Vinco e resto

56
831

AS ROMA NEWSMeno uno a Milan-Roma. Domani va in scena l’attesissimo derby di Europa League tra i giallorossi di Daniele De Rossi e i rossoneri di Stefano Pioli: una italiana continuerà il sogno della finalissima di Dublino, l’altra invece dovrà dire addio alla coppa.

Il Milan punterà forte sull‘estro e l’esplosività della sua fascia sinistra, con Theo Hernandez e Leao che faranno sudare parecchio Celik e Cristante su quella corsia. Ma attenzione anche a destra, dove Pulisic è sempre risultato determinante per i rossoneri. Insomma, le corsie esterne sono le armi in più di Pioli.

La Roma risponde con Lukaku: l’Europa è casa sua, ha segnato sette gol in coppa in questa stagione e i rossoneri sono uno dei suoi bersagli preferiti (con l’Inter è andato in gol in 5 derby di fila, manca ancora invece il gol con la maglia giallorossa). L’altra arma di De Rossi è l’estro e la classe di Dybala, ma anche la pericolosità dai calci piazzati, specie ora che è in rampa di lancio Chirs Smalling.

Ma Milan-Roma è anche e soprattutto il duello tra due allenatori a caccia di conferma: “Vinco e resto”, titola a tutta pagina l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport. Chi si aggiudicherà lo scontro tutto italiano di Europa League porterà nelle casse del proprio club altri 2,8 milioni e metterà al sicuro la panchina del futuro.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedentePAREDES: “Il sogno di De Rossi era allenare la Roma con me calciatore, e poi andare insieme al Boca”
Articolo successivoMancini nuovo idolo dei romanisti: ora la sua maglia va a ruba

56 Commenti

  1. il rinnovo di Daniele non deve essere legato alla doppia sfida col Milan anche perché partiamo leggermente sfavoriti
    il Milan è oggettivamente più forte, parere personale ovviamente

    • Vero deve essere legato alla Coppa Raccordo.
      Col Milan meglio non giocarsela sia mai!

    • Infatti non credo che i Friedkin stiano aspettando i risultati per confermare DDR. I risultati sono un elemento molto importante nella cultura imprenditoriale in generale e particolarmente in quella americana ma non sono stupidi, l’andamento della Roma ha avuto una inversione di 180° con DDR e loro già sanno cosa aspettarsi da lui.
      Credo che le valutazioni che faranno saranno legate, oltre che alla Champion per motivi economici, alla loro idea di cosa significhi una squadra di calcio e quindi alla fattibilità, per esempio, dello stadio.
      Addirittura si può pensare che la qualificazione in Champion potrebbe essere un arma a doppio taglio per De Rossi, in quanto la maggiore disponibilità economica invoglierebbe a investimenti più eclatanti in termine di allenatore e acquisti giocatori.
      Questo sarebbe in linea con una certa megalomania molto yankee.

    • Il Milan non è più forte! Non abbiamo nulla da invidiare! La differenza è solo una… Loro hanno i campioni sani… Noi, abbiamo gli avanzi dei campioni che giocano a metà servizio perché non se li prende più nessuno per i ripetuti problemi fisici! Morale della favola… Se domani, i vari Dybala, Lukaku, Smalling & Company sono al Top il Milan ce lo mangiamo! Se dopo 20 minuti si fermano perché non ce la fanno più… Addio EUR.L.

    • Risultato con il Milan e qualificazione alla champions non possono essere discriminanti, ad un punto del campionato in cui ciò che succede sarà legato probabilmente ad episodi e ad equilibri tra squadre tutte in corsa per gli stessi obiettivi. Il valore e la qualità dei singoli ormai è chiaro; il raggiungimento degli obiettivi potrebbe essere questione di un gol in più o uno in meno, di un punto in più o uno in meno, di un’assenza, di un palo/fuori o palo/gol…non scherziamo. Va bene mantenere il massimo riserbo per non turbare equilibri e motivazioni, ma le idee nella testa dei dirigenti, ormai, devono essere piuttosto chiare!

    • La presidenza ha scelto una grande bandiera romanista assumendosi una grande responsabilità per uscire dalla trappola Mou dove si era ficcata.

      Adesso dico alla Presidenza : attenzione a giocare con le bandiere. Voi la avete messa lì e non pensiate con leggerezza di poterla rimuovere. Specie se DDR dimostra di essere all’altezza.
      Aggiungo che sono certo che questa raccomandazione sia poco necessaria. Perché i Friedkin tutto sono meno che stolti.

    • @tigerman non condivido
      La convalida di un allenatore deve basarsi sui risultati.
      Non mi basta che vinca solo il derby (ne ho avuti tanti che facevano solo quello), deve raggiungere la Champions ed arrivare il più a fondo possibile in Europa League.
      DDR quando è stato assunto ha detto ai Friedkin che per lui la Roma ha una squadra da Champions ed è stato ingaggiato per provarlo..
      Non abbiamo bisogno di un nuovo Di Francesco che per tenersi il posto accetta ogni scelta della società e che ci ha accompagnato nella decrescita “felice” dalla Champions alla EL fino alla Conference con Fonseca.
      Abbiamo giocatori che parlano da vincitori (è giusto, ma era sabato scorso) ora pensiamo a raggiungere il 4 posto e battere il Milan.
      Mi sono rotto di questa mediocrità accettata da una società che paga compensi a giocatori e manager da Champions ma che alla fine si qualifica per la Europa League.

    • Obiettivamente ragazzi il Milan è più forte, non tanto dal punto di vista tecnico quanto proprio dal punto di vista fisico.
      Secondo me domani serve fare una gara alla Mourinho con la squadra ben arroccata e attenta a chiudere, per cercare un bello 0-0 e poi giocarcela fra le mura amiche.
      Niente scherzi Danié, accorcia la squadra il più possibile e affidati ai calci piazzati, sperando Lukaku possa prendere qualche punizione. Se ci mettiamo a giocare alla pari e diamo spazio alle scorribande di Theo e Pulisic e magari troviamo Leao in palla ne pigliamo 3 nel primo tempo e tutti a casa.
      Serve molta testa domani.

    • caro Asterix, la proprietà al suo inizio ha acquistato calciatori che si sono rivelati bidoni, ha proseguito con ipervalutazione del contratto per l’ingaggio di giocatori svincolati, attività quest’ultima reiterata anche nell’ultima campagna acquisti tranne che per l’ingiustificata (per ora ) acquisizione di Baldanzi, già due mesi fa era facile intuire che si aveva più bisogno di terzini, centrocampisti, ali, titolari, che spendere più del doppio di quanto speso nelle due precedenti sessioni di mercato estivo per un l’acquisto in un ruolo già coperto da due titolari come Dybala e Pellegrini, tralasciando sensazioni negativissime mie personali riguardo la prestanza fisica di Baldanzi giocatore! Tornando a domani temo Leao, Theo e Loftus ma confido in Pioli, in Kjær e un pò in tutta la difesa del Milan, quindi in Dybala, Lukaku, Svilar… e nella gara di ritorno in casa nostra….!
      La mediocrità della nostra oggettiva realtà non è quindi come da te descritto una mera fatalità ma bensì il risultato di scelte e investimenti (scarsi, scarsissimi) della proprietà e dei dirigenti di cui si è dotata. La rosa è incompleta, consumata e scarsa.
      Poi, in questo paese, come nel mondo, poiché è l’economia, il mercato, i soldi, a tirare le fila di tutto, si preferisce che vincano la Milano cosmopolita delle élite e della finanza e la Torino degli Agnelli-Elkan è ovviamente la corporazione della Lega Italiana a favorirne le vittorie quando queste rischiano di non arrivare dal campo, due punti in più a Lecce e guarda dove saremmo.

  2. Figlio di Roma
    Capitano
    Bandiera

    non ce lo scordiamo, nè oggi, nè quando le cose andranno meno bene.

    Completo esordiente come allenatorez sta andando ben oltre le aspettative.

    Per me ha già rinnovato, ma in perfetto stile Friedkin… cioè alla zitta.

    ❤️🧡💛

    • Figlio tuo! Sono meravigliato e contento per la Roma! E ti dirò che piano piano mi sta passando il veleno che avevo contro di lui da giocatore di cui Pellegrini ha preso l’eredità… Ovvero, infermeria e soldi a sbafo! Stavolta la pagnotta se la deve guadagnare! Basta con le prese per i fondelli e una volta che firmano rimangono tutti sul groppone! Per stile e serietà, Mourinho For Ever! Per il resto, Forza De Rossi! Spero che comprendi la risposta al commento!

    • Barbera

      la comprendo in parte.

      Ho “difeso” Mourinho finchè a parer mio aveva senso, gli sarò eternamente grato per il Trofeo che mancava da una vita, e il secondo scippato con tutto quello che avrebbe portato …

      ma Daniele è Daniele, uno più Romanista di lui sulla panchina la vedo dura trovarlo.

      I risultati gli danno ragione per ora, cosa chiedere di meglio ?

      zenone

      la formazione domani, ma tanto a te che t’interessa?

      domani è Europalik, te tifi contro giusto ? 👋🤐

      ❤️🧡💛

    • Certo certo! Su quello nessuno lo mette in dubbio! L’appellativo “figlio” però lo darei solo a due persone attualmente… Il primo per rispetto e anzianità a Bruno Conti… Il secondo è ovvio… TOTTI!!! Comunque, commentini a parte… Felicissimo per come stanno andando le cose e anche se qualcuno non condivide, giustamente ognuno ha il suo pensiero… Se domani i nostri stanno tutti in salute, il Milan è pari a noi o noi a loro…

  3. Con il Milan una partita determinatissima ma senza apprensioni; per me la stagione non dipende da questa partita ma da quello che si farà in campionato. Forza Roma!

  4. Svilar,Mancini ndika(llorente) o smalling, spinazzola, celik, cristante ( o bove) paredes, pellegrini, elsharawi, dybala, lukaku (Abrham).
    Direi che la formazione dovrebbe essere questa, l’importante è non far giocare assolutamente Kardroop che fa danni anche solo guardandolo seduto in panchina e zawlesky. Non è il momento di fare colpi di testa o esperimenti. Tra domani , il Bologna ed il Napoli ci giocheremo la stagione. Concentrazione, aggressività, lucidità e calma nel palleggio e nelle giocate……Sinceramente nelle partite che ho visto del Milan, se li prestiamo e restiamo alti con gli esterni, visto che ora c’è questa moda di far accentrare i terzini, con dybala ed elsharawi larghi gli possiamo fare malissimo. Poi speriamo nella verve di coppa di Lukaku e soprattutto non perdere di vista pulisc e loftus check che secondo me negli inserimenti sono i più pericolosi. Forza ragazzi, crediamoci e diamo tutto che sto Milan non è il Real o il city…forza siamo con voi…..regalateci dopo il derby, un’altra gioia immensa. Forza ragazzi, forza Daniele e soprattutto forza Roma sempre.

  5. Per me a questo punto a Daniele va data una possibilità a meno che non prendi klop , ma li servirebbero investimenti e da quello che ho capito dai Muti e dalla donzella ceo qua faremo le nozze con i fichi secchi le belle sensazioni che mi animavano quando fecero arrivare Mourinho sono svanite ho idea che dovrò attendere un po di anni prima di esultare o vedere una finale , lo scudetto penso rimarra un sogno per molto .
    a proposito ho visto real manchester , che differenza c e tra Ancellotti e Mourinho?? Nessuna , stesso calcio tutti dietro e partenze a trecento all ora con 3 velocisti che fanno i 100 metri in 9 secondi questo è il calcio dell osannato Dio della champion sir Carletto.

    • beh Mou non prenderebbe i gol che ieri ha preso il Real.
      in una partita del genere non sarebbero riusciti a tirare.

    • la cosa funziona se i “tutti dietro” sono dei campioni e le partenze a trecento all’ora le fai con 3 velocisti che fanno i 100 metri in 9 secondi, non se hai una squadra con evidenti difetti di costruzione e giocatori che perdono 3 tempi di gioco a testa, a meno che non gli dai degli schemi e allora anche dei dopolavoristi organizzati fanno tutta un’altra figura. Questo senza scomodare la differenza di classe e di comportamenti dei due, che già da sola sarebbe bastata per decidere da che parte stare

    • per criticare Ancelotti ci vuole coraggio, eppure il real non mi sembra la squadra che ha investito di più eppure è la favorita insieme al city alla vittoria finale.

    • Nando questi non hanno ancora capito che il bel gioco lo fanno i calciatori.
      La bravura dell’allenatore sta nell’assemblare le qualità dei giocatori, nel trovare equilibrio alla squadra con quei giocatori che ha a disposizione.
      Nel gestire un gruppo, motivarlo, blandirlo, esserne, in una parola, il capo carismatico.
      E come tutti i capi carismatici essere a volte consigliere, amico, padre, di chi nel gruppo ne ha bisogno, e a volte anche bastonare, perché nei processi educativi, anche le bastonate servono.

      Ma alla fine, il gioco che fai, dipende dai giocatori che hai.
      Guardiola teorizzava lo spazio come centravanti. Poi è arrivato Haaland e gioca con il centravanti.
      I centrali che attaccano, i terzini che entrano dentro al campo, tutto bello… ma devono saperlo fare e alla fine il ManCity fa tre gol perché i suoi giocatori danno del tu al pallone e hanno qualità, tanta qualità sui piedi.

      L’anno scorso Il MC ha dominato il Real in semifinale. Tutti a dire che il gioco di Ancelotti era vecchio e spento. Poi il MC a momenti sbatte il muso contro l’Inter di Inzaghi, uno che forse quest’anno ha iniziato a far vedere qualche innovazione al classico chiudi e riparti.

      Quest’anno grande partita del Real. Eppure è lo stesso più o meno.

      Poi ci sono i “minestrari” i Sir Carlo Ranieri, che con il loro gioco vecchio vincono la premier, con una squadra di giocatori mediocri e un paio di campioni. E allora parlano di “miracolo”, non è che si rendono conto che tutte le loro minchiate sul “bel gioco” sono appunto minchiate e quello che conta in campo oltre l’equilibrio sono l’intensità e la qualità, e queste, se una è carente, l’altra deve tracimare.

      Poi certo, ci sono squadre in cui la qualità è enorme e gli basta applicare quel minimo di intensità per fare risultato. Quelle in cui la qualità è minore e devono andare sempre al massimo.
      Ma andare SEMPRE al massimo è difficile, ci vuole una motivazione mostruosa, come quella che può derivarti dal poter vincere la premier da underdog assoluto.
      O quella che possono darti, in una specie di ipnosi, certi allenatori con un enorme carisma.

      La Roma di Mourinho, con poca qualità in certi ruoli, è riuscita a fare due finali proprio per questa capacità di mettere intensità laddove contava.
      Ma dove cala l’intensità, la scarsa qualità emerge e fai brutte figure. E inevitabile.

      Ma tanto… inutile spiegarglielo. Pensano veramente che l’allenatore sia bravo o no solo per il modulo con cui mette in campo la squadra. Cosa che conta, ma dei processi mentali che ha un allenatore professionista per arrivare a certe scelte, sono così lontani, che è come un manovale che critica un ingegnere per come ha progettato un ponte.

    • carlo sempre ste morali sembri romano , non ti piace mourinho chissenefrega dove stà il problema ? io ieri sera ho visto una squadra manchester city che ha tenuto palla nella meta campo del real per 80 minuti ma ha dovuto fare tre goal di cui 2 da due tiri fuori area se non segnava neanche col passamontagna , mentre ho visto il real stile Roma tutti dietro con davanti 3 freccie che facevano impallidire jervy per quanto correvano oltre ad essere forti , hanno fatto un azione dall area palla recuperata alla porta di la 3 passaggi e si e no 10 secondi . ora se mi dici che questo è il grande gioco del grande Ancellotti bhe a me sembra identico a Mourinho , la differenza la fai nelle parole perche non potendo dire il contrario ci butti dentro la morale .

    • Wtf per come la vedo io hai perfettamente ragione , pensa arrivo a dirti che per me è stata una disgrazia perdere dzeko , con lui bastavano due ali veloci e con la difesa a tre che avevamo il 1° anno lottavi per lo scudo a mani basse , ma questo è il senno di poi , vado indietro con la mente la piu bella roma che ricordo ultimamente era quella con garcia le prime parite con jervy a sx e iturbe (prima che diventasse il fratello matto) a dx .

    • forse hai difficoltà a leggere e capire l’italiano: la differenza la fanno i campioni, che Ancelotti ha in abbondanza (e infatti si gioca la CL) e la Roma (che al massimo si gioca l’EL)…il gioco tutti dietro, paga se poi hai chi va a segnare in contropiede, sennò ben che vada hai pareggiato…te le sei già scordate le nostre partite con massimo 1 tiro in porta?

    • carlo vedi prima.la.morale.adesso ,non capisci l.italiano continua così che vinci ,nel merito ti ho già risposto sopra
      Ciao buona giornata

    • Concordo su ogni parola detta da Wtf.
      Perfetto. Ha espresso le mie sensazioni dopo aver visto la partita di ieri.
      Si riempiono le trasmissioni ed i giornali di parole e nuvole.. ma se non hai Foden (futuro Totti inglese) o Valverde che ti fa quel gol le chiacchiere stanno a zero..

    • @Nando, le squadre belle sono quelle EFFICACI.
      Che non vuol dire essere risultatisti.
      Un contropiede fulminante è bellissimo da vedere.
      Un’azione manovrata con scambi di prima velocissimi in area (vedi barcellona di messi suarez iniesta ecc) è bellissima da vedere.

      Ma lo scopo del gioco del calcio, non dimentichiamolo mai, è segnare per vincere.
      Una squadra che domina ma che non segna, è frustrante da vedere.

      Ci vogliono i giocatori giusti per il gioco che si vuole fare, o si fa il gioco che puoi con i giocatori che hai.

      Se sei Guardiola che allena il barcellona o il mancity e hai a disposizione tutte le risorse economiche possibili, magari ci metti un paio d’anni, ma prima o poi trovi i giocatori che ti servono (tecnicamente e mentalmente) per il gioco che vuoi fare.

      Poi questo non basta però, perché i meccanismi di gioco, l’intensità, devono anche essere tenuti “sulla corda” da una situazione allenante.
      Per questo il PSG prendendo ottimi giocatori, fuoriclasse, campioni e allenatore bravi, a livello internazionale ha sempre fallito. Non aveva un contesto allenante. Gli bastava così poco per vincere che quando la qualità dell’avversario era simile alla sua e però gli altri erano abituati a metterci intensità, il psg andava fuori.

      Era una squadra di campioni, con grandi allenatori, eppure non era una squadra EFFICACE, quando il contesto richiedeva qualcosa cui non erano abituati, non tanto i singoli, ma proprio l’insieme.

    • Se venimo eliminati me roderà er qulo manco poco. Perché se devo uscì preferisco fallo pe mano der Leverkusen in semifinale, che ai quarti pe corpa de ste m€rde cacate a forza.

  6. Più che discutere se confermare Ddr, ovvio che andrebbe confermato, sti americani dovrebbero pensare al mercsto.
    Servono almeno un terzino e un esterno d’attacco.
    Non si puó giocare a certi livelli con Karsdorp e Zelenski.

  7. Ha fatto tornare veri giocatori inguardabili, ma la cosa importante a capito subito che il portiere titolare fosse Svilar, ed è stata LA svolta e la stagione non è ancora finita…ci saranno delle sorprese, in meglio.
    La curva Sud, tutto lo stadio lo adora e gli dà quella carica incredibile, chi meglio di lui, per restare in quella panchina calda?

    • con tutto il rispetto per DDR, Mourinho ha fatto giocare Svilar a Milano con il Milan.
      è stato esonerato, è arrivato DDR e ha messo Rui Patricio per 4 partite. Svilar è diventato titolare dopo la partita ai rigori col Feyenoord.

      tanto per non propalare leggende…. che già se ne dicono tante

  8. Alcune considerazioni.
    Se anche non raggiungessimo il posto in CL e se uscissimo dall’EL nella doppia sfida col Milan, io a De Rossi proporrei comunque un contratto.
    Ha dato ampia dimostrazione di essere all’altezza del compito dopo aver preso in mano la squadra in una situazione ambientale molto complessa.
    Merita di avere la possibilità di iniziare una stagione dall’inizio potendo anche incidere sul mercato come è stato concesso a chi l’ha preceduto.
    De Rossi è a mio avviso un professionista molto bravo a riconoscere il talento nei giovani. Sono molto curioso di capire cosa riuscirà a fare con i ragazzi della primavera alcuni dei quali hanno molto talento, Mannini su tutti.
    Col Milan siamo oggettivamente sfavoriti.
    Nella corsa alla Champions oltre al Bologna ed all’Atalanta ci metto anche il Napoli che può contare sullo scontro diretto in casa.
    Vedo 4 squadre per 2 posti: tradotto abbiamo il 50% delle possibilità.

    • concordo con te al 100%, ma onestamente vedere cadere un bel po’ di gufi stecchiti dal trespolo, non mi dispiacerebbe affatto…stanno aspettando solo i primi inevitabili passi falsi per riesumare il loro livore verso la grande cacciata…

  9. Noto con piacere che, finalmente, con un po’ di ritardo, molti utenti stanno imboccando la via che ho già indicato da alcune settimane: rinnovo a DDR subito, senza se e senza ma.

    • Nun decidemo noi Kà, ma Ninnì&Cocò. Pe me nun è scontato che je fanno er rinnovo. Anzi, più passa er tempo e più me sargono li sospetti…

    • “DDR NON CI CASCARE con i Friedkin”
      Se era per te DDR neanche doveva entrare a Trigoria, per fortuna che non ti ha letto qua sopra 😂

    • KAWA62
      16 Gennaio 2024 At 09:52
      Spero che Danielino non abbocchi…

      Questo è il mio commento del 16 gennaio, per l’esattezza.
      Dovrebbe essere chiaro che il mio dubbio non riguardava le capacità di DDR, bensì l’affidabilità dei Friedkins. Da allora, per me, non è cambiato nulla; infatti aspetto e auspico il rinnovo…
      Ma se non fosse ancora chiaro il mio pensiero, allora chiederei alla Redazione di consentirmi di inviare un disegnino a Paolo.

    • Ciao Peppe, concordo sul contratto da blindare subito DDR e tutto il suo prezioso staff, augurandomi che le idee di sviluppo e crescita coincidano con gli investimenti che Friedkin dovra’ obbligatoriamente fare per ricreare una rosa calciatori di proprieta’ e che possa consolidare il lavoro iniziato da Mourinho e proseguito da De Rossi, se cosi non fosse cio’ che e’ stato fino ad oggi e’ stato superfluo.
      Voglio poi augurarmi che tutto cio’ sia gia’ in cantiere ed in accordo su chi ricoprira’ il ruolo da direttore sportivo.

      Nei giorni che hanno preceduto la gara contro il lecce DDR ha programmato una fase di recupero controllato per il recupero degli infortunati ottimizzando al meglio le risorse psicofisiche necessarie per affrontate al 100% le 5 gare che si disputeranno ogni 3 giorni e che determineranno buona parte della nosta stagione.
      Per il sottoscritto lecce era da considerarsi preparatoria per affrontare in successione il derby le due gare contro il milan l’intermezzo di gara a udine per concludere in casa contro il bologna.

      IN QUESTI 16 GIORNI GIA’ INIZIATI CI GIOCHEREMO IL’60 % DELLA STAGIONE.

      In questi 16 giorni per queste 5 gare determinanti e’ stato intelligentemente programmato anche un breve ritiro nel pre partita di udine onde evitare un inutile viaggio notturno di ritorno da milano.

      Se il buongiorno si vede dal mattino la prima gara dei 16 giorni e’ andata, la vittoria del derby ha portato entusiasmo e buonumore, ora testa a milano 🤞 e
      SEMPRE FORZA ROMA💛❤️

      Ciao Peppe

  10. Le probabilità di passare sono 60-40 per il Milan, tuttavia uscire dall’Europa e pensarlo come un fallimento di De Rossi è ridicolo. Danielino, se vogliamo dire che ancora non si è meritato il rinnovo, si gioca la permanenza con la qualificazione in Champions, dovesse arrivare anche da quinti. Poi nel caso bisognerebbe valutare chi c’è disponibile a prendere il suo posto, perché se devi prendere Palladino allora no grazie.

    • come fa ad esse n fallimento? 2 turni COMUNQUE li ha passati e non ha giocato contro vitesse e bodo…

  11. Lukaku sembrerebbe un pò fuori forma ma non credo che DDR si prenda la responsabilità di non schierarlo. I centrali del Milan di domani senza Tomori sono l’anello debole sul quale puntare. A me non dispiacerebbe un centrocampo folto con Paredes Cristante e Bove ed un attacco senza punti di riferimento con Dybala Pellegrini ed il faraone. Considerando che la partita è su due gare. FRS

  12. Aspettiamoci un Milan arrembante sin dall’inizio!
    Non facciamo caxxate che ci mettano in posizione di rincorsa.
    Teniamo bocca che man mano che la partita prosegue, troveremo la giusta chiave di lettura.
    A quel punto il Milan potrebbe essere sorpreso del malfunzionamento del proprio piano e si ritroverà disorientato.
    Lì dovremo essere cinici.
    Un buon risultato a San Siro potrebbe spaventarli.
    Al ritorno calma e sangue freddo.
    Tanto DDR e del sano MOURINHISMO completerebbero l’opera!
    Avanti ROMA.
    IO CI CREDO.
    TU, FALLO!!!
    FORZA ROMA

  13. la partita è molto difficile secondo me e per buona parte si decide domani la qualificazione. il milan mi sembra più in forma di noi che abbiamo sì vinto il derby ma non è stata una gran partita molto tattica in cui abbiamo giocato bene ma non incantato.soprattutto il risultato di domani è vero dipenderà appunto dai vari duelli sulle fasce e dalla tenuta difensiva della Roma. se fossi in De Rossi non sono sicuro che farei giocare Lukaku.comunque punterei forte su El Sharawy che mi è sembrato tra i più in forma ultimamente. Lukaku mi è sembrato un pò spento nelle ultime partite. Tammy non so se è pronto per giocare dall’inizio. Non ho capito perchè a Lecce non ha giocato negli ultimi minuti quando dovevamo vincere visto che pochi giorni dopo è entrato. nel derby quando è entrato mi è sembrato in palla

  14. E’ da 2 turni di coppa che dico che razionalmente, per evitare ridimensionamenti (n’antro po’…) il prossimo anno, è meglio il piazzamento champions che andare avanti in coppa e che non siamo attrezzati per combattere su due fronti, visto la coincidenza di scontri diretti in campionato e quarti e semifinali in coppa.

    poi ovviamente quando ci sei le partite le vuoi VINCERE
    la razionalità se ne va a …ramengo e FORZA ROMA E BASTA!

  15. il Milan a Roma sarà annichilito, affossato, annullato da uno stadio senza precedenti, da una squadra affamata di gloria, da un futuro da riscrivere!
    Daje Roma! Daje DDR!!! Daje Lollo!!!! Daje Joya!!!!💛❤

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome