ULTIME DA TRIGORIA – Karsdorp e Zaniolo tornano in gruppo

18
863

AS ROMA NEWS – Buone notizie da Trigoria nell’allenamento odierno, all’indomani del pareggio per uno a uno sul campo del Betis che lascia ancora aperto il discorso qualificazione ai sedicesimi di Europa League.

La squadra che ha giocato ieri ha effettuato lavoro di scarico, mentre tutti gli altri sono scesi in campo per la prima seduta di preparazione a Sampdoria-Roma di lunedì sera.

Sia Rick Karsdorp che Nicolò Zaniolo, entrambi assenti nella rifinitura prima della partenza per Siviglia, sono tornati ad allenarsi in gruppo.

Scontata la presenza dell’attaccante, mentre crescono le quotazioni anche del terzino olandese che sta accelerando verso il completo recupero.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteCassano-gol, la Roma Primavera stende il Verona. Boer decisivo: rigore parato nel recupero
Articolo successivoBelotti manda Abraham in panchina

18 Commenti

  1. Zaniolo e Karsdorp potrebbero essere utilissimi a Genova. Basta scendere in campo con la testa giusta….Poi non rinuncerei a Camara e Bove e farei riposare Cristante e Pellegrini.

    • Giustamente mancando dybala facciamo riposare Pellegrini e poi mettiamo Karsdorp piede quadrato al posto di zalewski che è uno dei migliori.
      Perché non shomurodov unica punta… sei un buono di cuore e vuoi dare alla Samp le sue chance.

  2. Super impiegati Pellegrini e Cristante.
    Hanno bisogno di riposo e di perdere un po di boria inspiegata ( vero Pellegrini ? ).
    Magari vedere 1 volta sul lato dx Celik o Karsdorp con Zalewski più avanzato ( Zaniolo in panca ed anche lui meno boria ) .
    Concentrazione UMILTA e voglia di aiutarsi l’ uno con l’altro.questo serve , non primedonne che cercano la giocata fine a se stessa.
    PS
    anche Abraham può avere bisogno di ritrovarsi , ma bisognerebbe anche servirlo

    • “non primedonne che cercano la giocata fine a se stessa”

      in questo momento, questo equivale a panchinare Pellegrini e Zaniolo e sono completamente d’accordo.

    • Io invece direi il contrario, e cioè che ben pochi cercano la giocata, ma piuttosto si nascondono.
      Tranne Dybala ovviamente, che era in fiducia, da campione qual è e quindi non aveva paura di provarla.
      Se il temerario tiro al volo sul quale Claudio Bravo compie un miracolo all’andata lo avessero provato Zaniolo o Pellegrini spedendo il pallone in curva, lo avremmo probabilmente classificato come “giocata fine a se stessa”.
      Le giocate che all’inizio riuscivano a Zaniolo non erano fini a se stesse, perché arrivava al tiro in posizione favorevole (ahimé, sbagliandolo, ma quello è un altro discorso) oppure servendo un compagno (vedi gol mancato da Dybala contro la Salernitana).
      Così come anche Pellegrini l’anno scorso ha provato diverse giocate difficili che sono state coronate da successo. Lo stesso Abraham ha segnato dei gol per nulla banali.
      Come pensate di arrivare a rete? Attraverso i sofisticati schemi offensivi di Mourinho?
      L’unico che a Siviglia ha provato a inventare qualcosa è stato Spinazzola, ma purtroppo la finalizzazione è stata sempre un flop.
      Io dico invece che devono avere coraggio e provare le cose difficili, perché altrimenti senza Dybala si fa dura.

    • Certo, ma io non è che ne ricordi tante. In quale occasione qualcuno ha tentato di andare in porta con un compagno meglio piazzato?
      Zaniolo all’inizio creava superiorità numerica e il pallone lo serviva oppure tirava quando era il caso.
      Non ha mai preso la porta ma al massimo ricordo forse un tiro un po’ forzato.
      Se non portiamo tanti uomini in area, la superiorità numerica puoi crearla solo così.
      Senza Zaniolo e Pellegrini, oltre a Dybala, a chi sono affidate le speranze di creare occasioni?

    • “Senza Zaniolo e Pellegrini, oltre a Dybala, a chi sono affidate le speranze di creare occasioni?”

      A nessuno.
      Ma che mi vuoi rovinare la giornata a ricordarmelo…?

      Sono 2 mesi e passa che comincio a vedermi ogni partita della Roma con lo stesso stato d’animo “oggi Nicolo’ sfonda la porta, Pellegrini la mette al sette, Abraham spaventa la difesa” e ogni volta, che vada bene o male, vedo Zaniolo giocare la sua partita personale a football americano, Pellegrini regalare frammenti di nulla eterno, e il doppelganger di Abraham con i piedi montati a rovescio.

      E ogni volta penso “e’ andata cosi, ma la prossima…”
      Siamo gia’ oltre la dozzina di prossime e vedo un’involuzione in tutti e tre che definire sconcertante e’ pollyannesco. Mi invade proprio lo scoramento.
      Finira’? Si sveglieranno? Si certo, ne sono sicuro. Alla prossima.

      Non sono gli unici, per carita’. Lo stesso posso dire quando vendo Spinazzola liberarsi sulla fascia, arrivare sul fondo, mi viene quasi un groppo in gola dall’emozione, poi arriva quella palla senza senso buttata al centro dell’area senza guardare dove sono i compagni.
      MA PERCHE’??

      E mi fermo la, perche’ mi faccio male da solo.

      Questi sono i giocatori da cui mi aspetto di piu’.
      Che cosa stia succedendo nelle loro teste da due mesi e passa a questa parte io non lo capisco. Che cosa gli venga detto in allenamento, che cosa credono di capire, che cosa pensano. Boh.

      Io lo so cosa penso: che non e’ possibile che abbiamo giocatori pagati milioni che non sanno stoppare la palla, che non sanno fare un passaggio a 10 metri, 50 cm davanti ai piedi del compagno che corre (50 cm avanti, no che gliela tiri dietro, sui piedi o in tribuna…) che fa tutta la differenza tra un gol e una ripartenza sbagliata.
      Non e’ possibile, eppure lo vedo. Vedo “gesti” tecnici che mi ci viene da piangere.

      Finira’? Si, ne sono sicuro. DEVE finire. NON POSSONO essere questi.
      Ma permettimi lo sconforto di questo momento, perche’ l’infortunio di Dybala e’ una botta amarissima da digerire, che si aggiunge a quella altrettanto amara di Wijnaldum.
      E cominicio ad averne abbastanza di tutti e tutto…

  3. Pellegrini a Siviglia era in dubbio e si è sacrificato a giocare nonostante non fosse al meglio tanto è che fa finito la partita alto a sinistra

  4. Io giocherei con un 352! Avanti Belotti e Tammy poi se le cose vanno bene lì sostituirei con il Faraone ed Eldor! A centrocampo insieme ai due esterni, metterei Camara, Matic e Bove!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome