Uscita dalla Borsa e Paratici ds: il piano Friedkin è già pronto

53
5668

AS ROMA NEWS – Il piano Friedkin per la Roma è già pronto, manca solo l’ok di Pallotta. Che non è di certo un piccolo particolare, dato che il presidente sembra essere rimotivato dopo la qualificazione in Europa League della squadra, scrive oggi La Gazzetta dello Sport (M. Cecchini).

L’intenzione di Pallotta però resta quella di vendere, e al momento l’unica offerta sul tavolo è quella di Friedkin, che ha già predisposto un piano di rilancio del club. La Consob entro fine agosto darà il via libera all’aumento di capitale, che partirebbe tra fine settembre e i primi di ottobre. Per prima cosa si convertiranno i 90 milioni già immessi dal presidente, poi il texano, se subentrasse, potrebbe versare sia i 40 che mancano sia gli altri 45 che servono al fabbisogno del Club.

In prospettiva, poi, si pensa anche a un “delisting”, cioè al’uscita dalla Borsa, che al momento offre più vincoli che vantaggi. Blindando Zaniolo e Pellegrini sul mercato, ad ottobre procederebbe al rinnovo del Cda in scadenza, immettendo suoi uomini di fiducia a partire dal figlio Ryan.

Ci sarà da scegliere il nome del nuovo direttore sportivo: il sogno è Fabio Paratici.  Andrà poi individuato l’uomo da affiancare a Bruno Conti nella gestione del settore giovanile e il nuovo sponsor tecnico che prenderà il posto di Nike. Intanto Pallotta aspetta la conclusione dell’Europa League: una vittoria storica cambierebbe completamente le carte in tavola così come il valore del club.

Fonte: Gazzetta dello Sport

53 Commenti

  1. Magari invece arrivasse il fondo saudita che ha mollato il Newcastle. Diventeremmo il club più ricco del mondo x distacco. Stamattina voglio sognare

    • Perchè ? Mi sembra chiaro invece, arriva Friedkin, cambia l organigramma , esce daaabborza che nun serve a unabenamata, e manda via qualche raccomandato…mi sembra chiaro, più chiero di così bohhh, mica può dire chi porta di giocatori!

    • Trofie, guarda che l’uscita dalla borsa secondo i giornalisti era anche una delle priorità di Pallotta, anzi di Di Benedetto perché all’inizio c’era lui. Non me lo sto inventando, ci sono gli articoli dell’epoca a provarlo.
      Ovviamente non se n’è fatto niente.
      Sono tutte chiacchiere, ci crederò solo quando verrà emanato il comunicato ufficiale.
      Tutto il resto speriamo si avveri presto.

  2. Dal punto di vista societario ancora nebbia fitta; dal punto di vista sportivo adesso c’è solo da superare il Siviglia, senza fare proclami che non portano bene. Forza Roma!

  3. Incredibile l’abilità di Cecchini nel conoscere i piani di Friedkin che non ha mai profferito parola sulla Roma (e badate, questo lo prendo come segnale di serietà assoluta).
    Tra le scemenze una cosa vera però la si legge: i 40 mln da versare entro dicembre saranno immediatamente erosi dal pagamento della prima rata della quota capitale del bond.
    Ne serviranno subito altri per garantire l’operatività del club.
    Messaggio per gli pseudo commercialisti ballottisti, i quali ci garantiscono che il bond scade nel 2024.

    • Perché rovinare volutamente un post intelligente e condivisibile dovendo per forza perdere per il culo qualcuno? Non volete le patenti da tifosi ma poi siete sempre i primi a stuzzicare, anche quando nel discorso, che ribadisco era assolutamente condivisibile, non c’entra nulla. Crescere un po’ farebbe bene a tutti, me per primo

    • criPtico, ne prenderò atto non appena farai le stesse osservazioni nei confronti di chi emette quotidianamente falsità a fini propagandistici, perfino a dispetto di ciò che è scritto nelle relazioni di bilancio. Chiaro?

    • Relazione di bilancio:
      “Le obbligazioni, Senior Secured non convertibili con scadenza 2024, emesse per un importo complessivo pari a 275 milioni di euro con denominazione minima pari a 100.000 euro, matureranno interessi a un tasso del 5,125% annuo e hanno ricevuto rating BB- da Standard & Poor’s.”
      Non so davvero che altro dire.
      E’ come continuare a ripetere che Dzeko guadagna 7,5ML netti.
      Contenti voi….

    • Comunque, anche la Roma dovesse procedere ad un rimborso parziale del bond di 40ML, non vedo quale sarebbe la tragedia. Si rinegozierebbe il debito come sempre.
      I debiti ce l’hanno tutti, Juve, Inter e Milan superiori ai nostri, basta poterli rimborsare.
      Tu non pensi potremo?
      Amen, vedremo a fine anno…

    • “Le obbligazioni saranno soggette a rimborsi parziali alla pari, su base pro rata, su base semestrale il
      30 giugno e 31 dicembre di ciascun anno, a partire dal 31 dicembre 2020 e fino al 30 giugno 2024(….)”

      Neanche io so che altro dire Anto. Contenti voi…

    • Batigol,
      la Roma si è finanziata (come Juve e Inter) con un’obbligazione riservata a Investitori Qualificati
      (non la possiamo comprare io e te per capirsi). Questa obbligazione scade nel 2024.
      E ovviamente prima di allora verrà rinegoziata verosimilmente con un’altra obbligazione al 2029 o giù di lì.
      Non è nulla di particolare, pratiche solite per una società per azioni.
      Questa obbligazione, come un BTP, ha una cedola, cioè un interesse che devi pagare ogni 6 mesi, a un tasso annuo del 5,125%: ogni 6 mesi devi pagare poco più di 7 milioni di interesse a chi ha sottoscritto il bond, perlopiù banche e fondi di investimento.
      C’è la possibilità di prevedere un rimborso parziale annuale o semestrale del Bond, che immagino siano i 40ML di cui parla UB40. Di solito è su base volontaria, non mi risultano clausole che lo rendano in questo caso obbligatorio, ma anche fosse davvero non capisco dove è il problema: i 40ML verranno rinegoziati in qualche modo come fanno TUTTE le società che emettono Bond. Un altro Bond, un prestito, un mutuo, o se arriva un proprietario molto liquido potrebbe anche decidere di coprirli con un rimborso cash.

      Il nostro problema è la perdita di esercizio che è oggettivamente pesante.

    • UB40 (penso di averti letto anche con altri nick), tu hai un modo di esprimerti e argomentare assolutamente corretto, salvo poi scivolare spesso nella provocazione di chi ti si avvicina a due centimetri giusto per vedere se reagisci…credimi che le tue argomentazione, da sole, sarebbero già sufficienti par aprire un confronto serio e basato su dati oggettivi. Le tentate risse da saloon le lascerei a troll e a persone di meno spiccate qualità espositive…poi sei libero di rapportarti come credi, ma così passi da coatto anche non essendolo affatto. Può darsi che a te piaccia così, ma da una certa categoria di persone pensanti, a prescindere dallo schieramento, sarebbe auspicabile un atteggiamento meno provocatorio, e lo dico in maniera assolutamente trasversale, tanto che la stessa considerazione la avrei fatta (e la farò) anche a chi si volesse porre nello stesso modo manifestando idee opposte alle tue. Credo che ne possa giovare il livello generale della discussione, tutto qua

    • @Anto, ok, ma io penso ingnorantemente che per società o fondi o cordate così “importanti”, 40 mln dovrebbero essere bruscolini… o sbaglio?

    • Anto, per favore, cerchiamo di mantenere il discorso su crismi di serietà, se ci riusciamo. Il rimborso del capitale su base semestrale a partire da Dicembre 2020 non è una possibilità su base volontaria, bensì una certezza. E il bond non è uno strumento finanziario così facilmente rinegoziabile come un finanziamento da parte di un istituto di credito. E’ regolato da norme precise e stringenti.
      Per liquidarlo devi comunque trovare chi ti garantisca tutta la cifra da versare agli investitori, interessi inclusi. Ammesso che tu riesca a trovare tale finanziatore nella situazione in cui versi oggi, lo farà certamente ad interesse superiore a quello odierno.
      Il bond è uno strumento cui sono ricorsi anche Juve e Inter tra gli altri, certamente. La differenza la fa il fatto è che tu, oggi come oggi, non hai nelle casse la cifra per garantire il pagamento a Dicembre. E i 40 miln saranno appena sufficienti a pagare la rata in scadenza. Ne servono subito un’altra cinquantina per garantire la continuità aziendale.
      Juve ed Inter hanno in cassa le risorse sufficienti a coprire le scadenze debitorie. Il loro indice di solvibilità è oltre il doppio di quello della Roma. E basterebbe anche consultare le voci relative al patrimonio finanziario netto. Persino quello del Milan è positivo, malgrado lo spaventoso deficit di esercizio.
      Tutto questo significa che la proprietà ha le risorse necessarie per garantire la continuità aziendale. Alla Roma questo è stato messo in dubbio dagli stessi amministratori, nonché i revisori del bilancio.
      Io non mi invento nulla, qualcun altro lo fa. Poi se preferite le loro rassicurazioni per me non è un problema.

    • @UB40 mi puoi per favore spiegare lo scenario peggiore possibile? che falliamo? ma i 40 mln + i 50 di cui parli possono arrivare dalle cessioni?

      grazie ancora.

    • Mio caro Batigol, personalmente non credo affatto che falliremo, per il semplice motivo che non conviene neanche all’attuale proprietà. Meglio uscire con una piccola/media perdita o perdendo tutto?
      Si tratta poi di un proprietario avvezzo a questi inconvenienti, avendo gestito in passato dei fondi di tipo hedge, con titoli che comportano grandi guadagni a fronte di rischi elevati.
      Insomma sa dove e quando si deve posizionare uno “stop loss”. Per cui non sono granché in ansia di fronte all’ipotesi libri in tribunale.
      Le cessioni, e l’eventuale plusvalore, andranno a bilancio l’anno prossimo. La necessità di ricapitalizzare entro dicembre (grazie alla proroga) deriva dalle perdite nel precedente esercizio che hanno ridotto per più di un terzo il capitale sociale.

      “l’art. 2446 (art. 2482-bis per leS.r.l.) del codice civile3 richiede l’intervento dei soci entro l’esercizio successivo, qualora la perdita riduca di oltre un terzo il valore del capitale
      della società”.

      Se non si ottempera si va incontro alla riduzione del capitale sociale e conseguente valore della società. Se si scende sotto il minimo legale questo diventa causa di scioglimento della società.

    • “Se non si ottempera si va incontro alla riduzione del capitale sociale e conseguente valore della società. Se si scende sotto il minimo legale questo diventa causa di scioglimento della società.”

      mo si che sto sereno ahahhaha 😀

  4. Il bello è che poi,su questi articoli inventati, molti ce cascano e patteggiato per una parte o per l’altra. SVegliaAAA.
    Nun facciamoci infinocchiare perché è proprio questo che vogliono.

  5. Spesso si fa riferimento a paratici come se fosse il dio dei ds, quando in realtà gran parte del suo merito va alla struttura societaria alle sue spalle.

  6. Se questi so i primi passi che intende fare magari arriva subito. Serve gente abituata a vincere, ma è da mettere nelle condizioni di poterlo fare.

  7. Friedkin ha già predisposto un piano di rilancio del club.Procederebbe al rinnovo del Cda in scadenza, immettendo suoi uomini di fiducia a partire dal figlio Ryan.Ci sarà da scegliere il nome del nuovo direttore sportivo: il sogno è Fabio Paratici. E’ in dubbio se ritinteggiare Trigoria completamente di bianco. Dovrà presentarsi con un abito intero blu, o con uno spezzato? Camicia oxford azzurro? presentarsi in limousine o con un Hammer, potrebbe cambiare le strategie di mercato? Ingaggiare Vincent Candela come DS, che all’occorrenza potrebbe fare qualche film d’azione, alla Jean Reno, per intenderci? Si ci sono ancora tanti quesiti irrisolti, e siamo già ad Agosto.

  8. Penso che ci sono tanti mestieri da Cazzaro che potrei fare, altro che difficoltà a trovare lavoro; e quella laurea che è sempre stato un traguardo, non mi serve più, assolutamente, a nulla. un Cazzaro è un cazzaro, non serve essere laureato per esserlo. Ci sono le stimmate per questo. Si, Politico, giornalista, animatore turistico, immobiliarista, saltimbanco, coccobello! quante strade mi si aprono davanti…..ma giornalista fa proprio per me che sono nel mio intimo un Cazzaro. se fossi anche pregiudicato sarei perfetto.

  9. Ora, è plausibile che alcune mosse di Friedkin si possano conoscere e va bene, ma addirittura il delisting che, almeno in Italia, è una procedura assai complessa?! Bah
    E poi con ‘sto Paratici… ma prendessero un Ds dalla Premier.
    L’articolo su Dzeko manco lo commento, è delirante, non valeva solo 10 milioni adesso, non li vale ora.

  10. Recentemente è uscito sulla rivista scientifica SONNO un accurato studio del PIPPA (Professori Indipendenti Psicologi Provetti Associati) sul profilo del Boccalone medio, riportato qui sotto

    Ultraquarantenne in smart working, occhiali trasparenti, ben pettinato, dorso nudo, pantaloncino adidas, zoccoli di legno, bevanda al guaranà sul tavolo, foto con famiglia a Terracina, poster di Freddie Mercury dietro le spalle, libri di Cacucci in mensola, un Dan Brown preso su Amazon, un Virginia Woolf mai aperto, un Settecento trattorie in Italia, hiphone allertato su whattsapp per un turbine di invii, dal gruppo paddle, alla cena aziendale, fratello scassakazzi, cugino sporcaccione, collega d’ufficio separata gran distributrice di cuoricini e smack da cancellare immediatamente, e strappamutande sotto nome in codice, frenetico acquirente su Amazon, grande recensore di ristoranti su trip advisor, radio sintonizzata su programma romanista, schermo acceso, mouse bollente.

    • Amede’… te sei scordato la catenazza al collo in oro massello 😏 da 10 kg. con il quadro di padre pio ciondolante…

  11. E vai grande Dan liberaci da sta vergogna de purciaro del Massachussets, l’uomo della plusvalenza, che voleva fa l’affare…… lui e ci sta distruggendo, incapacità gestionale totale.
    Sballotta game over.

  12. Beh se fosse vero neanche male direi…
    Se si stesse facendo “zona”, cercando cioè di tastare il terreno mi sembra comunque una ottima risposta comunicativa.
    Fatto sta, se la società volesse davvero tenere la squadra dovrebbe, almeno in comunicazione, rispondere con un programmino, o almeno dovrebbe smentire le voci di mercato sempre più insistenti e trovanti conferme.
    Bah poi dici perché ti hanno stancato, vedi tu…

  13. Pallotta sta aspettando di vedere cosa succede in EL. Se l’improbabile vittoria si verificasse, si intasca 40 milioni in più tranquillamente, tanto vale aspettare 3 settimane.
    Se invece Giovedì usciamo col Siviglia, Venerdì la società è venduta.

  14. Siiiiiiiiii!!!!!! Che bellooooooo!!!!! Mi sveglio stamattina…e che faccio ?vado sul sito giallorossi net….e che leggo??? Che ballotta se ne sta anna’!!!!!!
    Sono felicissimoooo, ho le lacrime agli occhi….grazie dio che hai ascoltato le mie preghiere….grazie!!!
    Forza romaaaaaaaa ciao foce’!!!

    • Il bombarolo in FM sarà contento di riprovare a rientra a Trigoria, non ci riuscirà e vi farà odiare anche Friedkin ahahahahahahahahah, tanto della Roma interessa poco.

  15. Se è così non si andrebbe male di certo, noi tutto sommato siamo una buona/ ottima squadra, se viene qualcuno che ce la valorizza ancora di più ben venga.
    Ma stiamo sempre alle solite, perché qui è dal 29 dicembre che tutti i siti e giornali, scrivevano di Friedkin come nuovo azionista di maggioranza della Roma, stiamo a luglio finito e di fatto ancora non è successo nulla, solamente una proposta di acquisto che al momento non soddisfa Pallotta

    • Hai ragione Jim Kerr, dal 29 dicembre non è successo nulla di rilevante… giusto una pandemia.

  16. in caso la Roma vincesse con il Sevilla,aumentetebbero le pretese di pallotta per venderla. Purqué se ne vada via Pallotta quasi preferirei che la Roma non vincesse. Lo so é assurdo, ma sono cosí schifato da questo pessimo personaggio che non vedo l’ora che sparisca con tutta la sua cara ed inutile corte,liberandoci anche dall’orribile baldini!

  17. Se il nuovo Commisso arriva e esce dalla borsa, non so, se sia uno svantaggio oppure un vantaggio su l’immagine…. Un conto lui, ma se una possibilità da una opportunità per arabi e cinesi, tutto cambia.

  18. No, Paratici ds no, per carità! Già abbiamo la raccolta rifiuti in affanno perenne, se arriva pure lui come facciamo con tutti i foglietti che lascia in giro??

  19. “Il piano di Friedkin è pronto. Manca solo l’ok di Pallotta”. Appunto, di cosa stiamo parlando, concretamente? Di nulla. È come se dicessi “Per quella villa a Miami è tutto pronto, già ho pensato all’arredamento, alla piscina, alle feste che darò. Devo solo comprarmela e mettermi d’accordo col proprietario, ma il prezzo che gli ho proposto a lui non va bene”… L’ultimo dato certo (suffragato da comunicato ufficiale della Roma) è la fine (temporanea?) della trattativa con Friedkin. Ci sono poi state dichiarazioni di Friedkin a un giornale americano non concernenti la Roma ma il momento di grande difficolta’ attraversato dalle sue aziende causa covid: ognuno lo interpreta come più gli pare e comunque ne terrei conto. Per il resto il nulla, anzi il solito caravanserraglio di voci, indiscrezioni, si dice, sembrerebbe, sì, no, ma, forse, a ferragosto, no a settembre, no dopo… E il cui unico fine è far sperare il povero tifoso e tenerlo ” desto”, anche perché ovviamente è preoccupato per la sua squadra e spera che questa proprietà, ormai fallimentare, passi la mano. Ma per ora, purtroppo, la vedo difficile.

  20. A Vinovo farebbero carte false per riabbracciare Marotta , in quanto sull’ affaire Ronaldo ci aveva visto lungo !
    Ricapitalizzare 300 milioni dev’essere stato un duro colpo per i capricci del monociglio !

    Paratici può tranquillamente starsene a Torino …

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome