Wijnaldum a tutta: solo segnali positivi in Portogallo, iniziato il countdown

11
742

NOTIZIE AS ROMA Segnali incoraggianti da Gini Wijnaldum, che in questi giorni sta proseguendo il suo programma di recupero dall’infortunio alla tibia.

Il centrocampista, che ieri ha osservato la partita vinta con il Casa Pia da bordo campo, continua a lavorare a parte, aumentando ogni giorno il volume dei carichi di lavoro. Un programma personalizzato suddiviso tra lavoro in campo, palestra e piscina.

Organizzazione e metodo propedeutici per lo staff medico ad avere un riscontro concreto alla fine del ritiro sul reale stato fisico del calciatore. Dal 26 dicembre, giorno del ritorno a Trigoria, si valuterà se iniziare ad aggregare Wijnaldum alla squadra, almeno per porzioni di allenamento in gruppo.

Da Albufeira le sensazioni sono solo positive, con l’olandese che si allena a tutta e smania per tornare il prima possibile a disposizione di Mourinho.

Fonte: Il Tempo

Articolo precedenteEL SHAARAWY: “Mourinho? Concentrato sulla Roma, speriamo possa restare a lungo”
Articolo successivoBove più 15 milioni: ecco come la Roma pensa di arrivare a Frattesi

11 Commenti

  1. Dajeeee!
    Magari riuscisse a “calibrarsi” sulla preparazione del resto della squadra!
    Partite con quasi lo stesso stato di forma, al di là che debba poi confrontarsi psicologicamente col trauma, sarebbe importantissimo.
    FORZA ROMA

    • Io ho sempre creduto in Gini, se veramente, la società ha bisogno di un altro centrocampista punterei, uno tra Lukic, oppure Aouar, perché possono ricoprire più ruoli, compreso quello di Gini….altri non ne vedrei….Serve la qualità, Matic, Cristante, Camara, Gini, Pellegrini, tanta qualità… Ripeto, mettere a disposizione uno,tra, Lukic oppure Aouar, molto meglio di Frattesi….

  2. Lui è la speranza di arrivare in Champions.
    Con Lui, Dybala e Smalling formeremmo quel perno forte tra difesa ed attacco che potrebbe segnare la nostra stagione e l’intera presidenza dei Friedkin.
    Perché arrivare in Champions vuole dire incassi, sponsor, maggiore attrattività dei giocatori, rapporti politici più facili per lo stadio, ecc..

  3. ma come è mo chi glielo dice ai giornalai del corriere di ca@@aroni che lo davano in campo non prima di fine Febbraio!!!! la grande stampa Romana. Forza Roma

  4. La squadra era impostata per avere un leader a presidiare ogni zona del campo. Smalling in difesa, Wijnaldum a centrocampo e Dybala davanti. Ora per un motivo o per un altro non siamo mai riusciti a vedere come funzionerebbe la squadra con questi giocatori nel pieno delle loro potenzialità. A parte la difesa, che infatti a parte qualche sbandamento, ha retto la baracca (14 gol subiti che se si tolgono i 4 subiti con l’Udinese sarebbero 10) il centrocampo non ha mai potuto vedere in azione Gini e di conseguenza non abbiamo mai potuto vedere come sarebbe “girato” un centrocampo impostato su Wijnaldum. Davanti Dybala l’abbiamo avuto a pezzi e bocconi (su 15 partite di campionato ne ha giocato 9 con 5 goal e 2 assists) e quando è sceso in campo in pratica ha fatto 1 goal ogni 2 partite. Ora si può legittimamente criticare tutto, soprattutto se si parla di calcio in un paese come il nostro dove i commissari tecnici e gli allenatori da bar si sprecano, però prima di dare giudizi io vorrei vedere come funziona la squadra con l’innesto di Wijnaldum e con l’utilizzo più continuativo di Dybala. Chissà che non se ne vedano delle belle……..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome