Ufficiale: la Roma e Mauro Baldissoni si separano anticipatamente (COMUNICATO)

80
3426

NOTIZIE AS ROMA – La notizia era nell’aria da settimane, ora arriva l’ufficialità: Mauro Baldissoni lascia la Roma. Questo il testo del comunicato appena apparso sul sito asroma.com:

L’AS Roma e l’avvocato Mauro Baldissoni comunicano di aver risolto anticipatamente il proprio rapporto di lavoro. Conseguentemente, nel pomeriggio di lunedì, Baldissoni ha rassegnato le proprie dimissioni, con effetto immediato, dalla carica di consigliere e vicepresidente della Società, nonché da tutte le altre cariche da lui detenute nelle società da essa partecipate oltre che nelle altre società del gruppo NEEP Roma Holding SpA.

Baldissoni è entrato a far parte della Roma nel 2011 ed è stato nominato Direttore Generale nel luglio 2013 sotto la presidenza Pallotta. A febbraio del 2019 ha assunto la carica di vicepresidente esecutivo, con il compito di guidare il processo di approvazione dello Stadio della Roma.

La Società intende ringraziarlo per la sua dedizione instancabile sia verso il club sia, negli ultimi anni, verso lo Stadio della Roma e augurargli il meglio per il suo futuro e quello della sua famiglia”.

80 Commenti

  1. speriamo sia il primo di una lunga serie.
    la roma deve tornare in mano a gente che la conosce.
    rudi voller, totti, de rossi, boniek, rocca e nela sono solo alcuni dei nomi che spero tornino nella dirigenza

    • So’ boni giusto per un ristorante a tema, un album di figurine nostalgiche o un museo delle cere.
      L’unico capace, Voeller, non se lo sogna nemmeno di lasciare la Germania.
      E poi basta co’ sta storia che gli ex giocatori devono far parte in eterno della società per diritto acquisito, esistono anche altri profili, magari anche un filo piu capaci.

    • totti era il “pirla” che disse no a pastore , si a ziyech
      gente come lui va solo ascoltata quando si tratta di pallone

    • Questo era inevitabile,chi c’era prima è chiaro,non ci può essere dopo, però io non ho ben capito chi sarà il nuovo staff dirigenziale.
      Baldissoni via,Calvo pure ho letto, Longo sta per andare, alla fine resteremo con Fienga tutto fare e basta.
      Vedo una ricerca continua che parte da Totti a direttore sportivi stranieri, ma le idee chiare ci sono, ma non sarebbe stato meglio presentarsi già con un Ds, un marketing,con dei ruoli strategici già assegnati, così mi sembra veramente buttare un anno solo per costruire la struttura societaria

    • Un conto è parlare di giocatori e di calcio, un conto è sostituire chi si occupa di affari amministrativi. A questo punto prendiamo pure Aldair e mettiamo a redigere il bilancio. Tanto, l’importante è essere romanisti ed essere stato grandi calciatori.

    • Di certo non sentirò la sua mancanza. Adesso spero sia il turno di fienga. Mo’ per tutti gli amichetti suoi in giro per la radio e per i giornali si fa dura. Senza nessuno che gli dice cosa dire e cosa scrivere.

  2. Eppur si muove, disse una volta un tizio. Speriamo che sia come una valanga che scivola giù senza far rumore, e poi, uno a uno a casa. Speriamo in meglio per dopo, anche se forse, con un poco di sale in zucca, a quei livelli e con quei stipendi, non dovrebbe essere complesso trovare le persone, non dico giuste, ma normalmente giudiziose.

  3. Checché se ne dica in giro, Baldissoni era e tuttora è di fede romanista. E poi, ricordo sempre che in coppia con Sabatini, ha costruito la migliore delle Rome “americane”. Mai capito l’accanimento della tifoseria nei suoi confronti, e mai lo capirò.

    • Io non ho capito l’accanimento della tifoseria per Totti, Spalletti e Florenzi, con loro la miglior Roma 87 punti…li rifaremo tra 40 anni, grazie dei fischi…

    • esatto. da domani le solite radio cominceranno a spalare melma, pur di proteggere il proprio tornaconto. Viene Gandini? nooo quello non capisce nulla, figurati inutile. Viene Tommasi? chi quel sindacalista che 20 anni fa, minacciò uno sciopero contro sensi? purtroppo non se ne esce……..serve una società forte, come sempre parte tutto dal manico

    • Ao hai altre previsioni da sbagliare?
      🤣🤣👍👍😂😂🤭
      Ma hai chiamato l’Ailtonfocene per disdire?
      Perché cercano il🐔, te ne sai niente?
      Peraltro ti saluta la tifoseria, vongole e farina.
      Baci e abbracci alla struttura di mediacentering, arriba arriba el Dan.
      Bello e bravo e buono come il baldy sei.

    • Rifiutò un intervista al terrorista. Da quel momento è iniziata la campagna anti Baldissoni.
      Finché ha gestito lui il club la Roma faceva risultati e teneva i conti sotto controllo, poi è arrivato Fienga e crac.
      Era uno dei pochi romanisti a Trigoria, restano invece alcuni sbiaditi.

    • Ma infatti, solo perché ha detto che un tifoso per esprimere la propria opinione dovrebbe pagare, solo perché ha detto che quando qualcuno afferma che Pallotta è venuto a Roma per arricchirsi, a lui viene da ridere, solo perché ha ammaestrato quattro [email protected] (poi prontamente assunti a Roma radio) quando la Roma di Sensi lottava punto a punto per lo scudetto costringendo Rosella a girare con la scorta etc etc etc…

  4. La società lo ringrazia per i risultati sportivi ed economici raggiunti, non lo potevano dire altrimenti l’avrebbero preso in giro. Adesso avanti con gli altri Pallotta boys.

  5. Secondo me, è l’unico dirigente che ha lavorato seriamente su ciò che gli hanno commissionato, LO STADIO, quindi grazie, perché se un giorno la ROMA avrà il suo stadio, il merito è anche suo.

    • E se la Roma tra 10 anni vince la Champions League il merito è anche del presidente Marchini. Ha avuto tutto il tempo per fare qualcosa di concreto e a oggi non vedo ancora nulla. Non è stato in grado di svolgere il compito che gli era stato assegnato. Forse anche lui non sa niente di stadio così come Fienga non sa niente di calcio. Non abbiamo dirigenti ma politici, tante promesse ma 0 risultati. Anche perché per non fare nulla vengono pure lautamente pagati.

  6. Sinceri ringraziamenti a Mauro Baldissoni,che ha portato avanti il Dossier Stadio della Roma tra innumerevoli difficoltà…l’essersi dovuto confrontare e l’aver dovuto dialogare per 4 lunghi anni con la Sindaca Raggi,è impresa titanica e degna di eterno rispetto…se IO fossi stato al posto di Baldissoni,dopo un paio di incontri con la Sindaca e il suo Staff,avrei dato in escandescenze e in turpiloqui degni della Suburra imperiale.
    Lui ,invece,ha mantenuto una calma glaciale…se un giorno sorgerà questo strabenedetto Stadio,la riconoscenza e la gratitudine di tutti i Veri Romani e Romanisti (3 requisiti che soltanto IO possiedo) sarà doverosamente per Te,Dott. Mauro i Baldissoni…🙋‍♂️

    • Un giorno spero di vedere le tue di dimissioni 😂😂😂. Oggi è un giorno bellissimo per ogni romanista

  7. Sono con te, ha seguito l’iter straziante dello stadio e se arriveremo a dama la maggior parte del merito è il suo. L’azienda Roma ha un problema di bilancio e il principale responsabile è un certo Guido che si aggira ancora per Trigoria.

  8. Il problema non è solo chi va via ma anche chi arriva. Chi arrivera’? Stiamo a vedere. Non me fido piu’ manco de me stesso. Chi è stato morso dalla vipera c’ha paura pure della lucertola. Non si fa più credito a nessuno. Porti i risultati bravo non li porti sei un Pallotta qualsiasi. Basta

  9. Ah ah ah
    Solo io possiedo …che spasso
    Poi seriamente. Se fossi stato tu al posto suo… Strano che non abbiano scelto te. strano. Ah ah ah

  10. Non ho elementi per giudicarlo non essendo di Roma e non vivendo a Roma. A pelle mi è sempre sembrato un bravo cristo sicuramente non messo lì per occuparsi delle questioni prettamente di sport.

  11. queste notizie valgono più di un acquisto!!!
    ma quel nick che si sbrodolava al fatto che una parte di tifosi era deluso nel non aver visto subito salutare personaggi come Baldissoni ci sarà rimasto male??? … con calma si stanno tagliando i rami dannosi alla ASRoma…oggi Baldissoni, domani Fienga…

  12. Baldissoni era già fuori da Trigoria,si occupava solo dello stadio nonostante l’apparente promozione quando Pallotta ha rimescolato i ruoli in società seguendo l’ire e i giovenil furori post era Monchi e ha promosso il suo nuovo innamoramento. Ora spero che sia solo il primo tassello di una infinità di abusivi che occupano il ministero Trigoria,rifondazione.

  13. Grazie per l’impegno profuso.
    Se non è riuscito a posare la prima pietra dello Stadio non è stato certo per colpa sua, anzi ha avuto una pazienza sovrumana.

  14. Non posso che ribadire in questa sede il mio ringraziamento di tifoso giallorosso a Mauro Baldissoni per l’opera svolta a livelli apicali nell ‘As Roma a guida James Pallotta . Particolarmente meritorio il suo prodigarsi nell’iter per il progetto di Tor di Valle giunto ormai alle battute conclusive…

    • Il buon vecchio caro Chief ripete l’ultima frase ormai dal lontano anno XI E.F.
      Sa che prima o poi si potrà fregiare del merito di averlo anticipato…

  15. È da tanto che aspettavo sto momento e adesso vai a fare il giardiniere a casa di Pallotta ! Un altro artefice del disastro Totti .De Rossi . Florenzi . Ranieri . E tanto altro ….

  16. Splendida notizia.
    Questa proprietà mi sta piacendo ogni giorno di più.
    Faremo grandi cose insieme… voi e noi.

  17. Ahahahha ed è solo l’inizio ahahahhah Forza ROMA Mi meraviglio che commentatori che volevano vedere un cambiamento repentino, ora, redigono i loro coccodrilli a Dracula ahhahah eh eh questa neutralità rispetto alla passata presidenza comincia a mostrare sue crepe. I “saggi” fanno i salamelecchi e gli omaggi ahahhah. Altri dirigenti “daranno” le dimissioni e credimi, IVAN, “i cantanti” avranno le loro fisiologiche crisi di raucedine. Un caro saluto ahahhahahahhah Forza ROMA

    • Premetto caro Prohaska, che quando Friedkin si è insediato, mi auguravo che la continuità aziendale fosse per un certo periodo di tempo assicurata da Fienga e Baldissoni.
      Il primo per aiutare chi arrivava a comprendere la complessità della società ASRoma, il secondo per istruire chi di dovere in merito all’operazione stadio.
      Ma ora non capisco francamente questo continuo astio per chiunque abbia fatto parte a qualunque titolo della passata proprietà.
      Cos’è una pulizia etnica?
      Se poi qualcuno pensa che in tutti questi anni sullo stadio Baldissoni non abbia fatto gli interessi della Roma e dei suoi tifosi porti le prove.

    • Dai Vegemite, non mi cadere dalla montagna del sapone. Baldissoni è sempre stato il fiduciario Unicredit, ed è quanto meno naif negare ancora le ragioni per le quali si sia scelta l’area di TdV e la partnership con Parnasi per la costruzione dello stadio.
      E’ noto che lo stesso advisor Cushman & Wakfields avesse individuato due aree più qualificate per la location dell’impianto. Non sapremo mai come sarebbe stata la storia e l’iter dello stadio qualora si fosse prescelta un’altra area e soprattutto un partner meno compromesso di Parnasi.

    • Caro UB40, però, il problema stadio non è sorto nella sua costruzione o progettazione, ma nell’iter burocratico. L’asse Unicredit-Pallotta-Parnasi ormai è storia, almeno per chi cerca di essere obiettivo, ma penso sia ormai evidente che la politica di Palazzo avesse solo intenzione di usare il progetto stadio come manganello politico, indipendentemente da dove e come lo si volesse realizzare. Non fraintendermi: questi accordi d’interessi marci, presi e costruiti da banche spregiudicate come Unicredit, mi fanno schifo; ma ad un certo punto bisogna saper scindere fatti indipendenti tra loro.

    • Caro Rossa, forse saprai che io mi sono sempre battuto contro coloro i quali seminavano la voce della battaglia del Bene contro il Male. Contro chi voleva far sembrare l’operazione stadio a TdV come un’operazione assolutamente atipica per il panorama italiano.
      Non è così, è semplicemente una storia molto italiana invece, dove abbiamo visto i soliti scenari: un’operazione progettata a fini di recupero crediti, con dei referenti politici ben precisi, caduti i quali è tutto tornato in discussione. Così come Parnasi si è dimostrato essere ben dentro il consueto sistema tangentaro e corrotto che ben conosciamo.
      E lasciamo da parte anche le nefandezze che sono state compiute attorno alla proprietà di quei terreni da tutte le parti in causa: evasione fiscale di decine di milioni, una bancarotta fraudolenta.
      Io non accetto la visione del povero Don Chisciotte Pallotta nella sua battaglia innocente e pulita contro i cosiddetti poteri forti.
      Si tratta al massimo di altri poteri forti, sporchi almeno quanto quelli che pretendono di combattere nella visione fanciullesca di alcuni.
      Io credo che a un certo punto anche Pallotta si sia accorto del pacco che gli ha rifilato Unicredit con la partnership di Parnasi. Ma di certo non aveva la forza necessaria per tirare un calcio nelle terga a costui e alla banca, essendo anche lui “figlio” dello stesso disegno.

    • Ah vabbè, semmai non fosse chiaro, non intendevo mica assolvere Pallotta. Come dicevo prima, do per assodato dell’accordo facco tra lui, Unicredit e Parnasi; e sono pure d’accordo che il finalmente-ex presidente avesse i fili attaccati alle spalle. Questo però non esclude che le partite sporche erano 2 e si giocavano in campi distinti e diversi. In sostanza, visto che come dici te è il solito pastrocchio all’italiana, sono abbastanza convinto che puoi spostare il progetto dove ti pare dentro il comune di Roma, ma l’iter burocratico sarebbe stato lo stesso. Solo con diversi pretesti.

      Un abbraccio e Forza Roma.
      È sempre un piacere confrontarsi con te. Mai banale, persino con opinioni che divergono così poco.

  18. Ciò che mi fa godere di brutto sono le spolliciate dei ballottari che vedono saltare le teste dei loro mentori una ad una.
    A breve il media center!?

  19. Un’ altro che ha fatto danni seri insieme a monco e ballotra er laziale perdente de focene

  20. Sono commosso… dopo tutti i successi raccolti in questi lunghi anni… come faremo senza di lui?
    Ecco, adesso andrà a fare le fortune dei Boston Celtics…

  21. Certo che e’ un’ipocrisia salutare uno che definite tifoso, mauro baldissoni, lautamente retribuito che lavorava per pallotta e unicredit

    …..il tifoso……maahhhh

    Forse se ne e’ andato uno di quelli definiti o apostrofati da Totti e Daniele De Rossi ….. non mi ricordo bene ma finiva in ….oni

    Ma fatemi il piacere che di un tifoso cosi possiamo tranquillamente farne a meno.

    DAJE FRIEDKIN AVANTI CON L’OPERAZIONE MASTRO LINDO !!!!

  22. Inevitabilmente: Ciao Baldissoni! Ora voglio augurarmi una figura ancora più qualificata a gestire l'”affaire” stadio…

  23. Tranquillo Baldisso’,
    chiusa una porta, se ne apre sempre un’altra.

    Mia nipote di 3 anni è già in prima fila che ti aspetta al Gianicolo…

    Per te, hanno riaperto il teatrino delle marionette.

  24. Il primo di una lunga serie di dirigenti strapagati per non produrre nulla. La Roma in questi anni non ha mai vinto nulla ma ha avuto una struttura dirigenziale da Bayern Monaco.
    Non è accettabile. Neanche in Alitalia ai bei tempi giravano gli stipendi visti a Roma.
    Guardate la struttura dirigenziale dell’Atalanta. Vi sembra paragonabile?

  25. Dopo quasi un paio di lustri “senza frutti”, anche la lunga stagione dell’esotico avocado… volge finalmente al termine.

  26. Checché se ne dica..era l’ultima figura rimasta che capiva qualcosa di pallone..Ora Fonseca e’ completamente solo..Riceve si una pacca sulla spalla dalla nuova proprietà ma sostanzialmente se deve parlare di calcio con chi lo fa?..con i muri di Trigoria ?….Mah…vedremo le prossime mosse .sempre forza Roma..sempre e comunque. !!!!

  27. La specie umana si divide in due categorie – coloro che vanno avanti e fanno qualcosa, e coloro che se ne stanno seduti a chiedersi, “Perché non è stato fatto nell’altro modo?”.

  28. Beh, nessuna sorpresa nel fatto che un Presidente americano applichi uno spoils system e mandi via i vecchi dirigenti per mettere i suoi uomini di fiducia. Spero solo che qualcuno gli spieghi come funzionano i “ministeri” a Roma, perchè puoi cambià tutti i capoccioni che te pare, ma finchè gli impiegati di medio e basso livello ti remano contro, non arrivi da nessuna parte. E siccome di dirigenti ne abbiamo visti passare tanti, alcuni bravi e altri meno, l’augurio è che i prossimi siano messi i condizione di lavorare come sanno fare, senza lotte tra parrocchie interne, senza privilegiati che non possono essere toccati, senza interferenze, senza spifferate per creare campagne mediatiche contro…Questo sarebbe l’ideale…poi però io dico sempre che lo svizzero lo puoi fare in Svizzera, non a Roma, quindi qualche dubbio ce l’ho, ma spero di essere smentito dai fatti.

  29. Nessuna sorpresa, certo, visto che si sapeva dall’anno scorso che stava prendendo le distanze dalla Roma e (comprensibilmente) dall’infinito limbo burocratico della questione stadio. Non sono un estimatore di Baldissoni, ma perché parlate di spoil system e repulisti? A torto o a ragione, a me sembra il contrario. Non datemi della vedova, ma mo’ non è ch’è merito di Friedkin se domani sorge il sole.

  30. Ha fallito su tutti i fronti, lo stadio ancora non esiste e non c’è nessuna approvazione. Che sia romanista me ne frega poco, dato che dalla Roma ha solo preso denaro senza darne alcuno, come fanno i romanisti normali tra pay tv, magliette etc. e stadio – quando ancora era possibile andarci -.
    Avanti il prossimo.

    • Zì Pè…sei rimasto arretrato…usa : refresh…in alto a sinistra…dove c’è quella specie di virgola…
      Buona serata ,Zì Pè

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome