ULTIME DA TRIGORIA – La squadra comincia a preparare la sfida col Feyenoord, De Rossi torna al 4-3-3

26
904

AS ROMA NOTIZIE – La squadra giallorossa è tornata ad allenarsi questa mattina a Trigoria per cominciare a preparare il match di ritorno contro il Feyenoord, in programma giovedì sera all’Olimpico.

Solo seduta di scarico per i calciatori che hanno giocato tutta la partita ieri contro il Frosinone, mentre gli altri sono scesi in campo per una seduta regolare: in gruppo anche Smalling, rientrato in campo allo Stirpe dopo mesi di assenza, e Huijsen, sostituito all’intervallo.

Ok anche Renato Sanches e Aouar, per i quali è previsto più spazio (specie per l’algerino) nelle prossime partite. Out solo Tammy Abraham, che avrà bisogno ancora di qualche settimana prima di tornare in gruppo.

Contro il Feyenoord mister De Rossi tornerà ad affidarsi all’undici titolare visto nelle ultime apparizioni, con Karsdorp e Spinazzola sulle fasce, Pellegrini a centrocampo, Dybala e Lukaku in attacco. In porta confermato Svilar, ormai il titolare tra i pali giallorossi.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteRocchi: “Il gol di Acerbi? Guida ha preso la decisione giusta, l’impatto di Thuram su Rui Patricio è quasi nullo”
Articolo successivoCalciomercato Roma, la Juventus chiede 30 milioni per lasciar andare Huijsen

26 Commenti

  1. DDR ci ha fatto capire che lui vuole sperimentare, ieri ha sbagliato la formazione iniziale, ma non ha sbagliato l’idea di provare una variazione tattica, per fare la partita e portarla a casa.
    L’allenatore e il suo staff, possono fare bene o sbagliare, secondo me giocare sempre con gli stessi giocatori e sempre nello stesso modo è sbagliare, sperimentare moduli e giocatori è fare bene!!
    Mou non avrebbe mai panchinato Rui Patricio nel suo ultimo anno di contratto, visto che hanno lo stesso procuratore, mentre Daniele ha detto ai microfoni che Svilar è un patrimonio della Roma.
    Secondo me presto la coppia centrale sarà Mancini Ndicka (entrambi patrimonio dell’ASR) e gli altri tra cui Smalling torneranno utili anche per fare la difesa a tre per contenere gli arrembaggi finali degli avversari. Si arriva da un lungo periodo di difesa a 3/5; con 2 finali europee annesse per “le barricate” o i “pullman” davanti alla porta; chi lo sa, magari anche contro l’Inter, avrebbe potuto aggiungere un difensore nell’intervallo e magari la partita la portava a casa perché, con la difesa a 5, dalle fasce quei cross a Thuram non sarebbero arrivati così facilmente…
    Sardar Azmoun è un gran personaggio, ma quella palla non la doveva calciare in mezzo alle gambe del portiere, si è preso un rischio che non doveva prendersi; per come la vedo io ha commesso un errore da tirata d’orecchie, come il dito fatto da Huijsen.

  2. Non so ieri come abbia minimamente pensato a schierare la formazione in quel modo…cmq si è ripreso nel secondo tempo; adesso avanti tutta!

  3. Daje!!
    A questa di ritorno allo stadio con mio figlio per sostenerli

    Svilar anche la prox stagione non mi dispiacerebbe, magari con Carnesecchi, il prossimo investimento…

    Forza Roma

  4. Prima di iniziare la seduta di allenamento c’è stata una lettura collettiva dei suggerimenti di Zenone cui è seguito un ampio dibattito.

    • ha detto DDR che da ragazzino in cameretta c’aveva il poster di zenone

      😅😅😅

      ❤️🧡💛

    • Sì, dopo tanta fatica per trovare un terzino sinistro lo mettiamo a destra per farne 4 di là e 1/2 dall’altra parte. Geniale.

  5. Prima o poi DDR capirà che Cristante non può giocare assieme a Paredes .Ieri sera ha balbettato calcio,sbagliando tutto. La Roma non può prescindere dal trio Paredes-Bove- Pellegrini. Dopo aver fatto mettere Rui Patricio in panchina,adesso mi adopererò per risolvere il dualismo bradipico Cristante-Paredes.Deve giocare chi dei due è più in forma,mai assieme.

    • Cristante non ha ne il piede ne la velocità di pensiero di Paredes, va bene per correre e riempire il campo, il secondo gol che chiude la gara arriva da un suo tiro da trenta metri, davanti la difesa non è un granché e il gioco ne risente troppo.

    • Caramella Mou ci ha fatto sanguinare gli occhi un anno intero con quella coppia sbilenca che era ResiduoFognarioMatic e FlashCristante.
      Adesso Paredes – che avrà pure lo sguardo da matto, ma sveglio – me lo tengo tretto.
      Il giorno che prenderemo un centrale in grado di panchinare Cristante, apro il Dom Perignon e me lo bevo da solo.

  6. Quanto gasa avere il romanismo puro in panchina… Soprattutto per come sta gestendo bene la squadra. L unica mossa interessante dei Friedkin, hanno preso una decisione buona. Bisogna però vedere quanto riusciamo a fare con squadre più forti. Comunque è chiaro che la strada è tracciata

  7. dei terzini su 6 l’unico all’altezza è Spinazzola ora che sta uscendo dall’infortunio. pero’ non è che le altre squadre stiano meglio a parte quelli dell’inter e Theo Hernandez del Milan. Svilar per ora va bene. ha anche quel pizzico di fortuna che non guasta. tra Paredes e Cristante c’è posto per uno solo. Pellegrini è recuperato. il rientro di Abraham fara’ la differenza perchè a mio parere è un vero fuoriclasse

  8. Ripeto che per me il miglior terzino destro sarebbe llorente che almeno sa difendere e ha un piede educato e il terzino lo ha già fatto.. Ovviamente lo tieni bloccato, mentre dall altro lato spina o angelinho a spingere
    Ma DDR che fa gli interessi della società ha cpt che celik e Karlsdrop vanno venduti a fine anno per cui devono essere valorizzati, Kristensen nn verrà riscattato

    • Io su Kristensen aprirei un confronto.
      Ma in quale universo un allenatore può pensare che un tale scarpone, addirittura piu deleterio di Karsdorp, possa essere utile in serie A?
      Lasciamo stare l’effimero ed estemporaneo momento di gloria di Sassuolo e non uscitevene con Pinto, ché Kristensen fa scopa con Maitland-Niles.

    • Solo qualche giorno fa sentivo qualcuno per radio ripetere la stessa storiella che avevo ascoltato tempo addietro, e cioè che Mourinho conosce a menadito ogni calciatore del pianeta, un vero onanista del pallone, addirittura a livelli più elevati del nostro Saverio.
      Ebbene, mi chiedevo, possibile che in due anni e mezzo non sia stato in grado di indicarne uno solo a Pinto, uno forte ma dal prezzo competitivo.
      Uno sicuramente più forte dei Vina, Shomurodov, Celik, Kristensen e compagnia.
      Non credo che Pinto non glielo avrebbe preso solo per dispetto a parità di prezzo.
      Una curiosità destinata a rimanere tale.

  9. Bene sperimentare, ma spero non ritorni mai più al 4231, che non garantisce equilibrio con i giocatori che abbiamo.
    Il 433 invece permette innumerevoli variazioni e aggiustamenti che lo possono sempre rendere imprevedibile, ma il centrocampo a tre dà solidità e capacità di manovra dal basso.

  10. Io so solo una cosa, che il dopo mourinho mi sta piacendo molto di più dei 2,5 anni di tribolazioni, polemiche, insulti ad arbitri e calciatori, lamentele per il mercato e chi più ne ha più ne metta ed aggiungo senza mai sentire dal mago di Setubal oggi è stata colpa mia. Mi sento l’animo leggero solo a non vederlo più a trigoria o a Roma……forza ragazzi, forza ddr regalateci questa qualificazione senza essere presi a pallonate per 90 minuti. dajeeeee

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome