Villar, Perez e Kluivert: un avvio di stagione che non fa felice Pinto. In crescita Reynolds

44
929

AS ROMA NEWS – Per ora le cose non stanno andando troppo bene per i calciatori della Roma partiti nuovamente in prestito in estate e che Pinto non è riuscito a cedere con l’obbligo di riscatto.

Giocatori che, se non riusciranno a convincere i club in cui militano attualmente, faranno ritorno a Trigoria a fine stagione. Un’eventualità che la Roma vorrebbe scongiurare, ma che alla luce delle prestazioni di questo avvio di stagione appare un’ipotesi concreta.

Sta cercando di ritagliarsi uno spazio da titolare Gonzalo Villar, con Giampaolo che gli ha dato fiducia dall’inizio contro lo Spezia, ma lo spagnolo per ora non sta ripagando le attese con prestazioni abbastanza deludenti. La Samp ha cominciato molto male e naviga già in zona retrocessione.

Non sta andando molto meglio il suo connazionale Carles Perez, che nel Celta Vigo sta trovando spazio un po’ a singhiozzo. Per lui fino ad ora sei presenze con la maglia degli spagnoli, zero gol e un assist. Non un avvio memorabile per il giallorosso, traferitosi in prestito con diritto di riscatto.

Stesso discorso per Justin Kluivert, finito al Valencia di Gattuso dopo un lungo tira a molla con il Fulham non concretizzato per via del permesso di lavoro. L’olandese fino ad ora ha giocato col contagocce (appena 45 minuti) senza mai riuscire a incidere.

Sta andando un po’ meglio l’avventura in Belgio di Bryan Reynolds, che dopo un avvio stentato con il Westerloo sta ritagliandosi più spazio come titolare. Nell’ultima partita il terzino americano ha anche realizzato un gol decisivo nella vittoria per 3 a 2 sul campo dello Charleroi.

Tutto sommato positiva anche l’esperienza che sta cominciando a maturare il giovane Davide Mastrantonio nella Triestina: l’allenatore lo sta alternando al più esperto Pisseri, e lui ha risposto con un paio di prestazioni convincenti.

Giallorossi.net – G. Pinoli

Articolo precedenteIBANEZ: “Mou ha aggiunto tanto alla mia carriera, posso solo ringraziarlo. Il trionfo in Conference uno dei momenti più belli della mia vita”
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Dybala sa che con questi giocatori non si va da nessuna parte”, FERRETTI: “Zaniolo ha perso un ginocchio per l’Italia, Mancini dovrebbe ricordarlo”, MAGNI: “La Roma crea tanto, sbagliato dire che Mou non ha gioco”

44 Commenti

  1. La crescita di Reynolds non mi stupisce, fisicità, potenza, agilità, gli altri mi stupiscono… 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • Reynolds è una mezza sega.
      Di tutti quelli nominati, l’unico che dovrebbe tornare a casa è Mastrantonio.

    • a me stupisce e molto, Il Reynolds visto a Roma neanche in Promozione giocherebbe. Villar è bravo sui social e ha una buona tecnica, purtroppo per lui per fare il calciatore serve altro. Perez è un giocatore da Celta Vigo e forse neanche. Grazie Petrachi

    • Villar non e’ un giocatore da campionato italiano, Perez si deve ancora inserire, Reynolds fa la differenza… ma dove? in un campionato da Europa B.
      Kluivert ha giocato mezzo tempo da inizio campionato.

    • @Solide Realtà
      Dove hai visto fisicità, potenza e agilità nell’americano?
      75kg distribuiti in un’altezza importante (1,90) sono davvero pochini, aggiungici una struttura muscolare apparentemente contenuta e una paura della palla che neanche mio nipote di due anni…
      Infatti nelle poche presenze in campo nella nostra amata AS Roma ha fatto più danni e figuracce lui che tutta la squadra in un’intera stagione.

  2. Reynolds ovviamente gioca in un campionato molto scarso, ma la crescita non mi sorprende: nella sua ultima intervista si è intuito un ragazzo serio, umile, conscio dei propri limiti e con la voglia di stare zitto e pedalare molto. Se migliorasse sarei molto contento per lui.

    Degli altri, zero sorprese. Lo sapevamo già a fine Agosto che a Giugno ce li saremmo ritrovati sul groppone. Villar, lo dico col massimo rispetto e conscio di dirlo da fuori, e quindi da ignorante, sembra avere molte delle caratteristiche del millennial che detesto (hanno anche dei pregi eh, ovviamente): ha possibilità ma non le coltiva, si specchia in se stesso, non ha carattere, poi fa la protestina col meme sui social. È un peccato, per me stoffa ne ha, ma senza testa e fame non vai da nessuna parte.

  3. Villar e Kluivert non verranno in alcun caso riscattati dai club in cui sono ora che non hanno soldi,ma dovrebbero cercare di fare bene per trovare acquirenti!Sono tutte gran sole Mastrantonio a parte che deve fare esperienza!

    • appena sanno del rinnovo di Cristante, stai tranquilla che smettono pure di allenarsi, tanto i cogxioni che gli pagano lo stipendio ci sono già, anzi magari trattano il rinnovo col mago Pinto…altri 5 anni a 2 milioni e mezzo a capoccia…

    • Criptico, tu ti rendi conto che è una critica del tutto gratuita sì?
      Quale sarebbe il rinnovo del mago Pinto che non è stato funzionale alla squadra scusami?
      Detto questo,
      ci sono casi simili, e anche con stipendi molto più pesanti, in tutte le squadre.
      Alcune risolvono con una sostanziosa buonuscita,
      altre pretendono serietà come la Roma. Io preferisco il secondo approccio.

    • @Anto, Mancini e Cristante ti bastano come esempi di rinnovi scellerati? non è che non li conoscevi e gli hai fatto un primo contratto pesante, ma li hai visti giocare per anni con noi, portare la squadra a sesti e settimi posti, e li ricopri d’oro per altri 4 anni? io francamente non capisco cosa vi abbia fatto questa società per rendervi così appecoronati e osannanti a ogni cosa che fanno, caxxate incluse…

    • @criPtico: io aggiungerei alla lista il nuovo rinnovo di un anno a Kluivert orima del prestito. ma poi so cattivo, io che per due anni ero l’unico a difendere Pinto e a dire che stava facendo genialate dal punto di vista economico

    • Anto, senza scendere in particolare nei soggetti coinvolti, altrimenti poi scoppiano le guerre di religione riguardo i fanboy dell’uno o dell’altro giocatore, c’è un dato che è difficilmente contestabile: la Roma da quattro anni abbondanti è sempre nel podio del monte ingaggi, ma poi questo podio nella classifica non lo vediamo mai e a volte c’è addirittura bisogno del binocolo.
      Mi sembra quindi evidente che la Roma spende di ingaggio per i propri giocatori più di quanto questi dimostrino di valere in campo. E’ lapalissiano, oppure no?

    • @Anto, ma nei commenti all’articolo su Cristante, non sei tu ad aver scritto che rinunci a capire? quindi quando parli con altri usi la testa, quando commenti me, devi fare il bastian contrario a prescindere? non che mi cambi l’umore della giornata avere la tua disapprovazione, ma mi sembra che anche tu, su alcune operazioni di Pinto, abbia dei dubbi…o solo le mie sono critiche gratuite? 😉

    • @criPtico
      Non c’è una parola sbagliata in tutto ciò che ho letto da parte tua in questa sezione. Sono d’accordo al 100% con la tua visione per quanto riguarda i rinnovi folli a gente che non ci ha portato e non ci porterà mai da nessuna parte. Giocatori mal pensati, mal comprati, mal valutati, che hanno solo abbassato progressivamente il nostro livello dal fatidico scalino del 2018 a oggi.
      Poi ovviamente non tutto è bianco o nero, anzi, le sfumature di grigio sono molteplici, tant’è che Pinto ha fatto quest’anno un gran mercato. Ciò non significa però ci si debba mettere la testa sotto la sabbia facendo i saggi misurati su tutto e dunque evitando di vedere quanto sia chiaro che alcuni calciatori che talvolta vengono (forse per disperazione) anche osannati, in realtà sono più frutto di un placido accontentarsi degli ultimi 4/5 anni.
      Cristante e Mancini sono due sòle bibbliche che faticherebbero a giocare nella Salernitana, qui però uno “è leader doo spojatojo” e “fa er capopolo cor megafono sur pulman”, l’altro “ndo lo metti fa il suo” e “c’ho l’amante che se chiama Cristante”, ed eccallà che abbiamo creato il mito sul nulla.
      negli ultimi 10 anni abbiamo avuto grosse p1ppe ma anche giocatori incredibili. semplicemente, alcuni calciatori che sussistono ancora oggi, giocando pure titolari ed essendo pluri-rinnovati, fanno a pieno diritto parte della prima categoria (in tutti i sensi) e andrebbero messi alla porta prima di subito.

  4. vorrei vedere che Villar non riesce a giocare in una squadra penultima in classifica e con quei giocatori, il suo livello e’ quello bisogna sperare che giochi più partite possibili e che qualcuno a giugno se lo accolli perché la samp se continua così va a fare compagnia al Genova in B quindi non credo lo riscatti. Forza Roma

    • Villar ha bisogno di un campionato tecnico dove si corre poco, nel campionato brasiliano farebbe un figurone così come lo ha fatto Gerson e si rilancerebbe.

  5. Mi sfugge il senso del rinnovo di Kluivert prima di andare a Valencia
    Io capisco la voglia di capitalizzare ma di occasioni questi calciatori ne hanno avute tante ma nessuno pare li fa giocare.
    Bisogna aspettare la scadenza tanto non li compra mai nessuno

    • Sono tante le cose che ti sfuggono a quanto pare. A Kluivert è stato rinnovato di un anno il contratto perchè non puoi far partire in prestito un giocatore a scadenza. Sono le regole. Voi piagnoni pensate di essere più intelligenti e capaci di uno che fa questo per lavoro (Tiago Pinto), quando in realtà non conoscete nemmeno le regole basilari di certe cose e fate solo figuracce.

  6. E allora se è come dici te glielo davi a gratis e finiva l’impiccio Kluivert
    Così il prossimo anno te ritorna sul groppone devi sudare sette camice per trovare chi te lo prende in prestito e gli devi fare un altro anno di contratto perché sennò in prestito come dici tu non lo puoi dare.
    A gratis e ti eri liberato del problema

    • Ahahah, glielo davi gratis… Ma allora perchè sti scemi dei Friedkin pagano questo Pinto quando c’è Luca Roma che ne sa molto più di lui? Questo è calcio reale amico mio, non football manager. Non sai di quello che parli, dammi retta.

    • E certo: gli regalavi il cartellino (come si diceva una volta)… Peccato poi che dovevi trovare qualche società disposta a fargli almeno due anni di contratto (all’ultimo secondo, perché la storia del Fulham è arrivata all’ultimo secondo), visto che un anno l’aveva comunque con noi a certe cifre e evidentemente non era intenzionato a mollarlo. Inoltre, col prestito hai comunque la possibilità che faccia una stagione decente e venga riscattato. E poi che ne sappiamo del rinnovo? A che cifre è stato fatto?
      Ma dobbiamo per forza avere la presunzione di saperne più di un GM che fa questo di mestiere?

  7. / CALCIOMERCATO ROMA

    Kluivert lascia la Roma: prestito al Valencia con diritto di riscatto, è ufficiale

    Contestualmente il giocatore, in scadenza nel 2023, ha prolungato il contratto con il club giallorosso fino al 30 giugno del 2025.

  8. Beh? Uno o due anni non cambia il succo: il giocatore non può partire in prestito se è in scadenza di contratto. Punto e fine. Se poi vuoi regalare i giocatori così, allora fai una cosa: invia il tuo CV alla AS Roma come nuovo GM, che magari i Friedkin ti prendono in considerazione. Io non credo eh, così, a occhio. Non penso vogliano andare falliti. Ma tentar non nuoce.

    • Il succo è che tu con sicurezza infinita facendo passare a me per uno non informato hai scritto una cosa sbagliata

    • Luchetto, ma se non capisci una mazza, perché continui a prendertela con gli altri utenti del blog? Mica è colpa nostra.

    • Tu non capisci una mazza e tutti quelli come te.Sei capace solo ad offendere.
      Io non attacco mai nessuno sono quelli come te che millantano pensano di sapere e non sanno niente.
      E scrivono cose non vere

    • Non attacchi mai nessuno? Ma se stai sempre a scrivere contro la Roma, contro Mourinho, contro Tiago Pinto. Fra l’altro con attacchi infantili, suggerendo di regalare cartellini di giocatori di 23 anni pagati una cifra… Invece di fare la vittima, comincia tu a smetterla di trollare, ricordati che sei su un sito di romanisti.

  9. Ma ci sono scritte le condizioni di rinnovo? Sapete che cosa si sono detti? Senza rinnovo non si può andare in prestito, e il rinnovo a quel punto lo devo fare per forza in assenza di altre offerte di ACQUISTO. Uno, due anni, dipende da un mucchio di cose e dalle condizioni negoziali in quel momento. Però, da mezzo comunicato, abbiamo deciso che Pinto è un cretino. Mah

    • E vaglielo a fà capì, ma è de coccio. E’ capace solo a ricaricare la pagina e a mettersi i pollici…

    • Ancora due anni di contratto purtroppo i grandi affari di Thiago Pinto.
      Quando a giugno invece gli sarebbe scaduto il contratto.
      Il calciatore è invendibile e questo si era capito ormai da un pezzo

    • TIAGO Pinto, si chiama TIAGO Pinto. Almeno prenditi la briga di imparare i nomi dei dirigenti di quella che DOVREBBE essere la tua squadra del cuore. Continui a trollare, ma ti ricordo che quello che stai cercando di far passare per scemo ha preso Celik, Wijnaldum, Dybala, Matic e Belotti spendendo 7 milioni. Eccoli i grandi affari di Pinto. Ma forse eri più bravo tu…

  10. ma questi non erano dei campioni quando sono arrivati????
    e tutti i cessi che ci sono oggi????
    questi americani fanno credere sempre di aver preso chissà chi ma alla fine si dimostrano quelli che sono….sono qui sono campioni!

  11. Kluivert è il peggio dei tre, presuntuoso, arrogante e strapagato (19 5 milioni a un anno dalla scadenza, 2,4 di commissione e 2,2 di contratto quinquennale) dal gran MAGO delle sole su commissione Monchi detto anche il sonatore de nacchere.

  12. Caro rob carson magari fosse solo Mou che non li vuole……..mi sa chev nemmeno al dopolovaro dell’Atac se li prendonon a giocare ma Kluivert in particolare prima o poi a Barcellona ci va……….da turista SE PAGA!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome