Ufficiale: Feyenoord-Roma, trasferta vietata ai tifosi giallorossi

50
1802

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi, ora arriva l’ufficialità direttamente dagli account social del Feyenoord.

Questo recita il comunicato del club olandese:

“A seguito della decisione delle autorità italiane di escludere i tifosi del Feyenoord durante il ritorno a Roma, l’UEFA ha ordinato al Feyenoord di non vendere biglietti ai tifosi dell’AS Roma per la gara di andata al De Kuip”.

Articolo precedenteRoma, ritiro pre-campionato a Singapore con torneo tra top club: l’indiscrezione
Articolo successivoCalciomercato Roma, due centrocampisti a scadenza nel mirino di Pinto per giugno

50 Commenti

  1. Rotto su Rotterdam! Peccato potevamo insegnarvi a mangiare con le posate Barbari! A presto figli delle signore in vetrina!

    • Però, onestamente, siamo stati noi per primi a vietare a loro di venire. Classica ritorsione.

    • Meio meio cosi prima ie menamo li e poi ie mettemo le chiappe in disordine qui all’olimpico e aaaaaaa casaaaaaaaaaaaa!

    • Però onestamente la trasferta a Roma gli e’stata vietata, perché sono stati loro per primi a minacciare di dare bruciare Roma, e visti i precedenti del 2015, e della finale dove sono stati bastonati dai poliziotti albanesi, vietare la trasferta a Roma e’stata cosa buona e giusta, quando scrivi “Però onestamente ” ricordale ste cose, e ricorda che la trasferta a Roma e’stata vietata dagli organi preposti all’,ordine pubblico. invece in Olanda dall’uefa, che non ricordo abbia poteri di ordine pubblico, quindi si tratta di ritorsione, vergognosa e schifosa.
      Cosa dobbiamo aspettarci in Olanda ? Anche l’arbitraggio contro?

    • Ma magari fossero dei Vichinghi! Sono soltanto una nazione di bottegai, cagnolini dei tedeschi.

    • Egregio Asclepiodoto, gli ultras del Feye sono una cosa, la storia dell’Olanda un’altra. Un grande Paese, con una profonda tradizione di grande tolleranza e apertura culturale. Quando da noi e in altre aree d’Europa non si potevano pubblicare libri vietati dalla Chiesa, pensatori e scrittori si rivolgevano agli editori di Amstelodami (l’odierna Amsterdam), perché in quella città quei libri si potevano tranquillamente pubblicare. Viva la grande tradizione olandese e abbasso gli ultras delinquenti di tutto il mondo.

    • Ma quali grandi vedute e tolleranza. Il commercio degli schiavi tra Africa e America l’hanno iniziato loro ed e’ stato loro monopolio per decine di anni. Lo scotennare i nemici uccisi, i pellerossa l’hanno imparato dagli olandesi. E se ad Amsterdam c’e’ più tolleranza, lo stesso non si può dire dell’entroterra, dominato, a detta dei miei amici olandesi, dall’ortodossia luterana.
      E per quanto riguarda la pubblicazione di libri, chiedi a Spinoza.

    • Per la mia conoscenza (limitata) sono gente di mexda. Molto meglio gli italiani (e ho detto tutto…) e nulla da imparare da loro (salvo l’ipocrisia, se interessa…). Ovviamente ci saranno le eccezioni, si parla in generale.

    • “Un grande Paese”

      Non esistono i “grandi Paesi” o i “grandi popoli”.
      Esistono grandi persone (e grandi bastardi) in ogni posto e popolo del mondo, e in ogni epoca.

  2. bene!in questo modo non si rischiano inutili tensioni in Olanda. Credo comunque che la Uefa lì diffiderà o li multerà visto che è evidente che sia una ripicca alla decisione del prefetto di Roma, dettata però da gravi precedenti avvenuti anni fa.
    Spero che non siano già stati venduti biglietti ai nostri tifosi altrimenti non so se rivedranno i soldi spesi…
    FORZA ROMA SEMPRE!

    • Lee, veramente è stata la Uefa a vietare la vendita ai tifosi romanisti, considerata la decisione del prefetto di Roma.

    • E’ la UEFA che lo ha ordinato al feye …almeno così c’è scritto…sulle inutili tensioni sono d’accordo, ma se devono venire qui a sfasciare tutto, poi le forze dell’ordine non possono far nulla, meglio che non vengono. Di conseguenza noi saremmo attesi al varco, quindi meglio così

    • hai letto il comunicato del Feyenord?

      La UEFA dovrebbe diffidarli per aver rispettato un ORDINE imposto dalla UEFA stessa?

      vabbè le barzellette… però…

      semmai la sopracitata organizzazione dovrebbe spiegare nel dettaglio le motivazioni di tale decisione, a meno che non ci sia nessuna motivazione se non “chi la fà l’aspetti gnegnegne”… come se la decisione fosse stata presa dall’AS Roma tralaltro…

    • Mea culpa, non avevo letto che è stata la Uefa a imporre lo stop alla vendita. Errore mio.
      FORZA ROMA SEMPRE!

    • “è evidente che sia una ripicca alla decisione del prefetto di Roma, dettata però da gravi precedenti avvenuti anni fa.” quindi non dovremo più far venire i tedeschi in Italia ricordando gli anni quaranta ?

    • Romano, tu però che ti riferisci a gravi precedenti di anni fa non se pò senti’. Qui si parla di minacce specifiche. Di soggetti che vonno veni’ a Roma solo per creare disordini e mettere a ferro e fuoco una Città. Continuare a difendere sta marmaglia dando in testa ai tifosi romanisti non è che vi rende speciali.

    • veramente c’è scritto che è la uefa ad aver ordinato il divieto di vendita dei biglietti. ma leggete solo il titolo o tutto l’articolo? (che poi sono tre righe)

  3. Va bene così… mi auguro però che mentre sono abbastanza convinto che i tifosi romanisti non partiranno sul serio, che lo stesso accada pure con quelli olandesi. Purtroppo i primi a non potersi muovere saremo noi, dunque, che loro partano indipendentemente dal nostro comportamento lo pronostico quasi sicuro!!!

    • Eh…bravo. D’altronde il divieto imposto ai tifosi del Feyenoord ha trovato ben poche voci dissenzienti anche qui, malgrado il sottoscritto e pochi altri abbiano cercato di ricordare cosa è accaduto in occasione di Napoli-Eintracht solo poche settimane fa.
      Ora il rischio che tu paventi io lo ritengo abbastanza probabile: difficile che qualcuno dei nostri si imbarchi per Rotterdam senza biglietto, la polizia olandese, avendone anche avuto esperienza diretta, è poco incline alle cerimonie, persino in caso di minima infrazione, e a volte addirittura in assenza di queste.
      Mentre le orde barbariche batave hanno già potuto saggiare la mollezza e l’impreparazione delle nostre, con piacevole conferma dai fatti accaduti a Napoli.
      Dubito invece che i nostri solerti funzionari addetti alla tutela dell’ordine pubblico abbiano appreso la lezione, mentre intanto ancora si sfoglia placidamente la margherita in attesa della nomina del prefetto.
      Le premesse per un altro disastro ci sono tutte…

  4. Logica conseguenza. Certo se devono venire qui a fare la guerra hanno fatto bene a decidere di non farli venire, tanto ci rimettiamo noi come al solito, dico come città, ed è chiaro poi che non possiamo andare là perchè ci aspetterebbero al varco.

  5. Oltre il danno (Barcaccia) la beffa!
    Loro i Selvaggi e noi i mazziati.
    Ma quando inizieremo a farci rispettare?
    Le nostre forze di polizia (che notoriamente hanno palle da vendere) dovrebbero essere lasciate libere di agire come sanno e vogliono (vorrebbero???).
    Spero nel nuovo corso politico e nella fine del perbenismo di facciata bigotto ed ipocrita!

  6. I costi per consentire a qualche migliaio di tifosi olandesi di “assistere” alla partita sarebbero stati enormi e da sommare ai danni precedenti. Grazie, meglio senza.

  7. A lee te vojo bene ma se leggi come si deve e l’UEFA che ha ordinato di non vendere i biglietti ai tifosi giallorossi, quindi che ripicca e .FRS daje annamo a vinceeee

  8. Comunque sia, non abbassare la guardia.
    Vigilare lo stesso.
    Possono venire come turisti, in viaggio con la famiglia.

    FRS💛💗🐺

  9. Mentre noi romanisti ci asterremo da andare in Olanda c’è il rischio che qualche tulipano decida di venire lo stesso a Roma. Quindi occhi aperti a quegli addormentati delle forze dell’ordine italiani.

  10. Cioè, loro fanno i casini e noi paghiamo….se questa è giustizia. Noi non andremo ma loro che restino nella nebbia di casa loro! C’è qualcuno che ha buona memoria,famo a capisse.

  11. Vista la palese difficoltà dello stato italiano a garantire la pubblica sicurezza, viene negato il diritto di libera circolazione ad un cittadino Europeo..
    Per ripicca o giusta conseguenza del divieto italiano, viene reiterato lo stesso diritto ai sostenitori giallorossi.
    Questa è l’aspettativa della civiltà europea.. ??
    Queste sono le “regole” Europee..!!
    È questo che i ns “Quirites” ci hanno insegnato..??
    Cosa saremo se la storia non avesse dato Roma all’umanità…??
    L’esercito romano avrebbe garantito la pubblica sicurezza senza sbavature, oltre 2.000 anni fa’..!!
    Sciaccuatevi la bocca o voi quando parlate di Roma e dei Romani..!!!
    S.P.Q.R.
    W Roma ❤️❤️ tutta la vita..!!!

    • Per ogni diritto c’e’ un dovere. Se i cittadini hanno diritto alla libera circolazione, devono garantire che non ci siano incidenti. Questo gli olandesi non solo non lo hanno garantito ma, al contrario, hanno promesso che avrebbero messo Roma a ferro e fuoco. Quindi hanno rinunciato ai loro diritti. Ma, dirai tu/ direte voi, hai visto con l’Eintracht…. Appunto, se ‘sti facinorosi riescono a fare cagnara pure quando li banniamo pensa se gli apriamo la porta e li facciamo entrare.

    • stingray..
      dovere del cittadino è conoscere e rispettare le norme..
      È dovere dell’organo dello stato (forze d’ordine) controllare e reprimere quando questo viene meno…🤷
      Ma, qui (Italia) non siamo in grado…

  12. La motivazione è assolutamente ridicola e spero che la Roma faccia un ricorso veemente.
    I barbari, fino a prova contraria, sono loro, non i tifosi Romanisti.
    Vietargli la trasferta era un atto dovuto visto i signorini sono recidivi, colpire la nostra tifoseria lo trovo assolutamente ingiusto e discriminatorio.

  13. Io penso che sia tutto concordato.Complici per mettere insieme questo teatrino in modo che nessuna tifoseria vada in trasferta. Altrimenti l’uefa che potere giuridico avrebbe sul divieto di trasferta per i nostri tifosi….nessuno. E visto il silenzio assenso….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome