Udinese-Roma, quando riprenderà il match? Tutte le ipotesi possibili: si deciderà dopo il Milan

16
423

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La partita tra Udinese e Roma è stata sospesa intorno al 73′, quando Ndicka si è accasciato a terra per un malore, toccandosi il petto e richiamando all’intervento lo staff medico.

Il difensore ivoriano è uscito in barella, cosciente e facendo un cenno di ok col pollice al suo allenatore. Ma né lui né i giocatori se la sono sentita di proseguire e dunque l’arbitro, d’accordo con l’Udinese ha decretato il rinvio della partita.

Il match dunque verrà ripreso dal momento in cui la partita è stata sospesa. Ma quando sarà possibile concludere la partita, che era stata interrotta sul punteggio di 1 a 1?
Sulla decisione della Lega Serie A sarà determinante l’esito della gara di ritorno di Europa League contro il Milan.

La prossima settimana dovrebbe essere esclusa come ipotesi di recupero, visto che la squadra di De Rossi giocherà già lunedì sera, contro il Bologna. Le semifinali di Europa League sono in programma il 2 e 9 maggio e se i giallorossi dovessero qualificarsi l’unica opzione disponibile resterebbe la settimana tra il 13 e 19 maggio, alla vigilia della penultima giornata di campionato e a una settimana dall’ultimo atto di Europa League, a Dublino il 22 maggio.

In caso di eliminazione contro il Milan, invece, potrebbero recuperare la parte finale della sfida contro l’Udinese già nella prima settimana di maggio. Un incastro comunque complicato in un calendario già fitto per la squadra di De Rossi che, oltre ai rossoneri, affronterà in serie Bologna, Napoli, Juventus e Atalanta.

Fonte: Skysport.it

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteVenditti: “A Udine lezione di civiltà e umanità, merce rara in un mondo spietato e violento”
Articolo successivoLIVE – Ndicka, la paura è passata: i medici escludono l’infarto. De Rossi e la Roma: “Sta bene”. Il giocatore resta in osservazione, la squadra fa ritorno nella Capitale (VIDEO)

16 Commenti

  1. Situazione veramente ingarbugliata, ma la unica cosa importante è che il giocatore sembra stare meglio ed è escluso l’infarto.

  2. La buona notizia è che per una ventina di minuti non sarà necessario fare turnover!
    Prendiamola a ridere adesso che le notizie su Evan sono rassicuranti…

  3. Applauso all’arbitro, giocatori ed allo stadio tutto, friulani ( in primis ) e romanisti. Certo siamo abbonati a ste cose!
    I ratti gufano e so potenti. Sospiro di sollievo x sto ragazzo , che mi ha fatto ricredere sulle sue potenzialità; riprenditi presto, Roma ti aspetta

  4. mi chiedo che senso ha avuto sospenderla, io avrei dato il triplice fischio al 71esimo. Tanto il recupero finirà per rispetto fra le due squadre finirà in pareggio, perché i 20 minuti finali saranno un amichevole

    • Manco pe niente, le partite durano 90 minuti, anche perché si è sospesa nel momento migliore per la Roma

    • nel momento in cui verrà recuperata, se all udinese servissero punti salvezza non farebbe la carogna la Roma. Pareggio e un punto a testa

  5. Ora che tutti abbiamo tirato un sospiro di sollievo, pensavo che questi 20 minuti da recuperare sono una mannaia. Perché dovremo farci un’ extra trasferta infrasettimanale non proprio agevole dal punto di vista logistico, ma soprattutto potremmo trovarli con il coltello tra i denti alla disperata ricerca dei 3 punti. L’ ideale sarebbe ci bastasse un punto per la champions matematica e trovare loro gia salvi e pronti per andare in vacanza, ma siamo la Roma, nemmeno considero questa ipotesi.

  6. Perdonate l’OT ma per fortuna sembra si possa tornare a parlare anche di calcio e manca l’aggiornamento della redazione sul 3d della seria A.
    Mentre seguivo con trepidazione gli aggiornamenti sul nostro Evan, in sottofondo ho pure visto Inter-Cagliari. E dopo i complimenti di rito a Mr Ranieri che sta compiendo l’ennesimo miracolo sportivo, mi pare d’obbligo segnalare la palese irregolarità del pareggio dei sardi, avvenuto con un assist di gomito di Lapadula per Viola (che poi fallirà pure la clamorosa occasione del gol vittoria).
    Per quanto nettamente involontario, Lapadula nemmeno sapeva dov’era il pallone, credevo che il regolamento vietasse espressamente di segnare o servire assist con un il braccio o la mano, e questo a prescindere dalla volontarietà del gesto. Il VAR invece ha fatto scena muta.
    Ovviamente nessun danno per l’Inter che vincerà tranquillamente il suo scudetto, ma per la lotta salvezza qualcosa non torna e magari uno potrebbe anche sospettare che si preferisca mantenere in A una piazza importante come Cagliari a discapito di altre.
    Sospetti ovviamente inopportuni nella limpida era di Gravina & Co, ma sapete com’è la gente…

  7. Ma quando la partita riprenderà, la formazione deve essere la stessa che c’era in campo quando il gioco è stato interrotto? Oppure possiamo riprendere la partita con una formazione completamente diversa da quella che era in campo?

    • Si congela la situazione al momento del fischio di sospensione, cambi e presenti rimangono quelli. Ovviamente i sostituiti non potranno giocare.

  8. Potrebbero farla recuperare lo stesso giorno di Atalanta-Fiorentina (come orario a partire dal 70′ di quella partita) per ridare una parvenza di regolarità a questo campionato.

  9. tirato un sospiro di sollievo per il ragazzo, resta il fatto che le due partite sulla carta agevoli di questo spezzone durissimo di campionato te le sei incartate… e anche se questa è ancora possibile vincerla, te la porti dietro con un peso extra…

    adesso, anche vincendo lo scontro diretto col Bologna, rimarrai comunque dietro seppure con l’asterisco.

  10. Sempre un lamento continuo, ti sei incartato cosa? Ma senza la situazione venutasi a creare , ma la stavi vedendo la partita?
    Stavi vedendo che eravamo padroni assoluti del campo e del gioco, e che l’udinese era alle corde?
    Ah già, noi dobbiamo scendere in campo dal 1 al 90 prendendo a pallonate gli avversari, perché sulla carta sono alla portata, certo, forse nei videogiochi e manco li può essere.
    A Lecce abbiamo giocato male? Vero.
    Ma ci sta un calcio di rigore, grosso come da Milano a Messina, a metà secondo tempo,che avrebbe cambiato il corso della gara, e il risultato finale.
    Quando si parla di avere toppato, facciamolo giusto il resoconto, non solo quello che conviene al proprio mulino

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome