Veretout: “Mourinho voleva che restassi, ma io volevo assolutamente andare via. Complicato passare da titolare a riserva”

27
1211

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Jordan Veretout ha rilasciato un’intervista a goal.com. Il centrocampista francese ha parlato del passaggio dalla Roma all’Olympique Marsiglia avvenuto in estate, e a quanto pare non troppo gradito da Mourinho. Queste le sue dichiarazioni:

Con il tua arrivo all’OM si è aperta una nuova pagina della tua carriera. Com’è nata quest’opportunità? Cosa ti ha attratto del progetto?
Eravamo in trattativa con il Marsiglia da molto tempo. Volevo qualcosa di diverso dall’Italia e tornare in Francia. Anche gli ultimi mesi con la Roma sono stati difficili sotto certi aspetti e avevo bisogno di cambiare aria per continuare a crescere. Quando l’OM mi ha contattato, ho deciso subito di partire, soprattutto perché avrei giocato in Champions League con uno stadio pazzesco. E’ fantastico!

Un anno fa José Mourinho ti ha dichiarato incedibile e oggi sei al Marsiglia. Cos’è cambiato?
Ho trascorso tre stagioni alla Roma, di cui due e mezzo ad altissimo livello. Sono stato molto contento e sono stato bene in campo. Poi gli ultimi sei mesi sono stati complicati, Mourinho ha ruotato, ha avuto altri giocatori a disposizione e ha anche abbassato Mkhitaryan. E’ sempre difficile quando si passa da un titolare a un sostituto. Ho dovuto cambiare anche questo. Ho 29 anni e voglio giocare a calcio. Quando il Marsiglia è venuto a presentarmi il suo progetto, volevo assolutamente andarmene anche se Mourinho voleva che restassi, ma ha capito la mia scelta di partire, di tornare in Francia, anche per la mia famiglia”.

In Italia, la vostra ultima stagione è stata fatta di alti e bassi. Come ne siete usciti?
All’inizio è difficile, ma bisogna accettarlo per dimostrare all’allenatore, durante l’allenamento, che ha sbagliato le sue scelte. In questo periodo ho imparato che lo status di titolare indiscusso non esiste e che bisogna combattere e andare ad allenarsi con lo stesso stato d’animo di quando si gioca. Penso che sia anche il modo in cui ho concluso la stagione”.

Anche se la Conference League è stata snobbata da alcuni…
“Ho sentito molte persone dire: ‘È una coppa di legno’. È pur sempre una coppa europea. All’inizio si è lì, si gioca, ma più le partite vanno avanti, più si gioca per vincere. E alla fine, vincere con la Roma, che non vinceva un trofeo da molto tempo… abbiamo vissuto emozioni enormi con i miei compagni di squadra, con i tifosi. La parata in città, con la folla, è stata pazzesca: sono immagini che si conservano per tutta la vita.

Fonte: Goal.com

Articolo precedenteEl Shaarawy, rinnovo senza lieto fine: rischia di essere “sacrificato” dalla Roma
Articolo successivoWijnaldum in stampelle a Trigoria. Il giocatore: “Altro allenamento di recupero” (VIDEO)

27 Commenti

  1. Veretout avrebbe fatto tanto comodo al centrocampo risicato e traballante della Roma attuale.
    Peccato che queste valutazioni non sono alla portata del Direttore generale, l’Eroe del mercato, il Santo subito degli Abbocconi.
    Lui taglia i rami secchi e pure quelli verdi. Poi si pente e fa i contratti tipo vitalizio ai Mancini e ai Cristante. Mahhhh

    • Ti ha detto Veretout stesso che volevano restasse ma lui non voleva…
      Poi se non si capisce, o non si vuole capire, quello che si legge, per esprimere idee preconcette e’ un altro conto….

    • Me co@#j@ni…….

      È fu’ che zenocolo, ci lasciò il suo ultimo epitaffio…… Col fiasko, senza il fischio, ma col riskio….. Senza il maschio…..

    • Zenò i dindi per il rinnovo ce li mettevi tu? Senza rinnovo non sarebbe mai restato o magari sarebbe poi partito a zero, senza contare che se fosse rimasto avremmo rivisto il peggior Veretout.
      Come è bello criticare dal divano.

    • “In questo periodo ho imparato che lo status di titolare indiscusso non esiste e che bisogna combattere e andare ad allenarsi con lo stesso stato d’animo di quando si gioca”.

      Questa e’ la dichiarazione di Jordan Veretout.

      Dal momento che come Veretout stesso ha dichiarato che parlava con l’OM da molto tempo cosa doveva fare il D.G. della A.S. Roma con un professionista che non aveva piu’ stimoli per restare ?

      Secondo me l’unico argomento che poteva farlo rimanere era un rinnovo con moneta sonante pero’ poi la maglia se la doveva sudare come fa un professionista di qualsiasi disciplina sportiva perche’ negli sport di squadra ogni allenatore non ti fa giocare per simpatia, cosa che in generale a me sembra che una buona parte dei calciatori che hanno contratti onerosi giochino o accettino tutti o quasi solo per i soldi, basta vedere quanti sono i calciatori che rimangono aggrappati al loro contratto e per questo che alla Roma e’ cambiata aria, adesso il piu’ dei contratti si fanno a rendimento, tot partite rinnovo assicurato, non ti piace la panca, parla con il tuo procuratore e portaci i soldi del cartellino perche’ quando hai firmato io
      A.S. ROMA ho investito sulla tua professionalita’, cosa che negli ultimi 6 mesi di Roma Veretout si e’ dimenticato di essere un calciatore professionista.

    • Ma secondo te questo tipo di scelte le fa Pinto, chi è che non ha fatto più giocare Veretout, chi è che stravede per Cristante e Mancini.
      Pinto è solo un esecutore e cerca di fare quello che gli ordinano.
      Domandiamoci perché alla Roma c’è Pinto, non è tante volte perché gente come Sartori, Prade’ Corvino Sabatini, con Mourinho legherebbero poco e niente.
      Più o meno il Ds alla Roma lo fa Mourinho.
      Anche Svilar per esempio è stata una sua invenzione, Pinto credo non metta bocca su nulla

    • La Roma ha cercato di trattenere sia mikitharyan e veretout ma loro hanno preferito altre squadre. Che poteva fare Pinto. Ha preso Matic e Wijnaldum e provato a prendere frattesi. O forse lo vogliamo incolpare anche degli infortuni?

    • te lo ha pure spiegato veretout, ma continui lo stesso a non capire .
      cosa ti serve per capire che non è un problema economico, ma di essere titolare ?
      con arrivo di matic e vijnaldum ,veretout sarebbe stati un gregario e lui non accettava questo ruolo.
      lo ammiro per la sua onestà ,ma non rimpiango la scelta della società.
      ma qui si cerca sempre le cose che non esistono ,solo per dare fiato alle trombe .
      veretout voto 8
      pinto voto 9
      Zenone 0

  2. Credo che il problema di Veretout sia la poca testa (sua e della sua famiglia…)

    Mourinho ti vuole? Se hai un po’ di sale in zucca, resti…

    Comunque il massimo degli auguri possibili per tutto 😊.

    E ciao a tutti 😊.

  3. ..e’ dura la vita eh…. quando chiedi un ricco contratto e non lo meriti e giochi da schiappa apposta…eh? e’ dura la vita. adesso divertiti dove stai, sei il passato.

  4. Ma chi te vole, ma chi te cerca.

    Altro giocatorino da settimi posti che è una benedizione aver perso. Per caratteristiche poteva in questo PRECISO momento essere utile avendo più ritmo dei due frigoriferi della mediana, ma rimane un calciatore di una mediocrità tristissima, che pensa di essere un fenomeno ma quando si gioca coi grandi diventa un idiot4, si annienta da solo, sbaglia retropassaggi ridicoli, corre male sul campo, fa la faccia cattiva peffinta perché la sua faccia è in realtà da perdente.

    Non manchi memmeno un po’, tu, la tua sfiga che te porti dietro e la tua spocchia.
    Hai pure saltato partite importanti per quella vicenda del covid imbarazzante.
    Sta maglia non la meriti manco un po’. Vai tranquillo.
    Mi ricordi un periodo di Roma assolutamente nefasto, mi ricordi Fonseca, mi ricordi filotti di partite perse con le grandi, mi ricordi mediocrità fassa passare per eccellenza.
    Pussa via.

  5. Ma perché gli rispondete.. questo si e capito nn lo sente nessuno e per esistere viene qui e spara ca@@ate così poi voi gli rispondete e lui e contento.. è brutta la solidutine

  6. Tradotto: volevo la certezza assoluta di giocare sempre e avere più soldi: non mi davano quello che chiedevo e ho giochicchiato per ripicca, non comportandomi da professionista.
    Milionari piagnoni ne abbiamo avuti fin troppi.
    Forza Roma

  7. per me non è un giocatore di calcio,ha più lo stile del rugbista,placcava tutti!!E comunque,dopo il rigore sbagliato contro la Juventus si è,spento”,Meglio che sia andato via,

  8. io leggevo tutti i giorni che diceva:” da Roma non mi muovo” …mo se ne esce che era lui che voleva andare via e che Mou non voleva chw andasse via.. a buciardooooo

  9. L’insulto non si tollera mai, ma rimarcare che lui stesso ha dichiarato di volersene andare dopo aver capito che per essere titolare si doveva impegnare di più negli allenamenti, di certo non mi porta a salutarlo troppo cordialmente. Ha solo confermato di essere quello che si era visto nello scorso anno, un giocatore svogliato che puntava solo al soldo, senza un minimo interesse per i colori che indossava. Ripeto, l’insulto lo risparmio, ma giocatori così non li voglio a Roma.

  10. la verità è che aveva chiesto un rinnovo spropositato e ha cominciato a giocare male e il mister ha capito l antifona e l ha messo perenne in panchina.un signore il mister io lo avrei messo in tribuna perenne .poco professionista il giocatore che cmq è andato all om e prende meno di quello che prendeva alla roma. il resto non conta nulla.

  11. Veretout dice di avere 29 anni, ma ragiona come un ragazzino di 15.
    Giochi in serie A da anni, hai un allenatore come Mourinho che non è proprio l’ultimo arrivato, chiunque giochi a certi livelli sa benissimo che nel corso di una stagione si fa tanto turnover e non si può pretendere di giocare sempre. Vale per i fuoriclasse e a maggior ragione vale anche per i buoni giocatori come lui (perché a me non dispiaceva, sinceramente)
    Se poi è vero che si sia messo a giocare male di proposito per ripicca, di sicuro non gli fa onore
    Per me fa parte del passato, di un passato che spero non ritorni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome