2 anni, tu invece c’hsi la sindrome der pannolone ,.piuttosto che tifa Morinho speri che la Roma perda, pensa che mer..a che sei.

    • Ales il cercopiteco con evidenti difficoltà nella comprensione del testo è riuscito nell’impresa di scrivere 9 righe.
      Oggi festa grande nella gabbia, noccioline a go go.

    • Caro Oscar quello che hai scritto si capisce bene, sei un poveraccio che odia Mou e frustrato come sei attacchi il 90 % dei tifosi della Roma che non la pensano come te negando i risultati evidenti del portoghese. Sei il classico Laziale mancato che tifa contro la propria squadra per avere una soddisfazione.

  18. E’ inutile cercare il pelo nell’uovo ,parlando di tattica o di strategie di gioco per la partita di ieri al Meazza. Se gli esterni (da anni ormai,non da ora) sono quelli che sono (imbarazzanti) ,l’unico modo di giocare è di stringere gli spazi ,sacrificarsi coi raddoppi e tirare a campare. Se la Roma avesse giocato a viso aperto contro l’Inter,avrebbe fatto la fine del Milan ( 5 a 1).
    D’altro canto anche con la tattica difensiva adottata ieri sera da Mourinho,il risultato era scontato ( almeno per me ). La Roma quest’anno non può ripetere le imprese difensive dell’anno scorso,perchè gli mancano Matic,Ibanez e Smalling. Prima o poi il gol lo prende e allora è notte. E così è stato pure ieri sera.
    A centro campo Paredes gioca su ritmi sincopati.Impossibile chiedergli un dinamismo che non aveva già nella sua prima esperienza romanista ( 7-8 anni fa).Oggi come oggi schierarlo
    a centro campo è un lusso per la Roma.Ieri sera nella prima mezzora non ha strusciato palla. E’ ovvio che il suo posto è quello di Cristante ,affiancato a Bove (ormai inamovibile) e a Pellegrini ( non vedo l’ora che rientri). Auoar in pochi minuti ha confermato la sua pochezza,sprecando anche l’ultimo cross nell’area interista come un qualsiasi pedatore di provincia. In attacco ,c’è stato il buio assoluto. Pochi palloni ,tutti gettati a caso adlle retrovie,nessuna sovrapposizione da dietro ( che dovrebbero garantire gli esterni,di cui ho già detto). In queste condizioni ,Lukaku è sprecato.
    Se la Roma pensa di giocare le prossime partite con le squadre che le stanno sopra in classifica con la stessa arrendevolezza di ieri,rischia di archiviare precocemente la pratica campionato con un clamoroso fallimento.
    Urgono rientri al più presto ( soprattutto Smalling e Pellegrini) e a gennaio ,se c’è qualche milione da poter spendere ,un esterno che non sia uno scarto della premier Lik.

    • ahimè urge anche un altra tipologia di allenatore. ti ricordo lo scorso anno con il Napoli dove c’era smalling (colpevole del gol preso) eppure pellegrini (da tutti criticato) con medesimo scempio (il nostro non gioco) e risultato.
      la sensazione caro Zenone che quest’anno nemmeno settimi arriviamo ma già si comincia la tarantella, arbitri palazzo fantasmi alieni meteo avverso ecc

  19. Sicuramente siamo deficitari sulle fasce. Comunque Zalewski NON è un difensore, nasce trequartista, può fare l’ala . Stop. Se lo metti contro Dumfries che è il doppio fisicamente, e gioca nel ruolo lo sacrifichi sull’altare delle figuracce. In estate era necessario prendere un terzino sinistro, invece è arrivato Kristensen di piede destro (come Zalewski) ma non adattabile sull’altra fascia. Poi Mou si ostina a metterlo terzino sinistro Amen….

    • Disamina perfetta.
      Condivido e sottoscrivo!!!
      Il ragazzo è molto bravo dalla metà campo in su.
      Ma in questo modo gli si sta facendo solo del male.

    • Cor 3-5-2 nun è n’terzino, ma n’laterale de centrocampo. Quello che na vòrta se chiamava ala tornante. Fra er danese e Zalewsky, chi dovrebbe sta più comodo, è proprio er polacchetto, dato che è abituato a giocà come ala sinistra. Mentre invece quaa pippa fucilata de Kristensen è n’terzino classico da difesa a 4. Come Celik e come Karsdorp. Se vede quanno attaccamo, so tutti e tre imbarazzanti. Su 5 laterali che c’avemo 4 so terzini e uno e n’ala/trequartista. Quanno metti n’ragioniere d’azienda a fa er DS succede che t’esce fòri na squadra assemblata a la casso de cane.
      Vorrei scrive na tonnellata de cose su la società, pe passà a la squadra, pe poi annà finì ar coach. Ma ancora è prematuro, li conti se fanno a la fine…

    • Rispondo a Zenone.Se parli di Pellegrini a centrocampo al posto di Paredes hai già toppato.Se lo vuoi trequartista,devi rinunciare ai vari Dybala,El Shaharawy o alla seconda punta,Belotti,Azmoun.Se lo vuoi esterno a sinistra,lui non raddoppia mai e quindi sei sempre deficitario sulla fascia.Vogliamo parlare della difesa:tolto Manicini, altri difensori centrali efficaci non esistono,neppure il vostro acclamato,ripiego Cristante.Smalling ormai fa una partita sì e cinque no..Esterni bassi,veri titolari di livello alto, dove sono? Chi sono? Zalewsky è una mezzala ed è ancora acerbo.In mezzo l’unico degno del posto di titolare è Bove.Grazie a chi? Questo gruppo è da sesto/settimo posto, se va bene.

  20. Non ci sono scuse la partita è stata vergognosa, sembrava un tiro a bersaglio, senza idee di gioco, quando prendevamo la palla la spazzavamo, ma stiamo scherzando ? Se questo è il nostro atteggiamento contro le big stiamo rovinati, nemmeno una squadra di serie B avrebbe giocato così. Vergogna spero che Mourinho si dimetta pke mi sono stancato di vedere partite così oscene.

    • peppe a parte essere d’accordo con te aggiungo che lo stesso cristante ha ammesso che l’hanno preparata così alias difesa solo difesa fino alla fine per sperare in uno zero a zero. l’andazzo si era visto già dall’inizio con salernitana che ha preso un punto solo con noi fino all’esonero dell’allenatore e Verona. speriamo in un miracolo pre natalizio alias mou via prima di natale. poi arrivo decimo lo stesso ma magari qualche partita vedrò giocare a calcio assente da Roma da troppi anni.

    • Solo un provinciale può pensarla così, io non vorrei mai Conte sulla nostra panchina ma sicuramente non avrebbe fatto quella figura ieri sera. Ci serve un allenatore come negellsman, de zerbi, palladino, thiago Motta, gente che ci fa giocare a calcio e non a stare tutti dietro al centrocampo con la speranza che l’avversario faccia un errore per fare il contropiede.

  21. Oggi è dura pure per i Testimoni di Geova più accaniti. Troppo grande la differenza in campo per appigliarsi a qualsivoglia attenuante e risultare minimamente credibili, dal momento che non hai fatto che un tiro dentro lo specchio della porta se non al 70esimo, pur avendo un Lukaku che secondo me si sarebbe tagliato un braccio pur di zittire San Siro. Ennesima lezione di calcio da parte di Inzaghi, che ha messo in campo un 3-5-2 che va una favola, dove bastava vedere Bastoni e Pavard dove erano nelle azioni di attacco (col francese che grazie a Dio non ha i piedi da attaccante). Bastava guardare il movimento dei 3 centrocampisti, senza voler tirare in ballo gli esterni (i loro rispetto ai nostri sembravano i papà che giocano al campetto con gli amici dei figli) e la loro seconda punta (quante volte lo diremo che Elsha dall’inizio non serve a niente, mentre avevi Azmoun che non ha giocato giovedì?). Persino l’arbitro stavolta non è utilizzabile come alibi. Spero che arrivi presto giugno

    • Se vede che Inzaghi c’ha er poster de Conte in camera. E’ palese che è n’contiano d’acciaio. Applica er 3-5-2 come er parucca, paro-paro. Agonismo esagerato, pressing asfissiante, uso dei quinti de centrocampo in maniera perfetta…

    • Accorcia il calendario,togli l’inverno;così salti anche il mercato di gennaio.Tanto a Pinto non dice niente.

  22. La proprietà sembra abbia già le idee chiare sul che fare a fine stagione del mister e tutto il suo innumerevole carrozzone strapagato che si porta appresso.

  23. buongiorno a tutti.ieri sera ho evitato di commentare a caldo, perché altrimenti avrei solo offeso tutti. ho aspettato che passasse la notte, per capire a mente fredda se ci fosse qualche cosa di positivo nella prestazione di Milano. niente non ci sta proprio niente da salvare. ora penso na cosa, possibile che io tifoso arrivi a rivedermi la partita nella mia testa fino a che non crollassi addormentato come se a san siro ci fossi stato io a giocare, e loro magari di rientro a Roma saranno anche usicti per divertirsi. penso che in tutto sto circo di mediocrità gli unici a rimetterci siamo noi, e che sta squadra non ha un anima oltre che tantissime carenze calcistiche. non importa quanto si perde ma come si perde. chi vuole continuare a sostenere mourinho e sta specie di giocatori lo faccia pure, ma io da ieri sera penserò solo ed esclusivamente alla maglia. ed appena ci sarà da contestare anche il migliore sulla carta lo farò. oggi cel ho con tutti. a fine stagione spero che si prendano giocatori in primis sani e poi famelici. per il resto come faccio da 50 anni dirò sempre forza roma.

  24. I due giorni di riposo non regge come scusa. Leva Lukaku, Llorente e El Sharawi alla fine del primo tempo con lo Slavia che stai sopra 2-0 e ecco risolto il problema dei 2 giorni. Attaccare Maresca anche ieri è patetico, non ha indirizzato niente della partita, poi si lamenta se gli arbitri ce l’hanno con lui. L’aspetto peggiore di questo allenatore è questa sequela infinita di scuse che tira fuori da tre anni per giustificare prestazioni oscene, dove la colpa è sempre di qualcun altro e mai la sua.

    • scusa de che ? esemplicemente la vergogna della lega italiana . la vergogna vera so i presunti tifosi come te che pur di andare contro Mou so disposti a lodare i lotto, pensa come stai messo.

  25. la verità è che non abbiamo un centrocampo all’altezza. Gli unici buoni, Bove e Cristante, dovrebbero essere al massimo dei panchinari. Prendiamo la partita di ieri, mettiamoci Strootman Nainggolan e De Rossi e vediamo chi vince..per non parlare degli esterni, non dico Cafù e Candela, ma almeno Cassetti e Tonetto..Con questi che abbiamo non può esserci partita contro le grandi, soprattutto a viso aperto. Ieri, proprio nel momento in cui abbiamo iniziato a giocare un pochino creando una palla gol nitida, ci hanno fatto gol. Arriviamo al paradosso, che Mourinho dovrà sgridare per aver superato la metà campo perché proprio quando l’abbiamo fatto, ci hanno fatto gol e abbiamo perso..!

  26. Non sono stato sorpreso dalla nostra prestazione: immaginavo che Mou avrebbe cercato di difendersi più che offendere.
    Detto tra noi, con una rosa risicata e due giorni di riposo in meno ci poteva anche stare venire a Milano per non prenderle.
    Ma proprio perché meno riposati, non si capisce il perché di cambi tardivi. Potenzialmente anche ieri avevamo 5 cambi spendibili (Celik, Karsdorp, Aouar, Belotti, Azmoun) che se usati potevano non abbassare il livello e 4 dei quali sono stati utilizzati solo quando siamo passati in svantaggio, dall’84’ in poi.
    Almeno i due esterni Cristensen e Zalewski andavano cambiati alla fine del primo tempo o al massimo entro l’ora di gioco.
    Prendersela col calendario il giorno dell’incontro mi sembra poco utile; certe giuste recriminazioni andavano fatte prima, ma su questi argomenti l’attuale dirigenza della Roma ha un atteggiamento remissivo o una noncuranza inspiegabili.
    Piuttosto la partita ha evidenziato ancora una volta che avere una collezione di nomi in rosa di cui una quota sempre indisponibile non paga in campionato, dove serve continuità e giocatori sempre arruolabili.
    Potrà forse pagare prima o poi per gare secche (nelle Coppe) ma non per il nostro (nostro?) obiettivo che dovrebbe essere quello di tornare a primeggiare in serie A.

  27. L’attenuante del poco tempo a disposizione per recuperare dopo il match europeo c’è. Quella degli infortunati è relativa, perché Dyba e Renato si sapeva che sono fragili, Pellegrini pure se gioca non fa spesso nessuna differenza e Smalling non è un ragazzino e ci sta che possa avere problemi fisici. Ma aldilà di tutto, le due cose che non sono giustificabili sono: 1) la miseria del gioco; 2) la completa assenza della società nel difendere gli interessi deĺla squadra e del tecnico. Io almeno la vedo così.

  28. Non hai il cambio di passo a centrocampo, tutto qua. Non strappando mai automaticamente non allunghi mai l’ avversario costringendolo a correre indietro. Il problema è atavico da due anni a questa parte, la Roma è troppo bassa a cominciare dal portiere . La partita di ieri non è altro che la fotocopia di Bayern Leverkusen Roma. Solo che lì non hai preso gol e alla fine piangevamo di gioia. Si tifa sempre la Roma fino alla fine e oltre, però le prospettive sono quelle di un quinto/ sesto posto perché i punti per risalire devi farli con chi ti sta sopra ed a oggi , in questa situazione di assenze determinanti, appare difficile. Forza Roma.

  29. La domanda è una sola: quando finirà questo scempio? Perché il problema non è la gara con l’Inter, ma due anni e mezzo di non gioco. E cerchiamo di capirci: non si chiede un gioco spettacolare, ma un gioco funzionale al risultato. Se tu per 45 minuti l’unica cosa che fai è chiuderti in difesa, intercettare la palla e rinviarla alla viva il parroco, senza fare quattro passaggi consecutivi, le partite non le vinci, e alla fine manco le pareggi, come accaduto ieri. Direi che la misura è stracolma.

  30. Uno strazio per me guardare la partita di ieri sera fin dai primi minuti.
    E non e’ la prima volta.
    Quante volte li ho visto giocare contro le prime del campionato e non solo,cercando di svolgere a malapena il compitino rintanandosi dietro.
    Non e’ certo decoroso per il tifoso romanista assistere a questo scempio calcistico.
    Vorrei vedere in campo una squadra con grinta e che verticalizza e invece di tale atteggiamento non vi e’ traccia alcuna.
    Si potrebbe obbiettare che mancavano i soliti noti perennemente infortunati,ma allora i dirigenti della A.S Roma devono chiedersi del perche’ li hanno acquistati.
    Al tifoso romanista non interessa nulla di reduci calcistici e di attenuanti,vorrebbe vedere solo la propria squadra vincere.

  31. Se su 11 giocatori, ne hai uno solo teoricamente in grado di giocare dall’altra parte,di che vuoi parlare. Certo,le scusanti di Mourinho sono sempre più stucchevoli e un “signori io mi ritiro perché con questi non si va da nessuna parte” forse darebbe dignità al suo lavoro, di cui proprio non si vede il senso.Se poi si gioca per la conference ,lo dicesse chiaramente

    • Mourinho non può fare le affermazioni che piacciono a te.Il perché è ovvio e neppure discutibile.

    • Caro Lucio è l’operazione di partenza che ha portato Mourinho a Roma prima di fare la squadra che evoca gli anni 60 e il mago Herrera( una coppa Italia e un torneo anglo italiano).Un’ operazione nostalgia che si evidenzia sempre più chiaramente, condita con l’arrivo psichedelico di Dybala,piccolo Messi sempre in riparazione e con noi sempre più frustrati

  32. io continuo a pensare che la squadra sia costruita male e non da quest’anno.

    ovviamente c’è la questione di giocatori con nomi altisonanti ma su cui puoi contare raramente
    ma anche quella di una squadra che gioca con dei quinti scarsi e che non ha terzini per giocare a quattro

    hai anche buoni giocatori e quelli ti risolvono le partite contro squadre di piccolo cabotaggio, ma quando incontri squadre forti la nostra pochezza salta agli occhi

    peraltro, sono convinto che la Roma sia questo.
    perché quando hai giocatori che 2 su 3 sono rotti, quando giocano o stanno prendendo minutaggio o devono rientrare in partita, o stanno al risparmio per paura di farsi male in sostanza non entrano mai dentro i meccanismi della squadra

    al massimo offrono sprazzi di quello che erano e di quello che avrebbe potuto essere se..

    per poi rientrare mestamente in infermeria e nel frattempo giocano i soliti, sani, stanchi e con un tasso tecnico non da fuoriclasse

    i punti deboli della squadra li conosciamo
    Rui che non esce mai e rilancia corto
    kristensen, celik, zalewsky sono scarsi karsdorp poco meno
    i centrali non sono fuoriclasse. il miglior smalling lo è, perlomeno nella fase difensiva e sulle palle aeree, ma per il resto sono o lenti o leggeri o in fase di apprendimento
    cristante tutto quello che volete: non si ferma mai, da sempre tutto, è duttile.. è utilissimo in una rosa, ma ha dei limiti tecnici e non può essere lui il faro di una squadra
    paredes non è mai stato un giocatore dinamico ma nella squadra di ieri anche il miglior de Rossi avrebbe faticato…

    • Tutto vero, ti do ragione.
      Ma , ancora, la domanda è, perché almeno 10 squadre con una un 11 nettamente inferiore a quello della Roma di ieri va a San Siro e se la gioca e mette insieme almeno 4-5 occasioni pulite con una trama di gioco decente?? Hanno pure loro difensori scarsi esterni scarsi ecc. Anzi di più.

    • @fabrizio
      Perché non sono la Roma, che per nome, storia recente, ambizioni e allenatore, non induce a cali di tensione negli avversari.
      Ieri si affrontavano la finalista di champions e la finalista di europa league, non è come quando arriva il sassuolo;
      perché non hanno giocato 2 giorni prima;
      perché non hanno mezza squadra fuori (e quello degli infortunati per me non è un alibi, era un rischio che si conosceva e hanno deciso di correre, ma al momento è un dato di fatto: hai mezza squadra fuori).

  33. Si dice, eh ma con tutte queste assenze. Si dice..eh ma la rosa dell’ Inter è nettamente superiore che avrebbe dovuto fare l’allenatore di diverso?.
    Domanda: la rosa di tutte le squadre della seconda metà della classifica è superiore o nettamente inferiore all’ undici che aveva in campo la Roma ieri?
    E allora perché il tre quarti di quelle squadre va a San Siro e quantomeno gioca la partita e ha almeno 4-5 occasioni da goal pulite con una manovra fluida.
    Queste squadre hanno Lukaku in campo?
    Non credo.
    La verità è che con questo comunicatore non allenatore, questi hanno disimparato come giocare a calcio , quando hanno la palla non hanno la più pallida idea di cosa farci perché l’ordine è quello ed unico, buttatelo avanti e poi tutti di nuovo a coprire.
    Effetto gli avversari sono nella tua aerea 20 secondi dopo aver perso la palla.
    Film già visto con tutte le grandi e medie squadre del campionato da tre anni.
    Speriamo a giugno finalmente la cosa cambi ma purtroppo ci vorrà parecchio tempo per superare sto scempio, non puoi cambiare 20 giocatori, servirà loro tempo per ritornare a pensare come un giocatore di calcio e non uno in trincea.

  34. E’ da questa estate che lo dico, la società ha completamente sbagliato il mercato, affidandosi alla strategia dei parametri zero. Risultato abbiamo un team di giocatori rotti che possono fare mezz’ora ogni tanto.
    Che razza di obiettivi vuoi raggiungere?
    Dybala non gioca mai e se gioca 70 minuti puoi stare certo che la prossima la salta perchè se la gioca si infortuna
    Renato sanches gli paghiamo il soggiorno a Roma direttamente, forse Parigi non gli piaceva.
    Lukaku è un prestito a giugno andrà via decine di milioni spesi e non ti resta nulla
    Spinazzola giocatore finito
    kristensen più scarso di celik e karsdorp un mistero il suo acquisto un’assurdità il suo impiego
    Smalling ormai sul viale del tramonto altro rinnovo che non andava fatto
    non hai preso un portiere
    tutti gli altri mezze calzette.
    La società non deve nascondersi dietro il fpf, deve dire chiaramente non vogliamo investire un cent nel reparto tecnico sperando di pescare il jolly dalla primavera.
    Ma è una strategia che non migliorerà i conti abbiamo un monte ingaggi pesantissimo un valore della rosa nullo.
    Basta con le figurine compriamo giocatori sani

    • Alla fine di questa stagione, se non sarà centrato l’obiettivo champions, che al momento appare una chimera, gli accordi di “rientro” sul FPF diventeranno ancora più stringenti.
      Considerato che l’allenatore andrà via, dovremo ridimensionare il monte ingaggi in un mercato in cui ci troveremo con pochi giocatori vendibili e comunque a prezzi da discount e i prestiti non rinnovabili.

      Sarà quindi l’occasione per annunciare un ennesimo nuovo progetto triennale “per arrivare al top europeo e in italia”.

      Nel frattempo gli ultimi giocatori “investimento” presi sono stati Villar e Ibanez. Ormai Pinto o prende ragazzini per la primavera, da vendere bene che va a 4-5 milioni (che con il bilancio della Roma “ti ci attappi un dente…”) o parametri zero, ovvero giocatori che hanno fallito, per motivi fisici o di testa, e che si cerca di rilanciare, ma che, in un annata in cui le cose vanno storte, non si saranno rilanciati e quindi li vendi, se li vendi, a poco…

  35. INUTILE GIRARCI ATTORNO…

    Con un Mazzarri sarebbe stata diversa ieri?

    La domanda vera da farci sarebbe un altra: che valore da Mourinho alla squadra?

    Io guardo la partita di ieri come ho guardato Roma Inter di due anni fa in coppa Italia o fiorentina Roma dello scorso anno nella stessa colpa.

    Potrei continuare.

    Tralasciando aspetti tattici e tecnici più che discutibili, io parlo di ATTEGGIAMENTO, che non c’è.

    Da due anni a questa parte non c’è stata crescita.

    In nessun ambito tecnico, tattico e personale.

    Se rinunci a giocare, sei costretto poi a rincorrere e DIFENDERE PER 90 MINUTI è stressante e stancante, più che offendere per tali minuti.

    La Roma è stanca perché pensa prima a rincorrere, lamentarsi e difendere.

    Questa tattica in Europa paga, perché giochi contro squadre inferiori a te tecnicamente che fanno un calcio aperto, ma quando il livello si alza ti metti subito in posizione difensiva abdicando al gioco per non subire goal.

    Se non fai 6 punti tra lecce e Lazio, sei fuori dalla Champions e non venitemi a dire “il campionato è lungo”, perché la Roma NON HA la una struttura tecnico tattica che gli possa permettere di arrivare in Champions e di recuperare qualcosa.

    PS: preghiamo che ai sorteggi di Europa luege peschiamo squadre simili allo scorso anno, sennò potrebbe preannunciarsi una stagione nefasta, perché la strada sembra quella.

  36. Ci sono errori grossolani fatti nella costruzione di questa rosa ed a risponderne dovrebbe essere Thigo Pinto. Sembra che il direttore sportivo non conosca la propria rosa vedendo i giocatori che ha messo dentro e ciò non mi sorprende. Forse sarebbe opportuno studiasse i numeri dei giocatori che compongono la squadra per capire come agire piuttosto che fare operazioni a vanvera. Poi c’è il discorso allenatore che, almeno in campionato, non riesce proprio incidere in certe gare, anzi spesso sbaglia scelte. In ultimo la presidenza, direi fantasma, a cui sembra scivolare tutto addosso, a cui sembra andare bene tutto (tipo giocare a 48 ore dalle gare di coppa), a cui non sembra interessare il risultato ed ho detto tutto.

    • Io credo che alla proprietà non interessi proprio andare in champions perchè sanno di non poterla fare con questa squadra se non vuoi subire goleade epocali. L’ha detto anche mourinho tra le righe l’anno scorso. Quando gente di quel livello parla non parla mai a casaccio o senza sapere l’effetto di quelle parole.

  37. Facile a dire “tutti scarsi”. E’ il leit motiv da quando c’è Mou: quando si vince…allenatore fenomeno che spreme il sangue dalle rape. Quando si perde…è ma sono pippe. Diciamo la verità: QUESTI SONO GIOCATORI INVOLUTI, gli viene insegnata solo l’ostruzione, distruzione del gioco altrui, l’attesa. Non esiste uno schema offensivo, fino all’anno scorso si dava colpa alle punte, adesso c’è Lukaku eppure anche lui diventa nullo senza gioco. Abbiamo comprato la Ferrari per farla viaggiare nel traffico. Le giustificazioni Mourinho non le cerca solo con l’Inter, ma anche col Verona, con la Salernitana, col Genoa. C’è sempre un motivo nelle sue debacle, mai quello di non allenare la squadra. Perchè questa squadra non viene allenata a giocare a calcio, credo sia chiaro no?

  38. Il risultato inganna. L’1 a 0 è pure troppo stretto per l’Inter. La Roma è stata troppo rinunciataria. Una sola occasione è troppo poco. Poi con un pò di fortuna, ma a noi manca sempre, si poteva pure pareggiare visto che la rete l’abbiamo presa quasi alla fine, ma resta il fatto di una prova solo in chiave difensiva. Con l’Inter si può perdere ma la classifica visto l’inizio disastroso piange e questo non fa bene. Il 4 posto è lontano solo 4 punti ma se quando incontri le migliori giochi come a S.Siro diventa un miraggio.

  39. Mettere Zalewski (62 kg), esterno alto/trequartista su Dumfries (84 kg), esterno tutta fascia di ruolo e fisicamente dotato è assurdo.
    Torniamo indietro di 25 anni:
    chi avrebbe messo Montella su Weah?
    Arriviamo ad oggi:
    chi metterebbe Gnonto su Theo Hernandes?
    Domanda (da non esperto): se hai fuori mezza squadra e non hai esterni tutta fascia (perchè Zalewski non lo è), e devi difendere, perchè schierare il 3-5-2? Difesa a 4 no?
    Ho l’impressione che questa sia stata l’ultima partita di Zalewski con la Roma (almeno da titolare): i tifosi non lo perdoneranno, Mou lo metterà in castigo in panchina e a gennaio andrà via.
    Peccato 🙁

    • Che poi come si fa a dare colpa a zalewsky è un mistero…

      Giocatore che non centra nulla con il ruolo che sta facendo e messo alla berlina da un allenatore che parla tanto di “bambini” ma poi non ci pensa due volte ad esporli a difficoltà e situazioni complesse, proprio come il polacco.

      Mettere zalewsky su dumfries è stata una follia priva di senso senza logica.

      Non perchè l’olandese è roberto carlos e nemmeno hakimi per dire, ma un giocatore che pesa, come hai scritto te, 22kg di più ed è forse anche più veloce.

      Lo spalletti vecchia maniera ci avrebbe messo ndicka sopra bello stretto in marcatura come quando metteva juan jesus nella difesa a tre e mezzo.

      Questo vuol dire fare di necessità virtù, non come fa mourinho.

    • @lorysan, condivido al 100%.
      Dispiace che tutta la colpa ricada su sto ragazzo che, seppur ancora acerbo, ha fatto vedere buone cose.
      I problemi stanno da altre parti…..

  40. qualsiasi business che intraprendi presuppone investimenti che poi creano ricchezza valore patrimoniale ed innescano il circolo virtuoso.
    Questa società a parte il primo anno che investimenti tecnici ha fatto?
    Ha solo gettato fumo negli occhi della tifoseria con Mourinho con Dybala winaldum Sanches…

  41. Considerando il livello del campionato di questa stagione i punti che abbiamo sono quelli che meritiamo.
    Le ultime due gare di campionato hanno confermato che se si alza il ritmo gara la Roma e’ in difficolta’, questo e’ avenuto sia contro un monza in 10 e con l’inter che non ci ha fatto vedere la palla, poi che l’equilibrio di squadra ti permette di rallentare questi ritmi succede che con il monza appezzi un risultato perche’ a livello qualitativo di calciatori individuali la Roma e’ superiore al monza, quando invece incontri club che hanno il tuo stesso livello qualitativo, gli basta alzare il ritmo gara per mandarti in sofferenza di conseguenza soccombi, cosi ti ritrovi con 4 sconfitte ed una classifica da decimo posto.

    Se poi ci metti che da quando e’ iniziato il campionato devi rinunciare almeno a 4 – 5 calciatori necessari per le rotazioni dei titolari il risultato non puo’ essere differente da quanto finora ottenuto.

    Credo che la Roma a gennaio 2024 debba integrare in rosa almeno 2 difensori e due centrocampisti, oltre che dovra’ rigenerare l’intera rosa e velocizzare i ritmi, altrimenti sara’ una classifica come quella attuale cioe’ da decimo posto.

    Io la vedo cosi.

    FORZA ROMA SEMPRE.

  42. Se facevamo bene le prime 2 partite avremmo avuto un altra classifica e ammortizzavamo tranquillamente ANCHE questo “tipo” di sconfitta… purtroppo abbiamo capito che la “gestione portoghese” è fatta di alti e bassi, fortunatamente domenica scorsa si è vinto (sculando) altrimenti oggi si sarebbe aperta l ennesima “mini crisi”… a mou tocca NON sbagliare l appuntamento del 12 novembre, DIVERSAMENTE, se ne po’ anna’ affxncxlo DEFINITIVAMENTE.

    • Questo si sapeva dall’ inizio, ma se lo dicevi ti avrebbero risposto che ti lamentavi dopo due partite.
      Invece i risultati con Salernitana e Verona sono stati sanguinosi per l’ intera annata.

    • Ciao Paolo, il problema risiede nella condizione atletica, purtroppo e da inizio campionato che la Roma e’ in ritardo di condizione ed i risultati negativi sin qui ottenuti sono il frutto di prestazioni atletiche precarie, oltretutto tempestata di infortuni muscolari frutto di una preparazione a mio avviso sbagliata anche perche’ molti di questi infortuni per troppi calciatori sono agli adduttori.

      Sottolineo un particolare importante, la Roma compensa la scarsa rapidita’ con la qualita’ di palleggio che ha nei propri calciatori, questo genere di gestione gara poteva essere espresso 40 anni fa con un calcio giocato sui 60 metri.

      (Liedholm ne era maestro e asseriva che se eri in possesso di palla per l’80% della gara l’avversario aveva solo il 20% di possibilita’ di farti gol, ammesso che poi sarebbe stato capace di relizzarlo).

      Oggi come oggi si gioca mediamente sui 40 metri, la rapidita e’ fondamentale, ed anche chi non ha qualita’ riesce a rimanere in gara, tutto questo deve essere sorretto da una condizione atletica rapida e ottimale, altrimenti ti ritrovi contro un genoa che ti surclassa, un monza che ti crea difficolta’ in 10, un milan e un inter che non ti fanno vedere palla.

      Purtroppo questa e’ la Roma, quindi fino a quando sara’ in grado di fare possesso palla correra meno rischi, mentre se la conduzione gara sara’ intrapresa dall’avversario di turno con ritmi alti per noi ci saranno solo risultati infelici, al massimo si potra’ aspirare ad un pareggio o come avvenuto contro il monza porta’ palesarsi il coniglio che esce dal cilindro, ma solo per il fatto che hai calciotori che hanno un’abilita’ individuale e menomale che qualcuno lo abbiamo ancge noi, pero’ mi viene spontaneo affermare che se vivi di speranza campi disperato.

    • Ciao Umbe, la tua disamina mi piace, dal tuo punto di vista è ineccepibile però mi trova concorde SOLO in parte perché mi sembra un voler costruire un alibi al mister… La ROMA GIOCA MALE, PUNTO. E, IN QUESTE OCCASIONI, quando l avversario è un pochino superiore, PERDE MALE, c è poco da gratta’ li specchi… io NON SONO contro il mister a prescindere, ANZI, LO RINGRAZIO per aver riportato ENTUSIASMO in una piazza da troppo tempo depressa (basti solo pensare al sold out di agosto 2022 con lo Shackhar in amichevole) PERÒ, questo non mi copre gli occhi su TUTTO quello che non va… in più mettici pure il nervosismo che serpeggia in campo per ogni caxxata tra i nostri giocatori è lo scenario “perfetto” è servito… NON VA BENE, NON VA BENE NIENTE…. IL 12 novembre è lo spartiacque, fallisci lì, anche basta.

    • Paolo, la mia analisi mette sotto accusa Mourinho ed il suo staff.

      La mia sottolineatura e’ proprio la mancanza di idee tattiche in quanto il solo palleggio andava bene ao tempi di Liedholm, il calcio attuale si gioca mediamente su 40 metri, i piu’ bravi ovviamente con piu’ qualita’ e rapidita’ lo giocano a 30 – 35 metri di campo.

      Io oramai vedo solo gare dalla tv , ma e’ sbbastanza facile capire che nel primo tempo da Llorente a Lukaku c’erano 40 metri di spazio, questa e’ una disposizione data da Mourinho per non essere pressato allo spasimo.

      Se tu guardi il secondo tempo l’intef fa pressione fino a ridurre gli spazi di giocata spesso Lukaku si trova dentro i 30 – 35 metri ed e’ li che la Roma entra in soggezione e non riesce piu’ a trovare linee di gioco e spazio di palleggio, mentre l’nter punta gli esterni fino a quando non raggiunge l’esito del gol, prova a contare quanti palloni dal 65° all’81° ha messo dentro Di Marco, li hai la risposta delle negligenze di squadra, Lukaku e El Shaarawi sono stati spinti ad arretrare schiacciando la squadra sono diminuiti gli spazi di palleggio e l’inter ha aumentato l’aggressione sul portatore di palla quindi recuperandola e ripartire con velocita’ con cambi di campo e profondita’ sugli esterni, praticamente li ci hanno ammazzato in quanto Mourinho ha continuatp a far gestire la gara con il palleggio esasperato invece di allungare la squadra la farla accorciare.
      Praticamente Inzaghi ha dato una lezione di calcio a Mourinho e’ inutile che Mou se la prenda con la lega con l’arbitro, con il campo, Mourinho deve saper fare autocritica e ad avere un piano b non puo’ puntare solo sulle qualita’ individuali e di palleggio, per stare in campo ci vuole coraggio e non sapere aspettare che il tuo avversario commetta errori, lo devi indurre all’errore ma se attacchi indietreggiando quello e’ un’altro sport.

      Se noti tutti gli avvesari che affrontano la Roma l’attaccano sempre a palla scoperta questo vuol dire che sei fuori tempo, quindi fuori condizione e la colpa e’ di chi ti prepara cioe’ di Mourinho ed il suo staff.
      E’ un problema collettivo mentre qualcuno pensa che sia individuale.
      I primi difensori in una squadra che si rispetti sono gli attaccanti, sempre se sono supportati da centrocampisti e difensori e questo deve essere reciproco, ma se questi TUTTI oltre a non offendere non difendono il risultato sara sempre quello visto ieri sera.

    • Paolo questo problema non lo risolvi se vinci contro la spazzie cisono altre 36 partite che danno gli stessi punti.

      Anzi se ti aspetti qualcosa da quella partita, mettiti con l’anima in pace, quella s’ l’unica partita fove non c’e’ pronostico.

      Noi tutti sappiamo che e’ da vincere ma non e’ l’unica da vincere, io volevo vince anche ieri sera, ma se non giochi o non tiri in porta e’ difficile che fai gol

  43. E’ sembrata una partita di inizio stagione (Luglio) tra una squadra di serie A e una rappresentativa di TAGLIALEGNA…….di che parliamo ?? Se neanche con il miglior allenatore e il miglior centravanti si riesce a fare una figura degna allora…..

  44. Il problema non è il risultato, abbiamo perso tantissime volte a Milano, ma la prestazione. Ti sei consegnato dal primo minuto all’avversario, sembrava un allenamento attacco contro difesa. La cosa che dovrebbe far riflettere è che non c’è stata neanche la reazione dopo il gol subito, avevi dieci minuti dove potevi caricare a testa bassa, magari prendevi il secondo ma almeno ci provavi.

    • infatti è così, ma poi dico sti ca@@o di passaggi all’indietro sempre e comunque che sono…nessuno dei centrocampisti si propone e daje a fare io passo a te e tu a me dietro, sbagliando oltretutto..mhà

  45. Che l’Inter sia più forte non c’è dubbio ma scendere in campo con un atteggiamento arrendevole non ci sto. Io sono stufo di vedere la Roma non giocare in questo modo, se è finita solo 1-0 è solo per fortuna.
    Eh però Mourinho c’ha fatto fare due finali Europee e sti cazzi aggiungo io.
    Tanto con lui o senza di lui non si vince nulla. A parte la Conference league la coppetta dei disperati.

    • @lucio

      gne gne, gne. Appena si tocca Mourinho arriva il commentino stupido del “tifa Lazio”.
      Ma vergognati tu!

    • ROmanista e basta, se hai 15 anni ti giustifico, se invece non li hai sei semplicemente della Lazio Manco sai che vor di tifà per la ROma, manco sai cosa vuol dire arrivare in 2 finali Europee di seguito in 2 anni, di cui una vergognosamente rubato e che tu disconosci come fanno i tifosi della ss formellese. CHe tristezza di tifosi, meno male che non frequenti lo stadio ne te ne il 100 % di quelli che parlano come te su questo forum, state a casa in poltrona è il vostro posto.

  46. Per me la colpa non è di nessuno, l’inter ha giocato Martedì noi Giovedì e inoltre stavamo senza smalling, Dybala e altri gia è tanto che non ne abbiamo presi 4.

  47. Sposto l’ attenzione su Napoli e Milan, sembrava quasi una partita di premier, bella da vedere , veloce, con spunti da una parte e dell’ altra. Non a caso anche il Milan ci ha fatto una testa tanta. Perché noi vittoria o sconfitta che sia siamo condannati al piattume ed alla lentezza totale? Le partite della Roma sono brutte ,c’è poco da fare.

    • Meno male che anche tu hai visto la partita, andavano a velocità tripla rispetto a noi. Avrai sentito anche i fischi a fine primo tempo, nonostante il Napoli sia in Champions e campione d’Italia. Solo che noi romanisti non possiamo fischiare perché il mago di Setubal si adira, ci ha fatto fare 2 finali e la Roma prima di lui non ha una storia…

  48. Regà, nun è robba de allenatori, ma de organico. Io me ricordo che cor poro Fonseca, che da bravo “giochista” se la voleva battajà a viso aperto, li big match erano già finiti ar trentesimo der primo tempo co n’passivo de due – tre pere a zero. La talanta de Gasp ce faceva vedè sempre li sorci verdi. So anni che famo campagne acquisti de m€rda, se comprano giocatori sconosciuti e imbarazzanti. Quelli famosi so a prezzo de saldo pe motivi che sapemo. A’ vecchia guardia è composta da giocatori che ne la Roma che vorrei nun farebbero manco li panchinari, ma le terze linee. Er futuro sarà pure peggio, perché hanno sottoscritto n’accordo capestro co la UEFA. Sai quanti Kristensen c’aspetteranno ner futuro?

    • Nico hai ragione, nessuno dice che ieri dovevi vincere, ma neanche fare quella figura. Non hai la rosa di Milan, Inter, Napoli, Juventus ed ok ma la rosa per battere Salernitana, Genoa e Verona si. Oppure per te no? quando i giocatori sono quelli che sono ci vuole la mano del tecnico, che con schemi ed atteggiamento cerca di limare i difetti dei calciatori. Tu questo lavoro da parte d Mou e tutto il suo staff lo vedi? si critica l’atteggiamento, il sassuolo ed il Bologna non sono più forti della Roma eppure se la sono giocata, una ha pure vinto.

    • Ma dai, è chiaro che è un problema di organico, Sassuolo e Bologna, che hanno rispettivamente vinto e pareggiato a Milano, sono letteralmente rimpinzati di fuoriclasse…

    • il contratto capestro decade se Friedkin vende la Roma agli arabi. Io spero e prego che accada il più presto possibile, così non può più andare avanti.
      La Roma deve essere venduta agli arabi o ai qatarioti, basta con gestioni americane o europee senza finanziamenti….

    • a Nì, però cor poro Finseca ce sto a arrivà sesto o settimo pe’ tre anni di fila…nun ce posso stà co’ uno che prende 7 milioni l’anno, o no?

    • la talanta che organico ha? Da quanno c’è er vituperato carbonaro pija a pizze QUASI TUTTI… (prima o poi) EPPURE, in cinque anni, nun è che hanno avuto in formazione Messi, Neymar, Mbappe’ Holland, Bellingham, Vinicius, Lewandoscki, Leao ecc ecc… HANNO IL GIOCO, L ORGANIZZAZIONE, GLI SCHEMI, LE VERTICALIZZAZIONI, I RADDOPPI, I CONTROPIEDI 5 CONTRO 2 (CINQUE CONTRO DUE) NOI ste cose se le sognamo perché QUELLO c ha paura…😏

  49. e così ci ritroviamo a fine ottobre a dover sperare nell’Europa…
    sulla coppa Italia non ci conterei troppo visti i precedenti

  50. Nel 3-5-2 gli esterni dei 5 devono coprire tutta la fascia, cioè crossare e difendere come fa Di Marco per intenderci. Ma se giocatori così non ne hai ne devi mettere due sulle fasce e rinforzare il centrocampo con un altro giocatore (centrocampo è la chiave di ogni squadra forte). In pratica devi giocare con 4 dietro, ma sembra che qua sia impossibile anche solo pensarlo.

  51. A tutto c è un limite. Così si perde senza dignità. Sempre scuse : Auar, Azmoun,, Belotti, Kardstop,,Celik erano stanchi? Purtroppo ormai con Mou nel bene e nel male non si cambia atteggiamento e, sinceramente, non mi piace più

  52. Quello che per me è inaccettabile è che si vuol giocare con 352 dove gli esterni sono l arma in piu e per 3 anni non si comra un esterno che sia un ESTERNO gente raccapezzata vedi kristensen , che tra l altro andrebbe lanciato sulla corsa se gli dai sempre la palla da fermo te la rida sempre indietro esattamente come kardsrop che ha i piedi meno fucilati , di la l unico + spinazzola ma non fa piu di 3 partite e ci si mette un ragazzino che è penoso che potrebbe giocare in serie b , a sto punto era meglio vinha perlomeno fa il tersino , pero e li rimprovero la gestione a Mourinho , CAMBIAAAA mettiti come diceva spalletti la difesa a 3 e mezzo sposta ndika a sx cnetrali mancini e liorente e kardsrop a sx o celik , e aggiungi un centrocampista , santa miseria , giochi contro una squadra che ha due esterni devastanti dimaco e dumfries e ci metti zelewsky e kristensen?? allora te la cerchi

  53. A proposito de Kristensen; Ve ricordo che Pinto lo stava pe’ comprà, du anni fa, dar Salisburgo pe’ 15 milioni. Messaggio pe’ le “bimbe de Tiago”….

  54. Provate a togliere all’Inter l’equivalente di questi giocatori Dybala, Pellegrini, Renato Sanches, Smalling e Spinazzola. È ovvio che sarebbe finita diversamente. Quello però che ormai ha stufato è la mancanza di idee e coraggio del tecnico. Secondo me non solo non vale quello che guadagna ma non merita di mangiare il panettone. Se ieri ci fosse stato un Claudio Ranieri in panchina pagato 1/2 milioni l’anno secondo voi avrebbe fatto peggio?

    • ma scusate eh, stiamo dicendo che Bologna e Sassuolo sono superiori alla rosa della Roma senza quei 5? Come hanno fatto a non perdere a San Siro? Non sarà un problema di mentalità per caso?

  55. Una domanda, ma non di potrebbe pagare questo famoso buffo del fpf? Sarebbe più logico, facevi un anno arovinato ma poi potevi spende…

    • non è un problema di buffo è un problema di bilancio tanto entra e tanto puoi spendere e non ti puoi auto sponsorizzare ad libitum…almeno non tutti

  56. Sempre scuse, sempre a caccia del colpevole di turno. Se pensi di essere tecnicamente inferiore all’Inter te la giochi sull’agonismo…..pressi a tutto campo sin dall’inizio, con la speranza di rubare palla nella trequarti avversaria ed impostare un’azione degna di nota, eventualmente ti chiudi in difesa gli ultimi venti minuti. Se inculchi l’inferiorità alla squadra sin dall’inizio, se imprechi contro tutto e tutti, iscriviamoci al campionato di serie B. Basta! Sempre forza Roma

  57. Mourinho e’ consapevole che questa Roma arrivera’ 7/8 in classifica e l’unico modo per essere la quinta Italiana ad entrare in Champions League e’ restare tra le prime 10 del ranking europeo .Quindi, si punta esclusivamente alla Europa League.La cosa oramai e’ palese!

  58. FORSE NON è BEN CHIARO AI PIU, ieri non hai giocato male (il che è un complimento) perchè ti mancavano i giocatori, ma perchè, come detto da cristante e fine gara, mourinho la aveva preparata cosi: resistere per poi segnare verso la fine.

    Testuali parole di cristante.

    Vi pare una cosa normale UNA COSA SIMILE?

    Esattamente quello che disse tahirovi: “mourinho miglior allenatore difensivo… mentre alla Roma eravamo un blocco basso senza palla. L’idea era quella di dare loro la palla, tanto da quaranta metri non possono segnare”.

    Alle volte sorvoliamo su certe cose, ma cristante e tahirovic, come se ce ne fosse bisogno, ci dicono chiaramente che a mou di esaltare i singoli non importa nulla, se non che difendere perchè nella testa del portoghese la roma è una squadra di basso livello che farebbe fatica a difendersi con una difesa a 4, ecco perchè gli esterni di centrocampo sono terzini che formano una difesa a 5 e il baricentro è bassissimo lasciando la palla agli avversari.

    Mou in ogni top team andato ha sempre giocato a 4, quasi mai a 3.

    Gli esterni di fascia, i giocatori di tecnica come aouar, paredes, lo stesso pellegrini tanto criticato da me e compagnia cantanti, in una struttura di gioco cosi sono penalizzati e non di poco.

    Ripeto, potremmo fare una lista lunga come la divina commedia dei problemi tecnico tattici della roma, ma cristante e tahirovic ci dicono chiaramente cosa e chi è il problema di questa squadra.

    La roma non rischia praticamente mai la giocata come come i terzini (perche questo sono) che spingono mai senza palla in profondità per chiari dettami del mister, il centrocampista come paredes che si limita al compitino per assenza totale di movimenti, i centrocampisti incatenati in movimenti tattici difefensivi (cosa centra aouar nella roma è un mistero) e cosi via.

    LO VADO DICENDO DA ANNI, mourinho limita la roma tatticamente e tecnicamente.

    Lo dicono anche i giocatori tra le righe, inutile parlare di singoli.

  59. Credo che il piano gara contro l’Inter sia stato buono, la pecca dell’allenatore qui è non aver cambiato passo al 70esimo, nel secondo tempo, quando stavi ancora 0-0. Era il momento di cambiare qualcuno, provare ad affacciarsi nell’area avversaria e chissà, negli ultimi 15 minuti provare a vincerla. Invece non ha fatto i cambi e ti sei arretrato sempre più finché non hanno fato goal. In ogni caso no si può giudicare la stagione della Roma, la squadra e la rosa da una partita con l’Inter tenendo anche conto che noi avevamo 4-5 titolari infortunati e abbiamo giocato la precedente partita 48 ore dopo i nerazzurri. Sono altre le colpe di questa stagione (Verona, Salernitana, Genoa, Monza, ecc.): Adesso 6 punti nelle prossime due, Lecce e Lazio, sennò poi è dura……..

  60. oggi i romanisti si dividono in due fazioni…
    quella che “mejo di cosi non si poteva fare”…
    e quella che “almeno ce la potevamo giocare”…
    io ovviamente sono per la prima per tutte quelle giustificazioni che non soddisfano gl’amanti del bel gioco come i 3 titolari Top assenti cronici e 2 giorni per preparare la partita (che poi è 1) contro la pretendente allo Scudetto (in casa loro), anche se non capisco come fanno ad essere primi nonostante abbiano diverse squadre che vanno li e fanno punti (Fabrizio afferma che almeno 10 squadre vanno a SanSiro a fare trama di gioco)…
    ieri Mou ha tutelato la fragilità di molti calciatori che se avrebbero provato a fare la partita avremmo preso una sicura imbarcata, vista la differenza tra le squadre, e avrebbe rischiato di far crollare quei pochi calciatori che riescono a giocare… un 4 o 5 a 2 avrebbe magari soddisfatto gli amanti delle palle gol, me compreso, ma avrebbe sicuramente buttato giù moralmente e psicologicamente calciatori e tifoseria, almeno quella che è ormai presente in 60000 allo Stadio…
    che poi, mi sembrerebbe evidente che se tieni botta (pieno de cerotti) ad un continuo assedio una trama di gioco e schema ci sia, altrimenti ieri ne avresti presi almeno 3/4, poi può non piacere, come a me, ma in questo momento devi tutelare prima la parte difensiva e poi sfruttare Lukaku… un pò come fece Ranieri quando sfiorò lo Scudetto con calciatori titolari che non sparivano per mesi…
    che poi, anche a me sono sembrate sbajate le scelte di Krist, Zale e ElSha, però non mi sembra che siano state scelte che avrebbero stravolto la partita…

  61. La società non ha interessi a costruire una rosa da scudetto perché costa parecchio. Se non gli faranno fare lo stadio se ne andranno e venderanno la Roma per quello che vale oggi, se invece glielo faranno fare la venderanno a molto di più.. Sono imprenditori non tifosi. Per vincere occorre una progettualità e degli investimenti mirati… Sono anni che assistiamo a squadre mediocri costruite per galleggiare e nulla piu, se arrivassero gli arabi non mi dispiacerebbe sono gli unici che spendono

  62. Il gol lo abbiamo preso all’82° quando avevamo tolto il “pullman” da davanti la porta e stavamo provando un pò a salire per provare a fare il colpaccio nel finale di partita, era stata preparata così ma era difficile lo stesso avendo 2 giorni di riposo in meno dell’avversario, oltre agiocare senza mezza squadra titolare contro invece una rosa al gran completo senza nemmeno un’assenza e con un arbitraggio comunque avverso. L’1-0 è arrivato infatti su una ripartenza, lancio di Asslani per Di Marco che ha avuto a disposizione una prateria, marcature a svariati metri di distanza perché la Roma si era sbilanciata, cross preciso per Thuram che l’ha buttata dentro. Per tutta la partita invece Lautaro Martinez era stato ben neutralizzato e nemmeno Thuram riusciva a segnare.
    Quindi, se la Roma avesse provato ad attaccare invece di stare solo a difendersi, situazioni come quella del gol di Thuram ne avremmo viste tante, avremmo rischiato di prendere gol anche da Dumfries e Di Marco oltre anche che da Lautaro, avremmo rischiato un’imbarcata che ci avrebbe mandati in completa depressione e senza avere capacità di reazione qualora fossimo andati sotto di 2 gol nei primi 10 minuti per via dei meno giorni di riposo rispetto all’inda, dopo mezz’ora la squadra si sarebbe trovata con la lingua di fuori.
    L’errore è stato non fare ulteriormente le barricate ad oltranza a 10 minuti dal 90° per salvare almeno lo 0-0 e di diverso, Mourinho avrebbe dovuto fare i cambi molto prima e forse partire con Azmoun titolare in attacco al posto di El Shaarawy che aveva giocato e corso parecchio giovedì sera.
    Poi, basta fare paragoni con Sassuolo e Bologna che con diversi punti in più rispetto alla zona retrocessione non hanno nulla da perdere e non hanno l’obiettivo di arrivare tra le prime 4 ma nemmeno tra le prime 7, quello significherebbe per loro fare la storia, perciò possono permettersi di andare a giocare lì in modo più spensierato avendo meno pressioni e piazze meno esigenti, se arrivassero anche dodicesime o giù di lì, quelle squadre avrebbero fatto un bel campionato. Invece da noi non funziona così, poi le squadre di alta classifica contro di noi, naturalmente utilizzano un livello di attenzione più alto rispetto a ciò che utilizzano contro le cosiddette provinciali che oltretutto giocano solo una volta a settimana e sono più fresche rispetto alle big che quando affrontano quelle squadre fanno anche turn over mettendo qualche seconda linea abbassando quindi un pò il livello rispetto a quando mettono in campo l’11 titolarissimo. Ecco perché il Sassuolo può permettersi di andare lì a giocare a pallone alla “o la va o la spacca”, gli può capitare di prenderne 7 ma non c’è problema oppure capita quella possibilità nella quale fa il colpaccio e vince 1-2.
    Il Bologna inesistente per la prima mezz’ora, sotto di 2 gol dopo un quarto d’ora di partita rimonta perché l’inda contro di loro allenta la presa pensando inconsciamente di aver già vinto anche perché la partita non è contro una big, magari fa un turn over e si mette ad amministrare in vista di un impegno di Champions oppure se aveva già giocato in Champions in mezzo alla settimana, il Bologna a quel punto non ha niente da perdere e se dovesse prenderne 5 non fa differenza ed osa, trova il colpo per dimezzare lo svantaggio ed il match cambia ma è più per colpa e demerito dell’inda di turno più che merito del Bologna.
    Se noi ne avessimo presi 6 o 7 di gol, qui sarebbe diventata una polveriera peggio di quanto è stata in altre circostanze.
    In quelle condizioni di squadra rimaneggiata e con 2 giorni in meno di riposo con una big che ci affrontava al massimo delle sue potenzialità, non potevamo permetterci di andare lì a fare fenomeniti e scoattate varie e bastava provare un attimo ad attaccare sbagliando un passaggio anche al limite della loro area o una respinta per prendere una ripartenza devastante con la squadra sbilanciata come accaduto in quel 3-1 per loro col gol di Dumfries tutto solo, centrale con mezzo campo di prateria dopo 13 minuti 2 stagioni fa, in un match dove eravamo sotto impietosamente di 3 gol.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome