Video hard a Trigoria, la ragazza licenziata: “Mi accusano di complotto ma l’unica vittima sono io”

45
1200

AS ROMA NEWS – “L’unica vittima sono io, invece qui sembra che sia l’artefice di chissà quale complotto, mentre su quanto ha fatto quel ragazzo che ha rubato e diffuso la mia immagine, un video strettamente privato, nemmeno una parola”.

La giovane donna, ex dipendente del centro sportivo di Trigoria in cui si allenano la Roma e le sue giovanili, licenziata dalla società giallorossa insieme con il fidanzato proprio a causa di quel video hard, affida il suo sfogo all’avvocato Francesco Bronzini che segue la sua vicenda, scrive l’edizione odierna de Il Messaggero (A. Marani).

Quel video, secondo la As Roma che, ieri, sulla vicenda si è espressa con un comunicato ufficiale, ha decretato “l’impossibilità di proseguire con il rapporto lavorativo” poiché contrario al “codice etico della società” e contenente un audio che fa riferimento a “una trattativa privata riguardante corsie preferenziali lavorative.

Niente di tutto ciò secondo la difesa della coppia che ipotizza che il video possa essere stato solo un pretesto per fare rientrare anche il loro licenziamento in una serie di altri tagli effettuati al personale. Proprio perché c’erano di mezzo dei minorenni avrebbe evitato di sporgere subito una denuncia confidando che la società avrebbe ritirato i licenziamenti e che sarebbe stata fatta giustizia a favore dei due lavoratori. Riservandosi di farlo ora.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteLukaku in forse, indisposizione per Dybala: rebus attacco alla vigilia del Sassuolo
Articolo successivoVideo hard, ora indaga anche la Procura federale: la Roma trema

45 Commenti

  1. e dopo tutto quello che è successo e succederà le vittime non hanno ancora denunciato il carnefice? In questi casi non è la prima cosa che si fa?

    • C’è da valutare molte cose prima di potersi esprimere (dopo i primi articoli qualcuno qui su giallorossi.net censurava le mancate condanne con sorprendente ingenuità…), tra le tante: quanti anni ha il ragazzino del settore giovanile (perché si parla genericamente di settore giovanile, non di primavera)? Perché se avesse dodici o tredici anni cosa si vuol denunciare? Rischia di più chi gli presta o lascia incustodito tra i ragazzini/bambini un supporto contenente video hard.

    • Le persone intelligenti, prima di rovinare un ragazzo minorenne, pensano che si possano trovare alternative….. Le persone intelligenti.

      Personalmente credo che il comportamento della ROMA 💔sia da condannare……

      Taci su un furto, fatto da un ragazzo, solo perché è un investimento…..
      però licenzi due persone, che hanno subito un furto….

      Non è la società che vogliono far credere…..
      Mi dispiace cara Roma 💔ma stavolta hai scaricato fuori dal water.

      Spero che i ragazzi possano trovare la giustizia.

    • A Gio’, quindi mi pare di capire che secondo te una “persona intelligente” possa prestare a un ragazzo (forse persino minorenne) un telefono sbloccato (perché è ovvio che non possa averlo fatto il ragazzo) contenente materiale scabroso riguardante il proprietario stesso, lasciarglielo felicemente in mano, andarsene, riprenderselo dopo vari minuti e accorgersi poi che “Oh no! mi hanno rubato il mio video hard porca miseria!”.
      Dì la verità, credi ancora alle favole?

    • Gio’ quindi una ragazza che è stata umiliata pubblicamente con la diffusione di un video privato invece che denunciare per chiedere giustamente giustizia pensa alle conseguenze penali per povero carnefice? Sarò mal fidato ma non credo a tanta misericordia

    • Partiamo dal presupposto che hai 60/90 giorni per fare una denuncia…..

      State omettendo che c’è stato un furto e non un prestito per fare una telefonata….
      State omettendo che c’è stata una violazione della privacy……
      State omettendo, che senza quel furto, nessuno saprebbe nulla
      Fino a prova contraria la libertà è un diritto, come il rispetto per le proprietà altrui….
      Sarò sempre dalla parte dei lavoratori (a meno che non abbiano rubato, o diffuso informazioni riservate del club)
      Licenziare a favore di un investimento… I lavoratori trattati come mercanzia o meglio spazzatura….

      Immagino che se fosse la vostra o il vostro figlia/o…. Sareste tutti soddisfatti del trattamento riservato……

      Fine quando non ci sono reati, commessi dai due fidanzati…. Io sto con i lavoratori.

    • Da alcune ricostruzioni sembrerebbe che il fatto sia avvenuto parecchio tempo fa e che la Roma per tacitare tutto abbia assunto la ragazza che lavorava per una società di lavoro interinale. Quando la CEO Lina Souloukou ha visionato tutti i contratti dei dipendenti c’era anche quello della ragazza e saputa tutta la storia ha licenziato lei e l’altro protagonista del video. Se fosse vero rischieremmo parecchio visto che i Dirigenti hanno omesso di denunciare dei reati.

  2. Quindi,
    visto che a quanto dice la Roma nel video oltre al sesso (fatti loro) emergevano
    condotte e giudizi gravemente lesivi dell’ambiente di lavoro,
    la Roma doveva far finta di nulla e tenerli a lavorare con gli altri,
    che chiaramente avrebbero dovuto far finta di nulla.

    La Roma non contesta il sesso, contesta la mancanza di professionalità emersa dal video.
    Cosa non è chiaro?

    Ma poi: che hanno licenziato lui invece va benissimo??????
    No perchè pare la vittima del caso sia solo lei: come funziona?

    Poi detto questo, se un ragazzino ha davvero fatto una caxxata del genere,
    ci sono leggi e la Roma dovrebbe collaborare in pieno per assicurarsi che
    paghi per il suo errore.

    • Anto tu hai ragione. Solo una cosa non mi é chiara: il ragazzino era della primavera? potrebbe essere stato più giovane? forse non ha la famiglia in Italia ed é ospite del convitto? questo non lo sappiamo. infine il revenge porn è punito dall’art 612 ter cp ed è a querela della parte offesa. Se la vittima non ha sporto querela non è compito né diritto della Roma di procedere nei confronti del ragazzo.

    • Il Revenge porn si definisce tale quando viene messo in atto dal partner.
      Non da un cretinetto qualsiasi.

    • non è chiaro il motivo per cui il codice etico è stato applicato a i due del filmato e non a chi lo ha diffuso

    • Di certo non può essere causa di licenziamento. Il comunicato della Roma, è abbastanza strano, non capisco il significato delle corsie preferenziali, sembra un termine abbastanza avvocatesco, oltretutto si fa riferimento a un ragazzo in modo generico. Non si capisce nemmeno se sia il compagno della tipa o quello della primavera. La storia non è affatto chiara, non sento di avere elementi per esprimermi, non ci sono abbastanza elementi, e quei pochi che abbiamo sono vaghi confusi e contraddittori.

    • sonni
      significa che mentre facevano sesso uno dei due confermava all’altro che avrebbe mantenuto la promessa…con non è chiaro ?

    • Fare sesso col capo non può essere causa di licenziamento ma la caduta del rapporto fiduciario tra dipendente e società invece lo è. Che due dipendenti, di cui uno il capo dell’altra, si accordino per favorire la carriera della ragazza non può essere tollerato da nessun datore di lavoro, sempre che le cose siano andate così ma non credo che la Roma si sarebbe esposta senza avere in mano tutte le carte.

    • Cioè secondo voi in questo video, che sembra abbiate visto, lui gli dice ah ah forza si che ti promuovo ah ah godo si promossa
      Dai su, anche fosse, sarebbe questa una prova per il tribunale?
      Perché non si menziona questo ragazzo della primavera?
      Sapendo di avere video del genere, gli prestava il telefono così senza nemmeno controllare ciò che facesse? A maggior ragione fosse stato minorenne, doveva fare una telefonata segreta e si è allontanato?
      La storia fa acqua da tutte le parti, per me ci sono solo domande e temo che le risposte non arriveranno a breve

  3. Le chiacchiere, mi sembra, stanno a zero.
    A questo punto un giudice valuterà la faccenda sotto tutti i punti di vista e farà chiarezza.
    Per quanto riguarda la ragazza, ok la diffusione del video contro la sua volontà,a resta poco chiaro come il ragazzo della Primavera possa essersene impossessato (gli dai il tup telefono lasciandolo libero di trafficarci sopra? Boh), ma la ragazza però non dice nulla sull’eventuale scambio del rapporto contro corsie preferenziali, e lì non sei una vittima (sempre, ovvio, che sia andata così, ma su questo dettaglio tace).
    La società però non ha allontanato il ragazzo, e questo è grave.
    Per finire, la storia è comparsa inizialmente come un caso di discriminazione su posto di lavoro. Questo è palesemente falso e i giornalisti che con tutta evidenza hanno fatto malissimo il loro lavoro devono pagarne le conseguenze, perché errori così grossolani in un mestiere così delicato NON sono tollerabili. Siamo davvero all’abc del mestiere, se non lo sai fare vai alla catena di montaggio e cerca di non fare danni almeno lì.

    • Amigo io non ho letto di alcuna certezza in merito al fatto che fosse un primavera…parlano di settore giovanile. Se, dico se, il video lo avesse diffuso un ragazzino di tredici anni?!?!

    • (secondo tentativo, si era impallato il pc, chiedo scusa se il commento esce doppio)
      Eh, ma l’articolo di ieri era tutto un “si parla”, “si dice”, “avrebbe fatto” “avrebbero detto”. Condizionali e voci. Spargere fango senza gli attributi per prendersi una responsabilità, un modo di fare giornalismo disgustoso.

    • caro Fabio non so se sia vero ma sembra che il video lo abbiano ricevuto anche i dirigenti

    • È stato un errore: pensieri e parole in libertà del famoso giudice istruttore Roberto.
      Amen.

  4. Se avessero licenziato solo lei, le avrei dato ragione, ma essendo stato licenziato anche lui, la società non ha torto anzi. Capitano queste cose a lavoro tra colleghi, ma lo si può fare benissimo in un’altra sede, a lavoro va tenuto un certo comportamento. Se non sbaglio è stato sospeso anche il ragazzo della primavera. Mi attengo al comunicato ufficiale della Roma, tutte le altre sono chiacchiere inutili.

    • e se così fosse perchè i due sono stati licenziati per non rispetto dl codice etico e il ragazzo solo sospeso per non rispetto del codice penale .aggiungo che non so se il codice etico della societa’ permetta di diffondere video intimi privati ? il mio è solo un commento al post di Mamba perchè non conosco i fatti.

  5. Spero che la as Roma citi in giudizio i giornalisti che hanno fatto male il loro lavoro contravvenendo al codice etico e deontologico… Gazzetta dello sport in primis

  6. Solo in Italia certe storie fanno vendere. E sapere che addirittura ne ha parlato il ministro Abodi allora stiamo apposto. Perché alla fine, che ci frega se mezza Italia non arriva a fine mese per comprare il cibo, l’importante ora è sapere di più di questa ragazza, se Fedez sta ancora con la Ferragni, ecc ecc. In tutto il mondo ci deridono e loro si evolvono. Eravamo il paese che esportava l’eccellenza in tutto il mondo, ora stiamo diventando l’ultima ruota del carro e non ce ne rendiamo conto.

  7. 1)dove sta scritto che il rapporto è avvenuto sul posto di lavoro? 2) il calciatore (è scritto in altri articoli) è in procinto di passare in prima squadra.3) chi ha deciso di licenziare i due ragazzi,lo ha fatto guardando e utilizzando un video rubato da un imbecille,sono anche loro passibili penalmente( non dovevano avere quel video).4) se fosse stata/o un vostro familiare (figlio/a ) li avreste fatti certi commenti?

    • gli scambi di favori sul luogo di lavoro del superiore sull’impiegata attraverso “rapporti” se fosse veritiera come chiave di lettura invece non sarebbe preoccupante per chi dirige un azienda.

    • Forse non sai che se qualcuno invia sul mio device un video ed io lo guardo, senza conoscerne il contenuto, non commetto alcun reato. Solo se lo divulgo a mia volta commetto effettivamente un reato. Altrimenti per far condannare un cristiano qualsiasi basta mandargli foto o immagini non autorizzate. Lo comprendi immagino. Dare il proprio telefono, che contiene immagini sessualmente esplicite, in mano ad un minorenne senza che questi file siano adeguatamente protetti può invece configurare un reato; a meno che il telefono non sia stato sottrato all’insaputa della giovane donna. Il giovane calciatore, non molto sveglio e ignaro delle norme penali, ha indubbiamente commesso un reato penale. Mi lascia perplesso la dichiarazione dell’avvocato della ragazza (leggo un virgolettato che l’articolo riferisce a lui) che afferma di non aver fatto denuncia perché in sintesi si sperava in un accordo con la Roma che non è arrivato. Il reato commesso dal giovane calciatore (se effettivamente è accaduto) è così ignobile che la denuncia (querela di parte) la si fa a prescindere da come andrà la questione giuslavoristica. A meno che non ci sia altro e si tema altro.

    • x David 70,
      vero quello che scrivi,ma loro lo hanno comunque utilizzato per condannare e licenziare quei due ragazzi,non lo hanno solo guardato(come se ti mandano un regalo rubato a casa e tu invece di portarlo alle autorità competenti lo utilizzi per i tuoi scopi.
      L’avvocato probabilmente non ha sporto denuncia perchè sperava in un reintegro al posto di lavoro,cosi’ non è stato ed è uscito tutto sui giornali.Secondo me non si può utilizzare un video rubato per licenziare delle persone a meno che non ci siano dei fatti molto gravi.

      Spero che tu lo comprenda

  8. state dando ragione alla ASRma per questa storia perché sperate che i Friedkin ci fanno una squadra forte barattando un senso di giustizia che dovrebbe essere presente in una persona ragionevole ….eppoi ci lamentiamo dei torti che ci fanno e’ possibile che non si conosce più il senso della parola giustizia …
    il telefono era stato prestato solo per fare una telefonata e non doveva sfociare in nessuna cosa punto

  9. Leggo che l’ operato della Roma sarebbe stato volto UNICAMENTE alla tutela dell’ investimento. A me sembra una sciocchezza enorme. Da più parti si esprime solidarietà alla ragazza ma pochissimi parlano della persona licenziata con lei ai quali andrebbe espressa una solidarietà ancora più ampia, visto che il video non era sul suo telefono e considerato che la sciocchezza di lasciarlo in mano al ragazzo non è stata commessa da lui. È sicuramente una storia poco chiara della quale non conosciamo i contorni ma lasciamo stare la parità di genere e la difesa dei diritti dei lavoratori. Non è questo il contesto.

    • io ho letto che la ragazza in seguito all’uscita del video è stata prima assunta e poi licenziata. correggimi se ho letto male

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome