Tutti vogliono Mou: ora anche il Brasile si muove. I dubbi dello Special One sulla Roma

38
1229

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Non solo il Portogallo. Anche il Brasile fa sul serio per Mou. Dopo aver incassato il no di Ancelotti e Guardiola, ora la nazionale verdeoro punta lo Special One. E prepara l’assalto.

Un intermediario, racconta l’edizione odierna de La Repubblica, partirà in queste ore da San Paolo. Sulla sua agenda, un solo nome: quello dello Special One. Il Brasile, la nazionale pentacampione ai Mondiali, vuole regalarsi un tecnico all’altezza della fama delle proprie stelle.

Ednaldo Rodrigues, il presidente della Cbf, la federcalcio brasiliana, ha deciso di prendere personalmente in mano il dossier e ha dato mandato a un potente agente internazionale di iniziare a tessere i rapporti e a sondare le disponibilità dei migliori tecnici al mondo.

Che nel frattempo deve dare una riposta al Portogallo: in patria parlano di un incontro tra Mourinho e la federazione fissato per il 26 dicembre, giorno però in cui il tecnico sarà a Trigoria per dirigere l’allenamento della Roma dopo i giorni di vacanza concessi per Natale. Lo Special One è rimasto in Portogallo per festeggiare con la famiglia e ogni giorno (si parla di oggi o domani) potrebbe essere quello buono per incontrare i vertici della federazione lusitana.

La Roma dal canto suo attende, forte di un contratto fino al 2024: da Trigoria fanno sapere che non accetteranno l’ipotesi di un doppio incarico. Resta tutto in mano a Mou, che in questi giorni si è trincerato nel silenzio e che potrebbe tornare a parlare con i giornalisti non prima del 14 gennaio, alla vigilia di Roma-Fiorentina. Le due giornate di squalifica prese dopo l’espulsione di Roma-Torino saranno utili a protrarre il silenzio e il deleterio gioco delle parti sul futuro dell’allenatore.

Le ultime settimane infatti hanno accentuato delle ruvidità tra il tecnico e il club. Perché Mourinho non è soddisfatto della crescita e delle ambizioni della squadra e della società. Dall’atteggiamento di alcuni giocatori, anche leader, fino alle possibilità economiche e alle risposte del club alle sue richieste di mercato. E per questo starebbe seriamente riflettendo sul suo futuro.

Fonti: La Repubblica / Il Tempo / Corriere della Sera

 

Articolo precedenteKarsdorp, il sindacato dei calciatori contro la Roma: “E’ mobbing”. Ma il terzino gioca…
Articolo successivoSegnali di crescita. E ora la Roma riparte dal 4-2-3-1

38 Commenti

  1. Si dirà che il giornale Repubblica è fazioso e sono d’accordo (lo è anche a livello di cronaca politica, e pensare che una volta era il mio quotidiano di riferimento), ma come si dice “a pensar male non si fa mai male”. Che sia cosi ricercato ci credo poco (visto anche il suo ingaggio) e effettivamente credo che preferisca il calcio quotidiano che ogni 2/3 mesi. Però avrebbe un vantaggio, allenerebbe solo campioni, cosi come piace a lui.

    • Io invece penso che dare il doppio incarico a Mourinho, non sia un danno di immagine ma un modo per dare libero sfogo al tecnico e alle sue velleità.
      Parliamoci chiaro, i Friedkin stanno mettendo tanti soldi nella Roma, e li ringraziamo per averci liberato da Pallotta: dopo 61 anni, hanno portato un trofeo internazionale, dopo più di 10 anni, un trofeo in bacheca. E questo, dopo il primo vero mercato, è davvero tanto.
      Poi, però, ci sono le aspettative, la storia del tecnico, fatta di trionfi e trofei. Viene alla Roma, pensando di poter costruire una nuova realtà internazionale. E si ritrova impantanato in questa situazione, tra Fair Play Finanziario ed esigenze tecniche. I soldi sono stati spesi, in alcuni casi sono stati spesi male. Io, invece di prendere giocatori alla Frattesi, punterei più su un usato sicuro: Jorginho e/o Kanté a zero. Oppure, farei uno sforzo in più e prenderei Enzo Fernandez. Questi sono nomi da Mou, non Frattesi. Sarebbe un bel segnale anche per lui.

      Dargli la possibilità di allenare il Brasile, darebbe all’allenatore una motivazione in più: perché magari, con i verdeoro, potrebbe vincere qualcosa in più (questi profili, hanno fame di vittorie). Senza dimenticare l’aiuto che potrebbero dare alla Roma in fase di mercato, “spingendo” certi profili verso la Roma.

      Se vogliamo tenere il Mister, o i Friedkin aprono (ancora di più) il portafoglio, o gli concedono questa liberatoria.

    • ma lo sapete che pure a nazionale cinese giapponese australiana cadese sudafricana scozzese coreana e pensate anche se polo nord vonno mou!

    • Alcune considerazioni:
      1) i giornali sono faziosi però spesso ci beccano, come quando dicevano che la Roma voleva vendere Dzeko e tutti dicevano che erano bufale
      2) il doppio incarico, se Mourinho dovesse decidere di voler allenare una nazionale, alla fine la Roma lo dovrebbe accettare perché se se ne va Mou non vedo allenatori blasonati fare la fila per venire ad allenare la nostra Roma
      3) qualcuno dice che la filosofia del calcio brasiliano mal si sposa con quella di Mourinho. Può essere, ma magari anche loro si potrebbero essere stufati di fare spettacolo e vedere alzata la coppa del mondo dagli altri
      4) conoscendo Mourinho credo sia plausibile che lui non sia soddisfatto di questa rosa e conoscendo la situazione della Roma credo sia plausibile che i Friedkin non possano accontentare le sue richieste.

  2. È incredibile solo a noi….. quando è il mercato non è ancora aperto, siccome i soliti pipponi non ci danno tutti i calciatori già venduti, allora è l’allenatore che se ne và 😹😹😹😹😹
    tra poco Mourinho sarà chiamato a risolvere la guerra in Ucraina 🙀🤔😹😹

    • Poi peraltro il gioco di mourinho si sposa perfettamente con la filosofia brasiliana del calcio. Nazionale, quella brasiliana, che ha da sempre una predilezione per la difesa e l’attesa dell’avversario.

    • Scusami, io capisco la mentalità del tifoso…tu scrivi “solo a noi” quando, in realtà, veniamo da una prima parte di campionato in cui Allegri ed Inzaghi sono stati letteralmente massacrati dalla stampa, sulle loro panchine ci hanno messo di tutto, da Zidane al ritorno del figliuol prodigo Conte passando per Tuchel….

      E bada bene, nonostante tutto ci stanno anche sopra in classifica, e questo la dice lunga su quanto contano le shit storm della stampa, che in realtà servono soprattutto a focalizzare l’interesse e vendere…

  3. azioni di disturbo da parte dei giornalisti asserviti alle strisciate.
    Comunque l’unica voce serie è che la nazionale plutoniana abbia mandato un emissario allo staff di Mourinho per allenare la propria selezione planetaria ai prossimi campionati intergalattici.
    Mou ci sta riflettendo.

    • Sicuro d’ave’ scritto bene ‘r nickke?
      Pari deppiu’ ‘n lazziale cazzaro…
      C’È SOLO L ASROMA 💛 ❤️!!!

    • “Ecco un altro ☝️ che il 25 maggio 2022 non ha festeggiato”
      Ma perchè ci voleva il grande Mourinho per vincere quella stupenda coppa che ora si stanno contendendo nientepopodimeno che Fiorentina e Lazio ?
      E quante migliaia di tifosi festeggiarono il 10 aprile 2018 (ben altro livello) salvo poi denigrare pesantemente presidente e allenatore?
      Solo che Mourinho è INTOCCABILE questo ormai è chiarissimo.

    • Francomeno65,
      capisco la tua personale esigenza di difendere Ballotta… Io non ho la stessa pulsione nei confronti di Mourinho, né dei Friedkins, né di altri all’infuori dei miei fratelli Romanisti.
      Quella sera, a Tirana, mentre festeggiavamo, ne ho visti tanti con le lacrime agli occhi… gente di ogni età che piangeva ripensando, forse, alle tante delusioni subìte nei decenni precedenti… La Roma, finalmente, ha vinto, ha alzato la coppa al cielo d’Europa.
      Quelle lacrime, quella passione, è come se fossero le mie. Non permetterò a te o ad altri di sminuirle senza etichettarvi per ciò che dimostrate di essere: PEGGIO DEI LAZIALI.
      Purtroppo per te, quella sera, sulla panchina della ASRoma, c’era Mister José Mourinho, che è già entrato a pieno titolo nella nostra Storia. Fatevene una ragione.

    • Kawa62, datti una bella calmata e piantala di etichettare, xkè tu come noi qui dentro non sei nessuno.

      Franco65 non ha sminutito le lacrime ed il trofeo.

      Ha solo detto che Mourinho non è intoccabile

  4. Nel bel mezzo di una stagione fin qui non ricca di soddisfazioni, ste tarantelle sono deleterie per il proseguimento della stessa, mister 7 mln l’anno faccia chiarezza, perché le menti illuminate che popolano lo spogliatoio della Roma, non aspettano altro per accannare tutto e tutti, la società metta alle spalle al muro un po’ tutti, perché i primi a rimetterci i soldi sono loro, e a rimetterci il fegato siamo noi… credo che in una società tipo Real Madrid una cosa del genere non sarebbe mai successa, non credo che siano storie inventate, il silenzio di mister 7 mln l’anno, di solito prodigo di messaggi subliminali, (gambe incrociate, fogli bianchi, ect ect) ne sono la conferma. portate rispetto per i tifosi della ROMA.

    • Comparone…siccome sottolinei sempre la storiella dei 7 milioni l’anno,Mourinho se li ripaga e anzi ci fa guadagnare la Roma con tutti i sold out consecutivi dell’Olimpico ,che non si sono mai verificati nè ai tempi di Batistuta ,nè di Totti ,nè di Falcao.
      Oppure mi vuoi far credere che la gente ci va per vedersi Cristante e Mancini,i pupilli di Tiago Pinto?
      Ahò,nun ce se crede 😱

  5. Beh oramai è un allenatore che andrebbe bene solo per un torneo di tot partite… dove non devi insegnare gioco ( cosa che non è mai riuscito a dare a nessuna squadra ) ma devi vincere un trofeo.. in un modo o nell’altro dando una spinta motivazionale, poi con i campioni in squadre come Brasile o Portogallo.. qualcosa se inventano.
    Oramai è palese che non va bene per la Roma.. Anche se molti dicono: se non ci fosse lui non verrebbero campioni. Ma a che servono campioni se non giochi e arrivi cmq settimo..
    Vai Mou.. corriiii… non te trattiene nessuno

  6. Ah beh, Mourinho e il Brasile sono proprio il binomio perfetto, roba da battere quello di Dunga.
    Ce lo vedo lo Special a convincere Neymar a fare il terzino, come no…

  7. Ringraziamo la repubblichetta per i
    CALOROSISSIMI AUGURI DI NATALE.
    La bontà e generosità che traspare verso di noi è sempre lapalissiana e scevra di pensieri beceri.
    Uo che non so usare parole COSÌ PROFONDE mi limito a mandarliafareinkiulo per Natale, Santo Stefano, e via discorrendo per il resto delle festività…!!!
    FORZA ROMA

  8. ma che strano tutti adosso al bollito Mou,nessuno pensa a Spalletti ,Sarri,Simonetta allegri oppure ERCACCOLA no esiste solo MOU

    • Pensa che il Campionato del Mondo l’ha vinto il famoso, grande, special, pluridecorato SCALONI…
      Ch’avete gli occhi foderati de Mourinho…

  9. Prevedendo il futuro come sempre faccio,fra 4-5 mesi tutti questi denigratori di Mourinho,camuffati sotto nick riciclati di pozzanghera, saranno i primi a scrivere commenti di giubilo in suo onore.
    Sono essi gli Abbocconi, gli infiltrati e i rinnegati che popolano ogni consesso social e quindi anche questo;sono un effetto collaterale della medializzazione di massa.
    IO con loro mi diverto;guai se non ci fossero 😱

  10. e il grande friedlin che dice tutto ok? i campioni a mou quando nel 9887? ehhh ma friedkin ripiana i debiti aoo, i paletti uefa ao, er fair play aoo(solo pe noi ce sta) fumo,fumo negli occhi,famo,annamo ,dimo,spacxamo,ee proggettooi,famoo o staaadioo, ma campioni nulla,i grandissimi friedkin aoo,solo la maglia,forza ROMA

  11. Se fosse vero la panchina del Portogallo si può anche rifiutare quella del Brasile no

    I Friedkin prendessero subito il pallone al balzo.
    Che poi se tutto sommato ragionando bene, il calcio troppo baillato del Brasile, si sposerebbe alla perfezione con l’anti calcio di Mourinho, a loro serve proprio un tecnico così pratico, calcio rudimentale senza fronzoli

  12. Se Mourinho dovesse andarsene significherebbe che quanto illustratogli dai Friedkin in sede di approccio e poi contratto non si sarà verificato.
    D’altronde Mou (cosi’ come Dybala) nel corso della PRIMA conferenza stampa, disse che si era convinto a venire alla Roma proprio in virtù di quanto prospettatigli dai Friedkin.
    Il motivo del suo abbandono potrà essere solo questo.
    Non credo infatti che, se le cose stanno invece procedendo come da tabella di marcia, Mourinho si lasci sfuggire la sfida delle sfide: vincere, e tanto, a Roma.
    Non ce lo vedo uno con la sua mentalità dichiararsi sconfitto ed impotente di fronte a difficoltà, difficili, si, da affrontare ma non impossibili.
    E non credo neanche ad una questione di soldi da parte di chicchessia; no, se se ne andrà sarà solo perchè quello che gli avevano assicurato non è avvenuto e non ci sono all’orizzonte possibilità che si realizzi.
    Comunque, in ogni caso, noi saremo ancora qui, a tifare, come sempre. Magari aspettando un paio di anni ancora per tornare a vincere.
    FORZA ROMA!

  13. Mou prima di andare a Roma non aveva certo grandi top club che lo volevano. Adesso, vincendo una conference, lo vogliono Portogallo, plausible, e addirittura il Brasile. Chiedo per un amico: ma che ci azzecca Mou con il calcio samba?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome