Stadio a Pietralata, Umberti (pres. IV Municipio): “Progetto definitivo quasi pronto, ecco cosa manca. Roma sparita? Sono silenti, è il loro modo di fare”

23
622

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Nel corso della trasmissione Te la do io Tokyo in onda sull frequenze di Tele Radio Stereo è intervenuto Massimiliano Umberti, presidente del IV Municipio del Comune di Roma, per parlare dello Stadio della Roma a Pietralata. Di seguito tutte le sue dichiarazioni:

Il nuovo Policlinico e il nuovo Stadio della Roma.
“Mi viene da sorridere… Lì si dovranno fare il Technopole, i palazzi di Rfi… lo Stadio, il Policlinico… Ad oggi in piedi c’è lo Stadio, non c’è nulla riguardo il Policlinico. Lo Stadio sta andando avanti, siamo nelle fasi delle indagini archeologiche che sono determinanti per la presentazione del progetto”.

Due particelle non sono state espropriate. Le risulta?
“A me no. A me risultano delle particelle dove ci sono defezioni provvisorie, è un procedimento amministrativo che però si risolverà”.

La Roma può già cominciare a lavorare al progetto definitivo?
“Il tema è questo: vanno fatte le indagini archeologiche e in base a queste si deve capire come posizionare lo stadio. Il progetto definitivo, che non ho visto, credo sia completo. L’ultimo tassello che manca è come spostare lo stadio, a seconda se vengono trovate o meno…”.

Avete notizie da parte della Roma?
“Ne abbiamo poche anche noi dalla Roma ma penso che sia il modus operandi della Roma fino ad oggi, non c’è niente di diverso rispetto a prima, un po’ più silenti ma credo che sia dovuto anche ad un cambio societario di tanti tasselli”.

Rispetto a prima la Roma è sparita?
“Dello stadio i referenti diretti sono rimasti gli stessi, però ci sono stati diversi mesi in cui sono spariti. Ieri però ho incontrato la Roma”.

Cosa vi siete detti durante l’incontro?
“Il progetto è grosso modo pronto, anche se non l’ho visto, e che sono in attesa di queste indagini per mettere tutto nero su bianco”.

Lei ha incontrato persone importanti della Roma?
“Sì”.

Tema mobilità. Il possibile spostamento del Policlinico Umberto I in quella zona, potrebbe rallentare l’iter dello stadio?
“Da quello che credo, ma è una mia idea, questa è una trovata giornalistica. Lì il Policlinico Umberto I non può essere spostato perché non ci sono spazi, ovvero terreni della Regione Lazio. Credo sia possibile la seconda ipotesi ovvero quella di spostarlo a Tor Cervara, questa la vedo più plausibile”.

L’iter allora non è completo da parte del Campidoglio…
“Noi abbiamo fatto tavoli tecnici, che sono stati motivo di confronto e approfondimento anche per il progetto definitivo che presenterà la Roma. Io non ho contezza di questo tavolo tecnico sulla mobilità, al momento c’è bisogno di un tavolo complessivo su tutti gli agenti e attori che saranno chiamati in causa. Mi spiego meglio: in quell’area dello stadio sorgerà il Technopole, il palazzo dell’Istat, i grattacieli di Ferrovie dello Stato… Quindi, dal momento in cui si va a fare un discorso stadio, è imprescindibile che non si faccia un discorso con tutti questi attori. È un tavolo importante da fare”.

Voi avete chiesto 25.000 parcheggi ma la Roma ne avrebbe inseriti solo 5.000. È vero?
“Sì, queste sono le nostre richieste. La legge prevede che per uno stadio di 63.000 posti, deve essere presente la metà dei parcheggi auto. Se facciamo un ragionamento più complessivo, considerando i parcheggi del Technopole e dell’Istat, anche meno di 30.000 potrebbero andare bene. La domenica si potrebbero così utilizzare anche gli altri parcheggi ed il ragionamento sarebbe più ampio. Da 5.000 a 25.000 siamo lontani… Vediamo che succede”.

Lo stadio per il 2027?
“Ad oggi siamo nei tempi, questo lo dico. Un euro simbolico me lo gioco. Da parte dell’amministrazione c’è tutta la volontà di arrivare a dama per tanti e tanti motivi, sarebbe un colpo ad effetto. Non è solo l’amministrazione, però, c’è anche la Roma che deve mettere del suo. 600 milioni? Secondo me non bastano”.

Fonte: Tele Radio Stereo / Te la do io Tokyo

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRoma, col Monza settore ospiti sold out. Per la Fiorentina biglietti in vendita da oggi a 38 euro (COMUNICATO)
Articolo successivoULTIME DA TRIGORIA – Out Karsdorp, ok Llorente. Smalling può partire ancora titolare. Domani alle 10 parla De Rossi (VIDEO)

23 Commenti

  1. [” Ieri però ho incontrato la Roma”.
    Cosa vi siete detti durante l’incontro?
    “Il progetto è grosso modo pronto, anche se non l’ho visto, e che sono in attesa di queste indagini per mettere tutto nero su bianco”.]

    TUTTO IL RESTO….. E’ NOIAAAAAAAAAAAAAA
    No, nUn ho detto gioia, ma noia, noia, noia
    Maledetta noiaAAAAAAAAAAAAAA

    • i verdi c’entrano poco…ci sarà la Sovrintendenza a far “pesare” quei quattro cocci che probabilmente saranno rinvenuti, e toccherà ungere qualche meccanismo, alla solita maniera romana di fare ste cose…coi verdi il problema saranno il sorcio de Pietralata e la lucertola maculata borgatara, nonchè il famosissimo arbustum tiburtinum

    • “Un euro simbolico me lo gioco”.
      Occhio poi alle rarissime pantegane tiberis, patrimonio dell’Unesco.

  2. Domattina un anti romanista si sveglia, scava, sotterra un’ anfora romana e si blocca tutto. Mi chiedo quando hanno costruito l’ ospedale non hanno controllato i possibili intoppi archeologici? quando hanno fatto le strade? io spero di vedere la casa della Roma prima di morire, ma ho i miei dubbi.

  3. Io vedo sorgere quartieri, palazzi su palazzi,,, supermercati a destra e a manca…. ma la viabilità resta sempre la stessa,,, indagini archeologiche mi viene da ridere… all’Olimpico dove sarebbero i 30mila parcheggi ??? Che ridicoli 😅😅

    • quando è stato costruito lo stadio Olimpico non esisteva la norma sui parcheggi.
      E si vede…
      Comunque anche questo aspetto si appianerà.
      Com’è tutto il resto.
      Forse non si farà in tempo per il 2027, ma l’iter è avviato.

  4. Quanto riferito da questo presidente del Municipio, che non è l’organo indicente la conferenza dei servizi (spettante al Comune di Roma, come organo esponenziale competente esclusivo per legge, potendo quest’ultimo essere sostituito dal Presidente della Regione in caso di inerzia oltre i termini di convocazione, teoricamente abbreviati per legge), è piuttosto confuso e approssimativo.

    Eventuali altri progetti, per infrastrutture pubbliche o private (cioè di società sostanzialmente industrial-commerciali, come RFI, che agiscono secondo le norme ordinarie sul piano urbanistico, salve leggi speciali attuative del PNRR, aspetto qui non precisato), non possono interferire, in termini impeditivi, con l’iter previsto dalla legge speciale sugli stadi, recentemente modificata in chiave acceleratoria (dal 1° gennaio 2023).
    Se ciò accadesse, vorrebbe dire che si è creata, di già, una grave confusione, di presupposti normativi e di procedure, tra diverse modalità di esercizio dell’iniziativa privata edilizia e del correlato potere autorizzatorio urbanistico.

    Certo, la questione dei parcheggi, come prospettata nell’intervista, non è “emendabile”; si tratta di uno standard urbanistico non derogabile e con un’evidenza funzionale che non lascia margini di incertezza.
    Ma la complessiva considerazione di altri progetti, – i cui tempi e modi di realizzazione (in modo da arrivare a coordinare e cumulare la disponibilità di parcheggi), potrebbero entrare in gioco, creandosi cioè delle interferenze positive e sinergiche, tra progetti in itinere -, costituisce un aspetto molto problematico, che pare emergere piuttosto tardivamente rispetto alla presentazione dello studio di fattibilità. Ciò, oggettivamente, rende instabile ed incerto un iter che si volesse basare su simili “compensazioni” incrociate tra opere diverse previste e disciplinate da normative diverse.

    Bisognerà verificare quale quadro cognitivo, dopo la presentazione del progetto “definitivo”, sarà a disposizione della Conferenza dei servizi “decisoria” (che avrebbe dovuto essere stata già convocata, ma che non pare invece così imminente).

    Ma, certo, insieme alla questione dello standard minimo di parcheggi, la questione delle non ancora completate indagini archeologiche appare un’incognita molto, ma molto pesante, poiché attiene a un aspetto che con la legge speciale sugli stadi non viene, per così dire, normativamente semplificato o accelerato (non in modo “dedicato” per lo meno).

    Le prospezioni ed eventuali scavi archeologici, logicamente, avrebbero dovuto risultare attendibili, se non complete, già al momento della presentazione del c.d. “studio di fattibilità” (proprio per la particolare incidenza, tutelata da leggi speciali con autorità statali, diverse dall’autorizzante in conferenza di servizi, degli interessi tutelati. Il che è un fatto notorio, peraltro).

    Una normale prudenza in tal senso, da parte del proponente-investitore, non dovrebbe mancare, poiché altrimenti sosterebbe ingenti spese di studio e progettazione preliminare praticamente “al buio”.

    Speriamo che le cose non stiano così o, quantomeno, non in alto mare come pare affermare questo presidente di Municipio.

  5. Uno di questi giorni (a indagine archeologica finita…) ci ritroveremo in 1ª pagina tanto di PROGETTO STADIO!!!
    Lì capiremo chi sono realmente i FRIEDKIN.
    FORZA ROMA

  6. 25.000 parcheggi? praticamente sarebbe un invito a utilizzare l’auto per andare allo stadio.
    Credo nessun stadio al mondo possiede così tanti parcheggi.
    Dai 100 dell’Olimpico ai 25.000 per il futuro stadio ….ridicoli.
    Un idea ce l’avrei, il … TELETRASPORTO

    • Personalmente ho proposto a suo tempo un servizio di mongolfiere, prevedendo una piazzola d’atterraggio nei pressi dello stadio. Quella che sembrava ai più una boutade suona adesso come una genialità,di cui rivendico la prmigenitura. Sono sicuro che in caso di costruzione dello stadio, qualcuno realizzerà questo progetto che per me rappresenta l’ unica maniera di vedersi la partita.

    • eh sì .la genialità unita alla mongolfiera farà sì che i tifosi giallorossi dovranno essere recuperati dall’ aeronautica militare in orbite nn ben definite..🤣🤣🤣🎥🎬..io direi una primogenitura di stile Neroniano .🤣🤣🤣⚡⚡⚡⚡🤫🤫🤫🤫👀🤫👀😁😁😁🌵

  7. Tutti ignorano l’unico elemento fondamentale che manca per dare il benestare al Progetto, l’ok di chi per primo, da solo, fece il sopralluogo nelle lande deserte di Pietralata per valutare l’impatto ambientale, i problemi di traffico, e la convivenza con il Pertini….daje Zenoneeee !!
    Suvvia si scherza eh.

  8. Lo sapete quali sono i resti archeologici di superficie , che ho avuto modo di visitare durante il mio famoso sopralluogo del 25 aprile 2022?
    Sono uno scantinato che doveva fungere da rifugio antiaereo durante la 2a guerra mondiale e un vascone dove i pischelli del secolo scorso facevano il bagnetto d’estate. Roba che la tribuna di LaFuente a confronto è da inserire nel patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Piuttosto la criticità che ho anticipato 2 anni fa è quella dei parcheggi e della mobilità, che secondo me sono ardue da risolvere in quel quadrante. In ultimo la notizia che 600 milioni non sarebbero sufficienti… Forse alla Roma vogliono accollare tutte le infrastrutture della zona, come fecero a suo tempo con Pallotta. 600 milioni sono una cifra enorme. Mahhh…

  9. Scusate ma su Roma e dintorni dove scavi scavi trovi sempre reperti archeologici mi chiedo ma per la metro per i centri commerciali e via dicendo nessuno ha aperto bocca e detto niente tutto filato via liscio come l’olio COME MAI è tutto un magna magna

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome