UFFICIALE: Bove rinnova fino al 2028. Pinto: “E’ per profili come il suo che passa il futuro della Roma” (COMUNICATO – VIDEO)

63
1292

AS ROMA NEWS – Ora è ufficiale: Edoardo Bove ha rinnovato il suo contratto con la Roma fino al 30 giugno 2028 e percepirà un milione di euro netto a stagione. Ecco la nota del club giallorosso:

L’AS Roma è lieta di annunciare che Edoardo Bove ha rinnovato il proprio contratto con il Club fino al 2028. “Questo rinnovo significa molto per me: sono entrato alla Roma che ero un bambino e ancora oggi mi emoziono nel ricordare il mio primo ingresso al Fulvio Bernardini’, ha dichiarato Edoardo. ‘Negli anni è cresciuta la consapevolezza del luogo in cui mi trovo e oggi desidero ringraziare la Società per gli strumenti che mi ha messo a disposizione e per l’opportunità di proseguire il mio percorso nella famiglia giallorossa”.

Cresciuto nel Settore Giovanile della Roma, Bove ha fatto il suo esordio in Prima Squadra il 9 maggio 2021 contro il Crotone. In giallorosso ha collezionato 66 presenze, con 4 gol all’attivo.

Edoardo incarna i principi che vorremmo sempre trasmettere ai ragazzi del nostro Settore Giovanile, perché indossa la maglia della Roma con senso di orgoglio e responsabilità in ogni momento della sua quotidianità, dentro e fuori dal campo”, ha commentato il General Manager dell’Area Sportiva, Tiago Pinto. “Assieme alle sue qualità tecniche, ha costantemente messo in luce spirito di sacrifico e devozione al Club ed è per profili come il suo che passa il futuro della Roma“. 

Congratulazioni, Edo.

Queste invece la parole del calciatore rilasciate ai canali social del club:

Cosa significa per te questo rinnovo?
“Per me che sono cresciuto qui significa tantissimo, è il dodicesimo anno che sono qui. Ricordo benissimo quando sono entrato a Trigoria e a volte, raccontandolo, è un’emozione forte che ancora mi tocca. Aver rinnovato è un’emozione che mi darà grandissima fiducia anche per il futuro. Sono davvero contento”.

Vorresti ringraziare qualcuno in particolare?
“Sicuramente la società, che mi dà la possibilità di continuare questo percorso che dura da una vita e lo fa sempre nel modo migliore possibile. Mi dà tutto, è davvero una grandissima emozione. Sono qui da 12 anni, ma ogni anno che passa è sempre un percorso di crescita che continua”.

Quanto è cresciuto l’uomo e quanto il calciatore?
“L’uomo è cresciuto di pari passo al calciatore. Sono entrato che ero un bambino, ora sono un uomo e man mano che si va avanti si acquista consapevolezza e ci si rende conto di dove si è e di quanto si è fortunati ad essere qui. Allo stesso tempo è cresciuto tantissimo anche il calciatore grazie ai mezzi forniti dalla società e alle persone di grande spessore qui presenti. Sono cresciuto tantissimo sia dal punto di vista umano sia tecnico”.

In cosa pensi di dover migliorare?
“Tante cose. In campo le cose più tecniche, una delle mie grandi doti è la mentalità focalizzata sul lavoro quotidiano. Credendo molto nel lavoro, dal punto di vista mentale sono sulla giusta strada. Mi sto rendendo conto che sto intraprendendo la giusta strada, mi fa piacere che la società punti su di me e si renda conto che ci sia ampio margine di crescita e un futuro su cui lavorare insieme. Questa è la cosa più importante. Quando un percorso viene condiviso da giocatore e società la cosa che accade è continuare insieme perché si è entrambi felici”.

Che consiglio daresti ad un ragazzo che si sta approcciando al calcio professionistico?
“Darei dei consigli dal punto di vista mentale. Esistono tantissimi talenti nel calcio dal punto di vista tecnico e fisico, ma per diventare calciatore serve una mentalità che va costruita nel tempo e allenata. Crescendo mentalmente si cresce anche fisicamente e tecnicamente, ma poi serve anche per curare il percorso e vivere al meglio. I banali esempi del non uscire prima della partita, di mangiare sano non sono cose superflue, fanno parte di un tipo di mentalità che poi porta a svolgere questa professione. Il mio consiglio è di lavorare tanto sulla testa e di lavorare ogni giorni per migliorarsi. Nel calcio è un attimo sia nell’eccellere che nello sprofondare verso il basso”.

Quanto ti hanno aiutato Mourinho, Pinto e i tuoi compagni in questo processo di crescita?
“Il rinnovo è anche merito loro. La crescita si è vista grazie alle possibilità che mi sono state date e alle persone che hanno creduto in me. Anche io sono stato bravo a cogliere le occasioni e a non mollare, ma devo solo ringraziarli perché mi sono serviti tantissimo”.

Alle porte c’è un mese ricco di appuntamenti importanti.
“Mese molto importante per noi, ma come lo sono tutti. La nostra mentalità è quella di guardare partita dopo partita e quindi il focus è sempre lo stesso. Abbiamo la massima ambizione e voglia di portare a casa i tre punti”.

Prossimo obiettivo personale?
“Consolidare la mia crescita, mi sento in continua evoluzione ma c’è sempre da migliorare. Questo è un lavoro su me stesso che voglio fare. Per quanto riguarda la squadra spero di vincere il più possibile con la Roma, è quello che ho sempre sognato da bambino. Lavorerò anche per quello”.

Che sensazioni ti dà entrare allo Stadio Olimpico?
“Uniche e difficili da descrivere. Quest’anno passiamo sotto la Curva Sud, è un’entrata particolare ma ancora più bella, ti dà una carica da brividi”.

Come procede la carriera universitaria?
“Bene, sto continuando a studiare. Procede di pari passo con quella calcistica. A breve avrò un altro esame e anche lì devi stare sul pezzo sennò non ti lasciano scampo (ride, ndr). La carriera calcistica è quella principale, però sono davvero onorato di poter fare questo tipo di doppia carriera perché non è banale. La maggior parte delle volte lo sport viene visto come ostacolo della formazione completa di un atleta, ma secondo me non è così e credo che debbano essere perseguite entrambe le cose perché si può fare. Nel mio piccolo cerco di farlo”.

Articolo precedente“ON AIR!” – CORSI: “Aouar e Sanches calciatori inutili”, LO MONACO: “Renato insofferente, serve più umiltà”, CARINA: “Il playoff? Non ci sono squadre da temere”, AGRESTI: “Col Bologna sarà durissima”
Articolo successivoULTIME DA TRIGORIA – Mourinho recupera Spinazzola, Mancini e Azmoun per Bologna (VIDEO)

63 Commenti

  1. Non voglio fare polemica trita e ritrita, ma giusto un milione x Bove (tanto ci sarà tempo x aumentarlo) e invece esagerati 4…5 milioni per chi è sempre rotto, inconcludente e porta pure la fascia di capitano…oppure altri che non sto qui ad elencare … ma ci siamo capiti…Pellegrini è un bravo ragazzo, ma non ha la cazzimma di Edoardo Bove che è un ragazzo pacato ed educato ma in campo dà il fritto, SEMPRE!

    • Pacato, educato, intelligente e ben istruito, che non guasta mai nemmeno in un giocatore di calcio. Ed e’ fisicamente integro e forte.
      A me Bove piace tantissimo, gli auguro una carriera splendida con noi e lo vedo come futuro capitano.

    • “Oh my Mou” prima di tutto… LEGGI BENE… mbuti e NON muti…
      Seconda cosa, ho semplicemente espresso un mio personalissimo punto di vista tra l’altro basato sui fatti e non favolette. Data la presente circostanza, il tuo commento infantile e soprattutto a membro di segugio, ti rende molto più pesante di quanto possa essere io… 😉

    • Proprio perché si è sbagliato in passato adesso ci vanno più cauti con gli ingaggi.
      In più abbiamo in casa un ragazzo con una bella testa, che in un anno o due con Mou esploderà.
      Se sbagliano anche quando la fanno giusta i Freidkin allora ditelo…

  2. Bene. Contento per Edo.
    Ma questo significa anche che l’altro “bambino”, Zalewski, andrà via a gennaio.
    Hanno sempre rinnovato insieme. Questa volta no.
    Vabbe, vedremo Zalewski in Premier.

    • In effetti Zalewski ha il contratto in scadenza NEL 2027, come non abbiano pensato a rinnovarlo è un mistero.

      Io davvero mi chiedo come facciate…..

    • No @anto, hanno (avevano) tutti e due il contratto in scadenza al 2025.
      L’ultimo rinnovo l’hanno fatto insieme nel 2021 e per entrambi estensione (perchè già tesserati) fino al 2025. Ora Bove 2028 e Zalewski 2025.

    • Aggiungo una cosa: a me una Roma con romanisti in campo piace.
      Sarò romantico o stupido, che ce volete fà…
      Ma se rimane Mou, cosa probabile, che continua a vedere Zalewski come terzino tutta fascia, allora è meglio che vada via, perchè non è un terzino. E lo sappiamo tutti.
      E’ una mezzala. E con la Polonia è sempre il migliore perchè gioca più avanti.
      Almeno, per il suo bene, per un giocatore a cui abbiamo voluto e vogliamo quasi tutti bene perchè era un nostro bambino, lo salviamo dal diventare “Florenzi 2”.
      E’ giovane e deve giocare nel suo ruolo! E sono sicuro che diventerà bravissimo nel suo ruolo. Lontano da Roma.

    • Si, anche io credo che questo sia un chiaro messaggio.
      Hanno fatto lo stesso percorso.
      Hanno esordito più o meno nello stesso periodo.
      Guadagnavano più o meno la stessa somma.
      Erano i due bambini.
      Ora si è deciso di puntare su uno e questo significa demotivare e demoralizzare l’altro.
      Fossi in lui andrei via a gennaio, chiedendo la cessione.
      Vorrei vederlo in premier come ala sinistra. Magari con l’Aston Villa.

    • giusto,
      ho sbagliato io. chiedo scusa.
      ma continuo a pensare le 2 cose non siano collegate.

    • RomanistaXcaso sono d’accordo con te.
      Anche a me girerebbero le pxxxe.
      Fossi in lui anche io me ne andrei.
      E se la società non vuole, mi comporterei come Zaniolo, a proposito di Aston Villa 🙂

  3. Ottimo!! Questo ragazzo a testa è come giocatore può ancora crescere.. Già adesso lo considero tra i frofili più importanti della squadra e per me dovrebbe giocare sempre! Forza Edo! Forza Roma!

  4. 3,2,1… “eh, però gli diamo troppo”; “ma non potevamo blindarlo a vita”; “ora Pinto per rinnovare lui vende tutta la primavera”; ecc. ecc.

    • “Perché indossa la maglia della Roma con senso di orgoglio e responsabilità in ogni momento della sua quotidianità, dentro e fuori dal campo”. Arrivederci a Karsdorp e Smalling?!

  5. Meritatissimo, contento per lui… sono le persone come lui che corrono per 3 e se li panchini non fanno un fiato che sono il tesoro dei tecnici.. ottimo 👌👌

    • no non credo.
      si solito si vendono quelli veramente che hanno fatto una comparsata. Bove è il secondo anno che gioca spesso. anzi quest’anno è quasi un titolare praticamente.
      non credo venderanno lui, almeno per un per un bel pezzo resterà alla Roma. è già inserito nella squadra, non è un Calafiori o un Sadiq

    • Picchiasebino, mi riferivo ai prossimi titoli, non che lo venderanno Forse sbaglio ma son quasi convinto che presto arriveranno le conferme di altri giovani. Pisilli in primis!

    • PicchiaSebino, secondo me sei mesi son anche troppi. Tra Leggo, Calzetta, Cds e Repubblica… Faranno a gara 🙂

  6. rinnovo meritato, questo sicuramente.
    un ragazzo che si batte e si sbatte, carente in tecnica individuale ma che ha due polmoni degni di uno che deve correre per tutti gli altri.
    se gli si affiancasse qualche centrocampista non allergico alla corsa, ne gioverebbe anche lui. mettici un Cahalanoglu vicino dal quale apprendrere l’arte del calciare il pallone, e ti può diventare un Frattesi. Ottima notizia il rinnovo.
    adesso però sotto con gli acquisti di gente integra e che non abbia paura di tirare da 30 metri. visto che lui stesso ha dimostrato che se tiri da fuori, il gol ci può anche scappare.

  7. Grandissimo Bove! Cuore, determinazione, intelligenza ma anche qualità.
    Questi ragazzi sono un nostro patrimonio.
    È per profili come il suo che passa il futuro della Roma ……. giusto Pinto, ma anche per profili come Faticanti e Calafiori ceduti troppo frettolosamente.

    • qualità?
      se Bove ha qualità, Barella è Steven Gerrard.
      Vege, ammiro il romanismo crudo, ma dire che Bove ha qualità è troppo anche se a dirlo fosse il padre.
      quantità sicuramente, ma la qualità alberga altrove

    • URlo, anche Almeyda ha segnato da centrocampo a Buffon, ma sempre due ferri da stiro al posto dei piedi aveva…

  8. Bove avrebbe potuto chiedere (ed ottenere) ben più di un milione, visto le cifre che percepiscono certi compagni di squadra, ma pur di legarsi alla Roma si è accontentato del minimo sindacale. Lo ripeterò fino alla noia, il futuro della Roma è legato ai suoi giovani, romanisti nelle viscere. Ieri sera mi sono commosso quando ho visto l’esultanza fanciullesca di Pisilli, un altro figlio di Roma, dopo il suo gol sotto la Sud.
    👏👏👏

    • “Edoardo incarna i principi che vorremmo sempre trasmettere ai ragazzi del nostro Settore Giovanile, perché indossa la maglia della Roma con senso di orgoglio e responsabilità in ogni momento della sua quotidianità, dentro e fuori dal campo”, ha commentato il General Manager dell’Area Sportiva!” – Zenone😎… “Coming out?”🙃😆

  9. A mio parere, un’ottima notizia. A noi servono giocatori bravi, è ovvio, ma anche veramente attaccati ai nostri colori. Esattamente come Bove.

  10. Guardate unomini di poca fede che volevano frattesi , bove è piu forte e di un bel po specialmente in fase di contenimento , il paragone è sicuramente errato e sbagliato ma io come un Derossi davanti alla difesa ,stile partite ieri .

    • Ottima notizia e sono d’accordo con te, secondo me è più forte di Frattesi. Quello che ho intravisto ieri è un signor giocatore e non solo per generosità.
      Cresce partita dopo partita e infatti Mou ieri gli ha dato le chiavi del centrocampo. E sono d’accordo anche con Zenone, poteva e meritava un contratto anche più importante ma questo dimostra il senso di gratitudine e attaccamento alla maglia, merce rara. La Roma ha fatto un grande acquisto con la sua conferma. Stravedo per lui.
      Daje Edoardo complimenti, continua così!

    • Per me Frattesi non è alternativo a Bove,è un coast to coast.
      Sarebbe stato il completamento del centrocampo,al posto di Trecciolone Sanches.
      Un trio Bove-Cristante-Frattesi sarebbe stato tanta roba.

    • JulienB
      Polmoni e cuore alla Tommasi, ma i suoi piedi e la visione di gioco sono molto di più. Sono curioso di vedere in futuro, per il momento ottima notizia il suo contratto.

  11. Ottima notizia, cominciamo a non dissipare i nostri talenti, aspetto conferme e prolungamenti per Zalewski, Pisilli, Pagano, e vorrei vedere in campo anche Keramitis .

    Daje young wolves

    • Sono d’accordo con te. Assolutamente.
      Ma nel 2024 servono altri 30 milioni di plusvalenza.
      Con chi li fai? Con Karsdorp, Celik?
      Per non parlare di quelli di ritorno (Shomu, Vina, ecc).
      Chi prenderebbe Pellegrini a 35 milioni. Ed Elsha chi so pija a 31 anni?
      E Spinazzola, tra l’altro in scadenza?
      E Aouar?
      Poi c’è Llorente da riscattare.
      Zalewski è l’unico che garantisce una buona plusvalenza secca. L’unico che può salvare la baracca.
      Con gli altri ci fai pochi spicci.
      Quindi prevedo Zalewski e Pagano in uscita, il primo a gennaio il secondo a giungo, dopo averlo mostrato in qualche partita già acquisita, come ieri.
      Mi dispiace solo di una cosa: non abbiamo mai visto il vero Zalewski a Roma. Abbiamo visto solo una versione del “ddo me servi te metto”.
      Un’ala sinistra impiegata per il 60% l’anno scorso come terzino destro. Ed ha fatto anche bene.

  12. il mio augurio è un prolungamento a 3 o 4 volte la cifra odierna tra un paio d’anni.
    Vorrà dire che sarà cresciuto tanto, a meno che non gli venga accordato sulla fiducia come è successo ad altri, fiducia non troppo ben riposta.
    Il suo milioncino è più meritato di quello del signor Bonaventura.

  13. ottimo giocatore romanista dotato di cazzimme….con una bella famiglia alle.spalle che io conosco….ragazzo dotato di cultura….che non guasta mai….

  14. Ho passato l’estate a dire che Bove è più forte di frattesi e ricordavo a tutti quanti che frattesi un goal in Europa league non l’aveva mai fatto. Oltretutto Bove ha fatto un goal in semifinale che è valso il raggiungimento di una finale. Tutto questo per dire che anziché un frattesi, visto che avevamo Bove, avrei preferito qualcun altro a centrocampo al posto di Paredes. Comunque felice per il rinnovo di Bove che in questi anni ha dimostrato abnegazione, sacrificio, rispetto per la maglia che indossa, educazione e soprattutto la testa giusta di un ragazzo già molto maturo per l’età che ha. Inoltre mi piace la serenità con la quale risponde nelle interviste, la tigna che mette in campo e la disponibilità a imparare dagli altri per crescere e diventare un top assoluto nel suo ruolo. Complimenti!

  15. notizia meravigliosa
    avremo ancora un Grande capitano Romano e Romanista.
    e forse dovremo ringraziare Mourinho anche per questo.
    FORZA ROMA SEMPRE

    • a riccà Nun cagà Er cà
      ho detto avremo
      futuro
      capisci l’italiano?
      Bove sarà molto probabilmente il futuro capitano della nostra ROMA.
      Romano e Romanista
      ho detto questo chiaro?!
      se poi tu vuoi discutere Pellegrini sei libero di farlo.
      ma Pellegrini ad oggi è il nostro capitano.
      FORZA Lorenzo
      FORZA Edoardo
      FORZA ROMA SEMPRE

  16. un figlio di Roma che diventa un titolare è sempre un orgoglio per tutti noi !spero che di bove anzi meglio di bove siano in procinto di essere titolari ne abbiamo di forti.Zalesky spero che rinnovi e si metta nella posizione a lui congenita a danno der magnifico che a questo punto meglio che faccia le valigie è ora che si mandano via gente con stipendi top che non sono top . Cmq complimenti a bove! che rappresenta parole più vere il sacrificio cosa che tanti non hanno un rosa a partire dal passaggio indietro karsdrop o a passaggio a du passi di paredes o tiro a virgola pellegrini .

  17. “E’ per profili come il suo che passa il futuro della Roma”.
    Condivido totalmente.
    Per me avere avuto nella Roma per tutta la carriera Totti e De Rossi vale più di qualche trofeo – ed é ció che rende diversa – unica ed invidiata da tutti gli altri tifosi la storia della Roma.

  18. Bove mi piace e sembra un bravo ragazzo, ma non é un giocatore titolare da Champions, tanto é vero che non risulta nessuna offerta dalle big europee per lui. 1 milione é uno stipendio esagerato per un giocatore da decimo posto

  19. Bella notizia il rinnovo di Bove, strameritato.
    L’ingaggio però doveva essere più alto, sarebbe stato più giusto quasi il doppio perché c’è chi prende molto più di lui per essere meno forte. Se penso che questo Pellegrini come ingaggio varrebbe meno di quello di Bove. Infatti sarebbe da vendere Pellegrini a gennaio e dare 2 milioni a Bove invece di uno.

  20. Ciao #Roma&Basta credo che più delle plusvalenze contino i costi generali, che non devono essere superiori a questo anno, cominciando con l’evitare di prendere giocatori in prestito per dinamiche di mercato (vedi Sanches), cedendo giocatori che non siano strategici per il futuro, anche ricavandone un piccolo gruzzolo. Il punto di svolta è la qualificazione alla champion, se non dovesse avvenire andrà ridiscusso tutto, a cominicare dallo stipendio dell’allenatore fino purtroppo a Lukaku. Ovviamente ci grattiamo tutti quanti, scenario peggiore, ma a questo punto dovresti per forza puntare sui giovani.
    FRS

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome