Video a luci rosse rubato: l’As Roma caccia la vittima

103
1853

AS ROMA NOTIZIE – Raccontano che l’han­no visto in tanti, nell’As Roma, quel video della giovane impiegata, ripresa nell’inti­mità con il fidanzato: calcia­tori, tecnici e qualche diri­gente delle giovanili e non so­lo, scrive l’edizione odierna de Il Fatto Quotidiano.

Raccontano di una riunio­ne a Trigoria nella quale un giocatore della Primavera avrebbe confessato tra le lacri­me, davanti a diverse perso­ne, di essere stato lui a sot­trarre il filmato dal telefoni­no della ragazza, chiesto in prestito per chiamare il suo procuratore, quindi a farlo girare tra i suoi compagni delle giovanili.

Da lì poi è ar­rivato ad altri e ad altri anco­ra. Raccontano anche di pe­santi commenti a sfondo ses­suale sui social e sulle chat interne. Ma la cosa più grave è che la ragazza – vittima con o­gni evidenza di un reato, anzi di più reati contro la privacy che si sono ripetuti a ogni ul­teriore condivisione di quelle immagini – è stata licenziata su due piedi dall’As Roma.

“Incompatibi­lità ambientale”, ha scritto l’avvocato Lorenzo Vitali, potente responsabile legale della famiglia Friedkin. L’hanno licenziata in tron­co, con tanto di sbrigativo accompagnamento ai cancelli di Trigoria da parte degli ad­detti alla sicurezza. Un trattamento incomprensibile in una società di riconosciuto standing internazionale come l’As Ro­ma, guidata da quasi un anno da una donna come la Ceo greca Lina Souloukou e capace di promuovere anche Pri­scilla Bortoloni, “la lupacchiotta che brilla” come la chiama il sito Dagospia, l’ex influencer ed ex centralinista chiamata dai Friedkin a inca­richi di sempre maggiore re­sponsabilità.

I fatti risalgono allo scorso autunno, il video ha circolato per diverse settimane fino alla messa alla porta dell’impiegata all’inizio di novem­bre e dunque prima della re­cente clamoro­sa ondata di li­cenziamenti che ha investito l’ufficio comu­nicazione e altri settori dell’As Roma. La ra­gazza si è rivolta a un avvocato, Francesco Bronzini, che in questi mesi ha provato a intavolare una trattativa per risolvere la questione senza portarla da­vanti a un giudice, con il ri­torno della ragazza a Trigoria. I contatti sono ancora in corso, ma a quanto pare non va benissimo.

Fonte: Il Fatto Quotidiano

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRoma nella tana del Brighton con vista sui quarti
Articolo successivoRanking Uefa: Italia ancora in testa nonostante l’eliminazione dell’Inter dalla Champions

103 Commenti

  1. Se le cose stanno così, auguro alla ragazza di ottenere giustizia e riprendersi il posto di lavoro. Una vicenda vergognosa.

    • Ma il giocatore della Primavera che ha sottratto il video sta ancora in squadra?
      Sarebbe gravissimo e un cattivo esempio per tutti gli altri.

    • E poi non capisco perché viene sanzionata solo la ragazza. Se ci sono state attività di natura sessuale sul luogo di lavoro, avrà partecipato anche qualcun altro!

    • Se i fatti stanno così, comportamento ignobile della società.
      Da licenziare il bambino viziato guardone piagnone, che tanto – ci metto la mano sul fuoco – non causerebbe nessuna perdita tecnica o economica.
      È pur vero che continuare a lavorare in un ambiente in cui tutti hanno visto il video è a dir poco difficile se non impossibile.
      Se i Friedkin sono gente per bene dovrebbero risarcire la ragazza con una cifra importante e impegnarsi a trovarle un altro posto di lavoro garantendole di non essere riconosciuta come “quella del video della Roma”.
      La prossima volta però i video zozzi sul computer in una cartella protetta da password, non nel telefono che porti a lavoro…

    • Finora la ROMA 💛❤️si è sempre dimostrata sensibile su argomenti di parità , contro la violenza sulle donne…. Ora…. Personalmente prendo questa notizia con le pinze (anche se è riportata da un quotidiano poco caz@#@aro)perché altrimenti sarebbe una caduta di stile e sensibilità….e credibilità
      Auguro alla ragazza tutta la fortuna possibile, e auguro alla ROMA 💛💔di perdere questo torto che ha fatto……..
      Non è questa la società Roma 💔che voglio

    • Considerando che anche io ritengo anomala la gestione della vicenda, dove la ragazza sembrerebbe la vittima, non posso però fare a meno di pormi delle domande: 1) dove è stato ripreso il video? Se l’atto si fosse consumato sul luogo è in orario di lavoro, ad esempio, sarebbe giusto motivo di licenziamento. 2) come ha fatto il ragazzino ad essere a conoscenza del video e a trovarlo in pochi istanti a seguito del prestito per fare una telefonata? Inoltre, tu sai di avere video hot sul telefono e lo lasci in mano ad un ragazzino? 3) sti Friedkin, di estrazione statunitense, rischiavano di fare uno scivolone come quello che l’articolo dipinge? 4) dalla lettura, mi sembra di capire che la vicenda risalga a diverse settimane fa, come mai è uscita solo oggi e, sembrerebbe solo su quella testata giornalistica? Secondo me si potrebbe chiudere con un “tutto è possibile”. In un verso o nell’altro…

    • @giò il fatto poco caz@#@aro??? Vatti a rileggerei vecchi articoli sullo stadio della roma a tor di valle, sembrava che la roma avesse in mente di costruire una centrale nucleare con le fondamenta di spazzatura ed amianto.
      Già dall’articolo non si capisce se c’è un collegamento tra un crimine subito dalla ragazza e il licenziamento. Perchè oggi non esiste al mondo azienda che licenzia una vittima per fatti del genere.

    • la ragazza INGENUA (non si dà il telefono con quel contenuto a uno sconosciuto o semisconosciuto) è vittima di bullismo?…che sia il presunto fidanzato (anche lui bazzica Trigoria?) ad avere spifferato “la casa” all’interno del centro sportivo?

    • Pensavo che la crociata anti americana e anti occidentale del Fatto Comunista si limitasse alle politica internazionale…invece registro che va bene qualsiasi campo, se c’è qualcosa di americano, loro menano forte…evidentemente sono si accontentano di essere tra i principali canali di divulgazione di propaganda russa in Italia.

      Quello che incuriosisce è l’uso delle parole, il responsabile legale dell’azienda diventa il POTENTE Responsabile legale, (tanto per significare di quanto sia malvagio e sopra la legge) non della Roma, ma direttamente della famiglia Friedkin ( tanto per significare quanto siano loro gli spregevoli imperialisti). Dunque non c’è ancora un giudizio ma già abbiamo un carnefice.

      Detto questo, in Italia, differentemente dalla Russia, c’è un ordinamento giuridico e un sistema giudiziario che, magari non sarà efficiente, ma sicuramente efficace, e se la ragazza ha subito un torto un giudice glielo riconoscerà…

    • Non ci posso e non ci voglio credere.
      Se così fosse sarebbe una vergogna.
      Ma come? Punisci la vittima? Impossibile non ci sarebbero giustificazioni. Ci devono essere altre cose che noi non conosciamo.

    • Vorrei porre una domanda: Ma non vi sembra strano che una vicenda cosi’ grave accaduta ad Ottobre, venga fatta uscire alla vigilia di un Roma-Brighton e subito dopo le dimissioni di Sarri e l’eliminazione dell’Inter dalla Champions? A voi la risposta!

    • La lettura di Zitti e Pedalare ha un suo preciso fondamento, ad oggi e senza tutti gli elementi per giudicare.
      Il bias antiamericano del FQ è fuori discussione, almeno per chi abbia voglia di riconoscerlo, per cui è fondamentale conoscere la versione dell’altra campana, in questo caso la AS Roma.
      Parecchie sono le cose da chiarire, in primis la cessione del cellulare incriminato.
      Strano innanzitutto che il ragazzo della primavera ne fosse sprovvisto, questi oramai non vivono senza il terminale, e se si rompe hanno sempre il muletto.
      Se è andato in panne lì per lì è molto strano che non lo abbia chiesto a uno dei suoi compagni in prestito.
      Last but not least, ormai sul cellulare una persona ha tutta la sua vita, a cominciare dal banking; semplicemente non lo lasci a cuor leggero nelle mani di nessuno e se lo fai stai lì nei pressi. E non è propriamente una cosa di due secondi andare nella galleria, scartabellare foto e video, eseguire l’upload dello stesso su un cloud personale.
      Ci sono tanti tasselli che devono andare al loro posto prima di gridare allo scandalo e smer*are la società o chi per essa.
      State calmi e attendete.

  2. non capisco cosa c’entra la ragazza, partendo dal presupposto che non capisco chi si riprende durante l’atto sessuale, ma è comunque vita privata e casomai dovrebbe essere stato il ragazzo ad essere allontanato per aver violato la privacy, tra l’altro in un cellulare non suo

    • è possibile che in un azienda (la Roma) piena di persone (uomini, ma è possibilissimo anche donne, popolino italico che in tema di sesso è sempre pronto a dimostrarsi retrogrado ed ignorante) la ragazza (che ha solo compiuto un atto naturale che tutti fanno tutti i giorni, compresi i pettegoli di cui sopra) era ormai oggetto continuo di commenti risatine pettegolezzi.
      E per la società ottusa era evidentemente più facile allontanare 1 persona (la vittima) piuttosto che tenere la vittima ed allontanare gran parte di tutto il personale (giocatori, dirigenti, magazzinieri, ecc).
      Erano invece a disposizione soluzioni più civili, ad esempio allontanare e denunciare il primavera, e dare una promozione alla povera ragazza

  3. Stramaledetti Social che hanno sostituito la civile e intelligente dialettica, e che sono fonte di tentazioni di tutti i tipi.
    Il progresso non si può fermare compreso quello tecnologico ma il senso di non rispetto verso il prossimo, quello si può fermare.

  4. Difficile esprimersi… Letta così la notizia, ci sarebbe da gridare allo scandalo ma, come al solito, si scrivono articoli poveri di dettagli e di fatti su questioni estremamente serie…

    • E che altro volevi, nome e cognome della ragazza? Il luogo c’è, il quando pure, qualche dettaglio sulle persone coinvolte e pure la dinamica. Non sarà forse che fai un po’ un giro di parole per esprimere altro?

    • @rossa come er

      non per difendere colui a cui rispondi che non me ha bisogno, ma per una semplice constatazione: questa è la versione di UNA delle parti in causa.

      per esempio, mi viene una domanda: perché la ragazza non ha denunciato il divulgatore del video se di fatto glielo ha rubato dal telefono?

      possono esserci varie risposte a questa domanda, ma per assolvere, o condannare, chicchessia servirebbe almeno ascoltare le parti, no?

      qui c’è l’avvocato della ragazza, c’è il ragazzo che ha mandato in giro il video, c’è la Roma.
      in una vicenda che diventa pubblica, è lecito, per farsi un’idea, che attendere che tutti dicano la loro.

      in un mondo normale…

    • rossa com’er core la risposta è no. Non voglio dire nulla in più di quanto ho scritto…dove ho anche specificato che “ci sarebbe da gridare allo scandalo”… Solo che, dato che da sempre assistiamo a notizie manovrate di proposito per infangare la Roma, attenderei conferme e dettagli (no, il nome non serve. Se leggi i post sopra ci sono enunciati vari dubbi e circostanze anomale da chiarire) prima di crocifiggere qualcuno o usare strumentalizzare ogni fiato per precostituire battaglie populiste contro i mulini a vento…

    • @Wtf, sì, la giustizia deve sicuramente fare il suo corso, ma la richiesta che faceva Fabio era un’altra; ovvero che c’era bisogno di più dettagli. Al che mi chiedo quanti dettagli siano necessari perché queste notizie vengano prese seriamente.
      Comunque, che non seguano denuncie a queste violazioni alla persona non è una cosa nuova, vista la repressione pubblica che poi ne segue; e questo indipendentemente dal genere. Senza contare che sul denunciare i ragazzini, ma quante volte ci siamo tutti messi una mano sulla coscienza?

    • Rossa come er core….non mi sembra che si evidenzi il luogo dove la ragazza ha fatto sesso con il fidanzato e fatto il video, perchè se l’ha fatto a casa sua o ovunque, ma non sul posto di lavoro allora non va bene licenziare la ragazza, penso che ognuno nel proprio telefono possa avere i video che vuole, anzi dovrebbe essere reintegrata al lavoro e lei potrebbe potenzialmente querelare il bimbominkia. Altrimenti se fatto sul luogo del lavoro allora cambia tutto, ma quello sempre bimbominkia rimane e lei potrebbe lo stesso fare querela

    • @rossa come er
      sia chiaro, non voglio giustificare o difendere nessuno, ma certo che mancano molti dettagli. Il luogo in cui è stato girato il video, ad es., è determinante. Se è sul luogo di lavoro negli orari di lavoro cambia tutto, è giusta causa indipendentemente dal sesso della persona coinvolta. Ma poi ci possono essere mille sfumature che possono incidere e cambiare i connotati della vicenda. Come al solito si fanno processi e si emettono sentenze su informazioni ricavate da un articolo che scrive “raccontano di…”, “avrebbe confessato…” non c’è il soggetto, si usa il condizionale. Queste sono situazioni serie molto penalizzanti per le vittime, la diffusione via social di questo tipo di dati e immagini intime e private è un reato grave e, pertanto, certe notizie dovrebbero essere trattate adeguatamente, non come un pettegolezzo pruriginoso.

  5. Mi aspetto che il Presidente riassuma la ragazza e licenzi in tronco chi l’ha messa alla porta, e con lui tutti coloro che hanno acconsentito a questa decisione ignobile.

  6. Oltre il danno anche la beffa. Spero che la ragazza si rifaccia verso chi ha violato la sua privacy e chi l’ha licenziata.

    • lo farà
      il primo a pagare i danni e pure seri sarà il pischello che le ha sottratto il telefono ed il video
      sottrazione, violazione della privacy, diffamazione, danno di immagine, danno materiale ..ce ne é abbastanza da fargli perdere il sonno a quel deficiente

      contemporaneamente con la Roma tratteranno un risarcimento al posto del reintegro che invece alla ragazza potrebbe non convenire più …

  7. Finché non ci saranno leggi SPECIFICHE ai danni di questi “divulgatori”/diffamatori seriali, ci saranno SEMPRE queste ingiustizie e queste sofferenze procurate. Che 💩 di paese.

    • Mardocheo76 guarda che il mondo intero non vive solo per screditare la Roma, quindi per te non è importante la delinquenza del divulgatore e la sofferenza della ragazza ma solo poter sempre piangere pensando che 7 miliardi di esseri viventi godono solo delle nostre disgrazie.
      Quando si parla di provincialismo, eccolo.

    • Storia strana infarcita di “dicono” e condizionali.
      La cosa di “chiedere in prestito il cellulare per chiamare il procuratore” non mi suona tanto giusta. Cosa c’era di così urgente da chiamare immediatamente il procuratore? cosa ci fa un pischello di oggi senza cellulare? E si ricorda a memoria il numero del procuratore? Come ha fatto a trovare il video, sapeva cosa cercare e dove, o ha l’abitudine di spulciare tutti i telefoni che prende in mano?
      Poi, se la storia è andata così come la raccontano (e la testata non mi ispira grande fiducia), la vittima merita il reintegro e il ragazzino ha chiuso col calcio professionista e questa sarà l’ultima delle sue preoccupazioni.

    • @Salmacis,meno male che qualcuno ragiona.
      La dipendente in questione ha 30 anni ed è fidanzata con un altro dipendente AS Roma (anche lui cacciato per informazione).
      Tu trentenne reparto segreteria fornisci il tuo cellulare ad un ragazzino (minorenne ??) come se questi non avesse altri 30 compagni di squadra a cui chiederlo ,per chiamare il suo procuratore con urgenza (chi sei Mbappé ?) ,e questo fenomeno trova in pochi attimi il tuo video più scottate in mezzo a centinaia di file (io per ritrovare un video ‘preciso’ nel ‘mio’ telefono ci metto un ora ).
      I fatti risalgono ad Ottobre scorso ma la notizia esce oggi …..
      Molto più probabile che questa ‘signora’ non fosse affidabile di suo e questa è stata la goccia finale o magari è vittima di una lotta all’ultimo posto che si è scatenata a Trigoria visto che gli Americani vogliono finalmente liberarsi del 50% dei dipendenti inutili imbarcati per amicizie e favorini vari nell era Pallotta.
      Non dimentichiamo che nelle società Americane non sono poi ammessi per contratto legami tra colleghi giusto o sbagliato che sia.
      Il fidanzato è ancora tale? oppure c’è da chiedersi se fosse stato licenziato prima di lei e magari ha dato un imbeccata per vendicarsi di chissà quali cose …
      Pare inoltre che a Trigoria ultimamente le influencer facciano rapida carriera con conseguente lotta all’ultimo sangue e che il presidente più ‘giovane’ non perda un colpo scatenando ‘corse’ e ‘sgomitate’ per entrare nel suo ufficio…
      Insomma aspettiamo prima di dare sentenze….
      Ma ancor più probabile che i suoi legali vogliano alzare il ‘polverone’ della discriminazione per una miglior transazione…….

  8. Per come la vedo io, sarebbe da punire chi si è reso responsabile della diffusione del video. Licenziare in tronco una ragazza, anche se ha peccato di superficialità, non mi sembra la cosa migliore da fare e trovarle un altro posto di lavoro altrove, non sarebbe stato complicato da fare. Comunque ‘sta kazzo de mania de filma’ ‘a propria vita sessuale non la capiro’ mai. Troppa pornografia fa ‘sti danni.

    • ognuno fa quel che vuole della propria vita sessuale.ognuno ha il diritto di filmarsi e di tenere il film nel telefonino. se qualcuno entra in qualunque modo in possesso del telefono e pubblica quello che c’è dentro deve andare in prigione e anche a lungo

  9. Occorre stare calmi e attendere di capire come stanno effettivamente le cose.
    Anche perché se fosse tutto come esposto qui sopra credo che la ragazza avrebbe gioco facile in sede giudiziaria a riottenere il posto ed anche un sostanzioso risarcimento.
    Per cui calma e gesso e aspettiamo prima di emettere giudizi affrettati.

  10. Se le cosa stanno in questi termini, la ragazza ha diritto ad un risarcimento morale astronomico, che le permetteranno di vivere in maniera comoda. Altro è la sua percezione psicologica di un sopruso perpetrato sia dall’idiota che posta che dalla società che licenzia.
    Tanti sforzi per rendere questa società solidale con le donne e gli ultimi, per poi veder buttato tutto nella melma per una decisione incomprensibile, anche se ci fossero motivi “ambientali”.
    Su certi argomenti bisogna andarci con i piedi di piombo.

  11. Riassunzione e soldi per i danni morali alla ragazza e FUORI il primavera ficcanaso! Sti pischelli c’hanno la testa bacata co sti cellulari e sti video che fanno ad ogni minima stupidaggine!

  12. Questi sono gli americani….fanno le peggio cose, buoni a giudicare in un attimo fuori, solo chi conviene rimane non si perdona niente poi senza pieta’ vero Friedkin ? Complimenti!!!!

    • Guarda, in realtà gli americani e gli anglosassoni più in generale, anche in modo un po’ ipocrita, sono attentissimi a queste tematiche che possono compromettere l’immagine della loro azienda.
      Per questo dico di mantenere la testa fredda, attendere dettagli risolutivi, prima di lanciarsi in invettive che poi potrebbero rivelarsi frettolose e infondate.

    • negli USA per fatti di cronaca del genere si mandano fuori dalle aziende i diretti responsabili e chi li ha coperti. Dubito che i Friedkin abbiano avuto visione della faccenda in modo esaustivo. Sono più propenso a credere che gli interessati abbiano fatto fronte comune, cercando di tenere la cosa sottobanco e che poi, una volta saputo tutto, la dirigenza abbia tentato di conciliare per non arrivare a oggi, cioè a far esplodere la notizia. Adesso SE siamo seri, via a pedate legali il calciatore e chi ha ripostato il video a terzi, come pure multa salatissima a tutti.
      Dovesse invece uscir fuori che i Friedkin e chi lavora sotto di loro fosse consapevole di ogni evento, schifo totale, senza alcuna giustificazione.

    • Detto da chi, senza conoscere i dettagli della vicenda, ha espresso un giudizio becero e tombale….

  13. E’ Il nostro giocatore a dover esser preso a calci in c–o fuori dai cancelli. E’ un fatto piuttosto grave, come è grave il provvedimento della società. Spero in un reintegro immediato e cospicuo risarcimento

  14. Vicenda tutta da chiarire. Detta così naturalmente il licenziamento sembra ingiusto. Mi sembra strano per una società seria come la Roma licenziare tout court una dipendente senza un valido motivo. Se e dico se venisse fuori che l’atto sessuale la ragazza l’avesse commesso all’interno di Trigoria allora la Roma non avrebbe tutti i torti ad allontanarla. L’articolo è generico e penso che qualsiasi giudizio a favore di una o dell’altra parte sia affrettato.

  15. c’è qualcosa che non mi torna, se l’hanno licenziata in tronco è ovvio che non è riferibile solo per quel video, tra l’altro in un ambiente di lavoro è un fatto destabilizzante e non ci sarebbe dipendente che incrociandola in futuro non la penserebbe in quegli atti…ma dico io, siamo nel 2024 e vai in giro con tuoi video porno sul cellulare? e comunque, quelli del fatto quotidiano si sono comportati peggio di quello che ha fatto girare il video perché adesso questo fatto è uscito da Trigoria, con tutto ciò che ne conseguirà.

  16. Ammetto che non essendo a conoscenza di come si sono svolti i fatti non posso prendere una posizione adeguata. Tuttavia, se tale notizia venisse confermata la considererei un autentica figura di melma da parte dei Friedkin. Un atto gravissimo che ricadrebbe sull’intera Società. Ma che razza di Presidenza, può farsi Promotrice di tante campagne contro la violenza e i sorprusi sulle donne, per poi comportarsi come in maniera cosi’ meschina o come il peggiore degl’aguzzini? Mi auguro solo che non sia vero Perchè mai vorrei essere rappresentato da chi agisce in maniera cosi’ scorretta. Se fossi al posto della ragazza, (e ne avessi la possibilità) citerei in Giudizio i Friedkin, l’avvocato, e l’idiota che ha messo in circolazione il video senza alcun consenso Sai che mazzata… Con la Nuova Legge sulla Privacy non si scherza e i Friedkin questo lo dovrebbero sapere benissimo visto che ci tengono cosi’ tanto!

    • mi auguro di no ma mi sembra che se fosse ultimamente di figure di melma ne stanno facendo a iosa , cominciando Da Giacomo Losi , continua a leggere i presidenti qua la , a me ogni giorno che passa vanno sempre piu sui cogli…., non parlano quindi non mettono al corrente noi tifosi di cose realmente vogliono fare , lo stadio serve il progetto e ancora deve essere presentato come se gli fregasse il giusto figure di melma , insomma se penso che qualcuno pensava di paragonarli a Viola e Sensi , mi cadono i zibidei sul pavimento.

    • Visto che spolliciano in giu aggiungo , che quando si tratta di abbassarsi le mutande con ceferin i comunicati dei friedkin arrivano dopo 30 secondi per ben due volte ,adesso su una cosa grave ..LATITANO .

    • Nando Mericoni: Scusa per il ritardo nella risposta ma son tornato ora. Quel che m’insospettisce è che tale “infangata” (definiamola cosi’) esca fuori come al solito alla vigilia di una partita importante. Di sicuro c’è, che vi è stata qualche soffiata fatta uscire di proposito, altrimenti non si spiega. Rileggendomi l’articolo, ammetto che qualcosa non mi torna. Vioglio solo sperare che dietro vi sia dell’altro. In caso contrario, perchè coprire i veri colpevoli di questa vicenda? Son loro che dovrebbero finire sotto processo, non la vittima! Possibile che la vicenda di Tiziana Cantone, non abbia insegnato proprio nulla? (La ragazza che si è suicidata a Napoli, a causa di alcuni video porno messi su Facebook senza il suo consenso. Una delle tante vittime di simili abomini). Rimango della mia idea: Chi commette simili nefandezze (Anche solo per divertimento) dovrebbe finire in galera!

    • Divano’s non so se fosse diretto a me il commento ma hai ragione Il fatto è che su talune idiozie non transigo. Pensando alle vittime di simili sorprusi sale la rabbia. Il problema non sono internet oppure i social ma gl’imbecilli che sfruttano la rete in malomodo e la mancanza di contromisure severe e adeguate

  17. se le cose stanno in questo modo ,cosa non ancora accertata,c’è una responsabilita’oggettiva della societa’ .inoltre chi deve essere cacciato e poi portato nel tribunale penale è chi ha diffuso il video

  18. Se le cose stanno così sarà sicuramente dichiarato dal giudice del lavoro come licenziamento illegittimo, con reintegro immediato e congruo indennizzo alla ragazza
    Resta da capire, ma questo attiene alla coscienza e all’etica personali, per quale motivo una o uno dovrebbe divulgare a chicchessia un materiale tanto privato.

    Ma forse la colpa è mia che a 49 anni non posso capire i giovani di 20. Per fortuna non ho 20 anni in questo tempo malsano e mefistofelico.
    Mia figlia sta crescendo sicuramente con altri valori, speriamo sia sufficiente a non farla affogare nel relativismo e nel materialismo.

    • Mi voglio allacciare all’aspetto giuridico della vicenda,giustamente evidenziato da Blouson Noir,per dire che bisogna tener conto anche della L. 231/2001 (Codice Etico) ,nella quale l’azienda specifica anche i requisiti comportamentali che richiede ai suoi dipendenti.
      Se in questo caso l’AS Roma ha enunciato questi concetti in maniera chiara e inequivocabile, ritengo che la condotta della dipendente possa essere contestabile e pertanto passibile di provvedimenti disciplinari,fino al licenziamento in tronco,in quanto ha leso l’immagine e il brand aziendale.
      Personalmente ritengo che ci possa essere più di una problematica di questo tipo,altrimenti il legale della ragazza avrebbe già fatto ricorso al Tribunale del lavoro per il suo reintegro nel posto di lavoro.

    • Esatto @Blouson ! Il problema non sono soltanto i social ma lo spessore morale di questi giovani a prescindere se siano calciatori, operai, impiegati o quant’altro. Si sta andando alla deriva e la cosa più preoccupante è che non voglio essere aiutati. Perché, parliamoci chiaro, quando arrivi a fare una cosa del genere hai dei problemi. Soprattutto in un momento dove tutti sanno tutto, ed è difficile sfuggire alle conseguenze. Vicenda squallida dove vedo solo vittime.

    • Non solo divulgare, ma direi anche produrre e tenere per sé. Non ha alcun senso, eppure sembra che molti giovani lo facciano.

    • @Zenone,aggiungo che nelle società americane i legami tra colleghi non sono tollerati giusto o sbagliato che sia.
      Inoltre ritengono che la tua vita privata sia tale finché non danneggi appunto l’immagini della società con comportamenti immorali/incauti.
      Quindi se sei carnefice fai le valige all’istante (ti danno 60 minuti in America) se invece sei vittima sei ritenuta comunque inaffidabile in casi come questo è quindi fai le valige uguale poi si vedrà il giusto risarcimento.
      Oggi potresti aver ceduto un file pornografico anche contro volontà ma domani potresti cedere un file importante per l’azienda sotto ricatto per quel video oppure per incauta gestione dei file riservati…..
      Ergo il dipendente inaffidabile viene allontanato e la giustizia provvederà a risarcirla e punire tutti gli altri ,ma intanto te ne vai.
      Punto.

  19. Sento di poter affermare senza ombra di dubbio che i Friedkins hanno il licenziamento facile. Pur non sapendo effettivamente come si sono svolti i fatti il dato oggettivo è che la ragazza è stata mandata via.

  20. Vorrei sapere ufficialmente chi è stato il giocatore della Primavera a fare questa carognata.
    IO comunque un sospetto ce l’ho…

  21. La ragazza vittima di revengeporn va reintegrata, un buon avvocato col giusto giudice sicuramente riuscirà a farle ottenere l’indennizzo.
    Purtroppo la stupidità legata all’età del giocatore e la cultura del mondo dei giovani è questa.
    Si pensa di essere divertenti andando a colpire le persone più fragili.
    Non trovo corretto che il ragazzino sia ancora in rosa, andrebbe punito dalla società per un atto gravissimo che ha compromesso in primis la Donna, poi la società stessa mettendola in difficoltà di fronte la gogna mediatica.
    Se la Roma, società, ha tanto a cuore i discorsi di genere, beneficienza, da poco anche il recupero dei carcerati, credo che sia giusto che difenda i diritti di chi ha subito un torto fra i suoi dipendenti. Questo suo comportamento mina ogni velleità di apparire giusta e equa al mondo di chi soffre.
    Spero vivamente che prenda le giuste decisioni per lealtà e giustizia.

    • Uno che starebbe per esordire in prima squadra, dice l’articolo del Corriere della Sera, che ho letto e che fa riferimento a quello del Fatto Quotidiano.

  22. Vorrei aspettare il finale di tutto ciò.
    Però una cosa mi viene da pensare e cioè che se le cose stanno come descritto nell’articolo anche un avvocato praticante da un quarto d’ora farebbe valere le ragioni della ragazza.
    E poi ci sono denuncie depositate? Perché qui leggendo l’articolo c’è tutto per procedere per vie penali. Perché siamo ancora al racconto del fatto quotidiano?

  23. Allora vicenda tutta da verificare . Se il racconto è vero è un fatto molto molto grave .Mi dà l idea che la ragazza dato che non ha valore intendo sul mercato sia stata licenziata e si è tenuto e vorrei sapere i nomi degli omertosi e di chi ha fatto il video dato che loro valore lo hanno . Aspetteremo ma la vicende è molto grave e dovrebbero essere mandati via chi ha visto ed è stato zitto e chi lo ha divulgato perché non fanno parte dell etica della Roma.

  24. Il mondo al contrario ,queste grandi società sono sempre alla ricerca di pretesti per licenziare
    Una Vergogna
    Utopia….per protesta stadio vuoto alla prossima in casa…e vediamo se capiscono

  25. Ipotizzando che tutto sia vero (ipotizzo solo perché tante storie sono costruite di sana pianta), in questa storia narrata ci sono troppe lacune….una vittima che viene licenziata da una società che cerca di aumentare il suo merchandising? Neanche un suicida farebbe peggio. Ci sono verità non divulgate (giustamente per privacy) che hanno creato dei buchi nella narrazione, all’interno dei quali, si sono infilate le chiacchiere
    poi, tutto è possibile

  26. questo sparare alla viva il parroco senza conoscere i dettagli ha stufato.

    la ragazza e’ andata da un avvocato che sicuramente sapra farsi valere nelle sedi opportune (e quindi non questo sito) SE e solo SE il fatto sussiste.

    il resto so chiacchere e le chiacchere, come sempre, se ´le porta via il vento.

  27. Considerato che il ragazzo in questione avrebbe compiuto un reato talmente grave e compromettente dal punto di vista finanziario (appropriazione indebita, più danno economico con la perdita dello stipendio, più gravissimo pregiudizio di immagine e reputazionale) che pure un avvocato laureato alla cepu agirebbe prima contro di lui in vista di un risarcimento a 5 zeri e solo dopo chiederebbe un reintegro che a quel punto diventerebbe una formalità, e che il comportamento della Roma sarebbe surreale, non credo ad una parola di ciò che è scritto su quella carta da culo.
    Anzi sarei curioso di sapere il nome dell’autore di questo chiamiamolo articolo che altro non è un tanatissimo tentativo di destabilizzazione.
    Come la fantomatica escort di Pellegrini, paro. Stessa fonte, infatti.
    Anzi dico pure, se è vero, lei the fox eh…chi non tiene roba del genere sul cellulare per più di 12 secondi e, non paga, lo mette nelle mani del primo venuto.
    Io tutti i giorni, proprio…

  28. Allora intanto non si da mai il proprio telefono a gente così a caso, soprattutto a un ragazzino. Poi a sentire dalla ricostruzione dei fatti se questo ragazzo ha fatto ciò che ha fatto significa che lui sapeva bene cosa e dove cercare, azione premeditata sicuramente…evidentemente questa ragazza aveva già una nomina all’interno di trigoria o ha fatto qualcosa a qualcuno perché le sia stato fatto ciò che è successo…se no non si spiega. Fatto sta che se il club ha optato per il licenziamento sicuramente sapranno con chi hanno a che fare, magari non è la prima volta che sta ragazza viene “beccata” flirtare o fare ste cose con calciatori staff ecc…noi non lo sappiamo ma potrebbe anche essere così…perciò sostanzialmente stupida lei perché ha dato il telefono in mano a quello e stupido lui che non è stato capace di farsi i cazzi suoi

    • sempre colpa delle donne, sei il classico maschilista italiano con la mentalità rimasta all’età della pietra

    • Mamba hai ragione è sempre colpa degli uomini. Tutto il male del mondo è da ricercare nel cromosoma y.
      Ha torto chi ha sbagliato punto. Che uomo donna binario non binario pastafariano terrapiattista.

    • Dura Lex Sed Lex dove hai visto scritto che è sempre colpa degli uomini? nel suo discorso c’erano solo allusioni e dubbi su di lei ed io ho riposto a lui. Te saresti l’avvocato?

  29. In quanto padre di una ragazza, spero che riesca a levarvi la cifra più alta possibile, e che tutti i colpevoli paghino

    • Io in quanto padre di due ragazze spererei innanzitutto che non conservassero video delle loro performance sessuali, e tanto meno sul cellulare.
      Su tutto il resto c’è molto da chiarire ancora.

  30. C’è però un “essere (il minuscolo è d’obbligo)” che fruga, dopo essersi fatto “prestare” il cell. (se l’avesse sottratto sarebbe ancor più grave), “in casa altrui”, furtivamente, e poi quest’ “esemplare umano (minuscolo pure questo)”, questo futuro “Campione di vuoto cranico” offre la “refurtiva” al pubblico. Quel che lascia interdetti è, inoltre, la “posizione” della Signora Soloukou rispetto alla vicenda.
    Dicono sempre che puntano alla crescita, soprattutto come Uomini, dei ragazzi che entrano a Trigoria; vista la vicenda e la successiva molteplicità delle condivisioni a vari livelli… stiamo sempre al “dimo, famo…”!

  31. Questa vicenda raccontata così non ha molto senso… alla AS Roma non lavorano degli sprovveduti in materia di diritto del lavoro. Evidentemente c’è qualcosa che non è stato raccontato. Io qualche dubbio su tutta la vicenda ce l’ho. E ho anche una mia idea su come le cose siano andate. E quindi prima di tirare la croce addosso a qualcuno aspetto di sentire TUTTE le campane di questa storia squallida. E cosi dovreste fare tutti voi.

  32. Per me la vittima è lei, ci ha rimesso sia umanamente che lavorativamente. E’ da cacciare lo stronz… che ha sottratto il video. Spero che la ragazza riesca ad ottenere ciò che vuole ed anche di più. VIVA LE DONNE SEMPRE

  33. Se la cosa si e’ svolta effettivamente in questo modo (un caveat iniziale che nel mondo di oggi va messo ovunque…) si tratta di una vicenda assolutamente vergonosa e soprattutto perseguibile a norma di legge.
    Reato penale da parte del moccioso che avrebbe fatto questa cosa ignobile (che andava per lo meno sospeso mentre le indagini sono in corso e RADIATO a vita dal mondo dello sport se confermata la colpevolezza).
    E sarebbe un reato vero e proprio da parte della AS Roma stessa l’aver licenziato senza nessuna ragione una vittima di un crimine commesso da un proprio tesserato.
    Queste considerazioni qui sopra sono di tale ovvieta’, che davvero spero che le cose stiano diversamente da come raccontate, perche’ sarebbe veramente uno scandalo altrimenti e la societa’ ci farebbe una figura orrenda a livello PLANETARIO (una notizia cosi, se confermata, verra’ spammata nel giro di un giorno o due su tutti i media nel mondo!!).
    Appello alla AS Roma: per cortesia RIMEDIATE SUBITO a questo scempio!!

    • I reati sono violazioni del codice penale. La Roma non ne ha commessi, perché il licenziamento è materia di diritto del lavoro, quindi codice civile. Il reato semmai lo ha commesso il “minus habens” che ha trasferito il file del video agli altri dispositivi mobili, le morme rientrano nel “codice rosso”. Aggiungiamo che hanno licenziato anche l’altro protagonista del video (un uomo), quindi non mi sembra accanimento verso la parte femminile. C’ è sicuramente “dell’altro” che il “Fatto Quotidiano”, come fa spesso, non racconta o non sa. Dire le verità a metà è peggio che raccontare favole.

  34. Strana storia, ma immagino che la Roma abbia licenziato la ragazza perché dai fatti sia in qualche modo emersa la prova di un inadempimento intollerabile del contratto di lavoro. Odio fare il boomer, ma un modo sicuro per non subire queste vicende è evitare di farsi foto e video anche durante gli incontri intimi. Che senso ha? Speriamo che almeno possa essere almeno di lezione per questa generazione di porno addicted.

  35. strano⁰ che sto chiacchiericcio viene pubblicizzato dopo il vero scandalo del Milan (che finirà ‘a tarallucci e vino)
    guarda caso sempre in occasione di partite decisive per noi

    non credo alla casualità

  36. Solo io ho letto che i fatti risalgono allo scorso autunno e che far uscire la notizia oggi è solo un modo ler destabilizzare i giocatori? mi pare inverosimile che il video non sia circolato anche nella prima squadra.

    • Sconfitta Lazio e dimissioni Sarri. Inter eliminata dalla Champion, i rossoneri coinvolti nell’ennesimo scandalo e una notizia di cronoca nera che vede coinvolta la Roma in autunno viene fatta uscire solo ora Ammazza che coincidenza o forse no?

    • E’ vero.
      Apparentemente, il fatto sarebbe successo a Novembre 2023 e per qualche motivo strano esce solo adesso a mezzo stampa.
      Il che mette piu’ di un dubbio…

  37. Se sai di avere video porno nel telefono sei responsabile per averlo dato ad un ragazzino. Il ragazzino non è punibile. La incompatibilità l’ha creata lei mettendo nelle mani di un minore un telefono con un video pornografico che sicuramente non aiuta la permanenza di una dipendente tra i ragazzini delle giovanili che hanno visto quel video. Tutti a difenderla ma ha fatto un errore imperdonabile.

  38. Resto sempre un pò perplesso quando si inquadra una situazione da un univoca prospettiva, in particolar modo quando non si hanno informazioni sufficienti…
    Provate a pensare se, al contrario di quanto viene sentenziato, la società si sia trovata in una situazione in cui ha scoperto che due suoi dipendenti hanno fatto sesso sul luogo di lavoro e hanno anche filmato il tutto a futura memoria…nel momento in cui il video diventa uno scandalo pubblico, secondo voi (provate a riflettere), dovrebbe premiarli?
    Il ragazzino che condivide il video per mera immaturità è davvero il problema principale di questa storia?

  39. dimenticate che i Friedkin vengono dal Texas posto dove ancora c’è la pena di morte e dove esiste ancora l’odio razziale insomma gente de m….a

    • Ma che caxxo centra con un fatto di cronoca avvenuto in un altra nazione? Quando si parla d’idioti ne spunta sempre qualcuno

  40. Su sto sito c’è gente che cerca di difendere pure sto episodio squallido soltanto perché riguarda la società?
    Mi auguro che non abbiate figlie, sorelle e nemmeno fidanzate o mogli.
    Povere donne

  41. bravi bene bis..in mano vostra anche uno squallido fattarello di cronaca diventa un casus bellico.. quando imparerete a tacere sarà troppo tardi..se nn dite la vs poi allo specchio nn vi riconoscete..ho letto cose qui che voi inumani nn potete manco immaginare..📽️🍊🤫

  42. Su sto sito c’è Gente che si fa due domande.
    Chi è che pubblica questo articolo?
    Perché lo fa?
    Perché il fatto successo a ottobre viene fuori solo in questo preciso momento?
    Certo è molto meglio fare le cose facili, ha ragione la principessa ed il brutto cattivo imperialista va cacciato….
    Io il mio cellulare non lo do a nessuno, solo a mia moglie, come dicevano sopra oramai è diventato più intimo di ciò che teniamo tra le gambe e non lo si cede a cuor leggero, tanto meno conscio/a del contenuto che potrebbe compromettermi.
    Se ha ragione la ragazza, ha diritto ad un reintegro o cos’altro chieda.
    Il ragazzo comunque se ha fatto quello sopra descritto dovrà pagare in sede penale come giusto.
    C’è anche la possibilità che lei non abbia ragione ed abbia montato un caso per soldi o visibilità….qst magari meno probabile ma non da escludere a priori senza indagare su di una situazione che definire alquanto fumosa sarebbe riduttivo.

  43. al momento attuale conta solo il comunicato ufficiale della Roma che dice che la societa’ è venuta in possesso di un video con contenuti tali da condurre al licenziamento dei due protagonisti del video.
    quindi i protagonisti del video sono due dipendenti della societa’.
    tutte le restanti notizie sono fatti riportati dai giornali sui quali tutti noi su questo blog abbiamo espresso i pareri ed emesso i giudizi piu’ diversi in base ognuno alla propria moralita’ e pensiero sapendo che molto spesso quanto riportato dai giornali non corrisponde a verita’.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome